Fair Play finanziario

0 Utenti e 31 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline surg

*
6210
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #180 il: 24 Gen 2018, 17:27 »

E' solo questione di tempo. I soldi nessuno te li regala

Offline PARISsn

*
8127
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #181 il: 24 Gen 2018, 23:43 »
io ho trovato questa chicca farneticante...non sapevo dove  postarla e la metto qui !! questo è uno che  parla sul sito di Macchese....:

Unicredit controlla col debito Roma Inter Napoli e pure creditrice della Lazio checchè se ne dica. Lo dice Bellinazzo del sole 24 ore nel suo libro non io. Lotito parla di Delaware e minaccia. Viene redarguito in camera caritatis. Vince il 26 maggio da allora non parla più. Dice poco o niente. Fa parlare addetti suoi servi. Arbitro era Orsato. Lobont fa una papera. Incredibile non se ne parli. Si può rivedere su yt. Gli viene rinnovato il contratto all infinito e partono leggende metropolitane secondo cui sarebbe una personalità nello spogliatoio. Da lì in poi la Roma si stabilizza in CL. La Lazio nel nulla. Di recente Orsato penalizza la Roma con l'inter che deve arrivare in CL. Dopo il derby i laziali tornano a parlare di banca. In modo costante. Loro che hanno ricevuto 23 rigori in due anni a favore. La Roma fa affari "strani" con Sassuolo e Samp. Sembrerebbe riciclaggio ad uno esterno al calcio. Arbitra sempre Orsato e finisce sempre 1-1 con uso di var e polemiche. Volute? Intanto l'omo campa. C'è una radio o trasmissione che mi faccia intervenire e poter solo raccontare sti fatti in maniera asettica, elencandolo poi ognuno può credere che siano film masturbazioni mentali serual tv psicodrammi oppure farsi due domande su tante coincidenze strane ?

La prima domanda che viene in mente perché Unicredit controlla ancora la Roma e non la vende a qualche magnate?

Perchè non lo ha mai voluto fare. Unicredit fa parte di un sistema ben chiaro con degli azionisti che hanno ottenuto leggi salvabanche. Qui fanno soldi con gli interessi. Ha aiutato Moratti nella grande Inter. Andate a leggere che credito che aveva non con la saras ma con l inter. Una sua fiduciaria romafides controlla la filmauro che è proprietaria del napoli. E poi sono sponsor CL. Ma loro col calcio non centrano niente.......fanno dire..

E quindi perché non vendono?

 Perchè hanno fatto un debito monstre nel frattempo. Nessuno regala più soldi. Solo gli arabi. Che a Roma sono sgraditi per ovvi motivi. Considera che a Parigi i qatarioti non hanno mica comprato solo il Psg. Anzi. Gli hanno fatto comprare di tutto. A Roma comandano due entità. Una è la sconosciuta banca israelita piena di soldi e l'altra è il vaticano. Quindi tutti gli altri potrebbero essere interessati solo con una Roma con meno debiti. Poi con lo stadio staremo a vedere. Detto ciò una Roma forte non la vuole nessuno in Italia tranne noi.

Quindi all'ombra ci sarebbe anche una banca estera?

Beh che siamo nelle mani di Goldman Sachs ormai è palese. E da lì ai Rothscild è un attimo. (Parenti di Elkann peraltro). La Roma ha ceduto tutti i diritti tv e da sponsorizzazioni alla "asr media and sponsorship srl" gestita da Unicredit per conto di Goldman Sachs che è stata messa a garanzia fino all'estinzione del credito per le ultime due ricapitalizzazioni che superano i 200 ml di euro fatte da Pallotta coi soldi di Goldman Sach

 8) insomma ecco perche la riomma non vince...complotto giudaico/vaticano che non vonno gli sceicchi !!  :=)) :asrm

Offline Il Mitico™

*
22053
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #182 il: 24 Gen 2018, 23:56 »
...e noi il 26 maggio 2013 abbiamo vinto per questo complotto secondo lui...

Mi chiedo come mai questi arabi non si siano interessati alle milanesi, che invece sono state acquistate da asiatici che fanno operazioni con i "pagherò" peggio delle loro, e si che hanno ben altro blasone come club... anche a Milano comandano gli ebrei e il Vaticano?

Offline Slasher89

*
3342
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #183 il: 25 Gen 2018, 07:37 »
io ho trovato questa chicca farneticante...non sapevo dove  postarla e la metto qui !! questo è uno che  parla sul sito di Macchese....:

Unicredit controlla col debito Roma Inter Napoli e pure creditrice della Lazio checchè se ne dica. Lo dice Bellinazzo del sole 24 ore nel suo libro non io. Lotito parla di Delaware e minaccia. Viene redarguito in camera caritatis. Vince il 26 maggio da allora non parla più. Dice poco o niente. Fa parlare addetti suoi servi. Arbitro era Orsato. Lobont fa una papera. Incredibile non se ne parli. Si può rivedere su yt. Gli viene rinnovato il contratto all infinito e partono leggende metropolitane secondo cui sarebbe una personalità nello spogliatoio. Da lì in poi la Roma si stabilizza in CL. La Lazio nel nulla. Di recente Orsato penalizza la Roma con l'inter che deve arrivare in CL. Dopo il derby i laziali tornano a parlare di banca. In modo costante. Loro che hanno ricevuto 23 rigori in due anni a favore. La Roma fa affari "strani" con Sassuolo e Samp. Sembrerebbe riciclaggio ad uno esterno al calcio. Arbitra sempre Orsato e finisce sempre 1-1 con uso di var e polemiche. Volute? Intanto l'omo campa. C'è una radio o trasmissione che mi faccia intervenire e poter solo raccontare sti fatti in maniera asettica, elencandolo poi ognuno può credere che siano film masturbazioni mentali serual tv psicodrammi oppure farsi due domande su tante coincidenze strane ?

La prima domanda che viene in mente perché Unicredit controlla ancora la Roma e non la vende a qualche magnate?

Perchè non lo ha mai voluto fare. Unicredit fa parte di un sistema ben chiaro con degli azionisti che hanno ottenuto leggi salvabanche. Qui fanno soldi con gli interessi. Ha aiutato Moratti nella grande Inter. Andate a leggere che credito che aveva non con la saras ma con l inter. Una sua fiduciaria romafides controlla la filmauro che è proprietaria del napoli. E poi sono sponsor CL. Ma loro col calcio non centrano niente.......fanno dire..

E quindi perché non vendono?

 Perchè hanno fatto un debito monstre nel frattempo. Nessuno regala più soldi. Solo gli arabi. Che a Roma sono sgraditi per ovvi motivi. Considera che a Parigi i qatarioti non hanno mica comprato solo il Psg. Anzi. Gli hanno fatto comprare di tutto. A Roma comandano due entità. Una è la sconosciuta banca israelita piena di soldi e l'altra è il vaticano. Quindi tutti gli altri potrebbero essere interessati solo con una Roma con meno debiti. Poi con lo stadio staremo a vedere. Detto ciò una Roma forte non la vuole nessuno in Italia tranne noi.

Quindi all'ombra ci sarebbe anche una banca estera?

Beh che siamo nelle mani di Goldman Sachs ormai è palese. E da lì ai Rothscild è un attimo. (Parenti di Elkann peraltro). La Roma ha ceduto tutti i diritti tv e da sponsorizzazioni alla "asr media and sponsorship srl" gestita da Unicredit per conto di Goldman Sachs che è stata messa a garanzia fino all'estinzione del credito per le ultime due ricapitalizzazioni che superano i 200 ml di euro fatte da Pallotta coi soldi di Goldman Sach

 8) insomma ecco perche la riomma non vince...complotto giudaico/vaticano che non vonno gli sceicchi !!  :=)) :asrm

Cioè, noi abbiamo vinto il 26 maggio con la complicità di LOBONT.

Dammi il nome di questo qua perchè lo cerco e gli chiedo se posso esse amico suo.

Offline Pomata

*
9806
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #184 il: 25 Gen 2018, 09:41 »
io ho trovato questa chicca farneticante...non sapevo dove  postarla e la metto qui !! questo è uno che  parla sul sito di Macchese....:

Unicredit controlla col debito Roma Inter Napoli e pure creditrice della Lazio checchè se ne dica. Lo dice Bellinazzo del sole 24 ore nel suo libro non io. Lotito parla di Delaware e minaccia. Viene redarguito in camera caritatis. Vince il 26 maggio da allora non parla più. Dice poco o niente. Fa parlare addetti suoi servi. Arbitro era Orsato. Lobont fa una papera. Incredibile non se ne parli. Si può rivedere su yt. Gli viene rinnovato il contratto all infinito e partono leggende metropolitane secondo cui sarebbe una personalità nello spogliatoio. Da lì in poi la Roma si stabilizza in CL. La Lazio nel nulla. Di recente Orsato penalizza la Roma con l'inter che deve arrivare in CL. Dopo il derby i laziali tornano a parlare di banca. In modo costante. Loro che hanno ricevuto 23 rigori in due anni a favore. La Roma fa affari "strani" con Sassuolo e Samp. Sembrerebbe riciclaggio ad uno esterno al calcio. Arbitra sempre Orsato e finisce sempre 1-1 con uso di var e polemiche. Volute? Intanto l'omo campa. C'è una radio o trasmissione che mi faccia intervenire e poter solo raccontare sti fatti in maniera asettica, elencandolo poi ognuno può credere che siano film masturbazioni mentali serual tv psicodrammi oppure farsi due domande su tante coincidenze strane ?

La prima domanda che viene in mente perché Unicredit controlla ancora la Roma e non la vende a qualche magnate?

Perchè non lo ha mai voluto fare. Unicredit fa parte di un sistema ben chiaro con degli azionisti che hanno ottenuto leggi salvabanche. Qui fanno soldi con gli interessi. Ha aiutato Moratti nella grande Inter. Andate a leggere che credito che aveva non con la saras ma con l inter. Una sua fiduciaria romafides controlla la filmauro che è proprietaria del napoli. E poi sono sponsor CL. Ma loro col calcio non centrano niente.......fanno dire..

E quindi perché non vendono?

 Perchè hanno fatto un debito monstre nel frattempo. Nessuno regala più soldi. Solo gli arabi. Che a Roma sono sgraditi per ovvi motivi. Considera che a Parigi i qatarioti non hanno mica comprato solo il Psg. Anzi. Gli hanno fatto comprare di tutto. A Roma comandano due entità. Una è la sconosciuta banca israelita piena di soldi e l'altra è il vaticano. Quindi tutti gli altri potrebbero essere interessati solo con una Roma con meno debiti. Poi con lo stadio staremo a vedere. Detto ciò una Roma forte non la vuole nessuno in Italia tranne noi.

Quindi all'ombra ci sarebbe anche una banca estera?

Beh che siamo nelle mani di Goldman Sachs ormai è palese. E da lì ai Rothscild è un attimo. (Parenti di Elkann peraltro). La Roma ha ceduto tutti i diritti tv e da sponsorizzazioni alla "asr media and sponsorship srl" gestita da Unicredit per conto di Goldman Sachs che è stata messa a garanzia fino all'estinzione del credito per le ultime due ricapitalizzazioni che superano i 200 ml di euro fatte da Pallotta coi soldi di Goldman Sach

 8) insomma ecco perche la riomma non vince...complotto giudaico/vaticano che non vonno gli sceicchi !!  :=)) :asrm

orsato quello che ha fischiato il rigore su strootman

Offline NEMICOn.1

*
3525
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #185 il: 25 Gen 2018, 11:23 »
Ma in tutto sto ragionamento c’entra qualcosa Marquinhos ceduto agli arabi poi del PSG ?  :) :) :) :) :)

Offline Brixton

*
3216
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #186 il: 25 Gen 2018, 13:31 »
io ho trovato questa chicca farneticante...non sapevo dove  postarla e la metto qui !! questo è uno che  parla sul sito di Macchese....:

Unicredit controlla col debito Roma Inter Napoli e pure creditrice della Lazio checchè se ne dica. Lo dice Bellinazzo del sole 24 ore nel suo libro non io. Lotito parla di Delaware e minaccia. Viene redarguito in camera caritatis. Vince il 26 maggio da allora non parla più. Dice poco o niente. Fa parlare addetti suoi servi. Arbitro era Orsato. Lobont fa una papera. Incredibile non se ne parli. Si può rivedere su yt. Gli viene rinnovato il contratto all infinito e partono leggende metropolitane secondo cui sarebbe una personalità nello spogliatoio. Da lì in poi la Roma si stabilizza in CL. La Lazio nel nulla. Di recente Orsato penalizza la Roma con l'inter che deve arrivare in CL. Dopo il derby i laziali tornano a parlare di banca. In modo costante. Loro che hanno ricevuto 23 rigori in due anni a favore. La Roma fa affari "strani" con Sassuolo e Samp. Sembrerebbe riciclaggio ad uno esterno al calcio. Arbitra sempre Orsato e finisce sempre 1-1 con uso di var e polemiche. Volute? Intanto l'omo campa. C'è una radio o trasmissione che mi faccia intervenire e poter solo raccontare sti fatti in maniera asettica, elencandolo poi ognuno può credere che siano film masturbazioni mentali serual tv psicodrammi oppure farsi due domande su tante coincidenze strane ?

La prima domanda che viene in mente perché Unicredit controlla ancora la Roma e non la vende a qualche magnate?

Perchè non lo ha mai voluto fare. Unicredit fa parte di un sistema ben chiaro con degli azionisti che hanno ottenuto leggi salvabanche. Qui fanno soldi con gli interessi. Ha aiutato Moratti nella grande Inter. Andate a leggere che credito che aveva non con la saras ma con l inter. Una sua fiduciaria romafides controlla la filmauro che è proprietaria del napoli. E poi sono sponsor CL. Ma loro col calcio non centrano niente.......fanno dire..

E quindi perché non vendono?

 Perchè hanno fatto un debito monstre nel frattempo. Nessuno regala più soldi. Solo gli arabi. Che a Roma sono sgraditi per ovvi motivi. Considera che a Parigi i qatarioti non hanno mica comprato solo il Psg. Anzi. Gli hanno fatto comprare di tutto. A Roma comandano due entità. Una è la sconosciuta banca israelita piena di soldi e l'altra è il vaticano. Quindi tutti gli altri potrebbero essere interessati solo con una Roma con meno debiti. Poi con lo stadio staremo a vedere. Detto ciò una Roma forte non la vuole nessuno in Italia tranne noi.

Quindi all'ombra ci sarebbe anche una banca estera?

Beh che siamo nelle mani di Goldman Sachs ormai è palese. E da lì ai Rothscild è un attimo. (Parenti di Elkann peraltro). La Roma ha ceduto tutti i diritti tv e da sponsorizzazioni alla "asr media and sponsorship srl" gestita da Unicredit per conto di Goldman Sachs che è stata messa a garanzia fino all'estinzione del credito per le ultime due ricapitalizzazioni che superano i 200 ml di euro fatte da Pallotta coi soldi di Goldman Sach

 8) insomma ecco perche la riomma non vince...complotto giudaico/vaticano che non vonno gli sceicchi !!  :=)) :asrm

Praticamente il succo di questo delirio sarebbe:
a) è vero che Unicredit continua a tenere a galla una società in costante perdita anziché imporle un piano di risanamento lacrime e sangue come avverrebbe per qualunque altra azienda.
b) Tuttavia, non è che le merde si avvantaggerebbero delle loro protezioni politiche per ottenere tale condotta da parte di Unicredit, ma sarebbero, come sempre, parte lesa, perché un complotto giudaico-massonico (con una spruzzata di Vaticano) impedirebbe di sostituire la banca con uno a caso dei sceicchi pieni di soldi che, diversamente, farebbero la fila alle porte di Trigoria.
c) Complotti come questi, orditi da forze oscure, impediscono da 90 anni alle merde di essere un club come il Real Madrid e il Manchester United.
d) Chi realmente trae vantaggi da Unicredit sono Lotito e la Lazio (e come ti sbagli). Come, dove e quando non si sa. Del resto, fatti e circostanze, come le connessioni logiche, non sono mai stati il punto forte di questi soggetti. Poi, il fatto che la Lazio sia uno dei pochi club che si autofinanzia e, quindi, a logica, non debba dire grazie ad istituti bancari è ovviamente del tutto irrilevante.
Ogni volta uno pensa che ci sia un limite alla cialtronaggine di questi personaggi, ma loro riescono sempre ad oltrepassarlo.

Offline NEMICOn.1

*
3525
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #187 il: 25 Gen 2018, 13:35 »
Secondo me , è qualcuno che li prende per il culo e infatti nel mezzo ci ha messo il 26 maggio  :) .

Offline Maremma Laziale

*
10584
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #188 il: 26 Gen 2018, 10:12 »
Cioè, noi abbiamo vinto il 26 maggio con la complicità di LOBONT.

Dammi il nome di questo qua perchè lo cerco e gli chiedo se posso esse amico suo.

Lobont, da quel giorno, è ancora "nella terra di nessuno" (cit.)

Offline Palo

*****
10619
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #189 il: 28 Gen 2018, 09:33 »
Intanto salta fuori il FFP2

Fair play finanziario, obbligatori i bilanci on line: come cambia il calcio
 
del 27 gennaio 2018 alle 09:10
Stretta dell’Uefa sui bilanci dei club europei, con un’importante novità in vista: dalla prossima stagione ogni società dovrà pubblicare obbligatoriamente il proprio bilancio sul web, con tanto di rapporto dei revisori dei conti. Come scrive oggi Repubblica in edicola sarà la principale novità del cosiddetto Fair Play Finanziario 2, l’aggiornamento per il triennio 2018- 21. La discussione, tra l’Uefa e le associazioni di leghe, club e giocatori, è ancora in corso ed è stata approfondita in un workshop a Roma. Ma a maggio le linee guida dovrebbero diventare norme, in vigore già per la prossima stagione. Il settlement agreement del Milan, il patteggiamento per le sanzioni sportive dopo il fallimento del voluntary nel dicembre scorso, verrà deciso prima del FFP2, secondo le regole attuali e dopo la verifica sul rifinanziamento del debito di 303 milioni col fondo statunitense Elliott.

Agli occhi di Nyon il FFP1 ha dato ottimi risultati nel riequilibrio tra entrate e uscite. L’impianto generale sarà dunque confermato, ma lo integreranno ulteriori regole per la trasparenza. Insieme all’obiettivo del competitive balance, l’equilibrio competitivo tra le 12 big e le altre squadre, sotto la presidenza di Ceferin l’Uefa persegue infatti la massima trasparenza nei conti. Si profila, oltre alla suddetta pubblicazione dei bilanci, l’obbligo per tutti i club di rendere note le commissioni pagate agli agenti e di armonizzare la redazione dei bilanci a livello europeo e nazionale, evitando disparità nella contabilizzazione di diritti tv e mercato. Oggi numerosi club li contabilizzano su base pluriennale e non stagionale. Lo sbilancio eccessivo in una sessione di mercato potrà essere monitorato con più elementi di giudizio e farà suonare l’allarme: potranno essere anticipati i controlli e richiesti alle società i budget annuali.

La stretta dell’Uefa e quella della Fifa sul monopolio dei grandi procuratori non sono tuttavia le uniche novità in materia di finanza applicata al calcio. Ce n’è una rilevante di natura politica. Il Consiglio d’Europa ha approvato mercoledì scorso un documento, votato a larghissima maggioranza dall’assemblea parlamentare, in cui invita l’Unione Europea a creare un osservatorio indipendente sul governo del calcio, incaricato in particolare di vigilare sulle storture del mercato: stipendi fuori controllo e transazioni per somme abnormi. Il caso Neymar, col passaggio del brasiliano dal Psg al Barcellona per 220 milioni di euro, ha dunque innescato il dibattito anche a Strasburgo. «Troppo denaro nuoce al calcio e lo uccide: bisogna evitare che si autodistrugga » , ha concluso la parlamentare lussemburghese Anne Brasseur.




http://www.calciomercato.com/news/fair-play-finanziario-obbligatori-i-bilanci-on-line-come-cambia--22656
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod