Fair Play finanziario

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Fair Play finanziario
« il: 09 Apr 2011, 17:23 »
Il monitoraggio dei bilanci da parte dell’Uefa per l’applicazione del Fair Play Finanziario (FFP) comincerà con la prossima stagione. Nel calcolo della differenza tra Ricavi e Costi sono escluse le spese per le costruzioni dello stadio di proprietà e per il settore giovanile. Per essere iscritti alle competizioni UEFA i bilanci dei club dovranno avere le seguenti caratteristiche:

FASE TRANSITORIA

Stagione 2013-2014:

Differenza tra ricavi e costi:

I club dovranno avere una differenza tra ricavi e costi e ricavi inferiore a -5 mln di euro.

ECCEZIONE: I bilanci dei club degli ultimi 2 anni (2011-2012, 2012-2013) dovranno avere una differenza tra ricavi e costi inferiore a -45 mln di euro. La differenza potrà essere colmata da aumenti di capitale (per società quotate) o contribuzioni della proprietà (per società non quotate). E’ specificamente proibito il ricorso a prestiti (anche usando assets come collaterali), a fideiussioni o ad operazioni di cosmesi tipo l’autovendita del marchio.

Monte ingaggi:

I club potranno spendere per stipendi (al lordo delle tasse) e ammortamenti non più del 70% dei ricavi del club.

 
Stagione 2014-2015:

Differenza tra ricavi e costi:

I club dovranno avere una differenza tra ricavi e costi e ricavi inferiore a -5 mln di euro.

ECCEZIONE: I bilanci dei club degli ultimi 2 anni (2012-2013, 2013-2014) dovranno avere una differenza tra ricavi e costi inferiore a -45 mln di euro. La differenza potrà essere colmata da aumenti di capitale (per società quotate) o contribuzioni della proprietà (per società non quotate). E’ specificamente proibito il ricorso a prestiti (anche usando assets come collaterali), a fideiussioni o ad operazioni di cosmesi tipo l’autovendita del marchio.

Monte ingaggi:

I club potranno spendere per stipendi (al lordo delle tasse) e ammortamenti non più del 70% dei ricavi del club.

 

Stagione 2015-2016:

Differenza tra ricavi e costi:

I club dovranno avere una differenza tra ricavi e costi e ricavi inferiore a -5 mln di euro.

ECCEZIONE. I bilanci dei club degli ultimi 3 anni (2012-2013, 2013-2014, 2014-2015) dovranno avere una differenza tra ricavi e costi inferiore a -30 mln di euro. La differenza potrà essere colmata da aumenti di capitale (per società quotate) o contribuzioni della proprietà (per società non quotate). E’ specificamente proibito il ricorso a prestiti (anche usando assets come collaterali), a fideiussioni o ad operazioni di cosmesi tipo l’autovendita del marchio.

Monte ingaggi:

I club potranno spendere per stipendi (al lordo delle tasse) e ammortamenti non più del 70% dei ricavi del club.

 

Stagione 2016-2017:

Differenza tra ricavi e costi:

I club dovranno avere una differenza tra ricavi e costi e ricavi inferiore a -5 mln di euro.

ECCEZIONE: I bilanci dei club degli ultimi 3 anni (2013-2014, 2014-2015, 2015-2016) dovranno avere una differenza tra ricavi e costi inferiore a -30 mln di euro. La differenza potrà essere colmata da aumenti di capitale (per società quotate) o contribuzioni della proprietà (per società non quotate). E’ specificamente proibito il ricorso a prestiti (anche usando assets come collaterali), a fideiussioni o ad operazioni di cosmesi tipo l’autovendita del marchio.

Monte ingaggi:

I club potranno spendere per stipendi (al lordo delle tasse) e ammortamenti non più del 70% dei ricavi del club.

 

 

FASE DEFINITIVA

 

Stagione 2017-2018 e successive:

Differenza tra ricavi e costi:

I club dovranno avere una differenza tra ricavi e costi inferiore a -5 mln di euro.

Monte ingaggi:

I club potranno spendere per stipendi (al lordo delle tasse) e ammortamenti non più del 70% dei ricavi del club.

 

CONSIDERAZIONI

 

Dal 1 luglio 2011 le operazioni finanziarie messe in atto dai club saranno tutte rigorosamente monitorate ai fini del rilascio delle Licenze Uefa. L’UEFA ha anche fatto una simulazione su cosa sarebbe successo se il FFP fosse stato applicato agli anni 2008/09 e 2009/10. Applicando la simulazione solo ai 5 campionati di maggiore importanza (Francia, Italia, Germania, Spagna, Inghilterra) ci sono circa una trentina di squadre che hanno bisogno di rifinanziamenti robusti e una decina che sono in guai ancora piu’ grossi. Dalla lettura dei documenti risulta chiaro che la stagione 2010-11 (quella attuale) e’ veramente l’ultima in cui cercare di tappare i buchi. Perché entrare nel periodo di monitoraggio con un deficit pesante significa di fatto non poter operare per due anni.

Applicando i criteri del FFP (calcolo solo sui bilanci e non sul monte ingaggi):

 

NELLA FASE TRANSITORIA (calcolo sugli ultimi 2 bilanci)

L’Inter sarebbe fuori

Il Milan sarebbe fuori

La Juventus sarebbe dentro

La Roma sarebbe dentro

La Lazio sarebbe dentro

Il Napoli sarebbe dentro

La Fiorentina sarebbe dentro

La Sampdoria sarebbe dentro

 

NELLA FASE DEFINITIVA (solo ultimo bilancio)

L’Inter sarebbe fuori

Il Milan sarebbe fuori

La Roma sarebbe fuori

La Juventus sarebbe fuori

La Lazio sarebbe dentro

Il Napoli sarebbe dentro

La Fiorentina sarebbe dentro

La Sampdoria sarebbe fuori

Offline westman

*
2623
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #1 il: 09 Apr 2011, 18:05 »
fatemi capire,io non ci credo che inter e milan il prosimo anno vengono buttate fuori dalla champions

Offline anderz

*
7990
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #2 il: 09 Apr 2011, 18:10 »
Ma Liga e Premier tuttapposto?

Offline westman

*
2623
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #3 il: 09 Apr 2011, 18:19 »
ahah per la premier credo che dovrebbero far salire a tavolino delle squadre dalla B per trovarne una da mandare in champions con questi parametri  :)

Offline westman

*
2623
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #4 il: 09 Apr 2011, 18:19 »
io so che il real madrid ha circa 500 milioni di debiti,insomma,è spacciato?Il Barcellona sta intorno ai 300 milioni di debiti,la champions la giocano il pro vercelli e la lussemburghese?  :)

Offline PILØ

*****
9954
Sesso: Maschio
::Italian Subs Addicted::
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #5 il: 09 Apr 2011, 18:33 »
io so che il real madrid ha circa 500 milioni di debiti,insomma,è spacciato?Il Barcellona sta intorno ai 300 milioni di debiti,la champions la giocano il pro vercelli e la lussemburghese?  :)
non credo che contino i debiti già maturati, al massimo vengono visti come costi gli interessi e le rate pagate, un po' come i nostri debiti col fisco.

Online Tarallo

*****
78013
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #6 il: 09 Apr 2011, 18:33 »
io so che il real madrid ha circa 500 milioni di debiti,insomma,è spacciato?Il Barcellona sta intorno ai 300 milioni di debiti,la champions la giocano il pro vercelli e la lussemburghese?  :)

La Pro Vercelli ha vinto piu' titoli della roma e del suo meraviglioso capetano, quindi merita la CL piu' della roma, questo e' sicuro.

Offline westman

*
2623
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #7 il: 09 Apr 2011, 18:37 »
La Pro Vercelli ha vinto piu' titoli della roma e del suo meraviglioso capetano, quindi merita la CL piu' della roma, questo e' sicuro.
ahahah :)
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #8 il: 09 Apr 2011, 19:00 »
Citazione
fatemi capire,io non ci credo che inter e milan il prossimo anno vengono buttate fuori dalla champions

Il prossimo anno non succederà nulla. Valgono i vecchi criteri. La prima stagione in cui andranno in vigore le nuove regole sarà quella 2013-2014 (la prima della fase di transizione) sulla quale si applicheranno i nuovi criteri relativi ai bilanci 2011-2012 e 2012-2013.

Sempre Forza Lazio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #9 il: 09 Apr 2011, 19:13 »
Questo é il link al documento ufficiale pubblicato dall'UEFA. Ormai non é più uno scherzo. L'UEFA fa sul serio ed il primo bilancio che sarà monitorato sarà quello della prossima stagione 2011-2012. http://it.uefa.com/MultimediaFiles/Download/Tech/uefaorg/General/01/50/09/12/1500912_DOWNLOAD.pdf

Sempre Forza Lazio

Offline gentlemen

*
9922
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #10 il: 04 Mar 2015, 11:20 »
Sanzioni Uefa, l'Inter trema: multa,
rosa ridotta e mercato limitato
Il deficit nell'ultimo triennio ammonta a 180 milioni di euro per i nerazzurri. Sanzioni, ma più morbide, in vista anche per la Roma, in rosso di 100 milioni. Ma sia ET che Pallotta stanno pensando a invertire la tendenza.
Comunicazione imminente. Forse già oggi. Secondo i sussurri provenienti da Nyon, sede della Uefa, Inter e Roma verranno ben presto a conoscenza delle sanzioni inerenti al Financial Fairplay (il progetto introdotto dall’esecutivo UEFA nel settembre 2009 utile a far estinguere i debiti contratti dalle società calcistiche portandole a un regime di autofinanziamento). Situazione debitorie diverse, quelle dei due club italiani, e diverse saranno le sanzioni: più dura quella per l’Inter, più morbida per i giallorossi.   L’avviso, imminente, è figlio di una riunione che si è tenuta sul finire della scorsa settimana: il Panel (commissione inquirente) ha verificato nuovamente tutto in base anche al mercato di gennaio, alle entrate e alle uscite, ai segni più e meno sul bilancio, e ha deciso il provvedimento che, appunto, verrà reso noto in queste ore. La comunicazione conterrà anche l’invito a recarsi nuovamente a Nyon dopo la prima visita, al più presto: in questo nuovo incontro il massimo organo calcistico continentale conta di chiudere la vicenda immaginando l’accettazione o il patteggiamento da parte dei due club.
L’Inter ha costantemente tenuto i contatti con la Uefa ed è pronta a partire verso Nyon per il secondo incontro che potrebbe avvenire anche all’inizio della prossima settimana: ci saranno Fassone e Bolingbroke. La pena prevista? Pecuniaria prima di tutto, per una cifra che dovrebbe attestarsi sui 6-7 milioni; poi, la riduzione della rosa per la Lista Uefa, riduzione che sarebbe da 24 a 21 (o 23) unità. Se invece non dovesse esserci la riduzione, ecco che l’Inter avrebbe l’obbligo di inserire più giocatori cresciuti nel proprio vivaio rispetto a quelli arrivati nell’ultimo anno di mercato.
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #11 il: 04 Mar 2015, 11:24 »
Il FPF è la fregnaccia più grande mai sentita da quanno che l'omo invento' er pallone.

Regole melmose, sanzioni incerte e scappatoie facili distribuite ad minchiam.

Senza necessariamente richiamare alla memoria Beccaria, qua stiamo veramente lontani da qualunque schema regolamentare di base.

Per cui eat quietly, come direbbe qualcuno.

Offline scintilla

*****
2168
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #12 il: 04 Mar 2015, 16:02 »
Il FPF è la fregnaccia più grande mai sentita da quanno che l'omo invento' er pallone.

Regole melmose, sanzioni incerte e scappatoie facili distribuite ad minchiam.

Senza necessariamente richiamare alla memoria Beccaria, qua stiamo veramente lontani da qualunque schema regolamentare di base.

Per cui eat quietly, come direbbe qualcuno.

Aspetterei a dare giudizi così trancianti, soprattutto non mi fiderei delle indiscrezioni giornalistiche.
Le sanzioni arriveranno a maggio e le multe sono proporzionali non solo alla differenza dal deficit consentito, ma anche agli introiti Uefa incassati dal club.
All'Inter, che ha partecipato alla EL, non potranno sicuramente fargli una multa da 20 milioni che è più di quello che hanno incassato.
Ho dei dubbi che alle squadre che hanno partecipato alla CL possano comminare 5/6 milioni di multa a fronte di 50/60 incassati, nessuno lo rispetterebbe più.

Offline Il Mitico™

*
21696
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #13 il: 04 Mar 2015, 17:30 »
Aspetterei a dare giudizi così trancianti, soprattutto non mi fiderei delle indiscrezioni giornalistiche.
Le sanzioni arriveranno a maggio e le multe sono proporzionali non solo alla differenza dal deficit consentito, ma anche agli introiti Uefa incassati dal club.
All'Inter, che ha partecipato alla EL, non potranno sicuramente fargli una multa da 20 milioni che è più di quello che hanno incassato.
Ho dei dubbi che alle squadre che hanno partecipato alla CL possano comminare 5/6 milioni di multa a fronte di 50/60 incassati, nessuno lo rispetterebbe più.

Quest'anno al Manchester City e al PSG gli hanno fatto una multa di 60 milioni, messo i limiti alla lista UEFA, e soprattutto messo un limite di spesa a 60 milioni di passivo. Quest'ultima penalizzazioni li ha portati comunque agli acquisti di Mangala (40 milioni) e David Luiz (50 milioni), ma in confronto alle precedenti sessioni di mercato dove hanno speso centinaia di milioni... direi che questo FPF ha funzionato.

Ausilio ha già detto che l'Inter senza la Champions League dovrà vendere per comprare, direi che una multa di 6-7 milioni per loro non è un nonnulla.
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #14 il: 04 Mar 2015, 18:28 »
Bene.
Se è così aspetto le decisioni relative alle merde putride.

E poi se ne riparla.
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #15 il: 05 Mar 2015, 09:44 »

Offline BomberMax

*****
18905
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #16 il: 12 Mar 2015, 10:12 »
Serie A, conti shock: nessun club in regola per l'iscrizione

Tra le 20 squadre del massimo campionato non ce n'è una che rispetti tutti e 3 i parametri Figc


12/03/2015 09:12

SERIE A CONTI SHOCK NESSUN CLUB IN REGOLA PER L'ISCRIZIONE / TORINO - Caos Serie A: ad oggi nessun club del massimo campionato italiano potrebbe iscriversi alla stagione 2015/2016 poiché non ce n'è uno che rispetti tutti e 3 i parametri Figc che compongono le prescrizioni economico-finanziarie per ottenere la 'Licenza Nazionale' (rapporto valore produzione/debiti finanziari, rapporto patrimonio netto/attivo patrimoniale, rapporto ricavi netti/indebitamento netto). Lo scrive oggi in edicola 'Tuttosport'.

In base ai bilanci al 30 giugno o al 31 dicembre 2013 delle società calcistiche, solo 7 squadre (Cagliari, Fiorentina, Napoli, Palermo, Sassuolo, Udinese, Verona) rispettano 2 parametri su 3, in 4 (Juventus, Lazio, Parma, Torino) ne rispettano solo 1, mentre ben 8 club (Atalanta, Cesena, Chievo, Genoa, Inter, Milan, Roma, Sampdoria).

L'Empoli non è contemplato nella lista perché non è stato possibile reperire i bilanci (all'epoca dell'analisi era in Serie B).

Offline Magnopèl

*
44010
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #17 il: 12 Mar 2015, 10:21 »
Ho qualche dubbio che la Lazio rispetti un solo parametro su 3 onestamente.

Offline BomberMax

*****
18905
Sesso: Maschio
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #18 il: 12 Mar 2015, 10:51 »
Ho qualche dubbio che la Lazio rispetti un solo parametro su 3 onestamente.


si butta un po'  di fumo  su tutto il calcio   ad oscurare chi veramente sta co' le pezze al chiulo,  tutti colpevoli nessun colpevole
Re:Fair Play finanziario
« Risposta #19 il: 12 Mar 2015, 10:51 »
Bisognerebbe conoscere quali parametri hanno usato, nelle 8 società che non ne rispettano nessuno sono comunque presenti le 5 più indebitate e due di quelle il debito lo hanno rimodulato ma non cancellato, altra questione da vedere sarà come verranno considerati gli asset patrimoniali che sono stati scorporati dalle società titolari del titolo sportivo, marchio e centri sportivi in particolare.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod