Maledetto Genoa

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Cialtron_Heston

Cialtron_Heston

Re:Maledetto Genoa
« Risposta #20 il: 10 Feb 2015, 16:45 »
Devo darmi una regolata.
Quando vedo preziosi vorrei che gli pijasse un corpo secco.
Lo so che non è bello,ma gli auguro sempre la morte a lui e al genoa.
Al limite,un giorno,chiederò scusa in separata sede.

Poi domenica ero in chiesa in mezzo a dei laziali e al termine,parlando di Lazio -genoa (quale luogo migliore?) mi sono rivolto verso l'altare,facendo un inchino e un sorriso,senza mancare di rispetto.
Niente.
Come non detto.
Non ho ancora capito perchè ce l'ha con me.

Offline eagle75

*
3580
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #21 il: 10 Feb 2015, 17:16 »
Non so se è peccato, ma ho pregato per un bell'infortunio a Perin. Chiedo perdono.


   

Inviato da un tifoso della S.S.Lazio, un sogno nato più di un secolo fa.

zorba

zorba

Re:Maledetto Genoa
« Risposta #22 il: 10 Feb 2015, 17:40 »
Non so se è peccato, ma ho pregato per un bell'infortunio a Perin. Chiedo perdono.

Tutto a posto, non c'è problema, hanno già provveduto all'applicazione del contrappasso...

 :( :( :(

(il messaggero 10.02.2015)

Marchetti, espulsione con fuga dallo stadio

(di Daniele Magliocchetti)

ROMA Una serata da incubo. E’ bastato un attimo, un’indecisione e la partita scivola via, come se niente fosse. Per Marchetti il ventisettesimo minuto di Lazio-Genoa è stato come tornare indietro ad inizio stagione. Niang piomba in area e lui resta fermo, statico per meno di secondo, poi quando decide che è tempo di agire, lo fa male e atterra il giovane franco-senegalese procurando il rigore e cambiando la partita della Lazio e soprattutto la sua. Federico rimedia pure un calcio nel costato, non si rende conto di quanto sta avvenendo e quando si rialza vede Gervasoni che indica il dischetto e il cartellino rosso. La sua reazione è scomposta e, probabilmente, gli costerà cara perché al direttore di gara gli dice ogni cosa. «Ma questo è matto», urla l’estremo difensore guardando Cana e de Vrij con gli occhi sgranati. Poi, si rende conto della gravità, si rialza e, rivolgendosi a Gervasoni gli dice di tutto: «Ma sei matto? Ma che c.. stai dicendo?».
RABBIA E NERVOSISMO
Volano parole grosse, il numero 1 biancoceleste non ci sta e, indemoniato, corre come una pallina impazzita verso il giudice di porta, cercando conforto. La vede come una grande ingiustizia. Ma non c’è niente da fare, anche l’assistente dell’arbitro ha la bandierina abbassata: rigore. I compagni cercano di calmarlo, ma il portiere della Lazio è furibondo e va fin sotto a Gervasoni con l’aria di sfida. Una bruttissima serata per il biancoceleste che, forse, ha rivissuto qualche brutto ricordo. La sua è stata una reazione scomposta che potrebbe pagare a durissimo prezzo. Non è escluso che, visto quanto è accaduto subito dopo la decisione dell’arbitro, la squalifica nei confronti del portiere laziale sia molto pesante e lunga. La sua partita finisce così, con Marchetti che lascia il campo, corre verso Berisha per incoraggiarlo e entra diretto negli spogliatoi nervosissimo e, accecato dalla rabbia, lascia l’Olimpico. Per andare all’ospedale, però: in serata è stato sottoposto a una risonanza magnetica al piede. Si è procurato una contusione, spaccando proprio la porta degli spogliatoi. Espulso e anche infortunato. Peggio di così non poteva andare Un vero peccato per Federico perché, tutto sommato, non aveva giocato nemmeno male. La gara era cominciata con la sua solita e scaramantica carica verso i compagni, salutati uno ad uno prima di andare a posizionarsi in porta. Non solo. Dopo una quarto d’ora aveva neutralizzato da gran campione una bella punizione dal limite proprio di Niang, ribattendola con sicurezza fuori dala sua zona. Nonostante la Lazio stesse un po’ soffrendo, stava andando tutto bene, proprio come aveva programmato l’estremo difensore biancoceleste.
VIGILIA DI SPERANZA
Era carico perché il giorno, lui e i suoi compagni, avevano saputo che in tribuna c’era Antonio Conte, il ct azzurro. Qualche giorno dopo il suo insediamento, in un hotel della capitale, l’allenatore aveva incontrato qualche giocatore e tra questi c’era proprio Federico. «Guarda che osservo anche te», l’aveva rassicurato l’allenatore dell’Italia. Una promessa che avvea ridato forza e coraggio a un ragazzo che ne aveva passate di cotte e di crude la passata stagione. Infatti, da lì a poco tempo Marchetti sarebbe ritornato in campo e ripreso il suo posto. E, dopo tanta attesa, finalmente la serata tanto desiderata era arrivata. Conte in tribuna, era un’occasione da non perdere. E tra i motivi della sua reazione scomposta ci sarebbe anche questo, la cocente delusione di fallire davanti al ct azzurro. Probabilmente troppo da sopportare e digerire. Ora, ci sarà la decisione del giudice sportivo, e per Marchetti si profila l’ennesima risalita da dover affrontare. Una scalata per imporsi di nuovo e far vedere a tutti di che pasta è fatto. Di sicuro la serata di ieri se la ricorderà per un bel pezzo, anche perché, nonostante il rigore ci sia, Federico la vede come una grande ingiustizia. E sarà tosta riprendersi, anche perché Federico l’aveva immaginata totalmente diversa. Doveva essere la serata del riscatto, invece si è trasformata in un incubo.

Offline Wallace

*
1083
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #23 il: 10 Feb 2015, 21:02 »
Eppure vi capiterà la stagione in cui non vi andrà bene nulla e finirete inevitabilmente in Serie B... :x :x :x

Quoto.
E spero davvero che saremo noi a mandarceli!

Offline Cliath

*****
5730
Sesso: Femmina
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #24 il: 11 Feb 2015, 10:19 »
Non è escluso che, visto quanto è accaduto subito dopo la decisione dell’arbitro, la squalifica nei confronti del portiere laziale sia molto pesante e lunga. La sua partita finisce così, con Marchetti che lascia il campo, corre verso Berisha per incoraggiarlo e entra diretto negli spogliatoi nervosissimo e, accecato dalla rabbia, lascia l’Olimpico. Per andare all’ospedale, però: in serata è stato sottoposto a una risonanza magnetica al piede. Si è procurato una contusione, spaccando proprio la porta degli spogliatoi. Espulso e anche infortunato. Peggio di così non poteva andare

Quel poraccio di magliocchetti s'è attaccatoarcà due volte: la prima perché a Marchetti hanno dato solo 1 giornata di squalifica e poi la storia della botta al piede non esiste (a meno che il bugiardo sia il medico sociale della Lazio e non lui).  8)

Offline Deadario

*
8827
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #25 il: 23 Feb 2015, 21:40 »
Appena andato in onda a striscia lo striscione un simpatico striscione dei genoamerda che, rivolgendosi ai dorian,i recita: "mio nonno tifava genoa, il tuo pure"


Ammerde

Offline Blueline

*
3614
Sesso: Maschio
blog of life
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #26 il: 24 Feb 2015, 20:03 »
Appena andato in onda a striscia lo striscione un simpatico striscione dei genoamerda che, rivolgendosi ai dorian,i recita: "mio nonno tifava genoa, il tuo pure"


Ammerde
"noi copiamo, i nostri nonni pure...".

Offline Warp

*
7316
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #27 il: 25 Feb 2015, 17:41 »
copiano pure gli striscioni pensa come stanno

Offline Luca Signifer

*****
3594
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #28 il: 25 Feb 2015, 17:47 »
è una squadra che rapidamente sta scalando tutta la mia personalissima scala dell'odio vero: si è avvicinata al primo posto a grandi passi

Offline Magnopèl

*
44010
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #29 il: 25 Feb 2015, 18:38 »
è una squadra che rapidamente sta scalando tutta la mia personalissima scala dell'odio vero: si è avvicinata al primo posto a grandi passi
Idem per me.
Cioè è nella cerchia ristrettissima di squadre che per me devono perdere a prescindere ogni giornata, tranne due partite.

Offline naoko

*****
7578
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #30 il: 25 Feb 2015, 19:39 »
Idem per me.
Cioè è nella cerchia ristrettissima di squadre che per me devono perdere a prescindere ogni giornata, tranne due partite.
Tessera # 3

Offline Palo

*****
9675
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #31 il: 25 Feb 2015, 20:34 »
Spero tornino al più presto in serie C ... magari accompagnati da chi gli aveva dato in prestito Conti, chi gli aveva comprato Pruzzo e Nela ...

Offline bak

*
16552
Sesso: Maschio
Re:Genoa
« Risposta #32 il: 28 Mag 2015, 16:44 »
Genoa, incredibile all'udienza per la licenza Uefa: l'avvocato non si presenta

"Situazione inaudita", attacca il presidente del collegio arbitrale, Franco Frattini. "Ma - precisa - la Uefa ha chiesto tutti i procedimenti siano conclusi entro il 29 maggio"

28 maggio 2015 - Milano

"Sono fiducioso", aveva detto una settimana fa Enrico Preziosi. "Chiedo clemenza", aveva aggiunto, poi, il numero uno rossoblù. Eppure, alle parole, non sono seguiti i fatti. È davvero incredibile la situazione che si è verificata stamani all'udienza davanti al Collegio di Garanzia del Coni, per impugnare la sentenza con cui, il 19 maggio, la Figc aveva negato al Genoa la licenza Uefa. Carlo Bottari, arbitro della società nel procedimento, non si è presentato all'appuntamento, fissato a Roma alle 11.30, costringendo il presidente del Collegio, Franco Frattini, a dichiarare il nulla di fatto. "È una situazione inaudita - spiega l'ex ministro degli Esteri -. Non posso fare altro che rinviare ogni decisione, ma questa vicenda dovrà avere un seguito nell'ambito del Coni". E pensare che l'udienza, inizialmente fissata per le ore 18, era stata anticipata a stamani proprio per venire incontro alle esigente del rappresentante del Genoa.
SCENARI — Frattini, però, precisa che adesso il tempo stringe davvero. "La Uefa ha chiesto esplicitamente alle federazioni nazionali che tutti i procedimenti in merito alle licenze siano conclusi entro il 29 maggio, si tratta di una regola vincolante - è netto -. Qualora non intervengano altri fattori il collegio non è in grado di concludere il procedimento e le parti dovranno trarre le loro conclusioni in ordine al passaggio in giudicato della sentenza impugnata". A quel punto, per il Genoa non ci sarebbe più nulla da fare: sarebbe costretta a fare i conti con l'esclusione dall'Europa, favorendo l'ingresso, al suo posto, dei cugini della Sampdoria. "Farebbe male", aveva detto Gian Piero Gasperini giusto quattro giorni fa a Gazzetta Tv. In questo caso, però, visto il comportamento quantomeno strano della società rossoblù, il "male" (voluto?) sarebbe solo la conseguenza delle azioni compiute.

Gasport

Cialtron_Heston

Cialtron_Heston

Re:Maledetto Genoa
« Risposta #33 il: 28 Mag 2015, 16:46 »
Tutto molto bello ( cit.)

Io tiro fuori le nacchere.

Offline marcantonio

*
7317
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #34 il: 28 Mag 2015, 16:48 »
Tutto molto bello ( cit.)

Io tiro fuori le nacchere.

Anch'io, ma aspetto lunedì per usarle. Finché non facciamo almeno un puntaccio non mi sento pronto a godere dei mali altrui.

Offline Gulp

*
3135
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #35 il: 28 Mag 2015, 16:51 »
Parma 2 si avvicina...

Online Charlie Brown

*
447
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #36 il: 28 Mag 2015, 20:03 »
Parma 2 si avvicina...
Magari ! :beer:

Offline Alese

*
659
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #37 il: 28 Mag 2015, 20:13 »
Grandissimi maledetti.. volesse il cielo!

Offline Monsieur Opale

*
8681
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #38 il: 28 Mag 2015, 20:20 »
solo sòle da questi

Offline Des1900

*
3143
Sesso: Maschio
Re:Maledetto Genoa
« Risposta #39 il: 28 Mag 2015, 20:54 »
Magari facessero la fine del Parma.
Al Parma auguro di tornare subito in serie A, al Genoa auguro tutto il male possibile. 
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod