Mondiali Russia 2018

0 Utenti e 46 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Bambacione

*
1012
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1360 il: 11 Lug 2018, 21:13 »
Confronto alla partita di ieri mi sembra una partita di serie b

Offline Lombroso

*
232
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1361 il: 11 Lug 2018, 21:55 »
Però in Italia ha fallito... i misteri del calcio
Vero.
Poi magari corre solo in nazionale. Non sapevo nemmeno in che club fosse finito.

Modric in ombra fino ad ora.
manuali e codici 300x250
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1362 il: 11 Lug 2018, 22:00 »
Stasera vrsaljko non ha azzeccato un cross.
Roba che candreva sembra johnny van't schip in confronto.

Online Miro25Klose

*
4056
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1363 il: 11 Lug 2018, 22:26 »
England is coming home.

Offline syrinx

*
11479
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1364 il: 11 Lug 2018, 22:32 »
L’inghilterra fa pietà.

Online Miro25Klose

*
4056
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1365 il: 11 Lug 2018, 22:57 »
Sto mondiale qualitativamente, a parte qualche eccezione, è stato davvero di basso livello.

Offline PARISsn

*
8269
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1366 il: 11 Lug 2018, 23:33 »
Sto mondiale qualitativamente, a parte qualche eccezione, è stato davvero di basso livello.

probabilmente si, ma per me proprio per questo è stato uno dei mondiali piu' divertenti di sempre....nessuna squadra è mai stata sicura di nulla....eliminazioni eccellenti gia' dai gironi...altre pretendenti al titolo passate sul filo di lana e  poi uscite gia' agli ottavi...Argentina Spagna Germania non arrivano manco ai quarti e il Brasile ci arriva per uscire sotto i colpi del Belgio....io ho visto un sacco di partite divertenti fregandomene se applicavano o no delle belle tattiche....il 3 a 0 della Croazia all'Argentina....la Corea che rifila 2 goal alla Germania...il 4 a 3 di Francia - Argentina...cmq io avevo detto a inizio topic di fare attenzione a Croazia e Belgio....beh una è in finale e  l'altra è uscita  in semifinale.. ;)

Offline PaperoGiallo

*
1110
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1367 il: 11 Lug 2018, 23:50 »
probabilmente si, ma per me proprio per questo è stato uno dei mondiali piu' divertenti di sempre....nessuna squadra è mai stata sicura di nulla....eliminazioni eccellenti gia' dai gironi...altre pretendenti al titolo passate sul filo di lana e  poi uscite gia' agli ottavi...Argentina Spagna Germania non arrivano manco ai quarti e il Brasile ci arriva per uscire sotto i colpi del Belgio....io ho visto un sacco di partite divertenti fregandomene se applicavano o no delle belle tattiche....il 3 a 0 della Croazia all'Argentina....la Corea che rifila 2 goal alla Germania...il 4 a 3 di Francia - Argentina...cmq io avevo detto a inizio topic di fare attenzione a Croazia e Belgio....beh una è in finale e  l'altra è uscita  in semifinale.. ;)

A me sembra anche un mondiale con arbitraggi di medio-alto livello (pochissime le polemiche se non sbaglio) e partite tutto sommato corrette. A questo sono da aggiungere stadi perfetti e sempre pieni che nemmeno alla PlayStation li disegnano così.

P.

Online yap1981

*
356
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1368 il: 11 Lug 2018, 23:51 »
Vero.
Poi magari corre solo in nazionale. Non sapevo nemmeno in che club fosse finito.

Modric in ombra fino ad ora.
Rebic e' all' Eintracht Frankfurt, non so bene come si sia comportato in campionato ma ha giocato una finale di coppa di germania contro il Bayern da protagonista, segnando la doppietta che in pratica ha deciso il match.
Certo l'Eintracht non e' sto squadrone, erano 30 anni che non vinceva nulla, ora vediamo se magari si ricoferma, intendo sia la squadra che Rebic.

Offline PARISsn

*
8269
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1369 il: 11 Lug 2018, 23:55 »
A me sembra anche un mondiale con arbitraggi di medio-alto livello (pochissime le polemiche se non sbaglio) e partite tutto sommato corrette. A questo sono da aggiungere stadi perfetti e sempre pieni che nemmeno alla PlayStation li disegnano così.

P.

si arbitraggi di ottimo livello e utilizzo della VAR preciso e corretto...a me ha colpito molto il fatto che le telecamere andavano tranquillamente dietro l'arbitro e mostravano cosa stava vedendo sul monitor del VAR...cosa che non è mai avvenuta in Italia...e il modo corretto con cui è stata usata fa ancora piu rabbia pensando che tantissime partite sono state VARRATE da Orsato, Valeri, Irrati...che non sono stati cosi' altrettanto corretti nel campionato italiano  8)

p.s. : anni fa fu paventata l'ipotesi di ricorrere ad arbitri stranieri da far ruotare per eliminare ogni dubbio di sudditanza ect....poi non se ne fece piu nulla....beh tornando al discorso io mi sentirei molto piu' garantito ad essere arbitrato dal turco  di stasera che non da un Giacomelli o Tagliavento o Massa... 8)
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1370 il: 12 Lug 2018, 00:04 »
che poi alla fine gli italiani sono stati quelli piu' utilizzati alla VAR, comunque si a parte 2-3 episodi finora hanno fatto bene.

A me sono piaciuti e non sono d'accordo sul basso livello. Anche stasera a me la partita e' piaciuta, poi vabbe' io adoro Marione che e' una forza della natura.
Ora Forza Croazia anche se la Francia sara' nettamente favorita e molto piu' fresca.

Grande mondiale di Mandzukic, Rebic (che pensavo fosse una sega) e Brozovic. Modric mi sta deludendo un po'.
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1371 il: 12 Lug 2018, 00:39 »
p.s. : anni fa fu paventata l'ipotesi di ricorrere ad arbitri stranieri da far ruotare per eliminare ogni dubbio di sudditanza ect....poi non se ne fece piu nulla....beh tornando al discorso io mi sentirei molto piu' garantito ad essere arbitrato dal turco  di stasera che non da un Giacomelli o Tagliavento o Massa... 8)

Mica solo tu, mica solo tu.... proposta che da sola farebbe TANTISSIMO per salvare il calcio europeo.

Offline surg

*
6289
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1372 il: 12 Lug 2018, 07:46 »
A me sembra anche un mondiale con arbitraggi di medio-alto livello (pochissime le polemiche se non sbaglio) e partite tutto sommato corrette. A questo sono da aggiungere stadi perfetti e sempre pieni che nemmeno alla PlayStation li disegnano così.

P.
Gli arbitri sono stati molto aiutati dalla VAR utilizzata in modo onesto. Se non ci fosse stata la Lazio anche in Italia il bilancio della VAR sarebbe positivo
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1373 il: 12 Lug 2018, 11:55 »
Rebic ha menato come un fabbro. Come ha fatto ad arrivare al novantesimo è un mistero.
In finale tiferò Francia.

Offline Lativm88

*
3382
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1374 il: 12 Lug 2018, 12:40 »
ma come si fa a tifare la francia? cioè nemmeno se giocasse con degli alieni, tipo space jam, per determinare il futuro del genere umano potrei simpatizzare per loro.

Poi chiaramente se gioca contro lasroma... francia tutta la vita.

E forza Croazia
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1375 il: 12 Lug 2018, 12:42 »
Tiferò per loro quando inizieranno a diffondere il bidet nelle loro strutture di accoglienza.

Barbari.

Offline Maremma Laziale

*
10699
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1376 il: 12 Lug 2018, 14:38 »
Croazia o Francia purtroppo caschiamo male con l'Irredentismo: aridatece l'Istria, la Dalmazia, Nizza, l'Alta Savoia e la Corsica.  :beer:

Offline Kobra

*
1676
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1377 il: 13 Lug 2018, 08:43 »
Ecco perché il nazionalismo è una stronzata

Le parate di Danijel Subašić hanno portato la Croazia alle semifinali del Campionato del mondo. E smontato inesorabilmente le logiche e la retorica nazionalista. Un editoriale

11/07/2018 -  Ante Tomić
(Originariamente pubblicato dal quotidiano Jutarnji List  il 7 luglio 2018)

Gli uomini delle Alpi Dinariche. Sono loro ad averci rovinati, ogni nostra disgrazia è dovuta a loro: padri emotivamente bloccati da impietosi sentimenti per ciò che è appropriato o meno, sempre attenti a ciò che la gente dirà, nella permanente paura che qualcuno al bar o alle partite si metta a ridere. Succede di tanto in tanto che capiti un pazzo figlio omossessuale o che la figlia si innamori di un serbo e che il padre - quel figlio o quella figlia - lo sbatta fuori di casa e, come si dice, ci metta per sempre una croce sopra. E anche se in seguito di solito tutto prosegue al meglio e quel figlio omosessuale diventa un riconosciuto medico o un famoso musicista, o il genero serbo risulti essere persona di valore e responsabile, marito fedele e padre gentile di tre meravigliosi bambini, il vecchio comunque continua a non parlare con loro. L'animale tace e soffre per il suo terribile fardello. Un immenso e duro ammasso d’iroso, ostinato, triste e vacillante, disperato amore gli grava sul petto come un’enorme pietra. Per anni gli ha compresso le costole e alla fine l’ha schiacciato del tutto. Muore quell’uomo di stupidità, solo con se stesso, senza nessuno dei suoi accanto, solo perché ha avuto paura dell’altrui cattiveria e scherno.

Un destino simile è stato raccontato sui giornali circa undici anni fa. La polizia era arrivata a interrogare un certo Ante - altrimenti cittadino modello, buono, cortese, benvoluto nel suo paesino natale Islam Latinski vicino a Zara - perché aveva minacciato di sgozzare la figlia che aveva mostrato interesse per un uomo il cui padre si chiamava Jovo. Non c'era stato verso di calmare Ante. Si era preparato ad alzare il coltello sulla sua Antonija, esattamente come Abramo era stato pronto a farlo sul figlio Isacco. Solo che Abramo è stato fermato da una voce scesa dal cielo, mentre Ante da un giudice delle indagini preliminari che l'ha messo in carcere preventivo finché non si fossero sentiti i testimoni. Ci auguriamo comunque che l'infelice nel frattempo sia tornato in sé e che la collera l'abbia lasciato. Se non prima, che almeno domenica sera nel bar del villaggio - mentre la folla attorno a lui festeggiava selvaggiamente il portiere Danijel Subašić, che parando tre rigori ha portato la Croazia tra le otto migliori squadre del Campionato mondiale di calcio - a tutti quegli ubriaconi e falliti che una volta gli avevano riso alle spalle e gli avevano appioppato nomignoli di ogni sorta, abbia urlato orgoglioso: "Quello è mio genero! Guardate, imbecilli! Quello è mio genero!".

Alla fine... una storia dolorosa che si è conclusa felicemente, quasi una svolta da favola. E non serve, credo, descrivervi quanto sia stato doloroso per qualcuno come Danijel Subašić vivere a Zara alla fine del secolo scorso. Era ancora piccolo, nel maggio del '91, alto giusto per riuscire a guardare fuori dalla finestra della sua stanza come gentaglia inferocita per strada rompeva le vetrine e saccheggiava la merce dai negozi dei serbi. A settembre aveva cominciato la scuola, in prima elementare, dove, oltre alle lettere scritte in maiuscolo e minuscolo e semplici operazioni matematiche, aveva imparato che era colpevole delle granate che cadevano sulla città, perché i nemici che dai villaggi attorno stavano sparando, per un incomprensibile, per lui ancora oggi in realtà sconosciuto, motivo erano in qualche modo "i suoi". Di notte si addormentava con le esplosioni delle bombe messe davanti alle case di alcune persone i cui padri si chiamavano come il suo, Jovo, oppure Milutin, Dušan, Uroš o Svetozar.

Nemmeno dopo la guerra è andata meglio. Nonostante l'indubbio talento per il calcio, il ragazzo ha fatto fatica a sfondare. A Danijel Subašić è parso, a volte, di dover dimostrare il suo valore doppiamente più degli altri, e anche quando lo dimostrava il suo manager gli diminuiva avidamente la meritata paga: veniva sfruttato ingiustamente rispetto ad altri, più fortunati giocatori, il cui padre si chiamava, ad esempio, Krešimir, Domagoj o Hrvoje. Infine, nemmeno il padre della sua ragazza lo voleva e aveva minacciato la figlia di morte se si fosse sposata con lui. Un eccezionale innocente guardiano di una porta di calcio in divisa verde sembrava si meritasse, in breve, tutto ciò che si sarebbero meritati Slobodan Milošević e Ratko Mladić se solo i nostri li avessero catturati.

E allora Danijel Subašić dopo 120 minuti di sterile partita con la Danimarca negli ottavi di finale del Campionato mondiale in Russia ha parato tre rigori e tutti, come a comando, sono saltati in piedi e hanno gridato in estasi. Quelli che hanno distrutto e saccheggiato i negozi dei serbi a Kalelarga (ndt: Calle Larga, via principale di Zara) felici hanno abbracciato e saltato con coloro che hanno minato le case serbe a Bokanjac (ndt: quartiere di Zara). "Quello è mio genero!" ha urlato nella locanda del paese Islam Latinski suo suocero Ante. "Bravo!" ha strillato il suo manager, il quale in realtà non ha mai perdonato a Subašić di non aver voluto giocare gratis. In tutto il nostro paese hanno festeggiato quelli dell'HDZ, gli ustascia, le suore, le prostitute, il comitato dei creditori della Agrokor, Mladen Grdović e la sua Brankica (ndt: cantante di musica leggera e sua moglie), Occhio di falco (ndt: così chiamato Mateo Beusan, commentatore televisivo di calcio), Fashion Guru (ndt: nome d'arte di Boris Banović, stilista di moda, con cui firma commenti ed editoriali) e Lucija Lugomer, la nostra più famosa modella “plus size”. Hanno tutti urlato di gioia nel momento paradossale in cui, accanto a più di 500mila ex combattenti della patria croata, a difenderla, la patria, c'era un serbo.

Cosa accadrà alla fine del Campionato in Russia, dopo questo, per me sinceramente non è importante. Perché la parata di tre rigori di Subašić è da sola una grande vittoria storica che riempie gli occhi di lacrime, è il trionfo dell'umanità sull'odio e sull'idiozia. Non potrebbe essere un momento migliore per questo perché è il Campionato del mondo, con tutte quelle bandiere, quegli inni, le mani sul cuore e le facce dipinte di colori guerreschi: un evento nazionalista di prima classe. Il nazionalismo accende le masse probabilmente anche più della bravura dei giocatori. Più dei dribbling di Modrić e i colpi di Rebić, i quadratini rossi e bianchi si meritano il record di vendite di birre e patatine. In questa insostenibile follia di sangue e terra, avevamo bisogno che Danijel Subašić si lanciasse di lato come una pantera, deviasse il pallone in corner e ci dimostrasse innegabilmente che il nazionalismo è una stronzata totale.


https://www.balcanicaucaso.org/aree/Croazia/Ecco-perche-il-nazionalismo-e-una-stronzata-188945

Offline Maremma Laziale

*
10699
Sesso: Maschio
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1378 il: 13 Lug 2018, 09:29 »
Ecco perché il nazionalismo è una stronzata

https://www.balcanicaucaso.org/aree/Croazia/Ecco-perche-il-nazionalismo-e-una-stronzata-188945

Ah, e ora chi glielo dice a bargiggia con la sua esaltazione via twitter della nazionale autoctona, identitaria, fiera e sovranista? Qualcuno avvisi anche adinolfi.

Offline MisterFaro

*****
9855
Sesso: Maschio
KIPIUNEHAPIUNEMETTA!
Re:Mondiali Russia 2018
« Risposta #1379 il: 13 Lug 2018, 12:09 »
Checché ne dicano!!!


 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod