gli attacchi di panico

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Azzurra

*
2758
Sesso: Femmina
gli attacchi di panico
« il: 16 Ott 2013, 11:35 »
Ebbene si ne ho sofferto in passato ed anche in maniera “pesante”, le motivazioni c’erano e giustificavano queste reazioni che il medico all’epoca definì “normali per persone molto sensibili”.
Ma oggi, che tutto gira abbastanza bene, dove non mancano gli affetti, il lavoro i punti cardine, non capisco perché..non capisco perché sono giorni che senza un motivo relae le labbra formiccicolano, il ciore accellera, la testa scoppia ed il respiro si fa affannoso..
La paura di ripiombare in quel baratro mi devasta, la valeriana non fa più effetto..

Eppure so che è un disturbo così comune..ma se ne potrà mai uscire realmente?
 :(

Online Tarallo

*****
77309
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #1 il: 16 Ott 2013, 11:37 »
Credo ne soffra anche freezer qui dentro.
Come dimostri tu, non sono legati a motivazioni specifiche, e questo li rende ancora piu' agghiaccianti.
Io non credo di averne mai avuti, per cui non commento, ti mando solo un grande abbraccio.

Offline Panzabianca

*
11001
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #2 il: 16 Ott 2013, 11:47 »
Azzu, ma che me dici???  :o  l'altra sera ne parlavano per televisione e l'ho seguito con interesse. Na cosa pazzesca...Pazzesco anche il modo in cui la medicina ufficiale, o meglio, quella del medico di famiglia (seguito dall'opinione generale) ha trattato per anni questa "patologia"(non so se il termine è proprio). Per i tempi che viviamo nessuno può ritenersi immune.
Azzu, un abbraccio

Offline sweeper77

*****
14227
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #3 il: 16 Ott 2013, 11:47 »
ne soffre mia moglie azzù..
è brutto perchè non c'è una causa specifica che li fa scattare, ti abbraccio e come consiglio a lei, prendi più che puoi coscenza quando ti scattano, e li passi, di quanto fossero ingiustificati.
esempio di mia moglie:
ho paura di uscire, mi prendono attacchi di panico, immagino che magari mi prendono dolori allo stomaco e mi trovo fuori casa, poi ti forzi , esci, vedi che non ti succede nulla.
Ecco bisogna prendere consapevolezza che spesso sono attacchi ingiustificati, capire che anche se ti dovessero prendere, hai sempre una soluzione.
Ma non è facile reprimere quelle sensazioni, bisogna prenderne coscenza.

Offline Boom!

*
4132
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #4 il: 16 Ott 2013, 11:50 »
c'è sempre un motivo, forse ancora non sai quale sia, ma il motivo c'è.

La valeriana non serve a nulla.

Offline Scialoja

*****
11401
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #5 il: 16 Ott 2013, 11:52 »
Ebbene si ne ho sofferto in passato ed anche in maniera “pesante”, le motivazioni c’erano e giustificavano queste reazioni che il medico all’epoca definì “normali per persone molto sensibili”.
Ma oggi, che tutto gira abbastanza bene, dove non mancano gli affetti, il lavoro i punti cardine, non capisco perché..non capisco perché sono giorni che senza un motivo relae le labbra formiccicolano, il ciore accellera, la testa scoppia ed il respiro si fa affannoso..
La paura di ripiombare in quel baratro mi devasta, la valeriana non fa più effetto..

Eppure so che è un disturbo così comune..ma se ne potrà mai uscire realmente?
 :(


Ci sono dei periodi che toccano dei picchi, e altri periodi meno intensi, però può capitare che gli attacchi si ripresentino anche in apparenti condizioni di serenità, per risolverli "definitivamente" ci sono delle figure che possono aiutare a trovarne la causa e a risolverli...hai mai pensato di consultare uno specialista? :))

Offline Jeffry

*****
9627
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #6 il: 16 Ott 2013, 11:54 »
...
Ma oggi, che tutto gira abbastanza bene, dove non mancano gli affetti, il lavoro i punti cardine, non capisco perché..non capisco perché sono giorni che senza un motivo relae le labbra formiccicolano, il ciore accellera, la testa scoppia ed il respiro si fa affannoso..
...

E' che sti maledetti sono primi in classifica!!!













Siamo su Friends e la battuta ci può stare anche se è un argomento che merita il massimo della serietà.
Semplice e banale consiglio: semmai ti ricapiteranno, corri dai tuoi figli, e abbracciali.
Personalmente nulla mi rasserena come abbracciare il nanerottolo (scusa fede  ;) ).

Offline laziAle82

*****
10618
Sesso: Femmina
gli attacchi di panico
« Risposta #7 il: 16 Ott 2013, 11:55 »
Il mio personalissimo consiglio: accettare che non sempre c'è un motivo, almeno non conscio e presente nella struttura degli eventi quotidiani o meno. Trova "un rito", un gesto o una azione, che ti faccia sentire al sicuro (e che non ti sta succedendo e succederà nulla).
Per me, ad esempio, era bere dell'acqua..

Offline Boom!

*
4132
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #8 il: 16 Ott 2013, 11:57 »
Il mio personalissimo consiglio: accettare che non sempre c'è un motivo, almeno non conscio e presente nella struttura degli eventi quotidiani o meno. Trova "un rito", un gesto o una azione, che ti faccia sentire al sicuro (e che non ti sta succedendo e succederà nulla).
Per me, ad esempio, era bere dell'acqua..

bevevi acqua durante l'attacco di panico?

Offline ssl_1900

*****
6108
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #9 il: 16 Ott 2013, 12:04 »
ne soffriva una mia ex ragazza con cui sono stato 2 ann ie mezzo.
gli sono iniziati quando ha smesso di sniffare.

lo abbiamo sempre associato a quello e allo stare in mezzo alla gente, magari sbagliando. gli capitava in luoghi pubblici e affollati.




Offline naoko

*****
7587
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #10 il: 16 Ott 2013, 12:07 »
Il mio personalissimo consiglio: accettare che non sempre c'è un motivo, almeno non conscio e presente nella struttura degli eventi quotidiani o meno. Trova "un rito", un gesto o una azione, che ti faccia sentire al sicuro (e che non ti sta succedendo e succederà nulla).
Per me, ad esempio, era bere dell'acqua..
Giustissimo, il problema poi però è SE diventi dipendente da qulla cosa/azione che ti fa sentire al sicuro...
Per me comunque è stata guardare i cartoni animati di Magica Emi :))
EDIT: finché è acqua o cartoni animati tanto tanto, ma antidepressivi o alcolici o cibo so' dolori..


Azzu', :luv:

Offline Azzurra

*
2758
Sesso: Femmina
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #11 il: 16 Ott 2013, 12:09 »
in passato per due volte ho visto la morte in faccia e da li gli attacchi di panico e le cure che ne sono seguite, ora non ne avrei motivi ..cmq bò

Offline Boom!

*
4132
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #12 il: 16 Ott 2013, 12:21 »
La sola paura dell'attacco di panico puo' scaturire lo stesso.

Non si cura l'attacco in se, bisogna solo sapere che durante quel minuto (perchè quello dura, il resto è solo paura di quello che è appena successo), non ti potrà succedere assolutamente nulla.

Se pero' diventano invalidanti (guidare con attacchi di panico non è un granchè) allora devi far ricorso ai farmaci, ma senza pensarci troppo. E' solo stando bene con i farmaci che si puo' affrontare il problema.

Offline laziAle82

*****
10618
Sesso: Femmina
gli attacchi di panico
« Risposta #13 il: 16 Ott 2013, 12:22 »

bevevi acqua durante l'attacco di panico?

Quale sarebbe il problema?

Offline Boom!

*
4132
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #14 il: 16 Ott 2013, 12:25 »
Quale sarebbe il problema?

ah nulla complimenti, io rimanevo completamente bloccato. Ma è un palliativo.

Offline laziAle82

*****
10618
Sesso: Femmina
gli attacchi di panico
« Risposta #15 il: 16 Ott 2013, 12:27 »

ah nulla complimenti, io rimanevo completamente bloccato. Ma è un palliativo.

Complimenti per cosa?
Non capisco cosa intendi dire, o sotto intendere, sin dal primo intervento su di me.
Ti farebbe bene parlare chiaro, imho.

Offline Boom!

*
4132
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #16 il: 16 Ott 2013, 12:30 »
Complimenti per cosa?
Non capisco cosa intendi dire, o sotto intendere, sin dal primo intervento su di me.
Ti farebbe bene parlare chiaro, imho.

non sono ironico. Complimenti per il fatto che riuscivi a reagire al panico.

Offline AquilaLidense

*****
16752
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #17 il: 16 Ott 2013, 13:49 »
IMHO
Gli attacchi di panico sono un guaio della vita.
i motivi possono essere molteplici: L'ansia di una abbondono, aver sprecato qualcosa di importante, non poter tornare più indietro, non essere capiti, aver la consapevolezza(errata) di aver buttato una vita,...
io sono anche dell'idea che una volta che sei stata "preda" dopo lo sarai per sempre. Bisogna solo saperci convivere.
infine,
due "gnappetti" credo possano essere un valido aiuto.

Offline MadBob79

*****
9369
Sesso: Maschio
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #18 il: 16 Ott 2013, 14:20 »
Mi è capitato di avere degli attacchi in luoghi molto affollati. Quando lavoravo a Roma e prendevo la metro era un disastro: ero costretto a tenere gli occhi chiusi e certe volte non bastava. Una volta mi è mancato il respiro, sono andato in tachicardia e a termini buttando giu un paio di persone sono scappato.
Re:gli attacchi di panico
« Risposta #19 il: 16 Ott 2013, 14:25 »
ti sono vicino come e quanto solo una persona che sa, può essere.
Perchè bisogna passarci dentro, esserci dentro per sapere.
Non per capire o per cercare di trovare un motivo, perchè quello non c'è, il più delle volte.
E hai voglia a cercare di analizzare, razionalizzare, dirsi che va tutto bene, che c'è che chi sta peggio.
E' una battaglia: a volte ti senti solo, altre sai di poter contare sugli affetti e sugli amici più cari, ma alla fine rimani tu con te stesso.
Per quello non riesco e non posso darti un consiglio, ma solo una carezza virtuale.
Sappi che le persone che hai più care, hanno bisogno di te. Questa, forse, l'unica molla per trasformare l'ansia in gioia, l'essere triste in allegria.
Un abbraccio
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod