Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« il: 20 Gen 2017, 15:26 »
L'ottavo Pio fu papa: visse; è morto.
E grazie a Dio nessuno se n'è accorto.

Er monno come se trova se lassa.

Nun me toccà sur vero, che mme s'addrozza er pelo.

Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #1 il: 20 Gen 2017, 15:43 »
Na purce che s'addormiva drento un lett
sentenno che principiavano a zzompà
quelli de sopra e senz'arcun rispetto
"che me volete" je disse "afforza fa svejà?"

Offline andyco

*****
13254
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #2 il: 20 Gen 2017, 16:12 »
È stato ar fronte, sì, ma cór pensiero,
però te dà le spiegazzioni esatte
de le battaje che nun ha mai fatte,
come ce fusse stato per davero.

Avressi da vedé come combatte
ne le trincee d'Aragno! Che gueriero!
Tre sere fa, pe' prenne er Montenero,
ha rovesciato er cuccomo del latte!

Cór su' sistema de combattimento
trova ch'è tutto facile: va a Pola,
entra a Trieste e te bombarda Trento.

Spiana li monti, sfonna, spara, ammazza...
- Per me - barbotta - c'è una strada sola...
E intigne li biscotti ne la tazza.
 

Offline andyco

*****
13254
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #3 il: 20 Gen 2017, 16:15 »
Con Trilussa rischio lo spam!

L’Uguaglianza

Fissato ne l’idea de l’uguajanza
un Gallo scrisse all’Aquila: - Compagna,
siccome te ne stai su la montagna
bisogna che abbolimo ’sta distanza:
perché nun è né giusto né civile
ch’io stia fra la monnezza d’un cortile,
ma sarebbe più commodo e più bello
de vive ner medesimo livello. - /

"Aquila" L’Aquila je rispose: - Caro mio,
accetto volentieri la proposta:
volemo fa’ amicizzia? so’ disposta:
ma nun pretenne che m’abbassi io.

Se te senti la forza necessaria
spalanca l’ale e viettene per aria:
se nun t’abbasta l’anima de fallo
io seguito a fa’ l’Aquila e tu er Gallo.
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #4 il: 20 Gen 2017, 16:17 »
Cristo disse: Io te fo, ttu fatte
e ssi nun te va bbè vatt'a ffa fotte.
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #5 il: 20 Gen 2017, 16:19 »
Noi Romani l'aria der me ne frego
l'avemo imparata a Cristo.


Morto io, accidenti acchì  cciaresta!
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #6 il: 20 Gen 2017, 16:51 »
...da li conti che se fanno
seconno le statistiche d'adesso
risurta che ce tocca un pollo all'anno:
e, se nun entra ne le spese tue,
entra ne la statistica lo stesso
perchè c'è un antro che ne magna due.

Trilussa
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #7 il: 20 Gen 2017, 19:33 »
Indove dice la verità er buciardo
ce nasce er sale

le donne cianno er pianto in saccoccia

Offline Andre

*
6282
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #8 il: 20 Gen 2017, 19:52 »
il mio esame di 5° elementare
----------------------

Ormai me reggo su 'na cianca sola.
- diceva un Grillo - Quella che me manca
m'arimase attaccata a la cappiola.
Quanno m'accorsi d'esse priggioniero
col laccio ar piede, in mano a un regazzino,
nun c'ebbi che un pensiero:
de rivolà in giardino.
Er dolore fu granne... ma la stilla
de sangue che sortì da la ferita
brillò ner sole come una favilla.
E forse un giorno Iddio benedirà
ogni goccia de sangue ch'è servita
pe' scrive la parola Libbertà!

Offline bertux

*
241
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #9 il: 20 Gen 2017, 19:56 »
Portata all'esame di III media  una 40na de anni fa... è già

Er grillo zoppo

Ormai me reggo su ‘na cianca sola.
– diceva un Grillo – Quella che me manca
m’arimase attaccata alla cappiola.
Quanno m’accorsi d’esse prigioniero
colr laccio ar piede, in mano a un regazzino,
nun c’ebbi che un pensiero:
de rivolà in giardino.
Er dolore fu granne…,ma la stilla
de sangue che sortì dalla ferita
brillò ar sole come na favilla.
E forse un giorno Iddio benedirà
Ogni goccia de sangue ch’è servita pe’ scrive la parola libbertà!
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #10 il: 20 Gen 2017, 20:41 »
Magna moje mia,
sciala mo' cche cc'è;
che quanno c'è sse magna
e quanno nun c'è nun c'è!
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #11 il: 21 Gen 2017, 14:39 »
Io so' la Libbertà - rispose lei -
per esse vostra ciò sudato assai,
e mo' che je l'ho fatta spererei....
Dunque potemo fa quer che ce pare...
fece allora un ometto: e ner di questo
volle attastalla in un particolare...
Però la Libbertà che vide er gesto
scappò strillanno: Ancora nun è affare,
se vede che so' uscita troppo presto!

Trilussa

Offline gigiazzo

*****
2221
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #12 il: 21 Gen 2017, 20:29 »
Er mortorio
***
Appresso ar mio nun vojo visi affritti
e pe fà ride pure a ‘st’occasione
farò un mortorio co consumazzione
in modo che chi venga n’approfitti.
***
Pe incenzo vojo odore de soffritti,
‘gni cannela dev’èsse un cannellone,
li nastri, sfoje a l’ovo e le corone
fatte de fiori de cucuzza fritti.
***
Li cuscini timballi de lasagne,
da offrì ar momento de la sepportura
a tutti quelli che sapranno piagne.
***
E su la tomba mia tutta la gente
ce leggerà ‘sta sola dicitura:
“Tolto da questo mondo troppo al dente“.
***
Aldo Fabrizi
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #13 il: 31 Gen 2017, 10:15 »
Er terno

 Ecco er fatto. Lo prese drent'al letto,
dove stava in campagna in un casino;
je sigillò la bocca còr cuscino,
e j'ammollò 'na cortellata in petto.

Dunque, ferita all'undici; ce metto
uno, er giorno; quarantatré, assassino:
vado giù da Venanzio er botteghino
ar Popolo e ce butto un pavoletto.

A l'estrazione, sabeto passato,
ce viè l'ambo; ma invece de ferita
m'esce settantadue: morto ammazzato.

Ma guarda tante vorte er Pedreterno
come dà la fortuna ne la vita!
Si l'ammazzava ce pijavo er terno.

Cesare Pascarella

Offline white-blu

*
16337
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #14 il: 31 Gen 2017, 13:04 »
L'incontro de li sovrani

Bandiere e banderole,
penne e pennacchi ar vento,
un luccichìo d'argento
de bajonette ar sole,
e in mezzo a le fanfare
spara er cannone e pare
che t'arimbombi dentro.
Ched'è? chi se festeggia?
È un Re che, in mezzo ar mare,
su la fregata reggia
riceve un antro Re.
Ecco che se l'abbraccica,
ecco che lo sbaciucchia;
zitto, ché adesso parleno...
-Stai bene? - Grazzie. E te?
e la Reggina? - Allatta.
- E er Principino? - Succhia.
- E er popolo? - Se gratta.
- E er resto? - Va da sé...
- Benissimo! - Benone!
La Patria sta stranquilla;
annamo a colazzione... -

E er popolo lontano,
rimasto su la riva,
magna le nocchie e strilla:
- Evviva, evviva, evviva... -
E guarda la fregata
sur mare che sfavilla.

Trilussa
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #15 il: 31 Gen 2017, 14:35 »
L'allustrascarpe filosofo

So' trent'anni che fo sta' professione
e ancora, graziaddio, nun so' mai morto:
so' vecchio; ar camminà, cammino storto,
eppure, sarv'ognuno sto benone.

La notte me rintano in d'un portone;
e la mattina appresso, quanno sòrto,
Omina bona mea mecume porto
e me rimetto qui su 'sto cantone.

Si abusco, quer ch'abusco me lo magno;
si nun abusco, e me succede spesso,
me fumo quattro mòzze e nun me lagno.

Ma si l'incasso supera er valore
de quello che me serve, er giorno appresso
chiudo bottega e vado a fa' er signore.

Cesare Pascarella

Offline white-blu

*
16337
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #16 il: 31 Gen 2017, 14:45 »
La pace.
Un omo aprì er cortello e domandò a l'olivo:
"Te dispiace de damme un ramoscello,
simbolo della pace?
No... no... disse l'olivo_ nun scherzamo!
_Perché ho veduto, in più d'un' occasione,
ch'er ramoscello è diventato un ramo
e er simbolo... un bastone.

Trilussa

Offline white-blu

*
16337
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #17 il: 31 Gen 2017, 14:48 »
L'uccelletto

Era d'Agosto e il povero uccelletto
Ferito dallo sparo di un moschetto
Andò per riparare l'ala offesa,
a finire all'interno di una chiesa.

Dalla tendina del confessionale
Il parroco intravvide l'animale
Mentre i fedeli stavano a sedere
Recitando sommessi le preghiere.

Una donna che vide l'uccelletto
Lo prese e se lo mise dentro il petto.
Ad un tratto si sentì un pigolio
Pio pio, pio pio, pio pio.

Qualcuno rise a sto cantar d'uccelli
E il parroco, seccato urlò: "Fratelli!
Chi ha l'uccello mi faccia il favore
Di lasciare la casa del Signore!"

I maschi un po' sorpresi a tal parole
Lenti e perplessi alzarono le suole,
ma il parroco lasciò il confessionale
e: "Fermi - disse - mi sono espresso male!

Tornate indietro e statemi a sentire,
solo chi ha preso l'uccello deve uscire!"
a testa bassa e la corona in mano,
le donne tutte usciron pian piano.

Ma mentre andavan fuori gridò il prete:
"Ma dove andate, stolte che voi siete!
Restate qui, che ognuno ascolti e sieda,
io mi rivolgo a chi l'ha preso in chiesa!"

Ubbidienti in quello stesso istante
le monache si alzarono tutte quante
e con il volto invaso dal rossore
lasciarono la casa del Signore.

"Per tutti i santi - gridò il prete -
sorelle rientrate e state quiete.
Convien finire, fratelli peccatori,
l'equivoco e la serie degli errori:
esca solo chi è così villano
da stare in chiesa con l'uccello in mano.

Ben celata in un angolo appartato
Una ragazza col suo fidanzato,
in una cappelletta laterale,
ci mancò poco si sentisse male

e con il volto di un pallore smorto
disse: "Che ti dicevo? Se n'è accorto!"

Trilussa
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #18 il: 31 Gen 2017, 16:58 »
Er coltello

Ar mio, sopra la lama ch'e' rintorta
C'e' stampata 'na lettra cor un fiore;
Me lo diede Ninetta che m'e' morta,
Quanno che me ce messi a fa' l'amore

E quanno la baciai la prima vorta,
Me disse: - Si m'avrai da da' er dolore
De dimme che de me nun te n'importa,
Prima de dillo sfonnemece er core. -

E da quer di' che j'arde el lanternino
Davanti a la crocetta ar camposanto,
Lo porto addosso come un abitino.

E si la festa vado a fa' bisboccia,
Si be' che ci abbi' tanti amichi accanto,
Er mejo amico mio ce l'ho in saccoccia.

Cesare Pascarella

Offline jp1900

*****
5896
Sesso: Maschio
Re:Trilussa, Belli, Fabrizi e pasquinate!
« Risposta #19 il: 02 Feb 2017, 17:08 »
Portata all'esame di III media  una 40na de anni fa... è già

Ormai me reggo su ‘na cianca sola.
...

il mio esame di 5° elementare
----------------------

Ormai me reggo su 'na cianca sola.

La domanda è d'obbligo: stava avanti la classe di Andre o indietro quella di bertux?  :beer:
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod