Silenzio generale

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline GiPoda

*
2898
Re:Silenzio generale
« Risposta #60 il: 21 Nov 2017, 20:56 »
Buono l ultimo articolo di Diaconale, ma, purtroppo, finché gli stessi argomenti il buon Arturo nn li replichera' in diretta tv l effetto denuncia che si propone sortirà ben pochi effetti.

Offline calimero

*
3862
Re:Silenzio generale
« Risposta #61 il: 21 Nov 2017, 23:31 »
La scritta Vi ho purgato anch'io sulla canotta la esibì Osvaldo nel derby deciso da Klose al 93' e non il campione.

Offline Maremma Laziale

*
10447
Sesso: Maschio
Re:Silenzio generale
« Risposta #62 il: 22 Nov 2017, 14:32 »
La scritta Vi ho purgato anch'io sulla canotta la esibì Osvaldo nel derby deciso da Klose al 93' e non il campione.

Questi con la storia ci hanno sempre fatto a schiaffi...che idioti.
Re:Silenzio generale
« Risposta #63 il: 22 Nov 2017, 16:23 »
Avevo ben descritto la dinamica della nascita e sfruttamento della notizia.
Semplicemente il tema non tira più.
Silenzio generale.
Vergona senza fine.
Di tutti coloro che alimentano la fogna delle notizie.
Bene ha fatto oggi  Fiorello a denunciare il ritorno della cronaca nera alla Vita in diretta perchè gli omicidi e il sangue fanno audience.
Anne Frank è stata usata dai pennivendoli dai giornali, dai falsi benpensanti, dai presentatori per fare audience.
E sarebbe ora, invece che la si lasciasse veramente in pace.
Vergogna senza fine, dicevo anche della comunità ebrea di Roma che tace di tali schifosi "sfottò" che vede svillaneggiare e violentare il volto di una ragazzina senza muovere una kippiah.
A loro, più che agli idioti e mentecatti tifosi (di tutte le sponde), va il mio disprezzo più grande.
Nell'aver creato 2 pesi e due misure e aver usato una ragazzina per montare un caso.
A loro dovremmo inviare  le nostre mail di sdegno, ai giornali mostrare  e dire cosa sta succedendo.
E vorrei anche la roma deferita.
Re:Silenzio generale
« Risposta #64 il: 15 Feb 2018, 10:05 »
Tre settimane fa l'esercito turco ha lanciato un'offensiva nel distretto di Afrin, nella Siria settentrionale. Da quando, nel 2012, le milizie di Bashar al-Assad ne hanno perso il controllo, la città di Afrin è la capitale dell'autoproclamata regione autonoma di Rojava, governata dai curdi. Gli stessi che hanno contribuito in maniera determinante alla sconfitta di Daesh in molte zone della Siria e dell'Iraq. Non so se la macabra ironia sia stata più o meno consapevole nella scelta del nome, ma l'operazione condotta dai turchi è nota come "Ramoscello d'ulivo".
 



Le Unità di protezione popolare (Ypg) e di difesa delle donne (Ypj) del Partito dell'Unione Democratica (Pyd), il principale partito curdo siriano, stanno lottando strenuamente per resistere agli attacchi dell'esercito curdo, facendo appello a una nuova resistenza curda come a Kobane, ben consapevoli che per Erdogan l'occupazione militare del cantone di Afrin è il primo passo verso la cancellazione dell'autogoverno del popolo curdo nel Rojava, che rappresenta il sogno della realizzazione di un Kurdistan indipendente. L'incubo peggiore del sultano di Ankara.
 



È in questo contesto che s'inseriscono le notizie degli ultimi giorni che riferiscono di più di 5 mila sfollati, di più di 100 morti tra i civili e di 31 soldati turchi caduti durante le operazioni. Ed è in questo contesto che va letta l'esultanza di Cengiz Ünder, ventenne attaccante turco della Roma, che dopo la doppietta messa a segno contro il Benevento nel posticipo di domenica sera, ha scatenato domande e polemiche scegliendo di celebrare il suo personale trionfo portandosi la mano destra alla tempia, mimando un saluto militare.
 



Un endorsement alla politica di Erdogan? Un omaggio agli ultimi due soldati morti durante l'attacco su Afrin? Forse entrambe le motivazioni stanno alla base di un gesto che, comunque, per molti dovrebbe rimanere fuori da un campo di calcio. Come se il calcio non fosse il crogiolo in cui si fonde qualsiasi espressione dell'animo umano. Compresa la politica, che ci piaccia o meno. Mi chiedo se ci sarebbe levato lo stesso coro se l'esultanza fosse stata di un calciatore curdo per i soldati del Pkk: problema troppo complesso, troppe le variabili in campo. Meglio, appunto, parlare del campo e di un talento che sta sbocciando nel calcio italiano.
Re:Silenzio generale
« Risposta #65 il: 15 Feb 2018, 10:16 »
Pensa, non ci avevo fatto caso. Ma il modo cauto, minimizzante e dissimulatore con cui i .... merdia avevano gestito la vicenda mi aveva insospettito. Potete giurarci che trattasi di un giovane nazionalista turco.

Offline PARISsn

*
7810
Sesso: Maschio
Re:Silenzio generale
« Risposta #66 il: 15 Feb 2018, 13:09 »
ma certo...mentre nel suo paese ai funzionari pubblici si rende  obbligatoria la barba, alle donne viene  imposto di nuovo il velo...e la Corte suprema sancisce che  i matrimoni con le bambine sono legali...lui se ne sta all'estero a gioca' a pallone e guadagnare milioni...un suo gesto contrario avrebbe avuto molta piu rilevanza e sopratutto per quelli che ormai vivono sotto una vera e propria dittatura alle porte dell'europa e che  in europa vorrebbe pure essere ammessa...ma vabbe'...i Sollier non nascono piu'... 8)
Re:Silenzio generale
« Risposta #67 il: 15 Feb 2018, 13:17 »
ma certo...mentre nel suo paese ai funzionari pubblici si rende  obbligatoria la barba, alle donne viene  imposto di nuovo il velo...e la Corte suprema sancisce che  i matrimoni con le bambine sono legali...lui se ne sta all'estero a gioca' a pallone e guadagnare milioni...un suo gesto contrario avrebbe avuto molta piu rilevanza e sopratutto per quelli che ormai vivono sotto una vera e propria dittatura alle porte dell'europa e che  in europa vorrebbe pure essere ammessa...ma vabbe'...i Sollier non nascono piu'... 8)
Prescindendo dal "Dybala" turco (ma forse anche Cristiano Ronaldo, o Messi, o di più, perché limitarsi), non mi sembra di aver letto che la barba sia obbligatoria per i funzionari pubblici, o il velo per le donne. La questione è interessante, potresti dirmi dove posso trovare queste informazioni? Grazie

Offline PARISsn

*
7810
Sesso: Maschio
Re:Silenzio generale
« Risposta #68 il: 15 Feb 2018, 13:31 »
Prescindendo dal "Dybala" turco (ma forse anche Cristiano Ronaldo, o Messi, o di più, perché limitarsi), non mi sembra di aver letto che la barba sia obbligatoria per i funzionari pubblici, o il velo per le donne. La questione è interessante, potresti dirmi dove posso trovare queste informazioni? Grazie

http://www.italiachiamaitalia.it/turchia-da-oggi-velo-e-barba-permessi-in-uffici-pubblici/

in effetti non si tratta di obbligo ma decadenza del divieto di portare la barba islamica o il velo, divieto che era stato instituito da Ataturk alla fondazione della Repubblica....purtroppo pur non essendo un obbligo è una chiara indicazione di cosa fa piacere al potere attuale in Turchia e cosa no....infatti da altre info si evince che per fare carriera, per esempio,  queste diciamo " indicazioni " siano molto tenute in considerazione...
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod