Io sto con il presidente della Lazio

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Brujita76

*
6745
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #160 il: 26 Ott 2017, 09:36 »
Come era? "Aò, c'è l'audio!!!"

poi però c'è ancora chi insiste che questo non è un attacco alla Lazio e ai Laziali!!  :lol:

Offline galafro

*
2202
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #161 il: 26 Ott 2017, 09:51 »
Piano piano sta emergendo il vero scopo di tutta questa baraonda.
Penalizzare la Lazio, nel senso letterale del termine, levargli dei punti, se ne sta già parlando.
Questa squadra fa veramente paura. Gli addetti ai lavori non possono non essersi accorti del rischio che questa squadra possa prevalere su tutte le altre che hanno investito centinaia e centinaia di milioni. Sarebbe un fallimento totale, non parliamo poi delle merde e di tutto il mondo mediatico.
Una  baraonda così non è mai stata montata neanche quando sono avvenuti fatti ben più gravi

Offline paolo71

*****
9531
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #162 il: 26 Ott 2017, 10:02 »
Piano piano sta emergendo il vero scopo di tutta questa baraonda.
Penalizzare la Lazio, nel senso letterale del termine, levargli dei punti, se ne sta già parlando.
Questa squadra fa veramente paura. Gli addetti ai lavori non possono non essersi accorti del rischio che questa squadra possa prevalere su tutte le altre che hanno investito centinaia e centinaia di milioni. Sarebbe un fallimento totale, non parliamo poi delle merde e di tutto il mondo mediatico.
Una  baraonda così non è mai stata montata neanche quando sono avvenuti fatti ben più gravi


ciò non toglie che l'assist è partito da noi.
Perchè le figurine purtroppo le hanno attaccate in mezzo ai tifosi della Lazio, in un settore aperto apposta per noi.
Ma quello che si è scatenato dopo è SURREALE.

Offline setteblu

*****
444
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #163 il: 26 Ott 2017, 10:19 »
Piano piano sta emergendo il vero scopo di tutta questa baraonda.
Penalizzare la Lazio, nel senso letterale del termine, levargli dei punti, se ne sta già parlando.
Questa squadra fa veramente paura. Gli addetti ai lavori non possono non essersi accorti del rischio che questa squadra possa prevalere su tutte le altre che hanno investito centinaia e centinaia di milioni. Sarebbe un fallimento totale, non parliamo poi delle merde e di tutto il mondo mediatico.
Una  baraonda così non è mai stata montata neanche quando sono avvenuti fatti ben più gravi
Levarci punti sulla base di che?
Io cerco di avere sempre un approccio pragmatico: se fossi convinto di una cosa del genere non seguirei più il calcio.
Sarò ingenuo ma non ci credo.
Fino a un anno fa i giornali dicevano che Lotito era il padrone del calcio italiano!
😳

Offline Salohcin

*****
4479
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #164 il: 26 Ott 2017, 10:23 »
Piano piano sta emergendo il vero scopo di tutta questa baraonda.
Penalizzare la Lazio, nel senso letterale del termine, levargli dei punti, se ne sta già parlando.
Questa squadra fa veramente paura. Gli addetti ai lavori non possono non essersi accorti del rischio che questa squadra possa prevalere su tutte le altre che hanno investito centinaia e centinaia di milioni. Sarebbe un fallimento totale, non parliamo poi delle merde e di tutto il mondo mediatico.
Una  baraonda così non è mai stata montata neanche quando sono avvenuti fatti ben più gravi
Non ho dato nemmeno il 3-0 a tavolino al Catania per la morte di Raciti...se tolgono dei punti per delle figurine possono chiudere la lega il giorno dopo.
Non facciamo ridere per favore.

Offline paolo71

*****
9531
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #165 il: 26 Ott 2017, 10:25 »
Levarci punti sulla base di che?
Io cerco di avere sempre un approccio pragmatico: se fossi convinto di una cosa del genere non seguirei più il calcio.
Sarò ingenuo ma non ci credo.
Fino a un anno fa i giornali dicevano che Lotito era il padrone del calcio italiano!
😳

Non saprei, ma solo il fatto che se ne parla qua sopra ho il timore che chi ha speso milioni quest'estate per garantirsi un posto in CL, possa spingere in tal senso.
Non solo il rioma ma il milan ad esempio questa Lazio sta portando via il loro obbiettivo.
Ad esempio ciò che sta scrivendo da 2 giorni il corriere della sera (di milano) è ALLUCINANTE.

Io il rischio lo avverto.
Campagna in atto davvero sproporzionata all' evento in sè, pur ignobile e deprecabile, ma una volta appurato e individuato i responsabili, ci si dovrebbe limitare a quello.
No, loro sono scomparsi dai radar, ma il bersaglio è Lotito, di conseguenza la Lazio.

Offline Emfio

*****
1160
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #166 il: 26 Ott 2017, 10:34 »
Sposo ogni parola, ogni gesto ogni azione che il presidente Lotito in nome della Lazio sta compiendo in questi due giorni di guerriglia mediatica.
Sia chiaro: la Lazio è la società in Italia che più si è spesa per essere presente nel tessuto sociale (dalle scuole ad Amatrice, dalle posizioni anti razziste - v. Maglie - alle posizioni contro la mafia).
Più di tutte le altre.
Quindi tutto il mio appoggio e tutta la mia solidarietà.

Offline setteblu

*****
444
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #167 il: 26 Ott 2017, 10:56 »
Non saprei, ma solo il fatto che se ne parla qua sopra ho il timore che chi ha speso milioni quest'estate per garantirsi un posto in CL, possa spingere in tal senso.
Non solo il rioma ma il milan ad esempio questa Lazio sta portando via il loro obbiettivo.
Ad esempio ciò che sta scrivendo da 2 giorni il corriere della sera (di milano) è ALLUCINANTE.

Io il rischio lo avverto.
Campagna in atto davvero sproporzionata all' evento in sè, pur ignobile e deprecabile, ma una volta appurato e individuato i responsabili, ci si dovrebbe limitare a quello.
No, loro sono scomparsi dai radar, ma il bersaglio è Lotito, di conseguenza la Lazio.
Comprendo la tua preoccupazione ma - te lo chiedo senza polemica, ovviamente - se crediamo sia tutto soggetto a macchinazione che ci andiamo a fare allo stadio?

Offline ssl1900

*
1091
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #168 il: 26 Ott 2017, 11:46 »
Sono 48 ore che non si parla d’altro. Ovvero dello stralcio di una telefonata di Claudio Lotito (definita da tutti choc, vergognosa, indecente) carpita sull’aereo Milano-Roma non si sa bene da chi e poi pubblicata su giornali e social. La frase incriminata con la voce di Lotito è la seguente: «Andiamo a fare la sceneggiata», come a dire che il presidente della Lazio – per mettere una pezza alla storia degli adesivi di Anna Frank nella curva romanista – s’era inventato una passerella in sinagoga ad uso esclusivo di cameraman e fotografi. Da qui la decisione, questa sì choc, di alcune persone di prendere la corona di fiori portata dalla Lazio al ghetto e buttarla nel Tevere in segno di disprezzo. Su Lotito si è scatenato il finimondo anche grazie al tam tam mediatico e allo stesso presidente che non ha chiarito pubblicamente ciò che oggi Il Tempo è in grado di rivelare. E cioè gli esatti contenuti di quella e di altre telefonate intercorse fra Lotito e Vittorio Pavoncello, riferimento dello Sport per la comunità ebraica nonché presidente del Maccabi Roma. Proprio cosi: nella telefonata choc Lotito non parlava con un conoscente o un capo tifoso ma proprio con Pavoncello e non era nemmeno la prima volta nel corso della giornata poiché entrambi cercavano qualcuno della comunità che presenziasse all’evento richiesto da Lotito. Il frenetico giro di telefonate ha riguardato anche Arturo Diaconale e Stefano De Martino responsabili dell’ufficio stampa biancoceleste. Col trascorrere delle ore, montando la polemica sugli adesivi, Lotito insisteva a più riprese per incontrare una delegazione ebraica così da mandare pubblicamente un segnale di scuse e al contempo di pacificazione. Ma più passavano i minuti e meno rassicurazioni arrivavano dai vari interlocutori contattati (su tutti, Daniel Funaro, consiglio direttivo della comunità ebraica).

Accanto a Lotito viaggiava il deputato Pd Dario Ginefra, che confermerà di non aver sentito alcuna telefonata di quel tenore, salvo poi fare parziale retromarcia una volta appresa l’esistenza dell’audio incriminato. Sono momenti frenetici. Passa altro tempo. La tensione sale. Anche Clemente Mimum, laziale verace, si lamenta al telefono con Lotito che dà segni evidenti di nervosismo perché vuole mandare un segnale ma tutto sembra remargli contro fino a quando non gli arriva la telefonata di Pavoncello – passato attraverso ponte-radio – che gli suggerisce di chiudere questa storia andando con la squadra al ghetto e portando un mazzo di fiori in sinagoga. Contestualmente, Pavoncello invita Lotito a dire a De Martino di contattare i vertici della comunità per organizzare un incontro. Ma non si trova nessuno. Così Lotito ha contatti con un certo Adams, poi telefona personalmente a Funaro che gli ribadisce l’impossibilità di avere le personalità richieste. Diaconale prova con la presidente della comunità, Ruth Dureghello: niente da fare. E allora ecco un altro giro frenetico di telefonate compresa l’ultima, quella con Pavoncello che richiama Lotito, il quale risponde come tutti sanno venendo intercettato a sua insaputa da un passeggero seduto lì vicino. Un ascolto veloce e approssimativo dell’audio di Lotito, condito dai successivi cornmenti al vetriolo di giornalisti e politici, effettivamente porta a pensare male del presidente della Lazio. Ma stando a quanto ricostruito da Il Tempo e dall’ufficio legale di Lotito, pronto a una raffica di querele, l’audio incriminato (estrapolato dal contesto) in realtà andrebbe interpretato al contrario. E cioè quando Pavoncello conferma per l’ennesima volta a Lotito che le personalità della comunità ebraica sono all’estero o non disponibili, ecco Lotito sbottare: ma se non c’è nessuno che vado a fare, una sceneggiata? Frase ripetuta più volte in più telefonate. Fonti molto vicine alla società confermano a Il Tempo che Pavoncello avrebbe suggerito a Lotito di andare lo stesso a posare la corona perché comunque, alla fine, qualcuno si sarebbe fatto vedere.

Lotito avrebbe detto sì, poi però ci avrebbe ripensato. E nel richiedere invano ulteriori rassicurazioni è finito per scontrarsi con la richiesta, velata, di rinunciare alla posa dei fiori. «Aho, se non viene nessuno annulla tutto». Lotito trasecola. Ormai la macchina organizzati va è in movimento, Peruzzi ha contattato i giocatori Wallace e Felipe Anderson, le polemiche sono alle stelle, la società è sotto attacco e vuole reagire coi fatti. Il presidente si rivolge ancora a Pavoncello, che gli spiega il viaggio in America del Rabbino e del vice Rabbino, si lamenta di questo clamoroso diniego (chiaramente la portata mediatica del gesto di portare la Lazio davanti alla Sinagoga sarebbe stata molto ridimensionata) ed ecco il termine «sceneggiata» che tanto fa discutere ma ha solo un significato: senza nessun membro della Comunità, presentarsi davanti alla Sinagoga sarebbe servito a poco anche per dare un ulteriore segnale, rispetto agli atti già compiuti nel passato, per i tifosi più estremisti della Lazio. Lo dice Pavoncello, lo usa Lotito. Ieri un ulteriore colloquio telefonico chiarificatore fra Lotito e Pavoncello. Ecco spiegato perché il presidente della Lazio, richiesto di un atto di penitenza, si è ben guardato dal chiedere scusa.
Il Tempo – Luigi Salomone


Stando così le cose Lotito dovrebbe fare una conferenza stampa e spiegare il motivo per cui ha usato il termine «sceneggiata» e quale era il contesto.
Per come è stata riportata la telefonata e per l'importanza che i media hanno dato alla cosa potrebbe avere conseguenze pesanti sulla sua immagine, perdere credibilità ed essere abbandonato dalle istituzioni. In una Italia ipocrita e perbenista mettersi contro le comunità ebraiche è molto pericoloso.
E' difficile trovare qualche opinionista o giornalista che cerca di capire, di andare in  fondo alla notizia e di raggiungere la verità. E' più semplice condannare, stigmatizzare e prendere le distanze da frasi ed atteggiamenti come quelli avuti da Lotito. E soprattutto si fa bella figura e si ha più consenso nei confronto del pubblico che li ascolta.

Offline WernerHeisenberg

*
521
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #169 il: 26 Ott 2017, 13:25 »
Presidente, sempre con lei.
"La stampa informa i fatti, non sui fatti", lo ripeterò finché non crepo.
Ah, la frase è di quel nazistone di Derrida.
Salomone è un grande, da anni minacciato con veri atteggiamenti fascisti per le sue idee. Questo articolo sembrerebbe spiegare molto bene quello che è successo, altro che audio de-contestualizzati.
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #170 il: 26 Ott 2017, 13:28 »
Su un articolo di repubblica Pavoncello nega di essere stato lui al telefono con Lotito nel frangente della "sceneggiata" http://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2017/10/26/news/caso_adesivi_anna_frank_procura_figc_lotito_e_la_lazio_hanno_violato_lealta_sportiva_-179384908/

PAVONCELLO: “NON ERO IO AL TELEFONO CON LOTITO” – Il presidente del Maccabi Roma Vittorio Pavoncello ha negato di essere lui l’esponente della Comunità ebraica romana in linea con il presidente della Lazio Claudio Lotito il 24 sera nella controversa telefonata della “sceneggiata”, come riferito oggi da ‘Il Tempo’. “Il presidente Lotito nelle chiamate che ha fatto a me la sera del 24 ottobre – ha spiegato Pavoncello in un comunicato – non ha mai pronunciato il termine ‘sceneggiata’, in nessuna accezione. L’avesse fatto, o in un senso o nell’altro, gli avrei immediatamente risposto di non permettersi: sia per il rispetto che porto alla mia Comunità sia per la gravità della vicenda delle immagini antisemite”. “Non sono io dunque la persona – ha sottolineato Pavoncello – con la quale stava parlando nella telefonata diffusa dal Messaggero e attribuitami nella ricostruzione apparsa oggi sul Tempo”. “In tutte le altre conversazioni avute con lui in quelle ore, ho sempre cercato invece di far convergere il possibile incontro con la Comunità in modo concordato e condiviso con l’obiettivo – ha aggiunto Pavoncello – di favorire una riflessione approfondita e meno affrettata. Conosco il presidente Lotito da molti anni e gli do atto delle iniziative prese per combattere l’antisemitismo. E, a maggior ragione, se fossi stato io la persona in questione, gli avrei detto, come fatto in altre occasioni in maniera risoluta, di non permettersi e di agire in stretto contatto con la Comunità ebraica per l’assunzione – ha concluso – di atti concreti e dure iniziative a contrasto dell’antisemitismo”.

Nei commenti al suddetto articolo un utente ha la soluzione per punirci:

"Esclusione della squadra da tutte le competizioni sportive di quest'anno, nazionali ed internazionali e retrocessione dalla serie C. E "forse" capiranno che l'educazione delle tifoserie parte dall'alto."

Offline WernerHeisenberg

*
521
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #171 il: 26 Ott 2017, 13:29 »
Stando così le cose Lotito dovrebbe fare una conferenza stampa e spiegare il motivo per cui ha usato il termine «sceneggiata» e quale era il contesto.
Ma cosa vuoi spiegare a questi venduti? Devi anche perdere tempo ad organizzare la conferenza stampa? Se ci vogliono fermare, possono solo toglierci punti. Ieri sera i ragazzi hanno dimostrato di avere due palle enormi dopo tutto questo caos, e il Presidente ha subìto spesso situazioni di fango similari...penso ci abbia fatto il callo.
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #172 il: 26 Ott 2017, 13:34 »
Su un articolo di repubblica Pavoncello nega di essere stato lui al telefono con Lotito nel frangente della "sceneggiata" http://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2017/10/26/news/caso_adesivi_anna_frank_procura_figc_lotito_e_la_lazio_hanno_violato_lealta_sportiva_-179384908/

PAVONCELLO: “NON ERO IO AL TELEFONO CON LOTITO” – Il presidente del Maccabi Roma Vittorio Pavoncello ha negato di essere lui l’esponente della Comunità ebraica romana in linea con il presidente della Lazio Claudio Lotito il 24 sera nella controversa telefonata della “sceneggiata”, come riferito oggi da ‘Il Tempo’. “Il presidente Lotito nelle chiamate che ha fatto a me la sera del 24 ottobre – ha spiegato Pavoncello in un comunicato – non ha mai pronunciato il termine ‘sceneggiata’, in nessuna accezione. L’avesse fatto, o in un senso o nell’altro, gli avrei immediatamente risposto di non permettersi: sia per il rispetto che porto alla mia Comunità sia per la gravità della vicenda delle immagini antisemite”. “Non sono io dunque la persona – ha sottolineato Pavoncello – con la quale stava parlando nella telefonata diffusa dal Messaggero e attribuitami nella ricostruzione apparsa oggi sul Tempo”. “In tutte le altre conversazioni avute con lui in quelle ore, ho sempre cercato invece di far convergere il possibile incontro con la Comunità in modo concordato e condiviso con l’obiettivo – ha aggiunto Pavoncello – di favorire una riflessione approfondita e meno affrettata. Conosco il presidente Lotito da molti anni e gli do atto delle iniziative prese per combattere l’antisemitismo. E, a maggior ragione, se fossi stato io la persona in questione, gli avrei detto, come fatto in altre occasioni in maniera risoluta, di non permettersi e di agire in stretto contatto con la Comunità ebraica per l’assunzione – ha concluso – di atti concreti e dure iniziative a contrasto dell’antisemitismo”.

Nei commenti al suddetto articolo un utente ha la soluzione per punirci:

"Esclusione della squadra da tutte le competizioni sportive di quest'anno, nazionali ed internazionali e retrocessione dalla serie C. E "forse" capiranno che l'educazione delle tifoserie parte dal
l'alto."

Ma per caso è un tifoso della squadra che ha il presidente CONDANNATO per inciuci mafiosi con ultras o di quella che ammazza la tifoseria esterna che si reca allo stadio a vedere la sua squadra ? E che , fallita nei conti, viene tenuta artificialmente in vita dalla principale banca del paese mentre il governo lascia aperta la strada della ruberia generalizzata dei risparmi di una vita di migliaia di lavoratori senza muovere un dito ?
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #173 il: 26 Ott 2017, 13:41 »
Ma per caso è un tifoso della squadra che ha il presidente CONDANNATO per inciuci mafiosi con ultras o di quella che ammazza la tifoseria esterna che si reca allo stadio a vedere la sua squadra ? E che , fallita nei conti, viene tenuta artificialmente in vita dalla principale banca del paese mentre il governo lascia aperta la strada della ruberia generalizzata dei risparmi di una vita di migliaia di lavoratori senza muovere un dito ?
O magar potrebbe essere un seguace di quella squadra la cui tifoseria ci regala monumenti di sportività come Jerry 'a Carogna, uno di certo educato dall'alto...

Offline umanoide69

*****
5139
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #174 il: 26 Ott 2017, 15:21 »
Lasciamo stare i commenti dei poveri minorati su un giornalino per deficienti.
E direi lasciamo anche perdere gli scenari catastrofici: mi sembra che la dichiarazione di Andrea Agnelli sia stata emblematica in questo senso. È evidente che se basta questo per penalizzare una squadra, nessuno è più al sicuro. E che investimenti plurimilionari possono finire nel cesso in un lampo per l'idiozia di pochi. O per la premeditazione di altri.
Si tratterebbe di un precedente che tutti, TUTTI nel mondo del calcio - minorati mentali a parte, appunto - devono paventare come la peggiore delle sciagure.

Offline Dusk

*****
12719
http://www.labouratorio.it
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #175 il: 26 Ott 2017, 15:26 »

Nei commenti al suddetto articolo un utente ha la soluzione per punirci:

"Esclusione della squadra da tutte le competizioni sportive di quest'anno, nazionali ed internazionali e retrocessione dalla serie C. E "forse" capiranno che l'educazione delle tifoserie parte dall'alto."

So ito a vedè: però specifica "ho tanti amici della Lazio", eh. :lol:

Bello, il nuovo "premetto che ho molti amici gay". :lol: :lol:
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #176 il: 26 Ott 2017, 15:38 »
So ito a vedè: però specifica "ho tanti amici della Lazio", eh. :lol:

Bello, il nuovo "premetto che ho molti amici gay". :lol: :lol:

Sembra di sì... :lol:

Comunque sono andato a rivedere l'articolo e i commenti sembravano spariti... allora ho schiacciato F5 ed è uscita fuori una nuova "perla" da parte di un altro utente...

"Va penalizzata, è recidiva, basta con furbizie italiche, squalificano la curva e fanno entrare in quella opposta,senza contare le parole di questo lotito che lo qualificano, la curva laziale e non solo sono cancri che vanno curati o estirpati, altrimenti come per la mafia sono contigui, chi non prende provvedimenti,ci sono le telecamere, in mezzo a quel marciume c'è la digos, sono straconosciuti, la scelta è semplice o con loro o contro di loro, cosi noi sportivi nel rispetto della Costituzione ci adegueremo nel rispettare o non le istituzioni"

Offline porga

*
1001
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #177 il: 26 Ott 2017, 16:03 »
punti di penalizzazione?
 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Offline BalkanLaziale

*
807
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #178 il: 26 Ott 2017, 16:08 »
Punti di penalizzazione e 'na cazzata vera che probabilmente esce da qualche geniale di Il Repubblica. Non e credibile (e logico) da punto di vista legale.

Vedo la chiusura dello stadio, quasi 100% son sicuro.

Offline JoeStrummer

*****
11705
Sesso: Maschio
Re:Io sto con il presidente della Lazio
« Risposta #179 il: 26 Ott 2017, 16:11 »
Vedo la chiusura dello stadio, quasi 100% son sicuro.

Io non credo.

Io credo che sarà ampliata la squalifica per la Curva, quello si.

Ma la chiusura dello stadio non è giustificabile.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod