Mercato di Riparazione

11 Utenti e 51 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Figliol_prodigo

*
729
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1100 il: 12 Gen 2018, 19:30 »
Se Inzaghi decide di provare il 4231/433 un'altra ala servirebbe, in ogni caso sono nomi per il mercato estivo, quindi per il prossimo campionato, sia Jahanbakhsh che Azmoun si metteranno in mostra  al Mondiale in Russia, se pensi che sono interessanti e che vale la pena prenderli le trattative le devi iniziare per tempo.

ok. per Giugno altro discorso. perchè andando avanti capisco sempre più che Inzaghi in questo campionato difficilmente rinuncerà alla difesa a tre
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1101 il: 12 Gen 2018, 19:41 »
No, Kazu ha fatto sapere che lui gioca solo con N'Koulu e soltanto se se li pija entrambi il roma: "E' la nostra sede naturale" ha dichiarato, "ci giocheremmo anche gratis"

(ok, vado)



Parole sante  :since

Offline Maremma Laziale

*
10366
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1102 il: 12 Gen 2018, 20:04 »
L'iraniano sembra un Candreva più preciso.

Online richard

*
6759
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1103 il: 12 Gen 2018, 20:39 »
L'iraniano sembra un Candreva più preciso.

diciamo che candreva non ci ha proprio costruito una carriera sulla precisione  :=))
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1104 il: 12 Gen 2018, 21:06 »
come si chiamava quel tedesco mediano piccoletto che dovevamo prendere due o tre anni fa? che poi ha cambiato squadra ma e' rimasto in germania. che fine ha fatto?

Online richard

*
6759
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1105 il: 12 Gen 2018, 21:08 »
come si chiamava quel tedesco mediano piccoletto che dovevamo prendere due o tre anni fa? che poi ha cambiato squadra ma e' rimasto in germania. che fine ha fatto?

Geis ora al Sevilla?
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1106 il: 12 Gen 2018, 21:13 »
Geis ora al Sevilla?

si grazie. vedo che neanche gioca tanto e il suo valore e' diminuito. buona idea per un prestito con diritto magari.

Online richard

*
6759
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1107 il: 12 Gen 2018, 21:16 »
si grazie. vedo che neanche gioca tanto e il suo valore e' diminuito. buona idea per un prestito con diritto magari.

il Sevilla ha sia N'Zonzi che Guido Pizarro nel suo stesso ruolo, Geis il campo lo vede poco. Mi pare gli abbiano fatto fare un paio di partite anche da difensore centrale, perché hanno avuto un'emergenza in quel ruolo.

Offline Il Mitico™

*
21810
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1108 il: 12 Gen 2018, 21:29 »
Spesso sono d'accordo con te, qui non ti seguo.
L'ho visto poche volte Cristoforo, non mi pare che contrasti molto. Gli piace la palla, può fare il regista come Torreira nella Samp o come faceva Di Gennaro nel Cagliari.
Non lo vedo né come riserva di Leiva, che tante volte si trova a difendere spazi molto ampi, né come riserva di Parolo, che fa avanti e indietro tutta la partita.


Diverso comunque da Leiva, ma potrebbe andare.

Offline ES

*
10214
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1109 il: 12 Gen 2018, 23:57 »
In questi ultimi tempi mi sono trovato spesso a domandarmi: come è arrivata a questo punto la Lazio?

Come è riuscita a trasformarsi, piccola meravigliosa Cenerentola, per il gran ballo che sta vivendo?
Senza aiuti, con un piccolo corpo di tifoseria, senza grandi ritorni economici?
Perché, in questo gran ballo, Cenerentola sembra librarsi nella sala e uscire dalla favola. Che se io fossi un grande artista, e come lo vorrei, la pitterei su tela, per carpirne l'attimo, in questo volo tutt'altro che fatuo verso il cielo. Con nessuna scarpa persa, con nessuna zucca.

Ho cercato di rispondermi, e nel farlo son dovuto scendere a terra, lasciando Cenerentola nel suo volo.
Una analisi cruda, basata esclusivamente sui fatti.
In questo topo si parla di calcio mercato e mi attengo.

Per leggere il futuro io credo sia necessario metabolizzare il passato.

Come si è mossa la società Lazio per portare la nostra Cenerentola fin lassù?

1) coprire i buchi tra i titolari, ecco Marusic, che prende il posto di FA nel ruolo.

2) sostituire i partenti.
Via Biglia ecco Leiva, via Keita ecco Nani, via Cataldi ecco Di Gennaro.
Via Hoedt ecco Caceres.

3) Poi  i prospetti, quelli che ti escono fuori l'anno dopo.
Prima fu Felipe, poi Milinkovic, Lukaku e Luis Alberto.

4) Poi i giovanissimi, ecco Keita, Strakosha, Luis Felipe.

5) Poi le sostituzioni "funzionali", ecco Caicedo al posto di Djordjevic.

Io, analizzando i fatti, leggo estremo ordine, cautela, competenza ai massimi livelli.
Non vedo "strappi", acquisti forzati, doppioni nel ruolo.

Vedo una Lazio che, come più volte ha detto il nostro Presidente, va avanti per piccoli passi, giungendo a meta per inerzia.
Il perché è semplice: la Lazio può permettersi di sbagliare molto meno rispetto alle altre.

In questo contesto l'acquisto di un altro centrocampista centrale è fuori fuoco, ovvero non ci azzecca nulla.
Non perché non possa servire a breve termine, ma perché è fuori dalle linee progettuali.

La forza di non derogare è la nostra forza.
Persa quellla perderemmo il nostro shining.
Perché, amici miei, si può brillare, ed esser fieri e pazzi in questo, coltivando l'assurdo di resistere nella nostra normalità.

E viva Cenerentola.

Offline ian

*
7599

Offline ian

Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1110 il: 13 Gen 2018, 00:04 »
Ben detto.

Online Ranxerox

*****
6756
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1111 il: 13 Gen 2018, 00:21 »
In questi ultimi tempi mi sono trovato spesso a domandarmi: come è arrivata a questo punto la Lazio?

Come è riuscita a trasformarsi, piccola meravigliosa Cenerentola, per il gran ballo che sta vivendo?
Senza aiuti, con un piccolo corpo di tifoseria, senza grandi ritorni economici?
Perché, in questo gran ballo, Cenerentola sembra librarsi nella sala e uscire dalla favola. Che se io fossi un grande artista, e come lo vorrei, la pitterei su tela, per carpirne l'attimo, in questo volo tutt'altro che fatuo verso il cielo. Con nessuna scarpa persa, con nessuna zucca.

Ho cercato di rispondermi, e nel farlo son dovuto scendere a terra, lasciando Cenerentola nel suo volo.
Una analisi cruda, basata esclusivamente sui fatti.
In questo topo si parla di calcio mercato e mi attengo.

Per leggere il futuro io credo sia necessario metabolizzare il passato.

Come si è mossa la società Lazio per portare la nostra Cenerentola fin lassù?

1) coprire i buchi tra i titolari, ecco Marusic, che prende il posto di FA nel ruolo.

2) sostituire i partenti.
Via Biglia ecco Leiva, via Keita ecco Nani, via Cataldi ecco Di Gennaro.
Via Hoedt ecco Caceres.

3) Poi  i prospetti, quelli che ti escono fuori l'anno dopo.
Prima fu Felipe, poi Milinkovic, Lukaku e Luis Alberto.

4) Poi i giovanissimi, ecco Keita, Strakosha, Luis Felipe.

5) Poi le sostituzioni "funzionali", ecco Caicedo al posto di Djordjevic.

Io, analizzando i fatti, leggo estremo ordine, cautela, competenza ai massimi livelli.
Non vedo "strappi", acquisti forzati, doppioni nel ruolo.

Vedo una Lazio che, come più volte ha detto il nostro Presidente, va avanti per piccoli passi, giungendo a meta per inerzia.
Il perché è semplice: la Lazio può permettersi di sbagliare molto meno rispetto alle altre.

In questo contesto l'acquisto di un altro centrocampista centrale è fuori fuoco, ovvero non ci azzecca nulla.
Non perché non possa servire a breve termine, ma perché è fuori dalle linee progettuali.

La forza di non derogare è la nostra forza.
Persa quellla perderemmo il nostro shining.
Perché, amici miei, si può brillare, ed esser fieri e pazzi in questo, coltivando l'assurdo di resistere nella nostra normalità.

E viva Cenerentola.

Era roba bona eh...

Offline paolo71

*****
9176
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1112 il: 13 Gen 2018, 00:22 »
In questi ultimi tempi mi sono trovato spesso a domandarmi: come è arrivata a questo punto la Lazio?

Come è riuscita a trasformarsi, piccola meravigliosa Cenerentola, per il gran ballo che sta vivendo?
Senza aiuti, con un piccolo corpo di tifoseria, senza grandi ritorni economici?
Perché, in questo gran ballo, Cenerentola sembra librarsi nella sala e uscire dalla favola. Che se io fossi un grande artista, e come lo vorrei, la pitterei su tela, per carpirne l'attimo, in questo volo tutt'altro che fatuo verso il cielo. Con nessuna scarpa persa, con nessuna zucca.

Ho cercato di rispondermi, e nel farlo son dovuto scendere a terra, lasciando Cenerentola nel suo volo.
Una analisi cruda, basata esclusivamente sui fatti.
In questo topo si parla di calcio mercato e mi attengo.

Per leggere il futuro io credo sia necessario metabolizzare il passato.

Come si è mossa la società Lazio per portare la nostra Cenerentola fin lassù?

1) coprire i buchi tra i titolari, ecco Marusic, che prende il posto di FA nel ruolo.

2) sostituire i partenti.
Via Biglia ecco Leiva, via Keita ecco Nani, via Cataldi ecco Di Gennaro.
Via Hoedt ecco Caceres.

3) Poi  i prospetti, quelli che ti escono fuori l'anno dopo.
Prima fu Felipe, poi Milinkovic, Lukaku e Luis Alberto.

4) Poi i giovanissimi, ecco Keita, Strakosha, Luis Felipe.

5) Poi le sostituzioni "funzionali", ecco Caicedo al posto di Djordjevic.

Io, analizzando i fatti, leggo estremo ordine, cautela, competenza ai massimi livelli.
Non vedo "strappi", acquisti forzati, doppioni nel ruolo.

Vedo una Lazio che, come più volte ha detto il nostro Presidente, va avanti per piccoli passi, giungendo a meta per inerzia.
Il perché è semplice: la Lazio può permettersi di sbagliare molto meno rispetto alle altre.

In questo contesto l'acquisto di un altro centrocampista centrale è fuori fuoco, ovvero non ci azzecca nulla.
Non perché non possa servire a breve termine, ma perché è fuori dalle linee progettuali.

La forza di non derogare è la nostra forza.
Persa quellla perderemmo il nostro shining.
Perché, amici miei, si può brillare, ed esser fieri e pazzi in questo, coltivando l'assurdo di resistere nella nostra normalità.

E viva Cenerentola.


Solo un appunto.
Dimentichi un grande allenatore.

Online Ranxerox

*****
6756
Sesso: Maschio
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1113 il: 13 Gen 2018, 00:28 »
dopo Caceres, prendi Badelj a 8 milioni e acceleri l'inerzia verso il salto di qualità definitivo.
Non è uno strappo ne una forzatura, è la chiusura del cerchio.
Oltre al fatto che alla tifoseria ed alla squadra daresti un segnale della Madonna.
Se ci fosse una possibilità di fare questa operazione di mercato io non me la farei sfuggire per nulla al mondo.
Per provare l'all-in decisivo e per non avere nessun tipo di rimorso o di rimpianto.
Non è un grosso rischio ma un investimento che potrebbe portare alla svolta decisiva sotto tutti i punti di vista.

Offline ES

*
10214
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1114 il: 13 Gen 2018, 00:34 »
Era roba bona eh...
Zuppa di funghetti, l'ascensione verso il mistico. :)

Offline ES

*
10214
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1115 il: 13 Gen 2018, 00:40 »
Solo un appunto.
Dimentichi un grande allenatore.
Perché consideravo solo il paragrafo calciatori.
In realtà hai ragione ad inserirlo nel contesto, perché proprio il passaggio dal bielsismo alla normalità Simone dimostra perfettamente l'assunto.
Lo shining, la luccicanza, la abbiamo trovata coltivando l'assurdo di resistere nella nostra normalità.
Grazie.

Offline ES

*
10214
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1116 il: 13 Gen 2018, 00:57 »
dopo Caceres, prendi Badelj a 8 milioni e acceleri l'inerzia verso il salto di qualità definitivo.
Non è uno strappo ne una forzatura, è la chiusura del cerchio.
Oltre al fatto che alla tifoseria ed alla squadra daresti un segnale della Madonna.
Se ci fosse una possibilità di fare questa operazione di mercato io non me la farei sfuggire per nulla al mondo.
Per provare l'all-in decisivo e per non avere nessun tipo di rimorso o di rimpianto.
Non è un grosso rischio ma un investimento che potrebbe portare alla svolta decisiva sotto tutti i punti di vista.

È difficoltoso spiegare quel che penso, mi rendo conto, perché sembra il gioco degli  assurdi.

" Se è assurdo perché ci vuoi convincere? C'è stai a pijá per cuxo?"

No. Badelij ci serve , nell'immediato.
Ma non dobbiamo prenderlo.

Perchè è un acquisto funzionale per la squadra ma non per il progetto.
Perché la Lazio ha un grande progetto.
E non può permettersi di derogare, anche tale acquisto servisse per la CL.

Alla CL ci arriveremo per inerzia, senza aver deviato di un punto, belli, giovani, col portafogli gonfio.
Non possiamo fare diversamente da così.
Oggi abbiamo Leiva, di Gennaro, Jordao.
Stop, non serve un quarto.

Felici, sereni, con una squadra bella come esercito schierato a battaglia, andiamo a vedere dove arriviamo.

Online Tarallo

*****
78204
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1117 il: 13 Gen 2018, 06:58 »
ES, un Giancarlo Dotto più onirico.

Online SSL

*
2277

Online SSL

Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1118 il: 13 Gen 2018, 07:17 »
È difficoltoso spiegare quel che penso, mi rendo conto, perché sembra il gioco degli  assurdi.

" Se è assurdo perché ci vuoi convincere? C'è stai a pijá per cuxo?"

No. Badelij ci serve , nell'immediato.
Ma non dobbiamo prenderlo.

Perchè è un acquisto funzionale per la squadra ma non per il progetto.
Perché la Lazio ha un grande progetto.
E non può permettersi di derogare, anche tale acquisto servisse per la CL.

Alla CL ci arriveremo per inerzia, senza aver deviato di un punto, belli, giovani, col portafogli gonfio.
Non possiamo fare diversamente da così.
Oggi abbiamo Leiva, di Gennaro, Jordao.
Stop, non serve un quarto.

Felici, sereni, con una squadra bella come esercito schierato a battaglia, andiamo a vedere dove arriviamo.
Secondo me ti sbagli. Con tutte e tre le competizioni aperte devi saper anche adattare il tuo programma alle esigenze. Un minimo di margine deve esserci. Non puoi prevedere tutto all'inizio. Caceres l'avevi preso in estate. Adesso stai messo bene, e serve un altro centrocampista di buon livello. Un minimo di rischio di investimento  (non so se sono 8 mio) dovi averlo. Qui investi 8 per arrivare a 40-50 mio della CL e magari altri soldi dalle coppe.
Re:Mercato di Riparazione
« Risposta #1119 il: 13 Gen 2018, 08:09 »
Secondo me ti sbagli. Con tutte e tre le competizioni aperte devi saper anche adattare il tuo programma alle esigenze. Un minimo di margine deve esserci. Non puoi prevedere tutto all'inizio. Caceres l'avevi preso in estate. Adesso stai messo bene, e serve un altro centrocampista di buon livello. Un minimo di rischio di investimento  (non so se sono 8 mio) dovi averlo. Qui investi 8 per arrivare a 40-50 mio della CL e magari altri soldi dalle coppe.
Quoto questa ultima risposta.
E aggiungo questa Lazio è molto forte, forse la migliore dell'era Lotito, ma anche le 2 Lazio di Reja  che arrivarono quarte erano forti e se la memoria non mi tradisce, una di queste era addirittura 2 in classifica ai primi di febbraio, però dal mercato di riparazione non arrivò niente. Ergo mi auguro vivamente che si faccia tesoro degli errori passati, anche perché qualche danaro in cassaforte ci dovrebbe essere quest'anno.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod