Stadio delle Aquile (topic ufficiale)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online white-blu

*
16556
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1360 il: 18 Mar 2017, 16:06 »
Famolo a tormarancia. A du spunti da casa mia.

Offline WhiteBluesBrother

*****
15736
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1361 il: 18 Mar 2017, 17:30 »
WBB, onestamente... c'è una soluzione che non prevede il "moriremo tutti"? Non sarai un po troppo pessimista?
Ne ho elencate diverse in questo topic, riguardatele.
Caro Palo, ho riso di gusto al tuo scherzo, proprio come ho riso alle dichiarazioni di sgarby, credibile come una scureggia.
Per fortuna almeno questa certezza granitica ce l'abbiamo, tutto il resto è nel regno dell'ignoto. Insomma, anche lotito è un figlio dell'ignoto. :D

Offline claudio1

*
2587
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1362 il: 18 Mar 2017, 23:13 »
Che poi Quintiliani è Roma Est. A me va bene tutto, pure a Tor di Valle, basta che si fa.

E' sicuramente Est. Ma è leggermente nordest. :)
Diciamo che Est sarebbe villa Gordiani, e Quintiliani è un po' più a nord. Facciamo E-NE. ;)

Ma soprattutto, ci passiamo sopra considerando che:
- è attaccata alla tangenziale (quindi abbastanza centro);
- è abbastanza vicina ad una delle due autostrade (quella più a nord tra l'altro) che entrano dentro Roma (tratto interno della A24).

Online ssl1900

*
861
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1363 il: 20 Mar 2017, 17:52 »
Stadio, l'ass. Frongia: "Nessuna richiesta da parte della Lazio. Lotito non vuole il Flaminio"

Si continua a parlare dello stadio Flaminio in ottica Lazio. Lo fa ancora l'assessore di Roma Capitale, Daniele Frongia, ai microfoni della trasmissione 'Un giorno speciale': "L'idea è di fare il punto della situazione del percorso già intrapreso da fine 2016, abbiamo fatto un concorso internazionale e sono pervenute diverse proposte. Parliamo del più grande intervento di riqualificazione di un impianto sportivo a Roma, probabilmente in Italia. Servono tempo ed approfondimenti, ma l’iter è già avviato”. Sullo stadio della Lazio: “Al momento il club biancoceleste non ha mandato proposte concrete e il presidente Lotito ha già ribadito che non è interessato al Flaminio”.
----------------------------------------------------------
Mi auguro che quanto prima lotito mandi qualche proposta concreta.
Se ha un progetto di massima lo deve presentare al comune in questi mesi quando ancora non si è chiusa la faccenda stadio della asromamerda.
E' ora che puoi ottenere il massimo altrimenti conclusa la trattativa con fra asrmamerda e comune rischi che in campidoglio non ti danno più retta e che ti devi accontentare di quello che ti concede l'amministrazione capitolina.
Il ferro va battuto finche è caldo.

Offline WhiteBluesBrother

*****
15736
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1364 il: 20 Mar 2017, 22:35 »
Stadio, l'ass. Frongia: "Nessuna richiesta da parte della Lazio. Lotito non vuole il Flaminio"

Si continua a parlare dello stadio Flaminio in ottica Lazio. Lo fa ancora l'assessore di Roma Capitale, Daniele Frongia, ai microfoni della trasmissione 'Un giorno speciale': "L'idea è di fare il punto della situazione del percorso già intrapreso da fine 2016, abbiamo fatto un concorso internazionale e sono pervenute diverse proposte. Parliamo del più grande intervento di riqualificazione di un impianto sportivo a Roma, probabilmente in Italia. Servono tempo ed approfondimenti, ma l’iter è già avviato”. Sullo stadio della Lazio: “Al momento il club biancoceleste non ha mandato proposte concrete e il presidente Lotito ha già ribadito che non è interessato al Flaminio”.
----------------------------------------------------------
Mi auguro che quanto prima lotito mandi qualche proposta concreta.
Se ha un progetto di massima lo deve presentare al comune in questi mesi quando ancora non si è chiusa la faccenda stadio della asromamerda.
E' ora che puoi ottenere il massimo altrimenti conclusa la trattativa con fra asrmamerda e comune rischi che in campidoglio non ti danno più retta e che ti devi accontentare di quello che ti concede l'amministrazione capitolina.
Il ferro va battuto finche è caldo.
La notizia non c'è. Si sa che siamo alla manifestazione di intenzioni e non ci sono atti formali.
Io non so cosa si aspetti ma ondeggio fra la speranza di un mandrakata micidiale e il terrore di una folle intemerata sulla tiberina, senza sbocchi di sorta.
Vedremo, chissà quando. Forse si aspetta il 5 aprile con la chiusura della buffonata su tdv?

Offline Sonni Boi

*****
12763
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1365 il: 20 Mar 2017, 23:10 »
Per me ci stiamo facendo tante illusioni a vuoto, lo stadio non credo sia nelle intenzioni di Lotito a meno che non gli facciano fare quello che vuole lui sulla Tiberina. Il che ovviamente non accadrà mai.

Offline MeoPatacca

*
586
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1366 il: 21 Mar 2017, 10:13 »
Ma dire semplicemente che sta aspettando che finisca l'iter di quelli dall'altra parte è uno scandalo?

P.s. Per me è anche giusto in modo da ottenere stesso trattamento quando poi toccherà a lui affrontare il comune.

Online ssl1900

*
861
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1367 il: 21 Mar 2017, 16:27 »
Ma dire semplicemente che sta aspettando che finisca l'iter di quelli dall'altra parte è uno scandalo?

P.s. Per me è anche giusto in modo da ottenere stesso trattamento quando poi toccherà a lui affrontare il comune.

Aspettiamo …

Prima si diceva  di aspettare perchè bisognava vedere se il comune faceva fare lo stadio agli americani.

Adesso si dice che bisogna aspettare che finisca l’iter ….

Speriamo che fra un po’ non ci dicono di aspettare che quelli dall'altra parte inizino a giocare il campionato nel loro nuovo stadio.

Per me,  una volta finito l'iter per lo stadio degli americani, sarà difficile per lotito far valere le sue ragioni. Adesso si dovrebbe presentare in comune, se non proprio con un progetto,  quanto meno con delle proposte concrete, come del resto dice Frongia.

Online turco

*****
2165
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1368 il: 21 Mar 2017, 17:56 »
Lo stadio di palletta sta ancora in alto mare...

Offline DajeLazioMia

*****
35102
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1369 il: 30 Mar 2017, 18:05 »

La costruzione di uno stadio della Lazio nell’ultimo periodo è diventato un tema caldo, soprattutto dopo l a grande accelerazione (quasi decisiva) registrata sul fronte Roma. Alfonso Mercurio, progettista dello ‘Stadio delle Aquile’, è intervenuto a Radiosei per affrontare la questione a tutto tondo: “Non so se lo stadio sarà mai realizzato. La situazione mi sembra molto ambigua e le ultime uscite di Sgarbi sullo stadio della Lazio mi sembrano perlomeno inopportune. Speriamo di riuscire nell’intento, le probabilità di costruzione sono del 50%. Lotito l’ho sentito di recente, è un uomo brillante e vuole andare avanti”.

INONDAZIONI PROBLEMA RISOLVIBILE - “Il progetto prevede tre soluzioni: quella dello stadio a Valmontone, la seconda, è partita nel 2005 e prevede la costruzione della cittadella dello sport. Quando Lotito subentrò anche la prima soluzione fu rivista. Il lavoro va avanti da più di 10 anni, siamo partiti prima della Roma. L’area di destinazione, qualora ci siano le infrastrutture necessarie può cambiare. Per quanto riguarda le inondazione della Tiberina, avevamo affrontato l’argomento con il Comune. Non dico che eravamo arrivati ad una soluzione, eravamo a buon punto ma poi il dialogo si è interrotto: ho partecipato a molte riunioni e non c’era una chiusura totale da parte delle istituzioni. Il problema ha sicuramente un costo aggiuntivo, ma è un risolvibile. L’area disponibile in quella zona è immensa, ben  500 ettari di terreno, mentre quella destinata alla costruzione della cittadella è di 100 ettari. Era stato previsto un parco archeologico per preservare le rovine romane. Dall’inizio io avevo consigliato a Lotito di separare gli iter tra stadio e tutto il resto: il primo discorso doveva andare avanti in maniera indipendente perché poi in seguito avrebbe richiamato l’ulteriore sviluppo urbano. Ciò che oggi può sembrare molto difficile, un domani può diventare fattibile”.

NO AL FLAMINIO - “Il Flaminio non è una soluzione adeguata perchè il suo hinterland non permette l’utilizzo per il calcio. Il primo problema sarebbero i parcheggi. All’epoca della costruzione l’Auditorium non c’era, quindi la situazione era totalmente diversa.  Anche quando veniva utilizzato per il rugby c’era il caos in tutta l’area circostante. Gli stadi quando sono stati costruiti erano fuori dalla città o fuori da aree densamente popolate. L’impianto diventa poi un polo di attenzione per tutta la zona che richiama, come detto in precedenza, la costruzione di un centro abitato tutto intorno. Seguire l’iter contrario, cioè inserire uno stadio dentro un’area già abitata è una follia”.

INFRASTRUTTURE AGGIUNTIVE - “Per realizzare uno stadio del genere ci vogliono 2 anni, 2 anni e mezzo. Nell’area della Tiberina le infrastrutture sono sovrabbondanti. Dalla diga di Castel Giubileo il Tevere è navigabile, quindi si potrebbe sfruttare anche il trasporto fluviale. In caso di costruzione dell’impianto può esserci al vaglio una nuova costruzione di infrastrutture, per esempio una nuova uscita autostradale. Era stata prevista una linea di metropolitana leggera parallela alla linea ferroviaria, oltre all’apertura di una stazione autonoma”.

IL PROGETTO - “La capienza si aggira intorno ai 45 mila spettatori. Siccome la Lazio è una Polisportiva il nostro obiettivo era di far vivere la cittadella tutti i giorni con ristoranti e centri pubblici. Nel progetto di Valmontone sotto le tribune c’erano una piscina, un campo di pallavolo e basket. Avendo più spazio a disposizione sulla Tiberina abbiamo previsto tutto ciò sia dentro che fuori, considerando l’alternanza delle stagioni. Nella prima soluzione avevamo realizzato anche una copertura chiudibile, poi molti esperti internazionali ci hanno sconsigliato di fare questo perchè l’utilizzo sarebbe talmente raro. Il riscaldamento dei sedili si può fare ma bisogna considerare i costi non indifferenti. Le caratteristica dell’ultima versione è quella di avere strutture sportive oltre al rettangolo di gioco e locali commerciali che guardano al campo nelle quattro torri angolari. A Nord dello stadio poi compare un grosso complesso commerciale coperto da un prato con un eliporto sopra”.

Offline paolo71

*****
8957
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1370 il: 31 Mar 2017, 08:12 »
ma valmontone cosa???...eddai sù...

Offline surg

*
6074
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1371 il: 31 Mar 2017, 08:28 »
Qualcuno dovrebbe spiegarmi perchè a Londra è stata possibile la costruzione di 5 stadi in pieno centro abitato, mentre questo a Roma sarebbe impossibile.
Straordinaria l'idea di raggiungere lo stadio per via fluviale

Offline cry

*
3421
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1372 il: 31 Mar 2017, 09:48 »
Ma già iniziano le scuse per non venire allo stadio "nuovo"? :beer:
Tanto non lo facciamo 8)

Offline FeverDog

*****
4437
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1373 il: 01 Apr 2017, 08:20 »
Lo stadio di palletta sta ancora in alto mare...
Quindi anche quello si potrà raggiungere per via marittima

Online Davy_Jones

*****
5539
Sesso: Maschio
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1374 il: 01 Apr 2017, 08:40 »
Quindi anche quello si potrà raggiungere per via marittima

tutto tranne via terra

Offline Tyler87

*
4450
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1375 il: 26 Mag 2017, 10:39 »
L'articolo di oggi sul Tempo mette chiarezza sull'emendamento alla legge degli stadi in aula in questi giorni.



Niente case per gli stadi

Niente edilizia residenziale: il divieto di costruire case in cambio di stadi, quindi anche di quello di Tor di Valle, viene ribadito a chiarissime lettere dall’emendamento, presentato dal Governo, alla manovra che è in discussione in Parlamento. Nelle scorse settimane si era ipotizzato che le «destinazioni d’uso diverse da quella sportiva» riportate nel primo testo licenziato dal Governo, in realtà, nascondessero un’apertura alla costruzione di case in cambio di stadi, contraddicendo quindi l’espresso divieto che era stato inserito nella cosiddetta «legge Stadi» anche se qualche voce solitaria aveva sottolineato come un espresso divieto non potesse essere cancellato da una frase così implicita. Ora arriva la conferma: «Per eliminare ogni dubbio interpretativo» come si legge nella relazione tecnica allegata agli emendamenti del Governo, «il progetto può comprendere, ai fini del raggiungimento dell’equilibrio economico finanziario, la costruzione di immobili con destinazioni d’uso diverse da quella sportiva con esclusione della realizzazione di nuovi complessi di edilizia residenziale». Se l’emendamento sarà approvato senza ulteriori modifiche, sarà lafine delle elucubrazioni speculative su Tor di Valle e su qualsiasi altro impianto che si vorrà costruire.

Il nuovo testo proposto dal Governo, però, contiene anche altre novità sostanziali: tutte le opere devono essere realizzate in aree contigue. Quindi, niente spazio a«compensazioni» in altre zone della città. Fine dell’idea di prendere il Flaminio e poi «compensare» altrove. Altra novità: se due società presentano due progetti sullo stesso impianto pubblico (ad esempio, Milan e Inter sul Meazza/SanSiro), sarà la Conferenza di Servizi preliminare a valutare il più conveniente. Altra novità (che potrebbe trovare applicazione nel caso del progetto di Tor di Valle) riguarda la necessità che il progetto definitivo sia accompagnato da «una bozza di convenzione in cui sia previsto che la realizzazione delle opere» pubbliche «precede o è contestuale» ai lavori del nuovo stadio. Inoltre, dovrà essere predisposto anche «un piano economico-finanziario che dia conto della effettiva copertura finanziaria dei costi di realizzazione». Se questa parte trovasse applicazione per Tor di Valle,quindi,difficilmente sarà possibile accettare che ponti e treni siano solo elencati senza che vi siano coperture economiche certe. Fra le novità che potrebbero essere introdotte dalla discussione in Parlamento, vi è la possibilità per la società sportiva di destinare il 20% della superficie dell’intervento alla costruzione di case da riservare agli atleti, tesserati o dipendenti. Insomma, di fatto, alla foresteria.

Infine, vengono chiarite le modalità di svolgimento della Conferenza di Servizi decisoria e il suo valore in termini di variante urbanistica, cioè, di fatto, i due grandi elementi di dubbio che hanno accompagnato i mesi di discussione in Regione e in Comune proprio sul progetto di Tor di Valle. In sostanza, la Conferenza di Servizi decisoria sarà il vero «visto si stampi» su un progetto. Il suo verbale conclusivo avrà valore di «dichiarazione di pubblica utilità anche per gli immobili complementari» e«costituirà verifica di compatibilità ambientale e variante» urbanistica se l’impianto sarà realizzato anche solo in parte su area pubblica. Se fosse su area privata, invece, il verbale conclusivo è «variante» urbanistica ma viene «trasmesso al sindaco che lo sottopone all’approvazione del Consiglio comunale nella prima seduta utile».

 (Il Tempo, F. Magliaro)

Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1376 il: 26 Mag 2017, 11:04 »
No case, no tiberina.

Offline Jeffry

*****
9959
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1377 il: 26 Mag 2017, 11:08 »
...Fra le novità che potrebbero essere introdotte dalla discussione in Parlamento, vi è la possibilità per la società sportiva di destinare il 20% della superficie dell’intervento alla costruzione di case da riservare agli atleti, tesserati o dipendenti. Insomma, di fatto, alla foresteria.
...

Io non credo che questo passaggio sia di poco conto.
Il 20% di quello che gli stanno concedendo è tanto. Tantissimo.
Ed io non credo assolutamente che giocatori e dipendenti dell'AS Corropoli vadano poi ad abitare a TdV.
Quindi, cosa se ne farà del residenziale che rimane inutilizzato?
Semplice, si mette in vendita.
A tutti.
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1378 il: 26 Mag 2017, 11:41 »
Per carità, questo è un paese di farnacciari, ma non penso che questa ruzzichella possa funzionare.

Costruisco centinaia di abitazioni, i tesserati della società non ci vanno, restano vuote e quel punto vendo tutto a privati cittadini, dai sarebbe troppo.

Offline DajeLazioMia

*****
35102
Re:Stadio delle Aquile (topic ufficiale)
« Risposta #1379 il: 26 Mag 2017, 12:17 »
Se non sbaglio lo ha fatto anche il Real, anche per i giocatori delle giovanili.
È tutta patrimonializzazione, anche se non vendi, ma affitti.
Poi dipende dove le fai, di che livello, in mezzo a cosa.
Molti giocatori vanno in affitto in zone di lusso ma periferiche, potrebbero anche prendersi casa nel centro di allenamento-stadio se sono appartamenti di alto livello.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod