Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Warp

*
7535
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #20 il: 16 Feb 2017, 14:56 »
Kruder&Dorfmeister e Boards of Canada. quanto sono importanti? perchè? se doveste suggerire altri approdi simili, chi indichereste tra le gemme nascoste magari?)

K&D a parte un paio di ottimi album e un paio di singoli (su tutti Deep Shit secomdo me un pezzo leggendario) downtempo (trip hop che dir si voglia), non è che abbiano lasciato grosse tracce nella storia della musica a mio modo di vedere. Non lo so come approdo a parte il coevo Vienna Sound, ci potrebbe stare la Illbient americana, DJ Spooky sta gente qua, ma non è che il genere mi abbia mai mosso molto sinceramente, quindi non posso essere di grande aiuto.

I Boards of Canada secondo me hanno avuto la sfiga di uscire su Warp nel momento di massimo splendore della label, un periodo di 3/4 anni in cui ha dettato legge in fatto di elettronica e quindi davanti a mostri sacri come Autechre, Black Dog, Aphex Twin, hanno un po sofferto la sindrome del second coming (stessa sorte toccata ai Seefeel e ai B12, gruppi sottovalutati).
Poi hanno avuto una fase "di pilota automatico" all'epoca di Geodaddi che li ha portati fuori dai riflettori L'ultimo disco ormai del 2013 invece è spettacolare.

Kelly
Su Perry resto della mia idea  :) (come sui Kraftwerk resto della tua ) :)
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #21 il: 16 Feb 2017, 16:04 »
A me piaceva tantissimo Tosca ovvero Dorfmeister e Rupert Huber.
Ci furono un paio d'anni in cui tra tracce loro e remix vari produssero musica di gran classe, a meta' tra geometrie teutoniche e glasse french-touch.

Offline meanwhile

*****
2545
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #22 il: 16 Feb 2017, 19:58 »
Allora, tempo di venire ai fatti. E dato che l'estensore del topic mi pare guardi soprattutto ai 90, metto qua un pò dei chiodi che ho usato per la mia personalissima arrampicata all'elettronica di quegli anni







Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #23 il: 21 Feb 2017, 09:15 »
Topic bellissimo e (electro-)stimolante.

Cosa è la musica elettronica?
Come definirla?
Dove mettere i confini?
Confini per esclusione o per inclusione?
Per tecnologia? Per tecniche di produzione?
O per ispirazione?
Esiste una "poetica elettronica"?
E se esiste, quanto è ampia, condivisibile?
È un concetto individuale o in qualche modo universale?

Ci penso, nel frattempo mi studio tutti i vostri interessanti spunti e suggerimenti, perchè, tranne che per qualche eccezione, con l'electro sono fermo al 1980.

E poi col cel non riesco a scrivere (mannaggia all'elettronica moderna)
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #24 il: 21 Feb 2017, 10:33 »
una pregunta: se mettete video, scrivete sotto nome artista e traccia, dal lavoro non accedo a youtube, e credo oramai siamo in parecchi con questo problema... thanks
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #25 il: 21 Feb 2017, 11:31 »
una pregunta: se mettete video, scrivete sotto nome artista e traccia, dal lavoro non accedo a youtube, e credo oramai siamo in parecchi con questo problema... thanks

Mi associo e anzi per rendere piu' fruibile il topic chiederei anche di non esagerare coi video youtube che a me  al lavoro ci mette una vita per aprire le pagine.

Offline meanwhile

*****
2545
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #26 il: 21 Feb 2017, 12:01 »
Ah, beh, scusate. Colpa mia che penso che al lavoro si lavora e davanti al pc di casa si cazzeggia...  :D :beer: :beer:

Offline meanwhile

*****
2545
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #27 il: 21 Feb 2017, 13:01 »
...

Ci penso, nel frattempo mi studio tutti i vostri interessanti spunti e suggerimenti, perchè, tranne che per qualche eccezione, con l'electro sono fermo al 1980.


Moooolto indietro... ma mi/ci interessa sapere come la vedi dalla prospettiva di chi si è fermato lì

Offline porga

*
898
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #28 il: 21 Feb 2017, 15:11 »
mi inserisco solo per un po' di electrogossip

ma è vero che Aphex Twin si chiama così - oltre che per il progetto analogue effects - a causa del fratello gemello morto alla nascita?
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #29 il: 21 Feb 2017, 15:44 »
mi inserisco solo per un po' di electrogossip

ma è vero che Aphex Twin si chiama così - oltre che per il progetto analogue effects - a causa del fratello gemello morto alla nascita?

Si è vero, ma la cosa piu interessante è che Richard era ossessionato da un processore di segnale chiamato Aural Exciter ( che tra l'altro io posseggo   :=)) )
che originariamente era stato pensato per correggere quelle fonti sonore "povere" di armoniche ( l'AE le ricrea artificialmente grazie a un processore ), ma che sotto le mani dei soliti smanettoni creava delle sfumature aasolutamente innaturali e futuristiche.
La casa produttrice dell'Aural Exciter è appunto la Aphex Systems Limited.

Online gruber

*****
2994
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #30 il: 21 Feb 2017, 17:04 »
Ciao a tutti,
topic interessantissimo.
Mi dichiaro profano anche se scopro con piacere di conoscere molti degli artisti e dei dischi che avete citato.

Cosa ne pensate di Bjork? Che ruolo ha in questo universo?

Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #31 il: 21 Feb 2017, 18:00 »
Cosa ne pensate di Bjork? Che ruolo ha in questo universo?

Bjork ha attraversato varie fasi e incrociato stili molto diversi anche tra loro.
E sopratutto ha lavorato con tanti produttori diversi, anche all'interno di un singolo album, e alcuni di questi non erano particolarmente "elettronici".
Volendo trovare la fase piu' propriamente elettronica penserei a Vespertine, anzi ancora di più Homogenic, in cui Matmos, produttore elettronico digitale della scuola "glitch" ha avuto un peso rilevante.
Si tratta sempre comunque di forme ibride, dischi in cui emergono ogni tanto partiture orchestrali "classiche".
Forse l'unica sua vera costante è stata la sua voce particolarissima e molto umana.
Il mio disco preferito rimane Debut in cui c'è il pop, la house e quel senso di agrodolce mdma...

Online Warp

*
7535
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #32 il: 21 Feb 2017, 18:38 »
intanto segnalo un po di dischi che possono circoscrivere il campo, ovviamente si tratta di una lista altamente incompleta e personale

anni 60
Delia Derbyshire - Dreams
Morton Subotnick - Silver Apples Of The Moon
Wendy Carlos - Switched-On Bach
Giuliano Sorgini - Elettroformule
Karl Heinz - Stockhausen - Hymnen

anni 70
John Cale & Terry Riley - Church Of Anthrax
Cluster - Cluster
Cluster - Sowiesoso
Harmonia - Musik Von Harmonia
Brian Eno - Musicfor Airports
Klaus Schulze - Irrlicht
Gary Numan - The pleasure principle
Tangerine Dream - Zeit
Throbbing Gristle - the 2nd annual report
Popol Vuh - In den Gaerten Pharaos
Giorgio Moroder - From Here To Eternity
Eno, Moebius & Roedelius - After the Heat
Michael Bundt - Neon
Thomas Leer & Robert Rental - The Bridge
Residents - Eskimo

anni 80
Front 242 - Front by Front
Alvin Lucier - I Am Sitting In A Room
Laurie Anderson  -Big Science
Esplendor Geometrico - El Acero del Partido/ Heroes del Trabajo
Soft Verdict - Vergessen
Klinik - Melting close+ Sabotage
Malcolm McLaren - Duck Rock
Manuel Göttsching - E2-E4
Eyeless In Gaza   - The Eyes of Beautiful Losers
Monoton - Blau Monotonprodukt 02
Kraftwerk - Tutto
Alexander Robotnick - Ce N'Est Q'Un Debut
MARRS  -Pump up the volume
Skinny Puppy - Too Dark Park
Mark Stewart - Metatron
808 State - 90
MC 900 FT Jesus    - Hell with the lid off

anni 90
Future Sound Of London - Lifeforms
Aphex Twin - Tutto
Global Communication - 76-14
Autechre - Amber
Autechre - EPS 1991-2002
Grid - Electric Head
Shamen - En-tact
Love Corporation - Tones
Thomas Köner - Permafrost
Ryoji   Ikeda - 0°
Sabres of Paradise - Haunted Dancehall
Black Dog - Bytes
Goldie - Timeless
Photek - Modus Operandi
KLF - Chill Out
The Orb -Adventures beyond the Ultraworld
Orbital  -Svinilisation
Cabaret Voltaire - Body and Soul
Clock DVA - Man Amplified
PWOG - Psychick Warriors Ov Gaia
Coil - Love's secret domain
St.Germain - From Detroit To Saint Germain
Reload - A Collection Of Short Stories
Psychic TV - Towards Thee Infinite Beat
Pan Sonic - Kulma


anni 00
Burial - s/t
William Basinski - The Disintegration Loops I-IV
Fennesz - Endless summer
Peter Wright - Snow Blind
Sun Araw - Heavy Deeds
Stereolab - Dots and loops
Skaters - Dark Rye Bread
Pinch   - Underwater dancehall
Passage - The Forcefield Kids

anni 10
James Ferraro - Far Side Virtual
Fatima Al Qadiri - Asiatisch
Autechre - Oversteps
Roly Porter - Aftertime
Daft Punk - Random Access Memory
Chris Watson - El Tren Fantasma
Sweet Exorcist - Retro Activity
Shackleton - Music For The Quiet Hour-The Drawbar Organ EPs
Robedoor - City Of Scum
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #33 il: 21 Feb 2017, 19:00 »
Grande Warp!
A una lettura veloce ci stanno un sacco di capolavori nella tua lista.
Appena ho tempo cerco di integrare.

p.s. ndo stanno i Suicide ?  :beer:

Offline meanwhile

*****
2545
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #34 il: 21 Feb 2017, 19:46 »
Ottimo Warp, appena posso integro anche io.
E indago anche un pò, che ho visto roba che non conosco.
Si va verso i 50 anni di (altro)ascolto, e ancora non si finisce di scoprire.

Online Warp

*
7535
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #35 il: 21 Feb 2017, 20:23 »
Grande Warp!
A una lettura veloce ci stanno un sacco di capolavori nella tua lista.
Appena ho tempo cerco di integrare.

p.s. ndo stanno i Suicide ?  :beer:

troppa roba manca, riguardando ho visto che manca tutta l'elettronica new age anni 80, molto synth pop, manca la house e la techno americana, manca l' hip hop (per lo meno quello di anticon, leaf e def jux io lo metterei nell'elettronica) manca cosiddetto "glitch" molta drum 'n' bass, il trip hop e chi pi ù ne ha più ne metta :D

i suicide sono in ognuno di noi  :pp
basterebbero i mitologici 23 minutes over Brussels per marchiare il genere
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #36 il: 22 Feb 2017, 11:37 »
Ok allora mi ci metto anch'io a fare qualche lista.
Dico 10 album imprescindibili per ogni decennio.
Però con un criterio: cercare di rimanere sull'elettronica "elettronica"
quindi poche contaminazioni e focus sull'uso dei synth o comunque degli strumenti elettronici e non elettrico-acustici.
Per esempio: A rainbow in a curved air di Riley che pure è stato influentissimo nel campo dell'elettronica è stato suonato con un organo elettrico e quindi non è compreso.

Anni 60':

Jean-Jacques Perrey - Prelude Au Sommeil  1958
Morton Subotnick - Silver Apples of the Moon 1967
Karlheinz Stockhausen - Telemusik - 1960
Wendy Carlos – Switched-On Bach 1968
Pauline Oliveros – Reverberations: Tape & Electronic Music 1961-1970
Folke Rabe - Was??  1967
Silver Apples - Silver Apples 1968
Ron Geesin – A Raise of Eyebrows 1967
John Cage & David Tudor - Indeterminacy: New Aspect Of Form In Instrumental And Electronic Music 1959
Eliane Radigue - Vice versa etc. 1970
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #37 il: 22 Feb 2017, 12:23 »
tipo così?  :)

Anni 60':
Jean-Jacques Perrey - Prelude Au Sommeil  1958
Morton Subotnick - Silver Apples of the Moon 1967
Karlheinz Stockhausen - Telemusik - 1960
Wendy Carlos – Switched-On Bach 1968
Pauline Oliveros – Reverberations: Tape & Electronic Music 1961-1970
Folke Rabe - Was??  1967
Silver Apples - Silver Apples 1968
Ron Geesin – A Raise of Eyebrows 1967
John Cage & David Tudor - Indeterminacy: New Aspect Of Form In Instrumental And Electronic Music 1959
Eliane Radigue - Vice versa etc. 1970
Delia Derbyshire - Dreams
Giuliano Sorgini - Elettroformule
Karl Heinz - Stockhausen - Hymnen

anni 70
John Cale & Terry Riley - Church Of Anthrax
Cluster - Cluster
Cluster - Sowiesoso
Harmonia - Musik Von Harmonia
Brian Eno - Musicfor Airports
Klaus Schulze - Irrlicht
Gary Numan - The pleasure principle
Tangerine Dream - Zeit
Throbbing Gristle - the 2nd annual report
Popol Vuh - In den Gaerten Pharaos
Giorgio Moroder - From Here To Eternity
Eno, Moebius & Roedelius - After the Heat
Michael Bundt - Neon
Thomas Leer & Robert Rental - The Bridge
Residents - Eskimo

anni 80
Front 242 - Front by Front
Alvin Lucier - I Am Sitting In A Room
Laurie Anderson  -Big Science
Esplendor Geometrico - El Acero del Partido/ Heroes del Trabajo
Soft Verdict - Vergessen
Klinik - Melting close+ Sabotage
Malcolm McLaren - Duck Rock
Manuel Göttsching - E2-E4
Eyeless In Gaza   - The Eyes of Beautiful Losers
Monoton - Blau Monotonprodukt 02
Kraftwerk - Tutto
Alexander Robotnick - Ce N'Est Q'Un Debut
MARRS  -Pump up the volume
Skinny Puppy - Too Dark Park
Mark Stewart - Metatron
808 State - 90
MC 900 FT Jesus    - Hell with the lid off

anni 90
Future Sound Of London - Lifeforms
Aphex Twin - Tutto
Global Communication - 76-14
Autechre - Amber
Autechre - EPS 1991-2002
Grid - Electric Head
Shamen - En-tact
Love Corporation - Tones
Thomas Köner - Permafrost
Ryoji   Ikeda - 0°
Sabres of Paradise - Haunted Dancehall
Black Dog - Bytes
Goldie - Timeless
Photek - Modus Operandi
KLF - Chill Out
The Orb -Adventures beyond the Ultraworld
Orbital  -Svinilisation
Cabaret Voltaire - Body and Soul
Clock DVA - Man Amplified
PWOG - Psychick Warriors Ov Gaia
Coil - Love's secret domain
St.Germain - From Detroit To Saint Germain
Reload - A Collection Of Short Stories
Psychic TV - Towards Thee Infinite Beat
Pan Sonic - Kulma


anni 00
Burial - s/t
William Basinski - The Disintegration Loops I-IV
Fennesz - Endless summer
Peter Wright - Snow Blind
Sun Araw - Heavy Deeds
Stereolab - Dots and loops
Skaters - Dark Rye Bread
Pinch   - Underwater dancehall
Passage - The Forcefield Kids

anni 10
James Ferraro - Far Side Virtual
Fatima Al Qadiri - Asiatisch
Autechre - Oversteps
Roly Porter - Aftertime
Daft Punk - Random Access Memory
Chris Watson - El Tren Fantasma
Sweet Exorcist - Retro Activity
Shackleton - Music For The Quiet Hour-The Drawbar Organ EPs
Robedoor - City Of Scum
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #38 il: 22 Feb 2017, 12:51 »
Io metto solo 10 dischi cosi' è pure piu' facile per i neofiti  :p
Con un eccezione pero': i Kraftwerk. di loro tutti i dischi dei 70' vanno posseduti se si vuole entrare davvero nel mondo della musica elettronica.

Anni 70's:

Kraftwerk - everything
Cluster - Zuckerzeit
Tangerine dream - Phaedra
Jean Michel Jarre - Oxygene
Suicide - 1977
Klaus Schulze . Cyborg
Harmonia - Musik von Harmonia
Throbbing Gristle - 20 Jazz funk Greats
Giorgio Moroder - Best of
Thomas Leer & Robert Rental - The Bridge

Online vaz

*****
34993
Sesso: Maschio
Re:Elettrorama: chiodi per un'arrampicata sulle pareti scoscese dell'elettronica
« Risposta #39 il: 22 Feb 2017, 12:57 »
premetto di essere ignorante in materia.

ma dnb/neurofunk/psy/techno rientrano nella lista o no?
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod