libri

0 Utenti e 5 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Maremma Laziale

*
10696
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1820 il: 10 Apr 2018, 15:23 »
Ma è rotto rotto? A me alcuni mesi fa si impallò il Kobo Glo (oramai viaggia sui 4 anni di vita) perché probabilmente avevo inserito troppa roba al suo interno. Ho preso un fermaglio per fogli e ho resettato tutto. Ripartito come nuovo. Certo, si perdono anche tutti i dati, però almeno il reader è salvo.

Il problema comunque sta proprio nel fatto che il dispositivo non è eterno quanto un libro (a meno che non arrivi qualche famigerata "milizia del fuoco"). Se fai delle sottolineature e annoti qualche passo, queste andranno prima o poi irrimediabilmente perdute, proprio per la sua natura "effimera" (alla pari di uno smartphone, per dire).

Offline Nesta idolo

*
4590
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1821 il: 11 Apr 2018, 14:25 »
"Impossibile è niente" il racconto della vita di Muhammad Ali scritto da Thomas Hauser. Me l'hanno regalato :)) e mi è piaciuto molto. A parte la grandissima caratura dell'atleta, l'unicità del pugile nelle sue peculiarità, la sua profonda devozione all'Islam quanto sia stata fondamentale per lui in qualsiasi situazione. Ho capito più nel dettaglio la sua immensa umanità, quanto è stato importantissimo grazie alle dure battaglie che ha perseguito con enorme forza interiore e dignità. Le prese di posizioni forti e anticonformiste in un periodo molto complicato generale, per l'America in particolare. E' stato un punto di riferimento non solamente per la comunità afroamericana ma per tutte persone oppresse in ogni parte del mondo. Continuerà ad esserlo per chi crede ancora che le cose possono cambiare. Grazie Muhammad

Offline TomYorke

*****
6769
Re:libri
« Risposta #1822 il: 11 Apr 2018, 20:16 »
Finito "Lui, io, noi" di Dori Ghezzi, Giordano Meacci e Franesca Serafini.

Le parti di Dori Ghezzi sono belle con spunti anche molto profondi, come quando si chiede "Bisognerebbe trovare una parola nuova, magari. Per indicare la nostalgia del futuro; di quello che non sarà, non di quello che è stato"

Le parti dei due scrittori l'ho trovata invece molto autoreferenziale (a tratti in modo fastidioso) anche se alcuni tratti ironici di Meacci si riconoscono.

Offline naoko

*****
7760
Re:libri
« Risposta #1823 il: 12 Apr 2018, 09:07 »
Finito "Lui, io, noi" di Dori Ghezzi, Giordano Meacci e Franesca Serafini.

Le parti di Dori Ghezzi sono belle con spunti anche molto profondi, come quando si chiede "Bisognerebbe trovare una parola nuova, magari. Per indicare la nostalgia del futuro; di quello che non sarà, non di quello che è stato"
Un guido gozzano al futuro insomma! Grande Dori!

Offline ThomasDoll

*
17104
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1824 il: 03 Lug 2018, 11:09 »
(autopromozione spammatoria)
A proposito di libri, il 21 giugno ne è uscito uno scritto da me su Centocelle, per Iacobelli editore.
Lo trovate sul sito dell'editore e in libreria, Centocelle, storie e luoghi dalla A alla Z. Esiste anche una pagina facebook del libro, dove posto la foto di chi lo legge, c'è anche qualche faccia da Lazionet. Se lo leggete fatemi sapere se vi è piaciuto, grazie...

Offline pan

*
1195
Sesso: Femmina
Re:libri
« Risposta #1825 il: 03 Lug 2018, 19:12 »
(autopromozione spammatoria)
A proposito di libri, il 21 giugno ne è uscito uno scritto da me su Centocelle, per Iacobelli editore.
Lo trovate sul sito dell'editore e in libreria, Centocelle, storie e luoghi dalla A alla Z. Esiste anche una pagina facebook del libro, dove posto la foto di chi lo legge, c'è anche qualche faccia da Lazionet. Se lo leggete fatemi sapere se vi è piaciuto, grazie...

complimenti.

Offline TomYorke

*****
6769
Re:libri
« Risposta #1826 il: 04 Lug 2018, 10:07 »
Letto "Fa troppo freddo per morire" di Christian Frascella, un autore che a me piace molto da sempre.
Primo poliziesco per lui.
Bel giallo, riprende un po' di autori tipo Block e Parker...nella media dei giallisti italiani secondo me è proprio un bell'esordio!
Re:libri
« Risposta #1827 il: Ieri alle 16:52 »


Riletto dopo vari anni, mi ha sorpreso (di nuovo) per la brutale attualità

Re:libri
« Risposta #1828 il: Ieri alle 20:42 »
Sto leggendo Q del consorzio Luther Blissett.

Chi c'è già passato che ne pensa?

Offline vaz

*****
36833
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1829 il: Oggi alle 06:12 »
capolavoro assoluto.
Re:libri
« Risposta #1830 il: Oggi alle 08:51 »
Mi rincuora, perché sto all'inizio e coltivo qualche dubbio.

Vedremo più avanti.

Online JoseAntonio

*****
14155
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1831 il: Oggi alle 08:56 »
Mi rincuora, perché sto all'inizio e coltivo qualche dubbio.

Vedremo più avanti.

All'inizio fai fatica soprattutto per i salti temporali e per la trama 'ermetica'. Se superi questi due scogli sarà una grande esperienza.
(Se legge FD te fa una tesi di dottorato al post successivo  :p)
Re:libri
« Risposta #1832 il: Oggi alle 08:58 »
All'inizio fai fatica soprattutto per i salti temporali e per la trama 'ermetica'. Se superi questi due scogli sarà una grande esperienza.
(Se legge FD te fa una tesi di dottorato al post successivo  :p)

Esattamente, proprio l'inizio con i suoi salti temporali ed i resoconti storici mi sta un po' appesantendo ma se mi dici così rimango fiducioso.

Anche perché ho già messo nel mirino L'armata dei sonnambuli  :)

Offline vaz

*****
36833
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1833 il: Oggi alle 09:00 »
io però sono abbastanza di parte per quanto riguarda il collettivo Wu Ming (ex-Luther Blisset).

secondo me la triade Q-Manituana-L'Armata di Sonnambuli è impressionante per qualità e studio dietro i romanzi.
Re:libri
« Risposta #1834 il: Oggi alle 09:09 »
La precisione nella ricostruzione storica l'ho notata anch'io, roba da maniaci.

Mi accorgo solo ora che ho scritto consorzio e non collettivo  :=))

Online JoseAntonio

*****
14155
Sesso: Maschio
Re:libri
« Risposta #1835 il: Oggi alle 09:10 »
L'armata dei sonnambuli è molto più lineare come costruzione, pur rimanendo ricchissima di spunti e di citazioni volontariamente più o meno vere (ho a casa un libro che viene citato verso la fine, ma che non contiene la citazione riportata)

Offline sergione

*
2314
Re:libri
« Risposta #1836 il: Oggi alle 09:31 »
(autopromozione spammatoria)
A proposito di libri, il 21 giugno ne è uscito uno scritto da me su Centocelle, per Iacobelli editore.
Lo trovate sul sito dell'editore e in libreria, Centocelle, storie e luoghi dalla A alla Z. Esiste anche una pagina facebook del libro, dove posto la foto di chi lo legge, c'è anche qualche faccia da Lazionet. Se lo leggete fatemi sapere se vi è piaciuto, grazie...
Congratulazioni per il libro innanzitutto, non sapevo che Lazio net fosse frequentato anche da scrittori. Ho letto qualcosa sul tuo conto su Internet e ti auguro in bocca al lupo sia per il libro che per la tua idea del locale. A tal proposito qualora andasse in porto mi prenoto subito per una presentazione del mio unico libro  ( non sono uno scrittore professionista). Sarebbe l'occasione per fare una bella chicchierata sull'editoria, sulla Toscana e soprattutto sulla nostra grande Lazio  :ssl

Offline TomYorke

*****
6769
Re:libri
« Risposta #1837 il: Oggi alle 09:56 »
Congratulazioni per il libro innanzitutto, non sapevo che Lazio net fosse frequentato anche da scrittori. Ho letto qualcosa sul tuo conto su Internet e ti auguro in bocca al lupo sia per il libro che per la tua idea del locale. A tal proposito qualora andasse in porto mi prenoto subito per una presentazione del mio unico libro  ( non sono uno scrittore professionista). Sarebbe l'occasione per fare una bella chicchierata sull'editoria, sulla Toscana e soprattutto sulla nostra grande Lazio  :ssl

Mi potresti segnalare, anche in pvt se preferisci,  il tuo libro?

Sull'editoria è veramente arrivato il momento di aprire un tavolo serio. Le scelte dei grandi gruppi editoriali stanno uccidendo tutti, non solo le realtà indipendenti.
Vabbè me so' sfogato.

Offline pan

*
1195
Sesso: Femmina
Re:libri
« Risposta #1838 il: Oggi alle 10:10 »
Mi potresti segnalare, anche in pvt se preferisci,  il tuo libro?

Sull'editoria è veramente arrivato il momento di aprire un tavolo serio. Le scelte dei grandi gruppi editoriali stanno uccidendo tutti, non solo le realtà indipendenti.
Vabbè me so' sfogato.

eh ma per gli autori o aspiranti autori come fai sbagli. i grandi editori se invii il tuo lavoro non ti leggono: si affidano solo alle agenzie letterarie.
i piccoli ti valutano forse pure ma se ti pubblicano la loro diffusione è veramente circoscritta.
a quel punto scegli il selfpublishing tanto se devi vendere solo trenta copie perlomeno sei libero senza contatti di alcun tipo . poi però, dopo le note vicende, ti senti in colpa perchè amazon è capitalista e pensi seriamente se togliere il tuo libro dalla piattaforma... non se ne esce, perlomeno per chi scrive.


Offline TomYorke

*****
6769
Re:libri
« Risposta #1839 il: Oggi alle 10:15 »
eh ma per gli autori o aspiranti autori come fai sbagli. i grandi editori se invii il tuo lavoro non ti leggono: si affidano solo alle agenzie letterarie.
i piccoli ti valutano forse pure ma se ti pubblicano la loro diffusione è veramente circoscritta.
a quel punto scegli il selfpublishing tanto se devi vendere solo trenta copie perlomeno sei libero senza contatti di alcun tipo . poi però, dopo le note vicende, ti senti in colpa perchè amazon è capitalista e pensi seriamente se togliere il tuo libro dalla piattaforma... non se ne esce, perlomeno per chi scrive.

Capisco, guarda per me il sistema è proprio saltato.
Io in realtà posso parlare solo da libraio, e posso solo dire che se continuiamo così, non si salva nessuno.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod