10 febbraio, una giornata da abolire?

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #100 il: 13 Feb 2018, 19:08 »
Iperquote

Offline giovannidef

*
2020
Sesso: Maschio
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #101 il: 14 Feb 2018, 00:44 »
sulla definizione di rappresaglia non sono molto preso poiché qualsiasi tipo di morte anche quella dei carnefici la considero una sconfitta dell'umanità
quello che non capisco è perché non usare un minimo di realpolitik da parte della sinistra socialdemocratica avendo ormai accettato che voto la nuova DC
i croati non votano. così gli sloveni, tito da tempo è terra per ceci mentre ci saranno in italia mezzo milione di giuliani dalmati e istriani tra parenti vari, i quali invece votano e l'argomento non so perchè ancora li innervosisce, fidanzato per un po' con una goriziana
basta poco, non serve neanche crederci realmente e magari non si fa in modo che il ricordo delle foibe sia monopolizzato dalle destre che poi si piglia anche il mezzo milione di voti
in fin dei conti che ci frega abbiamo avuto il biennio rosso sotto sotto siamo tutti di sinistra
ma invece bisogna dire che era una rappresaglia a tutte le porcate che voi avete fatto a casa loro (che però era "anche" loro), che siete fuggiti dal migliore dei mondi possibili perché avevate la coscienza sporca, oggi facciamo le battute sulle foibe ma quando avrete ammesso che siete delle merde magari ci veniamo alla manifestazione sulle foibe ma non esagerate col numero dei morti massimo una cinquantina
è come andare dagli ebrei e dire partecipo al giorno della memoria solo dopo che vi ricordate che siete dei nazisti coi palestinesi
poi non vi offendete se quelli non vi invitano però

un'altra cosa ora che sono democristiano dato che è uscita un paio di volte se era per i partigiani ed i partigiani non erano solo la garibaldi stavamo ancora a festeggiare il sabato fascista
purtroppo almeno in italia bisognerebbe strisciare per secoli per gli americani ma anche per gli inglesi, per i francesi no perchè hanno usato sempre le truppe coloniali

Offline Kobra

*
822
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #102 il: 14 Feb 2018, 09:42 »
Boh fino a ieri pareva cambiasse parecchio, anche perchè bisognerebbe iniziare a dire che le Foibe sono state un atto genocida, così come Piombo Fuso a Gaza coi bombardamenti al fosforo bianco...

Premesso che su genocidio (e terrorismo) si dibatte da decenni a livello planetario senza venirne a capo, quindi lascerei da parte la questione semantica, se vi fosse stato un progetto in tal senso non vi sarebbero stati migliaia di italiani inquadrati nella JNA dopo il collasso dell'8 settembre (alcuni di loro liberarono Belgrado sventolando il tricolore), non vi sarebbero stati decine di migliaia di italiani vissuti e cresciuti nella Jugoslavia fino alla sua implosione (alcuni addirittura mantenendo la propria proprietà nonostante il regime socialista), non vi sarebbe stata una squadra italiana che giocava nella massima serie jugoslava, e nemmeno si arrivò alla conversione forzata dei nomi e a scalpellinare le tombe per cancellare ogni traccia del passato come avvenuto in epoca fascista (sia pure con qualche eccezione tipo i leoni di S.Marco a  Zara)
Bisognerebbe inquadrare le cose all'interno del contesto storico cosa che - ad onta del proprio nome - la giornata del ricordo ha miseramente fallito, come si può facilmente constatare leggendo ed ascoltando quanto viene detto a tale proposito.
 

Offline carib

*****
26749
Sesso: Maschio
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #103 il: 14 Feb 2018, 09:47 »
A me, tra le centinaia di cose dette su tutto lo scibile umano (a proposito non vi conviene scomodare il socialismo reale per ogni cosa che per come sta andando il mondo il socialismo reale ci sta facendo un figurone) sfugge una cosa: ma che cosa si aspettavano gli italiani dagli Jugoslavi alla fine della seconda guerra mondiale? Una stretta di mano? Un "uh oggi viviamo tutti in pace che bello, Jugoslavo/italiano una faccia una razza, balliamo la tarantella tutti insieme". Io vi dico, guardate un po, che è andata pure fin troppo bene. Come sempre sta cavolo de italietta ha perso, con questa giornata delle foibe, una buona occasione per starsi zitta e riflettere su se stessa.
L'italia è corresponsabile dello scatenamento della più grande tragedia umana e del momento più basso raggiunto dall'essere umano nella storia, ve ne rendete conto o no?
E dovete ringraziare i partigiani strisciando nei secoli se almeno un po di briciolo dignità l'abbiamo riacquistata, voi che all'Italia ci tenete tanto.
Punto.

Offline MisterFaro

*****
9437
Sesso: Maschio
KIPIUNEHAPIUNEMETTA!
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #104 il: 14 Feb 2018, 11:10 »
sulla definizione di rappresaglia non sono molto preso poiché qualsiasi tipo di morte anche quella dei carnefici la considero una sconfitta dell'umanità
quello che non capisco è perché non usare un minimo di realpolitik da parte della sinistra socialdemocratica avendo ormai accettato che voto la nuova DC
i croati non votano. così gli sloveni, tito da tempo è terra per ceci mentre ci saranno in italia mezzo milione di giuliani dalmati e istriani tra parenti vari, i quali invece votano e l'argomento non so perchè ancora li innervosisce, fidanzato per un po' con una goriziana
basta poco, non serve neanche crederci realmente e magari non si fa in modo che il ricordo delle foibe sia monopolizzato dalle destre che poi si piglia anche il mezzo milione di voti
in fin dei conti che ci frega abbiamo avuto il biennio rosso sotto sotto siamo tutti di sinistra
ma invece bisogna dire che era una rappresaglia a tutte le porcate che voi avete fatto a casa loro (che però era "anche" loro), che siete fuggiti dal migliore dei mondi possibili perché avevate la coscienza sporca, oggi facciamo le battute sulle foibe ma quando avrete ammesso che siete delle merde magari ci veniamo alla manifestazione sulle foibe ma non esagerate col numero dei morti massimo una cinquantina
è come andare dagli ebrei e dire partecipo al giorno della memoria solo dopo che vi ricordate che siete dei nazisti coi palestinesi
poi non vi offendete se quelli non vi invitano però

un'altra cosa ora che sono democristiano dato che è uscita un paio di volte se era per i partigiani ed i partigiani non erano solo la garibaldi stavamo ancora a festeggiare il sabato fascista
purtroppo almeno in italia bisognerebbe strisciare per secoli per gli americani ma anche per gli inglesi, per i francesi no perchè hanno usato sempre le truppe coloniali

E i negri vanno cacciati che son tutti delinquenti e violentatori.
Realpolitik.
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #105 il: 14 Feb 2018, 13:41 »

è come andare dagli ebrei e dire partecipo al giorno della memoria solo dopo che vi ricordate che siete dei nazisti coi palestinesi


OT:
Sta cosa la fanno alcuni ebrei ortodossi, che peraltro hanno sull'argomento la mia massima stima. La giornata della memoria serve a non dimenticare. Ricordare vuol dire non ripetere.

Offline COLDILANA61

*
11476
Sesso: Maschio
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #106 il: 15 Feb 2018, 01:15 »

Non capisco perche' i tedeschi NON hanno il loro 10/2 .

E Si che i russi (ops i Sovietici) quando invasero la germania ne combinarono di cotte e crude .





Offline Kobra

*
822
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #107 il: 15 Feb 2018, 08:26 »
Non capisco perche' i tedeschi NON hanno il loro 10/2 .

E sì che i tedeschi che evacuarono e/o furono scacciati dai territori dell'est ammontano a oltre 10 milioni...
Ma si sa che in Italia si preferisce ricordare il biennio 1943 - 1945 tacendo sugli anni 1940 - 1943,
non si capisce perché...

Offline Gio

*****
6000
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #108 il: 15 Feb 2018, 11:05 »
I tedeschi se lo ricordano ogni giorno.
E il partito comunista, visto che il comunismo lo avevano in casa e non a chiacchiere, a suo tempo lo hanno dichiarato incostituzionale. Senza troppe filosofie o distinzioni.

Offline COLDILANA61

*
11476
Sesso: Maschio
Re:10 febbraio, una giornata da abolire?
« Risposta #109 il: 15 Feb 2018, 21:33 »
I tedeschi se lo ricordano ogni giorno.
E il partito comunista, visto che il comunismo lo avevano in casa e non a chiacchiere, a suo tempo lo hanno dichiarato incostituzionale. Senza troppe filosofie o distinzioni.

Stiamo parlando di una ricorrenza ufficiale .

Stiamo parlando di storia .

Capisco che per te e' difficile .

Ma provaci . 





 
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod