Lazio.net Community

Varie / General => Temi => Topic aperto da: kelly slater - 05 Feb 2018, 12:59

Titolo: Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 05 Feb 2018, 12:59
Riprendiamo qui la discussione.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 05 Feb 2018, 13:02
http://espresso.repubblica.it/attualita/2018/02/05/news/raid-macerata-fascisti-sul-web-inneggiano-a-luca-traini-e-l-inizio-della-nostra-vendetta-1.317901
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 05 Feb 2018, 13:09
Alcuni dei commenti sul blog delle stelle :



-Abbiamo già abbastanza delinquenti italiani, dobbiamo anche farne venire da Africa eccetera eccetera eccetera

-Ragazzi ma una condanna al fascismo e razzismo no e? Per avere certi voti non vendete l'anima al diavolo.Ho votato sempre M5S ma la vostra ambiguità mi fa un po paura.Non si capisce cosa ne pensate del fascismo e razzismo.

-Questo deficiente di Macerata che spara come un pazzo MA SENZA UCCIDERE NESSUNO, che si arrende tenendo la bandiera italiana e salutando come un fascista a sguazzo mi puzza molto .... moltissimo.
E se questo killer di strapazzo fosse stato ingaggiato da qualcuno (non è difficile da indovinare) per togliere voti a Salvini nella speranza di farli convergere su FI ?

-Il M5S non faccia finta di niente, come se il problema dell'invasione di centinaia di migliaia di afroasiatici, a noi completamente estranei e pure irregolari per l'85% dei casi, non esistesse. Sono anni che continuano ad arrivare SOLO in Italia perchè gli altri Stati della UE hanno chiuso le loro frontiere (Vedi Ventimiglia o il Brennero) e noi dobbiamo farcene carico con alti costi, economici e sociali. Nessun rimpatrio viene effettuato, nemmeno di quelli che delinquono apertamente e pericolosamente. Il razzismo e il fascismo sono conseguenza delle politiche insipienti del PD e non devono essere continuate.


-Questa politica schifosa con la complicità dell'informazione deviata deve finirla di usare le persone come cavie e inculcare nell'animo odio e buonismo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 05 Feb 2018, 13:34
Come mai era armato? Di che tipo di arma si parla? Non ho letto i resconti e non ho altre informazioni, qualcuna ne ha qualche idea?

L'episodio, per le sua connotazioni particolari, non mi pare profili una linea di rischio diffusa.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 05 Feb 2018, 13:59
L'episodio, per le sua connotazioni particolari, non mi pare profili una linea di rischio diffusa.

Speriamo sia come dici, ma sono anni che si usano toni da guerra civile permanente, alla fine qualche demente clicca sul grilletto invece che sul mouse.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Feb 2018, 14:09
Alcuni dei commenti sul blog delle stelle :



-Abbiamo già abbastanza delinquenti italiani, dobbiamo anche farne venire da Africa eccetera eccetera eccetera

-Ragazzi ma una condanna al fascismo e razzismo no e? Per avere certi voti non vendete l'anima al diavolo.Ho votato sempre M5S ma la vostra ambiguità mi fa un po paura.Non si capisce cosa ne pensate del fascismo e razzismo.

-Questo deficiente di Macerata che spara come un pazzo MA SENZA UCCIDERE NESSUNO, che si arrende tenendo la bandiera italiana e salutando come un fascista a sguazzo mi puzza molto .... moltissimo.
E se questo killer di strapazzo fosse stato ingaggiato da qualcuno (non è difficile da indovinare) per togliere voti a Salvini nella speranza di farli convergere su FI ?

-Il M5S non faccia finta di niente, come se il problema dell'invasione di centinaia di migliaia di afroasiatici, a noi completamente estranei e pure irregolari per l'85% dei casi, non esistesse. Sono anni che continuano ad arrivare SOLO in Italia perchè gli altri Stati della UE hanno chiuso le loro frontiere (Vedi Ventimiglia o il Brennero) e noi dobbiamo farcene carico con alti costi, economici e sociali. Nessun rimpatrio viene effettuato, nemmeno di quelli che delinquono apertamente e pericolosamente. Il razzismo e il fascismo sono conseguenza delle politiche insipienti del PD e non devono essere continuate.


-Questa politica schifosa con la complicità dell'informazione deviata deve finirla di usare le persone come cavie e inculcare nell'animo odio e buonismo


Praticamente abbiamo un po' di tutto, me lo aspettavo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Feb 2018, 14:12
Come mai era armato? Di che tipo di arma si parla? Non ho letto i resconti e non ho altre informazioni, qualcuna ne ha qualche idea?

L'episodio, per le sua connotazioni particolari, non mi pare profili una linea di rischio diffusa.

Era una pistola regolarmente detenuta con tanto di porto d'armi per uso sportivo.
Altra domanda da aggiungere alla lista: come si ottengono queste licenze?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Feb 2018, 14:19
Commenti dal FB del PD all'ultimo messaggio firmato Renzi (ho cercato di togliere quelli evidentemente contro il PD):

""Non sono i pistoleri a garantire la sicurezza in Italia, ma i nostri Carabinieri e Poliziotti.
Per questo motivo noi proponiamo l'assunzione di diecimila uomini nelle Forze dell'Ordine.
Chi oggi strizza gli occhi ai pistoleri ha bloccato le
assunzioni e ha tagliato risorse in questo comparto quando ha governato.
L'Italia e gli italiani vanno difesi dalle Forze dell'Ordine, non dai pistoleri che sparano all'impazzata."

Matteo Renzi"

- Basta buonismi alla Boldrini, NOI SIAMO UN'ALTRA COSA sui temi dell'immigrazione, tasse, sicurezza. Loro sono rimasti nelle grotte, noi stiamo andando spediti verso un partito moderno, europeista con un'immigrazione regolare fermando coloro che non hanno diritto di venire in Italia. Soprattutto la follia dei migranti climatici che mi auguro sia una bufala.... non lasciamo questi temi in mano alla destra. SULL'IMMIGRAZIE E RIDUZIONE TASSE, CI GIOCHIAMO ALMENO IL 4-5%. Matteo Renzi deve essere un martello su questi temi, chi prende campo qui è a posto. E poi una bella sforbiciata ai forestali siciliani? Tutti se ne sono dimenticati

- CHE GODURIA SENTIRE QUESTE PAROLE! Ogni volta sono una spallata alle mummie rosse! FORZA Matteo Renzi avanti tutta verso un nuovo partito liberaldemocratico moderno europeista!

- Quello di Macerata è, prima di tutto, un atto terrorista (a sfondo razzista). Non capisco per quale motivo riesca così difficile, a politica e media, chiamare le cose con il loro nome. Terrorismo non è solo quello islamico eh.

- Si fargliela capire, qui i pistolero
vengono elogiati,invitati nei salotti, mai visto un'odio simile
x gli stranieri ed è sempre legittima difesa, poi scrivi commenti civili e ti augurano di tutto.
Peggio delle bestie questa gente
anzi bestie è un complimento

- È l insicurezza creata dalle vostre leggi lacunose a creare questo clima

- Servono nuove leggi chiare contro chi delinque ,più libetà alla polizia che lavora con le mani legate , sperando che la magistratura non colpisca chi ci e si difende .
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Gio - 05 Feb 2018, 14:28
In questa campagna elettorale, il tema dell'immigrazione é quello che potrebbe portare/spostare piú voti.
Ai fini del voto, alle destre conviene che gli extracomunitari mettano paura; alle sinistre che ci siano fascisti da deplorare, meglio se con svastiche appese in cameretta. Il resto, segue (o precede). Per me.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 05 Feb 2018, 14:52
I crimini comuni sono in netta diminuzione (dati Istat). Il "non se ne può più" non ha riscontro.
L'immigrazione è in calo rispetto agli ultimi anni e rappresenta una percenutale molto bassa di società (10% in tutto). L' "invasione" non ha riscontro.

Piuttosto, come ci dice il rapporto oxfam, il 20% più ricco degli italiani detiene il 66% della ricchezza prodotta.
L'esasperazione sociale c'è, ma deriva da lavori di merda e servizi assenti. Precarietà e taglio alla spesa sociale.
Ma di cosa parlano le trasmissioni tv? Parlano di questo?
No, parlano di migranti criminali. Forse perché converrà tanto a politici che a quel 20% più ricco.

Di cosa si parla oggi sui media?
Della bomba sociale causata dai migranti.

Traini ha vinto e stravinto.
Sappiatelo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 05 Feb 2018, 15:13
Era una pistola regolarmente detenuta con tanto di porto d'armi per uso sportivo.
Altra domanda da aggiungere alla lista: come si ottengono queste licenze?

Bravo. Appunto. E come si mantiene i porto sportivo a uno che ha il Mein Kampf sul tavolino da notte. Qualcosa non ha funzionato nel dispositivo di controllo e qualche funzionario si trasferirà comodamente da Macerata a Arbatax. Ma se morivano dieci persone? Questo tipo di porto d'armi va rivisto: non dovrebbe mai essere individuale, ma contingentato; associato ad uno degli organismi di tiro a segno; e richiesto e ottenuto con nulla osta dell'ente sportivo di appartenenza.



Speriamo sia come dici, ma sono anni che si usano toni da guerra civile permanente, alla fine qualche demente clicca sul grilletto invece che sul mouse.

Ecco, io penso che la pazzia per esplodere richieda un innesco. Quindi, sarebbe ovviamente meglio togliere la miccia dell'odio razziale propugnata h24 sui media da certi fenomeni della nostra politica. Però, credo anche che - per disgrazia - a dementi come questo togliere qualunque tipo di innesco sia impossibile.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 05 Feb 2018, 15:15
Sì sì, vero: in genere l'innesco se lo trovano/creano da soli.
Però se si offre loro una copertura tali fenomeni possono trovare diversi emulatori...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Feb 2018, 15:19
Bravo. Appunto. E come si mantiene i porto sportivo a uno che ha il Mein Kampf sul tavolino da notte. Qualcosa non ha funzionato nel dispositivo di controllo e qualche funzionario si trasferirà comodamente da Macerata a Arbatax. Ma se morivano dieci persone? Questo tipo di porto d'armi va rivisto: non dovrebbe mai essere individuale, ma contingentato; associato ad uno degli organismi di tiro a segno; e richiesto e ottenuto con nulla osta dell'ente sportivo di appartenenza.

Ecco, io penso che la pazzia per esplodere richieda un innesco. Quindi, sarebbe ovviamente meglio togliere la miccia dell'odio razziale propugnata h24 sui media da certi fenomeni della nostra politica. Però, credo anche che - per disgrazia - a dementi come questo togliere qualunque tipo di innesco sia impossibile.

Ma più che il possesso del Mein Kampf, che potrebbe essere posseduto anche dal più fervente antifascista, il fatto è che il suo psicologo lo defini' "borderline".

In questo video il titolare della palestra dalla quale era stato allontanato parla di lui:
https://video.repubblica.it/cronaca/macerata-il-titolare-della-palestra-dove-si-allenava-traini-entrava-facendo-saluto-romano-lo-abbiamo-allontanato/296210/296827
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 05 Feb 2018, 15:20
Alcuni dei commenti sul blog delle stelle :



-Abbiamo già abbastanza delinquenti italiani, dobbiamo anche farne venire da Africa eccetera eccetera eccetera

-Ragazzi ma una condanna al fascismo e razzismo no e? Per avere certi voti non vendete l'anima al diavolo.Ho votato sempre M5S ma la vostra ambiguità mi fa un po paura.Non si capisce cosa ne pensate del fascismo e razzismo.

-Questo deficiente di Macerata che spara come un pazzo MA SENZA UCCIDERE NESSUNO, che si arrende tenendo la bandiera italiana e salutando come un fascista a sguazzo mi puzza molto .... moltissimo.
E se questo killer di strapazzo fosse stato ingaggiato da qualcuno (non è difficile da indovinare) per togliere voti a Salvini nella speranza di farli convergere su FI ?

-Il M5S non faccia finta di niente, come se il problema dell'invasione di centinaia di migliaia di afroasiatici, a noi completamente estranei e pure irregolari per l'85% dei casi, non esistesse. Sono anni che continuano ad arrivare SOLO in Italia perchè gli altri Stati della UE hanno chiuso le loro frontiere (Vedi Ventimiglia o il Brennero) e noi dobbiamo farcene carico con alti costi, economici e sociali. Nessun rimpatrio viene effettuato, nemmeno di quelli che delinquono apertamente e pericolosamente. Il razzismo e il fascismo sono conseguenza delle politiche insipienti del PD e non devono essere continuate.


-Questa politica schifosa con la complicità dell'informazione deviata deve finirla di usare le persone come cavie e inculcare nell'animo odio e buonismo



Praticamente abbiamo un po' di tutto, me lo aspettavo.

Infatti, purtroppo tutti i principali partiti in Italia convivono con grosse ambiguità al proprio interno
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Feb 2018, 15:21

Infatti, purtroppo tutti i principali partiti in Italia convivono con grosse ambiguità al proprio interno

Per forza, ormai devono vendere un prodotto e quindi piacere a tutti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 05 Feb 2018, 15:23
In questa campagna elettorale, il tema dell'immigrazione é quello che potrebbe portare/spostare piú voti.
Ai fini del voto, alle destre conviene che gli extracomunitari mettano paura; alle sinistre che ci siano fascisti da deplorare, meglio se con svastiche appese in cameretta. Il resto, segue (o precede). Per me.

Tra chi alimenta la paura e l'odio verso gli immigrati e chi evidenzia la pericolosità dei fascisti c'è comunque una grossa grossa differenza. Per me.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pantalazio - 05 Feb 2018, 15:41
dal titolo del topic "Sui fatti di Macerata" pensavo si parlasse di quella povera ragazza fatta a pezzi da uno spacciatore nigeriano invece si parla d'altro...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 05 Feb 2018, 15:48
dal titolo del topic "Sui fatti di Macerata" pensavo si parlasse di quella povera ragazza fatta a pezzi da uno spacciatore nigeriano invece si parla d'altro...

Lezioncina inutile.

Sulla gravità di quanto successo a quella povera ragazza siamo tutti d'accordo, se tu hai qualcosa di diverso da aggiungere sei libero di farlo.


Nel frattempo discutiamo dell'attentato terroristico portato a termine, fortuitamente forse senza morti, da questo razzista italiano che sta avendo la solidarietà di altri italiani
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 05 Feb 2018, 15:54
dal titolo del topic "Sui fatti di Macerata" pensavo si parlasse di quella povera ragazza fatta a pezzi da uno spacciatore nigeriano invece si parla d'altro...

Eh lo so, purtroppo questo non è uno di quei posti in cui poter strumentalizzare un fatto di cronaca per fomentare le campagne d'odio contro i migranti.
Anche perché, non ce la raccontiamo, se quella povera ragazza fosse finita sotto le mani della polizia come Aldrovandi e uccisa di mazzate per molti di voi passava da vittima a "tossica che se l'è cercata".
Credibili come banconote da 7 euro mentre piangete lacrime più velenose della cicuta.
Lasciate perdere la falsa commozione, lasciate questi drammi a chi li vive sulla pelle e li piange quotidianamente e non solo per strumentalizzarli.

Ci dispiace tanto averti deluso, ma il web è pieno di posti-pattumiera in cui trovare quel che cerchi e soprattutto la gente idonea a quei luoghi!
Non disperare. E vai vai... vai pure.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Feb 2018, 16:49
dal titolo del topic "Sui fatti di Macerata" pensavo si parlasse di quella povera ragazza fatta a pezzi da uno spacciatore nigeriano invece si parla d'altro...

Di quello se ne è parlato off topic nel topic sul pd, trovandoci tutti d'accordo è difficile continuare a parlarne.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 05 Feb 2018, 17:26
Di quello se ne è parlato off topic nel topic sul pd, trovandoci tutti d'accordo è difficile continuare a parlarne.

apprezzo che provi a spiegarglielo.
Ma a me pare evidente che vorrebbe se ne parlasse come in tanti luoghi virtuali fuori di qui.
Non trattandolo quindi come fatto di cronaca a se stante su cui, come dici, siamo tutti d'accordo e c'è ben poco da dire.
ma paradigma dell' "invasione" che non c'è.

Purtroppo lo deludiamo, restiamo un luogo liberato dal pattume cripto-fascista che oggi è maggioritario sui social.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 05 Feb 2018, 18:34
le donne di estrema destra in questi giorni, su social e co. :gli africani, gli immigrati   hanno rovinato la loro libertà, le loro uscite notturne in tranquillità.

ma quando, quando, brutte bugiarde razziste, noi donne potevamo andare in giro la notte in tranquillità senza la paura di essere aggredite? quarant'anni fa? trent'anni fa? in quale sogno?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kurt - 05 Feb 2018, 22:00
Era una pistola regolarmente detenuta con tanto di porto d'armi per uso sportivo.
Altra domanda da aggiungere alla lista: come si ottengono queste licenze?
Quando l'ho fatta una decina d'anni fa era abbastanza semplice: una domanda in questura, si versano un po' di tasse sparse e un po' di bolli, si fa una visita medico-legale e se sei incensurato dopo un po' la questura rilascia il tesserino. Si rinnova con il versamento di tasse annuali e una visita periodica tipo patente. NON è il porto d'armi tipo porta valori et simila, è molto più restrittivo (non è che puoi girare armato...)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 06 Feb 2018, 17:19
Quando l'ho fatta una decina d'anni fa era abbastanza semplice: una domanda in questura, si versano un po' di tasse sparse e un po' di bolli, si fa una visita medico-legale e se sei incensurato dopo un po' la questura rilascia il tesserino. Si rinnova con il versamento di tasse annuali e una visita periodica tipo patente. NON è il porto d'armi tipo porta valori et simila, è molto più restrittivo (non è che puoi girare armato...)

Eh mi sa che Traini non lo sapeva che non poteva girarci... non ce l'ho con te eh, chiaramente, mi fa ridere una legge dove ti do il permesso di comprare armi e munizioni, tenerle dentro casa e però oh, non di portarle in giro eh, se ti parte la brocca ricordatelo!
Che paese... :)

Vabbè, passiamo ad altro:
Macerata, striscione choc a Ponte Milvio: «Onore a Luca Traini» (http://"http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/ponte_milvio_striscione_trani-3531338.html")

Se pensate che il peggio sia lo striscione, non avete letto i commenti:
- striscione choc??? a me chocca di + il magistrato che non incrimina il nigeriano...quello chocca, e ancor di + l'Europa che alza la voce col Traini e non si schifa di come quella ragazzina è stata barbaramente uccisa, torturata, violentata e smembrata. Che altro le dovevano fare?? ecco, questo mi chocca, mi indigna ,mi fa arrabiare e mi rende furente (104 pollici in su)

- Ma di cosa vi schoccate che il popolo rivoglia la libertá la sovranitá e la serenitá che gli avete derubato con questa invasione e con il cedimento al governo di Bruxelles delle nostre prerogative civili? Ma fatela finita!!!! (146 pollici in su)

- Scommettiamo che gli italiani onesti e civili non considerano affatto uno choc questo striscione? Ciò che causa choc, orrore e ripugnanza è sapere che fine ha fatto la povera Pamela per mano di un delinquente clandestino che non poteva né doveva essere qui. Chi lo ha fatto entrare, lo ha accolto, nutrito e se l'è tenuto sul suolo italico, andrebbe condannato esattamente come lui perché è diretto responsabile di quanto accaduto (127 pollici in su)

...e così via.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 06 Feb 2018, 17:31
Propongo questa cosa: non diamo spazio a questi commenti.
Lasciamoli nell'anonimato che meritano.
Capisco il senso di postarli ma io penso che questa sia uno dei più grandi danni dei social.
Questi commenti beceri da mentecatti non nascono con la nostra epoca, ci sono sempre stati.
Magari però restavano nell'angusto spazio di un baretto, di un salotto o di un muretto. Rilevanza 0, che è quella che merita la feccia analfabeta funzionale.
Oggi invece grazie alla rete hanno ampia visibilità, si riconoscono e alimentano tra loro, assumono il rango di "posizione politica". E così facendo paradossalmente lo diventano posizione politica, arrivando a condizionare anche le posizioni dei soggetti istituzionali.

Ma queste sparate non hanno nessuna credibilità. Nessuna prospettiva fuori dal loro stesso odio viscerale.
Quando non ti rendi conto che quanto affermi è logicamente una stronzata, che "la gente non ce la fa più" non vuol dire nulla davanti al dato inoppugnabile che i crimini sono in forte calo, che "l'invasione" non esiste, anzi gli arrivi sono in calo, soprattutto che i rimpatri di massa (4mila euro a migrante) ti costerebbero una cifra spropositata, moooolto più che accoglierli, beh allora la risposta è automatica.
Poiché è evidente che nessuno, in particolare a destra, spenderebbe 2 MILIARDI di euro per reimpatriare tutti, l'unica alternativa a quel punto sarebbe lo sterminio.
Lo sterminio è un'ipotesi politica credibile? A cui dare visibilità?

No, e allora non facciamolo. Lasciamoli nella loro rancorosa nullità.
Sono ebeti che non capiscono nulla. Le loro urla sono efficaci solo se qualcuno appizza l'orecchio.
Altrimenti, cosa augurabile, se le porta via il vento.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 06 Feb 2018, 17:34
A Leggere i commenti diffusi un po' ovunque, dai social al mercato alla macchinetta del caffè o ber, mi viene spontaneo di fare i complimenti a tutti i direttori di giornali e TV e in cascata ai criminali eletti dal popolo italiano (che evidentemente tanto sano di mente non è) per il livello di stupidità è di ignoranza che oramai ci affoga..

Mi aspetto altri Traini ma.nche altri Salvini e meloni perché questo evidentemente ci meritiamo

OT
Al momento non risulta alcuna evidenza sul fatto che il nigeriano in carcere abbia ucciso la povera ragazza , anzi ..
Fine OT
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 06 Feb 2018, 18:04
Forse sono OT, forse no.
Da LA Stampa di un annetto fa:


Il 70 per cento degli italiani è analfabeta (legge, guarda, ascolta, ma non capisce)

di MIMMO CÁNDITO 10/01/2017


Non è affatto un titolo sparato, per impressionare; anzi, è un titolo riduttivo rispetto alla realtà, che avvicina la cifra autentica all'80 per cento. E questo vuol dire che tra la gente che abbiamo attorno a noi, al caffè, negli uffici, nella metropolitana, nel bar, nel negozio sotto casa, più di 3 di loro su 4 sono analfabeti: sembrano “normali” anch'essi, discutono con noi, fanno il loro lavoro, parlano di politica e di sport, sbrigano le loro faccende senza apparenti difficoltà, non li distinguiamo con alcuna evidenza da quell’unico di loro che non è analfabeta, e però sono “diversi”. 

 

Qual è questa loro diversità? Che sono incapaci di ricostruire ciò che hanno appena ascoltato, o letto, o guardato in tv e sul computer. Sono incapaci! La (relativa) complessità della realtà gli sfugge, colgono soltanto barlumi, segni netti ma semplici, lampi di parole e di significati privi tuttavia di organizzazione logica, razionale, riflessiva. Non sono certamente analfabeti “strumentali”, bene o male sanno leggere anch’essi e – più o meno – sanno tuttora far di conto (comunque c'è un 5 per cento della popolazione italiana che ancora oggi è analfabeta strutturale, “incapace di decifrare qualsivoglia lettera o cifra”); ma essi sono analfabeti “funzionali”, si trovano cioè in un'area che sta al di sotto del livello minimo di comprensione nella lettura o nell'ascolto di un testo di media difficoltà. Hanno perduto la funzione del comprendere, e spesso – quasi sempre - non se ne rendono nemmeno conto.

 

Quando si dice che quella di oggi non è più la civiltà della ragione ma la civiltà della emozione, si dice anche di questo. E quando Bauman (morto ieri, grazie a lui per ciò che ci ha dato) diceva che, indipendentemente da qualsiasi nostro comportamento, ogni cosa é intessuta in un discorso, anche l’ “analfabetismo” sta nel “discorso”. Cioè disegna un profilo di società nella quale la competenza minima per individuare una capacità di articolazione del proprio ruolo di “cittadino” - di soggetto consapevole del proprio ruolo sociale, disponibile a usare questo ruolo nel pieno controllo della interrelazione con ogni atto pubblico e privato – questa competenza appartiene soltanto al 20 per cento dei nostri connazionali.

 

È sconcertante, e facciamo fatica ad accettarlo. Ma gli strumenti scientifici di cui la linguistica si serve per analizzare il rapporto tra “messaggio” e “comprensione” hanno una evidenza drammatica.

 

Non è un problema soltanto italiano. L’evoluzione delle tecnologie elettroniche e la sostituzione del messaggio letterale con quello iconico stanno modificando un po' dovunque il livello di comprensione; ma se le percentuali attribuibili ad altre società (anche Francia, Germania, Inghilterra, o anche gli Usa, che non sono affatto il modello metropolitano del nostro immaginario ma piuttosto un'ampia America profonda, incolta, ignorante, estremamente provinciale) se anche quelle societá denunciano incoerenze e ritardi, mai si avvicinano a queste angosciose latitudini, che appartengono soltanto all'Italia, e alla Spagna.

 

Il “discorso” è complesso, e ha radici profonde, sociali e politiche. Se prendiamo in mano i numeri, con il loro peso che non ammette ambiguità e approssimazioni, dobbiamo ricordare che nel nostro paese circa il 25% della popolazione non ha alcun titolo di studio o ha, al massimo, la licenza della scuola elementare. Non è che la scuola renda intelligenti, e però fornisce strumenti sempre più raffinati – quanto più avanti si vada nello studio - per realizzare pienamente le proprie qualità individuali. Vi sono anche laureati e diplomati che sono autentiche bestie, e però è molto più probabile trovare “bestie” tra coloro che laurea e diploma non sanno nemmeno che cosa siano. (La percentuale dei laureati in Italia, poi, è poco più della metà dei paesi più sviluppati.)

 

Diceva Tullio De Mauro, il più noto linguista italiano, ministro anche della Pubblica Istruzione (incarico che siamo capaci di assegnare perfino a chi non ha né laurea né diploma – e questo dato rientra sempre nel “discorso”), che più del 50 per cento degli italiani si informa (o non si informa), vota (o non vota), lavora (o non lavora), seguendo soltanto una capacità di analisi elementare: una capacità di analisi, quindi, che non solo sfugge le complessità, ma che anche davanti a un evento complesso (la crisi economica, le guerre, la politica nazionale o internazionale) è capace di una comprensione appena basilare. 

 

Un dato impressionante ce l'ha fatto conoscere ieri l'Istat: il 18,6 per cento degli italiani – cioè quasi uno su 5 – lo scorso anno non ha mai aperto un libro o un giornale, non è mai andato al cinema o al teatro o a un concerto, e neppure allo stadio, o a ballare. Ha vissuto prevalentemente per la televisione come strumento informativo fondamentale, e non é azzardato credere – visti i dati di riferimento della scolarizzazione – che la sua comprensione della realtà lo piazzi a pieno titolo in quell'80 per cento di analfabeti funzionali (che riguarda comunque un universo sociale drammaticamente molto più ampio di questa pur amara marginalità). E da qui, poi, il livello e il grado della partecipazione alla vita della società, le scelte e gli stili di vita, il voto elettorale, la reazione solo di pancia – mai riflessiva – ai messaggi dove la realtà si copre spesso con la passione, l'informazione e la sua contaminazione con la pubblicità e tant'altro che ben si comprende. È il “discorso”. 

 

Il “discorso” ha al centro la scuola, il sistema educativo del paese, le scelte e gli investimenti per la costruzione di un modello funzionale che superi il ritardo con cui dobbiamo misurarci in un mondo sempre più aperto e sempre più competitivo. Se noi destiniamo alla ricerca la metà di un paese come la Bulgaria, evidentemente c'è un “discorso” da riconsiderare.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 06 Feb 2018, 19:07
Forse sono OT, forse no.
Da LA Stampa di un annetto fa:

Secondo me non sei OT anzi , ė proprio questa incapacità di comprendere , leggere le notizie che ci vengono "propinate" con un minimo senso critico e capacità di analisi che poi diventa un'arma criminale in mano a chi ha la maggiore responsabilità di quello che vediamo in questi giorni.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 06 Feb 2018, 19:09
Comunque secondo me sarebbe anche arrivato il momento di dire basta.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/06/bolzano-blitz-di-casapound-in-ospedale-contro-i-senzatetto-qui-solo-pazienti-e-il-candidato-di-fdi-alla-camera-esulta/4140378/
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 06 Feb 2018, 19:17
Il complottismo di Becchi: il raid di Traini un trappolone per screditare la Lega

Il professore ex grillino di ferro e ora salviniano convinto sposa la linea xenofoba: c'è un piano per portare i migranti in Italia

6 febbraio 2018
 
Il complottismo dell’ex ideologo del M5s e grillino convinto e ora convertito alla xenofobia della Lega: “È un trappolone contro la Lega, mi sembra evidente. Adesso viene presentata come fascista e razzista, il tentativo è quello. Stanno cercando di demonizzarla. Ma non prende più, non attacca. Non servirà a nulla. Gli italiani ne hanno le palle piene, non interessano questi discorsi sul fascismo". Lo dice a La Zanzara su Radio 24 il professor Paolo Becchi, docente a Genova, ex ideologo dei Cinque Stelle.

Dice ancora Becchi: "È un'operazione fatta apposta. Un'azione strumentale a fini politici contro la Lega. Ci vuole poco ad armare un cretino. Nel nostro Paese c'è stata la strategia della tensione, non l'ho inventata io. Non so chi armava le persone, ma qualcuno le armava. Non so chi ha armato Traini, ma certo a uno così le armi andavano vietate. Si sapeva che era uno psicolabile".

"C'è qualcosa che mi puzza- dice ancora Becchi- perchè muore in quelle condizioni una ragazza e poi qualche giorno dopo l'attenzione si sposta su uno che spara sui migranti". Poi Becchi attacca Roberto Saviano: "Quali sono le cose vere? Quelle che pubblica Repubblica? O quelle di Saviano, che indica Salvini come mandante morale. Una vergogna. Saviano e' un pericolo pubblico, pagato per fare il provocatore e ci sta riuscendo. Ha quattro, cinque guardie del corpo che paghiamo noi, che pagano i cittadini. Questo è sicuro".

"L'invasione- continua- è un dato di fatto reale, basta parlare con gli italiani, la vedi e la senti. C'e' un piano per portare gli immigrati in Italia. Devono arrivare, si devono fermare e non si devono spostare. Dietro c'è chi vuole distruggere il Paese. Boldrini? Aiuta l'invasione. Diverse forze, non solo una. Il Papa? Per me c'e' solo Papa Ratzinger, quello che c'e' adesso è l'Anticristo. Tutti gli aspetti della tradizione cattolica vengono messi in discussione".
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 06 Feb 2018, 19:28
le dissertazioni sull'analfabetismo funzionale sono condivisibili e mai come in questi ultimi anni il tema è caldo e propinato.
io credo però, e scusate la semplice banalizzazione dell'argomento, che... perculatemi pure... sia semplicemente un discorso di bontà. non quella pulciosa e da politichese. no, no. proprio la bontà d'animo. la cultura, i libri, la buona politica e il buon governo servirebbero per tenere a bada (e non è poco eh.. è tantissimo!) la feccia, gli stronzi, la gente senza cuore. se costruisci un mondo di giustizia sociale tieni a bada questa gente.
che però esiste ed esisterà sempre. ecco perché è inutile rispondere al bar, sui social,ha ragione fat danny, alle schifezze che si ascoltano e si leggono. come puoi convincere una persona senza cuore che la merda che dice non ha costrutto logico ma è solo figlia della sua assenza di empatia e di sensibilità? ti troverà mille altri pretesti per giustificare l'odio e l'anaffetività che possiede e non è conscio di avere. se ne fosse cosciente se dovrebbe suicidà. troverà sempre un nemico, comunque. troverà sempre il modo di alzare le spalle e continuare nel suo percorso inutile di vita.
dati alla mano quando pensi di convincere su ovvietà ti rispondono piccati con astruserie fuori dal mondo. perché sono fuori dal tuo, di mondo.
so che questi discorsi semplici sono sempre difficili da affrontare perché si viene tacciati di essere preti, suore, cattolici, [...], comunisti fuori dal tempo. e quindi, dopo un po', si tace.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 06 Feb 2018, 19:41
I libri, la cultura la buona politica , renderebbero la nostra una società migliore , e in una società migliore , gli stronzi, non dico che sparirebbero , ma sarebbero molti di meno.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 06 Feb 2018, 23:27
ma la soluzione a tutto questo è la continua distinzione a sinistra
io parto dall'idea che il 50% degli italiani è fascista o perlomeno disposto a provare
continuando a fare distinguo avremo di stefano ministro di qualcosa
e a chi diceva che tra trump e la clinton non c'è differenza, un po' di differenza tra di stefano e casini ce la vedo e non sarà simpatico
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Lativm88 - 06 Feb 2018, 23:27
Si mette in relazione un attentato terroristico con un fatto di cronaca. E questo è ridicolo.
Questo non sminuisce l'orrore di un delitto commesso da un criminale.

Io davvero credo che ci si ritrovi sull'orlo di un baratro molto pericoloso perché il vecchio gioco di mettere le parti sociali più basse le une contro le altre prima o poi porta allo scontro vero.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kurt - 06 Feb 2018, 23:57
Eh mi sa che Traini non lo sapeva che non poteva girarci... non ce l'ho con te eh, chiaramente, mi fa ridere una legge dove ti do il permesso di comprare armi e munizioni, tenerle dentro casa e però oh, non di portarle in giro eh, se ti parte la brocca ricordatelo!
Che paese... :)

Vabbè, passiamo ad altro:
Macerata, striscione choc a Ponte Milvio: «Onore a Luca Traini» (http://"http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/ponte_milvio_striscione_trani-3531338.html")

Se pensate che il peggio sia lo striscione, non avete letto i commenti:
- striscione choc??? a me chocca di + il magistrato che non incrimina il nigeriano...quello chocca, e ancor di + l'Europa che alza la voce col Traini e non si schifa di come quella ragazzina è stata barbaramente uccisa, torturata, violentata e smembrata. Che altro le dovevano fare?? ecco, questo mi chocca, mi indigna ,mi fa arrabiare e mi rende furente (104 pollici in su)

- Ma di cosa vi schoccate che il popolo rivoglia la libertá la sovranitá e la serenitá che gli avete derubato con questa invasione e con il cedimento al governo di Bruxelles delle nostre prerogative civili? Ma fatela finita!!!! (146 pollici in su)

- Scommettiamo che gli italiani onesti e civili non considerano affatto uno choc questo striscione? Ciò che causa choc, orrore e ripugnanza è sapere che fine ha fatto la povera Pamela per mano di un delinquente clandestino che non poteva né doveva essere qui. Chi lo ha fatto entrare, lo ha accolto, nutrito e se l'è tenuto sul suolo italico, andrebbe condannato esattamente come lui perché è diretto responsabile di quanto accaduto (127 pollici in su)

...e così via.
Figurati mica mi offendo. Ma si chiama porto d'armi sportivo proprio perché le armi le usi solo al poligono e: o le lasci lì in custodia o te le porti appresso scariche dentro una valigetta,  segnalando alla questura il tragitto che percorri da casa al poligono (almeno sapevo questo, personalmente le noleggiavo in loco). Ho appena letto che è anche necessario un certificato di "maneggio" delle armi da parte di un poligono del tiro a segno nazionale per chi ha passato i dieci anni dal servizio militare (ai tempi mi era bastato presentare il congedo). Non è difficile ma condizione è comunque essere incensurato e sano di mente.
Nel caso specifico di traini l'ultima condizione probabilmente non era così verificata...  8)
 Secondo me come legislazione porto d'armi non siamo così  larghi di manica,  anzi; l'alternativa è vietarne la commercializzazione  (impossibile) mentre per me il problema è  la semplice detenzione,  sottoposta al solo nulla osta della questura per il trasporto dall'armeria che vende il ferro,  fino a casa dell'acquirente,  oltre alla segnalazione alla più vicina stazione dei carabinieri che deteniamo un'arma in casa...è qui che non ci siamo proprio,
 oggettivamente un po' poco...senza contare tutti i fucili da caccia che girano (per me saremo ben oltre un milione di unità),  anche di chi era cacciatore,  non lo è più ma il fucile(i) lo/i continua a tenerlo(i)  sempre in casa (con le relative munizioni...): altra anomalia incredibile.
Arsenali dimenticati in case insospettabili...

Sui commenti che hai riportato: mi vengono i brividi,  che gente...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 07 Feb 2018, 08:31
ma la soluzione a tutto questo è la continua distinzione a sinistra
io parto dall'idea che il 50% degli italiani è fascista o perlomeno disposto a provare
continuando a fare distinguo avremo di stefano ministro di qualcosa
e a chi diceva che tra trump e la clinton non c'è differenza, un po' di differenza tra di stefano e casini ce la vedo e non sarà simpatico

non c'è nessuna distinzione a sinistra perché non c'è alcuna sinistra da cui distinguersi come ampiamente dimostrato in altro topic (dichiarazioni giorni scorsi e politiche attuate).
Tra gli esplicitamente razzisti e i diversamente razzisti è una bella scelta del menga.
No grazie, questi ricatti elettorali (arriva il lupo cattiiiiivo) si possono rispedire volentieri al mittente.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: laziAle82 - 07 Feb 2018, 09:03
Becchi da brividi; s’e già riposizionato?
“L’invasione è un dato reale.”
L’italiano, questo sconosciuto che permette di far passare opinioni per “dati reali”.
Che sconforto.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 07 Feb 2018, 11:19
ma la soluzione a tutto questo è la continua distinzione a sinistra
io parto dall'idea che il 50% degli italiani è fascista o perlomeno disposto a provare
continuando a fare distinguo avremo di stefano ministro di qualcosa
e a chi diceva che tra trump e la clinton non c'è differenza, un po' di differenza tra di stefano e casini ce la vedo e non sarà simpatico

Ma a te sembra normale che nessuna figura politica o istituzionale sia andata a trovare i migranti feriti in ospedale?
Non dico il pd che, voglio dire é il partito di minniti, ma manco di leu.
Liberi cosa?
Uguali si, a tutti gli altri.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 07 Feb 2018, 11:26
Una c'è andata in realtà.
 :=))
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 07 Feb 2018, 12:39
Una c'è andata in realtà.
 :=))

Ah si ?
Me la só persa.
Ero rimasto al povero Acerbo e basta
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: JoseAntonio - 07 Feb 2018, 12:49
Ma a te sembra normale che nessuna figura politica o istituzionale sia andata a trovare i migranti feriti in ospedale?
Non dico il pd che, voglio dire é il partito di minniti, ma manco di leu.
Liberi cosa?
Uguali si, a tutti gli altri.

E' andata Beatrice Brignone che è parlamentare e candidata nelle Marche (se non sbaglio).
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 07 Feb 2018, 12:55
E' andata Beatrice Brignone che è parlamentare e candidata nelle Marche (se non sbaglio).

e' andato anche uno di PAP (un papista?)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 07 Feb 2018, 13:32
E' andata Beatrice Brignone che è parlamentare e candidata nelle Marche (se non sbaglio).

Bene, sono contento, anche se certo ci sarebbe dovuto andare come minimo Grasso.
Anzi per come vedo io il mondo ci sarebbe dovuto andare Mattarella a visitarli e a chiedergli scusa
a nome di tutto il popolo italiano.
E invece stava abbracciando erdogan...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 07 Feb 2018, 14:05
le dissertazioni sull'analfabetismo funzionale sono condivisibili e mai come in questi ultimi anni il tema è caldo e propinato.
io credo però, e scusate la semplice banalizzazione dell'argomento, che... perculatemi pure... sia semplicemente un discorso di bontà. non quella pulciosa e da politichese. no, no. proprio la bontà d'animo. la cultura, i libri, la buona politica e il buon governo servirebbero per tenere a bada (e non è poco eh.. è tantissimo!) la feccia, gli stronzi, la gente senza cuore. se costruisci un mondo di giustizia sociale tieni a bada questa gente.
che però esiste ed esisterà sempre. ecco perché è inutile rispondere al bar, sui social,ha ragione fat danny, alle schifezze che si ascoltano e si leggono. come puoi convincere una persona senza cuore che la merda che dice non ha costrutto logico ma è solo figlia della sua assenza di empatia e di sensibilità? ti troverà mille altri pretesti per giustificare l'odio e l'anaffetività che possiede e non è conscio di avere. se ne fosse cosciente se dovrebbe suicidà. troverà sempre un nemico, comunque. troverà sempre il modo di alzare le spalle e continuare nel suo percorso inutile di vita.
dati alla mano quando pensi di convincere su ovvietà ti rispondono piccati con astruserie fuori dal mondo. perché sono fuori dal tuo, di mondo.
so che questi discorsi semplici sono sempre difficili da affrontare perché si viene tacciati di essere preti, suore, cattolici, [...], comunisti fuori dal tempo. e quindi, dopo un po', si tace.

anche questa rischia di essere una visione tendente al semplicismo, per quanto contiene molte verità
il problema vero non sono le punte più eclatanti ma il contorno di massa che sul momento si fa gli affari propri e li so tanti e non è credibile che abbiano perso tutti la capacità di empatia

Ci sono ragioni materiali profonde che portano una società verso la direzione del razzismo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 07 Feb 2018, 14:07
Bene, quindi alla fine sono andati due esponenti, uno di PaP e una di LeU.
Il resto assente ingiustificato.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 07 Feb 2018, 14:37
le dissertazioni sull'analfabetismo funzionale sono condivisibili e mai come in questi ultimi anni il tema è caldo e propinato.
io credo però, e scusate la semplice banalizzazione dell'argomento, che... perculatemi pure... sia semplicemente un discorso di bontà. non quella pulciosa e da politichese. no, no. proprio la bontà d'animo. la cultura, i libri, la buona politica e il buon governo servirebbero per tenere a bada (e non è poco eh.. è tantissimo!) la feccia, gli stronzi, la gente senza cuore. se costruisci un mondo di giustizia sociale tieni a bada questa gente.
che però esiste ed esisterà sempre. ecco perché è inutile rispondere al bar, sui social,ha ragione fat danny, alle schifezze che si ascoltano e si leggono. come puoi convincere una persona senza cuore che la merda che dice non ha costrutto logico ma è solo figlia della sua assenza di empatia e di sensibilità? ti troverà mille altri pretesti per giustificare l'odio e l'anaffetività che possiede e non è conscio di avere. se ne fosse cosciente se dovrebbe suicidà. troverà sempre un nemico, comunque. troverà sempre il modo di alzare le spalle e continuare nel suo percorso inutile di vita.
dati alla mano quando pensi di convincere su ovvietà ti rispondono piccati con astruserie fuori dal mondo. perché sono fuori dal tuo, di mondo.

Ma infatti come diceva Moretti ( il regista no il brigatista ) la gente E' mostruosa.
Però vedi che non è solo una questione di giustizia sociale che fa essere tutti più buoni: è una questione di strumenti per comprendere il mondo ( e se stessi ).
La "cattiveria" innata di cui tu parli potrebbe essere veicolata in altro modo se i portatori di essa avessero una preparazione scolastica decente?

La vecchia teoria ipodermica ( https://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_ipodermica ) è forse superata, anche perchè appunto il nuovo medium è il social network, e però se anche è vero che una massa sta solo aspettando di ricevere un messaggio negativo e di odio perchè di suo è predisposta, è altrettanto vero che mandare quel messaggio su una materia grigia informe priva di senso critico è moolto più facile.

E non avere senso critico, nell'era dei social, significa per esempio inondare la rete di concetti banali e non accorgersi minimamente che quei concetti non sono originali in nessun modo e non sono stati analizzati criticamente in alcun modo.
Come cantare una canzone famosa ed essere convinti di averla composta noi.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Maremma Laziale - 07 Feb 2018, 14:59
"Se stava mejo quando se stava peggio"

http://www.lavoce.info/archives/41738/sempre-meno-omicidi-in-italia/ (http://www.lavoce.info/archives/41738/sempre-meno-omicidi-in-italia/)

https://www.ilfoglio.it/politica/2017/04/06/news/rapine-furti-omicidi-l-italia-e-davvero-un-paese-insicuro-indagine-su-una-grande-balla-128958/ (https://www.ilfoglio.it/politica/2017/04/06/news/rapine-furti-omicidi-l-italia-e-davvero-un-paese-insicuro-indagine-su-una-grande-balla-128958/)

L'Italia non sarà il paese della felicità, ma, statistiche alla mano, 20-30 anni fa si stava, appunto, peggio.
Statistiche, non "il giornale" o qualche altra carta da culo.
salvini, Khy-ri "la draghetta di Undernet" e i fascistelli 2.0, basano il loro programma alimentando esclusivamente le paure degli italiani, perché di proposte non ne hanno nemmeno una. Sono proprio limitati. Oppure sanno bene che se solo volessero leggere due-tre numeretti, e non i caratteri cubitali di "libero", sarebbero spariti dalla scena politica già da eoni.
Però, oh, intanto "dipingiamo l'Apocalisse su 'sto paese" e poi, sarà quel che sarà...PD (o non inteso come partito democratico), quanta cazzo di mediocrità e incoscienza!!!

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Gio - 07 Feb 2018, 16:43
In tutto questo, si é persa la vittima. Nemmeno il nome all'omicido é riuscita a dare. Sono "i fatti di Macerata".
Tutti impegnati a combattere negri, fascisti, razzisti per trovare conferma alle proprie tesi, piú che per riflettere.
É stata sfortunata. Fosse stata squartata da un carabiniere o da un vicino avrebbe avuto piú attenzione. Forse gli striscioni e le mobilitazioni sarebbero stati per lei. Magari le altre donne avrebbero pure firmato un manifesto contro l'omicidio di donne sole, disperate ed indifese.
Una ragazzina di 18 anni si droga. L'aiuto che riceve é la reclusione in comunitá. Scappa e non va dalla famiglia, da un'amica, dai carabinieri, in un centro sociale, in una chiesa, ma da uno spacciatore. Che invece di aiutarla e portarla al
sicuro le offre altra droga. Ci sarebbe molto da riflettere e discutere sul mondo che viviamo.
Invece nulla. Un fatto di cronaca e passiamo oltre.
Stamattina sentivo Telese ed il
punto fondamentale dei "fatti di Macerata" é se il fascista sia un terrorista e se lo spacciatore abbia ucciso direttamente o no (che forse esce di galera a breve). Come se fosse importante.
Brutta Italia.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Buckley - 07 Feb 2018, 16:49
a proposito di avvoltoi... (ovviamente su repubblica)

Macerata, ultrà della Lazio dietro lo striscione di sostegno a Traini
La foto dello striscione condivisa su Facebook dalla tifoseria laziale, dove Forza Nuova è ben rappresentata. Inizialmente dal gruppo “Curva nord Lazio”, che poi diventa “Forza Lazio carica”, eliminando i riferimenti alla Nord dove comandano gli Irriducibili, già finiti al centro di polemiche per gli adesivi di Anna Frank attaccati nel settore degli ultrà della Roma. Indaga la Digos

di MAURO FAVALE

07 febbraio 2018

Macerata, ultrà della Lazio dietro lo striscione di sostegno a Traini
Lo striscione a sostego di Luca Traini esposto a Ponte Milvio, a Roma
ROMA - Indossavano tutti un passamontagna ma, al momento della foto, hanno comunque sollevato lo striscione, lungo una decina di metri, fin sopra la testa. Volevano essere sicuri di non essere riconosciuti mentre esponevano in mezzo ai locali e alla movida di Ponte Milvio, a due passi dallo stadio Olimpico, un lenzuolo bianco con una scritta nera a caratteri cubitali "Onore a Luca Traini", l'uomo che sabato scorso a Macerata ha svuotato 2 caricatori di una Glock, sparando nel mucchio contro uomini e donne di colore e colpendone almeno 6. L'ennesima conferma alle parole di qualche giorno fa pronunciate da Giancarlo Giulianelli, l'avvocato del 28enne accusato di strage: "Politicamente c'è un problema. Mi ferma la gente per darmi messaggi di solidarietà nei confronti di Luca. È allarmante ma ci dà la misura di quello che sta succedendo".

La foto dello striscione finisce subito su Facebook, condivisa da un gruppo di tifosi laziali, "Curva nord Lazio", con oltre 75mila followers. Resta on line meno di un'ora, il tempo di ricevere qualche decina di insulti, prima di essere rimossa. Il gruppo a quel punto cambia nome in "Forza Lazio carica", eliminando qualsiasi accostamento alla Nord dove comandano gli Irriducibili, già finiti al centro di una bufera politica e giudiziaria per gli adesivi di Anna Frank attaccati a fine ottobre nel settore degli ultrà della Roma. L'ipotesi è che siano stati proprio gli Irriducibili a pretendere la rimozione della foto e il cambio del nome al profilo per evitare nuove polemiche sulla tifoseria laziale dove, tra l'altro, Forza Nuova ha una nutrita rappresentanza. E proprio la formazione di estrema destra guidata da Roberto Fiore, nei giorni scorsi, a caldo, subito dopo la tentata strage di Traini, aveva offerto solidarietà al giovane che nel 2017 era candidato con la Lega in provincia di Macerata. "Mettiamo a disposizione un pool di avvocati", affermava due giorni fa Fiore, per contestare "le accuse rivolte a Traini (strage e aggravante razziale) totalmente avventate nel contesto dei fatti".

Sulle mani che reggevano quel lenzuolo a Ponte Milvio, adesso indaga la Digos della capitale. Intanto, mentre lo striscione ha ricevuto condanna unanime (dall'Anpi alla sindaca di Roma, Virginia Raggi), la città si prepara a ospitare, sabato pomeriggio, due cortei nella giornata in memoria delle Foibe, uno di Azione frontale, l'altro di CasaPound. E mentre questo pomeriggio il segretario di Cpi, Simone Di Stefano, sarà a Macerata per una conferenza stampa, le "tartarughe frecciate" di Bolzano hanno fatto irruzione, tre sere fa, nell'ospedale cittadino per protestare contro l'ospitalità data ad alcuni senzatetto per ripararli dal freddo. I militanti di Cpi hanno attaccato nella sala del Pronto

soccorso e nelle aree limitrofe, un cartello in 4 lingue - italiano, tedesco, arabo e rumeno - con scritto "luogo riservato a pazienti e malati e a visitatori di pazienti e malati". Tra i protagonisti del blitz, anche Andrea Bonazza, consigliere comunale e candidato alla Camera per Cpi.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: nestorburma - 07 Feb 2018, 17:01
In tutto questo, si é persa la vittima. Nemmeno il nome all'omicido é riuscita a dare. Sono "i fatti di Macerata".
Tutti impegnati a combattere negri, fascisti, razzisti per trovare conferma alle proprie tesi, piú che per riflettere.
É stata sfortunata. Fosse stata squartata da un carabiniere o da un vicino avrebbe avuto piú attenzione. Forse gli striscioni e le mobilitazioni sarebbero stati per lei. Magari le altre donne avrebbero pure firmato un manifesto contro l'omicidio di donne sole, disperate ed indifese.
Una ragazzina di 18 anni si droga. L'aiuto che riceve é la reclusione in comunitá. Scappa e non va dalla famiglia, da un'amica, dai carabinieri, in un centro sociale, in una chiesa, ma da uno spacciatore. Che invece di aiutarla e portarla al
sicuro le offre altra droga. Ci sarebbe molto da riflettere e discutere sul mondo che viviamo.
Invece nulla. Un fatto di cronaca e passiamo oltre.
Stamattina sentivo Telese ed il
punto fondamentale dei "fatti di Macerata" é se il fascista sia un terrorista e se lo spacciatore abbia ucciso direttamente o no (che forse esce di galera a breve). Come se fosse importante.
Brutta Italia.

Hai omesso il particolare che tra la fuga e lo spacciatore c'è un italianissimo pezzo di merda di quaranta e passa anni che approfitta della fragilità di una povera ragazza tossicodipendente appena maggiorenne per farsi una pelle a prezzo di saldo (€50)per poi portarla alla stazione a cercarsi una dose.

http://www.corriere.it/cronache/18_febbraio_07/pamela-l-uomo-che-l-ha-portata-680ebff6-0b8d-11e8-8265-d7c1bfb87dc9.shtml

Oggi questo verme vuole essere lasciato tranquillo... perfetto esemplare per i post di KS e pan
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: JoeStrummer - 07 Feb 2018, 17:13
Hai omesso il particolare che tra la fuga e lo spacciatore c'è un italianissimo pezzo di merda di quaranta e passa anni che approfitta della fragilità di una povera ragazza tossicodipendente appena maggiorenne per farsi una pelle a prezzo di saldo (€50)per poi portarla alla stazione a cercarsi una dose.

http://www.corriere.it/cronache/18_febbraio_07/pamela-l-uomo-che-l-ha-portata-680ebff6-0b8d-11e8-8265-d7c1bfb87dc9.shtml

Oggi questo verme vuole essere lasciato tranquillo... perfetto esemplare per i post di KS e pan

Homo homini lupus.

Sul corpo di questa ragazza hanno banchettato ogni sorta di sciacallo di cui la Società è tristemente ben fornita: predatori sessuali, spacciatori, politicanti da strapazzo,ecc...

Il mio pensiero va a lei, solo a lei, piccolo fragile fiore.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 07 Feb 2018, 17:30
In tutto questo, si é persa la vittima. Nemmeno il nome all'omicido é riuscita a dare. Sono "i fatti di Macerata".
Tutti impegnati a combattere negri, fascisti, razzisti per trovare conferma alle proprie tesi, piú che per riflettere.
É stata sfortunata. Fosse stata squartata da un carabiniere o da un vicino avrebbe avuto piú attenzione. Forse gli striscioni e le mobilitazioni sarebbero stati per lei. Magari le altre donne avrebbero pure firmato un manifesto contro l'omicidio di donne sole, disperate ed indifese.
Una ragazzina di 18 anni si droga. L'aiuto che riceve é la reclusione in comunitá. Scappa e non va dalla famiglia, da un'amica, dai carabinieri, in un centro sociale, in una chiesa, ma da uno spacciatore. Che invece di aiutarla e portarla al
sicuro le offre altra droga. Ci sarebbe molto da riflettere e discutere sul mondo che viviamo.
Invece nulla. Un fatto di cronaca e passiamo oltre.
Stamattina sentivo Telese ed il
punto fondamentale dei "fatti di Macerata" é se il fascista sia un terrorista e se lo spacciatore abbia ucciso direttamente o no (che forse esce di galera a breve). Come se fosse importante.
Brutta Italia.

Senti gio, io non volevo affrontare sto tema ma non certo per insensibilità allo stesso.

Aldrovandi era una vittima di questo tipo e vorrei ricordarti la montagna di ma e però montati negli anni, anche davanti all'evidenza, esattamente perché gli aguzzini erano poliziotti.
Lascia perdere quello che si fa sulla pelle dei tossici, perché è una di quelle camaleontiche, che cambia a seconda dell'opportunità e in un attimo si passa da "angelica vittima" a "tossica puttana", dipende chi è la controparte.

L'aiuto che riceve è la reclusione in comunità e da lì scappa e finisce come sappiamo perché sulle sostanze c'è il problema posto nel topic "legalize it". Scusate se mi autocito "Meglio criminalizzare il consumatore, stimolare i sensi di colpa e farlo sentire al margine, in perfetto stile cristiano cattolico. Questo si che è davvero utile."
Io non penso alla vittima? A me verrebbe da dare fuoco a tutta via nazionale per la povera vittima, perché in un contesto diverso di riduzione del danno e non di colpevolizzazione del consumatore questa ragazzina di 18 anni non avrebbe visto il percorso di uscita dalla dipendenza come punizione, non sarebbe stata costretta a prostituirsi per una dose e non sarebbe dovuta rivolgersi a criminali per averne un'altra.

Che tu, convinto proibizionista, mi fai il discorso sulla "povera vittima" mi fai imbufalire, me verrebbe de spaccà lo schermo che ho qui davanti.
"Una ragazzina di 18 anni si droga". Uau che notizia, me sarei meravigliato se Pamela ne avesse avuti 97 de anni.
A Gio, se sdraiano raglie da 15 cm a 15 anni scrivendo col cocco la parola "CIAONE", eddaje un po'.

Ci sarebbe da riflettere? Avoja se ci sarebbe da riflettere.
Ci sarebbe da riflettere su una concezione bigotta e reazionaria che fa dei consumatori criminali, appestati, gente da marginalizzare.
Ci sarebbe da riflettere come mantenere illegali queste sostanze ne fa un potpourri in mano ai cartelli criminali, cosa che facilita il proliferare di sostanze pericolose e consumi multipli, marginalizzazione sociale per chi ne fa uso.

Gio la "droga" esiste da quando esiste l'essere umano, parliamo di migliaia di anni, e sempre esisterà. E sempre si userà, in modo più o meno consapevole. Sta cosa mettitela in testa perchè è MOLTO importante nel valutare le possibili cose da fare.
Voi non dovete scegliere se si fa o non si fa, perché nemmeno uno Stato riesce a imporre una roba simile.
Si sceglie solo se dare alle persone gli strumenti giusti, la consapevolezza, il supporto per evitare di sfondarsi e vie d'uscita dall'eventuale dipendenza, oppure si lasciano nello stigma sociale, la criminalizzazione salvo poi piangere lacrime da coccodrillo davanti alle vittime, che però conseguono esattamente dalla criminalizzazione!
Non dalla droga gio, ma dalla criminalizzazione, sostanze demmerda comprese!
E finché penserai che è la "Droga" a uccidere e che quindi si combatte con divieti e arresti questa guerra continuerà a fare vittime su vittime. Morti su morti.
Attirando sciacalli su sciacalli.

"Come è potuto succedere???"
E' diretta conseguenza della tua bella "guerra alla droga" e della sua incredibile efficacia.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 07 Feb 2018, 17:41
Nel frattempo qualcuno ci ha sentito.
Dopo tre giorni il ministro della giustizia Orlando si è presentato a Macerata.

Si, certo, ha visitato i migranti feriti, ma ha specificato:
"Sono venuto come ministro per difendere la nostra bandiera"

mavatteneaffanculopureteva
te e la bandiera pure

http://www.ansa.it/marche/notizie/2018/02/07/macerata-ministro-orlando-in-ospedale-poi-in-procura_10198051-4737-45eb-8d6c-64175b7cc93e.html
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 07 Feb 2018, 17:51
Intanto Anpi, CGIL, Libera e Arci si sfilano dal corteo nazionale di sabato sulla base di "opportunità elettorali" celate dietro l'appello a non manifestare del Sindaco di Macerata (PD).
Poi dici perché speri che il PD evapori, imploda, finisca nel peggior modo possibile.

Il giorno che il PD sparirà dalla faccia della terra io vi giuro che ve offro una bottiglia di champagne a tutti voi, uno per uno.
Ma deve proprio sparire nel modo più assoluto, ridotto all'antimateria.

EDIT:


http://www.corriere.it/cronache/18_febbraio_07/pamela-l-uomo-che-l-ha-portata-680ebff6-0b8d-11e8-8265-d7c1bfb87dc9.shtml


E questo articolo del corriere è letteralmente una vergogna.
Cartine al tornasole dell'italia attuale e dei suoi media.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 07 Feb 2018, 18:25
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_febbraio_07/milano-donna-trovata-morta-sua-casa-non-escluso-l-omicidio-104bfade-0bf8-11e8-ac00-e73bcae47d08.shtml

Immagino che adesso qualcuno sparerà ai tranvieri
(e che la colpa sarà loro che hanno invaso le strade)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: genesis - 07 Feb 2018, 19:49
Bene, quindi alla fine sono andati due esponenti, uno di PaP e una di LeU.
Il resto assente ingiustificato.

Quello di PaP è Acerbo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Lativm88 - 07 Feb 2018, 20:41
Parlare di migranti, se non se ne parla male, oggi ti fa perdere voti e questo spiega tutto. A me pare chiaro.

Così come parlare di tasse, parlare di tutte quelle cose necessarie e impopolari che dovrebbero portare ad una maggiore socialità e non per il bene di una banca, di un parlamento belga ma per noi stessi e quanti vivono e lavorano in Italia. Ma proprio perché non c'è nessun coraggio politico da nessuna parte se non una corsa all'omogeneizzato dei concetti beceri premasticati e confezionati in happy meal sotto forma di volantini elettorali, proprio perché la politica è una via di mezzo tra tra un talk show ed una battaglia tra rapper basata sul carisma personale e su nessuna base, nessuna idea siamo a questo punto.

Fare ciò che è necessario e difficile Non è popolare, non si può ridurre a slogan e quindi non va bene.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: laziAle82 - 08 Feb 2018, 08:35
Nel frattempo qualcuno ci ha sentito.
Dopo tre giorni il ministro della giustizia Orlando si è presentato a Macerata.

Si, certo, ha visitato i migranti feriti, ma ha specificato:
"Sono venuto come ministro per difendere la nostra bandiera"

mavatteneaffanculopureteva
te e la bandiera pure

http://www.ansa.it/marche/notizie/2018/02/07/macerata-ministro-orlando-in-ospedale-poi-in-procura_10198051-4737-45eb-8d6c-64175b7cc93e.html

Però in questo gioco al massacro su chi e come è andato (nel senso che questa assenza delle istituzioni è il massacro vero), almeno gli stralci delle dichiarazioni di Orlando:

Credo che sia giusto manifestare tutta la nostra vicinanza e la nostra solidarietà ad un ragazzo ed ad una ragazza che sono stati colpiti soltanto per il colore delle loro pelle"

"Sono venuto come ministro per difendere la nostra bandiera infangata dal gesto folle di un fascista"

Perché almeno sta parlola fasciata di inizia a leggerla.

Per il resto vi invidio che riuscite più o meno serenamente a discuterne. Io leggo cose in giro che mi fanno venire voglia di diventare apolide..
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 08 Feb 2018, 10:55
Però in questo gioco al massacro su chi e come è andato (nel senso che questa assenza delle istituzioni è il massacro vero), almeno gli stralci delle dichiarazioni di Orlando:

Credo che sia giusto manifestare tutta la nostra vicinanza e la nostra solidarietà ad un ragazzo ed ad una ragazza che sono stati colpiti soltanto per il colore delle loro pelle"

"Sono venuto come ministro per difendere la nostra bandiera infangata dal gesto folle di un fascista"

Perché almeno sta parlola fasciata di inizia a leggerla.

Per il resto vi invidio che riuscite più o meno serenamente a discuterne. Io leggo cose in giro che mi fanno venire voglia di diventare apolide..

Ale lo sai qual'e' il problema vero?
Che le prossime elezioni non le vince nessuno e al governo ci mettono DRAGHi o un altro tecnocrate.
Poi passano un par d'anni e ci ritroviamo casapound al 20 per cento.
E la colpa è tutta di questo governo infausto che ha fatto si che la "sinistra" venga percepita come la fazione dei ricchi, dei garantiti, dei radical-chic ( e uso questo termine volutamente perchè è quello che usa la gente ).
Salvini va nelle fabbriche a parlare co gli operai, il pd ha tolto le garanzie e i diritti alle classi povere e ai giovani.
C'e' una lotta di classe e una generazionale in atto e Renzi, che è un inetto e che è finito
ci ha consegnato questo disastro.
I 5 stelle pure sono destinati a calare perchè sta venendo fuori la loro vera faccia europeista e liberista.
Non è tempo di moderazione questo.
Il fascismo è alle porte per davvero, non per finta.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 08 Feb 2018, 11:10
Ale lo sai qual'e' il problema vero?
Che le prossime elezioni non le vince nessuno e al governo ci mettono DRAGHi o un altro tecnocrate.
Poi passano un par d'anni e ci ritroviamo casapound al 20 per cento.
E la colpa è tutta di questo governo infausto che ha fatto si che la "sinistra" venga percepita come la fazione dei ricchi, dei garantiti, dei radical-chic ( e uso questo termine volutamente perchè è quello che usa la gente ).
Salvini va nelle fabbriche a parlare co gli operai, il pd ha tolto le garanzie e i diritti alle classi povere e ai giovani.
C'e' una lotta di classe e una generazionale in atto e Renzi, che è un inetto e che è finito
ci ha consegnato questo disastro.
I 5 stelle pure sono destinati a calare perchè sta venendo fuori la loro vera faccia europeista e liberista.
Non è tempo di moderazione questo.
Il fascismo è alle porte per davvero, non per finta.

Sono passati più di 250 anni dalla scrittura de "Il Contratto Sociale" di Rousseau, abbiamo avuto Lenin, Mussolini, Hitler, Tito e tanti altri... ed ancora non si riesce a capire che un popolo alla fame si affida all'uomo forte sempre.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 08 Feb 2018, 12:16
Sono passati più di 250 anni dalla scrittura de "Il Contratto Sociale" di Rousseau, abbiamo avuto Lenin, Mussolini, Hitler, Tito e tanti altri... ed ancora non si riesce a capire che un popolo alla fame si affida all'uomo forte sempre.
...e si perché Lenin e Tito so uguali a Mussolini ed Hitler, pari pari  :roll:

Nel frattempo qualcuno ci ha sentito.
Dopo tre giorni il ministro della giustizia Orlando si è presentato a Macerata.
Volevo vedere se un operaio, un disoccupato, un lavoratore qualunque, un precario, andava al centro o in una zona esclusiva  di ville di stralusso a sparare ai padroni capitalisti che cosa succedeva: code infinite di politici a portare la loro solidarietà alle vittime, titoloni dei giornali a quattro colonne contro la violenza dei rossi, condanne unanimi da destra a sinistra contro la violenza, discorso del presidente  a camere riunite, perquisizioni ed arresti all'alaba nelle case dei miltinati della sinistra radicale ecc. ecc.   
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 08 Feb 2018, 12:40
Volevo vedere se un operaio, un disoccupato, un lavoratore qualunque, un precario, andava al centro o in una zona esclusiva  di ville di stralusso a sparare ai padroni capitalisti che cosa succedeva: code infinite di politici a portare la loro solidarietà alle vittime, titoloni dei giornali a quattro colonne contro la violenza dei rossi, condanne unanimi da destra a sinistra contro la violenza, discorso del presidente  a camere riunite, perquisizioni ed arresti all'alaba nelle case dei miltinati della sinistra radicale ecc. ecc.

ah non sai che da oggi potremo rileggere la storia della lotta armata in Italia come prodotto dell'esasperazione dei lavoratori nei confronti di Stato e padroni?
Se non lo sapevi, sallo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 08 Feb 2018, 12:43
...e si perché Lenin e Tito so uguali a Mussolini ed Hitler, pari pari  :roll:

Posa la pistola Orche', non è una offesa nè una equiparazione, ma semplicemente tutti e quattro sono stati leader forti ed antidemocratici, a tutti e quattro è stato affidato dal popolo il destino di un paese, nella speranza di uscire da gravi crisi (seppure diverse tra loro).
Potrei metterci anche Fidel, figura a me carissima.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 08 Feb 2018, 12:44
ah non sai che da oggi potremo rileggere la storia della lotta armata in Italia come prodotto dell'esasperazione dei lavoratori nei confronti di Stato e padroni?
Se non lo sapevi, sallo.

Ho fatto male a leggerla da sempre così?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 08 Feb 2018, 12:54
Ho fatto male a leggerla da sempre così?

la lotta armata non era il prodotto di un'esasperazione.
Ma la risposta all'aggressione dello Stato attraverso lo stragismo.
Non c'era nulla di irrazionale, nessun raptus, in quella risposta, a prescindere dal giudizio che vi si da.
semplicemente un pezzo di movimenti quando hanno visto che lo Stato ammazzava decine di persone con le bombe ha deciso di prendere le armi.
Né più, né meno.

Si passa alla follia, al limite psicologico ormai raggiunto, quando si vuole rimuovere il movente politico.
Nel caso del terrorismo fascista si rimuove il fascismo, nel caso della lotta armata negli anni '70 si rimuove che il primo a colpire fu lo Stato e colpendo nel mucchio.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 08 Feb 2018, 12:57
Posa la pistola Orche', non è una offesa nè una equiparazione, ma semplicemente tutti e quattro sono stati leader forti ed antidemocratici, a tutti e quattro è stato affidato dal popolo il destino di un paese, nella speranza di uscire da gravi crisi (seppure diverse tra loro).
Potrei metterci anche Fidel, figura a me carissima.
Non sopporto i minestroni storici. Nell'accezione comunemente accettata "l'uomo forte" non ha una valenza contingente e tecnica, ma ideologico politica, ovvero politico autoritario e tendente a destra 8se non proprio fascistoide), rezionario o comunque poco incline a alla lettura complessa della realtà
Ora infilarci Tito, capo di stato della Jugoslavia socialista e capo di una delle più importati resistenze antifasciste della storia mondiale, e addirittura Lenin una figura storica enorme di politico, rivoluzionario e politologo, studioso ed analista anche di filosofia e scienza, la trovo di una banalità e sciattume pesanti 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 08 Feb 2018, 14:19
Scusate eh,
ma utilizzate ogni post per dire che il PD non è di sinistra e poi lo accusate dell'attuale situazione della sinistra.
Rifondazione Comunista, che con il PD non c'è mai incastrato niente sin dalla sua genesi, nel 2006 raccoglieva quasi il 7%: dove sono finiti quei voti?
Se CP si fa strada tra i poveri e gli emarginati sottraendo tali voti alla sinistra estrema sarà più colpa di quest'ultima, no?
Se la sinistra radicale è capace solo di proporre ricette e modi di socializzazione vecchi di 50 anni di chi è colpa, del PD?
Se la sinistra estrema è capace solo di proporre gruppi dirigenti che parlano una lingua sconosciuta ai giovani di chi è colpa, di Renzi?
Ci sono enormi spazi - penso ad esempio ai vari sconti sulle bollette elargiti dai comuni che vengono sfruttati in minima parte da chi ne avrebbe diritto perché non ne conosce l'esistenza e/o non sa come ottenerli; penso alle agevolazioni per una popolazione sempre più anziana e sempre più sola; penso ai tanti servizi attivabili in rete - in cui fare propaganda attiva e utile invece di rinchiudersi a disquisire di massimi sistemi, che una sinistra (e un sindacato) moderno dovrebbero sfruttare, invece di fare cose stantie tipo l'occupazione delle scuole che mai è servita a nulla.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 08 Feb 2018, 14:27
Non sopporto i minestroni storici. Nell'accezione comunemente accettata "l'uomo forte" non ha una valenza contingente e tecnica, ma ideologico politica, ovvero politico autoritario e tendente a destra 8se non proprio fascistoide), rezionario o comunque poco incline a alla lettura complessa della realtà
Ora infilarci Tito, capo di stato della Jugoslavia socialista e capo di una delle più importati resistenze antifasciste della storia mondiale, e addirittura Lenin una figura storica enorme di politico, rivoluzionario e politologo, studioso ed analista anche di filosofia e scienza, la trovo di una banalità e sciattume pesanti

Ok, stai dando alle parole "uomo forte" una connotazione che io non sto dando, risolto il mistero, si può anche non essere d'accordo  ;)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 08 Feb 2018, 14:46
Scusate eh,
ma utilizzate ogni post per dire che il PD non è di sinistra e poi lo accusate dell'attuale situazione della sinistra.
Rifondazione Comunista, che con il PD non c'è mai incastrato niente sin dalla sua genesi, nel 2006 raccoglieva quasi il 7%: dove sono finiti quei voti?
Se CP si fa strada tra i poveri e gli emarginati sottraendo tali voti alla sinistra estrema sarà più colpa di quest'ultima, no?
Se la sinistra radicale è capace solo di proporre ricette e modi di socializzazione vecchi di 50 anni di chi è colpa, del PD?
Se la sinistra estrema è capace solo di proporre gruppi dirigenti che parlano una lingua sconosciuta ai giovani di chi è colpa, di Renzi?
Ci sono enormi spazi - penso ad esempio ai vari sconti sulle bollette elargiti dai comuni che vengono sfruttati in minima parte da chi ne avrebbe diritto perché non ne conosce l'esistenza e/o non sa come ottenerli; penso alle agevolazioni per una popolazione sempre più anziana e sempre più sola; penso ai tanti servizi attivabili in rete - in cui fare propaganda attiva e utile invece di rinchiudersi a disquisire di massimi sistemi, che una sinistra (e un sindacato) moderno dovrebbero sfruttare, invece di fare cose stantie tipo l'occupazione delle scuole che mai è servita a nulla.

AHAHAHAHAH
Questo è il top.
Praticamente la sinistra radicale sbagliava non alleandosi col PD (prima centrosinistra) perchè regalava il paese alle destre dividendo la sinistra.
Quando la sinistra radicale muore nell'abbraccio mortale col centrosinistra perchè snatura completamente le sue proposte e tradisce il suo elettorato, che smette di votare... è comunque colpa sua, l'evidenza è che ha perso i voti che aveva.


Il nonplusultra della supercazzola pur di non riconoscere le responsabilità enormi della finto-sinistra moderata.
La sinistra radicale sbaglia a fare una cosa così come il suo contrario.
Ovvia la soluzione: deve sparire e lasciare il campo all'unica forza legittimata ad autonominarsi Sinistra a prescindere da quel che propone.
Stalinismo 4.0, ma almeno con Stalin era un dato di fatto che a stalingrado non passano (semi-cit)


Kobra, rifondazione comunista ha perso il suo 7% perché invece di rompere la gabbia del centrosinistra ci è entrata ed è rimasta soffocata nel suo abbraccio in nome della demenziale "unità contro berlusconi" richiesta a gran voce. Finendo per votare con gli irricevibili governi Prodi una serie di provvedimenti totalmente in contraddizione con la sua impostazione politica praticamente su ogni ambito: scuola, lavoro, ambiente, guerra, infrastrutture, sanità.
Questo è stato l'errore che l'ha distrutta. Così ha perso i voti, perché ad un certo punto si smette di votare chi dice una cosa e poi ne vota un'altra pur di tenere in vita un governo che fa peggio di quelli di centrodestra.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: laziAle82 - 08 Feb 2018, 21:52
Ale lo sai qual'e' il problema vero?
Che le prossime elezioni non le vince nessuno e al governo ci mettono DRAGHi o un altro tecnocrate.
Poi passano un par d'anni e ci ritroviamo casapound al 20 per cento.
E la colpa è tutta di questo governo infausto che ha fatto si che la "sinistra" venga percepita come la fazione dei ricchi, dei garantiti, dei radical-chic ( e uso questo termine volutamente perchè è quello che usa la gente ).
Salvini va nelle fabbriche a parlare co gli operai, il pd ha tolto le garanzie e i diritti alle classi povere e ai giovani.
C'e' una lotta di classe e una generazionale in atto e Renzi, che è un inetto e che è finito
ci ha consegnato questo disastro.
I 5 stelle pure sono destinati a calare perchè sta venendo fuori la loro vera faccia europeista e liberista.
Non è tempo di moderazione questo.
Il fascismo è alle porte per davvero, non per finta.

Si ma questo che c'entra con Macerata e quello che ho scritto io?
Ormai pare chiaro che il PD incarna tutti i mali. benissimo.
Morte al PD.

Io facevo solo notare che Orlando è stato unico degli interpreti della politica nazionale a parlare di aggressione razzista e fascista. Poi oh, il governo draghi sicuramente non è un'illusione.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 08 Feb 2018, 23:25
Quanto è faticoso il cammino verso una socialdemocrazia realmente progressista e democratico-parlamentare.
Sopratutto se a distanza di 4 /5 generazioni ancora non si sanno riconoscere i mostri, totalitaristi e assassini. Tra i quali Lenin fa la sua bella figura. Mostro ispiratore di mostri.
Il pd ha deluso, delude e deluderà. Ma forse è l'unica bussola per non smarrire quel cammino.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 09 Feb 2018, 00:01
Ormai pare chiaro che il PD incarna tutti i mali. benissimo.
Morte al PD.

guarda che abbasta accettarlo, si vive decisamente meglio
d'altronde è così
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 09 Feb 2018, 08:52

Io facevo solo notare che Orlando è stato unico degli interpreti della politica nazionale a parlare di aggressione razzista e fascista. Poi oh, il governo draghi sicuramente non è un'illusione.

Eh...l'unico. Ti sei risposta da sola.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 10:56
guarda che abbasta accettarlo, si vive decisamente meglio
d'altronde è così

cosi si parla quando gli argomenti stanno a zero e il flame resta l'unica alternativa rimasta.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 09 Feb 2018, 11:10
Cerco di riportare il topic su tematiche più interessanti, ho letto questo articolo di Jacopo Fo:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/08/macerata-non-lha-uccisa-ma-solo-fatta-a-pezzi-non-vorrete-mica-che-resti-in-galera/4142748/

Lo trovo lucido e sensato, ci sono spunti molto molto validi.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 09 Feb 2018, 11:19
...
Ormai pare chiaro che il PD incarna tutti i mali. benissimo.
Morte al PD.
...

A me non sembra che nessuno abbia scritto questo. Mi sembra che molte altre forze politiche sia considerate ben peggiori.

Al PD si addossa la responsabilità di voler rappresentare delle istanze quando si tratta di ottenere consenso per poi mettere in atto azioni opposte una volta che c'è da agire.
E considerando che nel fare questo va a pescare nel bacino dei potenziali elettori di sinistra, ricattandoli con il voto utile verso gli spauracchi che poi non considerano più tali una volta ottenuti i voti, non capisco la sorpresa quando chi è portatore di quelle istanze e vorrebbe che fossero messe in pratiche si dimostra astioso verso il PD.
Lo stesso PD che denunciava lo squilibrio dell'informazione, la forza della propaganda che condiziona la percezione della realtà che poi opera sulle scelte di vote quando doveva confrontarsi con Berlusconi.
E che ora fa finta di non essere lui stesso detentore di enorme potere mediatico e finanziario.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 09 Feb 2018, 12:38
cosi si parla quando gli argomenti stanno a zero e il flame resta l'unica alternativa rimasta.
E' anche vero che se basta essere in 5 per decidere che il PD non sia di sinistra
non ci sono argomenti, è più fede che una discussione
poi in anni non ti ho mai visto dialogare anche perchè il dialogo implica anche mettersi in discussione cosa complicata per chi sa dove sta la verità
sono anzi convinto che se renzi fosse andato all'ospedale le critiche sarebbero state le stesse
per me è semplicemente folle preferire salvini a renzi ma ormai è la politica che ha fatto questa scelta
hanno deciso che ora tocca al centrodestra, chi non sta a destra si è trovato uno strapuntino ben pagato per i prossimi anni e aspetta momenti migliori
anzi a me i governi di destra danno pure vantaggi per cui bene così
dato che potete pagare linee dati e elettricità alle multinazionali, comprarvi devices sempre pagando multinazionali e probabilmente non li tenete all'aperto ma vi state pagando un tetto sulla testa, anche a voi un governo berlusconiano non dovrebbe fare danni
il problema non è così per tutti e per alcuni berlusconi fa la differenza tra la vita e la morte e forse solo per questi serviva una maggiore unità
nel maggioritario devi cercare la politica meno peggio in un paese che non brilla di socialismo dai tempi di cesare
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 12:44
Non ci sono argomenti?
Io scrivo tanto perché fornisco argomenti a palate.
E gli argomenti hanno due facce: provano a dimostrare ma sono anche l'origine di possibili smentite.
Il problema è che quando non si riesce a controbattere agli argomenti con altri argomenti si prova a buttarla in caciara, a parlare di "Verità assolute" ma è puro trollaggio per il semplice fastidio che si prova a non saper articolare una ricostruzione altrettanto credibile.

Non è la dichiarazione o i post di 5 persone a stabilire se il PD è o meno di sinistra.
E non sarà nemmeno la sorda e cieca convinzione di chi ci si aggrappa disperato a poterlo fare.

E' il PD stesso con le sue politiche e le sue prese di posizione a farlo.
Di argomenti ce ne sono quanti ne vuoi, in questo topic come in altri.
Ma chi vota PD tende a non confrontarsi sugli argomenti, si confronta su uno status, quello del partito maggioritario. Come se questo di per sé significasse qualcosa oltre il proprio potere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 09 Feb 2018, 14:21
ma mica sto dicendo che sbagli ad attaccare il PD, anzi le tue argomentazioni sono giuste
il problema è chiedere al PD politiche di estrema sinistra al limite dell'anticapitalismo
E' un po' la storia di FA, sei un campione e in 20 minuti devi battere il genoa da solo anzi se non segni è chiaro che lo fai apposta
il PD è un partito socialdemocratico schierato anche al centro, non ha veramente nulla di rivoluzionario, alcune politiche sono state decenti, comunque ora potremo provare le politiche del centro destra e come ho detto tra trump e Clinton c'è differenza
se uno vuole la chiusura delle banche, l'università gratis, la fine delle spese per la difesa, l'apertura dei confini, l'uscita dall'europa e via cantando è ovvio che il PD gli sta stretto ma è anche stupido pretendere cose che il PD non ha mai proposto 
è ridicola anche un'alleanza, molto meno ridicolo era un patto di desistenza ma oramai è tardi
per cui come si dice acqua passata non macina più
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 14:38
Io gli chiedo di fare cose rivoluzionarie????
Ma dove?

Il problema è proprio che il pd NON E' un partito socialdemocratico e l'errore è proprio considerarlo tale.
Tanto che io prendo a riferimento corbyn, non Fidel Castro né besancenot o la linke tedesca.
Gli chiedo riforme socialdemocratiche, non la rottura radicale che non gli compete.

Ma loro le riforme socialdemocratiche NON hanno alcuna intenzione di farle. Zero.

Su Macerata hanno assunto una posizione opportunista che sembra la brutta copia del re prima della marcia su Roma (cit. Left).
Stiamo calmi, "Macerata ha bisogno di tranquillità", smobilitazione, comparazione tra corteo fascista e antifascista, minacciato di essere trattato come problema di ordine pubblico da minniti, che legittima i respingimenti con il terrorismo fascista (?!?!)

pensate se dopo il bataclan qualcuno avesse detto ai parigini di non manifestare per non esacerbare gli animi nei sostenitori di daesh.

Socialdemocratico? Maddove?
È un'illusione, ma dopo dieci anni non è manco cosi ingenua. Dopo dieci anni se ancora non hai capito c'è del dolo.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 09 Feb 2018, 14:52
Si ma questo che c'entra con Macerata e quello che ho scritto io?
Ormai pare chiaro che il PD incarna tutti i mali. benissimo.
Morte al PD.

Io facevo solo notare che Orlando è stato unico degli interpreti della politica nazionale a parlare di aggressione razzista e fascista. Poi oh, il governo draghi sicuramente non è un'illusione.

Guarda che il pd la morte se la sta a dà da solo, perchè il 5 marzo sta sotto il 20, segnatelo.
Poi: lo so pure io che Orlando è tra i meno peggio, come Delrio ( l'ho visto coi miei occhi "imbruttire" a Minniti ai tempi della diffida alle ong ), però è anche vero che la loro visione globale non si discosta molto da quella renziana, e comunque ci sono rimasti dentro, a difendersi i loro spazietti.
Tra l'altro ho il forte sospetto che appunto Orlando sia andato a riempire uno spazio "elettorale" tra i col.leoni votanti del pd che ancora pensano che il pd possa essere un baluardo contro il fascismo, visto che dei renziani non c'era andato nessuno.
E il suo discorso sul tricolore infangato l'ho trovato ripugnante.

FD l'ha spiegato tante volte e bene, io provo a ridirlo con parole mie:
se tu pd con le tue azioni di governo hai:

-eliminato garanzie e diritti del lavoro col jobs act
-favorito le elite economico-finanziarie a scapito della collettività
-salvato banche che hanno fatto lo schifo investendo a cazzo e regalando milioni agli amici tuoi
-inseguito la destra più becera tramite il tuo ministro destroide sul tema della paura, del decoro, della non-integrazione.
-hai fatto i soldi molto spesso illegalmente ( vedi mafia capitale ) coi fondi destinati all'accoglienza.
-hai perseguito una politica classista e iniqua di disinvestimento progressivo dalla scuola e dall'università promuovendo lo schiavismo giovanile ( scuola-lavoro )

poi che succede?

Succede che arriva il fascismo.
Te lo devo spiegare io il passaggio o ti basta vedere Salvini in fabbrica a parlare con gli operai o le associazioni studentesche di destra che ottengono consensi ampi nelle scuole di periferia con parole d'ordine che un tempo avresti detto "di sinistra" ?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 09 Feb 2018, 14:58
intermezzo

(https://natangeloemme.files.wordpress.com/2018/02/9-febbraio-20181046606861.jpg)

(a parte tutto, confesso di non aver capito perche' le organizzazioni di sinistra all'inizio hanno accettato di fare quello che voleva minniti. alla fine e' stato come spararsi in un piede... no?)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 09 Feb 2018, 15:45

 tra la fuga e lo spacciatore c'è un italianissimo pezzo di merda di quaranta e passa anni che approfitta della fragilità di una povera ragazza tossicodipendente appena maggiorenne per farsi una pelle a prezzo di saldo (€50)per poi portarla alla stazione a cercarsi una dose.

http://www.corriere.it/cronache/18_febbraio_07/pamela-l-uomo-che-l-ha-portata-680ebff6-0b8d-11e8-8265-d7c1bfb87dc9.shtml


Questo articolo è SCOMPARSO.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 09 Feb 2018, 15:49
Te lo devo spiegare io il passaggio o ti basta vedere Salvini in fabbrica a parlare con gli operai o le associazioni studentesche di destra che ottengono consensi ampi nelle scuole di periferia con parole d'ordine che un tempo avresti detto "di sinistra" ?

Resterebbe da capire come mai tali operai e studenti si rivolgano a destra invece che a chi sta a sinistra del PD.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sonni Boi - 09 Feb 2018, 15:53
Resterebbe da capire come mai tali operai e studenti si rivolgano a destra invece che a chi sta a sinistra del PD.

Perchè le figure a sinistra del PD, escludendo PaP che però non conosce praticamente nessuno, sono percepite come distanti dalla gente, come radical chic da salotto e chiacchieroni inconclusivi, che quando si arriva a dover fare i fatti si appecoronano allo stesso PD in cambio della poltrona.

E vagli a dar torto, alla fine dei conti.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 09 Feb 2018, 16:01
Resterebbe da capire come mai tali operai e studenti si rivolgano a destra invece che a chi sta a sinistra del PD.

Se parli di potere al popolo, beh è una lista nata tre mesi fa.
Se parli invece di liberi e uguali parli o di quella parte che viene dal pd ( che è sempre pd )
Oppure degli ex SEL, che andarono al voto del 2013 in alleanza col pd.
Poi certo, nelle vicende parlamentari se ne sono discostati, ma non hanno mai avuto particolare impatto a livello mediatico ne sono andati a fare politica nei territori.
Non a caso stanno censurando PaP in ogni modo, dopo che vedevano dalle proiezioni che stava e sta erodendo significativamente i numeri di LeU.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 16:10
Resterebbe da capire come mai tali operai e studenti si rivolgano a destra invece che a chi sta a sinistra del PD.

La replica di Carta bianca con l'esponente di PAP Viola Carofalo è la cartina al tornasole che risponde perfettamente alla tua domanda.

http://it.blastingnews.com/politica/2018/02/potere-al-popolo-contro-la-rai-dopo-il-programma-della-berlinguer-ecco-perche-002346017.html (http://it.blastingnews.com/politica/2018/02/potere-al-popolo-contro-la-rai-dopo-il-programma-della-berlinguer-ecco-perche-002346017.html)

Questa è la democrazia in Italia.
Vogliamo mettere lo spazio che ha un Salvini rispetto alla sinistra radicale?
Credi che sia un caso?
O la sinistra radicale è stata scientificamente imbavagliata e relegata a macchietta dalle proposte "irrealizzabili" per non disturbare il manovratore?
Poi basta che esci da sta bolla vergognosa e scopri che quelle stesse proposte "irrealizzabili" altrove le prendono in carico i partiti maggioritari.

Ma magari fosse solo un problema di poco spazio. No, in quel poco spazio, ridicolo in rapporto alla totalità della trasmissione si distorce il nome della lista, a stento si nomina e si lascia ai "saluti finali".

Questa cosa è una cesura scientifica che in Italia ha applicazione tanto in campo politico che sindacale.
Si vede perfettamente sull'interezza dei media.
Il paradosso è ancor più chiaro guardando quanto spazio si dedica alle formazioni fasciste, infinitamente più piccole dei soggetti della sinistra radicale e nonostante questo utilizzate a spron battuto. Sempre in un'ottica funzionale ovviamente.
La maggioranza relativa di PD e CGIL sono tenute con mezzi di un'antidemocraticità viscerale e volti al forzare le scelte, il ricatto di cui parlava MisterFaro, in modo palese.


In Francia, dove la democrazia è liberale davvero, ognuno ha il suo spazio, perché non dovrebbe essere la quantità di spazio che occupi a portarti il voto, ma i contenuti.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 17:49
Sempre a proposito di quanto dicevo due ore fa:

la manifestazione a Macerata è stata regolarmente autorizzata.
Vedete un po' in quanti giornali trovate la notizia.
No, al massimo troverete FAKE NEWS che attribuiscono ad Anpi, Arci, CGIL e Libera l'organizzazione del corteo, cosa falsa, perché il corteo è organizzato da altri soggetti non nominati proprio.
E il corteo è diventato il "corteo dei centri sociali", laddove invece le adesioni sono molteplici e variegate.

Ora caro Kobra, con un'informazione così piegata agli interessi del partito al potere ti domandi per quale ragione il voto di opposizione lo polarizza la destra e non la sinistra radicale?
Ma tu hai presente che per moltissimi giovani "sinistra" è sinonimo di precarietà?
E chi ha la colpa di questo grave paradosso secondo te?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 09 Feb 2018, 18:38
Perchè le figure a sinistra del PD, escludendo PaP che però non conosce praticamente nessuno, sono percepite come distanti dalla gente, come radical chic da salotto e chiacchieroni inconclusivi, che quando si arriva a dover fare i fatti si appecoronano allo stesso PD in cambio della poltrona.

E vagli a dar torto, alla fine dei conti.

Ecco,
appunto.
Il PD è nato per rappresentare il centrosinistra con formazioni consistenti alla propria sinistra sin da quando si è cominciato a parlare di tale fusioni.
Se tale area è progressivamente evaporata nei voti popolari non è certo colpa del PD, ma delle politiche attuate, delle proposte effettuate e - oserei dire soprattutto - del modo di porsi.
Ricominciano ad assistere le persone che hanno bisogno e (ri)troveranno consenso e sostegno
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 18:51

Se tale area è progressivamente evaporata nei voti popolari non è certo colpa del PD, ma delle politiche attuate, delle proposte effettuate e - oserei dire soprattutto - del modo di porsi.


Le politiche attuate so' quelle attuate con l'attuale PD. Imposte dal PD.

Che politiche/proposte avrebbero dovuto fare?
Se facevano le proprie avrebbero dovuto rompere col PD, quindi rompere l' "unità della sinistra".
e non andava bene, giusto?
Se, come hanno fatto, si allineano alle politiche del PD si snaturano e perdono voti.

Aspetto volentieri di sapere cosa avrebbero dovuto fare. Qual'era la terza via possibile.
Non mi serve un programma completo eh, anche solo un'allusione minima. Pe capisse.
Per capire se questa è un'effettiva lettura alternativa o una supercazzola.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sonni Boi - 09 Feb 2018, 19:28
Ecco,
appunto.
Il PD è nato per rappresentare il centrosinistra con formazioni consistenti alla propria sinistra sin da quando si è cominciato a parlare di tale fusioni.
Se tale area è progressivamente evaporata nei voti popolari non è certo colpa del PD, ma delle politiche attuate, delle proposte effettuate e - oserei dire soprattutto - del modo di porsi.
Ricominciano ad assistere le persone che hanno bisogno e (ri)troveranno consenso e sostegno

Non è vero.

Il PD corse da solo per espressa decisione presa da Veltroni, nel 2008.

Il PD è sempre stato piuttosto chiaro sulla linea da seguire, senza scendere a compromessi con le forze più a sinistra, per poi dire loro: "o state con noi e ci date i numeri per fare un governo, o vi prendete la responsabilità morale di aver fatto vincere Berlusca". L'errore della cosiddetta sinistra è stato quello di non aver sfanculato il PD da subito e non aver mantenuto sempre la schiena dritta, cedendo alla fine sempre al ricatto dello pseudoalleato maggiore in cambio di qualche poltrona e per la paura di scomparire dallo scenario politico.

L'ultima riga del tuo post poi è emblematico di cosa sia il PD e di cosa (non) ci si aspettino da esso i suoi elettori: sostenere le persone che hanno bisogno dovrebbe essere proprio il compito di un partito socialdemocratico, come tu continui erroneamente a definire il PD.

Chissà se la prossima, ennesima batosta (non sarei sorpreso se dovesse crollare sotto il 20%) servirà a qualcosa.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 09 Feb 2018, 19:56
Ecco,
appunto.
Il PD è nato per rappresentare il centrosinistra con formazioni consistenti alla propria sinistra sin da quando si è cominciato a parlare di tale fusioni.
Se tale area è progressivamente evaporata nei voti popolari non è certo colpa del PD, ma delle politiche attuate, delle proposte effettuate e - oserei dire soprattutto - del modo di porsi.
Ricominciano ad assistere le persone che hanno bisogno e (ri)troveranno consenso e sostegno

Ti puoi rileggere per favore?
Perché quella che hai scritto sembra veramente una supercazzola, stai dicendo in pratica che il PD meriterebbe appoggio per quanto si autoattribuisce piuttosto che critiche per quanto ha fatto.



E sinceramente mi fa venire in mente per il pd una banale ma saggia citazione:

(http://preview.ibb.co/cBwDbH/013_STUPIDO_E_CHI_LO_STUPIDO_FA_1.jpg) (http://ibb.co/mZCVOx)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 09 Feb 2018, 19:59
i pentastellati hanno trovato i voti anche se boicottati dai media e anche casapanda ottiene voti senza le televisioni, se la sinistra non ottiene gli stessi risultati forse è più colpa delle idee che dei media
ma non è neanche colpa della sinistra è colpa degli italiani
siamo un popolo conservatore e la sinistra in realtà non ha mai governato questo paese
e proprio per questo bisognerebbe avere meno la puzza sotto il naso poiché da sola la sinistra non governerà mai
non credo che ci sia mai stato un reale confronto tra sinistra e PD in questi mesi, le politiche di cui ho parlato sono state da te appoggiate e le reputo rivoluzionarie e molto lontane dal PD
tu non le reputi rivoluzionarie perché alcuni partiti nel mondo le hanno fatte proprie, cosa c'entra?
uscire dall'europa è rivoluzionario anche se hai l'appoggio dei repubblicani americani
ripeto non ti vuoi alleare, bene così, non ti eviti un governo di merda mentre ti potevi prendere un governo che ti faceva venire sono un po' di mal di pancia
uno potrebbe pensare che bel vantaggio del casso, vero
il problema è che oggi gli italiani sono di destra abbastanza razzisti e anche un po' fascisti
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 09 Feb 2018, 20:08
Hai scritto una serie di inesattezze:

- I grillini non sono mai stati osteggiati dai media. Grillo è un comico di fama nazionale, si può dire che il loro successo sia stato anzitutto mediatico

- casapound non ha copertura mediatica?? Azz ma se ogni pireto che fanno va in prima pagina di tutti i giornali (e ripeto, chiediamoci il perché di tutta questa attenzione). Interviste, inviti continui in tv, non c'è settimana che io non veda almeno un articolo che ne parli. E stiamo parlando di un'organizzazione che, se gli dice bene, avrà 2/3 dei voti di PaP.
Con la stessa copertura (non maggiore eh, la stessa) la sinistra socialdemocratica stava al 15% minimo. Che poi è quanto ha nel resto d'europa più o meno (Francia, Spagna, Grecia, in Inghilterra sta a molto di più ma perché si è presa proprio il labour)

-rispetto agli "italiani" ti ricordo che abbiamo avuto il biennio rosso, il principale movimento bracciantile d'europa, il 68 più lungo d'Europa durato 10 anni e non uno, il partito comunista più grande d'europa.
Difficile dipingerci come destri. Lo siamo diventati per responsabilità precise.

-le politiche sono rivoluzionarie o riformiste non per opinione ma perché rompono un sistema o lo modificano gradualmente.
Quelle di corbyn sono politiche riformiste, non rompono col capitalismo, lo riformano.
Ora se tu non hai più idea di cosa sia una riforma e ti sembra rivoluzionaria perché in italia ste cose le dice solo la sinistra radicale mi farei qualche domanda. Perché forse il problema non è nella percezione del mondo ma nella nostra.
- l'ultimo argomento è il solito e unico argomento piddino: devi scegliere me perché non ci sia di peggio.
Un partito fondato su questo unico punto programmatico.

Io non mi meraviglio che ci sia stato quel che è avvenuto a Macerata. Anzi purtroppo credo che vedremo di peggio.
Perché di partiti pessimi ne ho visti tanti, ma pensare di governare con quell'unico pilastro ideologico non è riuscito mai a nessuno. Manco al peggior Giolitti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: laziAle82 - 09 Feb 2018, 22:00
Eh...l'unico. Ti sei risposta da sola.

credo di non avere capito..

Guarda che il pd la morte se la sta a dà da solo, perchè il 5 marzo sta sotto il 20, segnatelo.
Poi: lo so pure io che Orlando è tra i meno peggio, come Delrio ( l'ho visto coi miei occhi "imbruttire" a Minniti ai tempi della diffida alle ong ), però è anche vero che la loro visione globale non si discosta molto da quella renziana, e comunque ci sono rimasti dentro, a difendersi i loro spazietti.
Tra l'altro ho il forte sospetto che appunto Orlando sia andato a riempire uno spazio "elettorale" tra i col.leoni votanti del pd che ancora pensano che il pd possa essere un baluardo contro il fascismo, visto che dei renziani non c'era andato nessuno.
E il suo discorso sul tricolore infangato l'ho trovato ripugnante.

FD l'ha spiegato tante volte e bene, io provo a ridirlo con parole mie:
se tu pd con le tue azioni di governo hai:

-eliminato garanzie e diritti del lavoro col jobs act
-favorito le elite economico-finanziarie a scapito della collettività
-salvato banche che hanno fatto lo schifo investendo a cazzo e regalando milioni agli amici tuoi
-inseguito la destra più becera tramite il tuo ministro destroide sul tema della paura, del decoro, della non-integrazione.
-hai fatto i soldi molto spesso illegalmente ( vedi mafia capitale ) coi fondi destinati all'accoglienza.
-hai perseguito una politica classista e iniqua di disinvestimento progressivo dalla scuola e dall'università promuovendo lo schiavismo giovanile ( scuola-lavoro )

poi che succede?

Succede che arriva il fascismo.
Te lo devo spiegare io il passaggio o ti basta vedere Salvini in fabbrica a parlare con gli operai o le associazioni studentesche di destra che ottengono consensi ampi nelle scuole di periferia con parole d'ordine che un tempo avresti detto "di sinistra" ?


Si ma questo che c'entra? io criticavo il fatto di aver riportato in  maniera inesatta una dichiarazione cercando di far passare un lato nazionalista che non c'era.
Il mio intento non era e non è quello di parlare del destino del PD perche è totalemte OT.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: COLDILANA61 - 09 Feb 2018, 22:04
Ho fermato gli sbarchi perche' all'orizzonte avevo visto i Traini .

Marco Minniti , Ministro degli Interni .

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: laziAle82 - 09 Feb 2018, 22:12
Ho fermato gli sbarchi perche' all'orizzonte avevo visto i Traini .

Marco Minniti , Ministro degli Interni .

che testa de cazzo questo mamma mia. ma come si fa.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: nestorburma - 10 Feb 2018, 09:28
Questo articolo è SCOMPARSO.

Ho cercato di recuperarlo, un mix di freddo sessismo violento e anaffettivo da bloccare il fiato:


 Fabrizio Caccia “Pamela, l’uomo che l’ha portata a casa: Penso a lei, è tutto atroce” pubblicato ieri sul “Corriere della Sera”.

C’è un uomo che sta guardando in cucina «Mattino Cinque», il programma di Federica Panicucci. Sono le 9 e mezza, lui fa colazione, mentre in studio, proprio in quel momento, si sta parlando del dramma di Pamela Mastropietro.
Lui la conosce bene, quella ragazza. E adesso chissà che peso grande ha sul cuore, questo 45enne con la tuta rossa da meccanico e i sandali da francescano. Malgrado il freddo intenso non porta i calzini.
Il giorno si scalda lavorando nel campo attiguo alla casa, dove la mimosa è già in fiore, come un monaco che al freddo prega e lavora, contemplando il miracolo della natura.
Lo assilla il pensiero che se solo avesse potuto immaginare la fine orribile che attendeva Pamela, di certo lui le avrebbe cambiato il destino. «È atroce, atroce», riesce solo a dire. «Credete forse che non ci pensi? Non bestemmiate, per favore…».
magro, alto, affilato, la barba hipster, la pelle bianca va spesso a Corridonia con la sua auto. Ci va a trovare la sorella, che lì ha la casa e anche un esercizio commerciale.
Così, vede Pamela che avanza a passi svelti sul ciglio della strada, si ferma, lei sale, ripartono insieme sull’utilitaria bianca. La ragazza è senza soldi, senza cellulare né documenti… Ma per farsi d’eroina ci vogliono i soldi e Pamela non ne ha. Ha con sé soltanto la sua bellezza e decide di venderla a lui.
Allora l’uomo punta verso la casa della sorella, che ha un garage sul retro, seminascosto. Lei quel giorno non c’è, nessuno potrà vederli. C’è un materasso in garage, fanno sesso su una coperta… Cinquanta euro per un rapporto. Il procuratore capo di Macerata, Giovanni Giorgio, pietosamente aveva voluto raccontare un’altra storia. Aveva detto che Pamela, quel giorno, il 29, si era fermata a dormire dal suo accompagnatore, che poi al risveglio, il martedì mattina, le aveva dato dei soldi per aiutarla a tornare a casa, a Roma, da sua madre. Non è andata così.
Quel lunedì, dopo il garage, l’uomo ha accompagnato Pamela alla stazione di Piediripa e l’ha lasciata lì, al suo destino. Così adesso gli vengono mille pensieri, mille rimorsi e anche un po’ di vergogna: «Andate via, non vedete che questa è proprietà privata, lasciatemi in pace, lasciamo lavorare gli inquirenti», ha detto ieri a Rossella Ivone, l’inviata di News Mediaset, arrivata lì con la telecamera. Ora
non resta che il dolore e nessun piacere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 10 Feb 2018, 09:39
Ho cercato di recuperarlo, un mix di freddo sessismo violento e anaffettivo da bloccare il fiato:


 Fabrizio Caccia “Pamela, l’uomo che l’ha portata a casa: Penso a lei, è tutto atroce” pubblicato ieri sul “Corriere della Sera”.

C’è un uomo che sta guardando in cucina «Mattino Cinque», il programma di Federica Panicucci. Sono le 9 e mezza, lui fa colazione, mentre in studio, proprio in quel momento, si sta parlando del dramma di Pamela Mastropietro.
Lui la conosce bene, quella ragazza. E adesso chissà che peso grande ha sul cuore, questo 45enne con la tuta rossa da meccanico e i sandali da francescano. Malgrado il freddo intenso non porta i calzini.
Il giorno si scalda lavorando nel campo attiguo alla casa, dove la mimosa è già in fiore, come un monaco che al freddo prega e lavora, contemplando il miracolo della natura.
Lo assilla il pensiero che se solo avesse potuto immaginare la fine orribile che attendeva Pamela, di certo lui le avrebbe cambiato il destino. «È atroce, atroce», riesce solo a dire. «Credete forse che non ci pensi? Non bestemmiate, per favore…».
magro, alto, affilato, la barba hipster, la pelle bianca va spesso a Corridonia con la sua auto. Ci va a trovare la sorella, che lì ha la casa e anche un esercizio commerciale.
Così, vede Pamela che avanza a passi svelti sul ciglio della strada, si ferma, lei sale, ripartono insieme sull’utilitaria bianca. La ragazza è senza soldi, senza cellulare né documenti… Ma per farsi d’eroina ci vogliono i soldi e Pamela non ne ha. Ha con sé soltanto la sua bellezza e decide di venderla a lui.
Allora l’uomo punta verso la casa della sorella, che ha un garage sul retro, seminascosto. Lei quel giorno non c’è, nessuno potrà vederli. C’è un materasso in garage, fanno sesso su una coperta… Cinquanta euro per un rapporto. Il procuratore capo di Macerata, Giovanni Giorgio, pietosamente aveva voluto raccontare un’altra storia. Aveva detto che Pamela, quel giorno, il 29, si era fermata a dormire dal suo accompagnatore, che poi al risveglio, il martedì mattina, le aveva dato dei soldi per aiutarla a tornare a casa, a Roma, da sua madre. Non è andata così.
Quel lunedì, dopo il garage, l’uomo ha accompagnato Pamela alla stazione di Piediripa e l’ha lasciata lì, al suo destino. Così adesso gli vengono mille pensieri, mille rimorsi e anche un po’ di vergogna: «Andate via, non vedete che questa è proprietà privata, lasciatemi in pace, lasciamo lavorare gli inquirenti», ha detto ieri a Rossella Ivone, l’inviata di News Mediaset, arrivata lì con la telecamera. Ora
non resta che il dolore e nessun piacere.

Incredibile. Questo giornalista una vera merda testa di ca.zz.o.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: zorba - 10 Feb 2018, 13:19
Hai scritto una serie di inesattezze:

- I grillini non sono mai stati osteggiati dai media...

(...)

Sicuro, sicuro sicuro?!?

 8) 8) 8)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 10 Feb 2018, 14:10
Sicuro, sicuro sicuro?!?

 8) 8) 8)

giusto, ho sbagliato termine,
parlavo di oscuramento.
I grillini sono stati e sono osteggiati dai media (anche se regalano perle a raffica).
Ma la sinistra l'hanno scientificamente occultata.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 10 Feb 2018, 14:29
Ho cercato di recuperarlo, un mix di freddo sessismo violento e anaffettivo da bloccare il fiato:


 Fabrizio Caccia “Pamela, l’uomo che l’ha portata a casa: Penso a lei, è tutto atroce” pubblicato ieri sul “Corriere della Sera”.

C’è un uomo che sta guardando in cucina «Mattino Cinque», il programma di Federica Panicucci. Sono le 9 e mezza, lui fa colazione, mentre in studio, proprio in quel momento, si sta parlando del dramma di Pamela Mastropietro.
Lui la conosce bene, quella ragazza. E adesso chissà che peso grande ha sul cuore, questo 45enne con la tuta rossa da meccanico e i sandali da francescano. Malgrado il freddo intenso non porta i calzini.
Il giorno si scalda lavorando nel campo attiguo alla casa, dove la mimosa è già in fiore, come un monaco che al freddo prega e lavora, contemplando il miracolo della natura.
Lo assilla il pensiero che se solo avesse potuto immaginare la fine orribile che attendeva Pamela, di certo lui le avrebbe cambiato il destino. «È atroce, atroce», riesce solo a dire. «Credete forse che non ci pensi? Non bestemmiate, per favore…».
magro, alto, affilato, la barba hipster, la pelle bianca va spesso a Corridonia con la sua auto. Ci va a trovare la sorella, che lì ha la casa e anche un esercizio commerciale.
Così, vede Pamela che avanza a passi svelti sul ciglio della strada, si ferma, lei sale, ripartono insieme sull’utilitaria bianca. La ragazza è senza soldi, senza cellulare né documenti… Ma per farsi d’eroina ci vogliono i soldi e Pamela non ne ha. Ha con sé soltanto la sua bellezza e decide di venderla a lui.
Allora l’uomo punta verso la casa della sorella, che ha un garage sul retro, seminascosto. Lei quel giorno non c’è, nessuno potrà vederli. C’è un materasso in garage, fanno sesso su una coperta… Cinquanta euro per un rapporto. Il procuratore capo di Macerata, Giovanni Giorgio, pietosamente aveva voluto raccontare un’altra storia. Aveva detto che Pamela, quel giorno, il 29, si era fermata a dormire dal suo accompagnatore, che poi al risveglio, il martedì mattina, le aveva dato dei soldi per aiutarla a tornare a casa, a Roma, da sua madre. Non è andata così.
Quel lunedì, dopo il garage, l’uomo ha accompagnato Pamela alla stazione di Piediripa e l’ha lasciata lì, al suo destino. Così adesso gli vengono mille pensieri, mille rimorsi e anche un po’ di vergogna: «Andate via, non vedete che questa è proprietà privata, lasciatemi in pace, lasciamo lavorare gli inquirenti», ha detto ieri a Rossella Ivone, l’inviata di News Mediaset, arrivata lì con la telecamera. Ora
non resta che il dolore e nessun piacere.

Ecco a me viene in mente che pensare antifascismo nel 2018 significa partire da cosa significa patriarcato.
Che é la prima cosa che dobbiamo mettere in discussione dalle fondamenta.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: VeniVidiLulic - 10 Feb 2018, 16:28
"Il Contratto Sociale"


Una cazzata pazzesca.

Ci tenevo a dirlo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 10 Feb 2018, 16:40
https://www.dinamopress.it/news/macerata-la-diretta-della-manifestazione/ (https://www.dinamopress.it/news/macerata-la-diretta-della-manifestazione/)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 10 Feb 2018, 18:34
Una cazzata pazzesca.

Ci tenevo a dirlo.

(https://media.giphy.com/media/F3G8ymQkOkbII/giphy.gif)
 :)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 11 Feb 2018, 01:07
http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/09/la-manifestazione-antifascista-di-macerata-lultimo-chiodo-sulla-bara-d/37080/ (http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/09/la-manifestazione-antifascista-di-macerata-lultimo-chiodo-sulla-bara-d/37080/)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sonni Boi - 11 Feb 2018, 09:24
http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/09/la-manifestazione-antifascista-di-macerata-lultimo-chiodo-sulla-bara-d/37080/ (http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/09/la-manifestazione-antifascista-di-macerata-lultimo-chiodo-sulla-bara-d/37080/)

Articolo delirante, per me, anche alla luce del fatto che non c'è stato nessun problema di ordine pubblico.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 11 Feb 2018, 11:02
1) la premessa su cui faceva affidamento questo articolo, una sorta di guerra civile tra antifascisti e fascisti, ragione essenziale per cui "occorreva star tranquilli" non si è verificata.
Premessa falsata, conseguenze presunte smentite.

2) anche ci fosse stato il rischio non era un buon motivo per restare a casa, esattamente per evitare il rischio ignavia e la "logica del re" citata nel post sul pd. Non è evitando lo scontro che fai meglio, ma è stroncandolo all'origine senza equidistanze irricevibili. Il problema è già nell'equidistanza in caso di scontro.

3) ad ogni modo la partecipazione e lo svolgimento sereno del tutto mostrano il livello di inutile terrorismo prodotto da articoli del genere, diretta emanazione di quanto ha detto Renzi.
Non avrai tessere in tasca ma a me importa anche meno di zero, sta di fatto che oggi di fronte alla polarizzazione in atto assumi la postura del renziano pur di non assumere il pd come nemico.
È un fatto. Ma è altrettanto un fatto che è nelle polarizzazioni "l'ora della verità" in politica e in cui si finisce per dare ragione agli zanzy.

4) la questione dei penultimi è il nonplusultra agitata da te sbracchio.
Cazzo abbiamo discusso a morte sui penultimi che votano 5stelle, esattamente come cita l'articolo, perché io continuavo a dire che con quel pezzo occorre dialogare e non criminalizzare mentre per te sono un branco di cogli.oni da ridicolizzare e mo diventano l'argomento per non fare una manifestazione antirazzista che sarebbe contro di loro?

5) il delirante autore dell'articolo confonde fascismo diffuso e fascismo organizzato.
Il pericolo fascista odierno è politico sul primo e personale sul secondo.
Il primo pericolo, come dice bifo, non lo combatti con l'antifascismo militante perché non puoi contrapporti militarmente al 36% degli italiani che vede l'immigrazione come.problema numero 1. Ci vuole la politica, una lettura alternativa della rabbia sociale e dell'esasperazione.
Rabbia sociale ed esasperazione e prodotte dalle politiche del buon Matteo.
Il secondo pericolo, quello delle organizzazioni fasciste, andrebbe combattuto impedendogli la loro propaganda violenta e non dandogli una visibilità strumentale nonostante siano rilevanti più o meno come ferrando solo per agitare il "pericolo '33" volto a portare al voto democratico.


Insomma un articolo totalmente fuori dalla realtà per come sono andate le cose e che fa una gran confusione di categorie e concetti dimostrando solo quanta confusione c'è nella pseudo-sinistra.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 11 Feb 2018, 11:27
Macerata, non esserci andati è stato un errore gigantesco.

Un freddo becco, quasi zero gradi, un corteo boicottato in ogni modo, fatto sfilare in modo punitivo ai margini di una città in cui era stato di fatto decretato il coprifuoco, scuole chiuse, negozi chiusi, bar quasi tutti chiusi, bagni pubblici chiusi, chiese chiuse, e nonostante tutto questo, tanta gente, tra le 20mila e le 30mila persone, venuta da tutta Italia. Nessuna manifestazione dei tempi recenti fa dei numeri simili, nessuna manifestazione in tempi recenti organizzata senza l'aiuto (anzi con il sabotaggio delle organizzazioni grandi, come i grandi partiti e i sindacati confederali), riesce a radunare tutta questa gente in una piccola città di provincia mal collegata.

Nemmeno il cinismo elettorale ha fatto cambiare idea al partito della sicurezza, del nonègiustofarsigiustiziadasoli, del fascismoèmorto: il Pd, per come è stato finora, un partito in cui si potevano riconoscere gli antifascisti democratici, è morto a Macerata. Gli elettori lo dimenticheranno, i militanti già ridanno la tessera. Era facile oggi vedere in piazza gente che ha votato e voterebbe Pd, tra cui molti militanti dell'Anpi, dell'Arci, di Libera, che si sono rivoltati contro la dirigenza.

Femminista, antirazzista, antifascista, solidale, allegro, e in piazza, apertamente: esiste un'altra visione politica rispetto alla politica della paura. Se i giornali non la raccontano, la colpa è dei giornali. Se date la colpa ai giornali, che parlano di inesistenti polemiche sulle foibe, leggete altri giornali.
Persino la definizione "giovani dei centri sociali" fa ridere chiunque fosse oggi a Macerata. C'erano molti ragazzi certo, ma la manifestazione era davvero intergenerazionale, e interclassista. C'erano persone come la partigiana Lidia Menapace che di anni ne ha 93, e ragazze di 16 anni di Nonunadimeno. Sfilavano affiancate, è la parte migliore del paese: e se non la riconoscete, se non la ringraziate che ha dedicato un giorno del suo tempo anche per ribadire i vostri diritti, per combattere le vostre lotte, per dare il sostegno che meritavano ai sei ragazzi neri feriti da un fascista esaltato, beh è un problema vostro.


Christian Raimo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 11 Feb 2018, 12:44
http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/09/la-manifestazione-antifascista-di-macerata-lultimo-chiodo-sulla-bara-d/37080/ (http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/09/la-manifestazione-antifascista-di-macerata-lultimo-chiodo-sulla-bara-d/37080/)

Articolo che è tutto una supercazzola per dire "fate e pensate come diciamo noi", la neolingua scriveva Orwell 70 anni fa.



Tra i tanti passaggi a vuoto mi soffermo su questo:

"Le cose, in realtà, sono molto più semplici di così. C’è stato un doppio caso di cronaca - l’omicidio di Pamela Mastropietro, la caccia al migrante di Luca Traini - che ha fornito a destra e sinistra le prove delle proprie ossessioni: il coinvolgimento di uno spacciatore nigeriano clandestino ha offerto alla destra la prova inconfutabile che la grande invasione degli stranieri è un fenomeno sociale incontrollabile; la folle azione di Luca Traini ha convinto la sinistra che siamo praticamente in Germania, nel 1933.

Nessuna delle due ossessioni è vera - né a Macerata, né nel resto del Paese - e nessun numero è in grado di suffragarla."




Ridurre il tutto a fatti di cronaca e niente altro, giusto così può affermare che la realtà è semplice.
Come se non ci fosse la FONDAMENTALE DIFFERENZA che sull'omicidio di Pamela Mastropietro TUTTI condannano l'autore del gesto mentre nella tentata strage di migranti QUALCUNO, ANCHE IMPORTANTI ESPONENTI POLITICI, minimizza-giustifica-approva-ammira!!!

Ecco, se si nasconde questa sostanziale differenza allora vale tutto. Anche ridicolizzare chi manifesta contro il razzismo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: WernerHeisenberg - 11 Feb 2018, 17:35
Posso permettermi di fare un'analisi cruda, il tutto senza pensare che io sia affascinato da questa realtà?
Come posso pensare che mio padre con 40 anni di contributi a fare il manovale e a lavare cessi, o i padri di tante altre persone qua dentro, possa essere interessato a manifestazioni che, spesso, sono solo il pretesto per quattro sfaccendati per caricare o farsi caricare dalle guardie di turno o per esaltare Tito, le foibe o altre amenità del genere?  (ovviamente non tutti sono così idioti, allora però vale anche per la vergognosa campagna anti-Lazio per gli adesivi)
Per me molti partiti che si sono candidati sono dei rivoluzionari di professione, nulla hanno a che vedere con l'operaio specializzato bergamasco, col neo-laureato che si è fatto il mazzo e si vede pagare 600€ al mese col capo chino. Anzi, spesso queste figure vengono sistematicamente schifate o snobbate se hanno opinioni differenti.
Li ho visti i miei coetanei con la corona d'alloro pagata da papà in qualche facoltà per ebeti insultare l'operaio grezzo e stolto perché vota Salvini, li ho visti i nostri vips stracciarsi le vesti, ovviamente in maniera legittima, per l'immigrazione perché poi "chi li coltiva i pomodori? Chi mi fa da servetto nella mia villa?" e non per un vero e sincero antirazzismo.
Forse sto leggendo troppo Pasolini e Spengler e mi dovrei dare una calmata  :p
Rimango comunque del parere che qualcuno voglia volontariamente gettare, e ci sta riuscendo, questo paese nel caos più totale. Da 25enne invidio veramente tanto chi è vissuto negli anni '80, almeno lì si aveva una sicurezza o quantomeno una speranza, finta per carità, di un futuro stabile: ve lo dico sinceramente, per molti della nostra generazione è come essere stati buttati in un mondo impazzito.

PS: prima che qualcuno mi accusi di non aver parlato di Traini, per me meriterebbe l'ergastolo o quasi.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 11 Feb 2018, 17:49
Oggi sentivo salvini dalla nunziata.
A parte lei che vabbè oramai è rinco.jo.nitta come pochi e non è stata capace di evidenziare mezza contraddizione, c'è da dire che lui è tremendamente bravo.
Esprime pochi concetti ed estremamente semplici, perfetti per la massa di analfabeti funzionali che solo quello chiedono: la riduzione di qualsiasi complessità.
Ovviamente la loro parte la fanno i media, che invece di educare la gente ad essere critica smascherando le contraddizioni di tale riduzione gli allisciano il pelo .
Salvini è bravo anche perché, come nella migliore tradizione fascista incarna sia l'antisistema che la reazione.
La cosa positiva è che la conflittualità con forza italia è significativa e irrisolvibile.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sonni Boi - 11 Feb 2018, 19:04
Già, mentre il Berlusca rappresentava benissimo l'Italiano medio pre-crisi, quello dell'Italia godereccia e magnacciona, maschilista e paracula, Salvini coglie in pieno le istanze di quella post 2008, rassegnata, incazzata e incattivita.

Credo sia solo questione di tempo prima che la Lega diventi il primo partito del paese, soprattutto se dall'altra parte continuerà ad esserci il vuoto pneumatico.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 11 Feb 2018, 19:30
Posso permettermi di fare un'analisi cruda, il tutto senza pensare che io sia affascinato da questa realtà?
Come posso pensare che mio padre con 40 anni di contributi a fare il manovale e a lavare cessi, o i padri di tante altre persone qua dentro, possa essere interessato a manifestazioni che, spesso, sono solo il pretesto per quattro sfaccendati per caricare o farsi caricare dalle guardie di turno o per esaltare Tito, le foibe o altre amenità del genere?  (ovviamente non tutti sono così idioti, allora però vale anche per la vergognosa campagna anti-Lazio per gli adesivi)
Per me molti partiti che si sono candidati sono dei rivoluzionari di professione, nulla hanno a che vedere con l'operaio specializzato bergamasco, col neo-laureato che si è fatto il mazzo e si vede pagare 600€ al mese col capo chino. Anzi, spesso queste figure vengono sistematicamente schifate o snobbate se hanno opinioni differenti.
Li ho visti i miei coetanei con la corona d'alloro pagata da papà in qualche facoltà per ebeti insultare l'operaio grezzo e stolto perché vota Salvini, li ho visti i nostri vips stracciarsi le vesti, ovviamente in maniera legittima, per l'immigrazione perché poi "chi li coltiva i pomodori? Chi mi fa da servetto nella mia villa?" e non per un vero e sincero antirazzismo.
Forse sto leggendo troppo Pasolini e Spengler e mi dovrei dare una calmata  :p
Rimango comunque del parere che qualcuno voglia volontariamente gettare, e ci sta riuscendo, questo paese nel caos più totale. Da 25enne invidio veramente tanto chi è vissuto negli anni '80, almeno lì si aveva una sicurezza o quantomeno una speranza, finta per carità, di un futuro stabile: ve lo dico sinceramente, per molti della nostra generazione è come essere stati buttati in un mondo impazzito.

PS: prima che qualcuno mi accusi di non aver parlato di Traini, per me meriterebbe l'ergastolo o quasi.

vienici a qualche manifestazione così ti rendi conto che non c'è nessuno sfaccendato che vuole farsi caricare, anche se capisco che essendo la vulgata di tutti i giornali principali passa facile come realtà.
Esattamente come i cori pro foibe smentiti dai giornalisti sul posto e diventata notizia del giorno.
Un corteo di 30mila persone organizzato da strutture di base, che manco la Cgil porta più questi numeri in piazza, viene criminalizzato attraverso un coro inventato (a proposito di fake news).

Ma sicuramente di questo trattamento dovremo incolpare salvini che è il principale referente politico di repubblica.
Cosi come del fatto che oggi tutta la destra ha colto al balzo le parole di minniti "il fascismo è morto" per attaccare l'antifascismo.

(Ma fatdanny si sa è fissato, vuole rompere il fantastico sogno unitario dell'elettore medio di sinistra)

Io sono d'accordo con te che non ha senso prendersela con i penultimi che votano Grillo e salvini perché lo fanno nella misura in cui la sinistra rinuncia ad una spiegazione alternativa della misera che viviamo nel presente. E ci rinuncia per non dover attaccare chi ad oggi è amichetto suo.
Proprio per questo il problema non sono salvini e Grillo, che fanno esattamente quel che dicono: il fascista e il populista.

A mancare è l'alternativa e c'è un partito che per non perdere voti impegna tutte le sue forze per occultarla e screditarla.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: COLDILANA61 - 12 Feb 2018, 01:47
Rivoluzionari di professione , parassiti di professione , sfaccendati .

Io invece vedo gente anche migliore di me 

Migliore del me di oggi .

Perche' capisce che il "nemico" NON e' il clandestino .






Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 12 Feb 2018, 08:50
...

Condivido molto di quanto hai scritto.
Se invece di fare manifestazioni antifasciste con militanti che convergono da tutta Italia si impiegassero tempo e risorse per sostenere i meno abbienti si farebbe molto più antifascismo e con migliori risultati. E sì che per farlo ci sarebbero molti modi e maniere, però purtroppo si resta affezionati a cliché ormai fuori dal tempo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 12 Feb 2018, 08:51
http://roma.corriere.it/notizie/politica/18_febbraio_10/caso-macerata-l-amarezza-renzi-ora-tutto-viene-usato-contro-me-90d50af4-0ea2-11e8-8d80-f9c15900d75d.shtml?refresh_ce-cp (http://roma.corriere.it/notizie/politica/18_febbraio_10/caso-macerata-l-amarezza-renzi-ora-tutto-viene-usato-contro-me-90d50af4-0ea2-11e8-8d80-f9c15900d75d.shtml?refresh_ce-cp)

In particolare


La piazza di Macerata lo ha contestato, la base del suo partito ha fibrillato. Lui però la pensa in altro modo: «Io — ha spiegato ai collaboratori — non faccio passerelle elettorali e non butto in pasto alle polemiche della campagna questioni così delicate. C’è già chi sta soffiando sul fuoco e il Pd deve contrastarlo». Perciò ai suoi accusatori Renzi replica così: «Continuino pure ad attaccarmi, ma quando si ritroveranno Salvini al governo, magari con l’appoggio di Casa Pound, saranno fieri di aver speso più parole contro di me che contro i razzisti».

È amareggiato, il segretario, perché, dice, «ormai tutto viene usato contro di me». Ma è anche convinto, sondaggi alla mano, che l’atteggiamento del Pd alla fine pagherà: «Noi siamo contenti che non ci siano stati disordini alla manifestazione. Probabilmente questo è anche il frutto della decisione di non “caricarla” eccessivamente». Quindi, neanche a sera, quando il bollettino degli incidenti segna uno zero spaccato, il segretario del Pd si rammarica di non aver fatto sfilare il suo partito per le vie di Macerata. «Ora l’Italia ha bisogno di tranquillità — è il suo ragionamento — per tornare a essere protagonista in Europa e per andare avanti con la ripresa. Non ha bisogno di tensioni e polemiche».


Il ricatto elettorale e l'ignavia.
Risottolineo paragone con il Re nel 1922.
Non perché siamo alle porte del fascismo storicamente inteso, ma perché parliamo della stessa ignavia di un potere autistico e che preferisce screditare l'alternativa per una questione di consensi che combattere in prima persona razzismo e fascismo.

Condivido molto di quanto hai scritto.
Se invece di fare manifestazioni antifasciste con militanti che convergono da tutta Italia si impiegassero tempo e risorse per sostenere i meno abbienti si farebbe molto più antifascismo e con migliori risultati. E sì che per farlo ci sarebbero molti modi e maniere, però purtroppo si resta affezionati a cliché ormai fuori dal tempo.

Evidentemente parli senza sapere.
Ecco cosa intendo quando dico che i media piddini screditano la sinistra radicale facendola passare per "nullafacenti che cercano scontri". E chiaramente quando questi non ci sono, vedi articolo di Repubblica su macerata, li ignorano, li citano di sfuggita e sentono tutti, ma proprio TUTTI, quelli che il corteo non l'hanno costruito, dalle mille anime del PD a LeU.
e mi dovrei meravigliare se la sinistra non attacca sui penultimi?
Ragazzi ma questa è la prima preoccupazione di Renzi, non so se ce l'avete chiaro.
Non so se avete chiaro che Renzi ha come primo problema non avere concorrenti a sinistra credibili e solo poi i nazisti che anzi gli portano pure qualche voto preoccupato.
Questo è il punto.

All'Ex Opg a Napoli, nodo da cui parte la proposta di "potere al popolo" ci sono svariate iniziative di mutualismo dal basso, in particolare visite mediche specialistiche gratuite (dalla cardiologia alle Ecografie), senza contare il supporto allo studio, corsi serali etc.
La Link ha aperto a Centocelle (non so se anche altrove) centri di raccolta di alcuni beni che vengono altrimenti buttati dai supermercati per redistribuirli in forma gratuita.
Rimaflow a Milano, fabbrica recuperata dai suoi stessi operai quando l'azienda si è data, organizza una molteplicità di servizi al territorio (informatica, mobilificio, riciclo e riuso, produzioni dal basso di passata, amaro, limoncello, conserve) in solidarietà con i produttori contadini che rifiutano il caporalato e lo combattono quotidianamente.
Solo alcuni esempi, ma potrei fare un elenco quasi infinito tra biblioteche popolari, mense sociali, reti di accoglienza dal basso, occupazioni di case per residenti e migranti (non ce stanno solo "i negri" nelle occupazioni).
Questo è il calendario settimanale medio di un "centro sociale". I nullafacenti che cercano solo gli scontri e fanno i cortei a buffo.
Vedete se qualche media ve ne ha mai parlato.
Vedete se gli hanno mai dato lo spazio che danno a venti nazisti stronzi che vomitano merda.
E magari chiedetivi pure il perché, che non vi farebbe male.

(http://jesopazzo.org/images/calendario.jpg)


Questi sono i soggetti che hanno organizzato la manifestazione di Macerata.
E lo usano eccome il tempo per "sostenere i meno abbienti". Non solo, si devono pure sentire la lezioncina da parte di chi non ha la minima idea perché si forma la propria opinione sul sentito dire di repubblica, corriere e messaggero.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 12 Feb 2018, 09:25
Oggi sentivo salvini dalla nunziata.
A parte lei che vabbè oramai è rinco.jo.nitta come pochi e non è stata capace di evidenziare mezza contraddizione, c'è da dire che lui è tremendamente bravo.
Esprime pochi concetti ed estremamente semplici, perfetti per la massa di analfabeti funzionali che solo quello chiedono: la riduzione di qualsiasi complessità.
Ovviamente la loro parte la fanno i media, che invece di educare la gente ad essere critica smascherando le contraddizioni di tale riduzione gli allisciano il pelo .
Salvini è bravo anche perché, come nella migliore tradizione fascista incarna sia l'antisistema che la reazione.
La cosa positiva è che la conflittualità con forza italia è significativa e irrisolvibile.

Salvini ha preso le chiacchiere da bar e le elevate a politica, i problemi di pancia degli Italiani li conosce e li evidenzia tutti, ma non ho mai sentito da lui una soluzione.
Comunque sì, quando lo ascolto non credo ad una parola di quel che dice, ma lo dice tremendamente bene.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 12 Feb 2018, 10:24
...

Evidentemente parli senza sapere.
Ecco cosa intendo quando dico che i media piddini screditano la sinistra radicale facendola passare per "nullafacenti che cercano scontri". E chiaramente quando questi non ci sono, vedi articolo di Repubblica su macerata, li ignorano, li citano di sfuggita e sentono tutti, ma proprio TUTTI, quelli che il corteo non l'hanno costruito, dalle mille anime del PD a LeU.
e mi dovrei meravigliare se la sinistra non attacca sui penultimi?
Ragazzi ma questa è la prima preoccupazione di Renzi, non so se ce l'avete chiaro.
Non so se avete chiaro che Renzi ha come primo problema non avere concorrenti a sinistra credibili e solo poi i nazisti che anzi gli portano pure qualche voto preoccupato.
Questo è il punto.

All'Ex Opg a Napoli, nodo da cui parte la proposta di "potere al popolo" ci sono svariate iniziative di mutualismo dal basso, in particolare visite mediche specialistiche gratuite (dalla cardiologia alle Ecografie), senza contare il supporto allo studio, corsi serali etc.
La Link ha aperto a Centocelle (non so se anche altrove) centri di raccolta di alcuni beni che vengono altrimenti buttati dai supermercati per redistribuirli in forma gratuita.
Rimaflow a Milano, fabbrica recuperata dai suoi stessi operai quando l'azienda si è data, organizza una molteplicità di servizi al territorio (informatica, mobilificio, riciclo e riuso, produzioni dal basso di passata, amaro, limoncello, conserve) in solidarietà con i produttori contadini che rifiutano il caporalato e lo combattono quotidianamente.
Solo alcuni esempi, ma potrei fare un elenco quasi infinito tra biblioteche popolari, mense sociali, reti di accoglienza dal basso, occupazioni di case per residenti e migranti (non ce stanno solo "i negri" nelle occupazioni).
Questo è il calendario settimanale medio di un "centro sociale". I nullafacenti che cercano solo gli scontri e fanno i cortei a buffo.
Vedete se qualche media ve ne ha mai parlato.
Vedete se gli hanno mai dato lo spazio che danno a venti nazisti stronzi che vomitano merda.
E magari chiedetivi pure il perché, che non vi farebbe male.

(http://jesopazzo.org/images/calendario.jpg)


Questi sono i soggetti che hanno organizzato la manifestazione di Macerata.
E lo usano eccome il tempo per "sostenere i meno abbienti". Non solo, si devono pure sentire la lezioncina da parte di chi non ha la minima idea perché si forma la propria opinione sul sentito dire di repubblica, corriere e messaggero.

Grazie Fat!

E che queste cose, semplici fatti, li dobbiamo leggere su un sito di tifosi di una quadra di calcio dovrebbe farci sobbalzare sulla sedia all'infinito
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 12 Feb 2018, 10:45
Al quadro esaustivo fornito da FD aggiungo solo che pure il fatto quotidiano ( oramai quasi l'house organ del m5s ) tende a ignorare le strutture autorganizzate di.sinistra e ovviamente anche potere al popolo, mentre ai regali della befana de casapound da ampio spazio.
È interessante vedere come stavolta i grillini invece di blaterare contro tutto e tutti e rivendicare orgogliosamente  il superamento di destra e sinistra hanno mantenuto un low profile, evitando o minimizzando l'argomento.
Si, dibba parla di welfare che risolverà tutto, risolverà i conflitti, ma poi tocca vedere come e quanto sarà sto welfare.
In ogni caso il grande rimosso rimane la lotta di classe.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 12 Feb 2018, 14:45
http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/12/news/macerata_cambio_questore-188669089/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1 (http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/12/news/macerata_cambio_questore-188669089/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1)

Dopo tre mesi rimosso questore di Macerata.
Chissà come mai, sarà sicuramente colpa di Salvini che non ha gradito l'autorizzazione al corteo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 12 Feb 2018, 16:05
http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/12/news/macerata_cambio_questore-188669089/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1 (http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/12/news/macerata_cambio_questore-188669089/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1)

Dopo tre mesi rimosso questore di Macerata.
Chissà come mai, sarà sicuramente colpa di Salvini che non ha gradito l'autorizzazione al corteo.

No, credo che qui si apra un altro tema. Di politica criminale.

Chi dà l'eroina ai Nigeriani? Perché al nord moltissime piazze di spaccio sono in mano ai "neri"? Da quali canali si riforniscono? Hanno appoggi con mafia e camorra? Hanno una "concessione"? O si sta affermando una mafia nigeriana (che si è "fatta le ossa" con la tratta delle minorenni mandate a prostituirsi)?

Al di là dell'ampiezza del mostruoso, raccapricciante crimine (spaccio + stupro + omicio + vilipendio di cadavere), c'è un altro dato: questi delinquenti erano padroni del territorio e della situazione, tanto da pensare di poter fare quello che hanno fatto, 'sti mostri demmerda, per far sparire le prove.

Credo che il questore sia stato rimosso non per, o non solo per, incapacità. Hanno messo uno specialista. In alcuni ambienti di esperti / criminologi, si comincia a parlare di "mafia nigeriana". Con prudenza, ovviamente, perché ci manca solo la "mafia nigeriana" e poi Salvini prenderà l'85% dei voti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 12 Feb 2018, 16:11
Era in carica da tre mesi.
Difficile attribuirgli particolari responsabilità in tre mesi a meno che non si supponesse avere la bacchetta magica.
Credo proprio che i motivi siano altri.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 12 Feb 2018, 16:13
No, credo che qui si apra un altro tema. Di politica criminale.

Chi dà l'eroina ai Nigeriani? Perché al nord moltissime piazze di spaccio sono in mano ai "neri"? Da quali canali si riforniscono? Hanno appoggi con mafia e camorra? Hanno una "concessione"? O si sta affermando una mafia nigeriana (che si è "fatta le ossa" con la tratta delle minorenni mandate a prostituirsi)?

Al di là dell'ampiezza del mostruoso, raccapricciante crimine (spaccio + stupro + omicio + vilipendio di cadavere), c'è un altro dato: questi delinquenti erano padroni del territorio e della situazione, tanto da pensare di poter fare quello che hanno fatto, 'sti mostri demmerda, per far sparire le prove.

Credo che il questore sia stato rimosso non per, o non solo per, incapacità. Hanno messo uno specialista. In alcuni ambienti di esperti / criminologi, si comincia a parlare di "mafia nigeriana". Con prudenza, ovviamente, perché ci manca solo la "mafia nigeriana" e poi Salvini prenderà l'85% dei voti.

Condivido.

Aggiungo che il problema è che ci siano "piazze" in mano alla criminalità, di qualunque provenienza essa sia




EDIT:
Era in carica da tre mesi.
Difficile attribuirgli particolari responsabilità in tre mesi a meno che non si supponesse avere la bacchetta magica.
Credo proprio che i motivi siano altri.

Inquietante informazione
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 12 Feb 2018, 22:14
Il sindaco di Macerata, sulla manifestazione antirazzista di sabato:
 "Ci stiamo sparando tra noi. Domani può essere il nero che spara al bianco. Va bene la campagna elettorale ma nessuno può chiamarsi fuori dalle proprie responsabilità"


La rimozione del questore riguarda proprio "chi da l'eroina ai nigeriani?".
 :sisisi: :sisisi: :sisisi:
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 12 Feb 2018, 22:23
Il sindaco di Macerata, sulla manifestazione antirazzista di sabato:
 "Ci stiamo sparando tra noi. Domani può essere il nero che spara al bianco. Va bene la campagna elettorale ma nessuno può chiamarsi fuori dalle proprie responsabilità"


La rimozione del questore riguarda proprio "chi da l'eroina ai nigeriani?".
 :sisisi: :sisisi: :sisisi:

Mah, guarda, su una vicenda come questa non decide il questore ma il capo della polizia sentito il ministro. E comunque il questore non si fa fregare e, prima di decidere qualunque cosa, raccoglie le indicazioni di prefetto, grande capo e ministero.
La lettura dietrologica e maliziosa non mi persuade stavolta. Poi tutto pó esse eh!
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 13 Feb 2018, 10:54
Evidentemente parli senza sapere.
[...]
Questi sono i soggetti che hanno organizzato la manifestazione di Macerata.
E lo usano eccome il tempo per "sostenere i meno abbienti". Non solo, si devono pure sentire la lezioncina da parte di chi non ha la minima idea perché si forma la propria opinione sul sentito dire di repubblica, corriere e messaggero.

No, guarda, caschi male.
In primis perché non leggo alcuno dei giornali da te menzionati, a ruota perché mi baso sul vissuto quotidiano dove la sinistra più o meno radicale ancora si trastulla e si gingilla con forme di aggregazione e di organizzazione vecchie  e stantie, autoisolandosi da sola dal resto della società e perdendo terreno e consenso tra quanti l'hanno seguita per anni.
Se, poi, a Napoli fanno le cose in maniera diversa - e seria - me ne compiaccio, ciò non toglie che altrove in Italia il discorso sia completamente diverso e -guarda caso - in quell'altrove è proprio dove prospera CP con le sue raccolte strumentali
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 13 Feb 2018, 19:08
perché mi baso sul vissuto quotidiano dove la sinistra più o meno radicale ancora si trastulla e si gingilla con forme di aggregazione e di organizzazione vecchie  e stantie, autoisolandosi da sola dal resto della società e perdendo terreno e consenso tra quanti l'hanno seguita per anni.
Caspita hai un vissuto quotidiano che copre a tappeto l'intera nazione (ad esclusione di Napoli)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 14 Feb 2018, 09:50
Credo che il questore sia stato rimosso non per, o non solo per, incapacità. Hanno messo uno specialista. In alcuni ambienti di esperti / criminologi, si comincia a parlare di "mafia nigeriana". Con prudenza, ovviamente, perché ci manca solo la "mafia nigeriana" e poi Salvini prenderà l'85% dei voti.

Può essere che sia come dici,
ma se non si rimuove un questore dopo che è stato concesso un porto d'armi ad un mentecatto del genere...

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 14 Feb 2018, 10:57
Io penso che dopo che in una settimana hai avuto una ragazza smembrata e chiusa in due valige ed un matto con regolare porto d'armi che va in giro a sparare per questioni razziali la rimozione del questore sia un atto dovuto, parliamo sempre di Macerata, non Roma o Milano...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 19 Feb 2018, 15:19
Semplicemente ridicola l'iniziativa istituzionale organizzata a Macerata da comune, pd e organizzazioni sindacali confederali.
Che non a caso mobilita meno del più piccolo dei centri sociali per dire paradossalmente che si, la colpa è anche un Po dei migranti che causano tensione sociale.

Questo tipo di antifascismo non ha alcuna forza aggregante e propulsiva, come dimostrano i numeri.
Non propone niente, non mobilita per nulla, è solo una roba di facciata per coprire uno spazio che ormai non sanno coprire per evitare di lasciarlo esclusivamente ai "centri sociali".

Ma il punto non è a chi lasci quello spazio, ma se hai intenzione di mobilitare davvero un pezzo di società per un obiettivo. Siccome questi soggetti non hanno alcuna intenzione di mobilitare perché gli tornerebbe contro e vogliono lasciare tutto addormentato, quel che ne esce fuori sono eventi come quest'ultimo di Macerata in cui si scende in strada ma non troppo, si manifesta ma non troppo, si prende parola ma non troppo.

Una bella cartolina delle contraddizioni di questa gente qui ad "utilità zero" rispetto ai problemi del presente.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 19 Feb 2018, 16:02
Completamente in disaccordo con te, FatDanny.
Bellissima la grande e pacifica manifestazione del 10 febbraio, bellissimo il corteo di ieri della città, della cittadina anzi, che ha subito nel suo corpo la violenza e ne sa qualcosa, evidentemente, che né io né te né alcun teorico potrebbe sapere.
I fatti atroci avvenuti hanno valenza politica nazionale (e internazionale), ma il territorio che li ha subiti ha tutto il diritto di reagire e manifestarsi con i suoi tempi e i suoi modi.
Bellissimo e molto chiaro i gesto di ri-prendersi il monumento ai caduti.



Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 19 Feb 2018, 19:40
No, guarda, caschi male.
In primis perché non leggo alcuno dei giornali da te menzionati, a ruota perché mi baso sul vissuto quotidiano dove la sinistra più o meno radicale ancora si trastulla e si gingilla con forme di aggregazione e di organizzazione vecchie  e stantie, autoisolandosi da sola dal resto della società e perdendo terreno e consenso tra quanti l'hanno seguita per anni.
Se, poi, a Napoli fanno le cose in maniera diversa - e seria - me ne compiaccio, ciò non toglie che altrove in Italia il discorso sia completamente diverso e -guarda caso - in quell'altrove è proprio dove prospera CP con le sue raccolte strumentali

Le iniziative sul territorio non sono solo a Napoli, ma anche a Roma, Milano e in molte altre citta', nel mio quartiere ci sono palestre popolari, piscine riportate a un accesso economico per tutti i cittadini, scuole per stranieri, corsi di recupero e ripetizioni per bambini, con famiglie che non possono sempre permettersi i costi delle ripetizioni, spazi di co-working, corsi di fumetto e di cucina.. spazi polivalenti dove incontrarsi e presentare libri che forse difficilmente troverai da Feltrinelli, potrei andare avanti per ore, il problema e' che di tutto ciò (e questo e' il discorso di Fat) non sentirai mai parlare da nessuna parte (e questa e' una certezza visto che va avanti così da anni), ma su giornali e TV si da ampio spazio a qualsiasi scureggia di CPI

scusa non e' per farmi i cazzi tuoi ma, dove si svolge il tuo vissuto quotidiano?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 19 Feb 2018, 22:28
Completamente in disaccordo con te, FatDanny.
Bellissima la grande e pacifica manifestazione del 10 febbraio, bellissimo il corteo di ieri della città, della cittadina anzi, che ha subito nel suo corpo la violenza e ne sa qualcosa, evidentemente, che né io né te né alcun teorico potrebbe sapere.
I fatti atroci avvenuti hanno valenza politica nazionale (e internazionale), ma il territorio che li ha subiti ha tutto il diritto di reagire e manifestarsi con i suoi tempi e i suoi modi.
Bellissimo e molto chiaro i gesto di ri-prendersi il monumento ai caduti.

ah quindi Macerata il 10 febbraio non ci stava, erano calati i barbari (bellissimi) da fuori.
Questo sulla base di quali prove eccetto le narrazioni tossiche dei media ufficiali?
Macerata era in piazza il 10 assieme a migliaia di persone.
Ieri 500 (e sono generosissimo) funzionari e rappresentanti istituzionali hanno provato a metterci una pezza con un messaggio ambiguo e debole. Gli interventi dei migranti sopra ogni cosa.
A voler giustificare le parole del sindaco dei giorni scorsi più che a voler affrontare il problema razzismo.
Ribadisco, non serve a nulla. Anzi sono dannosi e pessimi. Parte importante del problema.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 20 Feb 2018, 01:20
Il fascismo, che è il nostro nemico, si batte facendo fronte unico.
Tu vuoi spezzarlo perché ritieni la socialdemocrazia sgangherata europea e occidentale stessa feccia, e fai molto male (imho).
Se lo spezzi Fat rimani semplicemente con un piccolo manipolo molto qualificato magari ma inerme di fronte a certi violenti uragani, che hanno base nelle ancestrali viscere dell'essere umano, e che non guardano in faccia alla santità dei tuoi combattenti, puri e superiori.

La crisi attuale è una realtà chiara a chiunque ormai, e si cercano soluzioni, in mezzo al chiasso e agli strepiti della per di più falsa indignazione delle gente, sempre più aizzata a dare il peggio di sé, per tremenda vendetta contro se stessa alla fine: eccolo dietro l'angolo il mostro.

il fascismo è una terribile e incombente possibilità, ma non è affatto la stessa cosa:
Ti ricordo che all'epoca (negli anni 20 e giù di lì) erano tutti invasi da ansie rivoluzionarie di vario genere, tanto da ammettere e accettare una farsa come la marcia famosa su Roma, intellettuali come Croce, e molti altri di alto livello speculativo. Facci le tue risate consuete ma è così - gente che ne sapeva a chili, si è arresa all'inevitabile perché il parlamento (e il governo che esprimeva) non andava di moda, né a destra nè a sinistra.

Io difendo il parlamento anche se pieno di inetti. E' la forma e la garanzia della libertà, anche se pieno di inetti - lo ripeto.

Spero che la nostra generazione non abbia modo di constatarlo direttamente, cosa vuol dire perdere questa garanzia. Finché si può votare e votare liberamente (i 5 stelle hanno perlomeno dato questa dimostrazione) tutto è ancora nelle nostre mani.

Altrimenti ci becchiamo un Putin qualunque, chissà, chissà noi bravi italiani fantasiosi cosa ci inventeremo ancora per sorprendere il mondo.

E no, proprio no, Renzi non assomiglia a Putin. Dopo il 4 marzo la somiglianza sarà ancora più labile - ne vedrai spuntare altri di molto peggio, ma non avrai più cartucce forse, allora.




Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 20 Feb 2018, 05:57
Ma magari ad avercelo il fronte unico, magari proprio.
Ma ti segnalo cityzen che a non volere il fronte unico sono quelli che tu impropriamente chiami socialdemocrazia usando uno schema vecchio come il cucco.

Il pd non è socialdemocrazia manco di sfuggita. Né io voglio fare il fronte dei duri e puri.
Le 30mila persone di Macerata non erano rivoluzionari, né duri e puri. Quello era il fronte unico.
Da cui si è staccato volontariamente un manipolo di estremisti di centro, il pd.
Loro sono il manipolo, non noi.
Loro sono gli estremisti, non noi.
Loro sono i manigoldi, non noi.

E anche negli anni 20 l'errore fu proprio attaccarsi a istituzioni svuotate, che non offrivano alcuna soluzione, per la pavidità di non assumere posizioni radicali (non estremiste, ma radicali).
Sono io a dirti che stai compiendo esattamente lo stesso sbaglio di allora, non tu.

Perché il mio problema non è con il parlamento in quanto tale, ma con il fatto che quel parlamento pur di mantenere lo status quo è disposto ad arrivare al fascismo piuttosto che rompere con determinati assunti. E questo porterà al disastro.

Io mica dico che devono diventare marxisti rivoluzionari, lo ribadisco da settimane e mettermi in bocca queste parole non fa che confermare il fatto che tu debba ripristinare lo schemino rassicurante per farti tornare i conti.

Cara mia, qui non c'è nessun ancestrale moto dell'essere umano verso il fascismo.
Ma interi pezzi di società impauriti e minacciati dalla crisi in termini di proprietà che rispondono secondo la logica del capitalismo a cui sono stati indottrinati, mors tua vita mea.
Li hanno cresciuti cosi, nessuna meraviglia.
Ora o si ha il coraggio di indicare un'altra strada o non si capisce che senso possa avere ergersi a difesa di istituzioni svuotate. Non li capisce nessuno. Non ci capisce nessuno.
Di questo si tratta, non di odio verso il parlamento.

Ora però siccome i tempi si fanno sempre più bui o cominciate a capire questa lezione oppure buon fascismo a tutti (non quello di cpi o forza nuova, ma quello diffuso che gia progressivamente viviamo in cui si odiano i migranti e si chiama "criminale" chi protesta alzando la voce).

500 persone mobilitate da organizzazioni dalle immense burocrazie nazionali.
30mila mobilitate da organizzazioni senza burocrazie.
Chi è il vero manipolo di pazzi senza alcuna volontà di costituire un argine unitario è evidente a tutti. E non siamo noi, quindi il tuo discorso volgilo alla parte che pretendi di difendere.

Anche perché chi deporta persone è un fascista xenofobo, altro che fronte unico
Chi spazza via senza casa e poveri dalle stazioni è un fascista classista, altro che fronte unico.
Chi disegna una scuola divisa per censo è un fascista classista, altro che fronte unico.
Sono loro i primi responsabili e se non lo volete vedere siete parte del problema. Parte della ragione per cui il fascismo strisciante dilaga.
Non da oggi, da mo, che ste cose c'è chi le segnala da almeno vent'anni e ancora se risponde con il fronte unico assieme alla teppa che rappresenta il migliore alleato dei fascisti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 20 Feb 2018, 14:02
Se è il PD il suo miglior alleato, ci si comporta in modo molto strano, il 'fascista' Salvini (e il suo adepto Traini).
Io credo in un fronte antifascista molto variegato e ampio, Fat. Che si conceda posizioni anche contraddittorie nel suo interno, ma resti fedele a quel NO.

Questo è quel che richiede il momento - imho.

Ribadire i principi di base quei pochi ma comunque condivisi: è assurdo? è sciocco? E' assurdo e sciocco che vengano messi in discussione, e a questo livello si deve scendere. (per ricominciare)

Chiedo scusa a chi legge per il troppo umanesimo, ma penso a questo intanto:

'Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo'

E' la chiusa di una famosa poesia di Montale 'non chiederci la parola', scritta quando i poeti osavano ancora parlare. Dopo di allora hanno cominciato a destrutturare il loro stesso mezzo, la parola, l'hanno spezzettata e balbettata, come neonati (non tutti, ma gli altri nessuno se li è filati più).

Non è una poesia politica, bensì esistenziale.

Ma la politica si basa sulla nostra visione dell'esistenza.
Adesso mi sembra poco realistico immaginarla così compatta -
se prescindiamo da quel NO.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 20 Feb 2018, 15:34
Fai finta di non capire cosa significhi che è il suo miglior alleato, ma l'ho spiegato ampiamente.

Io sono dispostissimo al fronte unico, tanto da farlo volentieri anche con una bonino che sul piano politico generale mi è lontanissima col suo ultraliberismo, oltre ad essere alleata proprio del pd.
Ma almeno sulla questione non è xenofoba come invece è il pd di minniti.
Sono proprio loro a non voler fare fronte unico. Sono loro che criminalizzano parte del fronte unico antifascista perché temono più la sinistra radicale dei fascisti per bieco calcolo elettorale.
Per cui quello che indirettamente chiedi tu non è un fronte unico, ma la subalternità alla feccia e alla sua volontà narcotizzante, a prescindere dalle loro politiche razziste.

Mi spiace cityzen ma la retorica da centrosinistra è morta e sepolta da un pezzo per responsabilità proprio del pd.
Prenditela con loro se la tua proposta ad oggi è a credibilità zero
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 21 Feb 2018, 13:54
Hai spiegato ampiamente ogni cosa Fat, ma concorderai che le spiegazioni che offri valgono ad esprimere le tue opinioni, mica la verità.
Concordi vero?
Che il PD, o Minniti, sia xenofobo, la trovo un'esasperazione lontana dai fatti degli ultimi anni. Che io sappia l'Italia ha fatto di più di altri paesi europei in termini di accoglienza, tanto da creare un largo malcontento popolare aizzato da tutte le altre forze politiche (quelle rilevanti in termini numerici): le destre in primis seguite dagli ondivaghi 5stelle, i quali solo il malcontento hanno come stella polare.

Non è stata un'accoglienza ben ragionata e ben organizzata: anzi.
Ma di certo non hanno sventolato la bandiera dell' 'attenti all'invasione dello straniero cattivo'. Tu hai visto sventolare questa bandiera? Quella è la bandiera della xenofobia.

Portati dai loro avversari a forza su un terreno [...] sul quale invece qualcuno quella bandiera ha piantato, hanno dovuto confrontarsi in quel fango e cedere molta dignità.

Come quando sei costretto nella lotta a essere più [...] del tuo avversario [...], per sconfiggerlo: in certi casi questo è magnificato, in altri deplorato.

Gli unici che hanno dichiaratamente un progetto di apertura totale ai migranti, studiato e approfondito da mesi e mesi, ma credo dovrei dire da anni e anni, sono i radicali, nel disinteresse totale di tutti gli urlatori antirazzisti e antifascisti.

I radicali che chissà per quale strana coincidenza si alleano proprio col PD che tu definisci xenofobo. Mah. Forse si rendono conto che sono l'unico interlocutore possibile, per le loro posizioni estreme?

I centri sociali, che sono da sempre realtà libere e interessanti, dal punto di vista pratico sono quelli che assieme alle associazioni religiose, che in genere invece non interessano affatto, si prendono carico dell'accoglienza e del supporto reale, e in questo sono encomiabili e credibili, ma il loro slogan è 'niente confini': piuttosto utopico, anche se forse valido in linea ideale.

O tu credi che il popolo italiano sia pronto, nella sua maggioranza, a questo passaggio?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 21 Feb 2018, 15:06
La xenofobia del pd la dimostrano gli accordi con la Libia, le deportazioni di esseri umani, la legge antipoveri minniti-orlando che reprime i diseredati e li scaccia dalle città, l'intervento armato in niger in cui andiamo a colpire i migranti (e ci raccontiamo che colpiamo solo i trafficanti) per "aiutarli a casa loro". A suon di bombe.

Il pd è un partito xenofobo.
Non è una verità assoluta, certo, ma è altrettanto certo che per negarlo di fatti se ne devono rimuovere tanti. Ma tanti tanti.
Basta parlare con gli operatori dei centri di accoglienza. Vai a sentire che dicono, vai.

Ed è Renzi a dire "non ci alleiamo con gli estremisti". Estremisti.
Quindi il problema dell'Italia oggi non è il fascismo ma l'estremismo di sinistra. Apposto, tutto chiaro.

Guarda sui centri sociali fai una polemica vecchia di 15 anni. Non aveva senso manco allora, oggi diventa proprio grottesca perché non mi pare proprio che il tema sia questo, che i centri sociali propongano questo.
Ma per farti tornare il conto tu sposti le lancette all'indietro al 2003 cosi puoi raccontarla in modo sereno.
Legittimo, ma lasciati fare gli auguri per questa mega rimozione sul presente.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 21 Feb 2018, 16:32
...

Portati dai loro avversari a forza su un terreno [...] sul quale invece qualcuno quella bandiera ha piantato, hanno dovuto confrontarsi in quel fango e cedere molta dignità.

Come quando sei costretto nella lotta a essere più [...] del tuo avversario [...], per sconfiggerlo: in certi casi questo è magnificato, in altri deplorato.

...


Credo che se su certe questioni (qui parliamo dell'immigrazione da Paesi poveri ma vale anche ad esempio per la questione abitativa) alcune forze non ci avessero speculato tremendamente, avrebbero avuto altre armi da contrapporre agli avversari evidentemente razzisti.

Non avrebbero dovuto "confrontarsi nel fango" e conseguentemente non avrebbero dovuto "cedere alcuna dignità".
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: massirosa73 - 21 Feb 2018, 16:59
Volevo solamente rimarcare che mi sembra si dia una valenza troppo imortante al pensiero dei nostri politici. In verità i vari Renzi, Salvini, Minniti, Meloni .......... prendono posizione solo per procurarsi consensi per le prossime elezioni. Dell'immigrazione, dell'integrazione e della xenofobia, a loro importa zero.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 21 Feb 2018, 17:58
Vorrei dire una cosa sul pestaggio del tizio di FN a Palermo.
Non mi è piaciuto niente di questa azione: il modo, lo stile, la rivendicazione.
Legare uno e menargli in 5 è squadrismo.
C'erano altri mille modi di contrastare quella merda sprangatore di migranti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 21 Feb 2018, 19:50
Vorrei dire una cosa sul pestaggio del tizio di FN a Palermo.
Non mi è piaciuto niente di questa azione: il modo, lo stile, la rivendicazione.
Legare uno e menargli in 5 è squadrismo.
C'erano altri mille modi di contrastare quella merda sprangatore di migranti.

infatti oserei dire che è alquanto atipico.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 21 Feb 2018, 23:05
Vorrei dire una cosa sul pestaggio del tizio di FN a Palermo.
Non mi è piaciuto niente di questa azione: il modo, lo stile, la rivendicazione.
Legare uno e menargli in 5 è squadrismo.
C'erano altri mille modi di contrastare quella merda sprangatore di migranti.

manco a me è piaciuta. Per niente.
Ma il "fascismo per moda" si costruisce sulla loro presunta invincibilità. Hanno voluto soprattutto umiliarlo più che menargli e basta.
Segno dei tempi, terribili, che viviamo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: JoeStrummer - 21 Feb 2018, 23:21
Ma gli autori del pestaggio di Palermo appartengono allo stesso gruppo di quegli imbecilli che qualche tempo fa aggredirono i nostri prima di un Palermo-Lazio ma ne uscirono letteralmente con le ossa rotte?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 22 Feb 2018, 03:41
1) no

2) i "nostri" è una parola grossa.
Erano sicuramente laziali, ma nsomma non è che un giorno li insultiamo e quello dopo sono "i nostri". Un minimo di consequenzialità.
Per intendersi, non parliamo degli irr

3) vorrei far notare con quale prontezza la polizia è intervenuta in questo caso.
Paro paro alle molteplici aggressioni fasciste in tutta italia. Uguale. Spiccicato.
militanti CP hanno aggredito candidato Forza Italia. A Genova accoltellato un antifascista e pestato un militante di Potere al Popolo. Ieri aggressione a Perugia. 2 settimane fa ex leghista e forzanovista spara a 6 immigrati. Sedi di CP e ForzaNuova perquisite? ZERO.
Incredibile coincidenza eh.
Ditemi voi come si combatte sta gentaglia dal momento che lo stato è CONNIVENTE.

3bis) per i tg a palermo c'è stata un'aggressione, a Perugia dove uno di pap è stato accoltellato una rissa. Incredibile coincidenza n.2

4) a noi gli antifascisti ce piacciono quando prendono le botte. I migranti quando affogano.
Le donne quando le stuprano.
Ce piacciono le vittime in poche parole. O ce piace chi perde, per usarne altre.
Invece no, ce sta la volta che le damo. Che non siamo vittime. E menamo pure forte eh.
Non farei di questa cosa accaduta a palermo una pratica da esaltare, come dicevo non mi è piaciuta, ma per favore non cadiamo nell'eccesso opposto, che qui il problema è esattamente come piantarla di essere vittime di qualcuno o qualcosa.
E tendenzialmente ciò passa anche attraverso due sonore legnate.
O pensate di convincere i fascisti con un abbraccio?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 22 Feb 2018, 09:33
1) no

2) i "nostri" è una parola grossa.
Erano sicuramente laziali, ma nsomma non è che un giorno li insultiamo e quello dopo sono "i nostri". Un minimo di consequenzialità.
Per intendersi, non parliamo degli irr

3) vorrei far notare con quale prontezza la polizia è intervenuta in questo caso.
Paro paro alle molteplici aggressioni fasciste in tutta italia. Uguale. Spiccicato.
militanti CP hanno aggredito candidato Forza Italia. A Genova accoltellato un antifascista e pestato un militante di Potere al Popolo. Ieri aggressione a Perugia. 2 settimane fa ex leghista e forzanovista spara a 6 immigrati. Sedi di CP e ForzaNuova perquisite? ZERO.
Incredibile coincidenza eh.
Ditemi voi come si combatte sta gentaglia dal momento che lo stato è CONNIVENTE.

3bis) per i tg a palermo c'è stata un'aggressione, a Perugia dove uno di pap è stato accoltellato una rissa. Incredibile coincidenza n.2

4) a noi gli antifascisti ce piacciono quando prendono le botte. I migranti quando affogano.
Le donne quando le stuprano.
Ce piacciono le vittime in poche parole. O ce piace chi perde, per usarne altre.
Invece no, ce sta la volta che le damo. Che non siamo vittime. E menamo pure forte eh.
Non farei di questa cosa accaduta a palermo una pratica da esaltare, come dicevo non mi è piaciuta, ma per favore non cadiamo nell'eccesso opposto, che qui il problema è esattamente come piantarla di essere vittime di qualcuno o qualcosa.
E tendenzialmente ciò passa anche attraverso due sonore legnate.
O pensate di convincere i fascisti con un abbraccio?

Caro Danny capisco l'imbarazzo ma invece pare proprio che siano personaggi legati al centro sociale Anomalia sia gli autori del pestaggio dell'altro giorno che dell'aggressione ai NOSTRI prima di Palermo - Lazio. (Palermo-Lazio: https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/11/palermo-otto-arresti-per-gli-scontri-con-gli-ultra-della-lazio-e-stato-un-agguato/2625355/ Caso FN: http://livesicilia.it/2018/02/21/forza-nuova-pestaggio-ursino-palermo-chi-sono-i-fermati_934626/ )

Nostri in quanto Laziali, uno dei fermati lo conosco molto molto bene, stava in curva con me quando era un ragazzino, e aggressione non l'ho detto io, lo ha detto il questore di Palermo, in quanto i nostri stavano pranzando al bar e sono stati aggrediti da questi imbecilli, il fatto che poi le abbiano prese non li trasforma in vittime.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 22 Feb 2018, 12:37

Guarda sui centri sociali fai una polemica vecchia di 15 anni. Non aveva senso manco allora, oggi diventa proprio grottesca perché non mi pare proprio che il tema sia questo, che i centri sociali propongano questo.
Ma per farti tornare il conto tu sposti le lancette all'indietro al 2003 cosi puoi raccontarla in modo sereno.
Legittimo, ma lasciati fare gli auguri per questa mega rimozione sul presente.

No Fat, quale polemica del 2003? Non so di cosa parli.. Non era neanche una polemica solo un'osservazione: da quel che vedo e leggo nei cfr dei migranti i Centri Sociali hanno una politica 'no confini' libera circolazione di esseri umani etc. Se è diversa me la racconti?

a noi gli antifascisti ce piacciono quando prendono le botte. I migranti quando affogano.
Le donne quando le stuprano.
Perdonami, di chi stai parlando? A voi chi?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: JoeStrummer - 22 Feb 2018, 12:56
il fatto che poi le abbiano prese non li trasforma in vittime.

Rincaro: al massimo li può trasformare da imbecilli a coglionazzi.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 22 Feb 2018, 15:13
Caro Danny capisco l'imbarazzo ma invece pare proprio che siano personaggi legati al centro sociale Anomalia sia gli autori del pestaggio dell'altro giorno che dell'aggressione ai NOSTRI prima di Palermo - Lazio. (Palermo-Lazio: https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/11/palermo-otto-arresti-per-gli-scontri-con-gli-ultra-della-lazio-e-stato-un-agguato/2625355/ Caso FN: http://livesicilia.it/2018/02/21/forza-nuova-pestaggio-ursino-palermo-chi-sono-i-fermati_934626/ )

Nostri in quanto Laziali, uno dei fermati lo conosco molto molto bene, stava in curva con me quando era un ragazzino, e aggressione non l'ho detto io, lo ha detto il questore di Palermo, in quanto i nostri stavano pranzando al bar e sono stati aggrediti da questi imbecilli, il fatto che poi le abbiano prese non li trasforma in vittime.

Il cs anomalia si è sempre dichiarato estraneo a quanto accaduto con i laziali.
Che c'è, sta cosa vale solo per noi? Perché altrimenti non ci dovremmo lamentare quando dicono che "i laziali" tengono comportamenti neofascisti.
Quindi ribadisco, il cs anomalia non è coinvolto negli scontri con i laziali almeno quanto io non lo sono nelle espressioni neofascisti di alcuni laziali.
Il fatto che chi aggredì i laziali frequentasse l'anomalia non fa coincidere le due cose.

2) mai negato che fossero laziali, ma quel giro non lo considero "nostri" manco se di fronte ha i romanisti. D'altronde c'è chi ragionó così con opposta fazione in un derby di tanti anni fa, non capisco perché io al contrario dovrei considerare "nostri" determinata gente.
Non ho capito il passaggio sul trasformarli in vittime, mai detto. Sto solo dicendo che un lupo resta lupo anche se aggredito, non diventa mai Agnello. Per me.

3) vedo che tutti sorvolate sul problema cardine. Come si affrontano quindi i fascisti se lo stato li lascia impuniti?
Abbiamo davanti agli occhi l'evidenza che non li toccano, anche se aggrediscono, accoltellano, pestano, tentano di uccidere. Niente.
Evidenza confermata dal fatto che quando succede il contrario scattano gli arresti in 12 ore e i media subito parlano di aggressione e non di rissa, come fanno con i fascisti.
Quindi cosa tocca fare?
Come ci si dovrebbe comportare?
Perché è facile parlare di coglionazzi e imbecilli quando non si fa un emerito cazzo in merito al problema.
Allora ditelo voi.
La denuncia formale non porta a nulla, quindi? Che si fa?

No Fat, quale polemica del 2003? Non so di cosa parli.. Non era neanche una polemica solo un'osservazione: da quel che vedo e leggo nei cfr dei migranti i Centri Sociali hanno una politica 'no confini' libera circolazione di esseri umani etc. Se è diversa me la racconti?

a noi gli antifascisti ce piacciono quando prendono le botte. I migranti quando affogano.
Le donne quando le stuprano.
Perdonami, di chi stai parlando? A voi chi?

1) i "centri sociali" come unico calderone non esistono. Già questo mostra scarsa conoscenza della questione.

2) la discussione oggi sul tema immigrazione non è abolire le frontiere e nessuno lo propone. Anche io sono per la socializzazione delle imprese ma non pongo questo tema a dibattito se parliamo di economia. Portare il dibattito su questi temi è solo un modo per eludere le questioni su cui non si sa rispondere. Esattamente come stai facendo tu. Le questioni poste le ritrovi facilmente nei post precedenti.
E uso quel voi in termini abbastanza generali.
Un antifascista vittima ha la solidarietà di tutti, poverino. Uno che pratica l'antifascismo concretamente è ricoperto di ogni possibile se e ma.
Un migrante che muore affogato ha la solidarietà di tutti, poverino.
Quello che arriva ha un codice etico di 40mila capitoli da rispettare per essere considerato al limite un buon ospite.
Una donna che viene stuprata ha la solidarietà manco di tutti purtroppo.
Al contrario se di autodetermina quotidianamente una buona metà della suddetta gente la chiama troia.

Questo intendevo dire. Ce piacciono le vittime, non chi inizia a trovare soluzioni. Per qualcuno le vittime so belle finche restano tali, perché altrimenti diventano fastidiose quando esercitano potere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 22 Feb 2018, 15:40
Quindi sull'immigrazione i centri sociali (intendiamo di sn) hanno posizioni variegate, ok prendo atto. C'è anche chi vuole respingere. Mi sembravano compatti su questo a me (con mia gioia).

  Portare il dibattito su questi temi è solo un modo per eludere le questioni su cui non si sa rispondere. Esattamente come stai facendo tu.

Quale questione sto eludendo in particolare a cui non so rispondere, io ? Che mi hai fatto delle domande?

Inoltre: la questione femminile non è soltanto troia o non troia, forse sarebbe il caso che esci dai tuoi schemini. Anche se sembra incredibile, le donne hanno altri organi e vorrebbero usarli tutti in modo autonomo e originale, senza appiattirsi sul 'cmq menamo anche noi, e forte!'.

Cercare soluzioni è il mio rovello quotidiano, solo che sono diverse dalle tue.
Ma non sembra che tu abbia troppo orecchio o interesse per il diverso da te.

E con questo, siamo arrivati al litigio  ;)





Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 22 Feb 2018, 15:51
Non ho detto che c'è chi vuole respingere ma che in questo momento il dibattito non è sull'abolizione delle frontiere e mettercelo in mezzo è solo un modo per screditare gli interlocutori indicati come velleitari. Ma questo accade perché tu a forza gli metti in bocca questo contenuto che non stanno proponendo.
CZ ennamo su, sti giochetti falli con qualcun altro.

Stai eludendo il fatto che questo governo e chi lo rappresenta è xenofobo, sia negli atti che nelle dichiarazioni.
E puoi fare tutte le giravolte retoriche che desideri sullo stato di necessita ma il razzismo di questo governo resta tale e la xenofobia non è mai un male necessario (il fango con cui si sono dovuti sporcare) ma al contrario è proprio il modo con cui si legittima il fango, con cui si rende vero.
Il problema, inizio a credere, è che non cogliete il problema perché un Po ne siete convinti pure voi che i migranti alla fin fine tutto bene bene non fanno. E quindi chiaramente i discorsi di Renzi e minniti diventano plausibili, quasi ragionevoli.
Ammettono la realtà più "spinosa" e provano a gestirla, no?
Ecco il problema è proprio trattare la xenofobia come realtà accettabile invece di combatterla strada per strada. Il problema è proprio questo.


Sulla questione femminile non ti rispondo perché vado ot ma è un altro tentativo per buttarla in caciara, perché quello che intendevo dire si capisce benissimo.
Ma siccome tu hai non-soluzioni utili solo a chi può permetterselo, la cosa migliore che hai da offrire è la caciara.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 22 Feb 2018, 16:36
Mi dispiace Fat non accetto il tono con cui parli.
Io nn faccio giochetti -a che pro ?- cerco di esprimere il mio.

Sulla xenofobia del governo non eludo, semplicemente non credo che sia una definizione realistica e giusta. E' una posizione diversa, non elusiva.

A tuo parere il governo tratta bene gli italiani e male gli stranieri?
Questo sarebbe xenofobia, invece io credo che faccia pasticci su tutti fronti, senza differenze d'etnie.

Se il governo è xenofobo, non hai più termini per definire Salvini e Meloni.

E non capisco come sia screditante attribuire a una formazione politica una posizione di piena accoglienza, che è quella che io appoggio, come ti ho detto dai primi post, in relazione ai radicali.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 22 Feb 2018, 21:39

3) vedo che tutti sorvolate sul problema cardine. Come si affrontano quindi i fascisti se lo stato li lascia impuniti?
Abbiamo davanti agli occhi l'evidenza che non li toccano, anche se aggrediscono, accoltellano, pestano, tentano di uccidere. Niente.
Evidenza confermata dal fatto che quando succede il contrario scattano gli arresti in 12 ore e i media subito parlano di aggressione e non di rissa, come fanno con i fascisti.
Quindi cosa tocca fare?
Come ci si dovrebbe comportare?
Perché è facile parlare di coglionazzi e imbecilli quando non si fa un emerito cazzo in merito al problema.
Allora ditelo voi.
La denuncia formale non porta a nulla, quindi? Che si fa?



Una cosa è sicura: non si fa una stronsata disgustosa e controproducente come quella fatta. Io voglio essere convinto che dopo l'episodio di traini, un pazzo che va in giro a sparare alla gente, tutti i fascistoni, almeno per un attimo, anche se non lo hanno detto a nessuno, si siano sentiti una merda. Ugualmente, chiunque abbia visto quel video che sia una persona PERBENE, non una merda violenta, sia stato schifato. Perchè ricalca semplicemente quello che combatte, la modalità squadrista della vigliaccheria elevata a gloria, bearsi del tanti contro uno, legare e bendare, bastonare alla testa. ma una cosa mi ha dato fastidio più del resto: quella che riprende ride. Non urla incazzata, non lo insulta. Ride come una deficiente. E che cazzo è arancia meccanica? Ah stammerda se chiama impegno politico? ma se annassero a vedè bonolis, PD....
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 22 Feb 2018, 22:26
Quella modalità non piace nemmeno a me, l'ho detto e lo ribadisco.

Ma se la questione diventa "la violenza" mi sembra un'ipocrisia posticcia.
Perché le forze dell'ordine non fanno nulla mentre questi vanno indisturbati a fare raid contro bengalesi e migranti, crescendo esattamente tra i giovani come quelli che se la scoattano impunemente.
E questo fascismo per moda si ferma ANCHE prendendoli a legnate.
Se la legge non interviene, anzi interviene solo per reprimere gli antifascisti (Torino è l'ultimo esempio di una lunga serie) è dovere civico che intervengano i cittadini. Che evidentemente non possono arrestare nessuno, ma possono solo contrapporre loro stessi a questa melma.

Fate perdere questa aura di intoccabilità a sta gente e il loro seguito svanisce come per magia.


Cityzen il governo resta xenofobo se fa scelte e dichiarazioni xenofobe.  Salvini e meloni sono proprio fascisti, perché sono loro ad alimentare il fascismo diffuso molto più di cpi o fn.

E torno a sottolinearti come oggi la priorità del governo sia reprimere gli antifascisti "estremisti" (cit) più che i fascisti. E tu parli di fronte unitario con chi apertamente ci fa la guerra. Come lo sai solo tu. Davvero solo tu.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 23 Feb 2018, 12:35

4) a noi gli antifascisti ce piacciono quando prendono le botte. I migranti quando affogano.
Le donne quando le stuprano.
Ce piacciono le vittime in poche parole. O ce piace chi perde, per usarne altre.
Invece no, ce sta la volta che le damo. Che non siamo vittime. E menamo pure forte eh.
Non farei di questa cosa accaduta a palermo una pratica da esaltare, come dicevo non mi è piaciuta, ma per favore non cadiamo nell'eccesso opposto, che qui il problema è esattamente come piantarla di essere vittime di qualcuno o qualcosa.
E tendenzialmente ciò passa anche attraverso due sonore legnate.
O pensate di convincere i fascisti con un abbraccio?

Si però aspetta  Fat, qui la questione non è violenza/nonviolenza, ma piuttosto la qualità e il linguaggio simbolico.
Perchè non c'è più stato un omicidio di fascisti da parte di militanti dell'estrema sinistra dal 1983, mentre al contrario come sappiamo purtroppo la mano fascista ha ucciso e continua a farlo?
Perchè non siamo come loro, punto.
Non idolatriamo la violenza.
La violenza è un mezzo e un linguaggio e va saputo usare.
Io mi riconosco nella tipa che a Piacenza dice  basta al pestaggio del celerino impigliato.
Anche se loro non si fanno problemi a pestarti in 5 e tu a terra.
E lo stesso penso che quella merda dio sa quanto se li meritava due schiaffi, ma legarlo e menarlo in 5 e deriderlo davanti al video non comunica solo che non è invincibile, purtroppo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 23 Feb 2018, 12:53
Su questo concordo. E tre.
Anche perché per causare 20 giorni di prognosi significa che è stata più scena che altro.
All'operaio rumeno legato ad un palo e pestato dall'ex segretario del pd di vittoria (vicino Ragusa) per un furto di una bombola di gas ne hanno diagnosticati il doppio (a proposito, non mi pare di aver visto la minima attenzione ne solidarieta per un episodio ancor più grave).
Un operaio ruba una bombola viene massacrato ma è più o meno tutto ok. Se ne parla nelle edizioni locali. In fondo se l'è meritato.
Un criminale nazista dedito a pestaggi seriali che faceva per hobby viene pestato e diventa uno con cui solidarizzare.

Per altro l'imprenditore piddino di ragusa lo ha sbracato molto peggio e l'accusa è lesioni gravi.
A Palermo è tentato omicidio.

Al netto di quanto dici vogliamo capire che è in atto una paradossale criminalizzazione dell'antifascismo mentre si lascia impunito il fascismo?
Che in questo momento gli strumenti della legge vengono usati a spron battuto contro gli antifascisti e ZERO contro i fascisti?

A me non è piaciuto quanto accaduto proprio per l'immaginario che evoca e concordo con te, ma credo si stia operando l'ennesimo slittamento dei significati in modo interessato.

Basta mettere a paragone quanto avvenuto a palermo e Ragusa la stessa sera per rendersene conto.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 23 Feb 2018, 12:58
Al netto di quanto dici vogliamo capire che è in atto una paradossale criminalizzazione dell'antifascismo mentre si lascia impunito il fascismo?
Che in questo momento gli strumenti della legge vengono usati a spron battuto contro gli antifascisti e ZERO contro i fascisti?

Ma io l'ho capito benissimo questo, un discorso non esclude l'altro.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 23 Feb 2018, 14:23
Ma io l'ho capito benissimo questo, un discorso non esclude l'altro.
certo, ma i due pesi e le due misure no faranno altro che alimentare la tensione
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: carib - 23 Feb 2018, 15:41
L'uso della violenza per 'combattere' il neo fascismo è fuori dalla storia, è una prassi sconfitta dalla storia.
IMHO E' una grandissima idiozia - lo dico da antifascista - e un pericoloso calcolo politico che denota scarsità di idee e di identità politica.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 23 Feb 2018, 16:19
L'uso della violenza per 'combattere' il neo fascismo è fuori dalla storia, è una prassi sconfitta dalla storia.
IMHO E' una grandissima idiozia - lo dico da antifascista - e un pericoloso calcolo politico che denota scarsità di idee e di identità politica.

Secondo me c'e' violenza e violenza, non tanto come intensità fisica ma come simbolo.
Cercare di impedire lo svolgersi di manifestazioni fasciste E' GIUSTO, è sacrosanto.
E' illegale così come è illegale che nel 2018 dei personaggi possano propagandare il fascismo impuniti.
Solleva un problema di ordine pubblico e lancia un messaggio sano secondo me, ovvero che il fascismo se deve passare non sarà soft: ci deve essere una guerra civile prima.

Altra cosa, l'opposto proprio è l'atto di Palermo, che per modi, stile, linguaggio, ricorda proprio il fascismo.
Io se non avessi visto le didascalie, guardando quel video avrei detto che si trattava di mafiosi o appunto, di fasci.
Ma allora siamo uguali a loro? In cosa ci differenziamo?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 23 Feb 2018, 16:31
Secondo me c'e' violenza e violenza, non tanto come intensità fisica ma come simbolo.
Cercare di impedire lo svolgersi di manifestazioni fasciste E' GIUSTO, è sacrosanto.
E' illegale così come è illegale che nel 2018 dei personaggi possano propagandare il fascismo impuniti.
Solleva un problema di ordine pubblico e lancia un messaggio sano secondo me, ovvero che il fascismo se deve passare non sarà soft: ci deve essere una guerra civile prima.

Altra cosa, l'opposto proprio è l'atto di Palermo, che per modi, stile, linguaggio, ricorda proprio il fascismo.
Io se non avessi visto le didascalie, guardando quel video avrei detto che si trattava di mafiosi o appunto, di fasci.
Ma allora siamo uguali a loro? In cosa ci differenziamo?
Anche a me ha dato fastidio l'atto di "Palermo" però a mio avviso ricordiamoci sempre che se si vuole ragionare in maniera razionale, ciò che divide le diverse fazioni politiche è, o dovrebbe essere l'obbiettivo. Io eviterei ragionamenti a tutto tondo. Il raggiungimento della perfezione morale etica comportamentale non sempre è direttamente proporzionale alla giustezza delle convinzioni politiche, altrimenti avremmo una visione del mondo manichea. Da polpettone fantasy di basso livello. Esistono le contraddizioni e bisogna farci i conti.
Per questo da sempre rigetto il binomio violenza si/violenza no visti come due assoluti   
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 23 Feb 2018, 18:13
L'uso della violenza per 'combattere' il neo fascismo è fuori dalla storia, è una prassi sconfitta dalla storia.
IMHO E' una grandissima idiozia - lo dico da antifascista - e un pericoloso calcolo politico che denota scarsità di idee e di identità politica.

Il neo fascismo lo combatti con la buona politica, con l'approccio democratico ai problemi e con la continenza verbale.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 23 Feb 2018, 18:25
Anche a me ha dato fastidio l'atto di "Palermo" però a mio avviso ricordiamoci sempre che se si vuole ragionare in maniera razionale, ciò che divide le diverse fazioni politiche è, o dovrebbe essere l'obbiettivo. Io eviterei ragionamenti a tutto tondo. Il raggiungimento della perfezione morale etica comportamentale non sempre è direttamente proporzionale alla giustezza delle convinzioni politiche, altrimenti avremmo una visione del mondo manichea. Da polpettone fantasy di basso livello. Esistono le contraddizioni e bisogna farci i conti.
Per questo da sempre rigetto il binomio violenza si/violenza no visti come due assoluti

Ma infatti è proprio quello che sto dicendo: il problema non è violenza si/ violenza no, ma violenza quando come e perchè.
Anche essere sottopagati è violenza, anche entrare in metro all'ora di punta e stare schiacciati dalla folla è subire una violenza ( cit. FD ).
Però non possiamo ignorare che uno dei tratti distintivi filosofici del fascismo è l'esaltazione della violenza come tratto della virilità, del maschile.
Quando mussolini diceva "noi siamo i veri anarchici perchè siamo gli unici che fanno davvero quello che vogliono" c'e' un'implicita affermazione della validità della sottomissione, dell'oppressione altrui.
"Noi" ( che appunto tocca vedere noi chi ) in teoria vorremo abbattere le sopraffazioni, o no?
O pensiamo che esista una sopraffazione giusta o una sbagliata?

E poi quello che divide le fazioni politiche non è affatto solo l'obiettivo, ma la visione del mondo  (weltanschaung ), il linguaggio, i mezzi e i modi.
E questo non vuol dire aspirare alla perfezione morale, ne piegarsi all'ipocrisia.
Le rivoluzioni non avvengono perchè una parte ha sconfitto militarmente l'altra: avvengono perchè delle idee si sono affermate sostituendo quelle vecchie.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 23 Feb 2018, 18:41
Ma infatti è proprio quello che sto dicendo: il problema non è violenza si/ violenza no, ma violenza quando come e perchè.
Anche essere sottopagati è violenza, anche entrare in metro all'ora di punta e stare schiacciati dalla folla è subire una violenza ( cit. FD ).
Però non possiamo ignorare che uno dei tratti distintivi filosofici del fascismo è l'esaltazione della violenza come tratto della virilità, del maschile.
Quando mussolini diceva "noi siamo i veri anarchici perchè siamo gli unici che fanno davvero quello che vogliono" c'e' un'implicita affermazione della validità della sottomissione, dell'oppressione altrui.
"Noi" ( che appunto tocca vedere noi chi ) in teoria vorremo abbattere le sopraffazioni, o no?
O pensiamo che esista una sopraffazione giusta o una sbagliata?

E poi quello che divide le fazioni politiche non è affatto solo l'obiettivo, ma la visione del mondo  (weltanschaung ), il linguaggio, i mezzi e i modi.
E questo non vuol dire aspirare alla perfezione morale, ne piegarsi all'ipocrisia.
Le rivoluzioni non avvengono perchè una parte ha sconfitto militarmente l'altra: avvengono perchè delle idee si sono affermate sostituendo quelle vecchie.

L'esaltazione della violenza per la violenza tipico del fascismo è dovuto al fatto che l'obbiettivo ultimo finale del fascismo è eterodiretto  e non può essere detto apertamente. Ecco la sostituzione o meglio il raffazzonamento di quatro cinque cose che neanche loro (i fascisti) capiscono bene.
La violenza non se la sono inventata loro. cosi come l'autoritarismo la gerarchia la dittatura il disprezzo della democrazia, il nero (o il rosso e il nero) le tradizioni ancestrali gli imperi
So tute cose fatte da altri prima di loro e dopo di loro. Loro se ne appropriano perchè in verità non hanno contenuti, e chi non ha contenuti è un represso frustrato e solo la violenza può dargli un fremito
So pericolosi ma proprio perchè sono violentocentrici purtroppo spesso è l'unico linguaggio che capiscono, quanto meno gli irrecuperabili.
Poi certo in certe occasioni li puoi spiazzare e fregarli con un linguaggio diverso ma ancor più in quel caso la loro reazione sarà violenta.

Sulla sopraffazione è un termine forse fuorviante. Del resto qualunque situazione sociale sopraffatta ha dovuto per liberarsi sopraffarne un altra, ma non gli si può fare certo una colpa morale.

Certo che c'è una visione del mondo ma in prospettiva direi e tutta da costruire, se perdi di vista l'obbiettivo, rischi di perderti.

Le rivoluzioni sono spesso anche un fatto militare, purtroppo è quasi inevitabile.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 23 Feb 2018, 19:08
Sulla sopraffazione è un termine forse fuorviante. Del resto qualunque situazione sociale sopraffatta ha dovuto per liberarsi sopraffarne un altra, ma non gli si può fare certo una colpa morale.

Ma non è una questione morale.
E' che se riproduci lo stesso meccanismo che vuoi combattere ti perdi nel loop.
E' il meccanismo della sopraffazione che devi combattere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 23 Feb 2018, 22:17
Torno alla domanda: quindi cosa si fa per combattere la violenza fascista nel momento in cui si esprime e le forze dell'ordine stanno a guardare?
Proporre alternative, grazie.
Altrimenti è una supercazzola astratta.
Pure io non penso che il fascismo (ossia il pensiero diffuso oggi) si sconfigge con la violenza, ma con la politica. Non è che penso di menare tutti i salviniani, mi pare ovvio.
Tuttavia le espressioni violente del fascismo (tipo ciò che quotidianamente fa fn) devono avere una risposta e non basta di certo manifestare dissenso.
Perché mentre noi manifestiamo dissenso quelli menano, accoltellano, aggrediscono.
Ribadisco: dire quale alternativa ci sarebbe alla contrapposizione. Ascolto volentieri.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 00:43
AGGIORNAMENTO: il referto di 20 gg di prognosi era una fake news di forza nuova.

http://www.giornalettismo.com/archives/2650391/massimo-ursino-riposo (http://www.giornalettismo.com/archives/2650391/massimo-ursino-riposo)

Ursino se la caverà con 5 giorni di riposo. Cinque giorni di riposo.
Aaaa violenza.
Liiii imbecilli.
Eeeer fascismo al contrario.

LA MAGISTRATURA STA ACCUSANDO DUE PERSONE DI TENTATO OMICIDIO PER UN REFERTO DA 5 GIORNI DI RIPOSO, OSSIA DUE SCHIAFFI.

Mentre un accoltellamento a Perugia viene fatto passare per rissa.
questa è la notizia scandalosa.
Questo è lo schifo.
Questa è la copertura che hanno e soprattutto la volontà effettiva di governo e magistratura: combattere gli antifascisti, non i fascisti che evidentemente fanno comodo.

5 giorni di riposo, non ce posso pensare che si è creato sto caso nazionale per 5 giorni di prognosi a un picchiatore fascista.
Praticamente due schiaffi, anzi forse co due schiaffi dati bene a 7 giorni ci arrivi e qui a tirare giù madonne e santi, a sentenziare, a pontificare, cadendo nel trappolone di media e forza nuova prima di approfondire i fatti concreti.

Applausone per noi (me ce metto pure io ovviamente).
Alla luce dei fatti il tentativo di umiliare quel personaggio abietto va visto come il minimo che ti possa capitare quando vai in giro a pestare la gente per hobby.

Questi accoltellano come macellai. Ammazzano la gente.
Le guardie non fanno niente e noi dovremmo fare non si sa cosa.
Tutti capaci a giudicare aaaaviolenza e nessuno in grado di definire un'alternativa concreta NON per combattere il fascismo sul piano politico ma su quello individuale, quello del rischio personale.
Perché capisco che può tangere poco, ma ce sta pure chi la coltellata la rischia tutti i giorni e non sono le manifestazioni politiche a tutelarlo.

Altrimenti, come ho detto nel post precedente, tiriamole fuori queste belle alternative che ai violenti senza idee sfuggono.
Mi piacerebbe ma temo che non ci siano e alla fine la condanna della violenza si trasforma cosi nella dichiarazione perbenista di chi se lo può permettere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 24 Feb 2018, 02:30
5 giorni de "riposo".. manco n'influenza..
poi potrà uscire di nuovo per strada e riprendere quello che fa sempre da anni. picchiare, sprangare e fare le ronde per la città.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 24 Feb 2018, 10:12
quindi un atto di violenza si giudica unicamente in base ai giorni di prognosi della vittima?
cioè, se io te sparo ma te pìo solo de striscio perché nce vedo sono moralmente innocente, giusto?
sono cose importanti da sapere, per futuri giudizi
e forse pure per quelli passati, qualcuno può fare la somma dei giorni di prognosi causati dal traini (onore a lvi) così rimodulate la vostra sentenza?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: er polipo - 24 Feb 2018, 10:17
Giornalettismo non è esattamente una fonte autorevole.
E su Perugia, la Magistratura sembra incline a credere alla versione di CPI, anche sulla base di quanto raccolto da alcuni testimoni: vedremo come si evolveranno le indagini.
Ma in generale, in Italia la gente (o il popolo, se preferite) ha ormai ben chiaro come la violenza di questi ultimi anni/decenni sia stata e continui ad essere prevalentemente rossa: potete raccontarvela come vi pare, ma la verità è che se c'è un motivo (tra i tanti) per odiare il fascismo, è che questo ha dato vita al peggior anti-fascismo della storia, il vostro: un mostro uguale e contrario a quello morto e sepolto oltre 70 anni fa.
Se non ne prendete coscienza, cari antagonisti, blackblock, etc etc, continuerete ad essere (democraticamente) i paria del nostro tempo, arroccati nella vostra torre d'avorio a giudicare i vivi e i morti con l'arroganza tipica di chi non sa giudicare se stesso. Ed è un peccato, perche siete menti brillanti, e alla società potreste dare tanto, in termini di civiltà e di pace.
Il fascismo (che è dentro ognuno di noi) si combatte con il dialogo, con i contenuti del dibattito politico, e con la fratellanza, non con l'odio, la censura e la violenza. Solo in questo modo la società potrà evolversi.

AGGIORNAMENTO: il referto di 20 gg di prognosi era una fake news di forza nuova.

http://www.giornalettismo.com/archives/2650391/massimo-ursino-riposo (http://www.giornalettismo.com/archives/2650391/massimo-ursino-riposo)

Ursino se la caverà con 5 giorni di riposo. Cinque giorni di riposo.
Aaaa violenza.
Liiii imbecilli.
Eeeer fascismo al contrario.

LA MAGISTRATURA STA ACCUSANDO DUE PERSONE DI TENTATO OMICIDIO PER UN REFERTO DA 5 GIORNI DI RIPOSO, OSSIA DUE SCHIAFFI.

Mentre un accoltellamento a Perugia viene fatto passare per rissa.
questa è la notizia scandalosa.
Questo è lo schifo.
Questa è la copertura che hanno e soprattutto la volontà effettiva di governo e magistratura: combattere gli antifascisti, non i fascisti che evidentemente fanno comodo.

5 giorni di riposo, non ce posso pensare che si è creato sto caso nazionale per 5 giorni di prognosi a un picchiatore fascista.
Praticamente due schiaffi, anzi forse co due schiaffi dati bene a 7 giorni ci arrivi e qui a tirare giù madonne e santi, a sentenziare, a pontificare, cadendo nel trappolone di media e forza nuova prima di approfondire i fatti concreti.

Applausone per noi (me ce metto pure io ovviamente).
Alla luce dei fatti il tentativo di umiliare quel personaggio abietto va visto come il minimo che ti possa capitare quando vai in giro a pestare la gente per hobby.

Questi accoltellano come macellai. Ammazzano la gente.
Le guardie non fanno niente e noi dovremmo fare non si sa cosa.
Tutti capaci a giudicare aaaaviolenza e nessuno in grado di definire un'alternativa concreta NON per combattere il fascismo sul piano politico ma su quello individuale, quello del rischio personale.
Perché capisco che può tangere poco, ma ce sta pure chi la coltellata la rischia tutti i giorni e non sono le manifestazioni politiche a tutelarlo.

Altrimenti, come ho detto nel post precedente, tiriamole fuori queste belle alternative che ai violenti senza idee sfuggono.
Mi piacerebbe ma temo che non ci siano e alla fine la condanna della violenza si trasforma cosi nella dichiarazione perbenista di chi se lo può permettere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 24 Feb 2018, 10:23
.
Il fascismo (che è dentro ognuno di noi) si combatte con il dialogo, con i contenuti del dibattito politico, e con la fratellanza, non con l'odio, la censura e la violenza. Solo in questo modo la società potrà evolversi.

Molta, moltissima retorica.
Non è chiaro come debba avvenire questo dialogo, e soprattutto con chi.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 24 Feb 2018, 10:34
quindi un atto di violenza si giudica unicamente in base ai giorni di prognosi della vittima?
cioè, se io te sparo ma te pìo solo de striscio perché nce vedo sono moralmente innocente, giusto?
sono cose importanti da sapere, per futuri giudizi
e forse pure per quelli passati, qualcuno può fare la somma dei giorni di prognosi causati dal traini (onore a lvi) così rimodulate la vostra sentenza?

Da un lato per due persone che hanno causato 5 giorni di prognosi hanno fatto scattare in 24 ore perquisizione, arresto e accusa di tentato omicidio, mentre dall'altro questa povera vittima era libera di aggredire stranieri a suo piacimento.
Eh, la voglia di far polemica...i danni...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: vaz - 24 Feb 2018, 10:59
co 'sta cosa del dialogo ci troviamo partiti neofascisti, contrapposizioni fascismo/antifascismo e compagnia cantante.
il fascismo si estirpa, con qualsiasi mezzo a disposizione. anche violento.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 24 Feb 2018, 11:05
Da un lato per due persone che hanno causato 5 giorni di prognosi hanno fatto scattare in 24 ore perquisizione, arresto e accusa di tentato omicidio, mentre dall'altro questa povera vittima era libera di aggredire stranieri a suo piacimento.
Eh, la voglia di far polemica...i danni...

guarda zio, io ti rispondo ma te lo dico, prima o poi potrei stancarmi di mostrarti quotidianamente la tua deficienza
nell'ansia di buttarla in caciara confondi il pre col post
sia il marchigiano sia i facinorosi siciliani prima della loro azione sono stati lasciati liberi di compiere i loro atti
vuoi confrontare i post azioni?
non mi pare che, purtroppo, il traini sia attualmente a piede libero
non mi pare che non ti sia stato perquisito pure il buco del culo, non mi pare che non sia stato intervistato pure il compagno di banco della prima elementare per capire e condannare la sua presunta follia
5 minuti dopo l'ultimo sparo il suo nome e il suo faccione italicamente imbandierato erano già su tutte le prime pagine
di lui si sono occupati tutti, ministri, aspiranti tali, persino il presidente della repubblica e il papa
paragonare le attenzioni ricevute da lvi a quelle dei violenti antifa siculi aiuta a capire quanto in un caso piovano condanne retoriche da ogni dove mentre nell'altro al massimo ci si spreca per un buffetto
peraltro, a macerata il questore è stato rimosso immediatamente, mentre in Sicilia sta ancora a scaldare la sua sedia
e se nel primo caso era comprensibile la mancata prevenzione di un gesto di un folle, il fatto che il questore siciliano non abbia prevenuto l'aggressione pur essendo indubbiamente consapevole della pericolosità dei frequentatori dei cs, girandosi dall'altra parte, è paradossale
e il fatto che non sia stato rimosso mostra chiaramente quanto gli apparati statali proteggano la feccia comunista, altro che complottone
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 24 Feb 2018, 11:09
in questo caso sì, è importante conoscere i 5 giorni di riposo invece dei venti perché mi dà l'indicazione che sicuramente tentato omicidio non è: erano in 4 se avessero voluto lo facevano fuori in un micro secondo. è stata una punizione, non un tentato omicidio. quindi cambia eccome.
secondo punto che aveva sottolineato fat danny: le notizie come vengono date e la percezione e il lavorio che scatenano. quindi, ancora una volta, è importante sottolineare i 5 giorni di prognosi invece che le gravissime lesioni di cui parlavano prima i media.

terzo. imparagonabile con i danni o le "prognosi prodotte" da traini. traini è un razzista che è uscito di casa per uccidere, con una pistola, a fare il bersaglio su innocenti per strada che non avevano fatto un cazzo di male.
ursini è un pezzo di merda che si autodefinisce "soldato politico", che fa del male alla gente per la città per i suoi valori di merda e che spranga e fa le ronde. un delinquente che vuole mettere sotto scacco Palermo e fare in modo che diventi fascia e razzista.

quindi sì, personalmente, su un soggetto simile guardo i giorni di prognosi e faccio tutti i distinguo del caso. del resto è un "soldato", sta in guerra, quindi si deve aspettare le asperità della pugna.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 24 Feb 2018, 11:11
guarda zio, io ti rispondo ma te lo dico, prima o poi potrei stancarmi di mostrarti quotidianamente la tua deficienza
nell'ansia di buttarla in caciara confondi il pre col post
sia il marchigiano sia i facinorosi siciliani prima della loro azione sono stati lasciati liberi di compiere i loro atti
vuoi confrontare i post azioni?
non mi pare che, purtroppo, il traini sia attualmente a piede libero
non mi pare che non ti sia stato perquisito pure il buco del culo, non mi pare che non sia stato intervistato pure il compagno di banco della prima elementare per capire e condannare la sua presunta follia
5 minuti dopo l'ultimo sparo il suo nome e il suo faccione italicamente imbandierato erano già su tutte le prime pagine
di lui si sono occupati tutti, ministri, aspiranti tali, persino il presidente della repubblica e il papa
paragonare le attenzioni ricevute da lvi a quelle dei violenti antifa siculi aiuta a capire quanto in un caso piovano condanne retoriche da ogni dove mentre nell'altro al massimo ci si spreca per un buffetto
peraltro, a macerata il questore è stato rimosso immediatamente, mentre in Sicilia sta ancora a scaldare la sua sedia
e se nel primo caso era comprensibile la mancata prevenzione di un gesto di un folle, il fatto che il questore siciliano non abbia prevenuto l'aggressione pur essendo indubbiamente consapevole della pericolosità dei frequentatori dei cs, girandosi dall'altra parte, è paradossale
e il fatto che non sia stato rimosso mostra chiaramente quanto gli apparati statali proteggano la feccia comunista, altro che complottone

Vatte a trovà n'altro sport sbrà.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 24 Feb 2018, 11:13

Il fascismo (che è dentro ognuno di noi) .


no guarda, parla per te.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 24 Feb 2018, 11:14
a questo punto gioverebbe forse ricordare che, mentre in un caso la vittima non ha commesso alcun reato agli occhi della legge, nell'altro buona parte delle vittime si trovava illegalmente sul territorio italiano
perché in un caso siete tanto bravi a gettare la croce su un onesto cittadino, seppur incolpevole, mentre nell'altro caso fingete di non vedere la pericolosità sociale e l'illegalità endemica delle altre presunte vittime
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 24 Feb 2018, 11:17
a questo punto gioverebbe forse ricordare che, mentre in un caso la vittima non ha commesso alcun reato agli occhi della legge, nell'altro buona parte delle vittime si trovava illegalmente sul territorio italiano
perché in un caso siete tanto bravi a gettare la croce su un onesto cittadino, seppur incolpevole, mentre nell'altro caso fingete di non vedere la pericolosità sociale e l'illegalità endemica delle altre presunte vittime

Guarda che non fai torto a nessuno, se non a te stesso.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 24 Feb 2018, 11:28
il problema primario forse è l'utilità della discussione
quando avremo deciso se è più o meno giusto usare violenza contro il neofascismo in maniera univoca
chi è poi che glielo va a dire agli antagonisti quale è la strada da seguire??
il fatto dei 5 giorni rende ancora più grave la faccenda, come si fa a fare così poco male ad una persona dopo avergli nastrato le mani?
non la butterei sulla violenza se questi sono i risultati
per il discorso legale faccio notare che basta chiudere una persona in un stanza per prendersi sequestro di persona
vi ricordate l'italiano che con un pugno uccise l'infermiera rumena, se sei sfigato basta poco per uccidere, per cui il tentato omicidio si da molto spesso ed è il tuo avvocato che deve smontare l'accusa
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 24 Feb 2018, 11:34
il problema primario forse è l'utilità della discussione
quando avremo deciso se è più o meno giusto usare violenza contro il neofascismo in maniera univoca
chi è poi che glielo va a dire agli antagonisti quale è la strada da seguire??
il fatto dei 5 giorni rende ancora più grave la faccenda, come si fa a fare così poco male ad una persona dopo avergli nastrato le mani?
non la butterei sulla violenza se questi sono i risultati
per il discorso legale faccio notare che basta chiudere una persona in un stanza per prendersi sequestro di persona
vi ricordate l'italiano che con un pugno uccise l'infermiera rumena, se sei sfigato basta poco per uccidere, per cui il tentato omicidio si da molto spesso ed è il tuo avvocato che deve smontare l'accusa

Quanto continuerai con questa provocazione inutile?

Il fatto che abbiano voluto dare un segnale del tipo "non siamo assassini come voi, ma per scelta non perché non ne abbiamo la forza" può essere valutato?

Spero vivamente non accadrà mai ma il dubbio su cosa avresti scritto se lo avessero ucciso davvero è assai forte.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 24 Feb 2018, 11:50
Schegge di 4 cm di metallo nelle bombe carta tirate alla polizia. Fermate e denunciate sta gente, please.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 24 Feb 2018, 12:08
mistefaro non so te ma io i fascisti li ho sprangati per davvero, ho avuto il nautico sotto la scuola per fare un esempio
e poiché i fascisti menano ho pensato bene di andare via da roma a 19 anni, perché le ho anche prese
ho anche responsabili del PD romano di oggi che allora parlavano di rispondere colpo su colpo ma poi mancavano sempre quando i colpi si prendevano, fortunelli
quello che salta all'occhio quando ti meni per politica è che gli avversari non cambiano idea e se si rialzano poi ti vengono a cercare
io ad esempio non sono mai andato in nord e non passavo a piedi in certe piazze, magari non succedeva niente ma perché andarsela a cercare?
il dubbio te lo tolgo comunque, io non ucciderei nessuno anche perché forse con l'età si diventa più indulgenti con i nemici ma chi vuole scontrarsi violentemente per difendere i propri ideali deve farlo in modo che il giorno dopo non si debba ricominciare daccapo anche se questo dovesse riportarci agli anni di piombo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Gio - 24 Feb 2018, 12:09
A Palermo il comizio di FN forse lo spostano in albergo per ragioni di sicurezza. Nel resto di Italia ci saranno al massimo un
migliaio di persone. Questo è il pericolo fascista. Il pubblico di una partita di Lega Pro. Che avrebbe, senza tutto questo clamore, visibilità, rilevanza e seguito pari a 0, data l'inconsistenza della proposta.
Il problema è che senza fascisti non hanno più ragione di essere nemmeno gli antifascisti. Che, dunque, hanno la necessitá di vederne tanti un po' da tutte le parti e di esagerarne la pericolositá.
Così come alcuni hanno bisogno dei neri brutti e cattivi per sostenere le loro tesi sull'immigrazione.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: bak - 24 Feb 2018, 12:18
il fascismo si estirpa, con qualsiasi mezzo a disposizione. anche violento.

No. Basta applicare la legge Scelba; troppi ne ho visti di ragazzi morti per un'idea, giusta o sbagliata che sia.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 12:50
A Palermo il comizio di FN forse lo spostano in albergo per ragioni di sicurezza. Nel resto di Italia ci saranno al massimo un
migliaio di persone. Questo è il pericolo fascista. Il pubblico di una partita di Lega Pro. Che avrebbe, senza tutto questo clamore, visibilità, rilevanza e seguito pari a 0, data l'inconsistenza della proposta.
Il problema è che senza fascisti non hanno più ragione di essere nemmeno gli antifascisti.

quello che non capisci caro gio perché il problema tu non ce l'hai è che quei pochi di lega Pro te accoltellano e per farlo non hanno bisogno di essere una caterva.

Ribadisco che mentre il fascismo politicamente pericoloso si combatte con la politica (non sto dicendo "vanno menati tutti i salviniani") quello militante neofascista non è politicamente pericoloso perché come dici tu so quattro gatti, ma lo è individualmente. E su quello hai poco da fare cortei perché il problema non è la politica, ma la sicurezza individuale.
Ora, se le guardie li lasciano impuniti fare quel che fanno che tocca fare?
Ripeterò all'infinito questa domanda che aggirate perché facile pontificare sulla violenza ma poi di risposte ne avete zero nella comodità del vostro divano, da dove guardate i fatti in tv. Abbravi.
Parliamo di gente che il sabato sera, a palermo come a Roma, va a fare i "bangla tour" ossia la ricerca del bengalese (che per loro è rinomato non reagire alle violenze e spesso non denunciare) per pestarlo a sangue.
Ci confrontiamo con bande di criminali, non con collettivi di elaborazione politica di destra, ma lo vogliamo capire o no?

Continuate in diversi a sputare sentenze curandovi bene dal trovare soluzioni possibili. Grazie al cazzo gio, non sei bengalese, non sei compagni, non sei gay.
Quindi la coltellata tendenzialmente non te la rischi e non capisci proprio il problema.

Come dice zerocalcare: QUESTA NON È UNA PARTITA A BOCCE.

Ti ribadisco: la polizia LI LASCIA FARE. altrimenti qua stavamo parlando di un non problema, che quei pochi che sono l'avevano gia fermati tutti.


quindi un atto di violenza si giudica unicamente in base ai giorni di prognosi della vittima?
cioè, se io te sparo ma te pìo solo de striscio perché nce vedo sono moralmente innocente, giusto?
sono cose importanti da sapere, per futuri giudizi
e forse pure per quelli passati, qualcuno può fare la somma dei giorni di prognosi causati dal traini (onore a lvi) così rimodulate la vostra sentenza?

Sbracchiosauro se domani rubano una mela da casa di uno del clan dei casalesi non credo né che ci sia una notizia né che scatti lo scandalo nazionale. Eppure resta un furto.
Inoltre qui non parliamo di traini ma delle organizzazioni neofasciste.
Di organizzazioni che sai bene come agiscono nella quotidianità.

Quindi si i giorni di prognosi come spiega bene pan dicono qualcosa sul tipo di azione, che ha voluto umiliare chi l'ha subita più che attentare alla sua vita.
Inoltre dice molto su come si stanno muovendo governo e magistratura, ossia il pd che oggi preferisce per ragioni elettorali segnalare e combattere il "pericolo antifascista" più di quello fascista. Confermando perfettamente quanto dicevo i giorni scorsi e che scioccamente ti ha fatto innervosire tanto (lo so, la verità a volte fa male a chi ha amicizie sbagliate).
Ma tu siccome rosichi di non avere argomenti contro la mia tesi sul pd ora hai deciso di fare il bimbominchia cojóne che provoca.
Ma questo non ti fa sembrare arguto, ma solo un cojóne che tenta disperatamente di difendere i suoi amici piddini, in modo molto goffo per altro, finendo per dire sfondoni, flame che fanno solo capire quanto rosichi.
Inutile spiegare che si, la violenza in questi casi è ampiamente giustificata.
Non un po', ma ampiamente giustificata. Perché si tratta della propria pellaccia e non di un vanto. Hanno preso un picchiatore seriale, segretario locale di fn, non un ragazzino con una maglietta degli zetazeroalfa.

Ora se non capisci la differenza non meriti altre risposte. E mi limito a questo per rispetto del luogo in cui siamo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Gio - 24 Feb 2018, 13:50
quello che non capisci caro gio perché il problema tu non ce l'hai è che quei pochi di lega Pro te accoltellano e per farlo non hanno bisogno di essere una caterva.

Ribadisco che mentre il fascismo politicamente pericoloso si combatte con la politica (non sto dicendo "vanno menati tutti i salviniani") quello militante neofascista non è politicamente pericoloso perché come dici tu so quattro gatti, ma lo è individualmente. E su quello hai poco da fare cortei perché il problema non è la politica, ma la sicurezza individuale.
Ora, se le guardie li lasciano impuniti fare quel che fanno che tocca fare?
Parliamo di gente che il sabato sera, a palermo come a Roma, va a fare i "bangla tour" ossia la ricerca del bengalese (che per loro è rinomato non reagire alle violenze e spesso non denunciare) per pestarlo a sangue.
Ci confrontiamo con bande di criminali, non con collettivi di elaborazione politica di destra, ma lo vogliamo capire o no?

Continuate in diversi a sputare sentenze curandovi bene dal trovare soluzioni possibili. Grazie al cazzo gio, non sei bengalese, non sei compagni, non sei gay.
Quindi la coltellata tendenzialmente non te la rischi e non capisci proprio il problema.

Come dice zerocalcare: QUESTA NON È UNA PARTITA A BOCCE.

Ti ribadisco: la polizia LI LASCIA FARE. altrimenti qua stavamo parlando di un non problema, che quei pochi che sono l'avevano gia fermati tutti

Ognuno ha i propri di problemi individuali che gli altri non capiscono, perché non li hanno. E la polizia tollera (!?!) un sacco di cose. Se il principio é che ognuno puó risolversi i propri con la violenza, torniamo al far west.
Se io risolvessi con la violenza i miei, di problemi individuali, quando mi alzo dal divano, sono certo che non mi giustificheresti e mi daresti del fascista.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 24 Feb 2018, 14:03
Peggio, se fai a gara a chi fa peggio con loro, il 99,4% della gente pensa che non ci sta differenza. Se tu vai dal cingalese pistato e lo intervisti, e fai vedere che lo proteggi, e denunci chi ha fatto il raid, la gente pensa: "Guarda quei figli di tròia come hanno conciato sto poraccio, meno male che ci sono questi altri che stanno dalla parte sua". Se tu percepisci che lo stato non fa rispettare la legge Scelba, fai un sit in tutti i giorni in luoghi ad alta visibilità, denunci la cosa al governo (di sinistra), agli altri paesi. Se invece tiri bombe carta con schegge di metallo alla polizia che succederà mai? Che i fascisti si dissolvono? No, che fai una figura peggiore di quelli che vorresti andare a contrastare.
Un qualsiasi post di un Pablohoney è infinitamente più potente di una mazzata sul cranio, perchè egli (come altri qui e fuori), non si è mai lontanamente abbassato a quel livello. Lo 0,3 di estrema sinistra non convincerà o fermerà mai lo 0,3 di estrema destra. Ma può far vedere senza ombra di dubbio al 99,4% chi è il [...] violento e pericoloso.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 24 Feb 2018, 14:25
Sbracchiosauro se domani rubano una mela da casa di uno del clan dei casalesi non credo né che ci sia una notizia né che scatti lo scandalo nazionale. Eppure resta un furto.
Inoltre qui non parliamo di traini ma delle organizzazioni neofasciste.
Di organizzazioni che sai bene come agiscono nella quotidianità.

Quindi si i giorni di prognosi come spiega bene pan dicono qualcosa sul tipo di azione, che ha voluto umiliare chi l'ha subita più che attentare alla sua vita.
Inoltre dice molto su come si stanno muovendo governo e magistratura, ossia il pd che oggi preferisce per ragioni elettorali segnalare e combattere il "pericolo antifascista" più di quello fascista. Confermando perfettamente quanto dicevo i giorni scorsi e che scioccamente ti ha fatto innervosire tanto (lo so, la verità a volte fa male a chi ha amicizie sbagliate).
Ma tu siccome rosichi di non avere argomenti contro la mia tesi sul pd ora hai deciso di fare il bimbominchia cojóne che provoca.
Ma questo non ti fa sembrare arguto, ma solo un cojóne che tenta disperatamente di difendere i suoi amici piddini, in modo molto goffo per altro, finendo per dire sfondoni, flame che fanno solo capire quanto rosichi.
Inutile spiegare che si, la violenza in questi casi è ampiamente giustificata.
Non un po', ma ampiamente giustificata. Perché si tratta della propria pellaccia e non di un vanto. Hanno preso un picchiatore seriale, segretario locale di fn, non un ragazzino con una maglietta degli zetazeroalfa.

Ora se non capisci la differenza non meriti altre risposte. E mi limito a questo per rispetto del luogo in cui siamo.

premesso che esistono cure per le ossessioni, e che continui a mette in mezzo il piddì come se fosse l'unica cosa esistente al mondo quando invece al mondo stesso je ne frega pochino e fra dieci giorni sarà evidente
(il passo sulle amicizie sbagliate non l'ho capito, vabbè)
io ho detto una cosa diversa, che ovviamente manco hai provato a capire, partendo per la tua solita tangente
vuoi sdoganare qualsiasi tipo di violenza, quando è "moralmente accettabile"?
bene, ci sta
accollati però la responsabilità dello sdoganamento della stessa violenza quando è similmente "moralmente accettabile" per altri
perché chi sarà agli invasori non fa altro che un atto di resistenza dimostrativa tanto quanto incaprettare un pischello
il tuo sistema di valori ti porta ad accettare e persino promuovere una di queste due violenze, dandogli tutte le giustificazioni che ti vengono in mente, e a rifiutare l'altra
ma purtroppo per te non funziona così, esistono delle leggi per cui sono entrambi atti illegali e perseguibili, e i pm faranno bene a contestare il peggiore dei reati ravvisabili nelle rispettive situazioni

nessuno tocchi caino*
(* dopo aver verificato pe chi vota, sennò è carne de porco)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 14:41
Ognuno ha i propri di problemi individuali che gli altri non capiscono, perché non li hanno. E la polizia tollera (!?!) un sacco di cose. Se il principio é che ognuno puó risolversi i propri con la violenza, torniamo al far west.
Se io risolvessi con la violenza i miei, di problemi individuali, quando mi alzo dal divano, sono certo che non mi giustificheresti e mi daresti del fascista.


Si con la lievissima differenza che i tuoi problemi non attentano alla tua vita.

E non si tratta di far west ma proprio di politica. Perché politica è la loro azione.
Non stiamo parlando del fatto che qualcuno ruba a casa tua o ti sfregia la macchina e ti vendichi.
Ma di chi fa della violenza un'espressione politica, un atto identitario e qualificante.
Gente che ti cerca in quanto comunista o gay o migrante per pestarti.
Non è la stessa cosa se ti rubano la macchina gio, anche solo pensarlo non ti rende merito.
Non parliamo di un semplice reato di cui casualmente sei vittima, ma di un atto politico che mira da una parte a fare male dall'altra a intimidire, a far sentire impotenti e alla mercé di questa teppa.

Ecco perché la reazione violenta a questa roba non è solo autodifesa, ma anche il miglior modo per renderla inefficace.

Peggio, se fai a gara a chi fa peggio con loro, il 99,4% della gente pensa che non ci sta differenza. Se tu vai dal cingalese pistato e lo intervisti, e fai vedere che lo proteggi, e denunci chi ha fatto il raid, la gente pensa: "Guarda quei figli di tròia come hanno conciato sto poraccio, meno male che ci sono questi altri che stanno dalla parte sua". Se tu percepisci che lo stato non fa rispettare la legge Scelba, fai un sit in tutti i giorni in luoghi ad alta visibilità, denunci la cosa al governo (di sinistra), agli altri paesi. Se invece tiri bombe carta con schegge di metallo alla polizia che succederà mai? Che i fascisti si dissolvono? No, che fai una figura peggiore di quelli che vorresti andare a contrastare.
Un qualsiasi post di un Pablohoney è infinitamente più potente di una mazzata sul cranio, perchè egli (come altri qui e fuori), non si è mai lontanamente abbassato a quel livello. Lo 0,3 di estrema sinistra non convincerà o fermerà mai lo 0,3 di estrema destra. Ma può far vedere senza ombra di dubbio al 99,4% chi è il [...] violento e pericoloso.

dope un qualsiasi post di pablohoney non ha alcuna efficacia contro le coltellate, non so se ti è chiaro.
Ribadisco che il punto non è come combattiamo politicamente il fascismo perché nessuno sta dicendo che questo si fa con la violenza. È ovvio che si fa con le idee e con la buona politica.
Il punto è che ostinatamente rimuovete il fatto che purtroppo siamo di fronte ad un altro piano per quanto riguarda queste organizzazioni.
Le quali politicamente pesano zero dopa. Come dice gio, a ragione, non hanno alcuna rilevanza politica in 1000, poco più che macchiette. E raffigurarli come il nuovo pnf gli fa solo un favore rendendoli più credibili di quel che sono.
Il problema con loro è solo e unicamente di incolumità. Perché spesso sono brande che si allenano 5 giorni su 7 a fare del male.
Contro questi mi spiace ma è inutile venirmi a portare i post di Pablohoney che purtroppo in merito non servono a una mazza.
Quindi perdonami o mi dai un'alternativa efficace oppure stai a fa il commentatore da divano pure tu. Che davanti a chi vuole accoltellarti o pestarti sotto casa quando torni la sera reagiresti esattamente allo stesso modo ma siccome oggi non hai il problema ti permetti il lusso di dare una risposta da manuale.

...

non è un discorso di sdoganare la violenza. E ci sarà sempre chi penserà che tutta la violenza è uguale e sbagliata (anche in situazioni ben più gravi, vedi la questione israelopalestinese).
Per me, come dice orchetto, è uno che dietro il suo discorso superpartes sta prendendo la parte del violento oppressore.
Perché la violenza non è una categoria morale, ma uno strumento umano che può essere usato per opprimere o difendersi da un'oppressione.

Se tu non capisci che la violenza verso un picchiatore seriale rientra nel secondo tipo abbiamo poco di cui discutere.
Se non capisci che accollare "tentato omicidio" per due schiaffi che tu dai ad una partita de calcetto per un fallaccio di troppo è una vera e propria persecuzione c'è ancora meno da discutere.
Per me ormai sei passato dall'altra parte pur di difendere la Legge che decanti nel tuo ultimo intervento.
La tua legge e il tuo bon ton istituzionale sono funzionali ai fascisti. Da sempre.
I fascisti hanno sempre utilizzato le due facce nel costruirsi fin dagli anni 20.
Se ancora non lo capisci e ti appelli ai formalismi allora sei proprio de travertino.
E vai a confermare le mie critiche quando ti scandalizzavi per i vaffanculo ai poveri politici che portavano il confronto politico fuori dalle buone maniere.
Affanculo il bon ton.
Affanculo il manierismo.
Affanculo in particolar modo i politici.
Tutta roba funzionale ai fascisti in doppio petto che di giorno fanno i democratici e di notte escono a menare le mani.

E caro mio non si tratta di alcuna ossessione, questi giorni dimostrano perfettamente che avevo ragione in merito a governo e pd e le loro luride alleanze (cosa che mi sembra decisamente in topic) ma quanto te piace trollare per aggirare le questioni.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 24 Feb 2018, 15:09
Ma io non è che pensavo cambiassi idea, Fat. E' che te perdono perchè sei in buona fede, ma a parer mio prendi una cantonata epocale. Mi ricordi quei filosofi che a forza de legge e legge libri a un certo punto diventano mezzi matti. Per integrare, e perchè le schegge di ferro nelle bombe carta da tirare alla polizia sono buone, giuste, utili ed inevitabili? Ce sarà un motivo lampante anche lì, credo... :S
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 15:24
Ma io non è che pensavo cambiassi idea, Fat. E' che te perdono perchè sei in buona fede, ma a parer mio prendi una cantonata epocale. Mi ricordi quei filosofi che a forza de legge e legge libri a un certo punto diventano mezzi matti. Per integrare, e perchè le schegge di ferro nelle bombe carta da tirare alla polizia sono buone, giuste, utili ed inevitabili? Ce sarà un motivo lampante anche lì, credo... :S

ma dove mi hai visto scrivere delle bombe carta?
Io parlavo del confronto con la teppa neofascista.
E non pretendo di aver ragione, tanto di dirti: dimmi qual'è la tua soluzione davanti a chi mi aspetta sotto casa per accoltellarmi. A chi fa i bangla tour il venerdì sera. Chi si allena al pestaggio in palestra.
Non pretendo di dirlo io, dimmelo tu che non prendi cantonate epocali.
Mi sembra che su questo non rispondi o rispondi con i post di pablohoney e le manifestazioni (come se non fossero fatte) e scusami ma me pare una risposta del cazzo.
Perché i cortei vengono fatti, le denunce pure e il risultato è zero.
Quindi che si fa?
A questo punto me rassegno alle coltellate perché tutto quello che si può fare è stato fatto?
Se ti prendi l'onere di giudicare devi prenderti anche quello di dare un'alternativa possibile.

Su quanto dici sulle bombe carta registro che la polizia pesta a sangue quotidianamente i cortei antifa, mentre lascia indisturbati i fascisti, e non mi pare di aver visto la stessa condanna unanime.
Almeno questo lasciamelo registrare senza che significhi giustificare i chiodi e le bombe carta.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 24 Feb 2018, 16:10
Non solo, i cortei sono costantemente caricati a quanto pare.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: bak - 24 Feb 2018, 16:49
Ma casapound esisteva anche alle precedenti elezioni, e le cintate volavano anche allora (chiedere a Ruotolo, allora candidato con Ingroia). Onestamente non ricordo particolari scontri. Poi se la sinistra tutta ha abbandonato le periferie, la colpa e' solo la sua. Personalmente trovo inutili e controproducenti questi tafferugli.Sull'Inutilità mi trovo perfettamente d'accordo con Dope, sul controproducente significa non vedere il seguito che ha cp sugli strati più deboli, una volta il popolo del PCI.
Di applicare la legge scelba se ne parla dai primi anni 70 (so vecchio, lo so ☹) e a parte avanguardia operaia, stella rossa e la sinistra extra ordinem (Aut Op ancora non esisteva) tutti si opposero. PCi e PduP compresi, perché sapevano che, se liberi quei voti sarebbero andati alla DC.
Guarda caso dopo Ostia nessuno parla più di legge Fiano.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 18:03
Ma casapound esisteva anche alle precedenti elezioni, e le cintate volavano anche allora (chiedere a Ruotolo, allora candidato con Ingroia). Onestamente non ricordo particolari scontri. Poi se la sinistra tutta ha abbandonato le periferie, la colpa e' solo la sua. Personalmente trovo inutili e controproducenti questi tafferugli.Sull'Inutilità mi trovo perfettamente d'accordo con Dope, sul controproducente significa non vedere il seguito che ha cp sugli strati più deboli, una volta il popolo del PCI.
Di applicare la legge scelba se ne parla dai primi anni 70 (so vecchio, lo so ☹) e a parte avanguardia operaia, stella rossa e la sinistra extra ordinem (Aut Op ancora non esisteva) tutti si opposero. PCi e PduP compresi, perché sapevano che, se liberi quei voti sarebbero andati alla DC.
Guarda caso dopo Ostia nessuno parla più di legge Fiano.

non ricordi particolari scontri perché evidentemente non conveniva elettoralmente la narrazione che oggi sembra essenziale a minniti e compari (forse la cosa più grave di tutte è proprio la priorità oscena che hanno)
Potrei raccontartene almeno un paio che in confronto quanto accaduto a palermo è uno scherzetto. E che manco è finita sui giornali.
E cose che hanno ben funzionato perché in quelle zone cpi non ci ha più messo piede per anni. ANNI.
Ribadisco: fornite l'alternativa, perché continuate a dire quello che non vi piace ma mica si capisce quello che vorreste fare per combattere la criminalità fascista che le guardie lasciano impunita e che non si ferma con le manifestazioni.

Faccio un altro esempio non proprio di estrema sinistra: via Domodossola 1992.
La LED (lega ebraica di difesa) dopo scritte di merda su negozi va nella sede del movimento politico occidentale di boccacci, 100 giovani ebrei tra cui un futuro rabbino di Roma che li sbracano letteralmente. Altro che due schiaffi, una violenza inaudita. Motorini e automobili distrutti, un nazi di 20 anni all'ospedale, gente fatta inginocchiare sul marciapiede, c'è chi parla addirittura di una pistola ostentata.
Denuncie? 0
Arresti? 0
Parliamo di reati in linea teorica ben più gravi di quanto accaduto a palermo. Ma parecchio di più eh, roba da anni di galera.

Efficacia? Massima. Il mpo ebbe una mazzata enorme da questo episodio, anzitutto sul piano dell'immaginario interno.
Gli ebrei li avevano letteralmente umiliati (oltre che pestati).
Potrei raccontarne un altro simile a viale Marconi nei confronti di forza nuova.
Coi compagni a fare quel che dice smoka e la comunità ebraica a randellare come fabbri.

E fece bene la LED.
E fecero bene a non denunciare nessuno.
E nessuno si scandalizzó tra i sinceri democratici dell'allora pds, ma manco tra le fila della dc dissero nulla.

Ragionate su ste cose prima di dire che certe cose sono inutili senza proporre nulla perché nulla avete da proporre.

Sulla sinistra che ha abbandonato le periferie ripeto come in altri topic, è FALSO. È un artificio mediatico dovuto al fatto che le trasmissioni parlano delle azioni di 20 fasci stronzi e non di quello che quotidianamente fa la sinistra.
L'ho elencato qualche pagina fa, non ci torno, ma è 100 volte quel che fanno i neofascisti. La differenza è il silenzio che circonda quel che facciamo noi perché così conviene.
Conviene creare la narrazione dei fascisti  e silenziarne le imprese criminali e mettere sotto silenzio la sinistra radicale su quanto fa sul piano sociale e parlarne solo  quando esplodono bombe carta.
Paradossale sta cosa.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 24 Feb 2018, 19:23
anche io sono una fautrice del non mostrare mai il fianco. se loro sono zozzoni noi non possiamo esserlo, in primis perché non lo siamo. secondo perchè poi si equipara il tutto furbescamente. quindi anche io sono contro le violenze dimostrative e tout court.
ma non si può fare un mischione, di solito dalla gente di destra per bilanciare le violenze.
il fascismo non porta con sè un messaggio di pace, casa pound e forza nuova non sono associazioni pacifiche. si insinuano nella società, con i loro pacchi di pasta regalati per abbindolare la gentuzza.
che cazzo me ne frega dei pacchi di pasta se il tuo fine è quello di fare proseliti con questi mezzucci da medioevo per poi poter diventare, secondo i tuoi piani, tessuto  stabile e, a quel punto, innestare le tue politiche fatte di violenza, dittatura, estrema destra, ecc. ecc. perché questo sono. o forse pensate che se prendessero potere si innesterebbe una nuova dc o una sorta di m5s arruffone? vogliono altro.
quindi la violenza non può partire mai dal soggetto pacifico o di sinistra ma...
se io vedo che i fascisti picchiano, sparano, mi minacciano sol perché zecca o bengalese  e lo stato non mi aiuta che faccio? chi chiamo? mi faccio menà?

eppure non è difficile. se un violento picchia, minaccia vostra figlia mi piacerebbe vedere che fate. aspetta cara che chiamo la polizia... je menate, reagite, eccome se reagite.
ecco. adesso pensate che per molti l'antifascismo, i valori democratici,  sono come dei figli da proteggere e se c'è da farsi menare o arrestare lo si fa, se chi è preposto a tutelarli si volta dall'altra parte.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 20:02
Esattamente Pan.

Http://palermo.meridionews.it/media/images/57323936-23e4-4e0a-b065-c372f3a083de_1200x499_0.5x0.7_1_crop.jpeg (http://Http://palermo.meridionews.it/media/images/57323936-23e4-4e0a-b065-c372f3a083de_1200x499_0.5x0.7_1_crop.jpeg)

CONTRO OGNI FASCISMO, POTERE AL ROTOLO!

 :lol: :lol: :lol: :lol:

Ah polipo bello, talmente giornalettismo non era attendibile  (perché si sa che la violenza è rossa in questo paese ecchenuncelosai lo dice herr Giornale) che le accuse di digos e procura sono gia cadute come foglie secche e i due pericolosi criminali rossi sono stati rilasciati.
Perché non c'era NIENTE su cui basare l'accusa di tentato omicidio, il peggiore dei reati ravvisabile dai pm come stamattina sosteneva il sagace sbracchio, nel suo trollaggio cosmico tutto basato sulla legalitah. Sarà che a forza di fingersi grillino un po' c'è diventato.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 24 Feb 2018, 20:15
E' vero c'è violenza e violenza.

Se i paranoidi che vanno a menare gli stranieri e i barboni fossero fermati con la violenza sarei felice. Non vedo altro modo fra l'altro. Ma è mai successo?

Impedire comizi dei paranoidi con la violenza? Nì. Capisco la sensazione d'impotenza - ma come è già stato detto: cosa è più utile, cosa rende queste parole e messaggi il più possibile ininfluenti e inascoltati?

Sfondare vetrine bancomat bruciare macchine? Sfoghi comprensibili ma del tutto anti-producenti.

Spedizioni punitive ? Imitazione dei loro codici e comportamenti, perdita della propria identità. Decisamente contraria.

Se c'è la guerra civile? Mi schiero con FatDanny, contro il fascismo.

Speriamo che non duri troppo e che si porti via la malamorte e la malattia.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: COLDILANA61 - 24 Feb 2018, 20:22
Ad impedire certi comizi ci dovrebbe pensare il ministero degli interni .

Non ci pensa lui .

Fanno bene a pensarci altri .

E per difensori della polizia ad ogni costo , rileggetevi la storia di Vincenzo Vinciguerra.

O magari come e' bello e democratico far cantare faccetta nera in una caserma a dei fermati a forza di calci e pugni .

Come la Gestapo . Ne piu' ne meno .

Quando vedro' i colpevoli finire in carcere con la giusta condanna , potremo cominciare a parlare . Fino ad allora fanculo a voi pezzi di merda .

Perche' siete colpevoli quanto loro , come i Laziali che difendono certi comportamenti della curva solo perche' Laziali . 

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 24 Feb 2018, 20:37
per commentare i post altrui bisognerebbe anche leggerli e comprenderli
mi rendo conto che sia difficile, se si ha la capoccia piena di ideali morti e sepolti, ma un piccolo sforzo lo si potrebbe pure fare
nello specifico, io non ho mai detto che il tentato omicidio fosse il reato più grave ravvisabile, ma che i pm avrebbero dovuto contestare quello più grave ravvisabile, che fino a qualche ora fa pareva essere quello
detto ciò, e appurato che evidentemente immobilizzare e malmenare un essere umano è tollerabile, v'aspetto nel prossimo caso in cui la vittima sarà di altro colore

eppure non è difficile. se un violento picchia, minaccia vostra figlia mi piacerebbe vedere che fate. aspetta cara che chiamo la polizia... je menate, reagite, eccome se reagite.
ecco. adesso pensate che per molti l'antifascismo, i valori democratici,  sono come dei figli da proteggere e se c'è da farsi menare o arrestare lo si fa, se chi è preposto a tutelarli si volta dall'altra parte.

quindi la giustizia può essere anche privata?
cioè, se mi toccano una cosa per me importante sono autorizzato a reagire come meglio credo?
o vale solamente quando l'oggetto del contendere è ritenuto intoccabile da un consesso di saggi?
come funziona sta cosa?
tipo se qualcuno mette la panna nella carbonara, posso legarlo, imbavagliarlo, pistarlo con delicatezza e andarmene via fischiettando e con la coscienza pulita, visto che per me la carbonara è sacra?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 24 Feb 2018, 21:07
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 24 Feb 2018, 21:07


E per difensori della polizia ad ogni costo , rileggetevi la storia di Vincenzo Vinciguerra.

O magari come e' bello e democratico far cantare faccetta nera in una caserma a dei fermati a forza di calci e pugni .

Come la Gestapo . Ne piu' ne meno .


Io sarei d'accordo con te se la bomba carta fosse tirata a quelli che hanno picchiato i manifestanti in caserma. Perchè picchiare uno che non si conosce solo perchè appartiene ad una categoria che ha anche dei criminali è la filosofia, appunto, di Traini. 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 21:11
La differenza è che la vittima dell'altro colore non ha alcuna responsabilità se non il colore della propria pelle, mentre il picchiatore per hobby ha la responsabilità di divertirsi a pestare a sangue persone solo per il loro essere diverse.
O il reato immaginario di essere clandestino che tu amante della legge magari riconosci come tale, ma magari altri no e se ne fottono se la legge dice cose sbagliate.
Fortunatamente, altrimenti sai quante cazzate a norma di legge si sarebbero dovute rispettare nella storia a partire dalla schiavitù.

Non servono i saggi per stabilire questa ovvietà, ma capisco che quando al posto di ideali vecchi si ha il trollaggio puro nel cervello diventa difficile.
Stai a rosica da giorni perché semplicemente non hai capito un concetto sull'azione del partito maggioritario che oggi si sta evidenziando in tutta la sua virulenza.
Il punto è che pur di non ammetterlo, povero troll ferito nell'intimo, stai finendo per dire ogni giorno una cagata più grave dell'altra.
Oggi sei arrivato a mettere sullo stesso piano un migrante pestato e un fascista. Chissà fino a dove potrai arrivare.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 24 Feb 2018, 21:47
 :lol: :lol:
continui a capire e a interpretare quello che te pare

Oggi sei arrivato a mettere sullo stesso piano un migrante pestato e un fascista. Chissà fino a dove potrai arrivare.

io ho messo sullo stesso piano le vittime di atti di violenza
per te invece ci sono vittime di serie a e vittime di serie b
contento te
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 21:56
(http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2018/02/Riccardo-Iaccarino-768x767.jpg)

se la polizia non ferma gente così e anzi la fiancheggia qualcuno ci deve pensare.
Non perché c'è il rischio che arrivino al potere mentecatti quali sono, ndo vanno, ma perché sono persone pericolose nella loro quotidianità.
Non per sostituirsi alla legge (ma chi se la incula la legge francamente, se volevo far rispettare la legge facevo il poliziotto) ma come forma di autotutela.

Quindi si, questi si possono impacchettare come pacchi postali e prendere a pizze in faccia fino a che non sputano la merda che hanno nel cervello.
Esatto questi non sono vittime, manco di serie b o c o d, questi meritano ogni pizzone in bocca ricevuto visto che prendere sveje li rimette al posto loro, nella fogna più prossima come già accaduto svariate volte nel recente passato.
Anzi devono ringraziare la magnanimità che si usino solo le mani e non peggio.
Non lo dice nessuno che si può fare, chi ha un minimo senso di giustizia lo fa e basta, perché fortunatamente non pensa che la giustizia emani da un giudice (o se stavamo a questo, altro che fascismo... Ancora al medioevo eravamo).

Altri li difendono per opportunismo.
Altri ancora sulla base di un vuoto legalismo, mentre si chiedono stupidamente se menare a un fascista è fascista perché "violenza" ha per loro un significato moralista invece che uno dei comportamenti umani, da calare in un contesto, finiscono per permettergli di fare quel che vogliono.

Certo che certa violenza è legittima e certo che non serve la legge a stabilirlo. Come non serve fatdanny.
Serve che qualcuno lo affermi. Come sempre in politica.
Ogni potere porta con se una forma di violenza, per il semplice fatto che costringe in una direzione. E se sei talmente troll da non capirlo è sempre e comunque un problema tuo.

Poi oh, liberi di scegliere l'opzione politica che afferma legittimo pestare i neri.
O che afferma legittimo licenziare senza giusta causa.
Io affermo quella politica, quel potere e quella violenza che impediscono a gente cosi di girare per strada.
Evidentemente a te sbracchio, a prescindere da chi tu possa aver votato nella vita, piace tanto questa giustizia e chi se ne fa carico, ritenendo criminale chi la viola.
Evidentemente non li avrai votati ma di idee del cazzo te ne hanno trasmesse parecchie. A palate direi.
Auguroni e complimenti, non vedo che altro dirti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 24 Feb 2018, 23:22
(http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2018/02/Riccardo-Iaccarino-768x767.jpg)

se la polizia non ferma gente così e anzi la fiancheggia qualcuno ci deve pensare.
Non perché c'è il rischio che arrivino al potere mentecatti quali sono, ndo vanno, ma perché sono persone pericolose nella loro quotidianità.
Non per sostituirsi alla legge (ma chi se la incula la legge francamente, se volevo far rispettare la legge facevo il poliziotto) ma come forma di autotutela.

Quindi si, questi si possono impacchettare come pacchi postali e prendere a pizze in faccia fino a che non sputano la merda che hanno nel cervello.
Esatto questi non sono vittime, manco di serie b o c o d, questi meritano ogni pizzone in bocca ricevuto visto che prendere sveje li rimette al posto loro, nella fogna più prossima come già accaduto svariate volte nel recente passato.
Anzi devono ringraziare la magnanimità che si usino solo le mani e non peggio.
Non lo dice nessuno che si può fare, chi ha un minimo senso di giustizia lo fa e basta, perché fortunatamente non pensa che la giustizia emani da un giudice (o se stavamo a questo, altro che fascismo... Ancora al medioevo eravamo).

Altri li difendono per opportunismo.
Altri ancora sulla base di un vuoto legalismo, mentre si chiedono stupidamente se menare a un fascista è fascista perché "violenza" ha per loro un significato moralista invece che uno dei comportamenti umani, da calare in un contesto, finiscono per permettergli di fare quel che vogliono.

Certo che certa violenza è legittima e certo che non serve la legge a stabilirlo. Come non serve fatdanny.
Serve che qualcuno lo affermi. Come sempre in politica.
Ogni potere porta con se una forma di violenza, per il semplice fatto che costringe in una direzione. E se sei talmente troll da non capirlo è sempre e comunque un problema tuo.

Poi oh, liberi di scegliere l'opzione politica che afferma legittimo pestare i neri.
O che afferma legittimo licenziare senza giusta causa.
Io affermo quella politica, quel potere e quella violenza che impediscono a gente cosi di girare per strada.
Evidentemente a te sbracchio, a prescindere da chi tu possa aver votato nella vita, piace tanto questa giustizia e chi se ne fa carico, ritenendo criminale chi la viola.
Evidentemente non li avrai votati ma di idee del cazzo te ne hanno trasmesse parecchie. A palate direi.
Auguroni e complimenti, non vedo che altro dirti.

Per sdrammatizzare, ti direi che a te le elezioni imminenti ti fanno lo stesso effetto che, a moltissimi di noi, me compreso, ci fa il calciomercato estivo....
Secondo me, stai perdendo di lucidità e con essa il contributo di spunti di riflessione  che, pur nei tuoi estremismi, spesso regali al forum.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 24 Feb 2018, 23:40
Su questo argomento ho sempre pensato cosi e agito di conseguenza. Le elezioni ci azzeccano poco o nulla.

Ci ho rotto con un'area politica 16 anni fa sul tema della non violenza affermata in modo astratto, figurati se è questione degli ultimi 16 giorni.
Forse ti sei perso contributi in passato che discutevano, anche animatamente, proprio di questo.
La violenza non va mai esaltata o fatta diventare fine, ma a volte resta l'unico mezzo possibile.
Nessun estremismo, io non sono estremista.
Sono radicale.
L'estremismo si giudica sempre a partire da un centro che si autoelegge come oggettivo.
Io sono per scelte radicali, non estreme, altrimenti avrei parlato di sparare alle persone per le strade.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 24 Feb 2018, 23:50
Su questo argomento ho sempre pensato cosi e agito di conseguenza. Le elezioni ci azzeccano poco o nulla.

Ci ho rotto con un'area politica 16 anni fa sul tema della non violenza affermata in modo astratto, figurati se è questione degli ultimi 16 giorni.
Forse ti sei perso contributi in passato che discutevano, anche animatamente, proprio di questo.
La violenza non va mai esaltata o fatta diventare fine, ma a volte resta l'unico mezzo possibile.
Nessun estremismo, io non sono estremista.
Sono radicale.
L'estremismo si giudica sempre a partire da un centro che si autoelegge come oggettivo.
Io sono per scelte radicali, non estreme, altrimenti avrei parlato di sparare alle persone per le strade.

Il centro, come dici te, non è contrassegnato dalla mia parola o dalla tua, ma dalla legge. E il "legalismo", come lo chiami te, è quella stupida massa di parole che rende i gruppi comunità ed evita che esplodano dopo un giorno. Se ti poni in una prospettiva antigiuridica sei estremista, non radicale.
Poi, ahò, non voglio mica tritarti i marroni, fai come ti pare, ovvio. Per me, picchiare qualcuno per "fare giustizia" è una roba che non si può sentire.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 25 Feb 2018, 00:03
la carbonara con la panna: privato.
lede le tue  papille gustative.

pericolo di una deriva fascista: pubblico.
lede le nostre vite.

io non vado a fare agguati contro ursino nè lo lego e lo pisto.
però ammetto di metterci il "però".
quindi sono una brutta persona , sbracchiosauro. perché per me sì, ci sono vittime di serie A e vittime di serie B.
pace. 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 25 Feb 2018, 00:26
per me invece FD siamo entrati in un loop supercazzola
questo è un forum su una squadra di calcio, per cui la politica non è un argomento molto coinvolgente per molti di noi e infatti di questi argomenti si scrive in 10 (manco la maggioranza ad una riunione condominiale)
e tu a questi dieci chiedi di trovare alternative alla violenza di piazza
ma anche se ti venissero proposte alternative tu che ci fai?
non so vai in un centrosociale con le proposte dei saggi di lazionet
ad esempio se proponessimo almeno fino alle elezioni una tregua per non permettere ai media di spalare merda sulla sinistra e perdere altri voti a favore delle destre, pensi che gli antagonisti ci darebbero retta?
oltretutto riccardino laccarino non mette paura a nessuno e come lui tutta questa manica di teste di cazzo con i banglatour, il vero  pericolo sono FI lega e fratelli d'italia che quando saranno al potere veramente ammazzeranno la gente
e basta molto poco, chiudi i soccorsi nel mediterraneo e reinpatri i clandestini che se sono scappati dai loro paesi probabilmente tornati a casa verranno uccisi
e non ti preoccupare metteranno la mordacchia anche ai vari fascistelli che non serviranno più
ma non hai mai aperto un topic su quei partiti meglio attaccare il PD, del resto se gli riesci a portare via un par di voti le destre possono vincere meglio
la storia di via Domodossola non la ho proprio capita, boccacci (che non fu neanche pestato) con tutta la sua cricca non si è chiuso in convento il giorno dopo, me che meno i 5 pestati
boccacci credo che oggi sia in galera per cui non deve aver imparato molto e neanche essersi preso un grande spavento
per cui se uno dovesse essere un minimo conseguenziale dovrebbe ammettere che i pestaggi non servono
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sbracchiosauro - 25 Feb 2018, 01:58
la carbonara con la panna: privato.
lede le tue  papille gustative.

pericolo di una deriva fascista: pubblico.
lede le nostre vite.

iperbole, questa sconosciuta
t'è presa la fatdennite?
prova a non prendere alla lettera quanto scritto, guarda se il concetto ti suona meglio
ovvero, per te il pericolo di una deriva fascista lede le nostre vite ed è esecrabile, magari per qualcun altro lo è il pericolo di una deriva anticattolica, per altri il pericolo di una deriva vegana, per altri ancora il pericolo di una deriva antilaziale
mettece il termine che ti pare, ognuno potrebbe sentirsi in diritto di combattere la deriva che ritiene pericolosa, indipendentemente dalla sua oggettività

io non vado a fare agguati contro ursino nè lo lego e lo pisto.
però ammetto di metterci il "però".
quindi sono una brutta persona , sbracchiosauro. perché per me sì, ci sono vittime di serie A e vittime di serie B.
pace.

brutta persona non lo so, io tendo a non giudicare chi non conosco, sia esso un rappresentante locale di un partito neofascista o una forumista
e proprio per questo per me una persona vittima di violenza rimane una persona vittima di violenza, pure se prima di subirla ha ucciso, stuprato o torturato
d'altronde, chi è senza peccato scagli la prima pietra
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 25 Feb 2018, 11:34
il fatto che rispondessi ad una iperbole non significa che non ne cogliessi il contenuto sottinteso. e io al contenuto ti ho risposto.
quindi riformulo: è ovvio che ci sono argomenti che per ognuno di noi, e per altri no, possano avere una valenza fondamentale, e per essi ci si accalora. la carbonara, il veganesimo, il cattolicesimo, la Lazio, Beautiful  o abbracciare gli alberi. ma, a meno che non sia un pelino fuori di zucca, non è che imbraccio un fucile o sottometto i miei vicini perché tutti si vedano Brooke e Ridge. si presume che non ledo lo spazio altrui con queste priorità mie di vita.
Il fascismo invece non è un concetto astratto (anche se ultimamente pare vogliano farlo passare per tale) o un piacere personale. Chi lo persegue, a maggior ragione chi lo fa in maniera organizzata, vuole cambiare la società, vuole cambiare la mia vita di vegano, amante della carbonara, di beautiful, di abbracciatrice di alberi e via così. E nel mentre che lo fa, picchia o tratta di merda le persone con il colore della pelle diverso. Perchè per quello che professa, e l'elenco è lungo, non si può accontentare di starci a guardare ma vuole incidere con i suoi obbrobri.
Quindi, dato che a differenza delle altre cose, l'antifascismo è un dogma, NON mio ma universale, è ovvio che l'approccio alle esternazioni  e rigurgiti del fascismo non può essere uguale a quello che comunemente facciamo. è una risposta eccezionale. perchè "eccezionali" sono loro. il fascismo non è qualcosa di intimo e, mi ripeto, astratto, per cui la mia reazione ad esso sarà proporzionale. anche se fossi Ghandi, er papa e san Francesco messi insieme.

detto questo.
dissento su un punticino: io,sinceramente, il rappresentante locale di un partito neofascista lo giudico eccome. se no di che stamo a parlà? e che davero è un concetto astratto il fascismo?
ciò non implica che io sia esente da macchie e mi possa professare una scagliatrice di pietre.

buona domenica, vado a fa er sugo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: bak - 25 Feb 2018, 13:10
Su questo argomento ho sempre pensato cosi e agito di conseguenza. Le elezioni ci azzeccano poco o nulla.

Ci ho rotto con un'area politica 16 anni fa sul tema della non violenza affermata in modo astratto, figurati se è questione degli ultimi 16 giorni.
Forse ti sei perso contributi in passato che discutevano, anche animatamente, proprio di questo.
La violenza non va mai esaltata o fatta diventare fine, ma a volte resta l'unico mezzo possibile.
Nessun estremismo, io non sono estremista.
Sono radicale.
L'estremismo si giudica sempre a partire da un centro che si autoelegge come oggettivo.
Io sono per scelte radicali, non estreme, altrimenti avrei parlato di sparare alle persone per le strade.

Si può essere radicali applicando la legge Scelba. E la violenza non è mai l'unico mezzo possibile, altrimenti ti ritrovi dei "fiori" recisi a 19 anni (Ramelli, Acca Larentia e tanti altri a destra, Verbano, W. Rossi, Ivo Zini e tanti altri a sinistra). Poi che le periferie siano state abbandonate lo dice anche Marco Rizzo, tutto gli puoi contestare tranne che sia vicina al centro destra.

@pan: Se uno spacciatore extracomunitario o autoctono vende droga a tua figlia chiami la polizia o gli rompi il culo? Io la seconda.
Statevi bene

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: laziAle82 - 25 Feb 2018, 13:23
Se tua figlia ha un problema di dipendenza dalla droga rompere il culo allo spacciatore nigeriano (che fa arricchire le mafie italianissime) credo sia un po’ spostare la focalizzati e del problema no?

Mi sembra che qui alcuni (non Fat) stiano avallando
La legge del taglione e mi fate paura.
Molta.

I fascisti vanno combattuti pietra su pietra, siamo quasi d’accordo. Aggredire uno contro quattro mi pare altro, ma vabbè.
Invece tutte le manifestazioni contro i comizi di CP per me sono benedette. Il fascismo non deve avere diritto di parola.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 25 Feb 2018, 13:50
A me certi commenti fanno impazzire perché mi danno dell'ideologico e poi applicano schemi rigidi senza minimamente calarli nella realtà.
Come se il punto fosse trovare la formula e dargli un senso assoluto.

Facciamo invece degli esempi:

Pischello 19enne, frequenta assiduamente cpi, dove ha iniziato a militare da un anno.
Se lo prendi in 4 sotto casa e lo sbrachi di mazzate per me sei na merda. Mi trovassi li per caso mi metterei di mezzo con violenza.
È squadrismo.

Altra cosa se ti presenti in 4 davanti a uno che in settimana si allena per far male.
Non mi sembra esattamente lo stesso.
Che, si, 1 contro 1 te sfonna garantito, che problema c'è a dirlo? C'è chi ha cose a suo avviso più interessanti da fare che imparare a combattere.
Cerchiamo anche di essere in minimo concreti eh, che qua non è la lotta per un titolo pugilistico.

Secondo aspetto, anche avendo la meglio di uno del genere in quattro, se lo leghi e gli apri la testa a martellate stai facendo una cosa di merda. Se lo tieni fermo e lo umili con due sonori schiaffi ma che quello restano è tutt'altra cosa.
E a me preoccupa tantissimo chi non sa cogliere la differenza e che i media lavorino affinché non si colga.

Perché in queste pieghe ci sono innumerevoli sfumature da considerare.
Secondo le proprie definizioni di giusto e sbagliato, che evidentemente  prescindono dalla legge, almeno per alcuni.

C'è chi pensa che se ognuno ragionasse così sarebbe il delirio. Ma senza questo delirio non un passo in avanti si sarebbe fatto.
Non a caso oggi viviamo in un eterno presente.

Bak lasciamo perdere Rizzo che non sarebbe il primo tema su cui dice minchiate.abnormi, dalla politica internazionale al proibizionismo, passando per la questione migranti su cui ha una posizione ultrapopulista.
Non mi sembra proprio un ottimo esempio.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: COLDILANA61 - 25 Feb 2018, 17:34
Io sarei d'accordo con te se la bomba carta fosse tirata a quelli che hanno picchiato i manifestanti in caserma. Perchè picchiare uno che non si conosce solo perchè appartiene ad una categoria che ha anche dei criminali è la filosofia, appunto, di Traini.

Tu parli di Legge . E potresti avere anche ragione .

Io parlo di Giustizia . Ed ancora non la vedo alla pari della Legge .

La categoria dei poliziotti , come tante altre , alza la voce per difendere i propri aderenti .

Quel poliziotto picchiato a Piacenza chissa' come avra' commentato le morti di Cucchi e Aldovrandi . Era a Genova ed anache lui esulto' alla radio per la morte della "zecca" ?

E' peggio la "tortura" del nastro adesivo da parte dei Centri Sociali o quella dei "servitori dello stato" ?

La polizia e' come un arbitro di calcio . La polizia italiana e' apertamente schierata con una squadra . E non e' sudditanza psicologica . Sono compari .

E SI , parlo di categoria , non poso parlare dei singoli . Non ne conosco .



Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: bak - 25 Feb 2018, 20:49
Io ci lavoro come dipendente civile, ho contatti quotidiani con tutti loro. Dopo il G8 qualcuno che ha cacato fuori dal vaso c'è stato, la maggior parte no.
L'anno scorso venne Tonelli, quello candidato con salvini, la gran parte di loro non lo ha intruppato di pezza. Questo e' il mio piccolo contributo, di una piccola questura di provincia.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 26 Feb 2018, 12:52
Io ci lavoro come dipendente civile, ho contatti quotidiani con tutti loro. Dopo il G8 qualcuno che ha cacato fuori dal vaso c'è stato, la maggior parte no.
L'anno scorso venne Tonelli, quello candidato con salvini, la gran parte di loro non lo ha intruppato di pezza. Questo e' il mio piccolo contributo, di una piccola questura di provincia.

Aggiunto che conosco un (ex) poliziotto che era partigiano vero, mi pare che vada ribadito un elementare concetto: la quintessenza del fascismo è proprio l'attribuire ad ogni appartenente di un gruppo politico/sociale/etnico/religioso le medesime riprovevoli caratteristiche.
Quindi i parallelismi del genere "sono tutti..." vanno evitati a priori.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 14:27

Altra cosa se ti presenti in 4 davanti a uno che in settimana si allena per far male.
Non mi sembra esattamente lo stesso.
Che, si, 1 contro 1 te sfonna garantito, che problema c'è a dirlo? C'è chi ha cose a suo avviso più interessanti da fare che imparare a combattere.
Cerchiamo anche di essere in minimo concreti eh, che qua non è la lotta per un titolo pugilistico.

Secondo aspetto, anche avendo la meglio di uno del genere in quattro, se lo leghi e gli apri la testa a martellate stai facendo una cosa di merda. Se lo tieni fermo e lo umili con due sonori schiaffi ma che quello restano è tutt'altra cosa.


Per me sarebbe stato mejo daje foco alla sede ( in senso figurato eh, non vorrei che qualcuno pensasse male )
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 27 Feb 2018, 14:44
Mi dispiace ma voi state fuori, ma proprio fuori, state qui a discettare sulla dose di violenza più o meno accettabile in base a chi sia la vittima: allucinante.
Questo topic è allucinante e non rispecchia quella che credo sia la civiltà, avrei potuto semplicemente non scriverci più ma voglio che sia chiaro il motivo:

Violenza chiama violenza punto. Nella Storia non c'è stato un problema che sia uno ad essere stato risolto dalla violenza e no, neanche i partigiani e gli americani hanno risolto il problema fascismo con le armi, dal momento che 73 anni dopo ne stiamo ancora parlando.
Mi stupisce il fatto che, tra l'altro, non è questo un forum popolato da ragazzini infoiati ma bensì da persone adulte che un minimo d'esperienza dovrebbero averla fatta nella vita.

Scusate l'intrusione e andate avanti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 15:00
Il tuo post Thorin è di un'ignoranza mostruosa.
La storia dell'umanità è purtroppo una storia di guerre, di violenza e di sopraffazione.
La violenza è anche una componente umana, una cosa che abbiamo dentro di noi tutti e tutte, nessuno escluso.
La violenza è una cosa presente nella società a tutti i livelli e non solo quando qualcuno
da uno schiaffo o una coltellata.
Avere una malattia e non avere i soldi per curarsi significa subire una violenza.
Oppure pensi che quella sia Civiltà, come la chiami tu?
Oppure la Civiltà è quando aprono sedi fasciste inneggiando al fascismo e le forze dell'ordine
non intervengono?
La civiltà, la legalità, sono delle cose relative che servono a raggiungere il massimo grado possibile di pace sociale, non sono concetti assoluti.
Quello che conta sono i rapporti di forza, sempre.
E per contrastare il fascismo l'unico metodo valido rimane quello, senza aspettare la civiltà e la legalità.
La libertà te la conquisti giorno per giorno, lottando e sgomitando, e questo vale per tutto e tutti.

Tranne quelli che vivono nel paese dei balocchi, ovviamente.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: er polipo - 27 Feb 2018, 15:13
Il tuo post Thorin è di un'ignoranza mostruosa.
La storia dell'umanità è purtroppo una storia di guerre, di violenza e di sopraffazione.
La violenza è anche una componente umana, una cosa che abbiamo dentro di noi tutti e tutte, nessuno escluso.
La violenza è una cosa presente nella società a tutti i livelli e non solo quando qualcuno
da uno schiaffo o una coltellata.
Avere una malattia e non avere i soldi per curarsi significa subire una violenza.
Oppure pensi che quella sia Civiltà, come la chiami tu?
Oppure la Civiltà è quando aprono sedi fasciste inneggiando al fascismo e le forze dell'ordine
non intervengono?
La civiltà, la legalità, sono delle cose relative che servono a raggiungere il massimo grado possibile di pace sociale, non sono concetti assoluti.
Quello che conta sono i rapporti di forza, sempre.
E per contrastare il fascismo l'unico metodo valido rimane quello, senza aspettare la civiltà e la legalità.
La libertà te la conquisti giorno per giorno, lottando e sgomitando, e questo vale per tutto e tutti.

Tranne quelli che vivono nel paese dei balocchi, ovviamente.

Non credo proprio, Kelly: Thorin ha espresso perfettamente tutto quello che bisogna dire e che qui sopra la maggioranza silenziosa approva.
Qui sopra date di voi un'immagine che sono certo nella vita reale non vorreste dare, da persone educate e sensibili quali siete.
E comunque leggendovi si capisce perfettamente perchè in Italia siete spariti dal parlamento, e la gente (o il popolo) non si fida più di voi: perchè avete un paraocchi ideologico che non solo influenza la vostra capacità di affrontare con serenità un qualsiasi dibattito politico, ma che sta lentamente consumando anche la vostra umanità, il senso di pietas e di rispetto minimo che si deve a chiunque, anche ai propri nemici.
Prendetevi due minuti di silenzio e rileggetevi: l'Italia ha bisogno di persone migliori di quelle che abbiamo, non di altri francopiperno.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 15:29
Non credo proprio, Kelly: Thorin ha espresso perfettamente tutto quello che bisogna dire e che qui sopra la maggioranza silenziosa approva.
Qui sopra date di voi un'immagine che sono certo nella vita reale non vorreste dare, da persone educate e sensibili quali siete.
E comunque leggendovi si capisce perfettamente perchè in Italia siete spariti dal parlamento, e la gente (o il popolo) non si fida più di voi: perchè avete un paraocchi ideologico che non solo influenza la vostra capacità di affrontare con serenità un qualsiasi dibattito politico, ma che sta lentamente consumando anche la vostra umanità, il senso di pietas e di rispetto minimo che si deve a chiunque, anche ai propri nemici.
Prendetevi due minuti di silenzio e rileggetevi: l'Italia ha bisogno di persone migliori di quelle che abbiamo, non di altri francopiperno.

Franco piperno? La pietas?
Ma che discorso delirante è?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 15:50
Nella Storia non c'è stato un problema che sia uno ad essere stato risolto dalla violenza e no, neanche i partigiani e gli americani hanno risolto il problema fascismo con le armi, dal momento che 73 anni dopo ne stiamo ancora parlando.

Guarda che se ne stiamo parlando è perchè siamo liberi di parlarne, e questa libertà la dobbiamo a persone che hanno combattuto e dato la vita per questo ideale.
Se avessimo ragionato tutti come te sotto Hitler e Mussolini, col "violenza chiama violenza"
a quest'ora saremmo stati muti, o in galera, o nei forni,
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 27 Feb 2018, 16:45
Guarda che se ne stiamo parlando è perchè siamo liberi di parlarne, e questa libertà la dobbiamo a persone che hanno combattuto e dato la vita per questo ideale.
Se avessimo ragionato tutti come te sotto Hitler e Mussolini, col "violenza chiama violenza"
a quest'ora saremmo stati muti, o in galera, o nei forni,

Guarda KS, se stai cercando di convincermi della necessità di utilizzare violenza nella politica nel 2018 puoi anche evitare la fatica.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 27 Feb 2018, 16:46
Peggio, se fai a gara a chi fa peggio con loro, il 99,4% della gente pensa che non ci sta differenza. Se tu vai dal cingalese pistato e lo intervisti, e fai vedere che lo proteggi, e denunci chi ha fatto il raid, la gente pensa: "Guarda quei figli di tròia come hanno conciato sto poraccio, meno male che ci sono questi altri che stanno dalla parte sua". Se tu percepisci che lo stato non fa rispettare la legge Scelba, fai un sit in tutti i giorni in luoghi ad alta visibilità, denunci la cosa al governo (di sinistra), agli altri paesi. Se invece tiri bombe carta con schegge di metallo alla polizia che succederà mai? Che i fascisti si dissolvono? No, che fai una figura peggiore di quelli che vorresti andare a contrastare.
Un qualsiasi post di un Pablohoney è infinitamente più potente di una mazzata sul cranio, perchè egli (come altri qui e fuori), non si è mai lontanamente abbassato a quel livello. Lo 0,3 di estrema sinistra non convincerà o fermerà mai lo 0,3 di estrema destra. Ma può far vedere senza ombra di dubbio al 99,4% chi è il [...] violento e pericoloso.

Scusate ma il discorso mi interessa parecchio e non solo perche' me fischiano le orecchie...

purtroppo questo periodo riesco a seguire poco... e scrivere anche meno (ma forse questo e' un bene), pero' spesso si fanno tanti bei ragionamenti che funzionano perfettamente nella teoria, poi la pratica e' magicamente troppo diversa da quella che descriviamo da dietro un computer, e allora ti accorgi che se provi a far vedere quello che hanno fatto al cingalese, o anche le tante cose fatte nelle periferie da chi si sbatte aggratise dalla mattina alla sera per chi e' in difficolta' (italico e non), di quello che vuoi far vedere tu non ne sa un cazzo nessuno (perché tu non e' che hai le televisioni che entrano nelle case all'ora di cena), e non sanno manco delle attivita' portate avanti da quelli "deicentrisociali", pero della befana fatta dai ragazzi di CPI per i nostri bambini poveri, quello si, TV e giornali a tutta manetta, e riguardo alla legge Scelba, di SIT-IN ne sono stati fatti a migliaia, senza risultato, poi passano anni, decenni e ti ritrovi a oggi, e finisce che la gente se rompe er cazzo, e si difende, ma non coi post di PabloHoney (che magari c'avesse tutto sto potere), ma coi mezzi che ha, perche il consentire a CPI o FN di presentarsi alle elezioni, con una Costituzione che lo vieta e' violenza, dire in TV che la colpa di tutto quello che sta succedendo in italia e' colpa dei cattivacci dei centri sociali e' violenza, andare in televisione nei talk show e ridere del fantomatico rigurgito di fascismo e razzismo in italia (quando e' sotto gli occhi di tutti quello che sta venendo fuori) e' violenza, sfracagnare i cogllioni per giorni sul tentato omicidio quando doveva essere evidente a tutti quelli che scrivevano che non hanno cercato di ammazzare nessuno e' violenza, e rimangiarsi tutte le stronzate propinate per anni sulla TAV e' violenza... e a questo tipo di violenza le parole o i sit-in non sono serviti perché la "buona politica" che combatte la mala politica non esiste, in italia abbiamo solo una politica che conta veramente e non e' buona manco per il cazzo perché non si occupa delle persone, e perche le forze dell'ordine troppo spesso, stranamente, manganellano quelli che vorrebbero semplicemente quanto e' scritto nella costituzione Italiana, e quindi? quindi rifaccio la domanda di FatDanny che dopo tutto l'arretrato di post letti mi pare non abbia ancora ricevuto risposta (manco coi post di PabloHoney): voi questa violenza vera (non verbale) come la combattereste? Qual'e' la ricetta che proponiamo?

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 17:08
Guarda KS, se stai cercando di convincermi della necessità di utilizzare violenza nella politica nel 2018 puoi anche evitare la fatica.

Io sto dicendo che fare discorsi assoluti sulla violenza è non-logico, tutto qui.
Vuoi sapere se per me è giusto convincere la gente con gli omicidi e le bombe? :)
Ecco, no: per me la lotta politica si deve attuare con la dialettica e attività non violente.

Vuoi sapere se per me è giusto fermare l'avanzata del fascismo ANCHE con la violenza, sopratutto quando lo Stato non interviene come dovrebbe secondo le le sue leggi per farlo? SI.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 27 Feb 2018, 18:18
Io sto dicendo che fare discorsi assoluti sulla violenza è non-logico, tutto qui.
Vuoi sapere se per me è giusto convincere la gente con gli omicidi e le bombe? :)
Ecco, no: per me la lotta politica si deve attuare con la dialettica e attività non violente.

Vuoi sapere se per me è giusto fermare l'avanzata del fascismo ANCHE con la violenza, sopratutto quando lo Stato non interviene come dovrebbe secondo le le sue leggi per farlo? SI.

Ecco :)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 19:02
Le aggressioni fasciste negli ultimi 3 anni prima parte.

27.02.18 - Agguato razzista al Rione Libertà. Uno degli aggressori era al comizio del capo di Forza Nuova È stato un barbaro pestaggio xenofobo quello avvenuto ieri al Rione Libertà. Tre uomini hanno inseguito e poi colpito con pietre e mattonelle un giovane extracomunitario

21.02.18 - Perugia, botte e coltellate mentre attaccano manifesti elettorali: ‘Erano in 4’ Due attivisti politici di Potere al popolo sono stati aggrediti martedì sera mentre attaccavano i manifesti elettorali a Ponte Felcino: quattro stilettate a coscia e schiena. Indagano carabinieri e Digos

7.02.18 - Squadrismo a Pavia. In 25 skinheads contro 5 ragazzi: "negri figli di puttana" agguato fascista e razzista in stile paramilitare ai danni di giovanissimi figli di immigrati marocchini. – Il racconto di uno dei giovani inseguito e picchiato dagli skin dopo la lite in discoteca: «Momenti di paura al Ponte coperto»

6.02.18 - Roma 4 aprile 2013 Picchiato e derubato dell’Ipad Condannati 2 militanti di Casapound Picchiano un ragazzo e poi gli rubano l’ipad. Autori del pestaggio, seguito dalla rapina del tablet, sono stati due militanti di Casapound, Alessandro Catani e Sebastian Magnificat, ieri condannati dal tribunale a 2 anni e 2 mesi

3.02.18 - Macerata, Leghista spara agli immigrati: “6 feriti”. Ha aperto il fuoco in diverse zone di Macerata, gettando nel panico la città per oltre due ore. Ha aperto il fuoco in diverse zone di Macerata, gettando nel panico la città per oltre due ore. Girando su un’Alfa Romeo 147 nera, ha aperto il fuoco con una pistola prendendo di mira gli immigrati, ferendone almeno 6: 2 sono gravi

27.01.18 - Torino, picchiati davanti a scuola dai militanti di Blocco studentesco: "Aggressione fascista" Studenti aggrediti dai militanti di Blocco Studentesco fuori dall’istituto Colombatto di Torino dove un gruppo di militanti della formazione giovanile di estrema destra aveva organizzato un volantinaggio.

14.01.18 - Genova: Antifascista accoltellato da militanti di Casapound Gli aggressori brandivano bottiglie, cinghie e coltelli: nel breve scontro, un antifascista e’ stato circondato e colpito due volte con un coltello alla schiena.

29.12.17 - Bengalese pestato in piena notte mentre torna da lavoro A quanto pare, a Roma i «bangla tour» non sono mai finiti. Vi sono stati in questi mesi ancora pestaggi neofascisti contro lavoratori bengalesi. Solo che adesso i media sono in campagna elettorale e non ne parlano.

11.12.17 - A Monza spedizione punitiva di una squadraccia fascista a colpi di mazze contro un bar Militanti vicini a Forza Nuova o ad altre forze di estrema destra sarebbero sospettati di aver compiuto un’azione punitiva contro un barista di Monza nella notte tra sabato 9 e domenica 10 dicembre.

9.12.17 - Paura a Forlì, polizia anti sommossa al mercatino di Natale per il sit-in di Forza Nuova I militanti del gruppo di estrema destra armati di bastoni hanno colpito un sindacalista della Fiom. Tensione in pieno centro nel giorno dell’Immacolata

23.11.17 - Ascoli: dirigente di Casa Pound accusato di aver picchiato studente antifascista Il responsabile provinciale del Blocco Studentesco, associazione giovanile di Casa Pound, è accusato di aver picchiato uno studente fuori da una scuola. La vittima era stata eletta nel consiglio d’istituto con una lista antifascista.

23.11.17 - Veronetta Aggressione Un ferito davanti a CasaPound Il ragazzo colpito precedentemente dal bicchiere veniva nuovamente attaccato, venendo ferito questa volta da un colpo dell’ombrellone. Anche le ragazze, nel tentativo di difenderlo, venivano malmenate.

2.11.17 - Napoli minorenne del Fronte della Gioventu' Comunista ferito durante un assalto fascista Nella serata del 2 novembre, nei dintorni della fermata metro Cavour, intenti nell’attività di propaganda per il corteo dell’11 novembre sul centenario della Rivoluzione Russa a Roma, alcuni dei nostri militanti sono stati vittima di un’aggressione fascista.

2.11.17 - La scuola di razzismo nella sede di Forza Nuova a Roma: "Picchiate i bengalesi" In 3 anni 59 cittadini bengalesi al pronto soccorso del Vannini, l’ospedale che si trova ad appena un paio di chilometri dalla sede di Forza Nuova, per aggressioni fisiche. Le accuse nell’informativa dei carabinieri del Ros. Un papà: “Mio figlio dallo psicologo per guarirlo dall’odio”.

14.10.17 - Rifiuta un volantino, aggredito dai militanti di CasaPound": la vicenda a Cagliari In piazza Ingrao ai danni di un passante che, in compagnia di una ragazza, ha accartocciato un loro volantino suscitando una discussione. Dalle parole si è passati alle mani terminando in rissa”.

12.10.17 - Candidato di FI aggredito da CasaPound a Ostia Tensione a Ostia, dov’è in corso la campagna elettorale per le elezioni municipali in programma il 5 novembre. Un candidato di Forza Italia, Luigi Zaccaria, sarebbe stato aggredito da un militante di CasaPound.

2.10.17 - Genova, aggressione a militante del Pcl: denunciati due esponenti dell'ultradestra Sostenitori di Casapound e residenti in Lombardia, sono noti agli inquirenti in quanto legati agli ultrà dell’Inter

25.09.17 - Veronetta Aggressione neofascista verso le 3 di notte, un gruppo di fascisti ha attaccato di soppiatto alcune persone che stavano tornando alle proprie macchine dopo un concerto punk, riuscendo a colpire e ferire una ragazza.

23.09.17 - Aggressione razzista al Tiburtino III "Negro!". E poi parte la violenza Mercoledì sera un eritreo di 30 anni è stato insultato e picchiato da alcuni uomini a bordo di un’auto in via Grotta di Gregna: è in ospedale per fratture al volto e ha sporto denuncia

17.09.17 - Aggressione fascista a Lanciano Alessandro è stato aggredito. Ha riportato un trauma cranico, una prognosi di dieci giorni, oltre che svariate lesioni ed ecchimosi al volto. L’hanno picchiato in cinque, senza dargli neanche il tempo di reagire


16.08.17 - Inseguito, picchiato e insultato volontario dell’Arci di Ombriano E’ accaduto stanotte, intorno all’1.30 quando due individui hanno atteso l’orario di chiusura, inseguendo il barista, colpendolo più volte al volto e insultandolo per la sua militanza antifascista.

6.08.17 - Mantova, giovane aggredito da dieci naziskin in un bar del centro storico: nessuno interviene La vittima ha detto ai poliziotti di essere stato picchiato perché di sinistra. Aggressori già identificati: sono neonazisti della provincia di Verona

27.07.17 - Nuoro Bomba razzista contro il centro d'accoglienza: feriti due ragazzi nigeriani L’episodio è accaduto nel Nuorese: l’ordigno ha buttato giù la porte laterale della struttura in cui dormivano 65 rifugiati

19.07.17 - Pavia aggressione: Rete antifascista denuncia Casapound «Hanno picchiato due nostri militanti in via della Rocchetta dopo la serata con il padre di Carlo Giuliani a Radio Aut»

29.06.17 - Neofascisti aggrediscono la delegazione di Nessuna Persona è Illegale all’interno di Palazzo Marino La delegazione di NPI, invitata dal Capo di Gabinetto del Sindaco per illustrare i contenuti del presidio di richiesta della residenza organizzato per oggi, viene aggredita fisicamente da un gruppo di almeno 20 militanti neofascisti incredibilmente presenti nel medesimo corridoio.

20.06.17 - Roma, liceale pestato in strada dal branco: «Levati la maglietta del cinema America, zecca comunista» Picchiato da un gruppo di estremisti di destra perché indossava una t-shirt del Cinema America. E’ successo sabato notte nella zona dell’Esquilino, a pochi metri da viale Manzoni. La vittima di quello che appare essere un assalto squadrista in piena regola è uno studente 18enne

14.06.17 - Aggressione fascista a Pordenone Nel pomeriggio di Mercoledì 14 giugno 2017 un ragazzo, aderente al collettivo PN Rebel, è stato vittima di un’aggressione da parte di un militante di Blocco Studentesco, giovanile del partito neofascista Casapound Italia.

1.06.17 - No vax, bomba carta contro sede vaccinale della Bergamasca: ultradestra contro Lorenzin Bomba carta contro un centro vaccinale in provincia di Bergamo e un volantino di minacce contro la ministra alla Sanità Beatrice Lorenzin. A rivendicare il gesto è un movimento di estrema destra, il Mab (Manipolo Avanguardia Bergamo

31.05.17 - Trieste Aggressione di Forza Nuova: ragazzo preso a "manganellate" in testa mentre è al bar Il segretario provinciale Almerigo Esposito è uscito dalla sede della formazione di estrema destra con una mazza da baseball colpendo l’avversario sulla testa.

22.05.17 - Un’altra aggressione neofascista a Pescara: due persone al pronto soccorso Due episodi Aggressione omofoba a due ragazzi gay sulla riviera e una nuova aggressione stanotte davanti a un locale del centro storico ai danni di due giovani finiti al pronto soccorso

5.04.17 - Milano Due aggressioni fasciste, Forza Nuova e CasaPound: assalto al centro sociale e un ragazzo buttato nel Naviglio Un blitz “con mazze e caschi” – così lo hanno descritto le vittime – all’interno di un centro sociale. Poi, poche ore dopo, una sorta di caccia all’uomo, che per puro caso non si è trasformata in tragedia.

5.04.17 - Milano, ragazzo aggredito da CasaPound: "Sono caduto nel Naviglio, mi lanciavano sassi e bottiglie" lo avrebbero avvicinato dicendo: “Tu sei uno di quelli che ha problemi con CasaPound”. Il ragazzo è scappato e rincorso è caduto nel naviglio: nel tempo in cui è rimasto in acqua i ragazzi gli avrebbero lanciato bottiglie di vetro e sassi.

17.03.17 - Bologna “Aggressione fascista a Scienze politiche” La segnalazione diffusa da Assemblea InterFacoltà, Assemblea di Scienze politiche e Hobo: “Aggredite/i le/i compagne/i all’ingresso. Hanno tirato fuori anche un coltello, ma sono stati respinti”.

13.03.17 - Sassari Aggressione in circolo, "erano fascisti di CasaPound" Alcuni membri del collettivo S’IdeaLibera sono stati attaccati al termine di una cena e accusano CasaPound. L’attacco è stato fatto da alcuni individui al termine di una cena organizzata dal collettivo per raccogliere fondi in segno di solidarietà con il Coordinamento Ucraina antifascista

17.02.17 - Viterbo, spedizione punitiva Un ragazzo commenta su Facebook una vignetta satirica su Casapound e viene pestato a sangue. È successo sabato sera, precisamente a Vignanello, un 20enne, accerchiato da una ventina di ragazzi di un gruppo di estrema destra della zona, è stato prima insultato e minacciato e poi picchiato con calci e pugni, finendo all’ospedale.

12.02.17 - Aggressione neofascista a Modena a Modena un ragazzo è stato aggredito e percosso da 4 persone che sfoggiavano simboli fascisti. Il motivo delle violenze, a detta degli aggressori, è a causa del look alternativo del ragazzo più volte apostrofato «zecca» e minacciato verbalmente.

1.02.17 - Ostia: ragazzo aggredito da cinque fascisti di Casapound Ostia, un ragazzo aggredito da cinque militanti di Casapound mentre si dirigeva verso la sua macchina. Era stato minacciato più volte. Gli abitanti di Ostia denunciano l’escalation di aggressioni di matrice fascista.

28.01.17 - Roma: Provocazione fascista al csoa La Strada. Lanciate due bottiglie incendiarie A darne notizia gli stessi compagni del centro sociale, che denunciano “una provocazione neofascista in occasione del Giorno della Memoria, che fortuitamente non ha prodotto danni maggiori.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 27 Feb 2018, 19:03
Le aggressioni fasciste negli ultimi 3 anni seconda parte.



12.01.17 - Roma Tentato omicidio: in sette, aderenti al «Fronte della Gioventù», contro uno, pestato e accoltellato Tutte le persone destinatarie dell’ordinanza di custodia cautelare, dagli accertamenti effettuati dalla Digos risultano appartenere alla sezione del movimento “Fronte della Gioventù” di via Ottaviano.

16.11.16 - Trento Studenti liceali aggrediti, oggi manifestazione davanti al Prati “Nessuno spazio ai fascisti. Tocca uno, tocca tutti”. Questo il manifesto esposto questa mattina, mercoledì 16 novembre, davanti all’entrata del liceo classico Prati, teatro ieri dell’aggressione di alcuni esponenti di estrema destra ai danni di alcuni studenti liceali.

7.11.16 - Santarcangelo (Rn). Artista picchiato a sangue da Mirco Ottaviani di Forza Nuova. Mirco Ottaviani, segretario regionale di Forza Nuova, dovrà difendersi in tribunale dall’accusa di lesioni aggravate da futili motivi.


20.08.16 - Pavia: raid fascista al concerto degli Statuto Alice Moggi, assessore alle politiche sociali, racconta quello che è successo in Piazza della Vittoria. “Pochi secondi e le bottiglie sono volate in direzione del pubblico, i vetri sono schizzati tra le gente.”

8.08.16 - Ancora un'aggressione fascista in centro a Treviso Aggredito da una quindicina di esponenti di Foza Nuova, a porta Santi Quaranta, all’ingresso di Suoni di Marca. Nel mirino dell’estrema destra è finito Sergio di Meola, 54 anni, esponente dei centri sociali.

17.07.16 - Bolzano, pestaggio notturno: la vittima accusa Casapound Ancora una volta un presunto pestaggio da parte di alcuni ragazzi vicini, forse, al movimento neofascista di Casapound potrebbe scuotere la città di Bolzano. Due ragazzi appartenenti al movimento neofascista lo avrebbero “punito” perchè cantava “Bella Ciao”

6.07.16 - Fermo Morto Emmanuel Chidi Namdi il nigeriano pestato da ultras razzisti per aver difeso la compagna Emmanuel era in fin di vita. Il decesso nel pomeriggio di mercoledì. E adesso Monsignor Albanesi accusa: “E’ lo stesso giro delle bombe davanti alle chiese”

6.07.16 - Fermo, nigeriano in coma dopo aggressione ultrà. Il parroco: «Stesso giro di bombe in chiese» È in coma irreversibile il 36enne migrante nigeriano aggredito ieri a Fermo da un italiano noto come ultrà della locale squadra di calcio. L’aggressione. «È stata una provocazione gratuita e a freddo, ritengo che si tratti dello stesso giro delle bombe davanti alle chiese». Così mons. Vinicio Albanesi

2.06.16 - Lana, giovani aggrediti da un gruppo neonazista Offese e colpi all’uscita della discoteca Exclusiv nella notte tra venerdì e sabato. Sarebbero spuntate mazze, bottiglie e una chiave inglese: feriti alcuni ragazzi

26.05.16 - Militante di Casapound colpisce con una testata il rappresentante degli studenti del liceo Labriola di Ostia Esposto al Commissariato di Ostia e due giorni di prognosi per lo studente del liceo Labriola, colpito sul volto da un ragazzo di Blocco Studentesco (Casapound).

18.05.16 - Roma Aggressione fascista al Pigneto. “È stata Casapound” Agguato in dieci contro tre nel quartiere di Roma Est. I genitori della vicina scuola e la CGIL accusano senza mezzi termini Casapound. Intanto cresce la mobilitazione contro il raduno fascista di sabato 21 maggio.

17.05.16 - Milano, aggredisce netturbino straniero: "Cammina a sinistra e abbassa lo sguardo" “Sono un fascista, e a destra possono camminare solo gli italiani fascisti”. Così ha detto il 26enne agli agenti che lo hanno denunciato dopo che aveva minacciato e picchiato il dipendente dell’Amsa, di origine bengalese

15.05.16 - Pestaggi a Aosta,3 indagati di Casapound Procura, 6 contro 1. Nella stessa notte testate a un altro uomo Tre ventenni aostani che fanno riferimento al movimento politico di estrema destra Casapound sono indagati dalla procura di Aosta per lesioni personali aggravate. I fatti nella notte tra il 30 e il 31 gennaio scorsi

1.05.16 - Roma, il Partito comunista: «Militanti neofascisti hanno aggredito un nostro candidato» Un gruppo di militanti neofascisti ha aggredito stamani Cesare Negrini, rappresentante d’istituto e giovane candidato al consiglio comunale nella lista del Partito Comunista. E’ quanto afferma in una nota il Partito Comunista di Roma.

28.04.16 - Napoli, giornalisti aggrediti alla messa per Mussolini Tensione in piazza Trieste e Trento a Napoli: alcuni giornalisti sono stati aggrediti e insultati da militanti di estrema destra.

16.04.16 - Brescia aggressione fascista a sindacalisti FIOM fuori dall'IVECO Aggressione fascista venerdì pomeriggio, 15 aprile, contro il segretario provinciale della Fiom Cgil di Brescia Francesco Bertoli e Antonio Ghirardi, esponente della segreteria Fiom

3.04.16 - Tentato omicidio a Trento per mano fascista, ora basta! Un attivista della Rete e del centro sociale Bruno, è stato seguito dal responsabile locale di CasaPound che l’ha colpito prima con un martello e, successivamente, con un coltello.

12.03.16 - Brescia Respinta aggressione fascista al circolo di Radio Onda D'Urto Nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 marzo 2016, dopo le 01.00, un gruppo di circa 20 fascisti ha tentato di aggredire le frequentatrici e i frequentatori del Circolo di Radio Onda d’Urto in via Battaglie 29/a, nel quartiere del Carmine, a Brescia.

1.03.16 - Ragazzo pestato a Pergine Il ragazzo aggredito da altri giovani a Pergine ha il volto tumefatto, segno delle botte ricevute con violenza. Ha poca voglia di parlare, si sta riprendendo anche se lo choc è stato grande e sembra deciso a sporgere denuncia contro gli aggressori.

22.02.16 - Milano, "aggrediti alla Statale dai fascisti": i collettivi universitari denunciano, corteo di protesta Lancio di sedie, minacce, calci e pugni all’università Statale di Milano dove un gruppo di giovani di estrema destra è entrato nella biblioteca Centrale di via Festa del Perdono aggredendo altri studenti di sinistra

21.02.16 - Tor Vergata: Rappresentante degli studenti aggredito da neofascisti Gli studenti dell’associazione studentesca Link di Tor Vergata hanno denunciato l’aggressione di Francesco Romito, rappresentante degli studenti al Senato Accademico, da parte di alcuni esponenti di un movimento di estrema destra presente nell’ateneo.

2.02.16 - Festa d'istituto si trasforma in rissa: ragazzini presi di mira da esponenti di Casapound E’ successo al Cocoloco di Lanciano in occasione della festa dell’Istututo Magistrale De Titta

29.01.16 - Napoli Gravissima aggressione di CasaPound: studenti presi a martellate Un atto pianificato di incredibile follia e ferocia, avvenuto in pieno giorno, in una strada affollatissima!

16.01.16 - Bolzano Giovane aggredito in via Cesare Battisti nei pressi della sede di "CasaPound" Diverse lesioni gravi al volto. Sulla base della testimonianza del minore e secondo quanto riporta il quotidiano “Corriere dell’Alto Adige”, gli autori sarebbero due militanti di CasaPound.

5.01.16 - Treviso Aggressione razzista: insulti e botte a un 18enne marocchino, arrestato Un giovane di Treviso, noto per essere vicino agli ambienti di estrema destra, è stato arrestato oggi per lesioni e ingiurie aggravate ai danni di un 18enne di nazionalità marocchina.

15.12.15 - Milano, aggressione neofascista al liceo Tenca. Gli studenti: “Basta squadrismo” Questa mattina due studenti milanesi, tra cui un militante dell’UdS, sono rimasti feriti durante un’aggressione squadrista davanti al liceo Tenca.

20.11.15 - Grave aggressione fascista contro Davide, delegato RSU a Brescia Trasporti Davide Bertolassi, autista e delegato rsu Cgil a Brescia Trasporti, è stato colpito violentemente da un noto fascista, Antonio Di Domenico, fondatore della sedicente Alba Dorata Brescia, anch’esso autista nell’azienda di trasporti.

18.11.15 - Napoli: aggressione fascista di Casapound ai danni di una studentessa Ieri (martedi 17 novembre) alle 21:30 a Via Caldieri, quartiere Vomero, si è consumata una grave aggressione ai danni di una studentessa liceale di 17 anni.

15.11.15 - Torino Strappa un volantino, studente del Cattaneo preso a sprangate Un ragazzo di 18 anni del liceo scientifico è stato picchiato all’uscita di scuola da militanti di estrema destra. Il preside: “Fatto ignobile e vergognoso”

27.10.15 - Barletta Aggressione fascista a studente sedicenne Un ragazzo di 16 anni è stato aggredito e picchiato da alcuni militanti di estrema destra, tra cui anche alcuni maggiorenni, riconducibili all’area di Casapound e Blocco Studentesco.

2.10.15 - Aggressione fascista a Napoli Di ritorno dal tribunale, passando per via Foria, dieci fascisti di CasaPound armati di mazze di ferro, mazze chiodate, cinte e caschi hanno assalito il gruppo di solidali che volantinava, lasciandone ferito qualcuno.

15.08.15 - Treviso Forza Nuova. In dieci pestano un giovane Alla vigilia di Ferragosto pugni e calci contro un aderente al collettivo ZTL. La vittima soccorsa dall’ambulanza del Suem accusa: “Sono quelli di Forza Nuova” .

6.08.15 - Mantova: aggressione neofascista all’ARCI Casbah di Pegognaga Aggressione neofascista martedì scorso, 4 agosto, contro un compagno appena uscito dallo storico circolo Arci “Casbah” di Pegognaga (Mantova).

29.07.15 - Courmayeur, 15enne picchiato da militante Casapound Per una foto su Facebook di un volantino bruciato Un quindicenne aostano, tra i leader dell’Assemblea studentesca valdostana (dell’area di sinistra), è stato picchiato da un diciottenne del Blocco studentesco (gruppo vicino a Casapound).

19.07.15 - Ambulante accoltellato in stazione a Treviso, "Erano di Forza Nuova" indaga la polizia Aggredito e accoltellato nella notte da due giovani. Ancora violenza nella zona della stazione ferroviaria di Treviso, dove a fare i conti con la violenza gratuita è stato un venditore di panini di 58 anni.

19.06.15 - Firenze Studenti aggrediti, denunciati due militanti di CasaPound Sono accusati di aver picchiato e ferito quattro giovani, tra cui anche due minorenni, colpendoli con i cocci di un bicchiere e con le aste delle loro stesse bandiere

3.06.15 - Roma, agguato razzista choc: “Sei rumeno, vattene dall’Italia”, e gli tagliano due dita Protagonisti dell’assalto sono tre giovani romani, che, secondo gli inquirenti sarebbero vicini agli ambienti della destra estrema e che ora si trovano in stato di arresto con l’accusa di tentato omicidio, lesioni gravissime, resistenza a pubblico ufficiale e violazione della legge Mancino.

22.04.15 - Agguato a studentessa del Mamiani, 16 anni aggredita e picchiata sotto casa da fascisti “Li ho visti quando stavo per entrare nel portone di casa. Erano in due, a volto scoperto. Mi hanno dato un pugno. Poi mi hanno gridato: smettila di dare fastidio ai nostri militanti. E sono scappati via in motorino”.

11.04.15 - Castellammare Grave aggressione alla Ciclofficina Viviani. Ieri, giovedì, 9 aprile, la “Ciclofficina popolare Raffaele Viviani” ha subìto una violenta aggressione durante il consueto orario di apertura al pubblico. ... Il rammarico maggiore resta che uno dei ragazzi ha riportato una ferita al volto (12 punti di sutura).

28.03.15 - Treviso Un giovane del Pd aggredito al liceo Duca degli Abruzzi. Un’irruzione di buon mattino, dentro il cortile del liceo Duca degli Abruzzi in via Caccianiga. «I militanti di Lotta Studentesca hanno aggredito fisicamente uno dei giovani dell’organizzazione giovanile del Partito Democratico di Treviso, che è anche studente del Duca»

22.03.15 - Bolzano Pestaggio, denunciati due estremisti. Picchiato anche un clochard Gli agenti della Digos li hanno rintracciati e ritengono facciano parte del gruppo di 6/8 persone che martedì notte ha picchiato tre giovani militanti di Rifondazione Comunista.

22.03.15 - Vignanello Tre feriti da coltellate di Casapound E’ di tre feriti e sei denunciati il bilancio dell’accoltellamento di ieri, fuori da un bar a Vignanello. Il concerto di una band che suonava al circolo privato sotto le gradinate del campo sportivo si e’ trasformato in caos poco prima della mezzanotte.

16.03.15 - Napoli Attivista dei collettivi universitari aggredito da neofascisti a cinghiate Il ragazzo stava tornando dal presidio dell’ex Opg occupato di Materdei quando, secondo la ricostruzione degli antagonisti, è stato assalito da tre persone. - Comunicato -

13.03.15 - Trento «Picchiato in città da un gruppo di estrema destra» Il racconto di Giacomo Gamba, impiegato di 27 anni: «Preso a calci e pugni senza un perché in Corso Buonarroti»

21.02.15 - Festa studentesca del Vittorini-Vittorio Veneto. Aggrediti due antifascisti ... i neofascisti li hanno inseguiti ed aggrediti fisicamente e verbalmente con minacce e insulti razziali e sessisti. Fortunatamente il ragazzo e la ragazza coinvolti non hanno riportato ferite gravi
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 27 Feb 2018, 20:33
quindi rifaccio la domanda di FatDanny che dopo tutto l'arretrato di post letti mi pare non abbia ancora ricevuto risposta (manco coi post di PabloHoney): voi questa violenza vera (non verbale) come la combattereste? Qual'e' la ricetta che proponiamo?

Scusa Pablo se ho "usato" il tuo nome e poi in realtà avevi un pensiero simile a quello di Fat. Credevo, ti assicuro in buona fede, che fossi un pacifista. Per risponderti, non so quale sia ricetta, i piatti che ho visto per ora, ad esempio l'allegra aggressione filmata e la manifestazione con le bombe carta insaporite di schegge di metallo mi sono sembrate una merda che potrebbe fare solo una caricatura di essere umano che oscilla tra il nano mentale, ed il criminale da ergastolo. Un traini qualsiasi co  un'altra casacca, ma identico in tutto e per tutto. De che anno è Taxi Driver? Attualissimo... 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 27 Feb 2018, 20:51
sì mi ricordo prima di Genova persone che mi dicevano è necessario alzare il livello dello scontro e a Genova ci fu la grande idea di contrapporre due credibilissimi eserciti, idea grande sopratutto per la stampa, che si divertì molto a pubblicare a fumetti le divise degli schieramenti, le loro armi, come se vivessimo, e da allora ci viviamo, in un elettrizzante videogioco.
Come è noioso ricordare che proprio perché è tutto un rapporto di forza, che è tutto sbagliato.
La pietas è la tenerezza di Che Guevara.
Oggi non sarebbe la macchietta di se stesso.
Facciamo di nuovo la guerra dai. Anche io mi sarei immaginata qualche altra soluzione perché stimo forse maggiormente l'essere umano, rispetto ai violenti.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 27 Feb 2018, 21:06
In tutti i casi ho apprezzato davvero tutti gli interventi molto più gentili e delicati che mi precedono - io sono molto categorica quando scrivo quindi uso violenza a mia volta. Mi scuso. In fondo come qualcuno ha scritto sopra ma noi qui protetti da anonimato a fare sti sfoghi d'eloquenza ma che stamo a fa? Magari per evità de annà a sfonnare un cassonetto? <oh io forse sì
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 27 Feb 2018, 21:24
mi sa che state sbagliando mira.
qua non si tratta di antagonisti che si divertono a fare i rivoluzionari o che spaccano vetrine per l'economia, le banche, i potenti del mondo.
state applicando le indignazioni solite, che a me vanno pure bene, a quelle che erano ribellioni ben circoscritte. Genova è così lontana, a fronte dell'ondata di cambiamento che c'è adesso.
adesso c'è un sostanziale, effettivo, drammatico, concreto sdoganamento di concetti che fino a qualche anno fa erano tabù, dei quali non si permetteva di disquisire nemmeno il più incallito del mussoliniani di ferro. adesso ci sono i fascisti che vogliono entrare in parlamento. ma non basta questo a non farvi parlare come se fossimo a 15 anni fa?
e si parla di pietas deficitaria o umanità che non c'è? esatto, proprio quello che penso anch'io, vedendo gente che guarda il dito invece della luna. anche il doversi giustificare è un'operazione che anni fa, a fronte di qualcosa di analogo, sarebbe stato improponibile. adesso si viene accomunati.
bene.
la pietas ? da parte di chi? forse chi vota per espellere essere umani più sfortunati di noi?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 27 Feb 2018, 21:54
Molto d'accordo sull'escalation e sul fatto che anni fa manco uno con tatuato il duce avrebbe detto in pubblico quanto twitta uno iaccarini. Il fatto è che le iniziative  violente che ho stigmatizzato, non solo mi ripugnano eticamente, non solo trovo che siano completamente inutili, ma ritengo anche siano enormemente controproducenti. Pensa che cazzo ne posso pensà
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Piojo66 - 27 Feb 2018, 23:01
http://espresso.repubblica.it/foto/2018/01/16/galleria/questa-non-e-una-partita-a-bocce-la-graphic-novel-integrale-di-zerocalcare-1.317179#34

Vi propongo un fumetto, ma fatto da qualcuno che mi sembra un esperto di questo problema, e che a me fa riflettere...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 00:00
Continuo a leggere critiche a ciò che si fa, e nessuna proposta su ciò che si potrebbe fare, concretamente, per fronteggiare la violenza reale, di cui si sta parlando e che da origine al topic, è evidente che se ciò che si fa non va bene e non si ė in grado di produrre altro , ciò che resta ė il nulla... Sbaglio qualcosa?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 28 Feb 2018, 01:00
Magari sconfiggerli politicamente,come si usa in democrazia, poi quando governi la legge scelba la fai rispettare. Sicuramente più difficile che bastonare crani a caso, ma la via è quella. Perché adesso uno iaccarini è uno stimato politico? Sarà stato fatto qualche errorino?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 28 Feb 2018, 08:27
Che significa "sconfiggerli politicamente"? non usiamo formule astratte, argomentiamo concretamente.
Chi è all'1% è già sconfitto politicamente, il problema, torno a dirlo, non è politico.

Non stiamo parlando di chi vota salvini, nessuno sta discutendo di "bastonare crani a casaccio" tra chi ha idee fasciste o razziste.
Non stiamo parlando nemmeno del pischelletto che vota/partecipa a CPI, come da esempio.

Stiamo parlando di chi è responsabile del clima di minacce, aggressioni e tentati omicidi nel quartiere in cui si vive.
Davanti a una situazione del genere concreta che si fa?
E non ha senso quanto dice giovannidef su questo spazio, mica si sta chiedendo alla comunità di Lazionet di risolvere il problema, ma individualmente che pensiamo sia possibile fare, visto che siamo tanto bravi a criticare chi fa.

"Applicare la legge scelba" significherebbe che le istituzioni agiscono.
Ma qui stiamo parlando proprio del fatto che non agiscono.
Che se ne sbattono anche delle manifestazioni di denuncia e delle evidenze politiche e penali.
Quindi ribadire questo piano significa esattamente riprodurre la formula ideologica contro una violenza astratta, eretta a valore, che qui nessuno sta proponendo.

La cosa è molto più semplice: nel tuo quartiere c'è un gruppo di persone che si allena per far male, che rappresenta per te costantemente una minaccia, che fa di questa minaccia e della violenza una pratica costante e resta impunito.
Cosa si fa non con i salviniani, non con chi pensa idee fasciste, ma con chi pratica questo e concorre all'elenco fatto da Kelly?
Si subisce? Si accetta di vivere nella paura?
Ma davvero state a dì?
A me sembra chiaro che una roba del genere la può proporre solo chi non ha il problema.

Si sta chiedendo una cosa semplice: immaginate di avere il problema, cosa fareste?

Io ho fatto esempi anche non afferenti alla sinistra radicale in cui chi ha avuto questo problema ha risposto con una violenza legittima, che è stata una concreta risposta e che è stata tutt'altro che controproducente.
Controproducente è rompere la testa a uno per una maglietta, qualunque essa sia. Su questo chi ha detto il contrario? mi sembra nessuno.

E per altro anche interventi normativi, vedi la legge mancino che sciolse diversi gruppi tra cui proprio il Movimento politico occidentale, derivarono anche da episodi come quello raccontato di via domodossola.
Davanti alla rivolta di pezzi di popolazione (in quel caso la comunità ebraica) contro soggetti di questo tipo, per evitare che si moltiplicassero, si arrivò ad una legge.
Il diritto, come SEMPRE accade, venne trascinato dal dato di fatto politico-storico e non il contrario.
Non è che le leggi vengono fatte sui movimenti di opinione (vedi infatti come è andato a finire anche il referendum acqua, con un'opinione largamente maggioritaria ufficialmente certificata da un referendum di Stato bellamente raggirata), ma perché pezzi di società lacerano il diritto e impongono un suo adattamento ad una nuova condizione storica.

Se si vuole una nuova legge mancino, allora anche queste cose servono.
E ribadisco, questo non vuol dire inneggiare alla violenza o dire di pestare qualsiasi persona dalle idee fasciste.
Ma che le persone si prendono il diritto di contrastare concretamente chi nei territori fa della violenza diffusa sul diverso una pratica di aggregazione, costruzione, immaginario.

Non è difficile cogliere la differenza, lo diventa solo se si approccia alla violenza in modo astratto e astorico, dimenticando quel che effettivamente la violenza è, come ricorda Kelly.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 08:46
Magari sconfiggerli politicamente,come si usa in democrazia, poi quando governi la legge scelba la fai rispettare. Sicuramente più difficile che bastonare crani a caso, ma la via è quella. Perché adesso uno iaccarini è uno stimato politico? Sarà stato fatto qualche errorino?

Si ma da chi e' stato fatto l'errorino, da te? da me? o dalla politica? Quale politica dovrebbe sconfiggere questa gentaglia, quella che non applica neanche le leggi che gia' ci sono o semplicemente le rende inutilizzabili? o qualche tribunale che consente il saluto fascista (quando si commemora non e' piu' reato), concedendo la scappatoia da una legge che andrebbe semplicemente applicata col buon senso? O da Minniti che manco ci prova piu' tanto qualche tribunale annullerebbe tutto.

La realta'  e' che chi potrebbe e dovrebbe non ha alcun interesse a sconfiggerli, ne politicamente né penalmente, e tu non hai altra possibilita' che stare a guardare o scendere in piazza, sollevare il problema, renderlo evidente diventando tu stesso un problema, qui il punto non e' essere o no violenti, tu non lo sei, io non lo sono, si tratta di capire che la violenza la stanno gia' facendo, con una stampa che copre, una politica che utilizza tutto in modo sfacciato e qualcun altro si sta difendendo, ha iniziato a farlo dopo che per anni ci hanno raccontato che il nazi-fascismo e' morto e sepolto e oggi questi si presentano alle elezioni, roba che chi ha messo in gioco la propria vita per liberarlo veramente sto paese (anche quelli violenti) adesso se riggira nella fossa

e noi pensiamo al politically correct

edit - non mi ero accorto del mega post di FatDanny  :S
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 28 Feb 2018, 09:38
Mi pare un dibattito troppo ideologico, in cui manca una domanda fondamentale: come mai queste forze (che reputo assai peggiori di quanto non fosse l'MSI) raccolgono consenso?
In tale consenso quanto pesa il richiamarsi al fascismo, quanto pesa la paura degli immigrati, quanto pesano le aggressioni e quanto pesa l'assistenza pelosa che forniscono?
Se non si capisce l'avversario che si ha davanti credo che sia molto difficile combatterlo
(e sarebbe anche opportuno considerare quanto diceva Togliatti a fine guerra sul malinteso)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 28 Feb 2018, 09:54
Fat, per me stai dicendo che visto che il diritto viene lacerato da questi gruppi (e anche da altri, ma lasciamo stare) e visto che i metodi "standard", per un motivo o un altro, non funzionano, bisogna necessariamente ricorrere a metodi violenti extragiudiziali. Non per difendere il diritto ma per farne uno nuovo che si adegui alla situazione. Sarebbe piu' chiaro (e condivisibile, ma parlo per me) dire "alla violenza extragiudiziale si risponde con la violenza extragiudiziale, quali che siano le conseguenze". Cosi' a me sembra wishful thinking, la stessa cosa (pero' fuori dal diritto) di cui accusi chi preferisce restare nel diritto. Oppure Ulrike Meinhof si e' reincarnata ed e' laziale...

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Gio - 28 Feb 2018, 10:34
Ve la state un po’ rigirando.
Non è mai stato messo in dubbio il diritto di difendersi. Anzi nelle discussioni sulla legittima difesa (o sulle ronde), chi oggi difende la soluzione violenta è stato sempre molto più cauto.  La tesi della legittimitá dell’autodifesa in caso di pericolo e di mancato intervento dello stato (la legittima difesa, le ronde, le armi) è uno dei cavalli di battaglia delle destre. In questo c’è convergenza (e se questo non disturba voi …).
Personalmente (mia opinione), peró, trovo un po' contraddittorio che oggi non si senta dire che i reati stiano diminuendo e che il pericolo sia solo una percezione indotta dall’informazione distorta cui gli analfabeti funzionali danno retta (anzi, al contrario,  l’informazione, sempre quella, viene utilizzata come fonte attendibile per certificare l’avanzata fascista …).

Diverso (molto) è affermare che la violenza sia una risposta lecita all’avanzata del fascismo. Primo perché l’avanzata del fascismo non è una realtà, ma un’opinione molto discutibile.
Secondo perché eleva la violenza a metodo, contro tutti i principi dichiarati a parole, e non la considera solo una reazione estemporanea, anche comprensibile, ad uno stato di necessità.

Che bisogna fare?
La legalità. La risposta è sempre quella.
La legge deve essere rispettata e chi delinque deve essere punito senza sconti.
Fascista, comunista, italiano, straniero, biondo, bruno. Senza distinzioni.
Qui, peró, la legalitá l’auspicate, quando non vi piace (conviene) la combattete.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 10:37
Mi pare un dibattito troppo ideologico, in cui manca una domanda fondamentale: come mai queste forze (che reputo assai peggiori di quanto non fosse l'MSI) raccolgono consenso?
In tale consenso quanto pesa il richiamarsi al fascismo, quanto pesa la paura degli immigrati, quanto pesano le aggressioni e quanto pesa l'assistenza pelosa che forniscono?
Se non si capisce l'avversario che si ha davanti credo che sia molto difficile combatterlo
(e sarebbe anche opportuno considerare quanto diceva Togliatti a fine guerra sul malinteso)

io penso che questa gente pesca facile nel disagio e nello stato di insoddisfazione diffuso di questo paese, negli spazi abbandonati dalla "politica", nella mancanza di lavoro, casa, servizi pubblici, sanita', nella mancanza di vere risposte ai bisogni primari delle persone, e penso che un ruolo drammatico in questo lo stanno giocando i mezzi di informazione che amplificano a dismisura (anche in modo ipocrita, facendo finta di condannare) qualsiasi scureggia di CP o FN facendoli apparire come unica risposta, dalla befana ai bambini (italiani eh) ai pacchi alimentari, questi raccolgono consenso perché qualcuno ha convito la gente che "ce stanno solo loro", e che il nemico so "limmigrati", e loro so "l'unici che fanno qualcosa", e che poi in fondo il fascismo e' 'na roba che se legge sui libri di storia e non c'e' piu, per cui "de che stamo a parla'"

A me sembra che non ci sia nulla di ideologico, ma forse il nemico e' molto piu' grande e diffuso di quello che pensiamo noi, e non sta solo nelle sedi di CPI, resta l'impotenza e l'esigenza di fare qualcosa, col rischio anche di fare errori, ma il fare niente, come in questi ultimi anni, e' sicuramente l'errore peggiore
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sonni Boi - 28 Feb 2018, 10:54
Comunque i fascisti hanno consensi ancora maggiori in paesi messi molto meglio dell'Italia dal punto di vista economico, e in cui il disagio è decisamente minore. Basti pensare a Olanda, Germania o Danimarca.

Il discorso è un tantino più complicato a mio avviso.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: er polipo - 28 Feb 2018, 11:03
Ve la state un po’ rigirando.
Non è mai stato messo in dubbio il diritto di difendersi. Anzi nelle discussioni sulla legittima difesa (o sulle ronde), chi oggi difende la soluzione violenta è stato sempre molto più cauto.  La tesi della legittimitá dell’autodifesa in caso di pericolo e di mancato intervento dello stato (la legittima difesa, le ronde, le armi) è uno dei cavalli di battaglia delle destre. In questo c’è convergenza (e se questo non disturba voi …).
Personalmente (mia opinione), peró, trovo un po' contraddittorio che oggi non si senta dire che i reati stiano diminuendo e che il pericolo sia solo una percezione indotta dall’informazione distorta cui gli analfabeti funzionali danno retta (anzi, al contrario,  l’informazione, sempre quella, viene utilizzata come fonte attendibile per certificare l’avanzata fascista …).

Diverso (molto) è affermare che la violenza sia una risposta lecita all’avanzata del fascismo. Primo perché l’avanzata del fascismo non è una realtà, ma un’opinione molto discutibile.
Secondo perché eleva la violenza a metodo, contro tutti i principi dichiarati a parole, e non la considera solo una reazione estemporanea, anche comprensibile, ad uno stato di necessità.

Che bisogna fare?
La legalità. La risposta è sempre quella.
La legge deve essere rispettata e chi delinque deve essere punito senza sconti.
Fascista, comunista, italiano, straniero, biondo, bruno. Senza distinzioni.
Qui, peró, la legalitá l’auspicate, quando non vi piace (conviene) la combattete.

Perfetto. E faccio presente che Berlusconi ha detto a Salvini di non cacare la minchia con appoggi "anomali". Insomma, rega, cerchiamo di stare tranquilli, che il 99% dell'Italia (inclusi molti che voteranno CPI) non ha alcun desiderio di rinunciare alla democrazia.
Io vorrei che alle elezioni si parlasse di economia, di programmi di sviluppo, di interventi sociali, di ottimizzazione delle risorse, di istruzione, di investimenti in ricerca, di politica estera.
Basta co' sto fascismo, non se ne puo' più: per dirla con Pietro Zinni quando s'era stufato dell'approccio iper-polemico e pieno di distinguo del "chimico computazionale più bravo del mondo"... "Albe', hai rotto er catso!"  ;) :beer:
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 28 Feb 2018, 11:31
Che significa "sconfiggerli politicamente"? non usiamo formule astratte, argomentiamo concretamente.


Significa farsi votare dagli elettori, e poi fare in modo che la legge scelba sia rispettata, cambiando quello che c'è da cambiare. Ha un sacco di difetti ma me la terrei stretta, la democrazia.


La cosa è molto più semplice: nel tuo quartiere c'è un gruppo di persone che si allena per far male, che rappresenta per te costantemente una minaccia, che fa di questa minaccia e della violenza una pratica costante e resta impunito.


No no, anche su questo forum, nella pagina precedente, è venuto fuori che basta indossare una divisa per perdere lo status di essere umano, e meritarsi una bomba carta con schegge di metallo. Non se piamo per il culo.

Ed ora la domanda mia. Tu scalpiti per darti da fare. Dai una tranvata in testa a ursini, e lanci un po' di molotov nel mucchio. Poi che succede? Se ne parla al TG, e tutti dicono che siete degli stronsi criminali. Poi che succede? Ursini va a fare il panettiere? "Quelli che se allenano" se cacano sotto e si sciolgono? La gente dice "anvedi se menano pure quest'altri, fico, vojo esse come loro?". Le istituzioni dicono "ah, j'hanno menato! Mo mettiamo fuori legge i fascisti". Che succede, dopo, Fat?
Ce potreste stare una vita a sciorinà supercazzole sociali, non me sposterei di un millimetro: come dici tu, è semplice la faccenda.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 11:41
Comunque i fascisti hanno consensi ancora maggiori in paesi messi molto meglio dell'Italia dal punto di vista economico, e in cui il disagio è decisamente minore. Basti pensare a Olanda, Germania o Danimarca.

Il discorso è un tantino più complicato a mio avviso.

Sicuramente ė più complicato ma ė anche un discorso legato alla percezione del benessere (o malessere sociale che sia) , in paesi economicamente avvantaggiati una diminuzione del benessere e del tenore di vita a cui si era abituati può provocare le stesse cose di cui stiamo parlando qui
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Kobra - 28 Feb 2018, 11:48
Comunque i fascisti hanno consensi ancora maggiori in paesi messi molto meglio dell'Italia dal punto di vista economico, e in cui il disagio è decisamente minore. Basti pensare a Olanda, Germania o Danimarca.

Il discorso è un tantino più complicato a mio avviso.

Infatti.
Più che sul disagio penso prosperino sulla paura che - da sempre e ovunque - creano le migrazioni.
lo vediamo anche da noi, dove nel corso dei lustri il pericolo paventato erano "i meridionali", poi "i marocchini", poi "gli albanesi", poi "i rumeni", adesso "i negri".

Quanto al benessere/malessere sociale ci vorrebbe un topic a parte visto che - anche quello come la delinquenza percepita - è altamente influenzato dalle televisioni. 
In Italia si vive mediamente assai meglio di quanto non si vivesse qualche decennio addietro, però si insegue un superfluo che è irraggiungibile per definizione, ma questa menata sull'impoverimento generale serve solo a minimizzare, relativizzare e, quindi, ignorare le sofferenze di coloro che soffrono veramente
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 28 Feb 2018, 11:58
Comunque i fascisti hanno consensi ancora maggiori in paesi messi molto meglio dell'Italia dal punto di vista economico, e in cui il disagio è decisamente minore. Basti pensare a Olanda, Germania o Danimarca.

Il discorso è un tantino più complicato a mio avviso.

concordo con sonni boi. ho sempre una punta di disagio, avverto una sorta di nota stonata, quando si cerca di ricondurre la massiccia calata di fascismi e revisionismo storico ultimi alla crisi economica.
lo so, ne abbiamo parlato addietro, quindi non mi ripeto... lo so, tutte le disamine politiche e sociologiche affermano questo, quelli bravi in tv, articoli, dibattiti lo spiegano quasi matematicamente.
però...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 12:12
Ve la state un po’ rigirando.
Non è mai stato messo in dubbio il diritto di difendersi. Anzi nelle discussioni sulla legittima difesa (o sulle ronde), chi oggi difende la soluzione violenta è stato sempre molto più cauto.  La tesi della legittimitá dell’autodifesa in caso di pericolo e di mancato intervento dello stato (la legittima difesa, le ronde, le armi) è uno dei cavalli di battaglia delle destre. In questo c’è convergenza (e se questo non disturba voi …).
Personalmente (mia opinione), peró, trovo un po' contraddittorio che oggi non si senta dire che i reati stiano diminuendo e che il pericolo sia solo una percezione indotta dall’informazione distorta cui gli analfabeti funzionali danno retta (anzi, al contrario,  l’informazione, sempre quella, viene utilizzata come fonte attendibile per certificare l’avanzata fascista …).

Diverso (molto) è affermare che la violenza sia una risposta lecita all’avanzata del fascismo. Primo perché l’avanzata del fascismo non è una realtà, ma un’opinione molto discutibile.
Secondo perché eleva la violenza a metodo, contro tutti i principi dichiarati a parole, e non la considera solo una reazione estemporanea, anche comprensibile, ad uno stato di necessità.

Che bisogna fare?
La legalità. La risposta è sempre quella.
La legge deve essere rispettata e chi delinque deve essere punito senza sconti.
Fascista, comunista, italiano, straniero, biondo, bruno. Senza distinzioni.
Qui, peró, la legalitá l’auspicate, quando non vi piace (conviene) la combattete.

L'avanzata del fascismo se non la vedi e' perche non la vuoi vedere, o magari ti fa comodo non vederla, io non ho intenzione di convincere nessuno, faccio i conti con la realta', e la realta' e' che CPI si presenta alle elezioni e che se eletti, personaggi e partiti che si rifanno "dichiaratamente" al fascismo, per la prima volta dal dopo guerra, rientreranno nel parlamento italiano, poi per te sara' pure un'opinione molto discutibile, per me e' un dato di fatto, e che la legalita' sia la risposta ti faccio notare che la legge c'e' e non viene fatta rispettare, sta nella costituzione non nelle disquisizioni che facciamo io e te
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 28 Feb 2018, 13:01
visto che viene tirata in ballo di continuo, forse bisognerebbe ricordare che la legge scelba non vieta ne' la costituzione di partiti post fascisti ne' la loro partecipazione alle elezioni. il msi ha partecipato per decenni a pieno titolo alla democrazia italiana, e di partiti e movimenti post fascisti da noi ce ne sono stati parecchi, anche che facevano uso di simbologia fascista. ora come ora non vedo come e/o a chi si possa applicare la legge scelba. la legge mancino e' piu' "generica", cioe' meno specifica, e quindi molto piu' complicata da applicare nella pratica, almeno secondo me. questo e' anche il motivo per cui il pd (renzi) voleva bene o male inasprirla, specificamente nella direzione dei movimenti post-fascisti tipo cpi. parlo di un anno fa. proposta bocciata da tutti, 5 stelle in primis (vado a memoria). convenienza politica.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 28 Feb 2018, 13:04
Perchè non lo hanno fatto? Che significa "convenienza politica"? Sono i tuoi avversari
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 28 Feb 2018, 13:16
Perchè non lo hanno fatto? Che significa "convenienza politica"? Sono i tuoi avversari

i 5s parlarono di liberticidio. comunque mi sono ricordato, parlo della cosiddetta legge fiano. non so se alla fine e' diventata legge. sembra di no:
http://www.camera.it/leg17/126?leg=17&pdl=3343
io ricordo solo il dibattito.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 14:03
visto che viene tirata in ballo di continuo, forse bisognerebbe ricordare che la legge scelba ...


...sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

È vietata perciò la ricostruzione del PNF, del PFR e del NSDAP. Ogni tipo di apologia è punibile con un arresto dai 18 mesi ai 4 anni.

La norma prevede sanzioni detentive anche per i colpevoli del reato di apologia, più severe se il fatto riguarda idee o metodi razzisti o se è commesso con il mezzo della stampa. La pena detentiva è accompagnata dalla pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici.

« quando un'associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista. »

Ora, a parte le "finalita' antidemocratiche", che loro ti diranno "per carita' noi siamo per la democrazia", visto che loro per primi si dichiarano fascisti e, sempre a detta loro, si rifanno a quanto il fascismo portava avanti, mi spieghi dove non riconosci CPI e FN in quanto riportato qui sopra? 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 28 Feb 2018, 14:30
il nocciolo e' la prima frase che hai riportato. cpi e fn non vogliono riorganizzare il disciolto partito fascista, come non voleva farlo il msi, come non volevano farlo altri movimenti post fascisti finiti sotto processo (e assolti) per la legge scelba. magari qualcuno ci ha gia' provato a far chiudere cpi per la legge scelba, mi stupirei del contrario. in caso, non c'e' riuscito...

(a ogni modo, c'e' un motivo perche' la legge scelba e' fatta cosi'. l'intenzione originale era quella di punire tutti i movimenti politici ritenuti anti-democrazia o anti-istituzioni. ma ci sarebbe finito in mezzo anche il pci, e (siamo negli anni 50) non era il caso. per cui la cosa venne "annacquata" fino a lasciarci solo i movimenti che si richiamano espressamente al defunto pnf. a mio avviso, la legge scelba non serve a combattere le associazioni neofasciste, perche' non e' pensata per quello.)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 15:02
il nocciolo e' la prima frase che hai riportato. cpi e fn non vogliono riorganizzare il disciolto partito fascista, come non voleva farlo il msi, come non volevano farlo altri movimenti post fascisti finiti sotto processo (e assolti) per la legge scelba. magari qualcuno ci ha gia' provato a far chiudere cpi per la legge scelba, mi stupirei del contrario. in caso, non c'e' riuscito...

Sottolinei solo una frase... e perché non "oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.", ma anche il resto, perché ti riferisci solo a una frase che isolata dal contesto assume significati diversi?

e poi ti chiedo, CPI fa apologia del fascismo si o no?

No perché dobbiamo intenderci su cosa e' fascismo e cosa no, e dobbiamo anche intenderci se sto fascismo vecchio o nuovo ce piace o no, se vogliamo impedirlo in qualsiasi forma si o no, le leggi sono interpretabili, il punto e' come vengono interpretate, l'uso che se ne fa, e il perché di interpretazioni a senso unico, e' una questione di volonta', della politica e del sistema in genere, di agire o meno nei confronti di chi si dichiara e si riconosce nel fascismo di mussoliniana menoria, e allora si torna al discorso di FatDanny... che dovemo fa? Sperare che ci pensi Renzi, o Miniti, o Berlusconi.. o chi altri??!!

Citazione
(a ogni modo, c'e' un motivo perche' la legge scelba e' fatta cosi'. l'intenzione originale era quella di punire tutti i movimenti politici ritenuti anti-democrazia o anti-istituzioni. ma ci sarebbe finito in mezzo anche il pci, e (siamo negli anni 50) non era il caso. per cui la cosa venne "annacquata" fino a lasciarci solo i movimenti che si richiamano espressamente al defunto pnf. a mio avviso, la legge scelba non serve a combattere le associazioni neofasciste, perche' non e' pensata per quello.)

Perché il PCI di allora era antidemocratico? Ohibo', e da cosa si evince? In ogni caso la legge Scelba contiene gli elementi per combattere fascismo e razzismo, evidentemente non lo si vuole fare
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 28 Feb 2018, 15:39
Sottolinei solo una frase... e perché non "oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.", ma anche il resto, perché ti riferisci solo a una frase che isolata dal contesto assume significati diversi?

abbi pazienza, eh. non sono un esperto, ma ho letto qualche caso in cui hanno provato a far chiudere delle associazioni in base alla legge scelba. ti faccio un esempio:

http://fascismoeliberta.info/legalita-del-m-f-l-p-s-n/ (http://fascismoeliberta.info/legalita-del-m-f-l-p-s-n/)

Citazione
e poi ti chiedo, CPI fa apologia del fascismo si o no?

ma che domanda e'? diciamo che penso di si. questo implica forse che li denuncerei in base alla legge scelba (che tu e altri avete invocato piu' volte in queste pagine)? no. e infatti io non li denuncerei su quella base. se tu pensi ci siano gli estremi, denunciali.

Citazione
No perché dobbiamo intenderci su cosa e' fascismo e cosa no, e dobbiamo anche intenderci se sto fascismo vecchio o nuovo ce piace o no, se vogliamo impedirlo in qualsiasi forma si o no, le leggi sono interpretabili, il punto e' come vengono interpretate, l'uso che se ne fa, e il perché di interpretazioni a senso unico, e' una questione di volonta', della politica e del sistema in genere, di agire o meno nei confronti di chi si dichiara e si riconosce nel fascismo di mussoliniana menoria, e allora si torna al discorso di FatDanny... che dovemo fa? Sperare che ci pensi Renzi, o Miniti, o Berlusconi.. o chi altri??!!

per me non e' un problema di interpretazione. e' proprio che le leggi di cui parli, leggi che possano mettere cpi fuori dai giochi perche' sono fascisti, non esistono. vanno fatte. se pensi che menando i fascisti si faranno ste leggi, be my guest. che vuoi che ti dica. a un certo punto, a furia di voler risolvere cosi' i problemi, vedremo pestaggi a ogni angolo di strada, tutti contro tutti per i motivi piu' disparati, ma sara' solo il prologo per l'arrivo di un diritto finalmente giusto e anti.

(nell'attesa i fascisti militanti si macchiano di tanti altri reati eh...)

Citazione
Perché il PCI di allora era antidemocratico? Ohibo', e da cosa si evince?

che il pci negli anni '50 avesse ingredienti facilmente percepibili (o rappresentabili) come antidemocratici lo si evince dal contesto italiano ed europeo degli anni '50, quello che ha partorito la legge scelba. io non c'ero, ma non faccio troppa fatica a credere che sia stato cosi'. forse tu hai un'immagine molto diversa dalla mia della politica italiana del dopoguerra. in ogni caso alla fine si e' deciso di non mettere nessuno fuori legge tranne chi voleva letteralmente risuscitare un morto.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 28 Feb 2018, 15:49
Ve la state un po’ rigirando.
Non è mai stato messo in dubbio il diritto di difendersi. Anzi nelle discussioni sulla legittima difesa (o sulle ronde), chi oggi difende la soluzione violenta è stato sempre molto più cauto.  La tesi della legittimitá dell’autodifesa in caso di pericolo e di mancato intervento dello stato (la legittima difesa, le ronde, le armi) è uno dei cavalli di battaglia delle destre. In questo c’è convergenza (e se questo non disturba voi …).
Personalmente (mia opinione), peró, trovo un po' contraddittorio che oggi non si senta dire che i reati stiano diminuendo e che il pericolo sia solo una percezione indotta dall’informazione distorta cui gli analfabeti funzionali danno retta (anzi, al contrario,  l’informazione, sempre quella, viene utilizzata come fonte attendibile per certificare l’avanzata fascista …).

Diverso (molto) è affermare che la violenza sia una risposta lecita all’avanzata del fascismo. Primo perché l’avanzata del fascismo non è una realtà, ma un’opinione molto discutibile.
Secondo perché eleva la violenza a metodo, contro tutti i principi dichiarati a parole, e non la considera solo una reazione estemporanea, anche comprensibile, ad uno stato di necessità.

Che bisogna fare?
La legalità. La risposta è sempre quella.
La legge deve essere rispettata e chi delinque deve essere punito senza sconti.
Fascista, comunista, italiano, straniero, biondo, bruno. Senza distinzioni.
Qui, peró, la legalitá l’auspicate, quando non vi piace (conviene) la combattete.

Scusami Gio, io non la auspico la legalità, ne la combatto: mi limito ad osservare che si tratta di un concetto teorico aleatorio.
In altre parole: la legalità viene fatta rispettare solo in alcuni casi e non in tutti, e non solo: quelli che dovrebbero far rispettare la legalità, ovvero polizia giudici e politici sono i primi a non far rispettare la legalità.
Questo è un dato di fatto INCONTROVERTIBILE : ti posso citare mille e uno casi, ma ne basta uno: Genova 2001, dove è stato sospeso da parte dello STATO non solo qualsiasi diritto legale, ma anche i più basilari diritti umani.

E il paragone che fai tra autodifesa antifascista e autodifesa  fascioleghista è che nel secondo caso le Forze dell'Ordine operano bene secondo la legge tutelando la sacralità della Proprietà Privata
mentre nel primo caso la necessità di autodifesa deriva direttamente dalla non-azione repressiva
nei confronti dei fascisti.
E' palese anche a un bambino che l'uso delle Forze dell'Ordine in poltica è, scusate l'allitterazione, POLITICO.
Perchè i tassisti e i bancarellari tirano le bombe carta a 5 metri dalla celere e la celere non reagisce
e invece degli studenti a mani alzate vengono pestati senza pietà a Bologna dalla stessa celere?
Chi da gli ordini, caro Gio?

L'avanzata del fascismo è una realtà, non è un'opinione, e lo dimostra non solo l'escalation di violenza fascista degli ultimi anni ( nella pagina precedente trovi un elenco dettagliato delle aggressioni squadriste, per la stragrande maggioranza impunite ), ma sopratutto lo sdoganamento a livello mediatico e politico del fascismo.
Una volta si sapeva cosa fosse il msi ma la parola fascismo nessuno di loro si azzardava a nominarla. Ora di stefano e fiore parlano apertamente di fascismo, rivendicano il fascismo, sic et simpliciter.
L'ossimoro patetico che sento dire a di stefano un po in tutte le tv, ovvero che loro rispettano la costituzione e vogliono rimanere nell'alveo democratico rimanendo però fascisti è in realtà una supercazzola comunicativa che da una parte fa presa sugli idioti e gli analfabeti, dall'altra copre anni di squadrismo più o meno soft, aggressioni, coltellate, botte, minacce 8 ti rimando ancora una volta alla lista della pagina precedente ).
Il comunismo è stato tante cose: è stato l'urss e la cina , certo, ma è stato anche forza democratica
in N paesi, sopratutto in Europa.
Il fascismo no: il fascismo è stato SOLO UNA COSA: dittatura e violenza.
 
E ancora: affermare che la violenza sia una risposta legittima al fascismo non eleva manco per il cazzo la violenza a metodo come dici tu.
Chi fa i paragoni con gli anni 70' sbaglia tutto.
Negli anni 70' siamo stati sull'orlo di una guerra civile, o rivoluzione, chiamatela come volete.
L'estrema sinistra ha usato la violenza come metodo politico si, allora, come del resto lo Stato attraverso i servizi deviati, la mafia, i fascisti.
Ma questi anni non sono per niente cosi': se levi qualche scontro di piazza con la polizia per il tav o qualche altra situazione sporadica l'estrema sinistra non ha usato mai la violenza come metodo di lotta politica.
I fascisti lo hanno fatto, perchè è nel loro DNA.
Ma è così da sempre, o almeno dalla metà degli anni 80'.
Paolo Di Nella, anno 1983: l'ultimo caduto, per mano di estremisti di sinistra.

Lo sai da allora quanti ne sono morti invece per mano fascista?
Persone come Renato Biagetti, colpevole di aver partecipato a una festa reggae sulla spiaggia.
Oppure Samb Modou e Diop Mor, colpevoli di essere negri e vendere oggetti di legno a Firenze.
E mi fermo a questi due esempi ma se vuoi te li riporto tutti e scoprirai che non sono pochi.

E finisco raccontandoti la mia esperienza personale: ho fatto politica attiva ( anzi sarebbe meglio dire autogestione ma non entriamo nel merito ) in uno dei cattivissimi centri sociali negli anni 90'.
10 anni : dai miei 20 ai miei 30.
Aggressioni che io ho contribuito ad organizzare pianificare o agire: ZERO.
Aggressioni subite dai fascisti: 4, di cui 2 veri e propri agguati in cui mi sono trovato di fronte gente mascherata e armata di coltelli e asce.
E ringrazio nostro signore gesù ( sempre se esiste ) di esserne uscito acciaccato ma mai leso seriamente, e ringrazio me stesso e i miei compagni per esserci riusciti a difendere con coraggio tutte e 4 le volte.
E non ringrazio manco per il cazzo la polizia, che tutte e 4 le volte è comparsa APPENA gli aggressori si sono dati alla fuga.
Che coincidenza eh?
Giusto in tempo per portarci in questura per accertamenti.
E qualche volta capitava pure di rispondere alle domande di un funzionario che aveva il santino di mussolini appiccicato alla parete di un ufficio di via genova.

E tu mi vieni a raccontare la storiella della legalità?
Ma valla a raccontare a qualche gonzo, io nel frattempo benedico tutti gli scontri di queste settimane, perchè portano un messaggio molto chiaro: volete far passare il fascismo?
Bene : non sarà un passaggio morbido, non sarà cool, non sarà soft: sarà guerra.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 15:59
abbi pazienza, eh. non sono un esperto, ma ho letto qualche caso in cui hanno provato a far chiudere delle associazioni in base alla legge scelba. ti faccio un esempio:

http://fascismoeliberta.info/legalita-del-m-f-l-p-s-n/ (http://fascismoeliberta.info/legalita-del-m-f-l-p-s-n/)

ma anche io non sono esperto, e' una legge di quasi 70 anni fa, i tempi erano completamente diversi, quello che ci leggo io, in modo chiaro, e' la volontà che il fascismo e qualsiasi movimento a lui riconducibile restassero fuori dalla porta e non rientrassero dalla finestra, che e' invece esattamente quello che sta succedendo oggi

Citazione

ma che domanda e'? diciamo che penso di si. questo implica forse che li denuncerei in base alla legge scelba (che tu e altri avete invocato piu' volte in queste pagine)? no. e infatti io non li denuncerei su quella base. se tu pensi ci siano gli estremi, denunciali.

Ti sbagli con qualcun altro, io non ho mai invocato la legge scelba, ho semmai invocato la costituzione, che pero' e' stata fatta da menti evidentemente piu' nobili di chi oggi la tira da una parte e dall'altra

Citazione
per me non e' un problema di interpretazione. e' proprio che le leggi di cui parli, leggi che possano mettere cpi fuori dai giochi perche' sono fascisti, non esistono. vanno fatte. se pensi che menando i fascisti si faranno ste leggi, be my guest. che vuoi che ti dica. a un certo punto, a furia di voler risolvere cosi' i problemi, vedremo pestaggi a ogni angolo di strada, tutti contro tutti per i motivi piu' disparati, ma sara' solo il prologo per l'arrivo di un diritto finalmente giusto e anti.

invece secondo me le leggi in italia sono tutte fatte per essere interpretate, e sinceramente penso che una legge che metta fuori gioco CPI&co non verra' fatta mai, mai in un contesto come questo, mai da questa politica e questi politici, che tutto fanno meno che sporcarsi le mani con una roba del genere, forse bisogna creare i presupposti perché si senta il bisogno e l'esigenza di una legge realmente efficace, ma ci vogliono anche persone che abbiano il coraggio di applicarla, nel frattempo non ho la ricetta ma non me la sento di biasimare chi scende in piazza a protestare e non sta a guardare sperando nella manna dal cielo, senza con questo dire che bisogna spaccare capoccie a destra e a manca.

Certo e' che, purtroppo, e sottolineo purtroppo, certi cambiamenti a volte non sono indolori, anche se tutti noi speriamo non sia necessariamente sempre cosi

Citazione
che il pci negli anni '50 avesse ingredienti facilmente percepibili (o rappresentabili) come antidemocratici lo si evince dal contesto italiano ed europeo degli anni '50, quello che ha partorito la legge scelba. io non c'ero, ma non faccio troppa fatica a credere che sia stato cosi'. forse tu hai un'immagine molto diversa dalla mia della politica italiana del dopoguerra. in ogni caso alla fine si e' deciso di non mettere nessuno fuori legge tranne chi voleva letteralmente risuscitare un morto.

mah io ricordo che i comunisti hanno contribuito a liberarlo sto paese, di antidemocratico ci vedo poco
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 28 Feb 2018, 17:57
Significa farsi votare dagli elettori, e poi fare in modo che la legge scelba sia rispettata, cambiando quello che c'è da cambiare. Ha un sacco di difetti ma me la terrei stretta, la democrazia.

mi stai dicendo che se la sinistra non viene votata è tollerabile che persone facciano i Bangla tour? Perché di questo si tratta. Esattamente di questo.
Il fatto che siano tollerati e quindi cosa fare in merito.
E hai un' idea di democrazia molto particolare se pensi che davanti a scelte del genere del potere costituito l'unica soluzione è avere la maggioranza.
Sarebbe la prima volta nella storia. Prima eh. Regimi contemporanei compresi. Democrazie occidentali comprese.
Ma per te è l'UNICA possibilità. Chiaro.


No no, anche su questo forum, nella pagina precedente, è venuto fuori che basta indossare una divisa per perdere lo status di essere umano, e meritarsi una bomba carta con schegge di metallo. Non se piamo per il culo.


chi ha detto una cosa del genere? CHI?

Ed ora la domanda mia. Tu scalpiti per darti da fare. Dai una tranvata in testa a ursini, e lanci un po' di molotov nel mucchio.

io avrei proposto questo?  :o
Ti prego trovami il passaggio in cui secondo me la soluzione è molotov e mazzate.
Sto ripetendo praticamente in qualsiasi post che il fascismo politico si batte politicamente, non a mazzate. Ogni post.
Il problema evidenziato è un altro ed è concreto, non riguarda la battaglia di idee e il consenso politico.

. Insomma, rega, cerchiamo di stare tranquilli, che il 99% dell'Italia (inclusi molti che voteranno CPI) non ha alcun desiderio di rinunciare alla democrazia.
 "Albe', hai rotto er catso!"  ;) :beer:

chi avrebbe detto che il rischio è questo??

se pensi che menando i fascisti si faranno ste leggi, be my guest. che vuoi che ti dica. a un certo punto, a furia di voler risolvere cosi' i problemi, vedremo pestaggi a ogni angolo di strada, tutti contro tutti per i motivi piu' disparati, ma sara' solo il prologo per l'arrivo di un diritto finalmente giusto e anti.

ma io ho detto che menando i fascisti si fanno le leggi?
O che quel contesto di pressione sociale ha portato all'urgenza di quella legge perché di qualsiasi legge si può dire che "va fatta".

Boh davvero io non capisco che interventi leggete perché quelli che leggo io dicono altro.
Soprattutto nessuno sta dicendo che l'approccio ai fascisti è spaccare teste ma si ripete ossessivamente questo.
Non lo dice un post che sia uno.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 28 Feb 2018, 17:58
se li volete menà menategli chi ve lo vieta?
tanto le elezioni le abbiamo perse, per voi per merito di renzi, per me anche per merito vostro (parlo dei tanti partiti socialdemocratici a sinistra del PD che tutti insieme faranno il 10 e morta lì)
anzi consiglio interessato entrate in nord e giù botte tanto chi colpite colpite bene
faccio sommessamente notare che quando si è parlato di portare uno striscione contro il razzismo si sono fatte delle eccezioni, ma se nel frattempo vi siete bombati in nord si entra col biglietto tutto il resto è gratis

poi non capisco dove eravate quando sulle schede c'era il msi, pensate che tra cp e il msi degli anni 60 ci fosse tutta questa differenza
per me sempre meglio che ti faccio partecipare alla vita democratica del paese che metterti fuorilegge
se ti metto fuorilegge tu ti nascondi e fai molti più danni anche perchè non hai nulla da perdere

la lista di kelly invece fa ridere trenta episodi di media all'anno un morto in un paese con 60 milioni di abitanti
2500 morti per incidente stradale (vietiamo le auto) 500 morti milione per l'alcool (vietiamo il vino)
in america 38000 morti per armi da fuoco anno 100 neri disarmati uccisi da poliziotti nel 2015
dei 38000 quanti morti per motivi razziali???
fare le liste è sempre sbagliato: morti italiani per mano dell'isis 47 (se vuoi metto la lista) se ci metto 11 sett altri 35 ma erano tutti brokers per cui ...
che facciamo mettiamo fuorilegge l'islam??


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 28 Feb 2018, 18:19

la lista di kelly invece fa ridere trenta episodi di media all'anno un morto in un paese con 60 milioni di abitanti
2500 morti per incidente stradale (vietiamo le auto) 500 morti milione per l'alcool (vietiamo il vino)
in america 38000 morti per armi da fuoco anno 100 neri disarmati uccisi da poliziotti nel 2015
dei 38000 quanti morti per motivi razziali???
fare le liste è sempre sbagliato: morti italiani per mano dell'isis 47 (se vuoi metto la lista) se ci metto 11 sett altri 35 ma erano tutti brokers per cui ...
che facciamo mettiamo fuorilegge l'islam??

Quindi secondo te fare un incidente stradale ha la stessa valenza politica di subire un'aggressione per motivi politici?
Ma che ragionamento è?
Che c'entra l'isis? Ancora con l'equiparazione Isis=Islam?
Che davero?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 28 Feb 2018, 18:47
il sarcasmo questo sconosciuto
comunque quelli che vogliono mettere fuori legge siete voi non io
ma se una cosa fa danni e si vuole metterla fuorilegge vale sempre mica quando volete voi
magari uno da maggiore importanza a una cosa altri ad un'altra o siamo arrivati al pensiero unico
tutto poi ha valenza politica anche gli incidenti stradali
comunque come considero una merda il cattolicesimo non posso fare favoritismi con l'islam
per cui tu vuoi mettere fuori legge i neo fascisti (che stanno in parlamento dai tempi del MSI) e io voglio mettere fuori legge l'islam e pure i romanisti (anche loro fanno danni con le lame e c'era una lista pure per loro), chi sei tu per avere più potere di me per decidere chi mettere fuori legge???
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 28 Feb 2018, 18:50
se li volete menà menategli chi ve lo vieta?


Vabbè, io accanno
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Sonni Boi - 28 Feb 2018, 18:59
Non so voi, ma a me sto topic sa tanto de coj-o-nella
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 28 Feb 2018, 19:15
Kelly tu dici l'obbiettivo nostro è fargli capire che se vogliono far passare il fascismo  noi faremo lotta dura, anzi la guerra.
Molto bene e poi?
Chi la vince sta guerra?
Io la guerra la odio come e quanto il fascismo anzi per me il fascismo è guerra perché vincono sempre i più violenti e cattivi.
Ad esempio i rivoluzionari russi (che erano buoni) per vincere sono dovuti diventare automi dispensatori di morte - disumani eliminatori di anime e corpi - piuttosto cattivi, in definitiva direi, avrebbero fatto fuori anche Fat e Kelly credo (chissà): sareste felici di sacrificarvi per il bene assoluto dell'uomo, anche se innocenti? allora siete dei gesucristi.
Hanno vinto sì ma a che prezzo? Di far morire il comunismo.
Se rinasce e se vuole vincere, dovrà essere diverso - dovrà imparare a essere non-violento.
Ghandi in India ha vinto una volta per sempre: gli inglesi non ci sono più e mai più torneranno. Questo si chiama vincere.
IN MY HUMBLe Opinion, Boys.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 28 Feb 2018, 19:19
Non so voi, ma a me sto topic sa tanto de coj-o-nella

:beer:
grazie del contributo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 28 Feb 2018, 19:52
Kelly tu dici l'obbiettivo nostro è fargli capire che se vogliono far passare il fascismo  noi faremo lotta dura, anzi la guerra.
Molto bene e poi?
Chi la vince sta guerra?
Io la guerra la odio come e quanto il fascismo anzi per me il fascismo è guerra perché vincono sempre i più violenti e cattivi.
Ad esempio i rivoluzionari russi (che erano buoni) per vincere sono dovuti diventare automi dispensatori di morte - disumani eliminatori di anime e corpi - piuttosto cattivi, in definitiva direi, avrebbero fatto fuori anche Fat e Kelly credo (chissà): sareste felici di sacrificarvi per il bene assoluto dell'uomo, anche se innocenti? allora siete dei gesucristi.
Hanno vinto sì ma a che prezzo? Di far morire il comunismo.
Se rinasce e se vuole vincere, dovrà essere diverso - dovrà imparare a essere non-violento.
Ghandi in India ha vinto una volta per sempre: gli inglesi non ci sono più e mai più torneranno. Questo si chiama vincere.
IN MY HUMBLe Opinion, Boys.

Non ci sarà nessuna guerra e il fascismo non vincerà, e questo anche grazie
al fatto che un segnale è stato mandato e secondo me è stato anche recepito.
Su comunismo e rivoluzione casomai parla con FD, qui si parla di fascismo e antifascismo
in Italia 2018.
Sul gandhismo non so che dire.
Tu hai mai subito un aggressione fascista?
E hai reagito gandhianamente? Brava che ti devo dire, complimenti.
Io, come scrivevo qualche post piu su, ho subito 4 aggressioni e non ho reagito gandhianamente.
Non sono stato bravo come te, ma magari mi sono salvato da qualche danno fisico importante.

Continuate pure a pensare alla violenza e alla non violenza come concetti assoluti e decontestualizzabili, continuate a idealizzare la non violenza come da matrice cattolica.
Non vi rendete conto che non solo è fuori dalla realtà, ma probabilmente non saprete gestire la violenza che è dentro di voi, non riuscendo neanche a vederla.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 28 Feb 2018, 20:08

Ghandi in India ha vinto una volta per sempre: gli inglesi non ci sono più e mai più torneranno. Questo si chiama vincere.


capisco il senso ma non potevi prendere esempio peggiore per poterlo dire.
Visto che gli inglesi: hanno concesso indipendenza politica perché gli conveniva farlo, non sono andati via manco per niente, come dimostrano gli studi postcoloniali in toto. Al contrario si può dire che gli inglesi abbiano creato l'India, nazione che non pre-esisteva, nemmeno concettualmente, ad essi.

Senza contare quale fosse l'opinione di Mussolini del non-violento Gandhi


chi sei tu per avere più potere di me per decidere chi mettere fuori legge???0
La tua battuta è più seria di quel che credi.
Essere nella legge o fuori legge non è un fatto di giustizia. O di moderazione/estremismo. Solo di potere. Si è nella legge se si ha la forza di affermare quella legge e la conseguente illegalità.
Che piaccia o no è così in qualsiasi regime politico.
Non è che fare una X ogni cinque anni cambi molto, perché non è certo quello che determina il potere costituito. Sarebbe parecchio naive pensarlo.

per la stessa ragione è legittimo usare violenza se si ritiene che il potere sia esercitato in modo illegittimo. Ma questo fin dal pensiero politico medievale, se siamo tornati più indietro di questo torniamo al diritto di sangue e facciamo prima.
Il problema del liberalismo ultraformalista è che pretende di trovare la formula esatta del perfetto equilibrio. Come faccio a decidere il criterio oggettivo di questa legittimità?

Ma questo accade perché si ha una concezione sbagliata del diritto, come fosse una bilancia e non una fune. Il diritto non si basa su equilibri di potere oggettivi ma poiitici, quindi in quanto tali possono essere contestati.
Questa contestazione è tutta politica. La legittimità è tutta politica.
Per questo è un tiro alla fune e non una bilancia.

Questo che significa?
Che siete VOI a potere e DOVERE prendere l'onere di deciderlo. Di decidere se un'azione violenta è giustificata, mentre la legge è la registrazione dello stato della fune in un dato momento. 
Nel 1600 la "fune schiavitù" è al punto "più che legittimo"Proprio perché politica questo potere fa rima con responsabiiità.
Perchè si può passare dal legittimare il libero pensiero a massacrare un'intera categoria sociale.
Dal legittimare che se i nazisti fanno i bangla tour si fermano anche a manate a che si apre il cranio a chiunque vesta una camicia nera.
Ma ormai siamo talmente terrorizzati da questa responsabilità, talmente non ne capiamo la gestione, il potere, che riteniamo ineludibile l'escalation e preferiamo abbandonarla piuttosto che maneggiarla.
Ma sta cosa esattamente da che sarebbe dimostrato?
Tutto dipende da responsabilità, potere e scelte che si fanno.

Delegare alla legge in TOTO e a prescindere da come questa si esercita è il trionfo della tirannia, non della democrazia.

Aver esautorato l'essere umano di questa scelta genuinamente soggettiva è stato l'atto più antidemocratico che la storia ricordi. Ed è un atto che nemmeno all'assolutismo moderno era riuscito. Persino un assolutista come Hobbes riconosceva il diritto alla resistenza quando l'esercizio del potere non è in grado di tutelare la vita.
Ma questo essere o meno in grado è un giudizio politico.
Non è in mano ad un giudice o a uno scienziato, ma semplicemente ad ognuno di noi.
La legittimità di un atto violento rispetto ad un altro dipende esattamente da questo.
E preserva la democrazia, non la minaccia.

Invece con la scusa di evitare il caos (argomento sempre molto caro al potere costituito) ha totalmente disarmato qualsiasi reale minaccia a se stesso.
Questo prodigio non era riuscito a nessun regime politico.
Ma non è la vittoria della democrazia. Se inteso in questo modo totalmente formale, apolitico, è la sua più profonda sconfitta.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 28 Feb 2018, 20:12
No certo Kelly, leggendo il tuo post precedente e le pagine di zerocalcare, che sono in qualche modo simili, ho sentito bene quanto conta, e giustamente, l'esperienza diretta. Ma voi perdonami cosa avete fatto in questi casi, vi siete difesi e avete fatto bene, così come ho scritto che se un cittadino qualunque riuscisse ad intercettare i raid anti Bangla etc, e ne avesse facoltà fisica, farebbe benissimo a menare, per fermarli.
Quel tipaccio che hanno pestato a Palermo, è difficile difenderlo e condannare la spedizione punitiva - per quanto sia una delle cose più fasciste e ripugnanti che esistano.
Insomma quando ci vuole ci vuole.
Ma generalizzare la lotta ai 'fascisti' dicendo la violenza è lecita, in quest'ambito, secondo me è sbagliato, strategicamente e politicamente.
forse è una distinzione sottile o gesuitica (uh!), forse no.
spunti di riflessione. grazie di condividere le tue.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 28 Feb 2018, 20:22
Fat ;)
La tua sapienza è incredibile, la tua testa contiene ogni storia e soprattutto ogni perché.
Dovresti fare il consulente del presidente di tutte le galassie.
Nessun nodo rimane tale al tuo cospetto: tu sciogli tutto, come la madonna del rosario
Beato chi tocca i tuoi piedi !

 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 28 Feb 2018, 20:31
Fat ;)
La tua sapienza è incredibile, la tua testa contiene ogni storia e soprattutto ogni perché.
Dovresti fare il consulente del presidente di tutte le galassie.
Nessun nodo rimane tale al tuo cospetto: tu sciogli tutto, come la madonna del rosario
Beato chi tocca i tuoi piedi !

O semplicemente ho approfondito le scienze sociali e la filosofia.
Non mi pare di avere lo stesso atteggiamento se parliamo di musica classica, ippica, black jack, geologia, occultismo, letteratura, analisi matematica o architettura.
Quindi mi spieghi il senso di questa supercazzola?
Esattamente qual'è il senso? Non posso dire che sul piano storico economico il tuo è un esempio sbagliato semplicemente perché è il mio campo?
Boh vaaaabbé.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 01 Mar 2018, 00:41
fat sei tu che decidi che il gioco è il tiro alla fune partendo da una concezione tua del diritto
per me il gioco è la bilancia
al tiro alla fune sei obbligato a dare un capo anche al nazifascista
io il capo non glielo voglio dare, io preferisco la bilancia che tende ad escludere gli estremismi e non è sempre vero perché anche la bilancia può essere rovesciata specie se entri in una crisi economica
il tiro alla fune permette un miglioramento solo nel 50% dei casi ma non è neanche vero perché i migliori sono i primi a morire quando si tira la fune
il tiro alla fune è un gioco pericoloso anche se vinci pensa se perdi
il tiro alla fune cambia anche il senso morale, cambia la legge, se perdi col tuo gioco diventa lecito anche uccidere chi è diverso
fortunatamente quelli che mettono al X ogni 5 anni sembra che preferiscono la bilancia alla fune e anche se con le X possono scegliere per la fune votando per gli estremismi, non succedendo spesso bisognerebbe pure capire perchè
bisognerebbe avere maggior rispetto per i voti della ggente, non è il potere che vota sono loro
e non è detto che lo fanno per paura presi solo dalle loro piccole vite magari preferiscono migliorare senza strappi con calma e credo che qualche miglioramento l'umanità dal 600 l'abbia avuto per cui forse hanno ragione loro
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 01 Mar 2018, 10:44

Ed è un atto che nemmeno all'assolutismo moderno era riuscito. Persino un assolutista come Hobbes riconosceva il diritto alla resistenza quando l'esercizio del potere non è in grado di tutelare la vita.


Si Ma Hobbes è assolutista proprio perchè dopo quasi vent'anni di guerra civile aveva capito che le leggi erano espressione del ceto o fazione dominante in un determinato momento, e il fatto che cambiassero in continuazione stava li a dimostrarlo.
Per cui al fine di raggiungere la pace e lo sviluppo economico era preferibile affidarsi totalmente al sovrano che cercare una via democratica, ma per una ragione puramente razionale e pragmatica.
Una sorta di contratto sociale ante litteram con l'assolutismo come sbocco invece che il liberalismo come in Locke e sopratutto Rousseau.
Quindi era anche logico, viste le premesse, che si lasciasse spazio per un'alternativa nel caso il sovrano non fosse in grado, e per questo motivo il re e i nobili lo elogiavano in pubblico ma in privato ne erano terrorizzati, benchè consci che, almeno nell' Inghilterra della seconda metà del 600', la teoria della discendenza per diritto divino era valida solo formalmente, ma ampiamente superata a livello di coscienza popolare.
Quindi Hobbes  non solo vede il diritto come fune e non come bilancia, ma pensa anche che la fune sia troppo fragile e sempre sull'orlo di spezzarsi.

Ci sta bene comunque Hobbes in questa discussione, e se non fosse per il timore di andare troppo oT, sarebbe utile per esempio citare le sue riflessioni sulla natura umana: forse ci aiuterebbero anche a capire cos'è la violenza in ognuno di noi.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 01 Mar 2018, 11:33
No certo Kelly, leggendo il tuo post precedente e le pagine di zerocalcare, che sono in qualche modo simili, ho sentito bene quanto conta, e giustamente, l'esperienza diretta. Ma voi perdonami cosa avete fatto in questi casi, vi siete difesi e avete fatto bene, così come ho scritto che se un cittadino qualunque riuscisse ad intercettare i raid anti Bangla etc, e ne avesse facoltà fisica, farebbe benissimo a menare, per fermarli.
Quel tipaccio che hanno pestato a Palermo, è difficile difenderlo e condannare la spedizione punitiva - per quanto sia una delle cose più fasciste e ripugnanti che esistano.
Insomma quando ci vuole ci vuole.
Ma generalizzare la lotta ai 'fascisti' dicendo la violenza è lecita, in quest'ambito, secondo me è sbagliato, strategicamente e politicamente.
forse è una distinzione sottile o gesuitica (uh!), forse no.
spunti di riflessione. grazie di condividere le tue.

CZ cerco di chiarire qual'e' il mio punto di vista:
la violenza non è un moloch unico in cui puoi mettere, che ne so, gli schiaffi al tizio di fn e lo scippo di una signora e il femminicidio e il bullismo e, e, e...
La prendo molto alla lontana: partiamo da un presupposto: la violenza è immanente al genere umano e alla società umana, e riprendendo giustappunto Hobbes, la tendenza naturale degli umani è quella egoistica di ottenere il benessere a scapito degli altri.
Facendo un salto di 3 secoli e mezzo e venendo all'oggi noi viviamo in una società in cui abbiamo da una parte uno stato di necessità materiale, dall'altro un grado di libertà.
Nessuno ci garantisce un tenore di vita decente: ce lo dobbiamo sudare e lottare ( sempre che non nasciamo privilegiati ), ma possiamo dire di essere liberi di parlare, scrivere, pensare, manifestare, scioperare, vestirci come ci pare, avere relazioni con chi ci pare etc etc.
E da questo punto di vista la diffusione di massa di internet, al contrario di quello che pensa Boldrini, è un bene per la libertà, perchè al netto delle fake news e degli sfoghi di violenza tastieristica da la possibilità a chiunque, sopratutto agli analfabeti funzionali di cui tanto parliamo, di esprimersi.
E' giusto che uno su fb metta le foto di mussolini?
In teoria no, perchè si tratterebbe di apologia di fascismo, ma nella pratica secondo me si dovrebbe lasciar correre, proprio in nome della libertà di cui parlavamo.
E' giusto che un partito politico faccia attività richiamandosi esplicitamente ai valori del fascismo?
Evidentemente NO, perchè il fascismo ha come fondamento ideologico la dittatura assoluta e la sottomissione a UN capo e a UN partito, negando de facto qualsiasi idea e pratica di libertà.
Scusa il pippone ma sto arrivando al nocciolo: lo squadrismo.
Quando, come in questo periodo storico, la propaganda fascista è affiancata da una consistente attività squadrista (ovvero applicazione di violenza fisica e verbale, intimidazioni) in teoria lo Stato dovrebbe difendere strenuamente i principi di libertà della nostra società così come espressi dalla Costituzione.
Quando di fatto invece non lo fa, chi difende la mia, la tua, la nostra libertà?
Torniamo a bomba a noi: dire che "la violenza è lecita" è come dire che in mare ci sono i pesci.
Certo che ci sono i pesci ma ce ne sono milioni di specie però.
Come l'esempio che faceva Fat qualche pagina fa: è chiaro che tendere un agguato a un ragazzo simpatizzante di cacapound è una violenza inaccettabile e inauspicabile.
Difendersi dagli attacchi fascisti è non solo legittimo secondo me, ma doveroso.
L'episodio di Palermo a me non è piaciuto come stile ( a volte l'estetica è anche etica )
ma a accetto il fatto che in quel caso più che l'effettivo danno fisico ( inesistente, du schiaffi )
era importante il simbolico della non invincibilità del leggendario picchiatore seriale di migranti.

Faccio notare che a parte l'episodio sopracitato la violenza degli antifascisti si è esplicitata sempre nel contesto di manifestazioni di piazza e ha riguardato lo scontro con le forze dell'ordine.
Questo vuol dire diverse cose: innanzitutto banalmente lo scontro avviene con chi militarmente è mille volte più organizzato di te e in quanto Stato ha il monopolio della legittimità della violenza
e quindi rischi non solo le manganellate ma pure i processi e la galera.
Che differenza con tendere agguati in tanti contro uno, PRATICA STANDARD DEL FASCISMO.

Ma il significato politico dello scontro di piazza è proprio quello di dire: non combattiamo I fascisti in quanto umani con la testa bacata, ma combattiamo IL fascismo come idea e come possibilità.
Non lo fai tu Stato, che dovresti? Sappi che se non lo farai tu lo faremo noi.
E tutto alla luce del sole.

I fascisti in quanto umani in carne ed ossa però quando te li trovi davanti con tutta la loro violenza cosa altro puoi fare per difenderti?
E' più importante la Libertà o il corpo, i corpi di quelli che vorrebbero colpire il tuo di corpo?
Certo che devi evitare le faide e le vendette come negli anni 70', certo che deve essere un'estrema ratio, certo che devi stare sempre attento e fare mille distinguo.
Però passi indietro no, non li puoi fare, la libertà ha un costo, non te la danno gratis.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 01 Mar 2018, 12:09
Aggiornamento: la presenza di bombe carta "sporche" al corteo di Torino era una fake news della polizia.
Incredibile, chi l'avrebbe mai detto che la polizia italiana fa zozzate simili?
Complimenti dope per essertela bevuta senza verificare.
L'unico reperto portato a prova dalla polizia è una scheggia di legno che ha ferito un agente. Ma il legno è incompatibile con le bombe carta, di chiodi non se ne sono ritrovati quindi la notizia è semplicemente falsa.

D'altronde caro dopa per la polizia italiana io sono più o meno un criminale: interruzione del pubblico servizio, rissa aggravata e lesioni, resistenza a pubblico ufficiale con l'aggravante del travisamento, rapina pluriaggravata. Mi manca l'associazione a delinquere, ci hanno pensato pure per un periodo ma poi era davvero troppo assurdo e non fecero nulla. A cari amici invece toccò l'art.1 (soggetto socialmente pericoloso), che è un bell'accollo sul piano personale, visto che quello non lo decide un giudice ma loro stessi.
O forse potresti iniziare a capire che la polizia usa denunce e procedimenti in chiave politica e repressiva, visto che di tutti questi nei fatti ne sono uscito sempre con assoluzione piena (non prescrizione, assoluzione piena).

Quindi alla fine dei giochi abbiamo oggi il ministero degli interni che inventa tentati omicidi a palermo (5 giorni di riposo) e attentati a Torino (bombe sporche) per perseguire gli antifascisti che pesta a sangue ad ogni corteo.
Un'insegnante per averli insultati dopo un pestaggio è soggetta a provvedimento disciplinare.
Mentre i fascisti che dei tentati omicidi fanno una pratica non vengono minimamente fermati.

Forse perché la polizia non fa semplice ordine pubblico, ma politica (da sempre e mica solo in Italia). E dovremmo quindi chiederci la legittimità di questa politica oltre il rispetto della legge.
Forse, ma solo forse, una certa visione della sinistra radicale la imboccano come agli infanti per mezzo stampa. E gli infanti mangiano soddisfatti, pensando anche di essere arguti. Cittadini modello.
D'altronde loro rispettano la legge e cosi facendo tutelano la democrazia. Proprio cosi si tutela la democrazia. In 1984 funzionava così.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 01 Mar 2018, 12:19
La discussione l'ho accannata perchè ricadrei nella tautologia, però mi linki la notizia delle finte schegge? Se hanno fatto come con le molotov del G8 so delle belle merde, per carità. (Sorvolo sui sipperò letti quando sembravano vere, anyway)

PS: non direi mai che sei un criminale per quei capi d'imputazione, dovrei prima sapere cosa hai fatto in concreto
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 01 Mar 2018, 13:06
La discussione l'ho accannata perchè ricadrei nella tautologia, però mi linki la notizia delle finte schegge? Se hanno fatto come con le molotov del G8 so delle belle merde, per carità. (Sorvolo sui sipperò letti quando sembravano vere, anyway)

PS: non direi mai che sei un criminale per quei capi d'imputazione, dovrei prima sapere cosa hai fatto in concreto

L'hai accannata senza saper dire chi avrebbe detto "sipperò" di fronte alla fake.
Semplicemente, per portare la discussione nei termini che ti piacevano, avevi cambiato le posizioni degli interlocutori, come se qualcuno avesse detto "spacchiamo teste a tutti i fascisti" o "tiriamo le molotov alle guardie, questa è la soluzione".
Parole tue. Ma solo tue, nessun'altro qui ha discusso così, mi spiace se questo ti complica il piano di confronto.

Rispetto alla fake, riprendo il corriere della sera, ma vale anche per gli altri:
http://torino.corriere.it/cronaca/18_febbraio_23/scontri-torino-viminale-fatti-gravissimi-bombe-chiodi-bisogna-abbassare-toni-4e5c3f5a-1896-11e8-8324-71c107a2e9b6.shtml (http://torino.corriere.it/cronaca/18_febbraio_23/scontri-torino-viminale-fatti-gravissimi-bombe-chiodi-bisogna-abbassare-toni-4e5c3f5a-1896-11e8-8324-71c107a2e9b6.shtml)

Il reperto che si vede nella foto e che ha ferito l'agente al gluteo, l'unico mostrato dalla polizia, è un pezzo di legno. Ma il legno non ce lo puoi mettere nelle bombe carta.
Così come se ci fossero state bombe carta riempite con chiodi avresti una quantità di reperti in loco pazzesca, perché non mostrarli come si fa ogni sacrosanta volta?

Semplicemente Minniti (e chi lo guida) hanno deciso che poiché questo tema dell'antifascismo stava diventando fastidioso per loro sul piano elettorale toccava fare due cose: criminalizzare la parte radicale e relativizzare le responsabilità dei fascisti.
Una roba gravissima, che parla da sola sui migliori alleati dei fascisti.

Su di me: vedi caro dopa, ti faccio notare la netta contraddizione nelle tue parole.
Mentre negli altri casi giudichi senza pensarci gli atti penali e le notizie derivate, con me vorresti conoscere i FATTI, senza considerare che le due cose divergono nel 98% dei casi.
Giudica anche me dagli atti penali se questo ti convince come affermi.
Oppure vai sempre alla ricerca dei fatti, con la consapevolezza che gli atti, la legge e i media sono elementi da considerare ma segnati. Non oggettivi, di parte.
Non una bilancia, ma una fune.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 01 Mar 2018, 14:58
Grazie per il link. Però perchè mi accusi di incoerenza? Io non ho mai contestato lo sbilanciamento delle istituzioni, mai detto che i criminali sono quelli con una sentenza penale e stop. Io me la so presa con i picchiatori di ursini e i lanciatori di bombe carta (che sembravano pure "sporche"). Me la pio pure co traini o osenghele, ma su quello credo sia inutile parlare. Ugualmente, se dovessi giudicare la tua condotta, vorrei sapere cosa hai fatto, non cosa ti hanno dato. Non c'è conflitto sulla sfiducia nelle istituzioni.
Poi, insisti col dire che non vedi sipperò, ma a me pare una [...]ddhra, perchè se vado a rileggere indietro

manco a me è piaciuta. Per niente.
Ma il "fascismo per moda" si costruisce sulla loro presunta invincibilità. Hanno voluto soprattutto umiliarlo più che menargli e basta.
Segno dei tempi, terribili, che viviamo.


3) vorrei far notare con quale prontezza la polizia è intervenuta in questo caso.
Paro paro alle molteplici aggressioni fasciste in tutta italia. Uguale. Spiccicato.
militanti CP hanno aggredito candidato Forza Italia. A Genova accoltellato un antifascista e pestato un militante di Potere al Popolo. Ieri aggressione a Perugia. 2 settimane fa ex leghista e forzanovista spara a 6 immigrati. Sedi di CP e ForzaNuova perquisite? ZERO.
Incredibile coincidenza eh.
Ditemi voi come si combatte sta gentaglia dal momento che lo stato è CONNIVENTE.


"sipperò lo stato è connivente e ai fascisti niente, quindi ditemi voi come si combatte sta gentaglia (se non così. Ho capito male? Forse, ma non sembri fare di tutto per non essere ambiguo)


4) a noi gli antifascisti ce piacciono quando prendono le botte. I migranti quando affogano.
Le donne quando le stuprano.
Ce piacciono le vittime in poche parole. O ce piace chi perde, per usarne altre.
Invece no, ce sta la volta che le damo. Che non siamo vittime. E menamo pure forte eh.
Non farei di questa cosa accaduta a palermo una pratica da esaltare, come dicevo non mi è piaciuta, ma per favore non cadiamo nell'eccesso opposto, che qui il problema è esattamente come piantarla di essere vittime di qualcuno o qualcosa.
E tendenzialmente ciò passa anche attraverso due sonore legnate.
O pensate di convincere i fascisti con un abbraccio?



3) vedo che tutti sorvolate sul problema cardine. Come si affrontano quindi i fascisti se lo stato li lascia impuniti?
Abbiamo davanti agli occhi l'evidenza che non li toccano, anche se aggrediscono, accoltellano, pestano, tentano di uccidere. Niente.
Evidenza confermata dal fatto che quando succede il contrario scattano gli arresti in 12 ore e i media subito parlano di aggressione e non di rissa, come fanno con i fascisti.
Quindi cosa tocca fare?
Come ci si dovrebbe comportare?
Perché è facile parlare di coglionazzi e imbecilli quando non si fa un emerito cazzo in merito al problema.
Allora ditelo voi.
La denuncia formale non porta a nulla, quindi? Che si fa?


Qui sembreresti prendere le difese dell'operato di chi è stato definito "coglionazzo e imbecille", e chiedi soluzioni alternative a chi giudichi inconcludente. E sembrerebbe dunque che la violenza intanto sia già qualcosa, a confronto con il nulla. Ho capito male? Può essere, come sempre, me lo puoi spiegare tu.

Quella modalità non piace nemmeno a me, l'ho detto e lo ribadisco.

Ma se la questione diventa "la violenza" mi sembra un'ipocrisia posticcia.
Perché le forze dell'ordine non fanno nulla mentre questi vanno indisturbati a fare raid contro bengalesi e migranti, crescendo esattamente tra i giovani come quelli che se la scoattano impunemente.
E questo fascismo per moda si ferma ANCHE prendendoli a legnate.
Se la legge non interviene, anzi interviene solo per reprimere gli antifascisti (Torino è l'ultimo esempio di una lunga serie) è dovere civico che intervengano i cittadini. Che evidentemente non possono arrestare nessuno, ma possono solo contrapporre loro stessi a questa melma.

Fate perdere questa aura di intoccabilità a sta gente e il loro seguito svanisce come per magia.


Su questo concordo. E tre.
Anche perché per causare 20 giorni di prognosi significa che è stata più scena che altro.
All'operaio rumeno legato ad un palo e pestato dall'ex segretario del pd di vittoria (vicino Ragusa) per un furto di una bombola di gas ne hanno diagnosticati il doppio (a proposito, non mi pare di aver visto la minima attenzione ne solidarieta per un episodio ancor più grave).
Un operaio ruba una bombola viene massacrato ma è più o meno tutto ok. Se ne parla nelle edizioni locali. In fondo se l'è meritato.
Un criminale nazista dedito a pestaggi seriali che faceva per hobby viene pestato e diventa uno con cui solidarizzare.

Per altro l'imprenditore piddino di ragusa lo ha sbracato molto peggio e l'accusa è lesioni gravi.
A Palermo è tentato omicidio.

Al netto di quanto dici vogliamo capire che è in atto una paradossale criminalizzazione dell'antifascismo mentre si lascia impunito il fascismo?
Che in questo momento gli strumenti della legge vengono usati a spron battuto contro gli antifascisti e ZERO contro i fascisti?

A me non è piaciuto quanto accaduto proprio per l'immaginario che evoca e concordo con te, ma credo si stia operando l'ennesimo slittamento dei significati in modo interessato.

Basta mettere a paragone quanto avvenuto a palermo e Ragusa la stessa sera per rendersene conto.

Anche a me ha dato fastidio l'atto di "Palermo" però a mio avviso ricordiamoci sempre che se si vuole ragionare in maniera razionale, ciò che divide le diverse fazioni politiche è, o dovrebbe essere l'obbiettivo.


Le rivoluzioni sono spesso anche un fatto militare, purtroppo è quasi inevitabile.

Torno alla domanda: quindi cosa si fa per combattere la violenza fascista nel momento in cui si esprime e le forze dell'ordine stanno a guardare?
Proporre alternative, grazie.
Altrimenti è una supercazzola astratta.
Pure io non penso che il fascismo (ossia il pensiero diffuso oggi) si sconfigge con la violenza, ma con la politica. Non è che penso di menare tutti i salviniani, mi pare ovvio.
Tuttavia le espressioni violente del fascismo (tipo ciò che quotidianamente fa fn) devono avere una risposta e non basta di certo manifestare dissenso.
Perché mentre noi manifestiamo dissenso quelli menano, accoltellano, aggrediscono.
Ribadisco: dire quale alternativa ci sarebbe alla contrapposizione. Ascolto volentieri.

Qui, ancora, da come parli, pare che la violenza sia già qualcosa, visto che ce chiedi un'alternativa se non ce piace.

AGGIORNAMENTO: il referto di 20 gg di prognosi era una fake news di forza nuova.

http://www.giornalettismo.com/archives/2650391/massimo-ursino-riposo (http://www.giornalettismo.com/archives/2650391/massimo-ursino-riposo)

Ursino se la caverà con 5 giorni di riposo. Cinque giorni di riposo.
Aaaa violenza.
Liiii imbecilli.
Eeeer fascismo al contrario.

LA MAGISTRATURA STA ACCUSANDO DUE PERSONE DI TENTATO OMICIDIO PER UN REFERTO DA 5 GIORNI DI RIPOSO, OSSIA DUE SCHIAFFI.

Mentre un accoltellamento a Perugia viene fatto passare per rissa.
questa è la notizia scandalosa.
Questo è lo schifo.
Questa è la copertura che hanno e soprattutto la volontà effettiva di governo e magistratura: combattere gli antifascisti, non i fascisti che evidentemente fanno comodo.

5 giorni di riposo, non ce posso pensare che si è creato sto caso nazionale per 5 giorni di prognosi a un picchiatore fascista.
Praticamente due schiaffi, anzi forse co due schiaffi dati bene a 7 giorni ci arrivi e qui a tirare giù madonne e santi, a sentenziare, a pontificare, cadendo nel trappolone di media e forza nuova prima di approfondire i fatti concreti.

Applausone per noi (me ce metto pure io ovviamente).
Alla luce dei fatti il tentativo di umiliare quel personaggio abietto va visto come il minimo che ti possa capitare quando vai in giro a pestare la gente per hobby.

Questi accoltellano come macellai. Ammazzano la gente.
Le guardie non fanno niente e noi dovremmo fare non si sa cosa.
Tutti capaci a giudicare aaaaviolenza e nessuno in grado di definire un'alternativa concreta NON per combattere il fascismo sul piano politico ma su quello individuale, quello del rischio personale.
Perché capisco che può tangere poco, ma ce sta pure chi la coltellata la rischia tutti i giorni e non sono le manifestazioni politiche a tutelarlo.

Altrimenti, come ho detto nel post precedente, tiriamole fuori queste belle alternative che ai violenti senza idee sfuggono.
Mi piacerebbe ma temo che non ci siano e alla fine la condanna della violenza si trasforma cosi nella dichiarazione perbenista di chi se lo può permettere.

Qui pure pare che visto che l'hanno corcato piano hanno fatto bene. Ma la violenza è violenza, non lo troveresti di cattivo gusto se cominciassi a postare i referti delle vittime di traini prese di striscio al braccio?

5 giorni de "riposo".. manco n'influenza..
poi potrà uscire di nuovo per strada e riprendere quello che fa sempre da anni. picchiare, sprangare e fare le ronde per la città.

Quindi sotto i 5 giorni de prognosi se po fa?

Da un lato per due persone che hanno causato 5 giorni di prognosi hanno fatto scattare in 24 ore perquisizione, arresto e accusa di tentato omicidio, mentre dall'altro questa povera vittima era libera di aggredire stranieri a suo piacimento.
Eh, la voglia di far polemica...i danni...

Quindi hanno fatto bene? Quindi se quelli a cui ha sparato traini erano davvero spacciatori comunque avrebbe fatto bene, anche considerando che li ha presi solo alle gambe o insomma spulciando i referti medici?


il fascismo si estirpa, con qualsiasi mezzo a disposizione. anche violento.

in questo caso sì, è importante conoscere i 5 giorni di riposo invece dei venti perché mi dà l'indicazione che sicuramente tentato omicidio non è: erano in 4 se avessero voluto lo facevano fuori in un micro secondo. è stata una punizione, non un tentato omicidio. quindi cambia eccome.
secondo punto che aveva sottolineato fat danny: le notizie come vengono date e la percezione e il lavorio che scatenano. quindi, ancora una volta, è importante sottolineare i 5 giorni di prognosi invece che le gravissime lesioni di cui parlavano prima i media.

terzo. imparagonabile con i danni o le "prognosi prodotte" da traini. traini è un razzista che è uscito di casa per uccidere, con una pistola, a fare il bersaglio su innocenti per strada che non avevano fatto un cazzo di male.
ursini è un pezzo di merda che si autodefinisce "soldato politico", che fa del male alla gente per la città per i suoi valori di merda e che spranga e fa le ronde. un delinquente che vuole mettere sotto scacco Palermo e fare in modo che diventi fascia e razzista.

quindi sì, personalmente, su un soggetto simile guardo i giorni di prognosi e faccio tutti i distinguo del caso. del resto è un "soldato", sta in guerra, quindi si deve aspettare le asperità della pugna.



Ribadisco che mentre il fascismo politicamente pericoloso si combatte con la politica (non sto dicendo "vanno menati tutti i salviniani") quello militante neofascista non è politicamente pericoloso perché come dici tu so quattro gatti, ma lo è individualmente. E su quello hai poco da fare cortei perché il problema non è la politica, ma la sicurezza individuale.
Ora, se le guardie li lasciano impuniti fare quel che fanno che tocca fare?
Ripeterò all'infinito questa domanda che aggirate perché facile pontificare sulla violenza ma poi di risposte ne avete zero nella comodità del vostro divano, da dove guardate i fatti in tv. Abbravi.
(...)
Quindi si i giorni di prognosi come spiega bene pan dicono qualcosa sul tipo di azione, che ha voluto umiliare chi l'ha subita più che attentare alla sua vita.

Inutile spiegare che si, la violenza in questi casi è ampiamente giustificata.
Non un po', ma ampiamente giustificata. Perché si tratta della propria pellaccia e non di un vanto. Hanno preso un picchiatore seriale, segretario locale di fn, non un ragazzino con una maglietta degli zetazeroalfa.



Non stiamo parlando del fatto che qualcuno ruba a casa tua o ti sfregia la macchina e ti vendichi.
Ma di chi fa della violenza un'espressione politica, un atto identitario e qualificante.
Gente che ti cerca in quanto comunista o gay o migrante per pestarti.
Non è la stessa cosa se ti rubano la macchina gio, anche solo pensarlo non ti rende merito.
Non parliamo di un semplice reato di cui casualmente sei vittima, ma di un atto politico che mira da una parte a fare male dall'altra a intimidire, a far sentire impotenti e alla mercé di questa teppa.

Ecco perché la reazione violenta a questa roba non è solo autodifesa, ma anche il miglior modo per renderla inefficace.

dope un qualsiasi post di pablohoney non ha alcuna efficacia contro le coltellate, non so se ti è chiaro.
Ribadisco che il punto non è come combattiamo politicamente il fascismo perché nessuno sta dicendo che questo si fa con la violenza. È ovvio che si fa con le idee e con la buona politica.
Il punto è che ostinatamente rimuovete il fatto che purtroppo siamo di fronte ad un altro piano per quanto riguarda queste organizzazioni.
Le quali politicamente pesano zero dopa. Come dice gio, a ragione, non hanno alcuna rilevanza politica in 1000, poco più che macchiette. E raffigurarli come il nuovo pnf gli fa solo un favore rendendoli più credibili di quel che sono.
Il problema con loro è solo e unicamente di incolumità. Perché spesso sono brande che si allenano 5 giorni su 7 a fare del male.
Contro questi mi spiace ma è inutile venirmi a portare i post di Pablohoney che purtroppo in merito non servono a una mazza.
Quindi perdonami o mi dai un'alternativa efficace oppure stai a fa il commentatore da divano pure tu.
Che davanti a chi vuole accoltellarti o pestarti sotto casa quando torni la sera reagiresti esattamente allo stesso modo ma siccome oggi non hai il problema ti permetti il lusso di dare una risposta da manuale.

non è un discorso di sdoganare la violenza. E ci sarà sempre chi penserà che tutta la violenza è uguale e sbagliata (anche in situazioni ben più gravi, vedi la questione israelopalestinese).
Per me, come dice orchetto, è uno che dietro il suo discorso superpartes sta prendendo la parte del violento oppressore.
Perché la violenza non è una categoria morale, ma uno strumento umano che può essere usato per opprimere o difendersi da un'oppressione.

Se tu non capisci che la violenza verso un picchiatore seriale rientra nel secondo tipo abbiamo poco di cui discutere.
Se non capisci che accollare "tentato omicidio" per due schiaffi che tu dai ad una partita de calcetto per un fallaccio di troppo è una vera e propria persecuzione c'è ancora meno da discutere.
Per me ormai sei passato dall'altra parte pur di difendere la Legge che decanti nel tuo ultimo intervento.
La tua legge e il tuo bon ton istituzionale sono funzionali ai fascisti. Da sempre.
I fascisti hanno sempre utilizzato le due facce nel costruirsi fin dagli anni 20.
Se ancora non lo capisci e ti appelli ai formalismi allora sei proprio de travertino.


Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 01 Mar 2018, 15:02
ma dove mi hai visto scrivere delle bombe carta?
Io parlavo del confronto con la teppa neofascista.
E non pretendo di aver ragione, tanto di dirti: dimmi qual'è la tua soluzione davanti a chi mi aspetta sotto casa per accoltellarmi. A chi fa i bangla tour il venerdì sera. Chi si allena al pestaggio in palestra.
Non pretendo di dirlo io, dimmelo tu che non prendi cantonate epocali.
Mi sembra che su questo non rispondi o rispondi con i post di pablohoney e le manifestazioni (come se non fossero fatte) e scusami ma me pare una risposta del cazzo.
Perché i cortei vengono fatti, le denunce pure e il risultato è zero.
Quindi che si fa?
A questo punto me rassegno alle coltellate perché tutto quello che si può fare è stato fatto?
Se ti prendi l'onere di giudicare devi prenderti anche quello di dare un'alternativa possibile.

Su quanto dici sulle bombe carta registro che la polizia pesta a sangue quotidianamente i cortei antifa, mentre lascia indisturbati i fascisti, e non mi pare di aver visto la stessa condanna unanime.
Almeno questo lasciamelo registrare senza che significhi giustificare i chiodi e le bombe carta.


Si, ma se in questo contesto invece di dire che chi tira le bombe carta è una merda, dici che la polizia è una merda, sembra un zinzino che una loro giustificazione, le bombe carta tirate alla polizia, la hanno. No?

Non solo, i cortei sono costantemente caricati a quanto pare.

Quindi gli si tirano le bombe carta?



Faccio un altro esempio non proprio di estrema sinistra: via Domodossola 1992.
La LED (lega ebraica di difesa) dopo scritte di merda su negozi va nella sede del movimento politico occidentale di boccacci, 100 giovani ebrei tra cui un futuro rabbino di Roma che li sbracano letteralmente. Altro che due schiaffi, una violenza inaudita. Motorini e automobili distrutti, un nazi di 20 anni all'ospedale, gente fatta inginocchiare sul marciapiede, c'è chi parla addirittura di una pistola ostentata.
Denuncie? 0
Arresti? 0
Parliamo di reati in linea teorica ben più gravi di quanto accaduto a palermo. Ma parecchio di più eh, roba da anni di galera.

Efficacia? Massima. Il mpo ebbe una mazzata enorme da questo episodio, anzitutto sul piano dell'immaginario interno.
Gli ebrei li avevano letteralmente umiliati (oltre che pestati).
Potrei raccontarne un altro simile a viale Marconi nei confronti di forza nuova.
Coi compagni a fare quel che dice smoka e la comunità ebraica a randellare come fabbri.

E fece bene la LED.
E fecero bene a non denunciare nessuno
.
E nessuno si scandalizzó tra i sinceri democratici dell'allora pds, ma manco tra le fila della dc dissero nulla.

Ragionate su ste cose prima di dire che certe cose sono inutili senza proporre nulla perché nulla avete da proporre.


anche io sono una fautrice del non mostrare mai il fianco. se loro sono zozzoni noi non possiamo esserlo, in primis perché non lo siamo. secondo perchè poi si equipara il tutto furbescamente. quindi anche io sono contro le violenze dimostrative e tout court.
ma non si può fare un mischione, di solito dalla gente di destra per bilanciare le violenze.
il fascismo non porta con sè un messaggio di pace, casa pound e forza nuova non sono associazioni pacifiche. si insinuano nella società, con i loro pacchi di pasta regalati per abbindolare la gentuzza.
che cazzo me ne frega dei pacchi di pasta se il tuo fine è quello di fare proseliti con questi mezzucci da medioevo per poi poter diventare, secondo i tuoi piani, tessuto  stabile e, a quel punto, innestare le tue politiche fatte di violenza, dittatura, estrema destra, ecc. ecc. perché questo sono. o forse pensate che se prendessero potere si innesterebbe una nuova dc o una sorta di m5s arruffone? vogliono altro.
quindi la violenza non può partire mai dal soggetto pacifico o di sinistra ma...
se io vedo che i fascisti picchiano, sparano, mi minacciano sol perché zecca o bengalese  e lo stato non mi aiuta che faccio? chi chiamo? mi faccio menà?

eppure non è difficile. se un violento picchia, minaccia vostra figlia mi piacerebbe vedere che fate. aspetta cara che chiamo la polizia... je menate, reagite, eccome se reagite.
ecco. adesso pensate che per molti l'antifascismo, i valori democratici,  sono come dei figli da proteggere e se c'è da farsi menare o arrestare lo si fa, se chi è preposto a tutelarli si volta dall'altra parte.

Ad impedire certi comizi ci dovrebbe pensare il ministero degli interni .

Non ci pensa lui .

Fanno bene a pensarci altri .

E per difensori della polizia ad ogni costo , rileggetevi la storia di Vincenzo Vinciguerra.

O magari come e' bello e democratico far cantare faccetta nera in una caserma a dei fermati a forza di calci e pugni .

Come la Gestapo . Ne piu' ne meno .

Quando vedro' i colpevoli finire in carcere con la giusta condanna , potremo cominciare a parlare . Fino ad allora fanculo a voi pezzi di merda .



se la polizia non ferma gente così e anzi la fiancheggia qualcuno ci deve pensare.
Non perché c'è il rischio che arrivino al potere mentecatti quali sono, ndo vanno, ma perché sono persone pericolose nella loro quotidianità.
Non per sostituirsi alla legge (ma chi se la incula la legge francamente, se volevo far rispettare la legge facevo il poliziotto) ma come forma di autotutela.

Quindi si, questi si possono impacchettare come pacchi postali e prendere a pizze in faccia fino a che non sputano la merda che hanno nel cervello.
Esatto questi non sono vittime, manco di serie b o c o d, questi meritano ogni pizzone in bocca ricevuto visto che prendere sveje li rimette al posto loro, nella fogna più prossima come già accaduto svariate volte nel recente passato.
Anzi devono ringraziare la magnanimità che si usino solo le mani e non peggio.
Non lo dice nessuno che si può fare, chi ha un minimo senso di giustizia lo fa e basta, perché fortunatamente non pensa che la giustizia emani da un giudice (o se stavamo a questo, altro che fascismo... Ancora al medioevo eravamo).

Certo che certa violenza è legittima e certo che non serve la legge a stabilirlo. Come non serve fatdanny.


Su questo argomento ho sempre pensato cosi e agito di conseguenza. Le elezioni ci azzeccano poco o nulla.

Ci ho rotto con un'area politica 16 anni fa sul tema della non violenza affermata in modo astratto, figurati se è questione degli ultimi 16 giorni.
Forse ti sei perso contributi in passato che discutevano, anche animatamente, proprio di questo.
La violenza non va mai esaltata o fatta diventare fine, ma a volte resta l'unico mezzo possibile.
Nessun estremismo, io non sono estremista.
Sono radicale.
L'estremismo si giudica sempre a partire da un centro che si autoelegge come oggettivo.
Io sono per scelte radicali, non estreme, altrimenti avrei parlato di sparare alle persone per le strade.


io non vado a fare agguati contro ursino nè lo lego e lo pisto.
però ammetto di metterci il "però".
quindi sono una brutta persona , sbracchiosauro. perché per me sì, ci sono vittime di serie A e vittime di serie B.
pace.


Altra cosa se ti presenti in 4 davanti a uno che in settimana si allena per far male.
Non mi sembra esattamente lo stesso.
Che, si, 1 contro 1 te sfonna garantito, che problema c'è a dirlo? C'è chi ha cose a suo avviso più interessanti da fare che imparare a combattere.
Cerchiamo anche di essere in minimo concreti eh, che qua non è la lotta per un titolo pugilistico.

Secondo aspetto, anche avendo la meglio di uno del genere in quattro, se lo leghi e gli apri la testa a martellate stai facendo una cosa di merda. Se lo tieni fermo e lo umili con due sonori schiaffi ma che quello restano è tutt'altra cosa.
E a me preoccupa tantissimo chi non sa cogliere la differenza e che i media lavorino affinché non si colga.

Perché in queste pieghe ci sono innumerevoli sfumature da considerare.
Secondo le proprie definizioni di giusto e sbagliato, che evidentemente  prescindono dalla legge, almeno per alcuni.



Tu parli di Legge . E potresti avere anche ragione .

Io parlo di Giustizia . Ed ancora non la vedo alla pari della Legge .

La categoria dei poliziotti , come tante altre , alza la voce per difendere i propri aderenti .

Quel poliziotto picchiato a Piacenza chissa' come avra' commentato le morti di Cucchi e Aldovrandi . Era a Genova ed anache lui esulto' alla radio per la morte della "zecca" ?

E' peggio la "tortura" del nastro adesivo da parte dei Centri Sociali o quella dei "servitori dello stato" ?

La polizia e' come un arbitro di calcio . La polizia italiana e' apertamente schierata con una squadra . E non e' sudditanza psicologica . Sono compari .

E SI , parlo di categoria , non poso parlare dei singoli . Non ne conosco .

Mi so fermato a pagina 11, abbi pietà. Ora, nonostante registri che il 95% di questi interventi inizi con: "premetto che non mi è piaciuta l'aggressione di palermo", io ho ravvisato, personalmente, una discreta quantità di sipperò.
Io non contesto che quelli sono stronzi, io contesto il concetto di giustiziere violento che si sostituisce allo stato sulla base delle sue convinzioni personali, giuste o sbagliate.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: CityZen - 01 Mar 2018, 15:08
O semplicemente ho approfondito le scienze sociali e la filosofia.
Non mi pare di avere lo stesso atteggiamento se parliamo di musica classica, ippica, black jack, geologia, occultismo, letteratura, analisi matematica o architettura.
Quindi mi spieghi il senso di questa supercazzola?
Esattamente qual'è il senso? Non posso dire che sul piano storico economico il tuo è un esempio sbagliato semplicemente perché è il mio campo?
Boh vaaaabbé.

Non è una supercazzola è un processo di beatificazione:)

Ho scritto di Gandhi (sbagliando lo spelling), perché mi sembra doveroso citarlo in quanto esempio di lotta di liberazione non-violenta e vittoriosa.

C'è una letteratura infinita su questo personaggio e sulla vicenda e mi sembra di poter escludere che tu la conosca tutta.

La tua specializzazione è palese e stimolante, ma ci mancherà un tantino dai, dall'essere onnisciente, anche nel campo che più ti appassiona.

Porre delle questioni sì, avere soluzioni in tasca su fatti tanto complessi e importanti: no, grazie.





Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 01 Mar 2018, 15:29
Dope, ma dopo st'elenco di citazioni a 360° uno che te potrebbe risponde?
Cioe' e' come postare la Divina commedia da leggere e poi chiedere che ne pensi
Mo capisco che la discussione puo' essere arrivata a un punto morto ma cosi hai usato proprio il Napalm
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 01 Mar 2018, 16:52
dopesmokah visto che mi hai quotato. sìsì, è come dici te. il senso del mio discorso sui 5 giorni di prognosi della merda ursini (questo sì l'ho detto veramente: MERDA) è interpretabile proprio con la tua boutade.
ma porca zozza dire o fare intendere che un pestaggio non è stato violento  come i media all'inizio avevano fatto credere (e anzi... provarne un senso di sollievo perché significa che NON lo volevano ammazzare e a me la cosa sta benissimo)  significa che volevamo morto ursini o ammazzarlo noi stessi lettori di sinistra tifosi laziali di un forum di calcio?
o dire che la nostra pena verso le vittime di violenza fascista e razzista NON è e NON sarà mai la stessa che proverei verso i fascisti...  ma vi sconvolge così tanto?
cosa c'è che non vi è chiaro?
è un discorso così lineare.
l'ho pure detto: io sarò una merda di persona perché la penso così e il mio cuore fa questi distinguo così astrusi. voi a quanto pare no, i vostri cuori sono soffusi da amore universale e piagnete pe le vittime di Traini allo stesso modo der poro ursini . bravi, bravi applausi. se l'ho detto IO STESSA che cacchio ti quoti il post per far intendere quello che già ho detto io? ho detto chiaramente che io ci metto il però,  faccio i distinguo e tu lo riquoti a fare le sorprese dialettiche??
mah.

 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 01 Mar 2018, 17:06
Scusami dope ma da questo elenco si capisce proprio che tu prendi le affermazioni e ci attacchi pensieri tuoi conseguenti perché li ritieni oggettivamente conseguenti.

Se io dico "se le istituzioni lasciano la violenza fascista impunita, è legittimo che le potenziali vittime si organizzino e si tutelino, anche con violenza".
tu ne consegui che tocca fare i giustizieri spaccando teste e così risolveremo il problema del fascismo.
1) nessuno ha parlato di farsi giustizia, semplicemente di guadagnarsi il diritto a girare tranquillo.
2) nessuno ha parlato di risolvere il problema del fascismo, che è politico.
3) nessuno ha detto che tocca fare della violenza la pratica quotidiana.

La differenza, piuttosto elementare, è che io non voglio aprire la testa a uno per la maglia di CPI. Girasse con quello che je pare per strada.
Ma se i gruppi neofascisti vanno a caccia di chi ha la maglietta del Che o del bengalese e la polizia non li ferma, mi sembra legittimo che le potenziali vittime si adeguino alla situazione e facciano in modo di fermarla anche quando si rendono conto che le denunce non servono a nulla.
tu invece, del tutto astrattamente, stai dicendo che se la devono rischià perché sennò fanno i giustizieri.
In amicizia, te stai fori.

Altra cosa, ma proprio tutt'altra cosa, che nessuno ha detto se non tu, sarebbe fare dello spaccare teste una pratica quotidiana per combattere il fascismo.
So' due cose totalmente differenti, per te so' identiche.
Ma è l'italiano a renderle differenti eh, prima della politica.
Una è una necessità contingente, momentanea, immediata, l'altra è una modalità politica quotidiana, una prassi costante su cui provi a costruirti.

Ti ho fatto anche gli esempi per far capire la differenza.
Niente, tu invece decidi il senso delle frasi anche al di là del loro significato compiuto.
Così è proprio complicato parlare. Ma de qualsiasi cosa, non di fascismo.

Certo che giustifico se a Palermo prendi un picchiatore seriale impunito e lo umili.
Per me è proprio giusto per le ragioni suddette, perché guardando i FATTI non hanno preso il pischello fascista perché portava una maglietta, ma un picchiatore seriale perché rompeva il cazzo da anni.
Dove vedi che questi hanno provato a risolvere il problema del fascismo spaccando teste?

la violenza non può essere una parola tabù (oddio la violenza aaaaah), è un comportamento umano tra tanti altri. E come tanti altri può essere giustificata come assolutamente ingiustificata.
Quindi va giudicata. Non dal Giudice per la miseria, ma da ogni individuo.
Esattamente come non è un giudice a stabilire se un dato comportamento è educato/maleducato, tollerante/intollerante, corretto/scorretto, etc. Ognuno giudica in base ai suoi parametri e si comporta di conseguenza, mentre il giudice stabilisce se c'è una rilevanza penale.
e non per questo si finisce nel Caos totale dipinto da chi ha l'ossessione per l'Ordine costituito.
Tranquilli, se anche ognuno si comportasse di testa propria non ci sarebbero scene da manicomio perché non ci sarebbe ragione perché avvenisse. E' una semplice fobia indotta.
Se non forse per chi lo pensa perché lo psicotico che farebbe scene da manicomio è proprio lui.


Dire che la violenza non è mai giustificata è semplicemente una cazzata infantile.
Una roba da asilo, da film di quarta categoria in cui ogni azione è perfettamente inseribile in categorie semplificate. Il buono, il violento, l'onesto, il pavido.
Qualcosa che non ha attinenza con la realtà, ma solo con un'astrazione utile a far tornare una formula politica: non vi ribellate ai legittimi detentori della violenza.




Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 01 Mar 2018, 17:11
Pan mi si è chiesto dove ho visto dei "sipperò", ed ho pensato che quotando dove li ho letti mi potessi sottrarre alla gara a chi costruisce l'uomo di paglia più grosso, fino ad arrivare a dire che sto dicendo che gli utenti di lazionet secondo me ucciderebbero materialmente ursini, se potessero. Quotame dove l'ho scritto.
Fat se impieghi tempo a rispondermi non ti pisso liquidare con due frasi ed ora lavoro. Appena posso ti rispondo, SEMPRE con rispetto e senza rancore.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 01 Mar 2018, 17:20

Io non contesto che quelli sono stronzi, io contesto il concetto di giustiziere violento che si sostituisce allo stato sulla base delle sue convinzioni personali, giuste o sbagliate.

Bravo, pure perchè anche a destra esistono quelli che ti spiegano con la stessa dovizia di particolari, aneddoti ed esempi, che la violenza è sbagliata MA...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 01 Mar 2018, 17:45
Ancora co sti giustizieri.
NESSUNO pensa di portare giustizia alzando le mani. Ma anche a mani basse non cambierebbe molto.
Non è che ci si scontra coi fascisti per farsi giustizia, ma mica stamo a parlà de Dredd.
Ripeto: sticazzi della giustizia.

Si fa per riprendersi il diritto a girare tranquilli senza le loro minacce costanti.
Non è una punizione, una sanzione per una colpa. Ma la conseguenza del fatto che io vorrei girà tranquillo e se la polizia non ferma le tue minacce me tocca pensacce da solo. E' un accollo, non una missione.
Non per giustizia, per necessità. Perchè voglio girà tranquillo e la cosa è più pressante della "giustizia umana".

Quindi possiamo superare almeno questo punto nella discussione sui giustizieri della notte?
Nessuno vuole fare il giustiziere, nessuno si sostituisce allo Stato, anche perché io la guardia non la voglio fare manco in forma non ufficiale.
Non ci si scontra per sostituzione allo Stato, ma per affermare il diritto all'agibilità (che lo Stato dovrebbe garantire).
Il fascismo, 'nnaggia, non ha diritto a questa agibilità.
Se non siamo d'accordo su questo è chiaro che non ci ritroviamo sul resto.
Perché il problema sta nel concepire i giudizi con la necessità di trovare un equilibrio perfetto quanto astratto (se tollero A, devo tollerare pure B perché A e B sono due lettere astratte e non due forme concrete) invece di un giudizio di valore che li guidi (A è tollerabile, B è intollerabile, perché A e B sono forme concrete che so stimare).

La violenza è intollerabile? Allora si definisca un'alternativa.
Se non si definisce si sta indirettamente dicendo che è tollerabile girare sotto minaccia costante per chi queste minacce le subisce, forti soprattutto del "sticazzi, tanto io non le subisco".
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 01 Mar 2018, 18:40
Ancora co sti giustizieri.
NESSUNO pensa di portare giustizia alzando le mani. Ma anche a mani basse non cambierebbe molto.
Non è che ci si scontra coi fascisti per farsi giustizia, ma mica stamo a parlà de Dredd.
Ripeto: sticazzi della giustizia.

Si fa per riprendersi il diritto a girare tranquilli senza le loro minacce costanti.
Non è una punizione, una sanzione per una colpa. Ma la conseguenza del fatto che io vorrei girà tranquillo e se la polizia non ferma le tue minacce me tocca pensacce da solo. E' un accollo, non una missione.
Non per giustizia, per necessità. Perchè voglio girà tranquillo e la cosa è più pressante della "giustizia umana".

Quindi possiamo superare almeno questo punto nella discussione sui giustizieri della notte?
Nessuno vuole fare il giustiziere, nessuno si sostituisce allo Stato, anche perché io la guardia non la voglio fare manco in forma non ufficiale.
Non ci si scontra per sostituzione allo Stato, ma per affermare il diritto all'agibilità (che lo Stato dovrebbe garantire).
Il fascismo, 'nnaggia, non ha diritto a questa agibilità.
Se non siamo d'accordo su questo è chiaro che non ci ritroviamo sul resto.
Perché il problema sta nel concepire i giudizi con la necessità di trovare un equilibrio perfetto quanto astratto (se tollero A, devo tollerare pure B perché A e B sono due lettere astratte e non due forme concrete) invece di un giudizio di valore che li guidi (A è tollerabile, B è intollerabile, perché A e B sono forme concrete che so stimare).

La violenza è intollerabile? Allora si definisca un'alternativa.
Se non si definisce si sta indirettamente dicendo che è tollerabile girare sotto minaccia costante per chi queste minacce le subisce, forti soprattutto del "sticazzi, tanto io non le subisco".

Ancora con "trovatemi l'alternativa"? A giudicare dai sondaggi l'alternativa l'ha trovata almeno il 94% degli Italiani scegliendo idee (più o meno giuste) che rifuggono i totalitarismi e gli estremismi.
Basta, vedetevi in un pratone e menatevi fra di voi finchè non ne resta uno, a quell'uno gli diamo un bel trofeo di "Re dei Colleoni" e non date più fastidio alla gente civile.
E' un'idea.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 01 Mar 2018, 19:21
Mah, ormai ci si ripete da parecchio, allora offro il mio punto di vista pratico, visto che so stati? Boh, 10 anni almeno che ho fatto il buttafuori, e la violenza l'ho vista parecchio da vicino, purtroppo. E ho visto, come in polizia immagino, brava gente e gente pericolosa, cattiva, tra i miei colleghi. Io ho visto che nel mio microcosmo la violenza non ha mai risolto un cazzo. Ha sempre portato a ossa rotte, denunce, licenziamenti, vendette, dolori, tensioni. Un mio collega, anzi IL mio collega, che mi ha messo in prospettiva le cose, mi spiegò: se alzi le mani per un qualsiasi motivo, hai sbagliato qualcosa. Se riesci a sedare una rissa senza alzare le mani, hai fatto il tuo. Se riesci ad essere tanto sveglio e presente da prevenire una rissa, hai fatto meglio. Se infine riesci a evitare che si pisti qualcuno fuori, sei stato perfetto. Ed allora ti ritrovi a strappare la gente dalle mani agli altri, a promettergli che ce pensi te e dietro lo lasci steso, e poi non gli fai niente, gli dici che quella sera in quel locale ha avuto fortuna, ma la prossima non trova te, e lo fai uscire dal retro mentre controlli dove stanno quelli che volevano ammazzarlo. E quello che proteggi non è biancaneve, è un quarantenne mbriaco che ha messo le mani nelle mutande a una ragazzina, e ha dato una pizza al fidanzatino dicendo "embè?".
Sto a difende ursini, che a me, se lo voi sapè, me fa molto più schifo di traini, che è un pazzo, un caso umano, uno che spara alla gente dicendo l'ho fatto per pamela ed ora vado in carcere. E' Travis Bickle,  mentre ursini incarna quello che io considero l'antitesi dell'umanità, nello sprangare i poveracci e andare a casa e poi al ristorante.
Capisco il tuo punto di vista, capisco le tue motivazioni: NOBILI, capisco lo squilibrio delle istituzioni, ma certi valori, semplicemente, non sono e non saranno mai negoziabili, e l'unica cosa che mi offende è leggere che qualunque approccio che condanni la violenza in sè sia puerile, e non per il [...]e che so io, ma per tutti quelli che per la non violenza c'hanno rimesso la vita. Tutti perdigiorno. Corcàzzo. Io non so parlà bene come voi, probabilmente uno che sa scrivere aggiungerebbe

L'uso della violenza per 'combattere' il neo fascismo è fuori dalla storia, è una prassi sconfitta dalla storia.
IMHO E' una grandissima idiozia - lo dico da antifascista - e un pericoloso calcolo politico che denota scarsità di idee e di identità politica.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 01 Mar 2018, 19:37
Ancora con "trovatemi l'alternativa"? A giudicare dai sondaggi l'alternativa l'ha trovata almeno il 94% degli Italiani scegliendo idee (più o meno giuste) che rifuggono i totalitarismi e gli estremismi.
Basta, vedetevi in un pratone e menatevi fra di voi finchè non ne resta uno, a quell'uno gli diamo un bel trofeo di "Re dei Colleoni" e non date più fastidio alla gente civile.
E' un'idea.

Un'idea del caxxo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: TomYorke - 01 Mar 2018, 20:15
Ancora con "trovatemi l'alternativa"? A giudicare dai sondaggi l'alternativa l'ha trovata almeno il 94% degli Italiani scegliendo idee (più o meno giuste) che rifuggono i totalitarismi e gli estremismi.
Basta, vedetevi in un pratone e menatevi fra di voi finchè non ne resta uno, a quell'uno gli diamo un bel trofeo di "Re dei Colleoni" e non date più fastidio alla gente civile.
E' un'idea.

"non c'è più morale, Contessa"
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Gio - 01 Mar 2018, 20:48
Scusami Gio, io non la auspico la legalità, ne la combatto: mi limito ad osservare che si tratta di un concetto teorico aleatorio.
In altre parole: la legalità viene fatta rispettare solo in alcuni casi e non in tutti, e non solo: quelli che dovrebbero far rispettare la legalità, ovvero polizia giudici e politici sono i primi a non far rispettare la legalità.
Questo è un dato di fatto INCONTROVERTIBILE : ti posso citare mille e uno casi, ma ne basta uno: Genova 2001, dove è stato sospeso da parte dello STATO non solo qualsiasi diritto legale, ma anche i più basilari diritti umani.

E il paragone che fai tra autodifesa antifascista e autodifesa  fascioleghista è che nel secondo caso le Forze dell'Ordine operano bene secondo la legge tutelando la sacralità della Proprietà Privata
mentre nel primo caso la necessità di autodifesa deriva direttamente dalla non-azione repressiva
nei confronti dei fascisti.
E' palese anche a un bambino che l'uso delle Forze dell'Ordine in poltica è, scusate l'allitterazione, POLITICO.
Perchè i tassisti e i bancarellari tirano le bombe carta a 5 metri dalla celere e la celere non reagisce
e invece degli studenti a mani alzate vengono pestati senza pietà a Bologna dalla stessa celere?
Chi da gli ordini, caro Gio?

L'avanzata del fascismo è una realtà, non è un'opinione, e lo dimostra non solo l'escalation di violenza fascista degli ultimi anni ( nella pagina precedente trovi un elenco dettagliato delle aggressioni squadriste, per la stragrande maggioranza impunite ), ma sopratutto lo sdoganamento a livello mediatico e politico del fascismo.
Una volta si sapeva cosa fosse il msi ma la parola fascismo nessuno di loro si azzardava a nominarla. Ora di stefano e fiore parlano apertamente di fascismo, rivendicano il fascismo, sic et simpliciter.
L'ossimoro patetico che sento dire a di stefano un po in tutte le tv, ovvero che loro rispettano la costituzione e vogliono rimanere nell'alveo democratico rimanendo però fascisti è in realtà una supercazzola comunicativa che da una parte fa presa sugli idioti e gli analfabeti, dall'altra copre anni di squadrismo più o meno soft, aggressioni, coltellate, botte, minacce 8 ti rimando ancora una volta alla lista della pagina precedente ).
Il comunismo è stato tante cose: è stato l'urss e la cina , certo, ma è stato anche forza democratica
in N paesi, sopratutto in Europa.
Il fascismo no: il fascismo è stato SOLO UNA COSA: dittatura e violenza.
 
E ancora: affermare che la violenza sia una risposta legittima al fascismo non eleva manco per il cazzo la violenza a metodo come dici tu.
Chi fa i paragoni con gli anni 70' sbaglia tutto.
Negli anni 70' siamo stati sull'orlo di una guerra civile, o rivoluzione, chiamatela come volete.
L'estrema sinistra ha usato la violenza come metodo politico si, allora, come del resto lo Stato attraverso i servizi deviati, la mafia, i fascisti.
Ma questi anni non sono per niente cosi': se levi qualche scontro di piazza con la polizia per il tav o qualche altra situazione sporadica l'estrema sinistra non ha usato mai la violenza come metodo di lotta politica.
I fascisti lo hanno fatto, perchè è nel loro DNA.
Ma è così da sempre, o almeno dalla metà degli anni 80'.
Paolo Di Nella, anno 1983: l'ultimo caduto, per mano di estremisti di sinistra.

Lo sai da allora quanti ne sono morti invece per mano fascista?
Persone come Renato Biagetti, colpevole di aver partecipato a una festa reggae sulla spiaggia.
Oppure Samb Modou e Diop Mor, colpevoli di essere negri e vendere oggetti di legno a Firenze.
E mi fermo a questi due esempi ma se vuoi te li riporto tutti e scoprirai che non sono pochi.

E finisco raccontandoti la mia esperienza personale: ho fatto politica attiva ( anzi sarebbe meglio dire autogestione ma non entriamo nel merito ) in uno dei cattivissimi centri sociali negli anni 90'.
10 anni : dai miei 20 ai miei 30.
Aggressioni che io ho contribuito ad organizzare pianificare o agire: ZERO.
Aggressioni subite dai fascisti: 4, di cui 2 veri e propri agguati in cui mi sono trovato di fronte gente mascherata e armata di coltelli e asce.
E ringrazio nostro signore gesù ( sempre se esiste ) di esserne uscito acciaccato ma mai leso seriamente, e ringrazio me stesso e i miei compagni per esserci riusciti a difendere con coraggio tutte e 4 le volte.
E non ringrazio manco per il cazzo la polizia, che tutte e 4 le volte è comparsa APPENA gli aggressori si sono dati alla fuga.
Che coincidenza eh?
Giusto in tempo per portarci in questura per accertamenti.
E qualche volta capitava pure di rispondere alle domande di un funzionario che aveva il santino di mussolini appiccicato alla parete di un ufficio di via genova.

E tu mi vieni a raccontare la storiella della legalità?
Ma valla a raccontare a qualche gonzo, io nel frattempo benedico tutti gli scontri di queste settimane, perchè portano un messaggio molto chiaro: volete far passare il fascismo?
Bene : non sarà un passaggio morbido, non sarà cool, non sarà soft: sarà guerra.
Pure la pace universale é teorica, ma questo non rende sbagliato condannare la guerra.

Considero, poi, la tesi per cui la polizia e la magistratura proteggono i fascisti, una ennesima prova del complottismo italico. Alla pari di quella che mi viene proposta in altri contesti per cui i fascisti sono tollerati per consentire l'antifascismo che, altrimenti, dovrebbe trovare qualcosa da dire. Polizia e magistrati tollerano pure l'immmigrazione illegale, lo spaccio, le occupazioni abusive (anche dei centri sociali) ed un sacco di altre cose. Ognuno vede (solo) le sue.

Ed il fascismo è un  fenomeno davvero minimale. Oltretutto innocuo, talmente é misero nei contenuti che propone. Io mi rendo conto che per chi ci si dedica, é importante, ma se lo si vede con distacco, riguarda pochissime persone, del tutto irrilevanti. Anche quando parlo con un vegano, per lui il problema della carne é enorme ed é parte intehrante della sua vita. Bisogna avere rispetto di questo. Però i giudizi definitivi dovrebbero prescindere dal coinvolgimento personale.
Peraltro, rendetevi conto che l'antifascismo dá molta piú visibilitá al fascismo di quanto esso stesso riesca a darsi da solo.

Poi io non é che non comprendo la violenza. Faccio parte di questo mondo pure io.
La mia opinione, da anti-fascista ed anti-antifascista, é che la violenza é tutta uguale. Fascisti ed antifascisti, ma piú in generale tutti gli estremisti, ragionano sempre allo stesso modo. Parlano e predicano bene, tollerano le idee degli altri solo se non danno fastidio, giustificano, piú o meno dottamente, la loro violenza e condannano quella degli altri. Vale per i fascisti, per gli antifascisti, per gli ambientalisti, gli animalisti,  gli ultras, quelli che non vogliono gli stranieri e via cosí. Non é la violenza che non si comprende. É la sua giustificazione. Sarebbe piú accettabile un po' di onestá. Loro menano, noi meniamo, perché cosí va il mondo.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 01 Mar 2018, 21:11
Ancora con "trovatemi l'alternativa"? A giudicare dai sondaggi l'alternativa l'ha trovata almeno il 94% degli Italiani scegliendo idee (più o meno giuste) che rifuggono i totalitarismi e gli estremismi.
Basta, vedetevi in un pratone e menatevi fra di voi finchè non ne resta uno, a quell'uno gli diamo un bel trofeo di "Re dei Colleoni" e non date più fastidio alla gente civile.
E' un'idea.

Non capisco se sei serio ... Davvero
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: COLDILANA61 - 02 Mar 2018, 00:04
Sippero' un catso .

Quando vedro' i colpevoli finire in carcere con la giusta condanna , potremo cominciare a parlare . Fino ad allora fanculo a voi pezzi di merda .

Aricitazione se qualcuno non ha capito .
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 02 Mar 2018, 07:50
Non capisco se sei serio ... Davvero

E' una bella iperbole per cercare di farvi capire che fascisti ed antifascisti siete una percentuale minuscola degli Italiani, tutti gli altri vi guardano come si guarda un telefilm.
Certo è difficile farlo capire a chi crede che siano fascisti tutti quelli 1cm a destra di Potere al Popolo, così come è difficile farlo capire a chi crede che siano comunisti tutti quelli 1cm a sinistra di Casapound... quindi volete giocare a fare la guerra? Magari cercate di non disturbare chi vive nel 2018. Tutto qua.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 02 Mar 2018, 08:01
Ancora con "trovatemi l'alternativa"? A giudicare dai sondaggi l'alternativa l'ha trovata almeno il 94% degli Italiani scegliendo idee (più o meno giuste) che rifuggono i totalitarismi e gli estremismi.
Basta, vedetevi in un pratone e menatevi fra di voi finchè non ne resta uno, a quell'uno gli diamo un bel trofeo di "Re dei Colleoni" e non date più fastidio alla gente civile.
E' un'idea.

E' una bella iperbole per cercare di farvi capire che fascisti ed antifascisti siete una percentuale minuscola degli Italiani, tutti gli altri vi guardano come si guarda un telefilm.
Certo è difficile farlo capire a chi crede che siano fascisti tutti quelli 1cm a destra di Potere al Popolo, così come è difficile farlo capire a chi crede che siano comunisti tutti quelli 1cm a sinistra di Casapound... quindi volete giocare a fare la guerra? Magari cercate di non disturbare chi vive nel 2018. Tutto qua.


hai capito tutto eh?

Vediamo se con i disegnini funziona:

1) Io - non - voglio - pestare - una - persona - per - la - propria - maglietta - o - per - il - busto - del - duce - che - ha - a - casa.
2) i - fascisti - si. Parliamo - di - quelli, - non - dell' - opinione - fascista.
3) che - cazzo - c'entra - dire - che - tutti - a - destra - di - PAP - sono - fascisti? - Ti - sembra - questo - il - discorso?


In base a questi tre punti facili facili capisci la differenza?
Non ci sono due bande che vogliono menarsi.
Ma gruppi che attentano alla tranquillità degli altri in base a quel che SONO e altri che affermano il diritto di tutelarsi e prevenire questa merda laddove la polizia non lo fa.
Questi ultimi non hanno il desiderio di menarsi, ti è chiaro? Ma se nessuno fa nulla dicono "no, noi facciamo".
Da una parte hai un'azione a prescindere basata su quel che si E', dall'altra una reazione a quel che si FA.

Ora rimetti le cose sullo stesso piano, come guerra tra bande daje.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 02 Mar 2018, 08:56
hai capito tutto eh?

Vediamo se con i disegnini funziona:

1) Io - non - voglio - pestare - una - persona - per - la - propria - maglietta - o - per - il - busto - del - duce - che - ha - a - casa.
2) i - fascisti - si. Parliamo - di - quelli, - non - dell' - opinione - fascista.
3) che - cazzo - c'entra - dire - che - tutti - a - destra - di - PAP - sono - fascisti? - Ti - sembra - questo - il - discorso?


In base a questi tre punti facili facili capisci la differenza?
Non ci sono due bande che vogliono menarsi.
Ma gruppi che attentano alla tranquillità degli altri in base a quel che SONO e altri che affermano il diritto di tutelarsi e prevenire questa merda laddove la polizia non lo fa.
Questi ultimi non hanno il desiderio di menarsi, ti è chiaro? Ma se nessuno fa nulla dicono "no, noi facciamo".
Da una parte hai un'azione a prescindere basata su quel che si E', dall'altra una reazione a quel che si FA.

Ora rimetti le cose sullo stesso piano, come guerra tra bande daje.

Sì sì, cose che vanno bene per chi non ha mai frequentato l'ambiente, magari qualcuno ci crede pure.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 02 Mar 2018, 09:46
ma ambiente de che?
Io non ti sto dicendo che non esista a sinistra chi je piace menare le mani, né che non sia mai accaduto.
Ma non è ciò di cui stiamo discutendo qui, né ciò che è avvenuto a Palermo.
Così come posso dirti che la furia omicida vista nei nazisti io tra i compagni non l'ho mai vista, manco tra quelli a cui piace menasse.
E se sta cosa non ti è chiara è perché hai frequentato ambienti del cazzo, evidentemente hai frequentato ambienti fascisti.
Perché altrimenti avresti una facilità estrema a notare tra chi magari se da pure due legnate, ma non ti accoltellerebbe mai al petto.
Non è un caso se, come dice kelly, non hai morti fascisti dal 1983 mentre i fascisti hanno ammazzato e ammazzano tutt'oggi. Non è un caso manco per niente. Deriva proprio dal fatto che le cose non sono uguali. Che se anche se pizzica l'Ursino di turno la lezione non è mandarlo al campo santo o su una sedia a rotelle, ma fermare le sue pratiche sconsiderate dicendo "datte na calmata che non sei l'unico capace di legnare".
E SI, sta cosa funziona, io di esempi pratici ne ho svariati da portare.
Molto più delle vostre inutili denuncette con cui i carabinieri se puliscono il culo.


Per te la differenza potrà pure essere minima, per me invece ce passa proprio un mondo cazzo e fare un mischione sulla base de "aaaaViulenza" non è un buon servizio secondo me.
Mi spiace ma non sono per niente d'accordo né con dopa né con Carib in merito.

Sugli errori:
Ti posso dire che tanti anni fa all'Alberone, in risposta ad aggressioni di FN, si imboccò nella loro sede e due pischelletti vennero menati male. Fu una cazzata prendersela con quei due, gli ultimi fessi.
Quando uccisero DAX a Milano imboccammo dentro un esercizio commerciale di proprietà dei fascisti e lo sbracammo. Peccato che l'esercizio commerciale dei fascisti era quello accanto.

Si sono fatte cazzate? Avoja, si sbaglia come tutti quelli che fanno cose.
E io te li ammetto senza problemi.
Ma non c'entrano un cazzo con prendere un picchiatore seriale, fermarlo con un po di scotch e dargli due pizze superabili in 5 giorni di riposo.
No, non è uguale manco per il cazzo con le aggressioni fasciste. No, non è uguale manco per il cazzo con i tentati omicidi.
No, non indica che anche i compagni hanno piacere a fare a botte.

E se lo pensi non hai capito manco alla lontana i termini della questione.

QUESTA
NON
E'
UNA
PARTITA
A
BOCCE



Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 02 Mar 2018, 11:46
E' una bella iperbole per cercare di farvi capire che fascisti ed antifascisti siete una percentuale minuscola degli Italiani, tutti gli altri vi guardano come si guarda un telefilm.
Certo è difficile farlo capire a chi crede che siano fascisti tutti quelli 1cm a destra di Potere al Popolo, così come è difficile farlo capire a chi crede che siano comunisti tutti quelli 1cm a sinistra di Casapound... quindi volete giocare a fare la guerra? Magari cercate di non disturbare chi vive nel 2018. Tutto qua.

Forse la percentuale di italiani che quarda gli altri come se vedesse un telefilm vive la vita come fosse un telefilm, magari pensa che alla fine, come tutti i telefilm c'e' il bel finale dove tutto finisce bene e la gente e' felice, pero' vivere in questo paese non e' esattamente un telefilm, la gente i problemi li ha davvero, campa male, non vede un futuro per se e per i propri figli, magari per te non e' cosi ma non sono tutti cosi fortunati in italia, e quello che tu chiami iperbole a me pare tanto un fare sticazzista di chi i danni fatti intorno non li vuol proprio vedere: se a te sto paese piace cosi, va bene, contento te, ma io non credo che le percentuali sugli italiani siano quelle cisi, e qui nessuno gioca a fare la guerra, non io almeno (pero' oramai e' partita la [...]lla su sta cosa e non se ferma piu'), la guerra piace forse a quelli che decidono in questo paese (ma non solo in questo paese) della vita delle persone, pero' non si sporcano le mani

e scusa il disturbo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 02 Mar 2018, 12:32
ovviamente la visione della propria condizione economica è soggettiva
c'è chi vive bene con 1000 al mese e chi vede un futuro grigio con 5000
ma accettiamo che il 50 % degli italiani vive male, perché non votano a sinistra?
parlo della sinistra socialdemocratica che piace a FD
col 50% anche col rosatellum si vince facile
perché chi sta male non vota a sinistra? perché la sinistra socialdemocratica sta al 3%? perché le destre e ci metto anche i M5S prendono i voti di chi non arriva a fine mese? poi magari nei quartieri borghesi la sinistra va meglio
un minimo di autocritica mai, oggi per evitare certe domande si fanno le manifestazioni contro casapanda e magari ci si aspetta che chi non ha i soldi per usare il riscaldamento e pagare le medicine, ne sia pure grato
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 02 Mar 2018, 12:39
Forse la percentuale di italiani che quarda gli altri come se vedesse un telefilm vive la vita come fosse un telefilm, magari pensa che alla fine, come tutti i telefilm c'e' il bel finale dove tutto finisce bene e la gente e' felice, pero' vivere in questo paese non e' esattamente un telefilm, la gente i problemi li ha davvero, campa male, non vede un futuro per se e per i propri figli, magari per te non e' cosi ma non sono tutti cosi fortunati in italia, e quello che tu chiami iperbole a me pare tanto un fare sticazzista di chi i danni fatti intorno non li vuol proprio vedere: se a te sto paese piace cosi, va bene, contento te, ma io non credo che le percentuali sugli italiani siano quelle cisi, e qui nessuno gioca a fare la guerra, non io almeno (pero' oramai e' partita la [...]lla su sta cosa e non se ferma piu'), la guerra piace forse a quelli che decidono in questo paese (ma non solo in questo paese) della vita delle persone, pero' non si sporcano le mani

e scusa il disturbo

Sto perdendo tempo sicuramente, ma mi dici come si è arrivati a "la gente ha problemi" partendo dalle aggressioni?
Lo sai cosa vuole la gente nel 2018? La gente nel 2018 vorrebbe avere un lavoro che gli permette di pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, togliersi qualche sfizio e farsi almeno 15gg di vacanza l'anno.
Questo vuole la gente, non je ne può frega' di meno di fascismo e comunismo Pa'.
Scommetti che se prendi tutti i partiti fascisti e comunisti tutti insieme in queste elezioni non arrivi neanche al 10%?
Sono sicuramente limitato io ma non capisco in quale modo la condizione degli operai della Embraco è migliorata grazie al fatto che Ursino è stato legato come un salame?
A me sembra piuttosto che i veri problemi del paese, come i tagli alla sanità, all'istruzione, ai trasporti, il precariato, le delocalizzazioni, siano messi in ombra dalla questione fascismo/antifascismo.
Questa cacata di legge elettorale ad esempio è passata con 8 voti di fiducia, e lo sai di cosa parlavano i media in quei giorni? Delle figurine di Anna Frank.
E tutta Italia col naso all'insù.
Preferirei vedere la caciara di Torino quando delocalizza una fabbrica, non quando c'è un banchetto di cp.
Mo arriverà il dotto di turno che mi spiegherà che la condizione dell'uomo a partire dal prezzo delle uova e dalle uova alla guerra atomica è un attimo e comunque il fascismo!!! So' sicuro, sarò strano io ma mi sembra più questa una [...]lla piuttosto che la mia.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 12:47
...
un minimo di autocritica mai,
 ...

 :oo :shock: :shock: :shock:
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 02 Mar 2018, 12:50
ovviamente la visione della propria condizione economica è soggettiva
c'è chi vive bene con 1000 al mese e chi vede un futuro grigio con 5000
ma accettiamo che il 50 % degli italiani vive male, perché non votano a sinistra?
parlo della sinistra socialdemocratica che piace a FD
col 50% anche col rosatellum si vince facile
perché chi sta male non vota a sinistra? perché la sinistra socialdemocratica sta al 3%? perché le destre e ci metto anche i M5S prendono i voti di chi non arriva a fine mese? poi magari nei quartieri borghesi la sinistra va meglio
un minimo di autocritica mai, oggi per evitare certe domande si fanno le manifestazioni contro casapanda e magari ci si aspetta che chi non ha i soldi per usare il riscaldamento e pagare le medicine, ne sia pure grato

Secondo me la gente che sta male, che vorrebbe votare a sinistra non lo fa perché la sinistra non c'e', perché, nei vari avvicendamenti dalla fine del PCI (e pure prima era dura per parecchi) chi ci ha "rappresentato" la sinistra, non ha fatto politiche di sinistra, sia a livello nazionale che locale, perché l'avvicendamento di CDx e CSx negli anni a portato questo paese a quello che e' ora, distruggendo il mercato del lavoro in favore delle imprese, accettando supinamente politiche monetarie imposte che hanno pian piano limitato la sovranità nazionale su questioni strategiche, avallando privatizzazioni a vanvera, interventi armati in zone che ora sono deserti di macerie da cui provengono ondate di migrazioni che pretendiamo di gestire e/o bloccare... ma quale era la sinistra, quella da votare turandosi il naso solo per paura della destra? Il PD e' di sinistra? Renzi e' di sinistra?

Io me lo faccio l'esame di coscienza ma il problema e' che altri non se lo fanno anche perche nessuno li obbliga a farlo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 12:52
...Lo sai cosa vuole la gente nel 2018? La gente nel 2018 vorrebbe avere un lavoro che gli permette di pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, togliersi qualche sfizio e farsi almeno 15gg di vacanza l'anno.
...

Oggi ho scoperto di non far parte della gente.
E che sto oltre 90% di italiani mi fa schifo.

O forse Thorin sbaglia e la gente non fa così schifo
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 12:55
...
Preferirei vedere la caciara di Torino quando delocalizza una fabbrica, non quando c'è un banchetto di cp.
...


(http://image.ibb.co/gbMqa7/zblc2w.jpg)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 02 Mar 2018, 12:59
Oggi ho scoperto di non far parte della gente.
E che sto oltre 90% di italiani mi fa schifo.

O forse Thorin sbaglia e la gente non fa così schifo

O che fai semplicemente parte di quel (forse) 10%.
Comunque sì, te potrò pure fa' schifo, io in primis (stanotte cercherò comunque di dormire), ma è così.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 02 Mar 2018, 13:50
(stanotte cercherò comunque di dormire)

Prima però ti consiglio un bel film di Alberto Sordi
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 02 Mar 2018, 13:59
O che fai semplicemente parte di quel (forse) 10%.
Comunque sì, te potrò pure fa' schifo, io in primis (stanotte cercherò comunque di dormire), ma è così.

Prima però ti consiglio un bel film di Alberto Sordi

Io un'attività erotico-sentimentale. Migliora di molto la Weltanschauung.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 14:43
Comunque sì, te potrò pure fa' schifo, io in primis (stanotte cercherò comunque di dormire), ma è così.

Mbe', se non ti preoccupa la perdita dei diritti di donne, omosessuali, migranti, della libertà di stampa e della democrazia in genere, basta che puoi pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, toglierti qualche sfizio e farti almeno 15gg di vacanza l'anno, non pretenderai certo che ti si battano le mani.

Buon riposo.

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 02 Mar 2018, 15:00
Mbe', se non ti preoccupa la perdita dei diritti di donne, omosessuali, migranti, della libertà di stampa e della democrazia in genere, basta che puoi pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, toglierti qualche sfizio e farti almeno 15gg di vacanza l'anno, non pretenderai certo che ti si battano le mani.

Buon riposo.



A me sembra piuttosto che i veri problemi del paese, come i tagli alla sanità, all'istruzione, ai trasporti, il precariato, le delocalizzazioni, siano messi in ombra dalla questione fascismo/antifascismo.

Hai capito tutto!  :sisisi:
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 02 Mar 2018, 15:05
ragazzi accannamo, al solito, con questi argomenti si viene trattati o da violente zecche o da cretini che esagerano a preoccuparsi del fascismo. come se non lo avessimo avuto.
io ve consiglierei pure di glissare in futuro, per strada, negli uffici, al lavoro, nei forum.. perché siccome non posso credere che questa massa di gente spostata a destra vera non sappia o non capisca che un casapound, un forza nuova che vuole entrare in parlamento non lo faccia perché abbia in mente di fare arrivare i treni in orario o bonificare paludi evidentemente fanno i pesci in barile, si diluiscono volutamente per potere sdoganare i valori deprecabili che hanno in mente e desiderano applicare.
dopo aver letto "sono contro il fascismo e anche contro l'antifascismo" come a dire sono romanista ma anche laziale a me per il culo, (come la santanchè ieri sera in tv che invece di solidarizzare con la mamma dei bimbi di colore o perlomeno tacere,  in pratica diceva che era una che faceva politica pro sinistra e che il razzismo non esiste)vorrei non concedere mi si prendesse. prendessero per il culo  quelli che pensano che casapound aiuta i popolo e invece si stanno infiltrando.

anche negli anni 20 si sbeffeggiavano quei pochi intellettuali, o cittadini comuni, che vedevano il marcio  che avevano attorno. anche allora il governo, come quello attuale,  fu inane. (e ci metto anche quei collusi del m5s che non riescono a dire VOLUTAMENTE di essere antifascisti e che hanno prodotto questo clima anche loro, "il fascismo non esiste", destra/sinistra non esistono ...)anche allora il manipolo di merde violente era piccolo. l'anno prima che il futuro dittatore entrò in parlamento la sua era una formazione di quasi 4 gatti. anche allora si pensava, ovviamente, che si vivesse nei tempi moderni e te pare che succede qualcosa di terribile come se fossimo nel medioevo.
poi come al solito, se piagne. 
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 02 Mar 2018, 15:32

Sto perdendo tempo sicuramente, ma mi dici come si è arrivati a "la gente ha problemi" partendo dalle aggressioni?
Lo sai cosa vuole la gente nel 2018? La gente nel 2018 vorrebbe avere un lavoro che gli permette di pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, togliersi qualche sfizio e farsi almeno 15gg di vacanza l'anno.
Questo vuole la gente, non je ne può frega' di meno di fascismo e comunismo Pa'.
Scommetti che se prendi tutti i partiti fascisti e comunisti tutti insieme in queste elezioni non arrivi neanche al 10%?
Sono sicuramente limitato io ma non capisco in quale modo la condizione degli operai della Embraco è migliorata grazie al fatto che Ursino è stato legato come un salame?
A me sembra piuttosto che i veri problemi del paese, come i tagli alla sanità, all'istruzione, ai trasporti, il precariato, le delocalizzazioni, siano messi in ombra dalla questione fascismo/antifascismo.
Questa cacata di legge elettorale ad esempio è passata con 8 voti di fiducia, e lo sai di cosa parlavano i media in quei giorni? Delle figurine di Anna Frank.
E tutta Italia col naso all'insù.
Preferirei vedere la caciara di Torino quando delocalizza una fabbrica, non quando c'è un banchetto di cp.
Mo arriverà il dotto di turno che mi spiegherà che la condizione dell'uomo a partire dal prezzo delle uova e dalle uova alla guerra atomica è un attimo e comunque il fascismo!!! So' sicuro, sarò strano io ma mi sembra più questa una [...]lla piuttosto che la mia.

Ci sono diversi ordini di problema secondo me, non puoi fare la selezione, non puoi quando si tratta di cose importanti, ora siamo OT, perche il topic parla di altro, ma quelli che elenchi tu sono reali difficolta' che ogni cittadino deve affrontare in italia, le speranze e i desideri di tutti sono legati semplicemente al miraggio di una vita dignitosa (pensa che cosa fantastica che te sto a di) per noi stessi, per i nostri figli e io ci aggiungo anche i figli di quelli che conosco e quelli che non conosco, e' dignita' dell'uomo che viene violata da politiche criminali e qualcuno ha pensato bene di spostare l'attenzione su cose che non c'entrano un cazzo coi problemi veri, qualcuno gioca sporco con immigrati che ci tolgono il lavoro, che quindi vanno allontanati con le buone o con le cattive, che portano criminalita' (poi magari e' in calo e invece aumenta la percentuale dei reati commessi da italiani) in questo, sti signori, fanno quello che hanno sempre fatto, funzionali al sistema che dicono di voler combattere, non puoi scindere le cose, e non puoi dire che alla quasi totalita' della gente di fascismo e antifascismo non glie ne frega un cazzo, semplicemente perche non e' vero', e non puoi accumunarli perche sono profondamente diversi, come valori e ideali di vita

personalmente vorrei che le persone iniziassero a fare caciara tutte le volte che serve e non solo quando si e' colpiti in prima persona, sia quando chiudono le fabbriche che ai banchetti di CPI, ma avrei voluto caciara quando levavano l'art.18, o sulle pensioni, o per la deregolarizzazione dell'accesso al lavoro, ma non la caciara composta, quella vera, (no i morti eh, prima che riparte la sarabanda) ma le mani tocca sporcassele, altrimenti e' evidente che non te regalano niente, piuttosto te levano qualcos'altro
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Brujita76 - 02 Mar 2018, 15:49
Ho letto un bel po' ma non tutto.
Faccio una considerazione abbastanza ingenua, ma che non credo si discosti troppo dalla realtà: se partiti come CPI prenderanno il 3%, non è perchè sta tornando il fascismo o perchè ci sono infiltrazioni che ci porteranno al fascismo
Penso che prenderanno il 3% perchè la gente si è rotta le palle di chi ci ha governato negli ultimi 30 anni!
Il problema è che quando certe forza politiche tentano di rovesciare certi poteri, fa molto ma molto comodo alimentare certi scontri fra ideologie che francamente penso siano morte e sepolte da anni!

Se CPI prenderà il 3%, quanti voti saranno? 600.000? 700.000? Beh, io non ci credo che ci sono 700.000 fascisti in italia! Ci sono al limite 590.000 (su 600.000) persone che sono stanche degli attuali e vorrebbe un cambiamento radicale! Quindi se uno è di sinistra, passa dal PD a PaP. Se uno è di destra, passa da FdI a CPI.

La gente è stanca!
A cominciare dai tagli alla sanità, proseguendo con lavoro precario, tasse a livelli assurdi, ecc...
Ma ci metto dentro anche la politica degli immigrati (che qualcuno ha nominato in queste pagine). Attenzione, il problema non sono gli immigrati, ma la politica con cui sono stati gestiti! Troppo spesso leggo "eh, ma certi flussi migratori non si possono fermare"! Per carità, magari è anche vero, ma se tanti italiani stanno andando verso voti a dx, è perchè in italia ormai c'è una cognizione del problema abbastanza seria e negativa!
Poi posssiamo/potete continuare a pensare che sia SOLO un problema di razzismo! Per me non è cosi e penso sia giusto dirlo senza farmi problemi!

Finisco dicendo che in questo periodo storico, apprezzo di più chi vota agli estremi a sx o agli estremi a dx, perchè veramente non mi capacito di chi ancora vota PD, FI, ecc....!
Ma capisco che è un problema mio e assolutamente non voglio mancare di rispetto a nessuno se vota per questi partiti!
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: dopesmokah - 02 Mar 2018, 15:57
Secondo me, caro Brujita, alla fine bisogna fare i conti con la realtà, e considerare se davvero le controparti moderate di dx e sx si equivalgano. Perchè vinceranno loro, non CP o PAP, e in termini pratici la scelta è votare PD o Salvini / Berlusconi. Non che stimi minimamente Renzi, però, catso...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 15:58
Hai capito tutto!  :sisisi:

La supercazzola:

Sto perdendo tempo sicuramente, ma mi dici come si è arrivati a "la gente ha problemi" partendo dalle aggressioni?
Lo sai cosa vuole la gente nel 2018? La gente nel 2018 vorrebbe avere un lavoro che gli permette di pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, togliersi qualche sfizio e farsi almeno 15gg di vacanza l'anno.
Questo vuole la gente, non je ne può frega' di meno di fascismo e comunismo Pa'.
Scommetti che se prendi tutti i partiti fascisti e comunisti tutti insieme in queste elezioni non arrivi neanche al 10%?
Sono sicuramente limitato io ma non capisco in quale modo la condizione degli operai della Embraco è migliorata grazie al fatto che Ursino è stato legato come un salame?
A me sembra piuttosto che i veri problemi del paese, come i tagli alla sanità, all'istruzione, ai trasporti, il precariato, le delocalizzazioni, siano messi in ombra dalla questione fascismo/antifascismo.
Questa cacata di legge elettorale ad esempio è passata con 8 voti di fiducia, e lo sai di cosa parlavano i media in quei giorni? Delle figurine di Anna Frank.
E tutta Italia col naso all'insù.
Preferirei vedere la caciara di Torino quando delocalizza una fabbrica, non quando c'è un banchetto di cp.
Mo arriverà il dotto di turno che mi spiegherà che la condizione dell'uomo a partire dal prezzo delle uova e dalle uova alla guerra atomica è un attimo e comunque il fascismo!!! So' sicuro, sarò strano io ma mi sembra più questa una [...]lla piuttosto che la mia.

Dimmi dove mi contraddici:
Mbe', se non ti preoccupa la perdita dei diritti di donne, omosessuali, migranti, della libertà di stampa e della democrazia in genere, basta che puoi pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, toglierti qualche sfizio e farti almeno 15gg di vacanza l'anno, non pretenderai certo che ti si battano le mani.

Perché, forse non ti è chiaro ma non credo, dire che non ti frega niente del fascismo significa dire che non ti frega niente delle aggressione che ATTUALMENTE fanno verso migranti, omosessuali e chi si batte per i diritti loro e delle donne, e che PER IL FUTURO non ti importa in caso di loro ulteriore escalation di mantenere ne aumentare quella quota di libertà di stampa e di democrazia che abbiamo in Italia.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Brujita76 - 02 Mar 2018, 16:01
Secondo me, caro Brujita, alla fine bisogna fare i conti con la realtà, e considerare se davvero le controparti moderate di dx e sx si equivalgano. Perchè vinceranno loro, non CP o PAP, e in termini pratici la scelta è votare PD o Salvini / Berlusconi. Non che stimi minimamente Renzi, però, catso...
Hai pienamente ragione.
Anche stavolta non cambierà nulla, a meno che non (stra)vincano i 5 stelle. Ma per fare qualcosa di buono dovrebbero prendere molti più voti di quelli che probabilmente prenderanno....e quindi si torna a quello che dici tu: PD e FI continueranno a fare ciò che hanno fatto negli ultimi anni!

Diciamo che bene bene non siamo messi  :)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 02 Mar 2018, 16:19
Mbe', se non ti preoccupa la perdita dei diritti di donne, omosessuali, migranti, della libertà di stampa e della democrazia in genere, basta che puoi pagare mutuo o affitto, mandare a scuola i figli, toglierti qualche sfizio e farti almeno 15gg di vacanza l'anno, non pretenderai certo che ti si battano le mani.

Buon riposo.

Mah. Ha ragione lui.
Un'analisi oggettiva porta a concludere che quei diritti in Italia, siano stati tutelati variamente da Radicali, Liberali, Socialisti, Democrazia Cristiana e da ultimo PD. Persino da Forza Italia. Non dai comunisti, attenti ad altri profili della relazione socio-economico, anche nel contesto più puro (in teoria) della dialettica sindacale. E quegli stessi diritti non sono messi in pericolo da quattro deficienti facinorosi.
Quanti parlamentari  avranno "CasaPound" o "Forza Nuova"?  Contano meno di un cazzo, sul piano democratico-politico.
Costituiscono un problema non marginale su un piano di ordine pubblico, con alcuni, non innumerevoli né frequenti, episodi criminali: ma non mi pare proprio, diversamente da quanto leggo qui dentro, che lo Stato o suoi "pezzi" siano accondiscendenti.
Poi, anche io vorrei che non esistessero stronzi così; ma vorrei che non esistessero i signori della guerra, mercanti di d'armi e gli spacciatori di droga; che non esistessero i mafiosi; che non esistessero non esistessero i pedofili; che non esistessero i violenti. Che volemo fà? Con le botte passa?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 16:57
Mah. Ha ragione lui.
Un'analisi oggettiva porta a concludere che quei diritti in Italia, siano stati tutelati variamente da Radicali, Liberali, Socialisti, Democrazia Cristiana e da ultimo PD. Persino da Forza Italia. Non dai comunisti, attenti ad altri profili della relazione socio-economico, anche nel contesto più puro (in teoria) della dialettica sindacale. E quegli stessi diritti non sono messi in pericolo da quattro deficienti facinorosi.
Quanti parlamentari  avranno "CasaPound" o "Forza Nuova"?  Contano meno di un cazzo, sul piano democratico-politico.
Costituiscono un problema non marginale su un piano di ordine pubblico, con alcuni, non innumerevoli né frequenti, episodi criminali: ma non mi pare proprio, diversamente da quanto leggo qui dentro, che lo Stato o suoi "pezzi" siano accondiscendenti.
Poi, anche io vorrei che non esistessero stronzi così; ma vorrei che non esistessero i signori della guerra, mercanti di d'armi e gli spacciatori di droga; che non esistessero i mafiosi; che non esistessero non esistessero i pedofili; che non esistessero i violenti. Che volemo fà? Con le botte passa?

Cosa c'entra con ciò che ho scritto io se hai tempo me lo spieghi.
Così forse capisco perché avrebbe ragione Thorin.



PS: "Radicali, Liberali, Socialisti, Democrazia Cristiana e da ultimo PD" sono tutte forze antifasciste.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 17:03
Una delle tante azioni di cui non avete sentito parlare ma che:

- danneggiano persone innocenti

- fanno aumentare consenso a queste organizzazioni fasciste


(http://image.ibb.co/hKGtv7/Grotta_Ferrata.png) (http://ibb.co/mRBhoS)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Brujita76 - 02 Mar 2018, 17:23
Una delle tante azioni di cui non avete sentito parlare ma che:

- danneggiano persone innocenti

- fanno aumentare consenso a queste organizzazioni fasciste


(http://image.ibb.co/hKGtv7/Grotta_Ferrata.png) (http://ibb.co/mRBhoS)
Mister Faro, sono proprio queste le cose che fanno guadagnare voti a partiti come CPI.

Io a te, FD e tanti altri, vi leggo sempre con molto piacere, perchè da sempre mi è piaciuto confrontarmi con persone "diverse" (passami il termine) da me ma da cui molto spesso acquisisco anche informazioni utili per completare la mia cultura.

Il problema però è che se mi porti ad esempio il "raid" (passami il termine) di 10 ragazzi e poi nell'articolo si parla di attacco alle istituzioni, attacco alla democrazia, ecc...
ma allora che devo pensare dei fatti accaduti a macerata, torino, palermo, livorno, ecc...?

Mister Faro, siamo 60 milioni in italia, e tanti, la maggior parte, si fanno le proprie idee in base a ciò che sentono alla tv/giornali/internet oppure tramite esperienza personale nel quotidiano.

Ripeto, questa che hai messo tu, è una puzzetta rispetto a ciò che spesso vediamo sui media in cui i protagonisti sono ragazzi dei centri sociali!

Spero che sia chiaro che il intervento non sia per polemizzare ma per spiegare il mio punto di vista relativamente a certe campagne che hanno francamente rotto le palle a tanta gente (e penso tu lo sappia che è cosi)!

 :beer:

Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 02 Mar 2018, 17:46
Cosa c'entra con ciò che ho scritto io se hai tempo me lo spieghi.
Così forse capisco perché avrebbe ragione Thorin.



PS: "Radicali, Liberali, Socialisti, Democrazia Cristiana e da ultimo PD" sono tutte forze antifasciste.


Caro non ti arrabbiare,  :beer:, secondo me tu hai travisato il senso del post di Thorin, che io rimarcavo. Tutto qui.

Quanto al post scriptum, claro que si. Tutte le forze politiche democratiche sono antifasciste per definizione. Anzi, per me lo sono "realmente" antifasciste. Mentre gli estremismi politici curvano l'orizzonte e si toccano, nel territorio comune del totalitarismo antidemocratico e dell'esclusivismo ideologico del primato dell'idea unica sull'essere umano. (si lo so, mi è uscita un po' lacaniana, sorry...)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 17:51
Mister Faro, sono proprio queste le cose che fanno guadagnare voti a partiti come CPI.

Io a te, FD e tanti altri, vi leggo sempre con molto piacere, perchè da sempre mi è piaciuto confrontarmi con persone "diverse" (passami il termine) da me ma da cui molto spesso acquisisco anche informazioni utili per completare la mia cultura.

Il problema però è che se mi porti ad esempio il "raid" (passami il termine) di 10 ragazzi e poi nell'articolo si parla di attacco alle istituzioni, attacco alla democrazia, ecc...
ma allora che devo pensare dei fatti accaduti a macerata, torino, palermo, livorno, ecc...?

Mister Faro, siamo 60 milioni in italia, e tanti, la maggior parte, si fanno le proprie idee in base a ciò che sentono alla tv/giornali/internet oppure tramite esperienza personale nel quotidiano.

Ripeto, questa che hai messo tu, è una puzzetta rispetto a ciò che spesso vediamo sui media in cui i protagonisti sono ragazzi dei centri sociali!

Spero che sia chiaro che il intervento non sia per polemizzare ma per spiegare il mio punto di vista relativamente a certe campagne che hanno francamente rotto le palle a tanta gente (e penso tu lo sappia che è cosi)!

 :beer:

E' chiarissimo che il tuo intento è di dialogare, confrontando il tuo punto di vista con quello di altri (che non hanno a loro volta tutti lo stesso punto di vista  ;) ). Spero sia altrettanto chiaro che il mio intento è lo stesso 



Condivido che non si deve esagerare il potere di questa puzzetta, però d'altra parte non voglio neanche sottovalutarla.

Perché tu e io possiamo girarci e non sentirla questa puzzetta, fare come dice Thorin fa il 90% degli italiani, però quei migranti (richiedenti asilo e rifugiati!) per i quali le Istituzioni e la Legge hanno deciso qualcosa di utile no. Loro non si possono girare e non sentire quella puzza e neanche gli attivisti che in quel territorio li dovranno difendere.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 02 Mar 2018, 17:56
Caro non ti arrabbiare,  :beer:, secondo me tu hai travisato il senso del post di Thorin, che io rimarcavo. Tutto qui.

Quanto al post scriptum, claro que si. Tutte le forze politiche democratiche sono antifasciste per definizione. Anzi, per me lo sono "realmente" antifasciste. Mentre gli estremismi politici curvano l'orizzonte e si toccano, nel territorio comune del totalitarismo antidemocratico e dell'esclusivismo ideologico del primato dell'idea unica sull'essere umano. (si lo so, mi è uscita un po' lacaniana, sorry...)

Non mi arrabbio, questa questione è talmente delicata che io che ho il culo al caldo non ho diritto ad arrabbiarmi più di tanto.

Però quello di dire la mia si, e se non mi si spiega perché il senso del post di Thorin sia diverso da quello che ho capito io non posso certo darvi ragione così, sulla fiducia.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Il nostro Giorgione - 02 Mar 2018, 17:58
Non mi arrabbio, questa questione è talmente delicata che io che ho il culo al caldo non ho diritto ad arrabbiarmi più di tanto.

Però quello di dire la mia si, e se non mi si spiega perché il senso del post di Thorin sia diverso da quello che ho capito io non posso certo darvi ragione così, sulla fiducia.

Prometto che ti rispondo, ma adesso non posso!!!  ;);)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: giovannidef - 02 Mar 2018, 20:44
ma quale era la sinistra, quella da votare turandosi il naso solo per paura della destra? Il PD e' di sinistra? Renzi e' di sinistra?
Io me lo faccio l'esame di coscienza ma il problema e' che altri non se lo fanno anche perche nessuno li obbliga a farlo
anche negli anni 20 si sbeffeggiavano quei pochi intellettuali, o cittadini comuni, che vedevano il marcio  che avevano attorno. anche allora il governo, come quello attuale,  fu inane. (e ci metto anche quei collusi del m5s che non riescono a dire VOLUTAMENTE di essere antifascisti e che hanno prodotto questo clima anche loro, "il fascismo non esiste", destra/sinistra non esistono ...)anche allora il manipolo di merde violente era piccolo. l'anno prima che il futuro dittatore entrò in parlamento la sua era una formazione di quasi 4 gatti. anche allora si pensava, ovviamente, che si vivesse nei tempi moderni e te pare che succede qualcosa di terribile come se fossimo nel medioevo.
poi come al solito, se piagne. 

pan però si deve contestualizzare
nel 20 girava gente che si era fatta 3 anni di trincea, abituata a mitragliare il prossimo e ad aprire budelle con la baionetta e anche così il manipolo (non di 4 gatti) è diventato un problema solo perché il re li ha fatti arrivare a roma e gli ha dato il governo del paese
casapanda  oggi non è un pericolo per la democrazia, nessuno vuole dargli il governo del paese e sono 4 gatti veri che non hanno neanche fatto il militare
poi sono opinioni per me così gli fate solo pubblicità e si fanno figure ridicole, poggia la bottiglia se ti inquadrano, sono diversi anche gli intellettuali oggi

pablo ci avete mandato avanti un topic, mettiamo dei punti fermi sennò non se ne esce
il PD è centro destra non la potete far diventare sinistra quando vi pare
oggi ci sono partiti anzi molti partiti a sinistra ed è colpa del PD se i poveri non li votano e votano FI o lega
per me e anche queste sono opinioni gli italiani sono conservatori, non erano razzisti perché non c'erano stranieri arrivati sono diventati razzisti
il PD ha governato con leggi non di destra anche troppo bene e molto a lungo, vedrai che belle leggi faranno i prossimi governanti magari rimpiangerai Renzi
io anche se da me al senato nel PD si presenta uno con cui ho vissuto due anni voterò 5stelle perché oggi è qualsiasi cosa meglio di FI lega e fratelli d'italia
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: pan - 02 Mar 2018, 22:58
sìsì giovannidef, bisogna contestualizzare. del resto viviamo tempi così evoluti...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 03 Mar 2018, 00:45
pablo ci avete mandato avanti un topic, mettiamo dei punti fermi sennò non se ne esce
il PD è centro destra non la potete far diventare sinistra quando vi pare
oggi ci sono partiti anzi molti partiti a sinistra ed è colpa del PD se i poveri non li votano e votano FI o lega
per me e anche queste sono opinioni gli italiani sono conservatori, non erano razzisti perché non c'erano stranieri arrivati sono diventati razzisti
il PD ha governato con leggi non di destra anche troppo bene e molto a lungo, vedrai che belle leggi faranno i prossimi governanti magari rimpiangerai Renzi
io anche se da me al senato nel PD si presenta uno con cui ho vissuto due anni voterò 5stelle perché oggi è qualsiasi cosa meglio di FI lega e fratelli d'italia

Guarda che io sto dicendo esattamente questo:  il PD ė responsabile proprio di aver fatto delle politiche tutt'altro che di sinistra , politiche che unitamente a quelle fatte dal CDx hanno devastato il paese  mortificando le aspettative dei cittadini, siamo arrivati a non avere più speranza che equivale alla morte civile, di questo parla il topic, da qui nasce l'oggetto del topic, devo essere felice di poter votare il meno peggio? A quando la speranza di un voto per il meglio?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: kelly slater - 03 Mar 2018, 11:06
Voi che relativizzate, voi che rossi e neri só tutti uguali, voi che "ve piace menavve"
Sappiate che se  nelle ultime settimane il fascismo sembra una cosa naif e laterale è perché c'è stata una mobilitazione imponente in tutta italia.
E nonostante i tentativi politici di criminalizzazione un naturale equilibrio è stato ristabilito.

Solidarietà massima all'insegnante di Torino che rischia il posto per aver urlato slogan contro la polizia.
In un paese,in cui i torturatori e i falsari di Genova 2001 fanno carriera dire la verità non può essere un reato.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: COLDILANA61 - 03 Mar 2018, 14:22
Voi che relativizzate, voi che rossi e neri só tutti uguali, voi che "ve piace menavve"
Sappiate che se  nelle ultime settimane il fascismo sembra una cosa naif e laterale è perché c'è stata una mobilitazione imponente in tutta italia.
E nonostante i tentativi politici di criminalizzazione un naturale equilibrio è stato ristabilito.

Solidarietà massima all'insegnante di Torino che rischia il posto per aver urlato slogan contro la polizia.
In un paese,in cui i torturatori e i falsari di Genova 2001 fanno carriera dire la verità non può essere un reato.

Chiusura perfetta per il topic .

Ma tanto ...
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: PabloHoney - 03 Mar 2018, 15:48

Solidarietà massima all'insegnante di Torino che rischia il posto per aver urlato slogan contro la polizia.
In un paese,in cui i torturatori e i falsari di Genova 2001 fanno carriera dire la verità non può essere un reato.

Su questa storia abbiamo avuto il trionfo dell'ipocrisia
Probabilmente non la licenzieranno ma ne stanno facendo davvero carne da macello
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Mar 2018, 09:02
Scommetti che se prendi tutti i partiti fascisti e comunisti tutti insieme in queste elezioni non arrivi neanche al 10%?

Neanche al 5, pensa un po'  :)
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: syrinx - 05 Mar 2018, 09:46
Se la lega non è un partito fascista poco ci manca.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Davy_Jones - 05 Mar 2018, 09:50
Se la lega non è un partito fascista poco ci manca.

la lega e' *il* partito fascista in italia, da quando e' nata.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: syrinx - 05 Mar 2018, 10:17
la lega e' *il* partito fascista in italia, da quando e' nata.

La mia era una mezza battuta. Comunque La lega è diventato *il* partito fascista di tutta Italia da quando ha accannato la secessione.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: FatDanny - 05 Mar 2018, 12:33
Il fascismo della lega è quello che ha una rilevanza politica da battere politicamente.
In cui non contano le mazzate ma gli argomenti.

Il fascismo di cpi si conferma politicamente irrilevante, una bolla mediatica creata ad arte esattamente come detto, che resta un problema solo sul piano delle aggressioni.
Piano che resta scarsamente percepito perché riguarda pochi qui dentro.
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: orchetto - 05 Mar 2018, 12:50
Il fascismo della lega è quello che ha una rilevanza politica da battere politicamente.
In cui non contano le mazzate ma gli argomenti.

Il fascismo di cpi si conferma politicamente irrilevante, una bolla mediatica creata ad arte esattamente come detto, che resta un problema solo sul piano delle aggressioni.
Piano che resta scarsamente percepito perché riguarda pochi qui dentro.
condivido anche se  vedrai che anche per il fascismo salviniano servirà l'autodifesa
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: Thorin - 05 Mar 2018, 14:25
Il fascismo della lega è quello che ha una rilevanza politica da battere politicamente.
In cui non contano le mazzate ma gli argomenti.

Non è ironico che la persona con la quale sono più in contrapposizione sull'argomento è anche la stessa che ha capito le mie obiezioni?
Titolo: Re:Sui fatti di Macerata
Inserito da: MisterFaro - 05 Mar 2018, 14:41
Non è ironico che la persona con la quale sono più in contrapposizione sull'argomento è anche la stessa che ha capito le mie obiezioni?

E chi è che non le ha capite?
E soprattutto, chi è che non lo pensava già prima di questa discussione?