Venezuela: quando le fake news ci piacciono

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline sharp

*****
17280
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #60 il: 16 Giu 2017, 23:31 »
en los 70 y pico contas todos '??
tambien lo que mataron los de las garimbas ??

si tu antes de golpear a cabeza baja a todos lo que escriben algo de diferente desde lo que dices tu,te
iba a tomar el tiempo de leer bien te iba a dar cuenta que lo que escribio Fat
y lo que escribi Yo era solo que : aqui llegan solo unas noticias y en este caso de las violencias
(de la GNB y de el chavismo) y no llegan las otras, osea
se hablaba de como se hace la informacion aqui.

ni el, ni yo estabamo diciendo que (tampoco con la diferencia de manera de veer las cosas) lo que dices tu
no es verdad, el problema es tu no pierdes tiempo en leer, solo en escribir 


a mi me parece que lo que dije yo osea : la violencia se hace desde ambo las partes
(faciones o llamalas como guebo mas te gusta)
y tu dijiste que no, que lo que habia puesto yo no tenian ninguna credibilidad
desde cuando las imajines no sean creibles, son imajines se vee lo que ocurre,
y me parece muy raro pedir imajen que no sean cortadas , no son cortadas no era un espectáculo
que esta una regia con telecameras lista para veer desde el comenzo
se ve muy bien que fueron tomatos por moviles




Y por fin tu tienes un maldido vicio de poner en la boca de los otros palabras que nunca uno dijo

hazme veer donde Yo escribi o dije ese : tus palabras "Ripeto per l'ennesima volta che i militari, tanto encomiati da te"

espero que asi entendaras mejor, que esa vaina tiene su importancia pero mata la discusion
hasta luego

Offline venezuelano

*
359
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #61 il: 16 Giu 2017, 23:36 »
quando hai finito di farti i film leggi bene quello che scrivono gli altri
poi respira a fondo e prova a rispondere in maniera educata che a me certi
toni come si dice a Roma m'arimbarzano ok

riguardo le insinuazioni sommarie, da te nessuna lezione
da uno che nemmeno legge quello che scrivono gli altri e parte in quarta
co' una sequela de frasi random

tu hai parlato di manifestazioni pacifiche, vogliamo parlare delle garimba ??
le immagini che dicevano non esserci a me sembra ci siano

te potrei augura' de esse stato ospite a bolzaneto, ma non sto ai tuoi livelli

Abbassare i toni?  Io rispondo in base al tono della controparte; se non ti comoda, porta un po' di pazienza. Se tu difendi energicamente le tue posizioni, è giusto che io difenda allo stesso modo la mia, che è la stessa di milioni di venezuelani.  Non ti offendere, è solo una dialettica energica 

Io non intendo impartire lezioni a nessuno, semplicemente mi limito ad elencare dei fatti gravissimi, ripeto dei fatti, non delle interpretazioni personali.

 Le tue sono insinuazioni, poiché fai una serie di illazioni quando affermi che io certifico un fantomatico ragionamento basato sull' ipotesi che i chavisti diano fuoco a se stessi, insieme ad altre teorie irrazionali.

Se non sei disposto a capire che il mio ragionamento è improntato sull'asse civile-militare, è un problema che non riesco a risolvere.

Tu definisci come vuoi le manifestazioni, sei libero di farlo. Secondo me non sono "Guarimbas", sono manifestazioni civili contro uno stato oppressore.

Penso di averti risposto con troppo garbo, vista la tua presa di posizione alquanto discutibile, di fronte ad una situazione gravissima e molto tragica, che noi venezuelani stiamo vivendo in carne ed ossa.

Parliamo delle "Guarimbas", allora. Esponi il tuo ragionamento, senza che ciò urti la tua sensibilità quando qualcuno controbatta energicamente le tue prese di posizioni. 

Offline sharp

*****
17280
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #62 il: 17 Giu 2017, 00:00 »
Abbassare i toni?  Io rispondo in base al tono della controparte; se non ti comoda, porta un po' di pazienza. Se tu difendi energicamente le tue posizioni, è giusto che io difenda allo stesso modo la mia, che è la stessa di milioni di venezuelani.  Non ti offendere, è solo una dialettica energica 

Io non intendo impartire lezioni a nessuno, semplicemente mi limito ad elencare dei fatti gravissimi, ripeto dei fatti, non delle interpretazioni personali.

 Le tue sono insinuazioni, poiché fai una serie di illazioni quando affermi che io certifico un fantomatico ragionamento basato sull' ipotesi che i chavisti diano fuoco a se stessi, insieme ad altre teorie irrazionali.

Se non sei disposto a capire che il mio ragionamento è improntato sull'asse civile-militare, è un problema che non riesco a risolvere.

Tu definisci come vuoi le manifestazioni, sei libero di farlo. Secondo me non sono "Guarimbas", sono manifestazioni civili contro uno stato oppressore.

Penso di averti risposto con troppo garbo, vista la tua presa di posizione alquanto discutibile, di fronte ad una situazione gravissima e molto tragica, che noi venezuelani stiamo vivendo in carne ed ossa.

Parliamo delle "Guarimbas", allora. Esponi il tuo ragionamento, senza che ciò urti la tua sensibilità quando qualcuno controbatta energicamente le tue prese di posizioni. 



vedi qual'è il problema, tu metti in bocca agli altri parole mai dette,
dove avrei detto che tutte le manifestazioni dell'opposizione siano garimbas ??

io non santifico nessuno ma tu dici che io
santifichi un'informazione proveniente dagli autori di un genocidio in corso

cioè per postare un video , che se lo cerchi usando google in italiano non lo trovi
ho postato un sito sicuramente gestito da un filo maduro ok

ma li ci sono i filmati e i filmati non hanno ideologia , sono immagini
sei tu che nel primo post di risposta (e di questo sono certo) ti sei fermato alle foto, dicendo che
non credevi a quella che era solo propaganda, avendo postato una pagina con un filmato, che si poteva quindi vedere con i propri occhi tu hai cominciato con una tiritera sulla propaganda , potevi commentare il
filmato ma non lo hai fatto (credo tu all'inizio nemmeno l'abbia visto), ti ripeto prima di partire a testa bassa
sarebbe meglio leggere bene ciò che scrivono gli altri, e data la tua padronanza con l'italiano non può essere nemmeno
un equivoco nato da un non aver capito bene quello che avevo scritto.

ti parlo delle garimba perchè se mi citi 70 e passa morti allora
vanno messi a carico di entrambi perchè li dentro ce ne sono molti uccisi
da chi manifestava, e parlando di garimba difendo anche chi protesta non dico pacificamente , ma quantomeno in maniera civile
perchè così facendo li tengo fuori da eventuali colpe

ti dico una cosa , io faccio la tara a tutto quello che mi arriva dal venezuela , mi hanno inviato filmati
in cui si vedono manifestanti che ricevono denaro,dicendomi che quindi vengono pagati per fare
casini, ma queste si che sono immagini alle quali si può dare qualsiasi interpretazione
(chessò gli stavano ridando soldi prestati )quindi non mi sembra giusta dargli valore

per finire visto che non ho detto una parola sulla situazione venezuelana in se
(ti ripeto ho due campane che mi suonano nelle orecchie tutti i giorni e io non ho nessuna
possibilità di fare la tara alle due posizioni, cerco di capire .)
visto che non ho confutato nessuna delle tue parole sulla situazione venezuelana in se
mi fai capire quale sarebbe la mia posizione ??
mi sono riletto ; mai detta una parola al proposito

chiaro che se tu mi dici che il filmato non è credibile, ti dico che è una cazzata
sono immagini, uno le guarda e visto che sono abbastanza chiare non credo possa
avere valenza il tuo discorso sulla propaganda.

per il resto continuo a seguire con interesse quello che dici e cerco di confrontarlo con le notizie
che mi arrivano dal venezuela (non solo perchè ho anche amiche che vivono fuori dal tuo paese)



Offline venezuelano

*
359
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #63 il: 17 Giu 2017, 00:21 »
en los 70 y pico contas todos '??
tambien lo que mataron los de las garimbas ??

si tu antes de golpear a cabeza baja a todos lo que escriben algo de diferente desde lo que dices tu,te
iba a tomar el tiempo de leer bien te iba a dar cuenta que lo que escribio Fat
y lo que escribi Yo era solo que : aqui llegan solo unas noticias y en este caso de las violencias
(de la GNB y de el chavismo) y no llegan las otras, osea
se hablaba de como se hace la informacion aqui.

ni el, ni yo estabamo diciendo que (tampoco con la diferencia de manera de veer las cosas) lo que dices tu
no es verdad, el problema es tu no pierdes tiempo en leer, solo en escribir 


a mi me parece que lo que dije yo osea : la violencia se hace desde ambo las partes
(faciones o llamalas como guebo mas te gusta)
y tu dijiste que no, que lo que habia puesto yo no tenian ninguna credibilidad
desde cuando las imajines no sean creibles, son imajines se vee lo que ocurre,
y me parece muy raro pedir imajen que no sean cortadas , no son cortadas no era un espectáculo
que esta una regia con telecameras lista para veer desde el comenzo
se ve muy bien que fueron tomatos por moviles




Y por fin tu tienes un maldido vicio de poner en la boca de los otros palabras que nunca uno dijo

hazme veer donde Yo escribi o dije ese : tus palabras "Ripeto per l'ennesima volta che i militari, tanto encomiati da te"

espero que asi entendaras mejor, que esa vaina tiene su importancia pero mata la discusion
hasta luego

Mi dispiace, ma tu hai diffuso notizie che sono la voce omogenea ed autoritaria del regime venezuelano. Siccome ti sei prodigato nel fare ciò, deduco che le tue sono posizioni di parte.

Io ho detto che le fonti di quelle notizie o immagini sono inattendibili, poiché i propagatori di quelle fonti sono membri del partito di regime che in questo preciso istante stanno portando a termine un genocidio difficilmente rintracciabile nella storia venezuelana. Sono fonti inattendibili perché Tele Sur e gli altri due figuri dell'articolo precedente non si strappano le vesti quando sono le forze dell'ordine a massacrare la popolazione civile. Perché non lo fanno? Perché loro fanno parte del copione.

Le immagini devono essere chiare, niente mezze misure. Ripeto, io non do credibilità a fonti del regime, dato che sono loro i principali responsabili del massacro in corso.

Ti sei prodigato nel sottolineare i civili che lanciarono una bomba molotov nel carro armato guidato dai militari, ma non ti sei minimamente interessato al motivo per cui la società civile reagisca in quel modo; non hai sottolineato il fatto che gli stessi militari hanno investito pochi giorni prima un cittadino venezuelano condannandolo al trapasso; non hai minimamente fatto cenno agli omicidi perpetrati dalle forze dell'ordine, anzi hai sottolineato, come se fossero dei martiri, soltanto i due militari morti scesi in piazza per perseguitare, torturare o uccidere decine di persone, dimenticandoti la parte civile terribilmente lesa da questi figuri. Da queste conclusioni io ho dedotto la frase dedicata a te, che ha tanto inasprito il tuo animo. Hai preso una posizione molto discutibile, di conseguenza io la discuto con fermezza. Non metto parole nella tua bocca, semplicemente esplicito ciò che mantieni implicito. Poi se non sei d'accordo che io espliciti ciò che manifesti in modo implicito, sei libero di essere contrariato, ma io non posso tacere per paura di farti arrabbiare. Comunque, la nostra è una dialettica dai toni energici, ma nulla di grave. Non capisco per quali motivo tu ti sia offeso. Ricorda che parliamo di fatti gravissimi, quindi è normale che si parli con toni energici e anche aspri quando si affrontano argomenti cosi delicati. Ti ricordo che parliamo di genocidio nel mio paese, dove vivono anche mia mamma e i miei parenti, in qualsiasi momento potrebbero essere loro le vittime, e quando dico vittime non faccio riferimento solo alla repressione, ma anche alla carenza di cibo e medicine. Quindi, non parliamo di mercato laziale, Tare e Lotito, ma di una situazione inimmaginabile per qualsiasi italiano e altre centinaia di persone in tutto il mondo, di conseguenza i toni possono essere molto decisi, ma nulla di grave. Ripeto, penso di aver mantenuto una compostezza anche eccessiva. Probabilmente tanti altri avrebbero reagito con una retorica non energica, ma violenta e sanguigna, te lo posso garantire.

In conclusione, se sei pagato per reprimere, torturare e uccidere non puoi aspettarti dalla parte lesa atteggiamenti di cortesia e di buone maniere.

Offline sharp

*****
17280
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #64 il: 17 Giu 2017, 01:00 »
Intanto noto con piacere che le tue sono deduzioni, e le mie illazioni e questo già dimostra
come ti poni tu in una discussione

Io ho postato un video , e ti ho spiegato che il video se lo cerchi da google in italiano non lo trovi,
ti potrei dire come mai le fonti di opposizione riguardo al fatto , come te,
hanno solo detto che non era vero fino a che non sono usciti i filmati.
una volta uscito i filmati hanno detto che era un ladro ( e quindi gli si può dare fuoco, ho letto certi commenti
da parte di gente aderente all'opposizione da far accapponare la pelle,
il più tenero era tipo :  hanno fatto bene sia se chavista sia se ladron,
pero magari prima ammazzarlo, e poi dargli fuoco, e questi i più teneri eh)

ma il video dove che coloro che lo pestano e gli danno fuoco sono manifestanti anti chavisti
non fa testo perchè sta su siti pro chavisti, ok ne prendiamo atto

Comunque io sono stato molto chiaro, ma vedo che tu non vuoi capire,
tanto quello che c'è scritto lo potranno leggere tutti e farsi un'idea su chi travisa chi ,
su chi mette in bocca agli altri parole mai dette se la possano fare tutti.


le immagini (che tu negavi ci fossero) stanno li tutti si possono fare un'idea


qui tempo fa tirarono delle molotov dentro una jep dei carabinieri , vuota
(i militi erano scappati via), i protagonisti sono indagati per tentato omicidio,

a genova un carabiniere dentro una jeep che aveva caricato i manifestanti ,
uccise un ragazzo che brandiva un estitore,
non fece un giorno di galera, se tu sei convinto che solo in venezuela
succedono queste cose, credo tu stia su un altro mondo,
se attacchi le guardie non ti aspettare fiori
(questo a prescindere dal motivo per cui partano gli scontri),
ci sono passato qui in italia  fine anni settanta ti caricavano con le jeep

riguardo a chi da fuoco a delle persone per strada scambiate per chavisti (ma anche se lo fosse stato ?? ed il problema è quello)
per me sono delle merde senza se e senza ma , poi visto che questo sembra essere un modo comune di agire ,
lascio a te dire che le immagini non sono chiare .

tanto per te anche l'intervista al ragazzo in ospedale e opera di : " le fonti di quelle notizie o immagini sono inattendibili, poiché i propagatori di quelle fonti sono membri del partito di regime che in questo preciso istante stanno portando a termine un genocidio difficilmente rintracciabile nella storia venezuelana. Sono fonti inattendibili perché Tele Sur e gli altri due figuri dell'articolo precedente non si strappano le vesti quando sono le forze dell'ordine a massacrare la popolazione civile. Perché non lo fanno? Perché loro fanno parte del copione. "
sembri un libro stampato , ma sei un boot ??

tra l'altro noto che le tue sono sempre deduzioni, le mie illazioni ,
non hai fatto altro che mettermi in bocca parole mai dette te lo ripeto stai bene così,

ti potrei ripetere per l'ennesima volta che riallacciandomi al discorso di chi ha aperto il topic io parlavo solo di come le notizie sulle violenze qui arrivino a senso unico ma se provo a spiegarlo ad un muro sono certo che quello lo capirebbe tu no,
mi sono reso conto che discutere con te è tempo perso sei così preso ad inserire 10mila parole per rispota che manco leggi .

ti prego risparmiami le stronzate sesquipedali che stai sparando sul fatto che io avrei : "anzi hai sottolineato, come se fossero dei martiri, soltanto i due militari morti scesi in piazza per perseguitare, torturare o uccidere decine di persone"

ste stronzate tienitele per te, perchè de senti' da te quello che penso io al proposito me sarei abbastanza cagato er caz_zo,
perchè di converso potrei dirti che per te quelli che danno fuoco a chi non la pensa come loro,sono eroi nazionali
peccato che quello arso vivo nun  fosse una guardia altrimenti potevi riattacca' cor disco de "militari scesi in piazza per perseguitare, torturare o uccidere decine di persone  , stai sempre a cerca' de mandalla in caciara.



Offline venezuelano

*
359
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #65 il: 17 Giu 2017, 03:37 »
Intanto noto con piacere che le tue sono deduzioni, e le mie illazioni e questo già dimostra
come ti poni tu in una discussione

Io ho postato un video , e ti ho spiegato che il video se lo cerchi da google in italiano non lo trovi,
ti potrei dire come mai le fonti di opposizione riguardo al fatto , come te,
hanno solo detto che non era vero fino a che non sono usciti i filmati.
una volta uscito i filmati hanno detto che era un ladro ( e quindi gli si può dare fuoco, ho letto certi commenti
da parte di gente aderente all'opposizione da far accapponare la pelle,
il più tenero era tipo :  hanno fatto bene sia se chavista sia se ladron,
pero magari prima ammazzarlo, e poi dargli fuoco, e questi i più teneri eh)

ma il video dove che coloro che lo pestano e gli danno fuoco sono manifestanti anti chavisti
non fa testo perchè sta su siti pro chavisti, ok ne prendiamo atto

Comunque io sono stato molto chiaro, ma vedo che tu non vuoi capire,
tanto quello che c'è scritto lo potranno leggere tutti e farsi un'idea su chi travisa chi ,
su chi mette in bocca agli altri parole mai dette se la possano fare tutti.


le immagini (che tu negavi ci fossero) stanno li tutti si possono fare un'idea


qui tempo fa tirarono delle molotov dentro una jep dei carabinieri , vuota
(i militi erano scappati via), i protagonisti sono indagati per tentato omicidio,

a genova un carabiniere dentro una jeep che aveva caricato i manifestanti ,
uccise un ragazzo che brandiva un estitore,
non fece un giorno di galera, se tu sei convinto che solo in venezuela
succedono queste cose, credo tu stia su un altro mondo,
se attacchi le guardie non ti aspettare fiori
(questo a prescindere dal motivo per cui partano gli scontri),
ci sono passato qui in italia  fine anni settanta ti caricavano con le jeep

riguardo a chi da fuoco a delle persone per strada scambiate per chavisti (ma anche se lo fosse stato ?? ed il problema è quello)
per me sono delle merde senza se e senza ma , poi visto che questo sembra essere un modo comune di agire ,
lascio a te dire che le immagini non sono chiare .

tanto per te anche l'intervista al ragazzo in ospedale e opera di : " le fonti di quelle notizie o immagini sono inattendibili, poiché i propagatori di quelle fonti sono membri del partito di regime che in questo preciso istante stanno portando a termine un genocidio difficilmente rintracciabile nella storia venezuelana. Sono fonti inattendibili perché Tele Sur e gli altri due figuri dell'articolo precedente non si strappano le vesti quando sono le forze dell'ordine a massacrare la popolazione civile. Perché non lo fanno? Perché loro fanno parte del copione. "
sembri un libro stampato , ma sei un boot ??

tra l'altro noto che le tue sono sempre deduzioni, le mie illazioni ,
non hai fatto altro che mettermi in bocca parole mai dette te lo ripeto stai bene così,

ti potrei ripetere per l'ennesima volta che riallacciandomi al discorso di chi ha aperto il topic io parlavo solo di come le notizie sulle violenze qui arrivino a senso unico ma se provo a spiegarlo ad un muro sono certo che quello lo capirebbe tu no,
mi sono reso conto che discutere con te è tempo perso sei così preso ad inserire 10mila parole per rispota che manco leggi .

ti prego risparmiami le stronzate sesquipedali che stai sparando sul fatto che io avrei : "anzi hai sottolineato, come se fossero dei martiri, soltanto i due militari morti scesi in piazza per perseguitare, torturare o uccidere decine di persone"

ste stronzate tienitele per te, perchè de senti' da te quello che penso io al proposito me sarei abbastanza cagato er caz_zo,
perchè di converso potrei dirti che per te quelli che danno fuoco a chi non la pensa come loro,sono eroi nazionali
peccato che quello arso vivo nun  fosse una guardia altrimenti potevi riattacca' cor disco de "militari scesi in piazza per perseguitare, torturare o uccidere decine di persone  , stai sempre a cerca' de mandalla in caciara.

Io ho riletto ciò che hai scritto in questo topic, e noto con stupore che ti contraddici perennemente, come se la tua anima e il tuo corpo fossero disgiunti. Mi preoccupa molto questo fatto. Potrei elencare almeno tre paradossi provenienti dalla tua tastiera, ma rischio che chiudano il topic, cosa che mi dispiacerebbe molto.

Tu puoi infastidirti quanto vuoi, hai il diritto di esserlo. Detto ciò, continuerò ad argomentare e a risponderti senza risparmiarmi, sottolineando ogni tuo paradosso.

La reputazione di chi ha diffuso quell'articolo e quel video è la stessa di quella che ha un carcerato di Guantànamo, quindi la credibilità è inesistente.

E' vero che il gruppo di opposizione ha bruciato un essere umano? Allora mi devo dissociare da queste malefatte. Io sono un sostenitore della legittima difesa e cioè: se un cittadino venezuelano viene torturato, aggredito e colpito a morte, è giusto che si difenda utilizzando ogni risorsa a sua disposizione. Se, invece, il cittadino si rende protagonista di un attacco violento e gratuito come quello denunciato da questo articolo, allora in questo caso mi dissocio totalmente da questa forma di violenza  terrificante, proprio perché sono il primo a condannare il regime per le sue malefatte. Io vorrei approfondire sulla dinamica dell'accaduto, ma purtroppo non è possibile.

Quali membri dell'opposizione hanno detto che sono dei ladri? Non mi risulta, ma può darsi che sia vero ciò che dici, dato che non ho informazioni in merito.

Ma quali siti pro chavisti? Tu presenti questi personaggi come se fossero dei membri di un cenacolo, quando in realtà sono dei fuorilegge. Quale attendibilità vuoi che abbia un articolo diffuso dalle stanze di chi sono i responsabili del massacro che subisce la società civile. Per me queste fonti bisogna prenderle con le molle, sono capziose e subdole. Se sono così attendibili come ti ostini a sostenere, allora che denuncino il resto degli omicidi, qualsiasi sia il gruppo coinvolto: oppositori, sostenitore del regime, paramilitari, militari e compagnia bella. Vediamo se il Ministro della Comunicazione si indigna allo stesso modo per gli altri morti.

Se qualcuno ha detto che l'uomo doveva essere ucciso per il semplice fatto di essere chavista, è una posizione che non condivido assolutamente. 

Le tue contraddizioni sono alla luce del giorno: ti presenti dicendo che i mezzi di informazioni nazionali "fanno arrivare solo alcune notizie", cioè raccontano balle, presentando come "documenti" attendibili articoli in cui intervengono il Defensor del Pueblo, un personaggio cui destino sarà  un carcere di massima sicurezza, e di un figuro delegato a diffondere la propaganda schizofrenica del regime. Meno attendibile di una fonte come questa penso che non sia mai esistita, ma tu la ritieni più attendibile dei mezzi nazionali. Complimenti per il limpidissimo costrutto.

Dici che non hai mai affermato che le manifestazioni dell'opposizione siano delle "Guarimbas". Bene, rileggiti qualche tuo passaggio precedente per renderti conto del tuo dilemma retorico. Hai affermato, in modo implicito, che le manifestazioni pacifiche non sono tali, ma sono delle "Guarimbas" Ti ricordo, caro Sharp, che quando si leggono delle frasi, le parole non si interpretano soltanto in modo letterale. Le frasi vengono anche interpretate in base al loro valore implicito oltre che logico. Mi dispiace dover fare il professorino, cosa che detesto, ma l'ho dovuto fare per evitare successive incomprensioni sterili.

Quello straniato dal mondo sei oggettivamente tu. Una persona che mette sullo stesso piano gli episodi che hai elencato con ciò che succede attualmente in Venezuela, non può essere considerata razionale. Se non sei in grado di distinguere entrambe le dimensioni, le realtà, le dinamiche, vuol dire che hai delle serie lacune argomentative, anzi gravissime lacune culturali. Come fai a paragonare episodi di violenza con un trama repressiva architettata dalle alte sfere di uno stato, progettata e pensata per consentire ogni sorta di sopruso nei confronti di chi dissente. Come fai ad accomunare tali episodi di violenza con una struttura repressiva diffusa a livello nazionale per compiere con il compito di essere il braccio armato di un regime, non solo per reprimere il dissenso, ma per consentire ad un regime di consacrarsi per i prossimi anni nel panorama politico. Qui parliamo di un regime che integra nella sua forma governo  un'ala militaristica violenta, fedelmente compromessa con lo scopo di ridurre a zero qualsiasi possibilità che questo regime smetta di "governare". Cioè la violenza è parte integrante della struttura di governo. Non so se riesci a cogliere la gravità di tutto ciò, oltre a capire  le differenze macroscopiche delle realtà che in modo inconsulto hai messo sullo stesso piano.

Ma quale attacco alle forze dell'ordine. Anche un bambino di 5 anni sarebbe in grado di differenziare un attacco da una difesa. Il popolo venezuelano si difende, non attacca. Coloro che attaccano hanno armi e la patente per commettere qualsiasi sorta di atrocità. Siccome non conosci i motivi della protesta, ipotizzi una serie di vicende strampalate che non stanno né in cielo né in terra. Una cosa sono le opinioni, un'altra cosa sono la di affermazioni inverosimili di cui ti, purtroppo, ti rendi protagonista.

E' una pratica comune bruciare delle persone scambiate per chaviste? Risparmiati queste illazioni deprimenti e scellerate che tratteggiano la tua carenza argomentativa.

Rispondi nel merito, in modo circostanziato. Perché non lo fanno?

Ti sei affannato nell'affermare che tu non prendi posizioni riguardo alla situazione venezuelana, ma vedo che sei un diligente e scrupoloso scanditore di ciò che gli organi di informazioni venezuelani diffondono. Perché non pubblichi i  restanti episodi in cui sono morti civili durante le proteste ? Che tra le altre cose rappresentano la enorme fetta dei morti totali. Poi accusi me quando rivelo la tua faziosità evidente, quando sottolineo che fai passare come vittime sacrificali i militari, mentre accusi i civili di ogni sorta di violenza. Fai un discorso paritetico, sempre che ciò non offenda la tua irascibilità.

Tu non hai soltanto parlato di violenze che provengono da entrambi le parti, hai sottolineato che la fonte italiana "racconta alcune cose", mentre hai presentato la fonte governativa come quella verace, quella che smentisce i bugiardi italiani. Successivamente hai affrontato il discorso con una faziosità militante.

Io discuto quello che pensi, anche perché sono legittimato a farlo, per il semplice fatto che affronti un argomento che mi interessa particolarmente.

Sulle ultime righe preferisco non intervenire. Non voglio infierire inutilmente.

Offline sharp

*****
17280
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #66 il: 17 Giu 2017, 04:42 »
sei ridicolo come psicologo sappilo,
come professorino invece abbastanza
inutile,oltre che stucchevole ma paradosso de che,
ho postato un articolo contenente un filmato,

prima hai negato che ci fosse , poi hai detto che
siccome il filmato era su un sito su cui intervengono coloro che a te non piacciono
il filmato è inattendibile, ed io dovrei continuare a discutere con te

qui se c'è qualcuno che fai illazioni su tutto quello che dicono gli altri sei tu
a no scusa le tue sono deduzioni, quelle degli altri illazioni per default, metti in bocca
alla gente in base alle tue illazioni (ah no deduzioni) frasi mai dette,
e poi dici che io sarei straniato, guarda ti do un consiglio fatti vedere da uno bravo
tu hai una forma di dissociazione che ti fa leggere cose che gli altri non scrivono

le tue affermazioni non devono dare adito ad illazioni,quindi nel momento in cui tu neghi
che quello che si vede nelle immagini sia reale,e io dico si infatti il ragazzo morto si è dato fuoco da solo
faccio un illazione,

però se io dico che viste le varie immagini
non mi sembra che i partecipanti alle manifestazioni siano tutti così civili
da cui tu ti inventi che io ho detto che sono tutte guarimbas tu fai delle deduzioni
sulle mie frasi, un modo perfetto di portare avanti una discussione, e lo stai facendo
con tutti quelli che sono intervenuti a cominciare dai post di Fat che tu hai stravolto
nei contenuti, credo sia una tua maniera di portare avanti i discorsi

ti ripeto stai bene così

daje aspetto n'artra filippica tanto oramai quello che scrivi lo leggo random
che de cazzate ne spari a iosa, e non sulla situazione del venezuela
ma sugli interventi degli altri, secondo me te ripeto o sei un bot
o stai usando uno di quei programmi dove inserisci quattro idiozie e escono fuori
decine di righe con concetti talmente vuoti che alla fine ti passa anche la voglia di leggere

poi o se te riesci ad infierire con qualcuno fammelo conoscere

altra stronzata che dici :"Ti sei affannato nell'affermare che tu non prendi posizioni riguardo alla situazione venezuelana, ma vedo che sei un diligente e scrupoloso scanditore di ciò che gli organi di informazioni venezuelani diffondono. Perché non pubblichi i  restanti episodi in cui sono morti civili durante le proteste ? Che tra le altre cose rappresentano la enorme fetta dei morti totali. Poi accusi me quando rivelo la tua faziosità evidente, quando sottolineo che fai passare come vittime sacrificali i militari, mentre accusi i civili di ogni sorta di violenza. Fai un discorso paritetico, sempre che ciò non offenda la tua irascibilità."

ma stai a usa' roba buona me fatte ste pippe mentali, dovrei avrei scritto 'ste cose ??
inserisci n'artre su' righe nel programma , vediamo quale altre stronzate riesce a partorire,

secondo me hai grossi problemi, ma proprio personali eh ti inventi le cose e poi ci fai sopra le filippiche
problemi di solitudine ??






Offline venezuelano

*
359
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #67 il: 17 Giu 2017, 22:19 »
sei ridicolo come psicologo sappilo,
come professorino invece abbastanza
inutile,oltre che stucchevole ma paradosso de che,
ho postato un articolo contenente un filmato,

prima hai negato che ci fosse , poi hai detto che
siccome il filmato era su un sito su cui intervengono coloro che a te non piacciono
il filmato è inattendibile, ed io dovrei continuare a discutere con te

qui se c'è qualcuno che fai illazioni su tutto quello che dicono gli altri sei tu
a no scusa le tue sono deduzioni, quelle degli altri illazioni per default, metti in bocca
alla gente in base alle tue illazioni (ah no deduzioni) frasi mai dette,
e poi dici che io sarei straniato, guarda ti do un consiglio fatti vedere da uno bravo
tu hai una forma di dissociazione che ti fa leggere cose che gli altri non scrivono

le tue affermazioni non devono dare adito ad illazioni,quindi nel momento in cui tu neghi
che quello che si vede nelle immagini sia reale,e io dico si infatti il ragazzo morto si è dato fuoco da solo
faccio un illazione,

però se io dico che viste le varie immagini
non mi sembra che i partecipanti alle manifestazioni siano tutti così civili
da cui tu ti inventi che io ho detto che sono tutte guarimbas tu fai delle deduzioni
sulle mie frasi, un modo perfetto di portare avanti una discussione, e lo stai facendo
con tutti quelli che sono intervenuti a cominciare dai post di Fat che tu hai stravolto
nei contenuti, credo sia una tua maniera di portare avanti i discorsi

ti ripeto stai bene così

daje aspetto n'artra filippica tanto oramai quello che scrivi lo leggo random
che de cazzate ne spari a iosa, e non sulla situazione del venezuela
ma sugli interventi degli altri, secondo me te ripeto o sei un bot
o stai usando uno di quei programmi dove inserisci quattro idiozie e escono fuori
decine di righe con concetti talmente vuoti che alla fine ti passa anche la voglia di leggere

poi o se te riesci ad infierire con qualcuno fammelo conoscere

altra stronzata che dici :"Ti sei affannato nell'affermare che tu non prendi posizioni riguardo alla situazione venezuelana, ma vedo che sei un diligente e scrupoloso scanditore di ciò che gli organi di informazioni venezuelani diffondono. Perché non pubblichi i  restanti episodi in cui sono morti civili durante le proteste ? Che tra le altre cose rappresentano la enorme fetta dei morti totali. Poi accusi me quando rivelo la tua faziosità evidente, quando sottolineo che fai passare come vittime sacrificali i militari, mentre accusi i civili di ogni sorta di violenza. Fai un discorso paritetico, sempre che ciò non offenda la tua irascibilità."

ma stai a usa' roba buona me fatte ste pippe mentali, dovrei avrei scritto 'ste cose ??
inserisci n'artre su' righe nel programma , vediamo quale altre stronzate riesce a partorire,

secondo me hai grossi problemi, ma proprio personali eh ti inventi le cose e poi ci fai sopra le filippiche
problemi di solitudine ??

Non sono laureato in psicologia, di conseguenza sono scarso  in materia. 

Sono d'accordo con te, fare il professorino è una pratica stucchevole. Su questo non c'è dubbio.

Ti ringrazio per l'epiteto "ridicolo", è un sollievo, oltre che un complimento.

Ti capisco, probabilmente non sei in grado di analizzare in modo acuto , razionale e argomentativo ciò che ho scritto e ciò che hai scritto. Probabilmente alla decima volta che leggerai ciò che hai scritto riuscirai a scorgere i paradossi madornali proveniente dalla tua tastiera, oltre alla faziosità disarmante che professi.

Non è che non mi piacciono, sono gestiti da soggetti che fanno parte del conflitto, anzi,  ne fanno parte e sono autori del massacro. Mi sembra molto semplice come ragionamento. E' come se io ritenessi che le fonti hitleriane, con Goebbels in testa, fossero attendibili; oppure dicessi che le fonti di informazioni  staliniane fossero la Bibbia. Non conosciamo le dinamiche di ciò che hai pubblicato, dato che il regime ha sistematicamente utilizzato i morti per trarne vantaggio politico, accusando con una saga di menzogne la controparte.

Non tutti dicono illazioni, assolutamente. Nel tuo caso, i tuoi sono interventi di parte, quindi sono deduzioni a metà, parzialmente motivate. Forse qualche oppositore venezuelano ti ha portato via la moglie... E' una battuta, per stemperare un po' gli animi.

Io mi sono fatto vedere da uno bravo diversi anni fa; alla fine della sessione gli ho fatto io da psicologo a chi doveva occuparsi di me. Forse dovrei ritrattarmi da ciò che ho scritto sopra.

Tutti gli esseri umani siamo a rischio "cazzate", l'imperfezione negli essere umani è inconfutabile. Mi fa piacere che tu te ne sia accorto.

C'è una differenza sostanziale tra scrivere "concetti vuoti" e non capire i concetti.

L'uomo bruciato è stato descritto dall'articolo  come un "chavista" che è stato aggredito e bruciato senza motivo. Io ho la certezza che è stato bruciato, cosa terribile ed obbrobriosa, dalle immagini che ho potuto vedere. Non ho la certezza che sia stato un "chavista" o un membro dell'esercito, oppure un membro dei "colectivos".  Non ho certezza se i gruppi di "oppositori" abbiano attaccato, oppure sia stato un atto di difesa, comunque eccessiva e assolutamente da condannare, nei confronti di un eventuale aggressore che facesse parte di un gruppo militare o paramilitare contro i quali i gruppi di civili combattevano . Non mi posso fidare di una fonte che strumentalizza l'informazione su vite umane da una parte e dall'altra, siano vite "chaviste", siano vite "di opposizioni". Vorrei aggiungere che in rete, dall'altra parte della barricata, girano immagini fasulle caricate da persone comuni, che falsificano la realtà mostrando, ad esempio, dei militari, che non appartengono alle forze dell'ordine venezuelane, che colpiscono dei civili. E' importante sottolineare ciò.

La tua frase contestata è stata: "tu parli di manifestazioni pacifiche, vogliamo parlare delle Guarimbas?" E' un modo implicito e semplice per sottolineare la prevalenza del secondo costrutto sul primo. 

Siccome hai impiegato una giornata sottolineando la morte dei due militari, senza contestualizzare l'accaduto; hai sottolineato l'episodio della bomba molotov lanciata ai militari; infine, hai sottolineato soltanto i "patimenti" di chi ha generato il massacro, dimenticandoti degli episodi di violenza di cui sono macchiati, ho dedotto che i tuoi interventi sono faziosi.

Sono astemio e non ho mai provato nessun tipo di droga. Quindi sono sano e lucido.

I problemi personali normalmente li patiscono persone che si esprimono con insolenze, rabbia e rancore nei loro rapporti interpersonali;  è un modo per sfogare le proprie frustrazioni. Sono sentimenti che non provo, nonostante tutto.

Ripeto, il fatto che tu non abbia argomentato durante il dibattito; il fatto che tu non abbia menzionato neanche un solo episodio in cui il regime è macchiato di sangue, è una dimostrazione palese della tua faziosità. Non è che devi dire, "io sono fazioso" per esserlo, è implicito nel tuo atteggiamento.

Se ti sei espresso male, allora ti capisco; ma sarebbe utile per la discussione che tu ti esprima in modo chiaro e lucido, possibilmente con una sintassi corretta.

Ricorda che stai parlando di un argomento di una delicatezza enorme, dato che muoiono civili ogni giorno per mano delle "fonti" che citi, e che si parla di un confronto lungo un asse militare-civili in cui i civili sono massacrati soltanto per difendere i diritti che ogni essere umano del pianeta terra merita di avere, senza distinguo.

Un altro consiglio: rispondi in merito alla discussione, senza divagare in insulsi e puerili insolenze che tratteggiano la tua carenza argomentativa, in modo da fare la discussione più interessante e ricca. Mi sembri un uomo adulto e vaccinato. 







Offline sharp

*****
17280
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #68 il: 18 Giu 2017, 00:05 »
Citazione da:   MISTIFICATORE DI FRASI ALTRUI  =topic=30337.msg2684625#msg2684625 date=1497730760


Blah  Blah Blah  Blah !!!




ti ho risposto, e ho argomentato 10 volte ,se non capisci è un problema tuo, io mi sarei un attimo rotto.
e come sempre quando rispondi fai un mischione di mille cose, il video sta la e parla chiaro
forse hai qualche problema a capire il significato della parola video ???
non ti piace non ci posso fare nulla , altro problema tuo, sta la e chiunque lo veda si potrà fare un'idea
di ciò che si vede nello stesso.


Il resto sono tutte pippe mentali tue,che io non ho mai detto, illazioni tue che nella tua mente assumono
la forma di realtà inconfutabili ... altro problema tuo


Il fatto che non fai altro che mistificare ciò che scrivono gli altri invece
è di tutti coloro che hanno partecipato al thread tant'è che non ci scrive più nessuno

se mistifichi i fatti come fai con ciò che scrivono gli altri comincio a credere
che se quelli come te sono il futuro del il tuo paese, il rischio di passare dalla padella
alla brace sia molto elevato, anzi più che nella brace direttamente in un forno crematorio

mo riparti co' n'artra filippica lunga seimila righe e continua a mistificare che è l'unica cosa che sai fare


che poi fai ride io sarei di parte ?? tu invece sei super partes ??ma non ci vedi un minimo di contraddizione , no eh ??
 
ti do una ferale notizia : a me qualche oppositore venezuelano al massimo potrebbe chiedere come mai la moglie
non stia più con lui ... fossi proprio tu ??


Citazione da:   MISTIFICATORE DI FRASI ALTRUI  =topic=30337.msg2684625#msg2684625 date=1497730760



"Io mi sono fatto vedere da uno bravo diversi anni fa; alla fine della sessione gli ho fatto io da psicologo a chi doveva occuparsi di me. Forse dovrei ritrattarmi da ciò che ho scritto sopra."

[/size]

guarda non avevo dubbi in proposito, poi vabbe' la chiosa finale dimostra che il tuo ego
smisurato ti da ancora problemi mica piccoli, forse qualche altra seduta ti potrebbe aiutare 




da adesso vai su ignore che discutere con chi mistifica ciò che scrivono gli altri è esercizio stucchevole
e dopo avertelo fatto notare 10 volte rompe, come non mi interessa fare da supporto a chi ha evidenti problemi





Offline venezuelano

*
359
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #69 il: 19 Giu 2017, 01:19 »


ti ho risposto, e ho argomentato 10 volte ,se non capisci è un problema tuo, io mi sarei un attimo rotto.
e come sempre quando rispondi fai un mischione di mille cose, il video sta la e parla chiaro
forse hai qualche problema a capire il significato della parola video ???
non ti piace non ci posso fare nulla , altro problema tuo, sta la e chiunque lo veda si potrà fare un'idea
di ciò che si vede nello stesso.


Il resto sono tutte pippe mentali tue,che io non ho mai detto, illazioni tue che nella tua mente assumono
la forma di realtà inconfutabili ... altro problema tuo


Il fatto che non fai altro che mistificare ciò che scrivono gli altri invece
è di tutti coloro che hanno partecipato al thread tant'è che non ci scrive più nessuno

se mistifichi i fatti come fai con ciò che scrivono gli altri comincio a credere
che se quelli come te sono il futuro del il tuo paese, il rischio di passare dalla padella
alla brace sia molto elevato, anzi più che nella brace direttamente in un forno crematorio

mo riparti co' n'artra filippica lunga seimila righe e continua a mistificare che è l'unica cosa che sai fare


che poi fai ride io sarei di parte ?? tu invece sei super partes ??ma non ci vedi un minimo di contraddizione , no eh ??
 
ti do una ferale notizia : a me qualche oppositore venezuelano al massimo potrebbe chiedere come mai la moglie
non stia più con lui ... fossi proprio tu ??



guarda non avevo dubbi in proposito, poi vabbe' la chiosa finale dimostra che il tuo ego
smisurato ti da ancora problemi mica piccoli, forse qualche altra seduta ti potrebbe aiutare 




da adesso vai su ignore che discutere con chi mistifica ciò che scrivono gli altri è esercizio stucchevole
e dopo avertelo fatto notare 10 volte rompe, come non mi interessa fare da supporto a chi ha evidenti problemi

Hai argomentato? Dove? Non hai parlato in merito alla problematica specifica. Ti sei limitato a fare espressioni "colorite" e a proferire offese personali. Queste non sono argomentazioni in una discussione

Un video? Un video di 13 secondi non racchiude in se l'intero sviluppo della vicenda, tanto meno quando proviene da una fonte del genere.

Le realtà non sono mie, io posso solo fare delle interpretazioni. Il fatto che tu abbia fatto interventi di parte, è un elemento concreto, non c'entra nulla la mia opinione.

Io non mi permetto di mistificare, mi limito a constatare dei fatti. Permetti che io possa rilevare il fatto che, con i tuoi interventi discutibili, offendi me e tanti venezuelani, i quali subiscono l'inimmaginabile, a causa delle affermazioni a senso unico a tuo carico. Fino ad ora non hai speso neanche una parola sul resoconto dei morti che non appartengono "alla tua fonte"... questo è un atteggiamento di parte.

"Quelli come me sono il futuro del mio paese c'è il rischio di passare dalla padella alla brace? Un'altra offesa gratuita che non arricchisce il dibattito per il quale siamo qui. E' un atteggiamento non tanto carino.

Io, a differenza tua, sono venezuelano; io, a differenza tua, ho una madre e amici d'infanzia che patiscono la povertà e la violenza tutti i giorni; io, a differenza tua, ci tengo al Venezuela. Non è una questione di "super partes", è una questione di appartenenza e di identità. 

Bella battuta, ma purtroppo, per l'esito della tua battuta,  sono celibe.

Tu riassumi il tutto a problemi personali psichiatrici, ti ergi a psichiatra, a psicoanalista e a scientifico con un palmarés da premio Nobel. Sei un uomo eclettico, mi fido dite allora.

Nessuno interviene perché non lo ritiene necessario.

Non è una questione di egocentrismo smisurato, il mio intervento si lega alle tue espressioni colorite e disordinate che non contribuiscono alla comprensione durante la discussione. Semmai, l'ego smisurato ce l'ha chi pretende prevaricare, senza conoscere la natura o i motivi della problematica venezuelana, con delle opinioni discutibili nei confronti di un cittadino del luogo che qualche conoscenza ce l'ha, grazie alle sue esperienze dirette e indirette.

In conclusione, vorrei fare alcune domande per riportare la discussione su binari concreti:

Come mai la fonte da te citata non ha denunciato i casi delle altre persone morte?

Come mai la Procura della Repubblica o il Ministero dell'Interno non hanno svolto le indagini pertinenti e innescato le accuse penali verso tutti i casi di omicidio e di tortura.

Quali sono i motivi della protesta che ha scatenato questo putiferio?

Perché il regime ha annullato le elezioni regionali del 2016? (Uno dei tanti motivi della protesta)

Perché il regime, insieme alla Commissione elettorale, hanno impedito che si svolgesse il referendo revocatorio? (Motivo di protesta)

Come mai la Magistratura ha abolito con un decreto la funzione legislativa del Parlamento? (Causa di protesta)

Come mai per le strade venezuelane ci sono dei civili armati (colectivos) che sparano ad altri civili?

Perché il regime ha convocato ad una Assemblea Costituente senza sottoporla alla consultazione cittadina?

Perché il Ministro della Difesa ha dato l'ordine di eseguire "El plan Zamora a nivel 2"?

Come mai le forze dell'ordine sparano le bombe lacrimogene verso il corpo dei manifestanti?

Perché non si trovano cibo e medicine nel nostro paese? (Motivo di protesta)

Se riesci ad intervenire civilmente, senza prodigarti in offese personali ed insulti, sarebbe ottimo, non perché io mi offenda, ma perché il dibattito perde il suo senso.

PD: "Mistificatore di frasi altrui". Il tuo dileggio mi commuove e al contempo mi conforta. Ma ti comprendo, quando si è adolescenti si incappa in queste goliardie. Comunque mi è piaciuta.







Offline Fabiano9mm

*
1652
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #70 il: 19 Giu 2017, 01:29 »

Offline porga

*
820
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #71 il: 19 Giu 2017, 09:17 »
#fueramaburro

Offline FatDanny

*****
14652
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #72 il: 01 Ago 2017, 09:38 »
nonostante le critiche a Maduro che confermo in toto, le ultime vicende credo mettano una parola definitiva sull'immonda opposizione di destra, la quale tutto è fuorché democratica.

Maduro chiama alle urne il popolo, la destra le sabota con la violenza, gli omicidi, le aggressioni costanti, gli assalti a scuole, ospedali e istituti pubblici.
Se maduro pecca in democrazia, la sua controparte è la vera dittatura che vorrebbe imporsi con un golpe per riportare al potere i soliti noti corrotti.

Se ha ragione l'opposizione nel dire che maduro non ha la maggioranza del paese, che dovrebbe farsi da parte perché il popolo vuole altro, quale occasione migliore della votazione sull'Assemblea Costituente? Quale migliore occasione di un'elezione nazionale?
La possibilità di brogli non regge: tanto perché a farla dovrebbero solo vergognarsi visti i protagonisti, ma soprattutto perché non ha senso farla ex ante. Puzza lontano un miglio de mani avanti.
Forse non sono così sicuri lorsignori di essere maggioranza?
Forse queste elezioni rischiano di svelare la loro vera natura di parzialità benestante che vuole recuperare i suoi privilegi?

Con la speranza che l'assemblea costituente dia un'importante sterzata al bolivarismo rompendo il giogo della burocrazia, intanto che venga messa alla gogna questa opposizione di banditi criminali che qui in europa avremmo represso in modo ben più duro.
A genova 10 anni di galera e torture per le vetrine tirate giù, se l'opposizione antichavista fosse italiana o tedesca altro che la galera... avrebbe visto l'inferno con i suoi occhi.
Però maduro è un dittatore e qui in Europa ce stanno le liberaldemocrazie.
 :sisisi: :sisisi: :sisisi:

#fueramaburro

#freeyoanisanchez 2.0?

La storia di questa ridicola, becera manipolatrice in malafede, ruffiana da quattro soldi che fosse per me vivrebbe a mais raffermo e acqua (fatto marcire appositamente, me raccomando) fino a che il mondo non ne sia libero non ti ha insegnato nulla?
Je dice bene che i castristi a differenza mia non cadono nelle provocazioni.
Io ce sarei caduto da mo' e pure malemale...



Offline porga

*
820
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #73 il: 01 Ago 2017, 12:10 »
il 41% dell'affluenza a questa misera pagliacciata, testimonia come maburro abbia puntato alla spaccatura netta nel paese, avendo per ora l'esercito dalla sua parte

i chavisti sono minoranza nel paese, maburro lo hanno abbandonato in molti e la diaspora sta attaccando anche alcuni gradi dell'esercito

prevedo che a breve alcune guarnigioni delle regioni più povere passeranno dalla parte dell'opposizione e la guerra civile che ENTRAMBE LE PARTI hanno deciso debba risolvere la questione (certo, una ha l'esercito dalla sua, ma vabbe') diventerà una realtà

io resto dell'idea che la questione venezuelana sia molto poco ascrivibile a fattori esterni - che, se avessero voluto, avrebbero trovato un altro somaro da mettere al posto suo, tanto è corrompibile lo stato maggiore venezuelano - e molto, invece, all'incapacità tipica dei regimi sudamericani nel creare un ricambio politicamente adeguato ai tempi che si stanno vivendo, favorendo invece la crescita di babbei inadeguati attratti dallo stesso odore dei soldi che di facciata dicono di combattere

per il resto, ti leggo sempre con un articolato piacere, ma quando scrivi
Forse queste elezioni rischiano di svelare la loro vera natura di parzialità benestante che vuole recuperare i suoi privilegi?
sono sicuro che non ci credi nemmeno tu, tanto è grande il paradosso che insegui e che tenti di far passare come vero

in piazza ci sono i ricchi  :sisisi:
i beni di prima necessità non li trovano i ricchi  :sisisi:

il fatto è abbastanza semplice: il chavismo - come tutte le dittature - ha creato un immenso bacino di mortidefame che ha sfamato a colpi di utopie, prezzi sussidiati e verniciatine di ranchos
il ceto medio è stato spazzato via ed è aumentato, invece, il generone alimentato a PDVSAdollari

in piazza si è creata una legatura, quella si davvero democratica, fra un'opposizione che non era mai stata violenta - almeno mai quanto la reazione chavista - ed un popolo che sta abbandonando questo incommensurabile c.o.g.l.i.o.n.e. gonfiato

Offline FatDanny

*****
14652
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #74 il: 01 Ago 2017, 12:36 »
il 41% dell'affluenza a questa misera pagliacciata, testimonia come maburro abbia puntato alla spaccatura netta nel paese, avendo per ora l'esercito dalla sua parte

i chavisti sono minoranza nel paese, maburro lo hanno abbandonato in molti e la diaspora sta attaccando anche alcuni gradi dell'esercito

prevedo che a breve alcune guarnigioni delle regioni più povere passeranno dalla parte dell'opposizione e la guerra civile che ENTRAMBE LE PARTI hanno deciso debba risolvere la questione (certo, una ha l'esercito dalla sua, ma vabbe') diventerà una realtà

io resto dell'idea che la questione venezuelana sia molto poco ascrivibile a fattori esterni - che, se avessero voluto, avrebbero trovato un altro somaro da mettere al posto suo, tanto è corrompibile lo stato maggiore venezuelano - e molto, invece, all'incapacità tipica dei regimi sudamericani nel creare un ricambio politicamente adeguato ai tempi che si stanno vivendo, favorendo invece la crescita di babbei inadeguati attratti dallo stesso odore dei soldi che di facciata dicono di combattere

per il resto, ti leggo sempre con un articolato piacere, ma quando scrivisono sicuro che non ci credi nemmeno tu, tanto è grande il paradosso che insegui e che tenti di far passare come vero

in piazza ci sono i ricchi  :sisisi:
i beni di prima necessità non li trovano i ricchi  :sisisi:

il fatto è abbastanza semplice: il chavismo - come tutte le dittature - ha creato un immenso bacino di mortidefame che ha sfamato a colpi di utopie, prezzi sussidiati e verniciatine di ranchos
il ceto medio è stato spazzato via ed è aumentato, invece, il generone alimentato a PDVSAdollari

in piazza si è creata una legatura, quella si davvero democratica, fra un'opposizione che non era mai stata violenta - almeno mai quanto la reazione chavista - ed un popolo che sta abbandonando questo incommensurabile c.o.g.l.i.o.n.e. gonfiato

La tua opinione mi sembra fortemente parziale.
O leggi troppo repubblica o dai troppo peso a una delle due parti in causa.

1) il 41% in uno stato di quasi guerra civile, con le opposizioni che ostacolano attivamente le operazioni di voto in modo violento, con attentati, blocchi stradali aggressivi e via cantando, non è affatto poco.
In Europa vota il 55-60% senza alcun ostacolo.
Ci sono le testimonianze (anche video) di chi ha rischiato la vita o ha fatto cose assurde pur di aggirare i blocchi delle opposizioni e riuscire a votare.
In condizioni analoghe in europa avresti avuto il 20% scarso.
Da critico da sinistra di Maduro ammetto onestamente che il 40% è un risultato di tutto rispetto, altro che pagliacciata o sconfitta.
Possono parlare di pagliacciata solo i critici capziosi occidentali. Ossia quelli che non dovrebbero permettersi di parlare per il loro operato passato e presente, all'estero come nei propri paesi.

2) TUTTI i governi europei sono minoranza nei rispettivi paesi se prendi il dato assoluto, quindi questa affermazione o è inutile o è capziosa.
O è una banalità, quindi inutile, oppure vorrebbe sottolineare una presunta eccezione che è invece regola di qualsiasi governo contemporaneo: governa con una minoranza di voti.
questo non consegna quindi alle opposizioni la legittimità a fare quel che fanno in venezuela.
E se lo facessero in Europa avresti una reazione assolutamente analoga.
Anzi, per molto meno hai già visto praticamente le stesse cose: arresti e repressione.
E le opposizioni europee non uccidono, non devastano, non assaltano edifici pubblici con armi automatiche e bombe. Non danno fuoco ai filo-governativi.

3) Se l'opposizione ha tutto il peso che dice (e che dici) poteva usare questa "pagliacciata" a suo pieno vantaggio trattandosi non di una semplice elezione nazionale, ma addirittura di un'Assemblea Costituente. Più democratico di così... se more. E invece no. Ha voluto deligittimare il processo e boicottarlo. Perché. Occorre spiegare (e spiegarsi) il perché.
Cosa temeva o teme l'opposizione da questo processo.

4) in piazza non ci sono solo i ricchi, tanto quanto i berlusconiani non sono tutti imprenditori del nord-est. Detto questo non capisco per quale ragione considerare solo le piazze dell'opposizione e non anche le piazze, oceaniche, addirittura maggiori, dei filo-chavisti.
Anche qui, occorre spiegare le ragioni di questa rimozione che porta a considerare una sola piazza e le sue presunte "legature democratiche" rimuovendo totalmente un'altra piazza che sta mettendo i propri corpi a difesa del processo bolivariano. Tutti parenti di maduro? Tutti legati alla burocrazia petrolifera? Da dove vengono quelle persone eh?
Ecco, proviamo a dare una spiegazione a questa rimozione e a chiederci a chi conviene.

5) Se in venezuela c'è una dittatura allora c'è anche in europa, perché non vedo sul piano dell'autoritarismo nulla di maggiore.
Ribadisco che se io oggi comincio a dare fuoco in piazza agli esponenti del pd, do fuoco a scuole, ospedali, centri di smistamento beni, etc credo che avrò in questa democraticissima europa un trattamento anche peggiore di quello ricevuto oggi dagli oppositori "democratici" di maduro.
Dove sarebbe dunque l'aspetto dittatoriale oltre che nella vulgata di chi è interessato alla caduta di Maduro?

6) è sempre così con la pseudo-sinistra moderata (vedi repubblica).
Quando le contraddizioni vengono al pettine e il gioco si fa duro la legittimità della violenza viene riconosciuta, guarda caso, sempre alla classe possidente. Al "ceto medio".

Guarda che, almeno per me, il principale problema del chavismo non è aver fatto troppo, ma aver fatto troppo poco.
Troppi compromessi con gruppi privati e capitali, invece che spianarli senza alcun ripensamento.
Troppa burocrazia per gestire in termini di continuità lo stato venezuelano invece di una sua ristrutturazione radicale attraverso i proventi del petrolio.
L'Assemblea costituente, quella che tu chiami "pagliacciata", è tardiva.
Avrebbe dovuto esserci molto tempo fa  e non in questa fase di crisi.  E avrebbe dovuto spianare le classi, a partire proprio dal ceto medio, a favore di una ristrutturazione sociale compiuta.

Chi fa una rivoluzione a metà, non fa che scavarsi la fossa (cit.)

Offline porga

*
820
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #75 il: 01 Ago 2017, 14:40 »
mah, darmi del repubblichino :p non ti fa onore
anche perché, se vogliamo parlare di parzialità nei discorsi...
 :roll:

peraltro, paragonare quanto sta accadendo a caracas con quanto potrebbe accadere qui, le percentuali dei votanti, la legittimità dei governi è un po', come dire, naif

poi, mi dovresti spiegare in base a quale principio una opposizione (vincitrice delle ultime due elezioni, eh, e se vogliamo anche di quella sulla costituente...) non può fare una rivoluzione - supportata dal popolo, unido, altro che adunate oceaniche dei chavisti prelevati a forza dai soldati - ad una rivoluzione istituzionalizzata che, come riconosci anche tu, ha fatto molto poco e male

semmai leggo Il Post, laddove trovo una disamina non di parte (o meglio, di tutte le parti) e posso vedere interventi bellissimi ed accorati da parte di persone come Luisa Ortega Diaz, non proprio la prima che passa, non proprio una oppositrice di dx, non proprio una yoanisanchez


http://www.ilpost.it/2017/08/01/che-fare-con-il-venezuela/

Offline venezuelano

*
359
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #76 il: 01 Ago 2017, 14:41 »
nonostante le critiche a Maduro che confermo in toto, le ultime vicende credo mettano una parola definitiva sull'immonda opposizione di destra, la quale tutto è fuorché democratica.

Maduro chiama alle urne il popolo, la destra le sabota con la violenza, gli omicidi, le aggressioni costanti, gli assalti a scuole, ospedali e istituti pubblici.
Se maduro pecca in democrazia, la sua controparte è la vera dittatura che vorrebbe imporsi con un golpe per riportare al potere i soliti noti corrotti.

Se ha ragione l'opposizione nel dire che maduro non ha la maggioranza del paese, che dovrebbe farsi da parte perché il popolo vuole altro, quale occasione migliore della votazione sull'Assemblea Costituente? Quale migliore occasione di un'elezione nazionale?
La possibilità di brogli non regge: tanto perché a farla dovrebbero solo vergognarsi visti i protagonisti, ma soprattutto perché non ha senso farla ex ante. Puzza lontano un miglio de mani avanti.
Forse non sono così sicuri lorsignori di essere maggioranza?
Forse queste elezioni rischiano di svelare la loro vera natura di parzialità benestante che vuole recuperare i suoi privilegi?

Con la speranza che l'assemblea costituente dia un'importante sterzata al bolivarismo rompendo il giogo della burocrazia, intanto che venga messa alla gogna questa opposizione di banditi criminali che qui in europa avremmo represso in modo ben più duro.
A genova 10 anni di galera e torture per le vetrine tirate giù, se l'opposizione antichavista fosse italiana o tedesca altro che la galera... avrebbe visto l'inferno con i suoi occhi.
Però maduro è un dittatore e qui in Europa ce stanno le liberaldemocrazie.
 :sisisi: :sisisi: :sisisi:

#freeyoanisanchez 2.0?

La storia di questa ridicola, becera manipolatrice in malafede, ruffiana da quattro soldi che fosse per me vivrebbe a mais raffermo e acqua (fatto marcire appositamente, me raccomando) fino a che il mondo non ne sia libero non ti ha insegnato nulla?
Je dice bene che i castristi a differenza mia non cadono nelle provocazioni.
Io ce sarei caduto da mo' e pure malemale...

Tu saresti un critico di Maduro? Tu saresti quell'essere candido e angelico che in qualche post precedente affermava di essere una sorta di figura ecumenica, che rifiutava con forza di essere un sostenitore del regime maduro-criminale? Beh, con questo post hai messo in evidenza quanto può essere relativa la verità umana.

In primo luogo ti prego di attribuire la parola "immonda" ad un altro soggetto, poiché ciò che tu definisci "immondo", è strettamente legato a essere umani che hanno perso la vita, essere umani che in futuro saranno ricordati come eroi in una scena macabra; eroi, una "qualifica" che probabilmente tu non raggiungerai neanche in caso di reincarnazione.

In secondo luogo ti ricordo che per la convocazione di un'Assemblea Costituente, è il "potere originario" l'unica figura autorizzata a richiedere un'Assemblea Costituente, identificato appunto con la sovranità cittadina. Quindi, Maduro, non può "chiamare alle urne" un gran bel niente, dato che non ha il potere costituzionale per farlo, a meno di aver violato la costituzione che lui, insieme all'altro santone, hanno promosso e votato nel lontano 1999. Una violazione che effettivamente è avvenuta con la convocazione arbitraria, da parte di Maduro e del suo gabinetto satanico, di una orgia costituzionale che non ha rispettato i passaggi che caratterizzano una costituente, e cioè, oltre al principio originario del potere costituente, la consultazione al popolo sulla modifica costituzionale e la consultazione delle basi elettorali sulla quale essa si fonda. Quindi, tu stesso, con il tuo furente desiderio di spararla grossa, hai svelato implicitamente la natura illecita della "contesa" elettorale.

Prima di spararla nuovamente grossa, ti consiglio di attingere alla letteratura politica della Costituzione del 1999, per informare te stesso e chi ha a che fare con le tue prediche, su come è stata condotta quella consultazione che diede origine alla Costituzione del 1999, la quale lo stesso Chàvez e Maduro difesero a spada tratta e votarono. 

Nonostante tu prosegua nel tuo perseverante tentativo di alterare e modificare le responsabilità dei protagonisti in campo, insieme a qualche altro compagno di merende, fortunatamente ci sono persone con cervelli funzionanti o brillanti che non abboccheranno ad questa tua ossessione di diffondere inesattezze, poiché l'essere pensante si pone domande elementari, oltre che fondamentali: chi ha il potere delle armi? Chi ha le risorse per imporre la violenza come metodo sistematico? Chi a l'interesse di creare un palcoscenico di violenza?

Comincio a credere anche io alla teoria proposta da qualche utente, il quale sottolineava la poca lucidità e conoscenza da parte di chi il Venezuela l'ha visto solo in cartolina, o al massimo ha sentito parlarne per le sue bellezze femminili.

Cioè, tu vorresti convincere le persone sul fatto che una forza politica, l'opposizione venezuelana, che non detiene il potere esecutivo, militare, economico, giudiziale e nemmeno il potere legislativo, poiché  il Parlamento eletto è stato messo al bando dall'orgia costituzionale, è dittatoriale, corrotta e pericolosa? Posa il fiasco caro mio. Nelle tue affermazione ci sono più paradossi che in un devoto cristiano fedele a Satana.

Il ritorno al potere dei soliti noti corrotti? Ma se i soliti noti corrotti sono gli stessi da 18 anni a questa parte. Questa è la solita manfrina comunista che purtroppo affligge ai membri della malattia nota come "comunismo": far riferimento ad un passato politico e temporale imprecisato come se fosse di recente attualità,  per poter occultare i risultati cupi e funerei della loro politica che è ormai secolare. Questi parlano del ritorno di note figure al governo come se il chavismo-madurismo fosse al potere da 6 mesi.

Vi ricordo che il regime "rivoluzionario" è, dati alla mano, il regime più corrotto che abbia mai avuto il Venezuela. Quindi, di quali soliti noti parli? I soliti noti sono gli stessi da 18 anni, ricordatelo bene.

L'opposizione politica venezuelana su una cosa è stata chiara: il cambio politico sarà costituzionale ed elettorale, monito supportato dai fatti poiché l'opposizione ha fatto richiesta di un referendo revocatorio, negato dalla Commissione Elettorale; poiché ha ottenuto la vittoria in Parlamento grazie alla consultazione elettorale, nonostante le evidenti manipolazioni e i favoritismi per far vincere al branco di psicopatici ; poiché l'opposizione era pronta a presentarsi alle elezioni regionali e municipali del 2016, le quali sono state annullate dalla Commissione elettorale per non far perdere decine di municipi e regioni al regime. Cioè, dopo la sconfitta del regime alle elezioni parlamentari del 2015, le scatole vuote del regime hanno capito che non avrebbero più vinto una contesa elettorale, dopodiché è partita l'offensiva per impedire anche l'abbozzo di una qualsivoglia consultazione elettorale, tranne l'orgia costituzionale del 30 luglio, in cui la vittoria del madurismo era scontata e garantita dal braccio amico del CNE.

Caro Fat, la tua retorica sull'opposizione violenta è arrivata agli sgoccioli, poiché sono sempre meno gli argomenti che avete per fantasticare.

Ora mi rivolgo agli altri utenti che leggono questo topic per smentire una volta per tutte le fantasie paranoiche di coloro che, purtroppo, sono obnubilati dalle loro ideologie irrazionali, oppure  fanno finta di avere una ideologia per giungere a secondi fini. Sono 15 anni che la rivoluzione oligarchica-bolivariana denuncia colpi di stato mai avvenuti; sono 18 anni che denuncia invasioni per mano dell'Impero, invasioni mai capitate. Per 18 anni mi sono preparato ad una invasione perversa, macabra e ingiusta, e mi trovo ancora qui con il mio casco, scudo e  giubbotto antiproiettile pronto a difendere la patria, che, però, marciscono nella polvere. Come mai?.

Che c'entra la consultazione per una Assemblea Costituente con la richiesta di revoca del mandato di un presidente della Repubblica? La richiesta per la revoca del mandato di Maduro, questa si prevista dalla Costituzione, è stata ostacolata e impedita  dalla Commissione Elettorale, nota filiale del potere esecutivo.

L'opposizione non ha accettato di partecipare all'orgia costituzionale per la sua natura incostituzionale e illecita, una consultazione che ha prevaricato sull'articolo 328 (se non ricordo male il numero). Quindi, perché l'opposizione dovrebbe  accettare di misurarsi in una contesa illecita e fatta su misura per la vittoria del regime? O tu pensi che se si fosse presentata l'opposizione, ci sarebbe stato spazio per la sconfitta del regime? Fammi il piacere....  La vicenda elettorale è stata così limpida ed attendibile che quando Maduro  ha poggiato il suo tesserino "El carnet de la patria" sullo schermo  della macchina elettorale,  apparve la scritta "votante non registrato nel sistema". Immaginate con quali elementi è costretta a lottare l'opposizione.

Certo che le tue perle sono fantastiche quest'oggi. L'opposizione non si sarebbe presentata per paura di perdere la contesa? Mah, certo, come ho fatto a non capirlo prima. E' scontato che il supporto del popolo venezuelano sia destinato a chi lo ha soggiogato alla miseria e alla morte ad occhi aperti. Chi non voterebbe proposte illuminate e funzionali a un popolo di tale portata.

Certo, qui in Europa avreste represso un'opposizione più violenta, soprattutto tu, dal tuo comodo divano dispensando teoremi e teorie deliranti. Fortunatamente in Italia non ci sei tu al governo, altrimenti gli italiani dovrebbero sorbirsi la seconda saga di uno stalinismo redivivo.

Beh se ti sono così indigeste le liberal-democrazie, puoi prendere il primo aereo partente dall'Italia verso il mare della felicità in salsa venezuelana. Guarda che non ti trattiene nessuno, tanto meno te lo impedisce nessuno, anzi con la tua posizione ideologica andresti d'accordissimo con l'istinto criminale di Maduro e Diosdado. Basta che ti rechi al consolato venezuelano a chiedere il visto.



Offline porga

*
820
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #77 il: 01 Ago 2017, 14:55 »
La vicenda elettorale è stata così limpida ed attendibile che quando Maduro  ha poggiato il suo tesserino "El carnet de la patria" sullo schermo  della macchina elettorale,  apparve la scritta "votante non registrato nel sistema". Immaginate con quali elementi è costretta a lottare l'opposizione.

 :lol: :lol:

questa infatti, nella tragicità della vicenda, è stata la scintilla di grottesco che c'è in ogni dittatura
O G N I   D I T T A T U R A

perché questo è, oggi, il regime chavista
in maniera spudorata   

Offline FatDanny

*****
14652
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #78 il: 01 Ago 2017, 15:27 »
mah, darmi del repubblichino :p non ti fa onore
anche perché, se vogliamo parlare di parzialità nei discorsi...
 :roll:

peraltro, paragonare quanto sta accadendo a caracas con quanto potrebbe accadere qui, le percentuali dei votanti, la legittimità dei governi è un po', come dire, naif

poi, mi dovresti spiegare in base a quale principio una opposizione (vincitrice delle ultime due elezioni, eh, e se vogliamo anche di quella sulla costituente...) non può fare una rivoluzione - supportata dal popolo, unido, altro che adunate oceaniche dei chavisti prelevati a forza dai soldati - ad una rivoluzione istituzionalizzata che, come riconosci anche tu, ha fatto molto poco e male

semmai leggo Il Post, laddove trovo una disamina non di parte (o meglio, di tutte le parti) e posso vedere interventi bellissimi ed accorati da parte di persone come Luisa Ortega Diaz, non proprio la prima che passa, non proprio una oppositrice di dx, non proprio una yoanisanchez


http://www.ilpost.it/2017/08/01/che-fare-con-il-venezuela/

ma il mio discorso VUOLE essere parziale, che imparziale a sto monno è sinonimo di paraculo e nulla più. La differenza sta proprio nel dirlo esplicitamente o far finta di esprimere un giudizio distaccato.

E non è naif manco per il piffero, perché quando il potere costituito è stato messo in discussione da queste parti (era qualche decennio fa, dovresti ricordarlo) è stato tutto un fiorire di leggi speciali, torture, bombe in piazza con centinaia di morti civili.
Altro che Maduro, è un pivellino in confronto a noi e ai nostri democraticissimi amici atlantici.

Rispetto ai venezuelani: ah il popolo è unido e i chavisti so prelevati a forza dall'esercito?
 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Ma che discutiamo ancora a fare laddove te ne esci con MENZOGNE PALESI?
Perché non postare direttamente i video di Guevara che piagnucola?
Tanto dopo la rimozione delle damas rojas (esistono solo le blancas no?) e dei cortei oceanici, manca solo questo.

Che differenza c'è tra questa e una qualsiasi rivoluzione di popolo? C'è che cambia la direzione. Non è che qualsiasi rivolta è na cosa bella perché facciamo una rivoluzione, altrimenti si è fanatici delle forme svuotate di contenuto.
se è una rivolta per riportare in sella i profitti è una roba pessima.
Rimando a questo articolo postato un paio di pagine fa, tutt'altro che schiacciato sulle posizioni del PSUV.
http://www.communianet.org/rivolta-globale/venezuela-sette-chiavi-di-lettura-comprendere-la-crisi-attuale
mo venezuelano se ne uscirà con le ingerenze di cuba, provando a coprire la nudità del re con una foglia di fico giurassica.

Ed è proprio questo il punto: per quanto Maduro sia criticabile, l'alternativa politica attuale è oscena. Immonda. Lo scarto della merda del Venezuela. E' come se mi dicessi di scegliere tra un governo di un gruppo armato anni '70 (scegli tu quale) e uno di Forza Italia.
Te direi che magari col primo ho diversi dissidi e potrei pure finì gambizzato, ma la domanda manco si pone. Perché esistono gli avversari e i nemici. Maduro è un avversario, la sua controparte sono nemici.
Un Maduro mi è avversario, i liberaldemocratici mi sono nemici.
Più o meno come tu magari diresti in modo speculare tra un liberale di destra (avversario) e un Maduro (nemico).

Per questo sti passaggi sono fondamentali nella storia: più di tante chiacchiere aiutano a distinguere chi si pone nel campo antagonista e chi in quello proprio. Da alleato, da avversario o da nemico.
Io sono antagonista del campo liberale, gioco nell'altra squadra, pure se ho dissidi col capitano o l'allenatore. E quando l'arbitro fischia l'inizio non ho dubbi in quale porta segnare, quale difendere e a chi spaccare gambe.

Fuori dalla metafora calcistica, hai addirittura parlato di opposizioni non violente fino a poco fa, una roba vergognosa smentita da decine di avvenimenti non solo ritrovabili in rete, ma anche postati su questo topic. L'opposizione prima a Chavez e poi a Maduro è stata violenta e antidemocratica fin dall'inizio.

Venezuelano, la discussione con te è esaurita già dalle risposte che hai dato a sharp e che, come dire, come minimo ci portano a un binario morto.
Hai iniziato la discussione, anche tu, dichiarandoti una sorta di "super partes" tra il corrotto maduro e gli interessi USA. Poi però nella discussione hai sempre e comunque difeso una parte sola e schernito, negato, rimosso, l'altra. Arrivi addirittura a negare che il bolivarismo abbia avuto a che fare con opposizioni illiberali e antidemocratiche che arrivavano a chiedere in tv L'OMICIDIO DI CHAVEZ.
In Europa una televisione che incita all'omicidio del capo di stato viene CHIUSA.
Nella democratica Europa.
Per cui è fortemente ipocrita piangere o gridare alla dittatura se avviene una cosa normalissima come questa.

Ora, stabilito questo, possiamo cordialmente salutarci con l'augurio che le ostilità cessino il prima possibile grazie alla sconfitta totale e incondizionata dei golpisti e il ripristino di una dialettica democratica interna al processo bolivariano.
La rivoluzione non discute con i suoi aguzzini, li rende innocui. Come con i virus che ti fanno ammalare.

Non ce vole né marx, né lenin, né stalin a capirlo.
Basta il citato Saint Just direttamente dalla parigi rivoluzionaria.
Chi non lo capisce o è ingenuo o non VUOLE capirlo perché evidentemente non sta troppo male in questo mondo.
I giacobini l'hanno capito tardi, speriamo non lo sia anche in Venezuela.

Offline andyco

*****
13307
Sesso: Maschio
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #79 il: 01 Ago 2017, 15:32 »
In primo luogo ti prego di attribuire la parola "immonda" ad un altro soggetto, poiché ciò che tu definisci "immondo", è strettamente legato a essere umani che hanno perso la vita, essere umani che in futuro saranno ricordati come eroi in una scena macabra; eroi, una "qualifica" che probabilmente tu non raggiungerai neanche in caso di reincarnazione.

In secondo luogo ti ricordo che per la convocazione di un'Assemblea Costituente, è il "potere originario" l'unica figura autorizzata a richiedere un'Assemblea Costituente, identificato appunto con la sovranità cittadina. Quindi, Maduro, non può "chiamare alle urne" un gran bel niente, dato che non ha il potere costituzionale per farlo, a meno di aver violato la costituzione che lui, insieme all'altro santone, hanno promosso e votato nel lontano 1999.

Prima di spararla nuovamente grossa, ti consiglio di attingere alla letteratura politica della Costituzione del 1999, per informare te stesso e chi ha a che fare con le tue prediche, su come è stata condotta quella consultazione che diede origine alla Costituzione del 1999, la quale lo stesso Chàvez e Maduro difesero a spada tratta e votarono. 

Nonostante tu prosegua nel tuo perseverante tentativo di alterare e modificare le responsabilità dei protagonisti in campo, insieme a qualche altro compagno di merende, fortunatamente ci sono persone con cervelli funzionanti o brillanti che non abboccheranno ad questa tua ossessione di diffondere inesattezze, poiché l'essere pensante si pone domande elementari, oltre che fondamentali: chi ha il potere delle armi? Chi ha le risorse per imporre la violenza come metodo sistematico? Chi a l'interesse di creare un palcoscenico di violenza?

Vi ricordo che il regime "rivoluzionario" è, dati alla mano, il regime più corrotto che abbia mai avuto il Venezuela. Quindi, di quali soliti noti parli? I soliti noti sono gli stessi da 18 anni, ricordatelo bene.

Beh se ti sono così indigeste le liberal-democrazie, puoi prendere il primo aereo partente dall'Italia verso il mare della felicità in salsa venezuelana. Guarda che non ti trattiene nessuno, tanto meno te lo impedisce nessuno, anzi con la tua posizione ideologica andresti d'accordissimo con l'istinto criminale di Maduro e Diosdado. Basta che ti rechi al consolato venezuelano a chiedere il visto.





Venazuelano, complimenti per il topic e un abbraccio (virtuale) a tua mamma

E' sempre facile dare giudizi e costruire le storie che più ci fanno comodo seduti in un bar con un MAC-BOOK air davanti, però poi ti scontri con chi quelle storie le vive e ti rendi conto che a volte, solo a volte, sarebbe meglio fare un passo indietro.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod