Riprendiamoci la Lazio (by Pikkio)


Articolo letto: 2271 volte

NEWS_107346

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

il laziale ha festeggiato, il 26 maggio ed i giorni a seguire. con il cuore che gonfiava il petto ed il sacro rispetto che si porta alla storia all’interno e non solo delle mura capitoline, e nel mentre gia’ pensava al peggio. “chissa’ come la sconteremo questa” era un pensiero che come foschia in una notte umida saliva dalla terra e ogni tanto, a banchi improvvisi, annebbiava la strada del laziale verso la gioia. da subito, foschi presagi lasciavano intendere che i banchi di nebbia si sarebbero diffusi lungo tutta la stagione: il capitano squalificato, la lazio a rischio penalizzazione, sul campo si balbetta, la roma vola, hernanes preferisce lasciarci, nessuno ci vuole bene a parte i cordatari e forse, dico forse, moriremo tutti. paura e rabbia si inseguono e si alimentano a vicenda e io, sinceramente, arrivato ad un certo punto sono sceso dall’autobus ed ho aspettato e preso quello dopo. non ho smesso di essere tifoso, non so’ che release di tifoso io sia, so’ che come molti di voi identifico il mio rapporto con la lazio nelle parole di cornacchia a giuditta: “l’unica e’ volesse bene, l’ideale sarebbe de volesse bene in due ma siccome questo nun se po’ pretende, accontentamose: uno vo’ bene e l’artro fa compagnia“.

pro lotito o contro lotito? pro lazio, l’unica via. e’ assolutamente senza alcun senso pensare che la mia presenza sugli spalti ad una partita della lazio, o quella di chiunque altro, possa essere in qualche modo identificata come lo schierarsi pro o contro qualcosa che non sia la lazio stessa. cosi’ come trovo senza alcun senso l’incapacita’ reiterata di mantenere un comportamento decoroso di fronte ad un qualsiasi evento negativo, che sia una campagna acquisti assolutamente insufficiente, una partita giocata in maniera orrenda o un pessimo e disonesto intellettualmente articolo su un quotidiano. intendiamoci, non ho la vocazione di santa maria goretti, e il bestemmione carpiato e’ oramai un mio riflesso incondizionato a qualunque provocazione molesta. gli auguri di morte senza soluzione di continuita’ indicano pero’ che l’equilibrio e’ perduto.

perdere l’equilibrio pero’ significa non avere mai il sorriso, significa avere solo tanta rabbia dentro, che forse aiuta ad ottenere qualche risultato ma che senso ha se poi festeggi sfasciando tutto? significa non accorgersi di quello che succede di positivo: la lazio gioca bene a verona e vince, e il capitano rientra dopo tanto tempo: forse c’e’ altro da farsi passare per il cervello invece di discutere delle nuove rivelazioni del portavoce della cordata di san marino. nell’estate del 2002, sergio cragnotti concluse la campagna acquisti estiva vendendo alessandro nesta ed hernan crespo. eravamo preoccupati, senza una lira, coi creditori sotto casa, ed in chiaro e pieno depauperamento tecnico: non venne acquistato nessuno al posto di nesta, e crespo venne sostituito da bernardo corradi. pero’ non eravamo cosi’ violentemente fuori equilibrio. in quell’ultimo giorno di mercato del 2002 ‘ fu messa la parola fine alla grandeur laziale. ciononostante, e nonostante un tecnico semiesordiente cacciato l’anno prima da una squadra retrocessa e un paio di calciatori abbondantemente definiti “cadaveri” da noi fieri intenditori di calcio [tipo cesar, o fiore], quella lazio fu una delle piu’ belle degli ultimi venti anni.

allora, se non volete farlo per voi e per noi, fatelo per il luogocomunismo: se siete tra quelli che il 27 maggio gia’ pensavano a quali immani disgrazie ci sarebbero capitate, dovete per forza essere tra quelli che sanno che nelle difficolta’ emergiamo, e che piu’ provano a soffocarci e meglio respiriamo. hernanes e’ voluto andare via o e’ stato ceduto? ma sti cazzi, tanti auguri sinceri al profeta, ma l’unica domanda da farsi e’: chi gioca al posto suo? riprendiamoci la lazio, si, ma da noi stessi.

 

Pikkio




  • Giorni

    febbraio: 2014
    L M M G V S D
    « Gen   Mar »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    2425262728  
  • Categorie

  • Archivio

  • Meta