Klose-gol: anno d’oro e un dubbio (Corriere dello Sport)


Articolo letto: 1095 volte

Nel 2015 ecco 8 gol in 13 gare Ma per domani è a rischio

di Alberto Ghiacci
ROMA
Ecco perché nella prima parte della stagione aveva messo il muso quando giocava poco: si sentiva in grado di dare ancora il meglio di sé e di aiutare la Lazio attraverso le prestazioni, e non solo con il nome sulla maglia. Beh, però c’è da segnalare che in pochi davvero avrebbero potuto immaginare un Klose del genere nella stagione post Mondiale (vinto, peraltro). E invece – se nel momento in cui il titolare era Djordjevic il tedesco aveva mostrato qualcosina – da quando il serbo si è fermato per infortunio Klose è praticamente decollato, tornando ai suoi soliti standard. Fatti di gol, soprattutto, e di sacrificio per la squadra. Già, la voglia di sacrificarsi: ne ha anche troppa il centravanti, visto che ha pagato a caro prezzo il tanto impegno messo in campo contro il Chievo. E ora, nel momento più favorevole, è in dubbio per la partita di domani sera contro il Parma.
ANNO DA URLO. Riguardando la stagione della Lazio,con i biancocelesti ora di nuovo secondi da soli a sei giornate dalla fine del campionato, i numeri di Klose balzano agli occhi, proprio come il gol che ha sbloccato la partita contro Maran e i suoi. Klose ha messo il turbo da Lazio-Milan, il 24 gennaio di quest’anno: partì titolare e firmò il 3-1 con un gol e un assist. E nella stessa partita lo sfortunatissimo Djordjevic subentrò e riportò la rottura del malleolo dalla quale ancora non è tornato. A quel punto Pioli ha puntato in maniera naturale sul tedesco. Ecco i risultati del 2015 di Klose: 8 gol tutti su azione in 13 partite (non intere), con condimento di tre assist e un rigore provocato (quello di Udine segnato da Candreva che aprì la serie delle otto vittorie consecutive). Ed ecco il Klose formato 2014-2015: 14 gol totali (3 in Coppa Italia) che hanno aiutato la Lazio ad arrivare lassù e in finale di Coppa Italia (con conseguente atto conclusivo anche di Supercoppa Italiana).

FORMA. In tutto ciò Klose domenica è uscito per problemi alla schiena, che sono normali dopo tanti anni di calcio. E il dubbio legato alla sua presenza domani contro il Parma sta animando la vigilia di Formello. Anche perché per rivedere Djordjevic in buona condizione c’è bisogno ancora di un po’ di tempo e la Lazio fa fatica a rinunciare al tedesco (come si è notato nel secondo tempo col Chievo, quando è arrivata l’amarezza del pareggio ospite). Inoltre vanno considerate le tre partite in una settimana (dopo il Chievo, il Parma e domenica l’Atalanta) con conseguente gestione delle condizioni di tutti, a maggior ragione di chi accusa qualche problema proprio come Klose. Ma sono i dati a parlare: al tedesco non è mai facile rinunciare. Oggi si capirà se la Lazio potrà contarci anche nel turno infrasettimanale, altrimenti se ne riparlerà a Bergamo, in casa dell’ex tecnico biancocelste Edy Reja.

FUTURO. Il tutto in attesa della decisone di Klose sul contratto che si è rinnovato automaticamente per la prossima stagione. La Lazio è convinta che lo rispetterà, lui ha fatto sapere più volte di voler aspettare (sensazioni private e parere della famiglia) per decidere. Ma così è una bella attesa. Trascorsa a suon di gol. A gioire insieme alla Lazio.


  • Giorni

    aprile: 2015
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
  • Archivio

  • Meta