MotoGP

0 Utenti e 12 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

MotoGP
« il: 11 Mag 2010, 14:02 »
Stoner in Honda  e Rossi in Ducati ?


MAMMAGARAAAAAAAAAAAAAAA


Offline arkham

*****
13442
Re:MotoGP
« Risposta #1 il: 24 Mag 2010, 16:30 »
Quest'anno Lorenzo sembra essere più convinto e molto più attento.
Se si mette a correre anchhe per i piazzamenti sulle piste in cui Valentino è imbattibile, per il nostroil campionato si fa duro.
Sono stato contento di vedere Dovizioso sul podio, cos' come Hayden al quinto posto.
L'americano è una delle facce pulite del paddock, vederlo a podio ogni tanto, soprattutto su una Ducati, mi fa sempre piacere.
grave il giro a vuoto di Stoner, mentre mi delude ancora una volta Dani Pedrosa (che per molti aspetti mi ricorda Biaggi, anche nella guida): se è tutto ok è un brutto cliente, ma se c'è da soffrire è il primo a sparire.

Offline vagabond

*
9396
Re:MotoGP
« Risposta #2 il: 05 Giu 2010, 11:47 »
rossi per quest'anno ha chiuso...frattura esposta alla tibia e che ha interessato anche il perone...mi dispiace per rossi...peccato...ora tifo ducati

Offline radar

*****
8869
Re:MotoGP
« Risposta #3 il: 05 Giu 2010, 12:17 »
secondo me potrebbe pure considerare di ritirarsi per sempre. Lascerebbe da leggenda

Offline arkham

*****
13442
Re:MotoGP
« Risposta #4 il: 07 Giu 2010, 13:54 »
secondo me potrebbe pure considerare di ritirarsi per sempre. Lascerebbe da leggenda

E' presto.
Ha ancora almeno un paio di mondiali nel polso (anche di più, se come ha fatto Biaggi, decide di invecchiare divertendosi in SBK :D).
Non vincerà sempre, come d'altronde è successo negli ultimi anno quando la HRC con Hayden e la Ducati con Stoner l'hanno messo in fila.
Ma chi vorrà vincere il mondiale di Moto GP dovrà vedersela ancora con lui per almeno altri tre-quattro anni.

Offline ssl_1900

*****
6889
Re:MotoGP
« Risposta #5 il: 07 Giu 2010, 14:21 »
la questione è anche mentale.
un infortunio del genere a 30 anni è durissimo da recuperare, significa ricominciare da zero.
gli auguro di farcela, perchè è vero, un paio di mondiali li avrebbe ancora nel polso, forse uno.

ma capirei se decidessi, e secondo me la tentazione sarà fortissima, di mollare ora che è all'apice.

in entrambi i casi, in bocca al lupo

Offline arkham

*****
13442
Re:MotoGP
« Risposta #6 il: 07 Giu 2010, 14:27 »
la questione è anche mentale.
un infortunio del genere a 30 anni è durissimo da recuperare, significa ricominciare da zero.
gli auguro di farcela, perchè è vero, un paio di mondiali li avrebbe ancora nel polso, forse uno.

ma capirei se decidessi, e secondo me la tentazione sarà fortissima, di mollare ora che è all'apice.

Ma dai, stai esagerando.
Piloti enormemente inferiori a Rossi hanno trovato stimoli anche a quarant'anni, figurati se Rossi, la prossima stagione, ad appena 31, non trova motivazioni per dare il gas. E se non fosse in forma perfetta rimaderebbe tutto alla stagione successiva!

Offline ssl_1900

*****
6889
Re:MotoGP
« Risposta #7 il: 07 Giu 2010, 21:49 »
Ma dai, stai esagerando.
Piloti enormemente inferiori a Rossi hanno trovato stimoli anche a quarant'anni, figurati se Rossi, la prossima stagione, ad appena 31, non trova motivazioni per dare il gas. E se non fosse in forma perfetta rimaderebbe tutto alla stagione successiva!

l'idea di ricominciare da zero ed essere costretto a vincere da subito è pesante, immagino.
d'altronde è un vincente.
spero di aver esagerato

Re:MotoGP
« Risposta #8 il: 07 Giu 2010, 23:35 »
E' presto.
Ha ancora almeno un paio di mondiali nel polso (anche di più, se come ha fatto Biaggi, decide di invecchiare divertendosi in SBK :D).
Non vincerà sempre, come d'altronde è successo negli ultimi anno quando la HRC con Hayden e la Ducati con Stoner l'hanno messo in fila.
Ma chi vorrà vincere il mondiale di Moto GP dovrà vedersela ancora con lui per almeno altri tre-quattro anni.


l´anno di Hayden l´ha perso causa 3 gare 3 rovinate da motore e pneumatici che non andavano sulla Yamaha, e nonostante questo, ha perduto il mondiale di 1 punto arrivando all´Estoril dietro Elias ( fornito di una HRC da campione per l´occasione ) per soli 5/1000mi !


la questione è anche mentale.
un infortunio del genere a 30 anni è durissimo da recuperare, significa ricominciare da zero.
gli auguro di farcela, perchè è vero, un paio di mondiali li avrebbe ancora nel polso, forse uno.

ma capirei se decidessi, e secondo me la tentazione sarà fortissima, di mollare ora che è all'apice.

in entrambi i casi, in bocca al lupo



scusa, ma credo tu non abbia seguito moltissimo il motociclismo, negli ultimi 13-14 anni. Valentino ha nella forza mentale la sua arma in più; ti ricordo una frase di Mick Doohan su di lui: " Valentino ha il vantaggio di potere inventare sempre qualcosa, se necessario. Poi lui, come me, in prova mette a punto la moto al 99% e sa che non lo tradirà. Psicologicamente, poi, ha 1/2 secondo di vantaggio al giro ! Lui parte sapendo di vincere mentre gli altri partono sapendo di essere battuti fin dal via ! "
Re:MotoGP
« Risposta #9 il: 16 Ago 2010, 09:11 »
Di Valentino in Ducati nessuno dice niente?
Capisco che la noia mortale di questo campionato stia un po' facendo scemare la passione per la moto gp, ma si parla di un evento epocale che caldeggiavo già durante il primo anno della Ducati in moto gp.

Per rispondere a chi lo dà per finito, faccio notare che per Valentino essere costretto a vincere è lo stimolo principale.
La scelta di cambiare moto, mettendo le chiappe su un mezzo che al momento non è certo il migliore, ne è un'ulteriore riprova.

La Ducati con lui può tornare a vincere subito non solo perché Valentino è uno dei migliori piloti, ma anche perchè la sua sola presenza stimola l'intero team a dare sempre il meglio.
Non scordiamoci poi che il prossimo anno si formeranno coppie "esplosive" tra cui non corre buon sangue e questo potrebbe essere un grosso vantaggio per i rossi.

Stoner-Pedrosa, Lorenzio-Spies, Dovizioso-Simoncelli (questi si odiano proprio). 2 galli in 3 pollai.

Offline Zoppo

*****
17172
Re:MotoGP
« Risposta #10 il: 16 Ago 2010, 13:52 »
Di Valentino in Ducati nessuno dice niente?
Capisco che la noia mortale di questo campionato stia un po' facendo scemare la passione per la moto gp, ma si parla di un evento epocale che caldeggiavo già durante il primo anno della Ducati in moto gp.

Per rispondere a chi lo dà per finito, faccio notare che per Valentino essere costretto a vincere è lo stimolo principale.
La scelta di cambiare moto, mettendo le chiappe su un mezzo che al momento non è certo il migliore, ne è un'ulteriore riprova.

La Ducati con lui può tornare a vincere subito non solo perché Valentino è uno dei migliori piloti, ma anche perchè la sua sola presenza stimola l'intero team a dare sempre il meglio.
Non scordiamoci poi che il prossimo anno si formeranno coppie "esplosive" tra cui non corre buon sangue e questo potrebbe essere un grosso vantaggio per i rossi.

Stoner-Pedrosa, Lorenzio-Spies, Dovizioso-Simoncelli (questi si odiano proprio). 2 galli in 3 pollai.

Valentino sta facendo la stessa mossa che fece l'anno del passaggio da Honda a Yamaha. Passare dalla moto migliore del momento ad una molto minore. Quello fu l'anno della sua vera consacrazione a migliore pilota del mondo (della storia??). Ci riprova quest'anno. A 31 anni e con un infortunio come quello che ha subito, è una sfida ancora più dura. Spero proprio che riesca a vincerla come nel 2004. La Ducati dovrà lavorare duro e sfruttare le capacità del dottore di saper evolvere la moto, che è sembrata un po' ingestibile.

Quest'anno tanto è andato. Adesso deve migliorare di salute e togliere quella paura post-infortunio che si ha sempre in qualsiasi sport, figurarsi sopra una moto pesante come quelle. Comunque Vale si dimostra sempre un grande con queste scelte rischiossissime.
Re:MotoGP
« Risposta #11 il: 17 Ago 2010, 08:56 »
Valentino ieri ha messo un video su youtube dove sottolinea che prima di lui la Yamaha era sostanzialmente una pipparzugo :lol:

Offline Zoppo

*****
17172
Re:MotoGP
« Risposta #12 il: 17 Ago 2010, 11:35 »
Valentino ieri ha messo un video su youtube dove sottolinea che prima di lui la Yamaha era sostanzialmente una pipparzugo :lol:

E c'ha ragione!!! :twisted:
Re:MotoGP
« Risposta #13 il: 30 Ago 2010, 07:02 »
Qualcuno ha preferito il moto gp al campionato?
Com'é andata la gara?

Niente?

Niente.
Re:MotoGP
« Risposta #14 il: 03 Set 2010, 16:18 »
Vale può fare ( su una moto ) quello che vuole, come e quando desidera; l´unica cosa che non dovrà fare ( ma non credo lo farà mai ) é di non sapere quando smettere !

Forza Vale, Forza Ducati

Offline arkham

*****
13442
Re:MotoGP
« Risposta #15 il: 06 Set 2010, 17:56 »
Con i rivali che si fanno sempre più tosti negli ultimi anni anche vale ogni tanto è colto da piagnonismo, malattia che fece prendere a due generazioni di pioti con le sue vittorie.
Il passaggio in Ducati è una scommessa maggiore della precedente: allora era il campione e lasciava la HRC a Biaggi (ormai in declino e al primo anno con quel team) e Gibernau (anche se era una stellite "special").
Oggi, con sette anni in più sul groppone, va in Ducati e lascia in Yamaha Lorenzo, che ha dimostrato, anche prima dell'infortunio di Valentino, di essre il miglior pilota sul miglior mezzo in questa stagione.
Per me Rossi è già leggenda, se vince da subito con la ducati non ho più aggettivi da utilizzare.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod