Rugby

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Lativm88

*
5731
Rugby
« il: 04 Feb 2022, 09:49 »
Apro questo topic così da normalizzare il rugby invece di aprire ogni anno un topic diverso  :ssl

Allora, siamo alle porte di una nuova stagione del più bel torneo di tutti, il sei Nazioni degli adulti parte il 5 febbraio, mentre stasera i ragazzi della giovanile affrontano i pari età francesi in trasferta (visibile su Sky sport) mentre per le ragazze bisognerà aspettare fine marzo.

Allora, incredibilmente credo che il percorso dell'Italia sia prossimo a migliorare decisamente. Ci vuol poco XD ma attenti a quello che vedrete in questo video:


È in inglese abbastanza comprensibile ma ci sono lo stesso i sottotitoli automatici se avete bisogno di una mano (oppure posso farvi da tramite)

Sintetizzando, comunque, non credo che eviteremo il cucchiaio di legno anche quest'anno ma i dati che sono collezionati nel video che partono dalle stagioni delle U20 di qualche anno fa e dei quali abbiamo ora qualche giocatore in prima squadra come Garbisi o Lamaro (siamo i più giovani del torneo da un paio di edizioni oramai) fanno ben sperare che il lavoro iniziato da O'Shea e dalle accademy (il tutto partito con colpevole ritardo) sia prossimo a dare i suoi frutti.

Un esempio per tutti: la progressione dei passivi al termine dei tornei di categoria delle nostre giovanili si è ridotto ogni anno e lo scorso, invece, era in arrivo.

Cosa ne pensate?


Re:Rugby
« Risposta #1 il: 04 Feb 2022, 10:29 »
L'unico Francia-Italia allo stadio che ho perso é stato nel 2018 perché si giocò a Marsiglia.
Le abbiamo perse tutte. Alcune anche in malomodo.
Andai anche vedere il test match, subito prima del mondiale del 2019. Poi l'ultimo nel 2020.
Uscii dallo stadio bestemmiando per l'orribile spettacolo dato dai nostri azzurri, anche perché gli avevo dato una piotta tra biglietto e parcheggio. Abito a pochi km dallo stade de France, me la potrei anche fare a piedi. Ma stavolta non mi va. Nei primi tempi qualcuno, per accompagnarmi, lo trovavo sempre. Adesso manco i francesi ci vogliono venire più Lo stadio sarà mezzo vuoto. Lo riempiranno con biglietti gratuiti e scolaresche in gita premio.
Che il futuro del rugby italiano sia roseo lo scriviamo da vent'anni. E da mo che il futuro é diventato passato. Anche remoto. Di giocatori di livello, qualcuno, lo abbiamo anche ma a forza d'aspettare ci siamo fatti vecchi.
Nel torneo 6 nazioni del 2013 facemmo il nostro miglior risultato, con due vittorie più che di prestigio, contro Irlanda e Francia. Anche nel torneo U20 facemmo molto bene. Ricordo di aver visto, in TV, quell'anno la nostra Under prendere a pizze i pari età irlandesi. C'era Campagnaro, tra i nostri ragazzi.
9 anni dopo l'Irlanda é tra le migliori nazioni del mondo e Campagnaro gioca in ProD2 francese, gioca, diciamo che riscalda la panca.
Da vent'anni si fanno sempre gli stessi discorsi. L'idea di avere due franchigie era una buona idea, é diventata pessima nel momento in cui piccole gelosie territoriali ne hanno minato alla base il valore e l'efficacia. Dovevano servire per allargare il rugby all'intero paese, e invece si stanno restringendo sempre di più nell'ormai mefitico angolino del veneto tra Treviso e Padova. Il nuovo presidente federale, espressione di quella politica del campanile veneto e che il rugby, in Italia, si deve giocare solo ed esclusivamente tra San Donà di Piave e Treviso. Il nuovo presidente federale, ovviamente eletto coi voti veneti, sembra già intenzionato a portare la franchigia che ora é a Parma (comunque a meno di 100km dal veneto) a Padova. Cosi che se la vedranno fra di loro.
Tra i convocati  della nostra under, a parte qualche ragazzetto di origine italiana ma cresciuto all'estero, la maggior parte dei convocati viene da quelle zone, qualcuno da roma, ma poca roba. Il resto d'Italia zero carbonella. C'era una volta la bellissima esperienza aquilana, da cui va detto sono usciti giocatori che hanno fatto la storia del rugby italiano, come Masi e, in via indiretta, anche Sergio Parisse. Vuoi per il terremoto che ha distrutto molte strutture, vuoi per disinteresse della federazione, ora non c'é più. Il rugby campano, quello siciliano, é stato devastato. Anche quello Milanese va detto. Quei serbatoi che nel corso dei decenni ci hanno dato giocatori come Lo Cicero, Perugini, Mascioletti, Festuccia, Troiani, non esiste più.
Si doveva andare a cercare i talenti per far esplodere il rugby italiano in tutta la penisola.
Di riffa o di raffa si é arrivati a drenare risorse e conoscenza solo tra quei quattro contadini incolti che da decenni tengono il nostro rugby in ostaggio e lo soffocano appena prova a mettere la testa fuori dai confini della serenissima regione. Allora andassero affanculo.

ps. Tanto poi lo so che domenica me riprende l'orgoglio e ci vado. Ma per ora lo scoramento vince.

Offline Lativm88

*
5731
Re:Rugby
« Risposta #2 il: 04 Feb 2022, 10:50 »
E quindi che dobbiamo fa?

Il discorso con i dati alla mano, per una volta, mostrato nel video a me pare convincente. Forse anche perché ci si vuol credere.

Ma, attenzione, in questo caso nessuno sta predicendo futuri Rosei e nessuno si esalta di Campagnaro o di qualche exploit, si mettono solo in fila o risultati di U20 e U18 dal 2018 al 2021. Che sono un trend, non un exploit.

Re:Rugby
« Risposta #3 il: 04 Feb 2022, 11:22 »
Era più uno sfogo con me stesso...il video non l'ho guardato.
 ;))

Offline Lativm88

*
5731
Re:Rugby
« Risposta #4 il: 04 Feb 2022, 11:47 »
Ma figurati, la tua situazione è la mia  :beer:

Posto anche questo. Un video di un'oretta fatto bene

https://www.onrugby.it/2022/02/03/facing-goliath-documentario-italia-all-blacks/

Offline Rorschach

*****
11643
Re:Rugby
« Risposta #5 il: 04 Feb 2022, 14:48 »
Io mi accontenterei di vedere delle conferme (Garbisi, Varney, Ioane, Lamaro) e dei giovani su cui costruire il futuro.
Re:Rugby
« Risposta #6 il: 04 Feb 2022, 14:55 »
Si parla molto bene anche di Menoncello. Ma non so se sarà titolare.
Il paradosso é che per quasi un secolo eravamo forti in mischia, il nostro rugby produceva piloni e tallonatori che erano marmo di carrara. Le nostre rolling-maul erano delle macchina da guerra che aravano tutto quello che trovavano davanti. Ora é il nostro vero punto debole.
Assieme a delle seconde linee che sono più delle terze adattate.
Dacci un cazzo di Etzebeth, o un Itoge, giusto cosi per vedere.

Domenica, comunque, se restiamo sotto i 30 di scarto sarà un successo.

Offline Rorschach

*****
11643
Re:Rugby
« Risposta #7 il: 04 Feb 2022, 15:03 »
Si parla molto bene anche di Menoncello. Ma non so se sarà titolare.
Il paradosso é che per quasi un secolo eravamo forti in mischia, il nostro rugby produceva piloni e tallonatori che erano marmo di carrara. Le nostre rolling-maul erano delle macchina da guerra che aravano tutto quello che trovavano davanti. Ora é il nostro vero punto debole.
Assieme a delle seconde linee che sono più delle terze adattate.
Dacci un cazzo di Etzebeth, o un Itoge, giusto cosi per vedere.

Domenica, comunque, se restiamo sotto i 30 di scarto sarà un successo.


Il ruolo delle prime e seconde linee è cambiato, ora le altre nazionali hanno dei bestioni dinamici e con ottima tecnica, mentre noi siamo rimasti al pachiderma statico o al giraffone allampanato (e neanche troppo visto che anche dal punto di vista del peso siamo molto indietro). Su questi ruoli neanche i giovani sembrano promettere molto ahimè.
Re:Rugby
« Risposta #8 il: 04 Feb 2022, 16:04 »
Infatti, chi ha rivoluzionato il ruolo sono stati i piloni come Califano, che correvano i 30 metri in poco più di 3".

Offline Lativm88

*
5731
Re:Rugby
« Risposta #9 il: 06 Feb 2022, 18:23 »
Scriviamo qualche cosa allora.

La partita finisce 37-10 mentre il primo tempo si era chiuso sull'11-10.

Già da questo risulta molto evidente il calo che c'è stato tra i due tempi.

Un calo fisiologico se non riesci, nelle occasioni che pure crei, a tenere palla nella loro metà campo che invece ci era riuscito nel primo tempo.

12 punti ( perché hanno sbagliato una conversione) sono direttamente figli di due errori individuali abbastanza evidenti.

Il primo è stato il passaggio lento e spalle agli avversari di Varney che è stato intercettato dai francesi e l'altro la decisione di garbisi di non calciare nei nostri 22 subendo poi una contro ruck. (Contro ruck subite sono state 4 e sono troppe).

A Garbisi si può imputare anche quel calcio in attacco nel secondo tempo che ha fatto ripartire in un attimo i francesi fino ai nostri 22.

Immagino che questi siano anche errori da mettere in conto in una squadra che in media ha 24 anni e 13 caps (Garbisi 21, varney 20, Lamaro capitano 23).

Cosa lascia questa partita: la sensazione di avere un nostro ritmo, nel primo tempo, che ci consente di fare buone cose, ma anche l'idea che le touche sono ancora un tasto dolente soprattutto nel secondo tempo, così come i punti d'incontro quando il fiato ci ha un po' abbandonato.

Però a me è sembrata una partita vera, giocata con i nostri limiti, ma vera.
Limiti che mi auguro possano essere anche e soprattutto di inesperienza e giovane età.

Per il resto la nostra fase difensiva anche al 75 saliva abbastanza ferocemente e vederlo fa piacere.

Aspetto altri punti di vista.

Prossima settimana gli inglesi a Roma!
Re:Rugby
« Risposta #10 il: 06 Feb 2022, 19:24 »
Non sono andato e fino al 50° rosicavo. Poi é andata come sempre. Come sempre cogliamo qualche buon segnale, anche verso la fine dove non abbiamo sbracato. Ma insomma, resta sempre l'eterna sconfitta onorevole. Alcuni errori di concentrazione sono stati da matita rossa. Garbisi che non chiama il mark per poi andare a farsi mangiare crudo dalla difesa francese, poi una penalità nei nostri 22 che gioca velocemente quando i tuoi compagni sono in asfissia é anche da sganassoni oltre che da mattina rossa. Nel finale anche Marin cerca l'angolo lontano su punizione e ridà il pallone ai francesi quando sarebbe stato meglio cercare una tosche per noi più vicina.
Forse sono solo errori di gioventù, pero' cazzo...

Offline Lativm88

*
5731
Re:Rugby
« Risposta #11 il: 11 Feb 2022, 22:00 »
Italia U20 batte Inghilterra U20

6-0

Prima storica vittoria per gli azzurrini
Re:Rugby
« Risposta #12 il: 12 Feb 2022, 00:42 »
Li abbiamo maciullati li davanti.
L’Inghilterra campione in carica non se l’aspettava.

Offline Lativm88

*
5731
Re:Rugby
« Risposta #13 il: 13 Feb 2022, 20:48 »
Oggi sconfitta netta 33-0 contro un'Inghilterra solida e precisa(e probabilmente incazzata per la sconfitta con la Scozia all'esordio).
Abbiamo avuto qualche occasione sprecata malamente nei loro 22.

Resta il non crollo fisico e poco altro onestamente.

Abbiamo l'Irlanda alla prossima, trittico delle tre migliori di fila, che esce sconfitta dalla finale anticipata contro la Francia.

Vediamo che succede e stringiamo i denti.

Offline Lativm88

*
5731
Re:Rugby
« Risposta #14 il: 19 Mar 2022, 17:18 »
Dopo la vittoria dell'under 20 contro la Scozia e la buona prova, ma perdendo, dei grandi contro gli scozzesi, oggi l'Italia fa la storia e vince in Galles per la prima volta.

Sto male.

Capuozzo un predestinato

Offline carlos

*
826
Re:Rugby
« Risposta #15 il: 19 Mar 2022, 17:21 »
Dopo la vittoria dell'under 20 contro la Scozia e la buona prova, ma perdendo, dei grandi contro gli scozzesi, oggi l'Italia fa la storia e vince in Galles per la prima volta.

Sto male.

Capuozzo un predestinato
Sto godendo come un riccio
Re:Rugby
« Risposta #16 il: 19 Mar 2022, 17:24 »
Io ancora sto sotto shock

Offline FeverDog

*****
9898
Re:Rugby
« Risposta #17 il: 19 Mar 2022, 17:28 »
Non sono un esperto ma mi pare una roba clamorosa.
Usando un confronto calcistico a cosa si potrebbe far riferimento?
Re:Rugby
« Risposta #18 il: 19 Mar 2022, 17:30 »
Porca P. mi mancava solo un cucchiaio per finire il servizio buono.
Re:Rugby
« Risposta #19 il: 19 Mar 2022, 17:31 »
Non sono un esperto ma mi pare una roba clamorosa.
Usando un confronto calcistico a cosa si potrebbe far riferimento?
Tipo le merd.e che vincono una Coppa mai vinta da nessuno ?
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod