Sport invernali

0 Utenti e 29 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Il gitano

*
3820
Re:Sport invernali
« Risposta #200 il: 10 Mar 2024, 14:36 »
La Shiffrin non è umana  :o
Ritorna dopo un mese e qualche giorno di stop dall'infortunio di Cortina. Prima manche al comando, ma di poco. Nella seconda toglie il freno a mano e rifila 1.24 alla brava e giovane croata Ljutic. Terza un'eterna Michelle Gisin.

Comunque, togli Brignone, Goggia e Bassino, la situazione della squadra italiana femminile, soprattutto nelle discipline tecniche, è sul disastroso (e non se la passa benissimo nemmeno quella maschile)

In gigante femminile qualcosa s'è visto, in slalom invece storicamente fatichiamo a toccare palla tra le ragazze. Credo che sia proprio un problema di sistema. E la giovane più forte ora corre per l'Albania  :(

Al maschile per me è anche peggio, se guardiamo alla nostra tradizione.
In gigante non vinciamo dal 2012 (Blardone sulla Gran Risa) mentre in slalom dal 2017 (Moelgg a Zagabria). Penso siano le streak più lunghe di sempre, lo sentivo da Ambesi qualche settimana fa.
Re:Sport invernali
« Risposta #201 il: 10 Mar 2024, 15:12 »
In gigante femminile qualcosa s'è visto, in slalom invece storicamente fatichiamo a toccare palla tra le ragazze. Credo che sia proprio un problema di sistema. E la giovane più forte ora corre per l'Albania  :(

Al maschile per me è anche peggio, se guardiamo alla nostra tradizione.
In gigante non vinciamo dal 2012 (Blardone sulla Gran Risa) mentre in slalom dal 2017 (Moelgg a Zagabria). Penso siano le streak più lunghe di sempre, lo sentivo da Ambesi qualche settimana fa.

Sì, nello slalom femminile, a parte la Compagnoni, abbiamo sempre prodotto poca roba. Attualmente poi non ci sta nemmeno una Costazza o una Moelgg. Per dire, portare la Peterlini alle finali di Saalbach è da considerarsi un mezzo miracolo. Mettici poi che la sfortuna ci ha sempre visto bene (tanti infortuni per la Rossetti e la stessa Peterlini).
In gigante ci stanno la Zenere, la Platino e la Melesi, ma non mi sembrano al momento in grado di affacciarsi alle zone alte della classifica. Difatti nessuna delle tre si è qualificata per le finali.

In campo maschile in effetti stiamo messi malino, soprattutto nelle discipline tecniche dove ci salva un Vinatzer ancora troppo incostante. Poi, vabbè, all'improvviso lo si scopre gigantista di livello e qui forse ci sarebbe da aprire un discorso sul fatto che i nostri, soprattutto nelle discipline tecniche, siano "monodisciplina" (stessa cosa avviene in campo femminile, togliendo sempre le tre fuoriclasse Brignone, Goggia e Bassino).

Capitolo Colturi. E' un talento enorme, non ci sono dubbi. Ma è ancora una minorenne. L'infortunio ai legamenti dello scorso anno credo abbia fatto capire al suo team come debba essere gestita. A 16 anni non potevi fargli fare tutte le discipline nelle piste di Coppa Del Mondo. Difatti in questa stagione si sono limitati a slalom e giganti. Considerando pure le "scorie" dell'infortunio dello scorso anno, è comunque arrivata a questo finale di stagione con il fiatone, segno che il fisico è ovviamente ancora in fase di sviluppo.
Dispiace non vederla con la nostra bandiera, però, vabbè, farò il tifo per lei ugualmente
Re:Sport invernali
« Risposta #202 il: 17 Mar 2024, 12:53 »
Mostruosa Brignone, una vittoria alla Tomba. Si sdraia sia in prima che in seconda manche, ma vince l'ultimo gigante della stagione con un secondo e trentasei centesimi sulla neozelandese Robinson.
La coppa di specialità va alla Gut, più regolare, a cui basta un undicesimo posto.

P.s.: un miracolo il fatto che si stia gareggiando. Più che neve sembra granita.
Re:Sport invernali
« Risposta #203 il: 17 Mar 2024, 17:49 »
qualcuno mi spiega perché la Gigia e' ovunque , mentre la Brignone , che se ho capito bene e' molto più vincente , a momenti non si neanche che faccia abbia ?

Offline Il gitano

*
3820
Re:Sport invernali
« Risposta #204 il: 17 Mar 2024, 21:31 »


 :muchlove:
Re:Sport invernali
« Risposta #205 il: 18 Mar 2024, 10:06 »
qualcuno mi spiega perché la Gigia e' ovunque , mentre la Brignone , che se ho capito bene e' molto più vincente , a momenti non si neanche che faccia abbia ?

La forza della pubblicità.  :beer: Se ci pensi, la Brignone qualche settimana fa è stata ospite a Sanremo.

Comunque, a parte tutto, reputo entrambe vincenti allo stesso modo. Le piccole differenze stanno qui:
1) La Goggia sta avendo una carriera più corta, costellata da una miriade di infortuni.

https://en.wikipedia.org/wiki/Sofia_Goggia#Injuries

Altre avrebbero appeso gli sci ai chiodi. Lei, nei ritagli di tempo tra una riabilitazione e l'altra, ha vinto 24 gare in Coppa del Mondo, 4 titoli in discesa e un oro olimpico in discesa. L'argento a Pechino poi vale più dell'oro, dato che si era appena schiantata a Cortina con rottura parziale del legamento (e qui la madre della Brignone non fece una gran figura con quelle dichiarazioni da rosicona)

2) La Brignone è un fenomeno (ieri ha dato un saggio della sua potenza, una vittoria stile Compagnoni quando rifilava 2 secondi a tutte), però rispetto alla Goggia è molto più polivalente, arrivando a fare punti in tutte le discipline dallo slalom alla discesa. Il fatto di essere discreta nello slalom gli ha consentito di vincere una Coppa del Mondo generale (prima ed unica italiana) e un Mondiale in combinata.

P.s.: confesso che faccio il tifo più per la Goggia. Mi fa sorridere la sua parlata  :)

Offline Il gitano

*
3820
Re:Sport invernali
« Risposta #206 il: 24 Apr 2024, 13:57 »
https://www.neveitalia.it/sport/scialpino/maschile/news/il-clamoroso-ritorno-di-hirscher-con-l-olanda-diventa-realta-la-federsci-austriaca-ha-approvato-il-cambio-di-nazionalita

Si vociferava già da qualche mese, ma la notizia ha del clamoroso. Ufficialmente il "comeback" è solo in vista dei Mondiali di Saalbach della prossima stagione, se poi dovesse far bene speriamo che lasci la porta aperta a Milano/Cortina.
4 anni di assenza dalle competizioni sono tanti ma tra ritiri anticipati, infortuni a iosa, problemi di neve e pasticci organizzativi, il ritorno di Hirscher è a prescindere una botta di vita per la FIS.
Il buon @MaremmaLaziale sicuramente apprezzerà  :beer:
Re:Sport invernali
« Risposta #207 il: 24 Apr 2024, 15:19 »
https://www.neveitalia.it/sport/scialpino/maschile/news/il-clamoroso-ritorno-di-hirscher-con-l-olanda-diventa-realta-la-federsci-austriaca-ha-approvato-il-cambio-di-nazionalita

Si vociferava già da qualche mese, ma la notizia ha del clamoroso. Ufficialmente il "comeback" è solo in vista dei Mondiali di Saalbach della prossima stagione, se poi dovesse far bene speriamo che lasci la porta aperta a Milano/Cortina.
4 anni di assenza dalle competizioni sono tanti ma tra ritiri anticipati, infortuni a iosa, problemi di neve e pasticci organizzativi, il ritorno di Hirscher è a prescindere una botta di vita per la FIS.
Il buon @MaremmaLaziale sicuramente apprezzerà  :beer:

Uau

Stamattina avevo intravisto al volo questa foto e non capivo bene chi fosse l'altro insieme a Braathen.

https://twitter.com/FISALPINE_OOC/status/1783037009126158508/photo/1

Dice che sarà per una sola stagione e l'obiettivo principale saranno i mondiali di Saalbach. Però poi nel 2026 ci saranno le Olimpiadi...

E' inutile dire, notizia bomba e curiosità a mille. Questo era una bestia. 8 Coppe del Mondo gareggiando praticamente solo in slalom e gigante (e un pizzico di Super G dove comunque aveva conquistato una vittoria in Coppa).

Più che il dato anagrafico, perché alla fine è solo un classe '89, bisognerà capire quanto peseranno questi 5 anni di stop (però mi sembra di vederlo sempre bello in forma)

P.s.: forse a De Chiesa non piacerà questo cambio di casacca  :)
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod