6 Nazioni 2018

0 Utenti e 69 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Lativm88

*
3574
6 Nazioni 2018
« il: 04 Feb 2018, 11:29 »
Comincia oggi, a Roma e contro i campioni in carica dell'Inghilterra, il nostro torneo.
Il torneo più bello del mondo.

Partiamo con più esordienti che certezze eppure da qualche parte bisogna pur {ri[ri(ri)]} cominciare.

Quindi forza Italia. Dimostriamo di poter stare in questo torneo, perché ce lo siamo guadagnato sul campo un centimetro alla volta. Lacrime e sangue per arrivarci e non possiamo lasciare che quando si parla di noi ci sia solo dileggio.

Intanto ieri due partite molto belle: il Galles ha spazzato via (anche un po' a Sorpresa) una Scozia in confusione, mentre la coraggiosa Francia di Brunel è stata battuta a tempo scaduto da un drop dell'irlandese Sexton (che giocatore)


Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #1 il: 04 Feb 2018, 13:04 »
Ho visto Francia-Irlanda, partita combattutissima, fine al cardiopalmo! Dopo la bellissima metà di Thomas che ha bucato tutta la difesa irlandese pensavo che ormai i francesi avessero vinto ma gli irlandesi sono forti si sa e non mollano facilmente. A conti fatti l'errore di Belleau dalla piazzola a due minuti mi sembra, dall' 80° è stato decisivo. Pazienza e tenuta mentale fantastica dell'Irlanda, ha risalito tutto il campo senza buttare palla, più di 26 fasi di gioco. Notevole sorzo fisico, mantenendo sempre una lucidità invidiabile. Il drop di Sexton a 82 minuti e passa, è un gesto tenico di alto livello da campione qual'è, proprio lui che in Francia non ha lasciato un grandissimo ricordo. I francesi si sono visti sfuggire una vittoria che sembrava ottenuta ma sono talentuosi, giovani, il futuro penso sarà buono.
Noi oggi affronteremo l'Inghilterra che oggettivamente è la squadra favorita per la vittoria finale del Sei Nazioni. Una corazzata ma c'è da dire che al di là dei risultati finali gli inglesi hanno quasi sempre sofferto l'Italia soprattutto nei primi sessanta minuti sia a Roma che a Twickenham, poi caliamo vistosamente negli ultimi venti più o meno, non riusciamo a tenere il loro ritmo. Ecco la nostra sfida oggi sarà rimanere in partita per tutta la gara, non sarà per niente semplice. Forza ItalRugby!

Offline Sonni Boi

*****
14317
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #2 il: 04 Feb 2018, 13:21 »
Credo oggi sarebbe un successo uscire con meno di 30 punti di distacco dagli inglesi.

Offline Lativm88

*
3574
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #3 il: 04 Feb 2018, 18:19 »
Loro di altra categoria, ma abbiamo preso mete stupide. Mentre in attacco sono rimasto piacevolmente sorpreso.

Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #4 il: 04 Feb 2018, 18:51 »
Ultimi 10 minuti con colpevole mancanza di concentrazione.
I due rinvii di 5 metri meritano sganassoni a mano aperta sulle gengive. A questi livelli.
Se Allan puo' invocare la fatica, Canna no.
Una sconfitta con due mete subite in meno sarebbe stata una bella cosa.
Italia interessante, che mostra qualche buona linea di passaggio e segna due mete dopo bei movimenti.
Erano gli Inglesi, ovvero i più forti al mondo (Gli AB sono extraterrestri).
Bella scoperta sono Minozzi e Negri.

Online bak

*
19708
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #5 il: 24 Feb 2018, 12:03 »
15 sconfitta di fila, questa volta scaturita contro la Francia.

Domanda brutale e da profano, ma che lo giocamo a fa sto 6 nazioni ?

Offline Sonni Boi

*****
14317
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #6 il: 24 Feb 2018, 12:12 »
Perchè giocare contro i migliori è l'unico modo per crescere.
Giocassimo sempre contro Romania, Georgia, Spagna eccetera non faremmo mezzo passo avanti, e tutto il movimento avrebbe molta meno visibilità.
Io comunque mi diverto sempre da matti a vedere l'Italia giocare, che si vinca o si perda, l'atmosfera è sempre magnifica a mio avviso.
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #7 il: 24 Feb 2018, 15:02 »
Quella di ieri è stata l'ennesima occasione persa.
Quella attuale è una delle peggiori Francia che io ricordi, pasticcioni e approssimativi, senza il gioco brillante che l'ha contraddistinta per anni, molto fisica e poco altro.
Noi siamo durati, come al solito, un tempo per poi ritornare alle nostre pessime abitudini, cioè un pessimo gioco alla mano e tanti palloni persi in avanti, troppi falli in posizioni allettanti per i calci da 3 punti, una mischia non proprio fortissima e tante palle perse sulle rimesse laterali.
A questo punto non vedo come potremmo evitare l'ennesimo cucchiaio di legno! :x
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #8 il: 24 Feb 2018, 15:16 »
Perchè giocare contro i migliori è l'unico modo per crescere.
Giocassimo sempre contro Romania, Georgia, Spagna eccetera non faremmo mezzo passo avanti, e tutto il movimento avrebbe molta meno visibilità.
Io comunque mi diverto sempre da matti a vedere l'Italia giocare, che si vinca o si perda, l'atmosfera è sempre magnifica a mio avviso.
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #9 il: 24 Feb 2018, 15:46 »
Perchè giocare contro i migliori è l'unico modo per crescere.
Giocassimo sempre contro Romania, Georgia, Spagna eccetera non faremmo mezzo passo avanti, e tutto il movimento avrebbe molta meno visibilità.
Io comunque mi diverto sempre da matti a vedere l'Italia giocare, che si vinca o si perda, l'atmosfera è sempre magnifica a mio avviso.
Tutto vero, ma:
- pretendere qualche risultato utile, ogni tanto;
- giocare, dopo anni di mischie, qualche palla alla mano;
- allenarsi, quanto meno, a lanciare decentemente i falli laterali,
non dovrebbe essere un'utopia.

Offline ronefor

*
5128
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #10 il: 24 Feb 2018, 15:55 »
15 sconfitta di fila, questa volta scaturita contro la Francia.

Domanda brutale e da profano, ma che lo giocamo a fa sto 6 nazioni ?

Ma infatti le voci di tornare a un "5 Nazioni" sono sempre più incalzanti...

Offline Sonni Boi

*****
14317
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #11 il: 24 Feb 2018, 16:08 »
Ma infatti le voci di tornare a un "5 Nazioni" sono sempre più incalzanti...

Ma quali voci? Chi ne parla, a parte gli sfigati che commentano sotto gli articoli della Gazzetta?

Tutto vero, ma:
- pretendere qualche risultato utile, ogni tanto;
- giocare, dopo anni di mischie, qualche palla alla mano;
- allenarsi, quanto meno, a lanciare decentemente i falli laterali,
non dovrebbe essere un'utopia.

Tutte cose che si vedono, infatti.

In questo periodo poi una congiuntura storica particolare ha portato il 6 Nazioni ad un livello raramente visto prima, Francia a parte (e parliamo però di un colosso a noi imparagonabile) tutte le altre possono vantare alcune fra le migliori compagini nel rispettivo rugby moderno.

Come valori l'Italia è sempre una tra le prime 10 nazionali al mondo, non scordiamocelo.

Offline chuck6

*
4499
Re:6 Nazioni 2018
« Risposta #12 il: 24 Feb 2018, 21:38 »
Manca lucidità nelle fasi decisive, non so se sia abitudine all’alto livello visto che la maggior parte gioca in Celtic e quest’anno qualche cosa buona le franchigie hanno fatto. Ieri ad esempio Negri ha fatto una gran partita ma ha commesso un tenuto sanguinosissimo a pochi metri dalla meta.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod