Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)

0 Utenti e 19 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« il: 02 Dic 2015, 13:39 »
Ripartiamo da qui.

Il sarcasmo é gentile, figurati.
La tua risposta conferma quello che pensavo.
Il mercato UK é una cosa, quello italiano un'altra.
La settimana scorsa la premier league ha firmato un nuovo accordo per i diritti televisivi. Dopo un aumento, tre anni fa, del 77% rispetto al precedente accordo, il nuovo accordo prevede un ulteriore aumento del 70 % arrivando alla cifra di quasi 7 miliardi di euro. Una cifra mostruosa che porterà, la squadra ultima classificata nella premier league a ricevere, a maggio 2017 136 milioni di euro.
136 milioni di euro. I campioni 210.
In Italia, i diritti televisivi non arrivano al miliardo di euro. E l'equità della distribuzione, sebbene sia migliorata, non é neanche lontanamente comparabile.
Probabilmente conosci meglio di me le facilità del sistema fiscale inglese rispetto a quello italiano (ma anche francese o europeo in generale) e l'estrema vivacità dell'economia legata al calcio in inghilterra.
D'altronde il fenomeno dello "sceicco scemo" é un fenomeno prettamente inglese. Solo nella perfida Albione ci sono squadre di proprietà di ricchi scemi che buttano soldi (che ritornano in gran parte grazie ai fenomenali diritti televisivi di cui sopra). L'unica eccezione é il PSG che é proprietà della famiglia reale del Qatar e che sfrutta, in maniera [...], una nicchia fiscale creata ad arte dal governo francese nel 2009, esclusiva per la famiglia reale del Qatar (che comprende almeno un centinaio di facoltosissimi uomini d'affari).
Non é un caso che lo stesso mercato immobiliare parigino, oggi, sia completamente incancrenito da questa situazione.

Gli unici casi di proprietà straniere arrivate in Italia sono quelle della Roma e dell'Inter.
In entrambi i casi non si puro' parlare di ricchi scemi. E' sotto gli occhi di tutti che la famosa proprietà yankee delle merde aveva e ha ancora come unico obiettivo la speculazione immobiliare legata allo stadione. Il che non ha impedito, a Pallotta, di recuperare già con il bond emesso lo scorso anno, la totalità dei soldi messi personalmente nel calderone.
Se resta un cerino spento in mano non resterà nella mani di Pallotta, questo é certo.
Il caso dell'Inter é ancora più evidente.
Thoir ha comprato l'Inter con i soldi dell'Inter. Anche lui ha legato i suoi soldi a un prestito che l'Inter dovrà rimborsargli, assai rapidamente, il prossimo anno. A un tasso del 9% (quasi da usura). Tohir, al momento é più la banca dell'Inter che il proprietario.
Chi garantisce il prestito ? Il patrimonio di Moratti.
http://www.corriere.it/sport/15_maggio_28/inter-prestiti-thohir-l-incognita-dopo-2016-a945d494-0502-11e5-ae02-fdb51684f1d6.shtml

Insomma, io su sto mercato sportivo italiano non metterei manco uno spiccio.
Ma io sono io.

ps. Ho aperto appositamente questo topic su calcio per evitare che prendi la deriva Lotito si/Lotito no.


Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #1 il: 02 Dic 2015, 13:46 »
La faccio qui la domanda da profana :)

Chi investe cosi tanti soldi sul calcio inglese e perché?

Offline fish_mark

*****
15968
Lazio's appeal
« Risposta #2 il: 02 Dic 2015, 13:55 »
Un manager straniero alla guida di un Fondo di investimento interessato a rilevare una società di calcio comincia a guardare al mercato italiano dove la situazione vede le più grandi società per ora in mano stabile e sicura.

In questo quadro come è possibile immaginare l'acquisto della Lazio, sicuramente la più a buon mercato tra le grandi, con conti a posto, discreta competitività della squadra e un pubblico sicuramente importante, ma con possibilità di investimento immobiliare sono abbastanza incerte, a parte l'offerta del comune di Roma di una concessione per 99 anni di un vecchio impianto abbandonato in zona nord?

Online robylele

*****
31599
Re:Lazio's appeal
« Risposta #3 il: 02 Dic 2015, 14:10 »
Un manager straniero alla guida di un Fondo di investimento interessato a rilevare una società di calcio comincia a guardare al mercato italiano dove la situazione vede le più grandi società per ora in mano stabile e sicura.


E' un gioco? Perché non su Friends?



In questo quadro come è possibile immaginare l'acquisto della Lazio, sicuramente la più a buon mercato tra le grandi, con conti a posto, discreta competitività della squadra e un pubblico sicuramente importante, ma con possibilità di investimento immobiliare sono abbastanza incerte, a parte l'offerta del comune di Roma di una concessione per 99 anni di un vecchio impianto abbandonato in zona nord?


ma il Flaminio non si era detto, ridetto e ridetto che non era ipotesi praticabile? E' cambiato qualcosa?
(a me piacerebbe il Flaminio, é bello avere lo stadio al centro di Roma)



Re:Lazio's appeal
« Risposta #4 il: 02 Dic 2015, 14:27 »
dio volesse. va bene anche una cordata di idraulici kazaki

Offline rocchigol

*****
10252
Re:Lazio's appeal
« Risposta #5 il: 02 Dic 2015, 14:32 »
secondo me trovate uno piu' ricco di lotito e' facile, ma col rapporto qualita'/soldi e' difficile.
speriamo bene...
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #6 il: 02 Dic 2015, 14:39 »
Ripartiamo da qui.

Il sarcasmo é gentile, figurati.
La tua risposta conferma quello che pensavo.
Il mercato UK é una cosa, quello italiano un'altra.
La settimana scorsa la premier league ha firmato un nuovo accordo per i diritti televisivi. Dopo un aumento, tre anni fa, del 77% rispetto al precedente accordo, il nuovo accordo prevede un ulteriore aumento del 70 % arrivando alla cifra di quasi 7 miliardi di euro. Una cifra mostruosa che porterà, la squadra ultima classificata nella premier league a ricevere, a maggio 2017 136 milioni di euro.
136 milioni di euro. I campioni 210.
In Italia, i diritti televisivi non arrivano al miliardo di euro. E l'equità della distribuzione, sebbene sia migliorata, non é neanche lontanamente comparabile.
Probabilmente conosci meglio di me le facilità del sistema fiscale inglese rispetto a quello italiano (ma anche francese o europeo in generale) e l'estrema vivacità dell'economia legata al calcio in inghilterra.
D'altronde il fenomeno dello "sceicco scemo" é un fenomeno prettamente inglese. Solo nella perfida Albione ci sono squadre di proprietà di ricchi scemi che buttano soldi (che ritornano in gran parte grazie ai fenomenali diritti televisivi di cui sopra). L'unica eccezione é il PSG che é proprietà della famiglia reale del Qatar e che sfrutta, in maniera [...], una nicchia fiscale creata ad arte dal governo francese nel 2009, esclusiva per la famiglia reale del Qatar (che comprende almeno un centinaio di facoltosissimi uomini d'affari).
Non é un caso che lo stesso mercato immobiliare parigino, oggi, sia completamente incancrenito da questa situazione.

Gli unici casi di proprietà straniere arrivate in Italia sono quelle della Roma e dell'Inter.
In entrambi i casi non si puro' parlare di ricchi scemi. E' sotto gli occhi di tutti che la famosa proprietà yankee delle merde aveva e ha ancora come unico obiettivo la speculazione immobiliare legata allo stadione. Il che non ha impedito, a Pallotta, di recuperare già con il bond emesso lo scorso anno, la totalità dei soldi messi personalmente nel calderone.
Se resta un cerino spento in mano non resterà nella mani di Pallotta, questo é certo.
Il caso dell'Inter é ancora più evidente.
Thoir ha comprato l'Inter con i soldi dell'Inter. Anche lui ha legato i suoi soldi a un prestito che l'Inter dovrà rimborsargli, assai rapidamente, il prossimo anno. A un tasso del 9% (quasi da usura). Tohir, al momento é più la banca dell'Inter che il proprietario.
Chi garantisce il prestito ? Il patrimonio di Moratti.
http://www.corriere.it/sport/15_maggio_28/inter-prestiti-thohir-l-incognita-dopo-2016-a945d494-0502-11e5-ae02-fdb51684f1d6.shtml

Insomma, io su sto mercato sportivo italiano non metterei manco uno spiccio.
Ma io sono io.

ps. Ho aperto appositamente questo topic su calcio per evitare che prendi la deriva Lotito si/Lotito no.

Hai fatto bene perché l'affaire Lotito per un attimo si può anche lasciare da parte.
Hai ragione anche sul fatto che il contesto anglosassone è molto diverso dal nostro. E quanto lo sia lo so per esperienza diretta. Ricorderai ad esempio, che quando parlammo delle franchigie della Lega Celtica ci dimenticammo di menzionare il fatto decisivo: qui da noi intervenne nella querelle addirittura la Lega Nord. Per dire.

Però tutta questa sfiducia io non ce l'ho. Il nostro contesto normativo, amministrativo, fiscale non interessa solo l'investimento sportivo ma ogni tipo di investimento. Noterai che, per quanto siano stati molto in calo, gli investimenti diretti dall'estero (proprio intesi come voce di bilancio pubblico) non sono certo a zero.
Ciò significa che questo Paese ha comunque qualcosa di conveniente da offrire a chi vuole investire (tralasciamo per un attimo il fatto che non tutti gli investimenti sono da considerarsi belli e buoni, si tratta di un altro problema).
E se gli investitori ci sono, evidentemente ci sono persone che qualche "spiccio" ce lo puntano.

Ora veniamo al punto: tu mi ricordi la situazione dei diritti TV in UK, è un fatto. La situazione particolare del PSG, perfetto. La situazione della roma (con a base l'investimento immobiliare che ho già definito miope e antico). L'Inter e il suo indebitamento con Thoir. Poi ci sarà il Milan con una sua altra particolarità.
Praticamente sono d'accordo su tutto. Sono fatti. Ogni caso ha le sue specificità.

Ma in che modo tutto ciò inficerebbe l'ipotesi che qualora la società venisse affidata ad un Advisor per essere ricollocata, ci sarebbero offerenti? Il punto mi sembra essere questo.

Io credo che ci sarebbero e che sarebbero anche importanti. Oltre ad essere su un forum, stiamo anche parlando di una ipotesi, quindi figurati che tipo di solidità abbiamo. 

(continuo tra poco).   
   

Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #7 il: 02 Dic 2015, 15:06 »
Perché credo che ci sarebbero? Per due motivi che ho già sfiorato ma te li specifico meglio.
1. Conoscendo il settore (diciamo così), vedo che l'interesse maggiore sulle compravendite aziendali verte ormai molto sullo sport. Le offerte sul mercato non sono sufficienti a saturare la domanda, che resta inevasa e si dirotta spesso sul piano finanziario puro. Ma resta solo in attesa di occasioni. Poi certo si valuta la solidità dell'offerente. Ma una cosa è certa, se la Lazio cercasse offerenti attraverso un Advisor serio, la cosa verrebbe valutata.
2. A questo punto il secondo motivo: la Lazio è un affare (grazie a Lotito, non ho problemi ad ammetterlo anche se non lo amo affatto). Nelle trattative di compravendita aziendale si passa un certo tempo (variabile a seconda delle dimensioni) a ragionare sui conti, sul patrimonio, sugli immobilizzi e balle varie. In questa fase partecipano solo i "ragionieri". Ad un certo punto si incontra chi conta e viene messo sul tavolo un bel volume che illustra le componenti immateriali (e questo è il momento fondamentale dove si gioca tutto). Dentro questo volume ci può essere di tutto. Per farvi solo un esempio, se dovessi preparare quello della Lazio ci metterei tra le altre mille cose più importanti anche il ritaglio stampa dell'intervista dove Sir Alex Ferguson definisce la Lazio "la squadra più forte del mondo". Queste sono le cose che si comprano e che formano il valore di acquisto (a parità di solidità finanziaria). Su questi dossier si basano i valori, non su altro.
La Lazio di capitale simbolico ne ha da vendere se valorizzato, anche solo in teoria e al fine di presentarla.

Perché ho scritto tutta sta pappardella? Per rispondere al cortese IB ma soprattutto per riaffermare che SE il presidente incaricasse un Advisor serio, la proposta verrebbe analizzata e probabilmente (per me sicuramente) possibili acquirenti si troverebbero. Proprio come voleva sostenere WBB.
Lui non vuole farlo. Ma lo farà prima o poi.

Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #8 il: 02 Dic 2015, 15:22 »
Mi piace questo topic. Proprio domani mi avro' una discussione in merito con un senior manager della mia azienda per descrivergli questo settore, che in teoria viene considerato facente parte di Media & Entertaining, ma che in realta', a parer mio, puo' e deve essere considerato come un settore a se' stante. Dato che di tutte le maggiori squadre dei principali campionati solo il Chelsea e' investment grade (solamente perche' garantita da Abramovich), questo fa capire quanto poco stabile il settore, ma anche la potenzialita' che c'e'. Noi ci occupiamo di Private Equity e Private Debt e potrebbe essere qualcosa di interessante nel quale entrare, con le giuste precauzioni.
A tal proposito, proprio quest'estate ha aperto il London Sport Exchange, dove squadre di calcio e non possono collegarsi a potenziali investitori, private equity firm o hedge funds.

Pensate che Ajax, Arsenal e Saint-Etienne sono le squadre piu' stabili a livello finanziario e sono comunque high yield.
Re:Lazio's appeal
« Risposta #9 il: 02 Dic 2015, 15:24 »
Discutere di cosa?

Il tutto nasce da un off topic di stamane.

C'è chi sosteneva che se offerta adeguatamente sul mercato la Lazio troverebbe acquirenti, c'è chi invece incredibilmente si dichiarava scettico sul punto.

Si tratta di una questione capitale, perché nel primo caso, qualora lui decidesse di vendere, qualcuno ci comprerebbe. Se nessuno ci volesse comprare, qualora lui decidesse comunque di vendere, nessuno ci comprerebbe e sarebbe la fine della Lazio.

Scenario paradossale.

Quindi credo e spero che anche tu, come tutti, ritenga che se ci dovessero vendere qualcuno ci comprerebbe.

Poi Fish Mark ha allargato lo sguardo. Ma il punto resta.
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #10 il: 02 Dic 2015, 15:26 »

Mi dispiace, ma sto parecchio impicciato per rispondere più a lungo.
Io credo che, al momento, nell'intero comparto del calcio italiano non ci sia spazio per un investitore straniero estremamente facoltoso.
La Lazio é un affare, ma lo é anche per Lotito e lo é solo per personaggi del suo cabotaggio.
Se dobbiamo cambiare Lotito per cercarne un altro, magari più simpatico, magari più affabile, ma comunque dello stesso tenore allora non vedo la necessità né di una campagna stampa né nell'affido della missione a un advisor.
Restiamo nel generale, perché cosi' evitiamo di scavallare nell'antilotitismo o nel Lottiamo.
Oggi l'investitore estero che vuole entrare nel calcio italiano si trova di fronte una struttura arcaica, assai vecchia, incancrenita in un sistema assai poco "liquido" dove le rendite di posizione sono difficili da scardinare. Il tutto in strutture relativamente fatiscenti dove lo spettacolo fatica a vedersi in un ambiente in piena morosità.
Si, i valori morali sono belli, ma i grandi manager si muovono se c'é un businessplan serio, dove non si rischia di perdere barcate di soldi se, magari un prefetto ha deciso che le curve devono un agglomerato di cabine telefoniche o una associazione di ultras ha deciso che fa sciopero per 5 settimane.
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #11 il: 02 Dic 2015, 15:32 »
Mi dispiace, ma sto parecchio impicciato per rispondere più a lungo.
Io credo che, al momento, nell'intero comparto del calcio italiano non ci sia spazio per un investitore straniero estremamente facoltoso.
La Lazio é un affare, ma lo é anche per Lotito e lo é solo per personaggi del suo cabotaggio.
Se dobbiamo cambiare Lotito per cercarne un altro, magari più simpatico, magari più affabile, ma comunque dello stesso tenore allora non vedo la necessità né di una campagna stampa né nell'affido della missione a un advisor.
Restiamo nel generale, perché cosi' evitiamo di scavallare nell'antilotitismo o nel Lottiamo.
Oggi l'investitore estero che vuole entrare nel calcio italiano si trova di fronte una struttura arcaica, assai vecchia, incancrenita in un sistema assai poco "liquido" dove le rendite di posizione sono difficili da scardinare. Il tutto in strutture relativamente fatiscenti dove lo spettacolo fatica a vedersi in un ambiente in piena morosità.
Si, i valori morali sono belli, ma i grandi manager si muovono se c'é un businessplan serio, dove non si rischia di perdere barcate di soldi se, magari un prefetto ha deciso che le curve devono un agglomerato di cabine telefoniche o una associazione di ultras ha deciso che fa sciopero per 5 settimane.
100% lo stadio della rioma potrebbe essere un motivo per rendere più appetibile la Lazio
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #12 il: 02 Dic 2015, 15:46 »
100% lo stadio della rioma potrebbe essere un motivo per rendere più appetibile la Lazio

Lo stadio della roma é una vasta e ignobile speculazione immobiliare sulle spalle dei cittadini romani.
Resta ancora in piedi solo perché é lo "stadio della roma" e la cosa obnubila la capoccia dei tifosi della magica.
Pochi amministratori o commentatori si avventano a dire che é una vergognosa speculazione immobiliare per non rovinarsi elettorato o lettori.
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #13 il: 02 Dic 2015, 15:54 »
Proprio domani mi avro' una discussione in merito con un senior manager della mia azienda per descrivergli questo settore, che in teoria viene considerato facente parte di Media & Entertaining, ma che in realta', a parer mio, puo' e deve essere considerato come un settore a se' stante. Dato che di tutte le maggiori squadre dei principali campionati solo il Chelsea e' investment grade (solamente perche' garantita da Abramovich), questo fa capire quanto poco stabile il settore, ma anche la potenzialita' che c'e'. Noi ci occupiamo di Private Equity e Private Debt e potrebbe essere qualcosa di interessante nel quale entrare, con le giuste precauzioni.
A tal proposito, proprio quest'estate ha aperto il London Sport Exchange, dove squadre di calcio e non possono collegarsi a potenziali investitori, private equity firm o hedge funds.
Pensate che Ajax, Arsenal e Saint-Etienne sono le squadre piu' stabili a livello finanziario e sono comunque high yield.

L'ingresso del Private Equity è la cosa più promettente attualmente. Convincilo  :)

E noi ancora abbiamo dei dubbi ...

E' come puntualizzava Moretti: "Non possiamo? Non vogliamo!"
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #14 il: 02 Dic 2015, 15:59 »
L'ingresso del Private Equity è la cosa più promettente attualmente. Convincilo  :)

Eh lo so. Puoi lui e' pure inglese, quindi di calcio ci capisce qualcosa, diversamente da tutti gli altri che parlano solo di NFL :))

Leggevo qualche mese fa questo interessante report che S&P Capital IQ mi ha inviato, per chi avesse voglia di leggerlo

http://images.info.standardandpoors.com/Web/StandardandPoors/%7Bbeded3a3-5740-4cc7-a5ad-c54f87d28754%7D_SPCIQ_Credit_Football_League_2nd_Edition_July2015_Final.pdf?utm_medium=Email&utm_source=Eloqua

Offline Chuppy

*
5815
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #15 il: 02 Dic 2015, 16:09 »
Lo stadio della roma é una vasta e ignobile speculazione immobiliare sulle spalle dei cittadini romani.
Resta ancora in piedi solo perché é lo "stadio della roma" e la cosa obnubila la capoccia dei tifosi della magica.
Pochi amministratori o commentatori si avventano a dire che é una vergognosa speculazione immobiliare per non rovinarsi elettorato o lettori.

anche se OFF TOPIC, la stadio della rioma non si farà mai, e non abbiamo rischiato mai che si avverasse...

A fare uno stadio a Roma ci hanno provato prima Viola e poi Cragnotti, e non ci sono riusciti...

La condicio sine qua non per fare uno stadio nella capitale è che la politica ce deve magnà sopra... e parecchio.

Ma poichè ormai il potere politico che governa città (e non) è iper-frammentato, e quindi poco solido, poco stabile e sensibile a qualsiasi minimo spiffero, non c'è nemmeno il punto di riferimento per pensare una cosa del genere, ma dovresti accontentare troppi galli del pollaio affinchè tutto fili liscio.

Il motivo per cui si sia iniziato  a pensare che si potesse fare, è che abbiamo avuto come sindaco un inutile scemo (Marino) che è tutto tranne che probo, basta vedere il motivo per cui dagli stati uniti ce lo hanno rispedito in Italia.
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #16 il: 02 Dic 2015, 16:18 »
Lo stadio della roma é una vasta e ignobile speculazione immobiliare sulle spalle dei cittadini romani.
Resta ancora in piedi solo perché é lo "stadio della roma" e la cosa obnubila la capoccia dei tifosi della magica.
Pochi amministratori o commentatori si avventano a dire che é una vergognosa speculazione immobiliare per non rovinarsi elettorato o lettori.
questo è fuori di dubbio ma sarebbe uno sprone per portare investitori. Altra ipoetesi un pazzo che vuole farsi il macchinone
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #17 il: 02 Dic 2015, 16:27 »
Eh lo so. Puoi lui e' pure inglese, quindi di calcio ci capisce qualcosa, diversamente da tutti gli altri che parlano solo di NFL :))

Leggevo qualche mese fa questo interessante report che S&P Capital IQ mi ha inviato, per chi avesse voglia di leggerlo

http://images.info.standardandpoors.com/Web/StandardandPoors/%7Bbeded3a3-5740-4cc7-a5ad-c54f87d28754%7D_SPCIQ_Credit_Football_League_2nd_Edition_July2015_Final.pdf?utm_medium=Email&utm_source=Eloqua



L'avevo visto tempo fa ma non riuscivo a recuperarlo. Hai visto la collocazione relativa della Lazio rispetto a certe altre? Incredibile. Grazie.

PS Ma tu stai a Londra o USA (se mi posso permettere)?

PPS Ah no scusa, se parlano di NFL è ovvio dove sei
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #18 il: 02 Dic 2015, 16:34 »
L'avevo visto tempo fa ma non riuscivo a recuperarlo. Hai visto la collocazione relativa della Lazio rispetto a certe altre? Incredibile. Grazie.

PS Ma tu stai a Londra o USA (se mi posso permettere)?

USA, ma ho lavorato con il team di Londra quest'estate per 4 mesi in UK.

Si la Lazio ha perso posizioni rispetto ad ottobre a causa del mancato accesso alle coppe. Mi sorprende il Livorno in 12esima posizione, con Spinelli che era pure disposto a regalare l'azienda un paio di anni fa.

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Andamento del mercato nel settore dell'investimento sportivo (spin off)
« Risposta #19 il: 02 Dic 2015, 17:10 »




Abbiamo una valutazione identica alla Roma
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod