FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga

0 Utenti e 64 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #60 il: 24 Mag 2014, 18:00 »
Penso che il limite è riferito al saldo.
Dovranno vendere, chi ce può servì a noi?

Si parla di cedere proprio Marquinhos :=)), voglio vedere se anche il Barça sarà così stupido da sborsare 30 milioni...

Comunque, David Luiz è un difensore talmente forte che da due anni gioca più da mediano che da difensore. :roll: Mamma mia che società di incompetenti al PSG... non avessero i soldi chissà dove stavano...

Offline Roxy00

*****
4199
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #61 il: 06 Giu 2014, 18:20 »
UEFA, Stella Rossa esclusa dalla prossima Champions League
06.06.2014 18.18 di Luca Bargellini  Twitter: @barge82 


Attraverso un comunicato apparso pochi minuti fa sul sito della UEFA è arrivata la comunicazione dell'esclusione ufficiale della Stella Rossa Belgrado dalla prossima Champions League. Alla base di questa decisione le irregolarità del club serbo sul piano delle licenze UEFA e del fair play finanziario.

Offline Tyler87

*
4506
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #62 il: 12 Giu 2014, 10:31 »
Financial Fair Play, ridotta la sanzione tecnica per City e PSG

Vengono ulteriormente attenuate le sanzioni per City e Psg per il mancato rispetto del Fair Play finanziario. Sotto la spinta del sindacato calciatori - si legge sull'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport - l'Uefa ha concesso ai club la possibilità di inserire nella lista Champions ridotta (21 giocatori) soltanto 5 dal vivaio (e non più 8 ). Inoltre, è stato permesso ai club di inserire per questi 5 soltanto uno dal vivaio del club e gli altri 4 dal vivaio nazionale. Un vantaggio non da poco, considerando che questi club non puntano certo sui giovani prodotti in casa e che rischiavano seriamente - senza un mercato specifico - di non arrivare ai 18 giocatori da mettere in lista.


Sanzione ridicola! Alla fine dei conti gli hanno escluso dalla lista un solo giocatore vero e 3 prodotti delle proprie giovanili che per squadre simili sono totalmente inutilizzati.

Offline Berserkr

*
1677
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #63 il: 12 Giu 2014, 17:20 »
Financial Fair Play, ridotta la sanzione tecnica per City e PSG

Vengono ulteriormente attenuate le sanzioni per City e Psg per il mancato rispetto del Fair Play finanziario. Sotto la spinta del sindacato calciatori - si legge sull'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport - l'Uefa ha concesso ai club la possibilità di inserire nella lista Champions ridotta (21 giocatori) soltanto 5 dal vivaio (e non più 8 ). Inoltre, è stato permesso ai club di inserire per questi 5 soltanto uno dal vivaio del club e gli altri 4 dal vivaio nazionale. Un vantaggio non da poco, considerando che questi club non puntano certo sui giovani prodotti in casa e che rischiavano seriamente - senza un mercato specifico - di non arrivare ai 18 giocatori da mettere in lista.


Sanzione ridicola! Alla fine dei conti gli hanno escluso dalla lista un solo giocatore vero e 3 prodotti delle proprie giovanili che per squadre simili sono totalmente inutilizzati.

seh, proprio..

Offline Splash

*****
35800
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #64 il: 12 Giu 2014, 17:21 »
La prossima temibile sanzione sarà quella di costringerli a venire allo stadio 2min prima della squadra avversaria

Offline Splash

*****
35800
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #65 il: 10 Ago 2021, 16:00 »
Intanto il PSG, solo in questa sessione, ha preso Hakimi, Donnarumma, Wijnaldum, Sergio Ramos e Messi, probabilmente spendendo qualche spicciolo tra commissioni e ingaggi. Sono sicuro che buona parte di questi trasferimenti verrano bloccati grazie al FPF e alle sue temibili sanzioni.

Online Torakiki

*
1269
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #66 il: 10 Ago 2021, 19:19 »
Post covid è stato ulteriormente ammorbidito. Direi che puoi mangiare tranquillo.

Offline Sante93

*
1874
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #67 il: 10 Ago 2021, 19:55 »
Post covid è stato ulteriormente ammorbidito. Direi che puoi mangiare tranquillo.
Credo sia stato proprio sospeso.
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #68 il: 10 Ago 2021, 20:23 »
Metalurh Donetsk e Skonto Riga...cacchio, allora fanno sul serio!! :roll:

Che topic siete andati a ripescare.
Da allora ogni tanto mi torna in mente questo post di Maremma Laziale. Due o tre anni fa sono anche andato a cercare in rete notizie sulle squadre menzionate nel titolo e ho scoperto che sono state entrambe sciolte poco tempo dopo. Lo Skonto Riga aveva il record di campionati nazionali vinti consecutivamente, 14, fonte Wikipedia.
Eh sì, facevano proprio sul serio con questo FPF.

Online Torakiki

*
1269
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #69 il: 10 Ago 2021, 20:55 »
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #70 il: 12 Ago 2021, 10:23 »
Vediamo se dopo i mondiali in qatar cambiera' qualcosa  :s

Offline Goceano

*****
1948
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #71 il: 12 Ago 2021, 11:30 »
Non je fanno ncazzo dai, forti coi deboli e deboli coi forti, è sempre stato cosi.
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #72 il: 11 Gen 2022, 09:42 »
da Il fatto quotidiano:



Il caso Chelsea dimostra che il Fair Play finanziario dell’Uefa è ufficialmente una farsa: colpisce i piccoli, non intacca i grandi

Già indebolito dalla creatività economica in tema di sponsorizzazioni di squadre quali Paris Saint Germain e Manchester City,la misura è stata ulteriormente annacquata dalla decisione della Uefa di considerare gli ultimi quattro esercizi di bilancio, anziché gli ultimi tre, per calcolare il limite consentito dal regolamento di 30 milioni di perdite nel triennio. Risultato: nessun provvedimento per i Blues, ma una serie di sanzioni per club minori ma comunque di prestigio

di Alec Cordolcini | 11 GENNAIO 2022

Il Financial Fair Play (FFP) della Uefa è ormai paragonabile a una corsa automobilistica dove viene imposto un limite massimo di velocità di 180 km/h, per garantire la partecipazione a tutti (o quasi), e poi si permette a Porsche, Ferrari e Aston Martin di correre a 300 all’ora mentre contemporaneamente si fermano le Volkswagen per un fanalino posteriore spento. Uno strumento di controllo meritevole ridotto in burletta, come dimostra l’ultimo, paradossale caso del Chelsea campione d’Europa: 250 milioni di euro di perdite complessive in tre anni, ma in attivo di 1 milione di euro secondo i parametri del FFP. Da tempo il Chelsea non è più quella della prima fase Abramovich, quando il russo inaugurò l’era degli oligarchi nel mondo del pallone spendendo senza soluzione di continuità. Gli ultimi dieci bilanci dei Blues sono equamente divisi tra esercizi in avanzo e esercizi in disavanzo. Solo due anni fa il Chelsea ha chiuso con un saldo positivo di 38 milioni di euro, prima di far registrare, nell’anno che ha riportato la Champions a Stamford Bridge, una perdita di 174 milioni. Una cifra che ha collocato la società al quinto posto nella classifica delle perdite record annuali alle spalle di Barcellona, Inter, Juventus e Roma. Nonostante la Premier League sia il campionato più ricco del mondo, in Inghilterra questi bagni di sangue economici sono rari, basti pensare che solo il Manchester City nel primo anno di gestione dello sceicco Mansour ha totalizzato un rosso superiore a quello del Chelsea.

La pandemia, nel caso dei Blues, c’entra poco o nulla. Se nel 2019 il fatturato era di 532 milioni, nel 2020 è sceso a 484 per poi risalire a 518 nell’anno appena concluso. Le entrate si sono quindi mantenute stabili, e quanto è stato perso per la chiusura di Stamford Bridge il club l’ha recuperato grazie alle clausole contrattuali con gli sponsor, la Nike in primis, che prevedevano dei bonus in caso di vittoria della Champions. E’ stata l’esplosione dei salari a generare il pesante deficit. La società, che non ha decurtato alcuno stipendio nemmeno nella fase critica dell’emergenza sanitaria, è arrivata a pagare quasi 400 milioni di euro di salari (396 per l’esattezza), contro i 337 della stagione 19/20, attestandosi al secondo posto come monte stipendi della Premier dietro al Manchester City, nonostante si trovi solo al quarto nella graduatoria delle entrate, dietro a Manchester United, City e Liverpool. Una netta volontà di spingere sull’acceleratore, visibile anche da un mercato aggressivo in entrata (Havertz, Werner, Chilwell, Mendy, Ziyech – mentre ovviamente Lukaku verrà conteggiato nel prossimo esercizio) senza però temperare i costi di deprezzamento della rosa (saliti a 193 milioni) con cessioni altrettanto lucrose, come invece accaduto negli anni precedenti (Hazard, Diego Costa, Oscar, David Luiz, Mata, Courtois).

Il Chelsea non avrebbe potuto agire così se nel frattempo l’Uefa non avesse rivisto le regole del FFP o, quanto meno, ne avrebbe pagato le conseguenze, vale a dire l’avvio di una procedura negoziata che si sarebbe conclusa con una sanzione economica o un blocco dei trasferimenti. Già indebolito dalla creatività economica in tema di sponsorizzazioni di squadre quali Paris Saint Germain e Manchester City, il FFP è stato ulteriormente annacquato dalla decisione della Uefa di considerare gli ultimi quattro esercizi di bilancio, anziché gli ultimi tre, per calcolare il limite consentito dal regolamento di 30 milioni di perdite nel triennio, con i bilanci 2019/20 e 2020/21 considerati come un unico esercizio da cui viene calcolata una media. La situazione del Chelsea è quindi passata da 251 a 141 milioni di perdite (il bilancio 17/18 era in attivo di 80 milioni). Da questa cifra vanno sottratti circa 100 milioni per le detrazioni da sempre previste dal FFP per spese di investimento nel settore giovanile, nella sezione di calcio femminile e in progetti di utilità sociale. Rimangono 40 milioni scarsi, che vengono abbattuti da una nuova detrazione consentita dalla Uefa su una percentuale di mancate entrate a causa del Covid-19. Una cifra pari a poco più di 40 milioni che consente al Chelsea di presentarsi di fronte alla Uefa senza nemmeno un euro di debito, anzi, con un piccolo utile. Nonostante un quarto di miliardo di perdite reali. Nel frattempo, l’Uefa ha sanzionato Astana, Cluj, Porto, Betis Siviglia, Sporting Lisbona, CSKA Sofia, Cluj e la squadra di Gibilterra del Mons Calpe per ritardo nei pagamenti del cartellino di giocatori acquistati. Perché le regole, giustamente, sono regole e valgono per tutti. Con la sempre più evidente eccezione di quelli sopra una certa soglia di ricchezza.

Offline NEMICOn.1

*
6057
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #73 il: 11 Gen 2022, 09:51 »
Mai che facessero un articolo sui vermi che da 10 anni falsano il campionato con 300 milioni di debito.

Offline Mate

*
78
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #74 il: 11 Gen 2022, 10:27 »
Mai che facessero un articolo sui vermi che da 10 anni falsano il campionato con 300 milioni di debito.

In realtà l'articolo è per loro, dimostrare l'iniquità del FPF per farlo cancellare e poter aumentare i debiti.

Una cifra che ha collocato la società (Chelsea) al quinto posto nella classifica delle perdite record annuali alle spalle di Barcellona, Inter, Juventus e Merde.

Niente, le provano tutte per essere primi in classifica ma neanche qua ci riescono.

Nota a margine: 3 squadre italiane nei primi 4 posti.....come stiamo messi bene, direi! Ed è per questo che l'inchiesta plusvalenze fittizie finirà in una bolla di sapone, diranno "vabbè, ora non fatelo più!" ovviamente solo dopo che saranno riuscite a sistemarsi.
Re:FPF: decisioni a inizio maggio, già sanzionati Metalurh Donetsk e Skonto Riga
« Risposta #75 il: 11 Gen 2022, 11:21 »
Prima o poi le persone si stancheranno di questo gioco e salterà tutto, il tempo si avvicina secondo me, basta vedere i bambini di oggi.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod