L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia

0 Utenti e 7 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Ranxerox

*****
13723
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #20 il: 19 Feb 2022, 16:30 »
Secondo me invece Percassi ha fatto bingo. Oltre a garantire veramente all'Atalanta di poter crescere ulteriormente sfruttando un tessuto organizzativo già consolidato, capitalizza alla grandissima la cessione di una quota della sua società nel momento in cui ha un valore di mercato mai raggiunto prima.
Il tutto rimanendo pressoché in sella e con una operazione gestita  nel silenzio più assoluto.
Stanno parecchio "avanti"...
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #21 il: 19 Feb 2022, 17:00 »
Quindi 55 agli americani e 45 ai Percassi.
Curioso di vedere cosa combinano.
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #22 il: 19 Feb 2022, 17:02 »
dice questo :
"La società bergamasca viene valutata intorno ai 500 milioni. La famiglia Percassi resterebbe titolare del 45% delle azioni e dovrebbe mantenere la gestione del club, con l'ad Luca Percassi che resterebbe nell'organigramma con la stessa carica. L'affare con gli investitori americani, cui andrebbe il 55%, sarebbe in dirittura d'arrivo."



che a me pare comunque un'esagerazione

Grazie mi sembrava strano ed esagerato

Offline sharp

*****
24001
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #23 il: 19 Feb 2022, 17:03 »
comunque imho 400k sono un botto, e mi sembra strano che abbia questa valutazione
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #24 il: 19 Feb 2022, 17:11 »

Sto leggendo un po' di informazioni su Stephen Pagliuca.

L'Atalanta ha serie e concrete possibilità di diventare la quarta strisciata.

Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #25 il: 19 Feb 2022, 17:19 »
Sto leggendo un po' di informazioni su Stephen Pagliuca.

Se non ho letto male è co-proprietario dei Boston Celtics.
Sarà amico di Pallotta?  :)

Offline Laziolubov

*
2987
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #26 il: 19 Feb 2022, 19:24 »

però con tutte queste acquisizioni di personaggi danarosi, tocca anche mettese d'accordo sul crescono;
ad oggi le uniche che (dopo vari anni e cessioni , ma hanno passato anche quinquenni terribili per il loro livello medio ) sono cresciute dal punto di vista del rendimento /risultati
sono le milanesi (che comunque storicamente quello valevano e quello sono tornate a valere, circa).

il parma americano è retrocesso
il bologna a me pare sempre allo stesso livello
le merde oramai sono all'undicesimo anno de ammeregani e stanno sempre
li immutabili con il loro dilemma (se pijassela nderculo o attaccassearca')
la viola vediamo tra alti e bassi qualche passo in avanti sembra averlo fatto
spezia e venezia vedremo (anche se un minimo di buono si intravvede)
diciamo che non è sufficiente ma almeno necessario per crescere? a noi ci manca il necessario

Offline sharp

*****
24001
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #27 il: 19 Feb 2022, 19:31 »
imho a noi, purtroppo mancano i soldi(principalmente eh, poi si potrebbe chiaramente fare meglio, ma anche peggio),
con quelli è tutto più facile, ti puoi permettere di sbagliare tutte le volte che vuoi,  poi certo se chi tiene le redini
è in gamba le cose andranno meglio, però negli anni e in tutti i campionati a me pare che vincono sempre quelle con più soldi (magari alternandosi) poi magari capitano ancora storie come quelle del Leicester,
che però va detto non era certo una squadra senza soldi (diciamo che ha fatto un'impresa rispetto agli avversari in campo, ma aveva soldi a sufficienza per prendere comunque giocatori di ottimo livello)

Offline paolo71

*****
15984
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #28 il: 19 Feb 2022, 19:58 »
Ma non era meglio Roma che bergamo...
Boh...
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #29 il: 19 Feb 2022, 20:19 »
Ma non era meglio Roma che bergamo...
Boh...
A Vergamo hanno lo stadio di fatto , a Roma tante ipotesi su carta ( e forse manco quelle ).
Sono andati sulla ciccia.

Offline Emfio

*****
2434
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #30 il: 20 Feb 2022, 11:35 »
Ma chi ha valutato 500 milioni l'Atalanta????

Nenche se lo vedo scolpito sulla pietra

I conti non tornano

Offline Goceano

*****
2702
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #31 il: 20 Feb 2022, 14:57 »
Ma chi ha valutato 500 milioni l'Atalanta????

Nenche se lo vedo scolpito sulla pietra

I conti non tornano

Esagerata sicuramente, ma l'Atalanta è anni che sta in Champions e fa pure bene, i costi sono lievitati per forza di cose.

Offline GiPoda

*
4119
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #32 il: 21 Feb 2022, 15:02 »
Non sapevo che la Bain era già presente in Italia tramite l acquisizione del gruppo cartario Fedrigoni.
Una cosuccia da 650 milioni di euro effettuata nel dicembre 2017, anche se, 4 mesi dopo, hanno fatto emettere alla Fedrigoni un bond da 450 milioni.
Se lo facessero con il mio club, sarà ancora il ricordo del bond Cirio nn onorato e tutto quello che ne è conseguito, avrei un discreto terrore.

Offline mr_steed

*
3651
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #33 il: 22 Feb 2022, 00:32 »
Serie A(merica): perché gli Usa si comprano il campionato, come possono cambiarlo e i motivi per cui non è una brutta notizia

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/21/serie-america-perche-gli-usa-si-comprano-il-campionato-come-possono-cambiarlo-e-i-motivi-per-cui-non-e-una-brutta-notizia/6501327/
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #34 il: 22 Feb 2022, 07:06 »
Serie A(merica): perché gli Usa si comprano il campionato, come possono cambiarlo e i motivi per cui non è una brutta notizia

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/21/serie-america-perche-gli-usa-si-comprano-il-campionato-come-possono-cambiarlo-e-i-motivi-per-cui-non-e-una-brutta-notizia/6501327/
Sryicolo interessante  , avrei da ridire solo sul fascino di Bergamo come città  , ma per il resto dà una chiave di lettura del fenomeno condivisibile.
Almeno per me.

Offline alex73

*****
9878
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #35 il: 22 Feb 2022, 13:59 »
Ricordiamoci che l'atalanta ha uno stadio tutto suo quindi il valore ci può stare
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #36 il: 11 Mar 2022, 11:48 »
Voci su un Napoli "made in Usa"...
(Tu vuò fà l'Americano, etc, etc).

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Napoli/11-03-2022/napoli-fondi-usa-interessati-club-4301800205323.shtml

Il discorso sul contenimento dei costi (il monte-ingaggi) credo proprio riguardi anche la Lazio - come noto, ma riguarda il 99% del mondo del calcio - e che sia una chiave per spiegare anche il mancato accordo per il rinnovo di diversi nostri giocatori.
Se mai dovesse arrivare Romagnoli (ca. 3M netti), sono curioso di vedere se uscirebbe qualcun altro, oltre ai nomi noti, con uno stipendio paragonabile a quello del milanista (Acerbi? Sergej? etc).

Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #37 il: 11 Mar 2022, 11:57 »
Serie A(merica): perché gli Usa si comprano il campionato, come possono cambiarlo e i motivi per cui non è una brutta notizia

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/21/serie-america-perche-gli-usa-si-comprano-il-campionato-come-possono-cambiarlo-e-i-motivi-per-cui-non-e-una-brutta-notizia/6501327/

Attualmente, su venti squadre, sono nove le proprietà straniere: otto in mano a nord-americani e una ai cinesi (i cui rampolli tanto studiano nelle stesse "business school" dei primi, ma vabbè).
Il tutto in circa dieci anni, dal momento che la M*rda è stata la prima società italiana a passare in mano straniera, nel 2011.

La Serie A (ma non solo questa: qualche proprietà straniera c'è anche nelle serie minori) vive una fase di profonda ristrutturazione, in linea con quello che è avvenuto pur con differenti proporzioni, in molti dei più importanti campionati europei.

Una maggioranza "straniera" in Lega potrebbe cambiare diverse cose...




Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #38 il: 11 Mar 2022, 12:09 »
Una maggioranza "straniera" in Lega potrebbe cambiare diverse cose...

... il Calcio, del resto, è una delle industrie più importanti del nostro Paese. E c'è ancora una grande quantità di territorio da cementificare - su cui speculare al di fuori di ogni sensata logica urbanistica - per poter costruire avveniristici stadi "green", firmati da celebrate archi-star. E rendere così omaggio alla finanziarizzazione assoluta del calcio, così cara agli anglo-americani.
(Il "modello renano" della Bundesliga -  nonostante tutto - è un'altra cosa).

Offline Pomata

*
11637
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #39 il: 11 Mar 2022, 13:27 »
Serie A(merica): perché gli Usa si comprano il campionato, come possono cambiarlo e i motivi per cui non è una brutta notizia

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/21/serie-america-perche-gli-usa-si-comprano-il-campionato-come-possono-cambiarlo-e-i-motivi-per-cui-non-e-una-brutta-notizia/6501327/

articolo che non spiega nulla e non dice nulla. Gia' mettendo Cragnotti nei presidenti mecenati la dice lunga sulla preparazione dell'autore, ma ritorno reputazionale? ma sai che je frega agli americani del ritorno reputazionale
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod