L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia

0 Utenti e 22 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Goceano

*****
2702
L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« il: 08 Feb 2022, 09:30 »
Milan, Roma, Bologna, Fiorentina, Spezia, Genoa e Venezia. In Serie B Parma, Pisa, Ascoli, Spal...In serie C il Cesena...fenomeno sempre più in ascesa...Bluff riciclo soldi o progetti seri?? Ovviamente so che non si può generalizzare...che ne pensate ragazzi?


Offline trax_2400

*****
12548
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #1 il: 08 Feb 2022, 09:57 »
... che per la mia Lazio preferisco lo sceicco!  :D
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #2 il: 08 Feb 2022, 09:59 »
Milan, Roma, Bologna, Fiorentina, Spezia, Genoa e Venezia. In Serie B Parma, Pisa, Ascoli, Spal...In serie C il Cesena...fenomeno sempre più in ascesa...Bluff riciclo soldi o progetti seri?? Ovviamente so che non si può generalizzare...che ne pensate ragazzi?

Ascoli? Ma non c’è quello di Bricofer, Pulcinelli, a Ascoli?

Offline Goceano

*****
2702
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #3 il: 08 Feb 2022, 11:30 »

Offline NEMICOn.1

*
6274
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #4 il: 09 Feb 2022, 11:12 »
Milan, Roma, Bologna, Fiorentina, Spezia, Genoa e Venezia. In Serie B Parma, Pisa, Ascoli, Spal...In serie C il Cesena...fenomeno sempre più in ascesa...Bluff riciclo soldi o progetti seri?? Ovviamente so che non si può generalizzare...che ne pensate ragazzi?

Costruzione dello stadio c'è chi lo ha detto esplicitamente come nel caso di Pallotta, chi lo ha fatto dopo come Commisso e quello del Milan e altri che stanno aspettando, ma il vero interesse è quello.
C'è una frase che mi è rimasta in mente di Zazzaroni : gli Americani seri non investono in Italia; e a guardare i risultati di queste società sembrerebbe proprio cosi.
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #5 il: 09 Feb 2022, 11:42 »
Al momento soltanto al milan si vedono i risultati, sono tornati ai primi posti in serie A.

Offline TheVoice

*****
5823
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #6 il: 09 Feb 2022, 12:22 »
Intanto mi pare ci sia una differenza: nel Milan ci sono entrati perché costretti, nelle altre no.

Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #7 il: 09 Feb 2022, 12:26 »
Oltre ad essere gli unici ad avere iniziato un'opera concreta di risanamento dei conti.
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #8 il: 10 Feb 2022, 22:40 »
Milan, Roma, Bologna, Fiorentina, Spezia, Genoa e Venezia. In Serie B Parma, Pisa, Ascoli, Spal...In serie C il Cesena...fenomeno sempre più in ascesa...Bluff riciclo soldi o progetti seri?? Ovviamente so che non si può generalizzare...che ne pensate ragazzi?

Ti sei dimenticato di citare il Lanciano (Eccellenza abruzzese) con Max Pincione (tristemente conosciuto anche a Pescara) e cordate varie  :)

Offline Goceano

*****
2702
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #9 il: 11 Feb 2022, 06:03 »
Ti sei dimenticato di citare il Lanciano (Eccellenza abruzzese) con Max Pincione (tristemente conosciuto anche a Pescara) e cordate varie  :)

E sembrerebbe imminente il passaggio del Pescara agli americani, insomma ne abbiamo per tutti i gusti. :beer: :beer:
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #10 il: 12 Feb 2022, 06:20 »
E sembrerebbe imminente il passaggio del Pescara agli americani, insomma ne abbiamo per tutti i gusti. :beer: :beer:

Gli americani alla conquista dell'Abruzzo pallonaro  :)

Offline edge24

*
8044
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #11 il: 14 Feb 2022, 08:16 »
Gli americani alla conquista dell'Abruzzo pallonaro  :)

beh, c'hanno già le merde (corropoli, teramo), è tempo di conquistare un'altra provincia ora

Offline Goceano

*****
2702
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #12 il: 19 Feb 2022, 13:54 »
Pare che anche la Bergamasca diventi mezza amerigana :pp

Offline Goceano

*****
2702
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #13 il: 19 Feb 2022, 15:39 »
Pare che anche la Bergamasca diventi mezza amerigana :pp

https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/atalanta/cessione-atalanta-accordo-tra-percassi-e-fondo-usa-guidato-da-stephen-pagliuca_46244078-202202k.shtml

LA SVOLTA
Cessione Atalanta: accordo tra Percassi e fondo Usa guidato da Stephen Pagliuca
L’accordo di partnership prevede l’ingresso dei nuovi investitori con una quota complessiva del 55%. La famiglia Percassi rimane il principale singolo azionista

19 febbraio 2022
Dopo le voci delle scorse ore, nel primo pomeriggio di sabato è arrivata l'ufficialità. L'Atalanta ha annunciato la sottoscrizione di un accordo di partnership tra la famiglia Percassi e un gruppo di investitori capitanati da Stephen Pagliuca, Managing Partner e Co-owner dei Boston Celtics, oltre che Co-chairman di Bain Capital, uno dei principali fondi di investimento al mondo. L’accordo prevede l’ingresso dei nuovi investitori con una quota complessiva del 55% nel capitale sociale de La Dea Srl (“La Dea”). La famiglia Percassi manterrà la quota del 45%. La Dea è la sub-holding della famiglia Percassi detentrice di circa l’86% del capitale sociale dell’Atalanta. Antonio e Luca Percassi continueranno a ricoprire la carica rispettivamente di presidente e amministratore delegato del club, mentre Stephen Pagliuca verrà nominato co-chairman.

IL COMUNICATO DELL'ATALANTA
"Atalanta Bergamasca Calcio S.p.A. (“Atalanta” o il “Club”) annuncia la sottoscrizione di un accordo di Partnership tra la famiglia Percassi e un gruppo di investitori capitanati da Stephen Pagliuca, Managing Partner e Co-owner dei Boston Celtics, oltre che Co-chairman di Bain Capital, uno dei principali fondi di investimento al mondo.

L’accordo prevede l’ingresso dei nuovi investitori con una quota complessiva del 55% nel capitale sociale de La Dea Srl (“La Dea”). La famiglia Percassi manterrà la quota del 45%. La Dea è la sub-holding della famiglia Percassi detentrice di circa l’86% del capitale sociale dell’Atalanta.

La famiglia Percassi rimarrà il principale singolo azionista e la governance sarà espressione di una partnership paritetica: Antonio e Luca Percassi continueranno a ricoprire la carica rispettivamente di Presidente e Amministratore Delegato dell’Atalanta, mentre Stephen Pagliuca verrà nominato Co-chairman del Club.

Il gruppo di nuovi investitori comprende professionisti di primo piano con una profonda esperienza nel settore del calcio e dello sport in genere. Anche per questo, la partnership si pone l’obiettivo di rafforzare la società e la squadra, con l’intento di conseguire un ulteriore miglioramento dei risultati sportivi ed economici – oltre a quelli ragguardevoli – sin qui raggiunti.

L’impegno è quello di garantire al Club un futuro ancora più internazionale, aumentando la notorietà del brand al di fuori dei confini europei, ampliando la rete di talenti a cui l’Atalanta ha accesso ed aprendo le porte a nuove opportunità di collaborazioni commerciali oltre che all’utilizzo di tecnologie innovative per la gestione – sportiva e finanziaria – del Club".

PERCASSI: "OPPORTUNITA' PER FAR CRESCERE IL CLUB"
“Abbiamo colto, con la mia famiglia, questa opportunità, con l’obiettivo di far crescere la nostra squadra scegliendo di rimanere legati al Club, che in oltre dieci anni abbiamo portato a risultati che forse nessuno si sarebbe aspettato da una squadra di provincia. L’Atalanta, nelle cui file militavo negli anni ’60 è nel mio cuore così come è nel cuore di migliaia di tifosi che la supportano. Ci attendono grandi sfide e la mia convinzione è che la Partnership con investitori di così alto profilo non potrà che accelerare il nostro percorso di crescita“.

PAGLIUCA: "OBIETTIVO CLUB SEMPRE PIU' COMPETITIVO"
“Siamo estremamente felici di entrare in partnership con la famiglia Percassi e di essere di supporto per il futuro sviluppo del club. L’Atalanta e i Boston Celtics condividono gli stessi valori sportivi: spirito di squadra ed un legame unico con le proprie tifoserie e comunità. Riteniamo che la famiglia Percassi abbia costruito basi solidissime su cui lavorare insieme per un rafforzamento globale del marchio, con l’obiettivo di favorire una ulteriore diversificazione e crescita dei ricavi, permettendo al club di diventare sempre piu’ competitivo su scala italiana e internazionale“.

Tutto ciò nella dichiarata volontà di non allentare comunque mai il forte radicamento dell’Atalanta nel territorio bergamasco e lo stretto legame con la propria tifoseria.

Offline sharp

*****
24001
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #14 il: 19 Feb 2022, 16:07 »
boh ma con milano a due passi, in che crescita economica possono sperare ???
sportiva,se cacciano i soldi, anche infinita eh, ma come attrazione in ottica crescita dei ricavi
a me da l'idea che siano abbastanza limitati
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #15 il: 19 Feb 2022, 16:09 »
Ho letto, magari male, 400 milioni per il 45% dell'Atalanta, cioè l'atalanta vale quasi un miliardo?

Offline Laziolubov

*
2987
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #16 il: 19 Feb 2022, 16:12 »
tutte crescono solo noi siamo inchiodati al palo...

Offline sharp

*****
24001
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #17 il: 19 Feb 2022, 16:15 »
Ho letto, magari male, 400 milioni per il 45% dell'Atalanta, cioè l'atalanta vale quasi un miliardo?



dice questo :
"La società bergamasca viene valutata intorno ai 500 milioni. La famiglia Percassi resterebbe titolare del 45% delle azioni e dovrebbe mantenere la gestione del club, con l'ad Luca Percassi che resterebbe nell'organigramma con la stessa carica. L'affare con gli investitori americani, cui andrebbe il 55%, sarebbe in dirittura d'arrivo."




che a me pare comunque un'esagerazione

Offline sharp

*****
24001
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #18 il: 19 Feb 2022, 16:23 »
tutte crescono solo noi siamo inchiodati al palo...


però con tutte queste acquisizioni di personaggi danarosi, tocca anche mettese d'accordo sul crescono;
ad oggi le uniche che (dopo vari anni e cessioni , ma hanno passato anche quinquenni terribili per il loro livello medio ) sono cresciute dal punto di vista del rendimento /risultati
sono le milanesi (che comunque storicamente quello valevano e quello sono tornate a valere, circa).

il parma americano è retrocesso
il bologna a me pare sempre allo stesso livello
le merde oramai sono all'undicesimo anno de ammeregani e stanno sempre
li immutabili con il loro dilemma (se pijassela nderculo o attaccassearca')
la viola vediamo tra alti e bassi qualche passo in avanti sembra averlo fatto
spezia e venezia vedremo (anche se un minimo di buono si intravvede)



Offline mr_steed

*
3651
Re:L'ascesa delle proprietà americane nelle società di calcio in Italia
« Risposta #19 il: 19 Feb 2022, 16:30 »
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod