Berlino

0 Utenti e 73 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Drake

*****
5603
Re:Berlino
« Risposta #160 il: 10 Set 2012, 19:14 »
La cosa più difficile il primo giorno è sopravvivere alle piste ciclabili in mezzo ai marciapiedi, capita infatti che mentre con lo sguardo all'insù ammiri un murales o vaghi con lo sguardo in cerca di punti di riferimento ti capiti di trovartici inavvertitamente sopra. La convinzione che mi sono fatto è che per molti ciclisti, che per inciso sembra che stiano partecipando a un qualche tipo di competizione tale è l'impegno che profondono sui pedali, sia un punto d'onore non rallentare o deviare dal proprio percorso a causa di tali piccoli inconvenienti, anche se c'è da dire che generalmente ti avvertono dell'imminente impatto con un breve scampanellio che ti dà giusto il tempo di schivarli o di riacciuffare per la collottola la propria progenie che sta per essere spazzata via.

Poi che dire
Mi ha sconvolto, in positivo, la rilassatezza della vita, la tranquillità generale, la percentuale di giovani in giro.
e la quasi totale mancanza di omologazione degli stessi.

Un grazie a tutti per le informazioni, sono riuscito a provare, con soddisfazione, Monsieur Vuong, Stav e Knopfi.

Alcune note sparse:
il Berlin Sea Life Centre a parte l'Aquadom e qualche acquario particolare non merita secondo me i 40 e passa euro spesi, tanto più se avete in programma una visita allo Zoo dove c'è già un Aquarium molto ben fatto.
Il Lego Discovery Centre invece con i bambini è quasi obbligatorio.
Meritano una visita anche il Deutsches Technikmuseum Berlin a Kreuzberg e il Deutsches Historisches Museum in Unter den Linden, a proposito a colui che si è impossessato della fotocamera dimenticata per due minuti da mia figlia su una panca con dentro tutte le foto che avevo fatto auguro tutto il mio bene, :xx amara considerazione che neppure delle persone che visitano i musei che trattano dell'olocausto ci si può più fidare. 
Al sesto piano del KaDeWe sono dovuto scappare prima di impazzire davanti alla vastità di scelta di cioccolatini, se fosse stato un mese invernale penso che non ne sarei uscito vivo.
Ho rosicato come un riomista quando sono finalmente riuscito a capire dove era finita la Kaiser Wilhelm Gedächtniskirch:


Una menzione speciale per l'assenza di zanzare, per le quali rappresento un'ambitissima preda, e per il clima, poter girare in maglietta, con temperature per noi quasi autunnali, senza sembrare un marziano e senza che l'umidità ti frantumi le ossa non ha prezzo.

Offline Dusk

*****
12737
http://www.labouratorio.it
Re:Berlino
« Risposta #161 il: 10 Set 2012, 23:43 »


Una menzione speciale per l'assenza di zanzare, per le quali rappresento un'ambitissima preda, e per il clima, poter girare in maglietta, con temperature per noi quasi autunnali, senza sembrare un marziano e senza che l'umidità ti frantumi le ossa non ha prezzo.


Sostituite degnamente da sciami di vespe pronte tormentarti mentre cerchi di goderti un qualsiasi cibo o bevanda. :D

Offline iDresda

*****
7399
Re:Berlino
« Risposta #162 il: 18 Set 2012, 09:39 »
La cosa più difficile il primo giorno è sopravvivere alle piste ciclabili in mezzo ai marciapiedi, capita infatti che mentre con lo sguardo all'insù ammiri un murales o vaghi con lo sguardo in cerca di punti di riferimento ti capiti di trovartici inavvertitamente sopra. La convinzione che mi sono fatto è che per molti ciclisti, che per inciso sembra che stiano partecipando a un qualche tipo di competizione tale è l'impegno che profondono sui pedali, sia un punto d'onore non rallentare o deviare dal proprio percorso a causa di tali piccoli inconvenienti, anche se c'è da dire che generalmente ti avvertono dell'imminente impatto con un breve scampanellio che ti dà giusto il tempo di schivarli o di riacciuffare per la collottola la propria progenie che sta per essere spazzata via.

Un giorno faremo un discorso molto approfondito su questo tema: per me i pirati della strada in Germania sono proprio i ciclisti.
M'é venuto il torcicollo per guardare a destra ogni volta che faccio una svolta per paura di acciaccarne uno: mica rallentano all'incrocio, se hanno il verde passano, tu giri, non guardi e Zac!, l'ammazzi

 
a proposito a colui che si è impossessato della fotocamera dimenticata per due minuti da mia figlia su una panca con dentro tutte le foto che avevo fatto auguro tutto il mio bene, :xx amara considerazione che neppure delle persone che visitano i musei che trattano dell'olocausto ci si può più fidare.
 

hai provato a chiedere qui?

E' l'ufficio oggetti smarriti.
 Qui invece puoi cercare online se c'é la tua macchina


Non riporrei molta speranza di ritrovarla, ma magari qualcuno ce l'ha portata per davvero.
A me una volta disse bene con uno zainetto che avevo perso sul treno: c'era dentro il portafoglio, ho ritrovato tutto com'era, intonso. L'avevo perso tra Mannheim e Heidelberg. A Berlino non saprei dire.

Se vuoi posso chiamare in tua vece e vedere se qualcuno l'ha portata all'ufficio oggetti smarriti.
Se ti va di fare un tentativo contattami in pvt per darmi i dettagli della macchina fotografica.
Prometto che se la trovo non me l'agghiaccio :))

Offline iDresda

*****
7399
Re:Berlino
« Risposta #163 il: 24 Ott 2012, 17:57 »
scoperto recentemente.
Per chi dovesse recarsi a Berlino e volesse vedere un po' di "archeologia", ecco un indirizzo utile.

http://berliner-unterwelten.de/

Offline Blueline

*
6209
blog of life
Re:Berlino
« Risposta #164 il: 21 Gen 2013, 15:59 »
Su FB impazza un video che farebbe vedere i prezzi tedeschi, molto più bassi rispetto a quelli nostrani: ma è
verà questa cosa(diciamo tra il doppio e il triplo)?

Offline iDresda

*****
7399
Re:Berlino
« Risposta #165 il: 21 Gen 2013, 22:33 »
I prezzi di cosa?
Non ho visto questo video e non ho FB...
Potresti postarlo?
:))

Offline radar

*****
9090
Re:Berlino
« Risposta #166 il: 21 Gen 2013, 22:55 »
Re:Berlino
« Risposta #167 il: 22 Gen 2013, 15:08 »

porgascogne

porgascogne

Re:Berlino
« Risposta #168 il: 22 Gen 2013, 15:11 »
Re:Berlino
« Risposta #169 il: 24 Gen 2013, 12:41 »
Madonna che testa de c....


Bè, dice falsità?
Re:Berlino
« Risposta #170 il: 24 Gen 2013, 16:31 »
Bè, dice falsità?
Anche se dicesse la verità rimane uno spocchioso, classico povero arricchito probabilmente. Sta gente è meglio perderla che trovarla.

Offline iDresda

*****
7399
Re:Berlino
« Risposta #171 il: 28 Gen 2013, 12:15 »
questo è dresda

In un certo senso si, potrei essere io, almeno quello agli inizi della mia vita qui.
solo che io non indico mai gli articoli con i piedi
 :=))

In fondo il tizio, che è parecchio digustoso come essere, lo capisco.
Quando dissi ai miei amici e conoscenti che avevo deciso di trasferirmi vivere qua mi sono beccato certe prese per il culo che neanche immaginate.
Tutte a base dei soliti stereotipi... Eh ma la vita è parecchio più cara, ma fa freddo, nui c'avimu u Sule, a mundagna u mari i a ggranita (ex colleghi di Catania, dove ho lavorato due anni)...
La rava e la fava.

Roba da famme sentì più minorato de quanto non sono...
 :=))

Comunque non dice cose false, i prezzi di cui parla quelli sono.
Ma è anche vero che abbiamo un'IVA diversa qui, che una differenza in termini di prezzo in parte la fa.

Quello che dice degli stipendi è una mera cazzata.
Una commessa di un negozio 1800€ li vede solo con la tredicesima, i salari non sono così alti come lui dice.
E' il potere di acquisto che è più alto

Offline V.

*
12186

Offline V.

Re:Berlino
« Risposta #172 il: 16 Feb 2013, 20:36 »
Chiunque salga nn si perda gli ultimi giorni della galleria CO Berlin a Mitte.
Posto unico, punto di riferimento.

Offline iDresda

*****
7399
Re:Berlino
« Risposta #173 il: 18 Feb 2013, 10:16 »
Sono andato a vedere sul sito e non credo ai miei occhi.

 :o

C'avrò passato una vita vicino a quel posto.
Il prossimo fine settimana vado, non me lo voglio perde.

Grazie V.

Offline V.

*
12186

Offline V.

Re:Berlino
« Risposta #174 il: 18 Feb 2013, 13:35 »
cambiano ma non è una trauma anche se quel posto mi è caro a dir poco.
a berlino tutto cambia ed è bellissimo.

Offline iDresda

*****
7399
Re:Berlino
« Risposta #175 il: 18 Feb 2013, 13:58 »
sisi
Si spostatno in una nuova sede a Charlottenburg.

In tema di trasformazioni e metamorfosi, ecco un'altra prospettiva del kaiserliche Postfuhramt nel 2001



La posta tedesca l'ha venduto ad un fondo d'investimento israeliano, che a sua volta l'ha venduto ad un'azienda che fabbrica prodotti bio-medicali, la Biotronic di Berlino.



Lì dietro c'é uno dei miei quartieri preferiti di Berlino, lo Scheunenviertel, una mèta dove ogni volta che vado mi serve a prendere un po' di tempo per "pensare"

 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod