Consigli per l'Università

0 Utenti e 16 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Consigli per l'Università
« il: 02 Feb 2016, 14:39 »
E' la prima volta che apro un topic. Spero che abbia successo.
Mia figlia frequenta il 4° Liceo, ed è una studentessa molto brillante con una certa propensione per le materie scientifiche.
Adesso si sta ponendo il problema di quale indirizzo prendere.
Cosa consigliereste voi, oltre al solito "falle fare quello che le piace di più"?
A lei piacciono tutte le materie dell'ambito scientifico (Biologia, Chimica, è molto brava in Matematica) e adesso sta pensando ad Ingegneria Medica. Preferirebbe lavorare all'estero.
Mi piacerebbe indirizzarla verso un Facoltà che rientri nell'ambito di quelle che preferisce e che nel contempo dia ottime possibilità di impiego.


Online Tarallo

*****
94293
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #1 il: 02 Feb 2016, 14:42 »


Trust me, I'm a biologist (sul serio) :DD
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #2 il: 02 Feb 2016, 15:03 »
Biologia ... e una

Offline arturo

*****
10998
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #3 il: 02 Feb 2016, 16:29 »
mia sorella si è laureata nel 92 in biologia e non trovava lavoro nemmeno con il lanternino.

Ha fatto la triennale per tecnico di radiologia e ha vinto immediatamente un concorso a Modena.

Offline Svennis

*****
25068
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #4 il: 02 Feb 2016, 16:31 »
ingegneria
qualsiasi

Offline vaz

*****
43177
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #5 il: 02 Feb 2016, 16:32 »
Io sono biotecnologo con dottorato. lavoro si trova, pagato poco e male in Italia. All'estero è ok.

Il mio consiglio è bioingegneria, nanobiotecnologie e relate. Ovvio che deve piacere però.

Online Tarallo

*****
94293
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #6 il: 02 Feb 2016, 16:33 »
Io sono biotecnologo con dottorato. lavoro si trova, pagato poco e male in Italia. All'estero è ok.

Il mio consiglio è bioingegneria, nanobiotecnologie e relate. Ovvio che deve piacere però.

Se uno fa il biologo e manco je piace e' da ricovero.

Offline Svennis

*****
25068
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #7 il: 02 Feb 2016, 16:36 »
vaz, è tornato il paki? :DD

Offline vaz

*****
43177
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #8 il: 02 Feb 2016, 16:40 »
seee magari svè  :pp

Offline Svennis

*****
25068
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #9 il: 02 Feb 2016, 16:41 »
ancora no? ccisua :DD

Offline cartesio

*****
19183
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #10 il: 02 Feb 2016, 16:50 »
https://www.almalaurea.it/sites/almalaurea.it/files/docs/universita/occupazione/occupazione13/almalaurea_condizione_occupazionale_indagine-2014.pdf

Figura 38. Il meglio dopo la triennale sembrano essere le lauree scientifiche, a ruota ingegneria.

Figura 51. Dopo la laurea magistrale i medici passano in testa, seguiti da ingegneri, economisti e architetti.

Buona lettura.

Offline cartesio

*****
19183
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #11 il: 02 Feb 2016, 16:54 »
Qui c'è qualcosa di meno recente, http://speciali.espresso.repubblica.it/pdf/universita2.pdf , in cui considerano anche lo stipendio.

Re:Consigli per l'Università
« Risposta #12 il: 02 Feb 2016, 18:26 »
Alcuni criticheranno quel che suggeriro', ma prendo come spunto dalla mia esperienza personale.

Io la manderei negli Stati Uniti. Tutti pensano che le universita' costino 50,000euro all'anno e piu', mentre quelle sono solamente le universita' private. Io mi sono laureato da Baruch College del City University of New York e sono uscito dal college non solo senza debiti, ma anche con qualche soldo in tasca (...), nonche' con un lavoro trovatomi tramite l'universita', che e' durata 2 anni anziche' 4 perche' d'estate, al posto che andare al mare, avevo lezione tutto il giorno e sono riuscito a concentrare 1 anno di lezioni ogni estate.

Ora, non dico che tutti debbano fare come me, ma non vedo il punto di studiare in Italia per 5 anni, spendendo 1 anno su tesi che non interessano a nessuno, per laurearti come tutti quelli che sono in corso con te con poche possibilita' di trovarsi un lavoro. Senza poi considerare l'omogeneita' dei corsi nelle Universita' italiane: neanche un 110 e lode ormai ti differenzia dalla massa.

Studi negli USA per 3-4 anni piu' un altro paio per eventuali master (oppure anche un dottorato dopo quei 3-4 anni, se ha voglia ed e' brava), l'universita' ti trova lavoro e il governo ti permette di lavorare per un anno e mezzo (per le materie STEM) senza problemi di visto, dopodiche' decidi se prendere il visto lavorativo o se trasferirti da qualche parte con una laurea USA. Metti caso voglia tornare in Italia, questo la differenzierebbe notevolmente grazie  a esperienza di vita, inglese perfetto e un anno in meno sulla tabella di marcia di un qualunque laureato italiano.
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #13 il: 02 Feb 2016, 19:35 »
Alcuni criticheranno quel che suggeriro', ma prendo come spunto dalla mia esperienza personale.

Io la manderei negli Stati Uniti. Tutti pensano che le universita' costino 50,000euro all'anno e piu', mentre quelle sono solamente le universita' private. Io mi sono laureato da Baruch College del City University of New York e sono uscito dal college non solo senza debiti, ma anche con qualche soldo in tasca (...), nonche' con un lavoro trovatomi tramite l'universita', che e' durata 2 anni anziche' 4 perche' d'estate, al posto che andare al mare, avevo lezione tutto il giorno e sono riuscito a concentrare 1 anno di lezioni ogni estate.

Ora, non dico che tutti debbano fare come me, ma non vedo il punto di studiare in Italia per 5 anni, spendendo 1 anno su tesi che non interessano a nessuno, per laurearti come tutti quelli che sono in corso con te con poche possibilita' di trovarsi un lavoro. Senza poi considerare l'omogeneita' dei corsi nelle Universita' italiane: neanche un 110 e lode ormai ti differenzia dalla massa.

Studi negli USA per 3-4 anni piu' un altro paio per eventuali master (oppure anche un dottorato dopo quei 3-4 anni, se ha voglia ed e' brava), l'universita' ti trova lavoro e il governo ti permette di lavorare per un anno e mezzo (per le materie STEM) senza problemi di visto, dopodiche' decidi se prendere il visto lavorativo o se trasferirti da qualche parte con una laurea USA. Metti caso voglia tornare in Italia, questo la differenzierebbe notevolmente grazie  a esperienza di vita, inglese perfetto e un anno in meno sulla tabella di marcia di un qualunque laureato italiano.
ehm ... ehm ... Andrea, sono andato a vedere il sito della Baruch. E' vero che le tuition fees non sono così esagerate (13.000 dollari/anno) ma è anche vero che poi se andiamo ad aggiungere le altre spese arriviamo ai 40.000 dollari/anno) ... un po' troppo per me.
Io pensavo casomai ad un master all'estero (credo che durino un paio d'anni no?). Potrei farcela in quel caso.
Sulla lingua inglese fortunatamente è molto brava. Quando era piccola io lavoravo all'estero ed ha frequentato un asilo inglese.

Offline syrinx

*
13256
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #14 il: 02 Feb 2016, 19:43 »
Per i master dipende molto dalla materia e dalla universita' i costi e la durata varianoda ragionevoli a folli.

IMHO i pro di una triennale in italia sono (parlo di scienze sociali, sulla scienza vera non so molto :beer:):

1) impari a farti il culo sui libri seriamente
2) i programmi hanno un respiro (fin troppo) ampio
3) la reputazione di alcune universita' italiane all'estero e' ancora buona

i contro (rispetto ad un corso in inghilterra, contesto che conosco)

1) studi un fracco di roba inutile
2) devi lottare contro tutti e tutti per fare qualunque cosa
3) nel 99% dei casi esci dall'universita' con zero esperienza di lavoro, mentre all'estero le summer internships sono la normalita' ed un ottimo modo per entrare nel mondo del lavoro

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #15 il: 02 Feb 2016, 19:49 »
Biologia medica è invece ottima. Tutto quello che ha bio- è buono.

Ingegneria la escluderei nel caso tua figlia non sia una stronza arrivista non portata a ragionare in prospettiva ma a divorare tutto quello che può subito. In quel caso è la facoltà giusta per lei 8)

Offline vaz

*****
43177
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #16 il: 02 Feb 2016, 19:56 »
Per esperienza, l'Università in Biologia/Biotech assolutamente in Italia.
La formazione spacca i culi.
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #17 il: 02 Feb 2016, 20:23 »
ingegneria
qualsiasi

Poi , puo' fare qualsiasi cosa .

In qualsiasi azienda .
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #18 il: 02 Feb 2016, 21:27 »
ehm ... ehm ... Andrea, sono andato a vedere il sito della Baruch. E' vero che le tuition fees non sono così esagerate (13.000 dollari/anno) ma è anche vero che poi se andiamo ad aggiungere le altre spese arriviamo ai 40.000 dollari/anno) ... un po' troppo per me.
Io pensavo casomai ad un master all'estero (credo che durino un paio d'anni no?). Potrei farcela in quel caso.
Sulla lingua inglese fortunatamente è molto brava. Quando era piccola io lavoravo all'estero ed ha frequentato un asilo inglese.

Pensa che io sono venuto a studiare a NY perche' non avevo i soldi per studiare in Italia...:))
I soldi sono l'ultimo problema, fra borse di studio, lavoretti, etc., non avrebbe/avresti alcun problema.
Io sono arrivato qui con $400 in tasca.

Online FeverDog

*****
6968
Re:Consigli per l'Università
« Risposta #19 il: 02 Feb 2016, 21:45 »
ingegneria
qualsiasi


confermo, io ho trovato lavoro prima di uscire dall'università
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod