Parole di moda (insopportabili)

0 Utenti e 19 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1440 il: 06 Apr 2022, 13:46 »
Bias.

Ormai (ab)usato, spesso anche fuori luogo, forse perché "pregiudizio" o "distorsione" richiedono troppi caratteri. O magari sono comprensibili.  :cry:

Termine mutuato dalla psicologia (sociale) direttamente dai testi in lingua e generalmente adottato tal quale.
Poi capisco la perplessità nel sentirlo fuori contesto.
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1441 il: 06 Apr 2022, 13:47 »
OT
Un paio dì espressioni che invece mi affascinano:
Ci vediamo ad una certa ora: per me che sono maniacalmente puntuale ascoltare questa espressione e vedere che in ogni caso le persone si incontrano mi stupisce.
E l’altra è in Toscana quando dicono “a dritta “ intendendo in fila uno dietro l’altro.
Fine OT
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1442 il: 06 Apr 2022, 13:49 »
Riporto su questo topic con una parola che davvero mi urta il sistema nervoso ogni volta che la sento o leggo: cringe. Sono cosciente che ormai si abusi di termini inglesi quando non è assolutamente necessario ma non ce la faccio proprio. Ma dire imbarazzante fa schifo?

Se non sbaglio, cringe è riferito al provare imbarazzo per una situazione altrui e non all'essere in imbarazzo (riferito a se stessi).

Online Gulp

*****
15313
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1443 il: 06 Apr 2022, 13:57 »
Si esatto, colta questa sfumatura ho cominciato ad usarlo anche io :D
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1444 il: 06 Apr 2022, 14:31 »
OT
...
E l’altra è in Toscana quando dicono “a dritta “ intendendo in fila uno dietro l’altro.
Fine OT
Mai sentita.
Ma considera che in Toscana spesso i modi di dire cambiano a distanza di 20 km...  :)

Online Tarallo

*****
100864
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1445 il: 06 Apr 2022, 14:45 »
Sottolineo la versione cringissimo, da me usata impunemente.

Offline Cesio

*
11599
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1446 il: 06 Apr 2022, 14:46 »
Se non sbaglio, cringe è riferito al provare imbarazzo per una situazione altrui e non all'essere in imbarazzo (riferito a se stessi).

Ho controllato la definizione che ne dà l'accademia della crusca (che reputavo più integerrima e invece...) e dice "scene e comportamenti altrui che causano imbarazzo o disagio in chi li osserva".  Facendo un esempio, che ne so calcistico "Ieri sera il tal giocatore è stato imbarazzante o ha fatto una prestazione imbarazzante" non vuol dire che il suo comportamento ha creato imbarazzo in me che l'ho guardato? A me pare uguale.

Offline Cesio

*
11599
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1447 il: 06 Apr 2022, 14:52 »
Aggiungo altre due parole che però non sono propriamente di moda, o meglio, lo sono per una persona specifica e quindi mi prendo un attimo la libertà di inserirle in questo topic. Il personaggio in questione è Pierluigi Pardo. La prima è "touch" invece di dire rimessa laterale (è un altro sport) e "seguirà dibattito"

Offline Dissi

*****
19623
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1448 il: 06 Apr 2022, 15:13 »
Aggiungo altre due parole che però non sono propriamente di moda, o meglio, lo sono per una persona specifica e quindi mi prendo un attimo la libertà di inserirle in questo topic. Il personaggio in questione è Pierluigi Pardo. La prima è "touch" invece di dire rimessa laterale (è un altro sport) e "seguirà dibattito"

Non è "touch" ma "touche", ovvero la rimessa del rugby ;))
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1449 il: 06 Apr 2022, 15:18 »
Mi sto sforzando di usare cringe per non sembrare VDM, ma non ho proprio capito che cazzo vuol di'.

Online Tarallo

*****
100864
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1450 il: 06 Apr 2022, 15:25 »
Stylish ti faccio un esempio. Se vedi porga che su Twitter fa il muflone con una vent’anni più giovane (esempio del tutto immaginario) oppure io, fai conto, che qui sopra batto i pezzi a Christina (Fat può perché per un niente rientra nei parametri di età) la tua reazione è una specifica espressione facciale (associata spesso a un digrignare di denti e una torsione del volto di 30 gradi a destra, come per non voler vedere) e la frase, pronunciata mentre si corrucciano le sopracciglia sull’espressione spiegata prima, “mamma mia, cringissimo”.
Da telefono non mi va ma casomai dopo metterò una foto chiarificatrice dell’espressione facciale.
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1451 il: 06 Apr 2022, 15:26 »
non so se il tipo in odor di mafia fosse siciliano (ormai con "mafia" si connotano varie situazioni anche in altre regioni). se lo fosse non sarebbe un caso: la qualunque è modo di dire tipico giù, da sempre, lo usano tutti, sdoganato anzi dalle vecchie generazioni. adesso magari ha preso piede dappertutto e giustamente chi non lo ha mai coperto lo nota.

Non lo sapevo. Il mio interlocutore era siciliano autentico. In effetti aveva un modo di parlare che dava l'impressione di essere codificato anche nell'uso di altre espressioni che a un ascoltatore ignaro sarebbero potute apparire come impropietà di linguaggio, ma io sapevo benissimo chi avevo di fronte.
Il fatto è che da quel giorno, forse perché l'espressione mi ha colpito e ho iniziato a farci caso, l'ho sentita pronunciare anche in contesti completamente estranei a quello.
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1452 il: 06 Apr 2022, 15:29 »
Stylish ti faccio un esempio. Se vedi porga che su Twitter fa il muflone con una vent’anni più giovane (esempio del tutto immaginario) oppure io, fai conto, che qui sopra batto i pezzi a Christina (Fat può perché per un niente rientra nei parametri di età) la tua reazione è una specifica espressione facciale (associata spesso a un digrignare di denti e una torsione del volto di 30 gradi a destra, come per non voler vedere) e la frase, pronunciata mentre si corrucciano le sopracciglia sull’espressione spiegata prima, “mamma mia, cringissimo”.

Ah, mo ho capito.
Na scena imbarazzante insomma.

Tipo il rigore del fesso contro sicignano.
Capito.
Registrato.

Online Tarallo

*****
100864
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1453 il: 06 Apr 2022, 15:32 »
Si, se non fosse che su quel rigore prima ce sdraiamo dalle risate. Uno equidistante invece reagirebbe esattamente così. Bravo, hai capito.

Offline Cesio

*
11599
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1454 il: 06 Apr 2022, 15:35 »
Non è "touch" ma "touche", ovvero la rimessa del rugby ;))

Sì per quello scrivevo che è un altro sport, perché inserirlo nel calcio boh

Offline pan

*
3863
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1455 il: 06 Apr 2022, 15:48 »
quando ascolti uno che sta raccontando una barzelletta che non fa ridere, un monologo comico che non tira su neanche una risata e, per non starci male per lui, cambi canale. ecco, quello è il cringe.
diverso da pesto una cacca di cane davanti a tutti e mi vergogno per me stessa:quello è imbarazzo.
quindi, tutto sommato, il cringe è un imbarazzo che sottintende empatia.

Online LuloFr

*
2153
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1456 il: 06 Apr 2022, 16:15 »
quando ascolti uno che sta raccontando una barzelletta che non fa ridere, un monologo comico che non tira su neanche una risata e, per non starci male per lui, cambi canale. ecco, quello è il cringe.
diverso da pesto una cacca di cane davanti a tutti e mi vergogno per me stessa:quello è imbarazzo.
quindi, tutto sommato, il cringe è un imbarazzo che sottintende empatia.
Mamma mia quante volte mi succede…

Offline pan

*
3863
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1457 il: 06 Apr 2022, 16:36 »
Non lo sapevo. Il mio interlocutore era siciliano autentico. In effetti aveva un modo di parlare che dava l'impressione di essere codificato anche nell'uso di altre espressioni che a un ascoltatore ignaro sarebbero potute apparire come impropietà di linguaggio, ma io sapevo benissimo chi avevo di fronte.
Il fatto è che da quel giorno, forse perché l'espressione mi ha colpito e ho iniziato a farci caso, l'ho sentita pronunciare anche in contesti completamente estranei a quello.

ah ma quelle sono prassi tipiche, parlare come fossi uno della vucciria anche se sei della città bene, universitario o intellettuale.
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1458 il: 06 Apr 2022, 22:09 »
quando ascolti uno che sta raccontando una barzelletta che non fa ridere, un monologo comico che non tira su neanche una risata e, per non starci male per lui, cambi canale. ecco, quello è il cringe.
diverso da pesto una cacca di cane davanti a tutti e mi vergogno per me stessa:quello è imbarazzo.
quindi, tutto sommato, il cringe è un imbarazzo che sottintende empatia.

Esatto. Per noi è sempre imbarazzo, in inglese sono due parole diverse. Sono sfumature, in questo caso l’inglese è più dettagliato dal punto di vista semantico.

Offline hafssol

*
4199
music won't save you
Re:Parole di moda (insopportabili)
« Risposta #1459 il: 10 Apr 2022, 08:17 »
Non esattamente "di moda", ma insopportabile adattamento (sbagliato!) di termini inglesi.
Sentito duecento volte durante la telecronaca della formula1: "ingaggiato" come traduzione di "engaged", che fa il paio con "confidente" per "confident".
Pessimi.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod