cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?

0 Utenti e 79 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #120 il: 24 Mag 2020, 10:59 »
Ragazzi.....oggi sono 12 anni esatti dall'ultimo trofeo delle merde!!!!!

http://daquandolaromahavintoqualcosa.it/


Rosella Sensi sul Corriere della Sera di oggi ricorda l'evento....

CORSERA - Rosella Sensi ricorda la finale di Coppa Italia vinta dalla Roma contro l’Inter 12 anni fa: era il 24 maggio 2008, l'ultimo trofeo conquistato dal club giallorosso. «Mentre parliamo mi vengono i brividi. Non solo per i ricordi, ma per la fortuna di averli vissuti quei momenti: da tifosa, pur ricoprendo un ruolo importante ».

Fu una serata magica.
«La prima Coppa Italia giocata in gara unica all’Olimpico, contro l’Inter che in quegli anni era la nostra antagonista principale. Dopo la partita portai il trofeo a papà, che era rimasto a casa. Fu speciale trovare i tifosi lì sotto, che esultavano e gioivano. Lui era emozionato mentre cantavamo l’inno della Roma».

Se le avessero detto che la Roma non avrebbe più vinto per tutto questo tempo?
«Non ci avrei creduto, ero sicura che avremmo gioito di nuovo. Sotto la mia presidenza potevamo vincere ancora, diciamo che mancano un paio di scudetti. Quello del 2010 con in panchina Ranieri, grande allenatore e grande romanista, è ancora oggi un gran dolore, lo avremmo meritato. Pur senza grandi risorse economiche, siamo sempre stati lì, lottando a testa alta ».

Della dirigenza attuale invece che cosa pensa?
«Non voglio parlarne, preferisco i bei ricordi del passato… ».

Da sottolineare il passaggio in cui afferma che l'Inter era la loro antagonista principale.

Inter in quegli anni: 5 scudetti, 4 Coppe Italia e 4 Supercoppe italiane
Merde in quegli anni: 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa Italiana

Alla faccia dell'antagonismo.

Offline FeverDog

*****
8266
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #121 il: 24 Mag 2020, 11:03 »
Da sottolineare il passaggio in cui afferma che l'Inter era la loro antagonista principale.

Inter in quegli anni: 5 scudetti, 4 Coppe Italia e 4 Supercoppe italiane
Merde in quegli anni: 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa Italiana

Alla faccia dell'antagonismo.
Eh però se valuti bene hanno vinto 5 scudetti, 6 coppe Italia e 5 supercoppe italiane in 2.
Le dominatrici assolute...


Io e messi insieme abbiamo fatto più di 700 gol per dirti.
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #122 il: 24 Mag 2020, 13:46 »
Per curiosità sono andato a rivedermi le immagini di quella finale....
Guardate come nasce il 2-0 di Perrotta......Clamoroso fallo non fischiato di Cassetti sul nostro Cesaretto, contropiede e goal di Perrotta....


Ma che dici? Loro sono sempre parte lesa. Loro se vincono è perché HANNO VINTO, se vince qualcun altro è perché JE L HANNO FATTA VINCE.
Sappiatelo, gente di poca fede pisciommerda.
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #123 il: 24 Mag 2020, 13:48 »
Eh però se valuti bene hanno vinto 5 scudetti, 6 coppe Italia e 5 supercoppe italiane in 2.
Le dominatrici assolute...


Io e messi insieme abbiamo fatto più di 700 gol per dirti.

Non dimentichiamoci la grande rivalità con la Juve che nemmeno se li caga.

Offline pape

*****
242
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #124 il: 24 Mag 2020, 14:04 »
Beh, fa appunto il paio con juve e Roma le regine degli anni '80... Che dire: auguri per altri mille anni come questi!  :asrm

Offline ronefor

*****
8427
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #125 il: 24 Mag 2020, 14:35 »
12 anni...una vita...e ancora parlano
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #126 il: 24 Mag 2020, 14:41 »
Beh, fa appunto il paio con juve e Roma le regine degli anni '80... Che dire: auguri per altri mille anni come questi!  :asrm

I primissimi anni '60 quando erano i dominatori incontrastati del calcio europeo
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #127 il: 24 Mag 2020, 17:49 »
Roma, 12 anni fa l'ultimo trofeo: nessuna festa, tra i tifosi domina l'amarezza
Il 24 maggio 2008 i giallorossi vincevano la Coppa Italia contro l'Inter. Da allora più nulla. Di quel club, dalla proprietà ai giocatori, non è rimasto nessuno
di Chiara Zucchelli
“Mi sono stufato (eufemismo, ndr) di vedere gli altri festeggiare nello Stadio nostro. È passato tanto tempo, troppo”. Nel tweet di un tifoso della Roma, Diego, c’è la sintesi di quello che, in gran parte, è lo stato d’animo dei romanisti oggi. Il 24 maggio 2008 la Roma vinceva la sua ultima Coppa Italia, la nona, contro l’Inter, ultimo trofeo prima di dodici anni, fino ad oggi, di completa astinenza. Tra sogni sfiorati - la semifinale di Champions del 2018 -, finali perse (quelle con Inter nel 2010 e con la Lazio nel 2013) e record che non hanno portato a nulla di concreto (le prime 10 vittorie in campionato con Garcia), il club giallorosso è a secco di trofei dall’era Sensi. Tanto che oggi Rosella Sensi, figlia di Franco ed ex presidente, al Corriere della Sera dice: “Non credevo fosse possibile”.
TUTTI VIA— Di quella Roma che vinse 2-1 contro l’Inter con i gol di Mexes e Perrotta non c’è praticamente più nessuno. È cambiata la proprietà, sono cambiati i dirigenti (Pradè era il direttore sportivo) e tutti i giocatori. La coppa la alzò Totti, che pure non giocò perché reduce da un’operazione al ginocchio. In panchina c’era Spalletti, che conquistò il terzo trofeo (un’altra coppa Italia e una Supercoppa) e si lanciò alla sfida dei nerazzurri, rivali di quegli anni: “Vogliamo lo scudetto”. Scudetto che fino a questo momento non è mai arrivato, né con lui né con altri.

Offline Biafra

*
9569
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #128 il: 24 Mag 2020, 18:05 »
Roma, 12 anni fa l'ultimo trofeo: nessuna festa, tra i tifosi domina l'amarezza
Il 24 maggio 2008 i giallorossi vincevano la Coppa Italia contro l'Inter. Da allora più nulla. Di quel club, dalla proprietà ai giocatori, non è rimasto nessuno
di Chiara Zucchelli :)


indimenticabile mattatrice del Turone D'Oro 2011-12
https://www.lazio.net/forum/calcio!/l'angolo-del-buonumore-(articoli-divertenti-stagione-20112012)/80/

ho preso il primo articolo che ho trovato, ma in quelle 73 pagine di topic ci sono perle assolute  :)

Ecco il piano: Buffon e Higuain!
IL ROMANISTA (C. ZUCCHELLI)

 Messi avvicina Higuain alla Roma. Non è (più) soltanto fantamercato, ma un’ipotesi che con il passare delle ore si fa sempre più concreta. Con l’ormai quasi certa eliminazione dalla Champions del Real, a Madrid si aprono scenari di mercato fino a pochi mesi fa imprevisti. La domanda, che in Spagna sta diventando sempre più incessante, è questa: come si possono tenere Higuain, Adebayor, Cristiano Ronaldo, Kakà e Benzema quando poi, nelle partite che contano, ne gioca soltanto uno? La questione non se la pongono solo stampa e tifosi, ma anche gli stessi giocatori che non hanno preso per niente bene l’atteggiamento con cui il Real ha affrontato il Barça. Di tutte le stelle costrette a vedere le meraviglie di Messi dalla panchina, Higuain è quello che ha preso peggio i 90 minuti trascorsi in panchina.
Non fosse altro perché a 23 anni (ne farà 24 a dicembre) e dopo aver risolto tutti i problemi fisici alla schiena, l’argentino ha voglia di giocare. In campionato poi si era ripresentato alla grande: nell’ultimo turno prima della semifinale di Champions, aveva realizzato una tripletta al Valencia e tutto faceva pensare che contro la squadra di Guardiola sarebbe toccato a lui. E invece, ancora panchina. L’ennesima. Una panchina che fa il gioco di tutte le squadre europee che puntano al talento e ai gol del Pipita. Tra queste c’è senza dubbio la Roma. Per il momento non c’è assolutamente trattativa, ma in Spagna sono convinti che Baldini e Sabatini (la cui ufficialità come consulente prima e ds poi è ormai imminente), a fari spenti, si stiano muovendo per sondare il terreno e capire quali sono i margini - soprattutto economici - della trattativa. Per avere Higuain infatti bisogna mettere in conto una spesa non inferiore ai 25 o 30 milioni di euro, nonostante la clausola rescissoria del suo contratto (che scade nel 2016) sia superiore ai 100 milioni. Segno che per convincere il Real, che proprio all’epoca di Baldini aveva puntato tantissimo su di lui, bisognerà staccare un assegno importante. Senza in alcun modo inserire nella trattativa quel Daniele De Rossi che a Madrid accoglierebbero col tappeto rosso e che, visto che contro il Barcellona ha giocato Pepe a centrocampo, forse servirebbe a Mourinho molto di più rispetto a un attaccante. De Rossi però non si muoverà da Trigoria, visto che per la nuova proprietà il rinnovo del suo contratto è una priorità. Partire dai due campioni del Mondo, Daniele e Totti (e anche Perrotta, il cui spirito piace molto a DiBenedetto e soci) è la volontà dei prossimi dirigenti, che vorrebbero affiancargli anche un altro protagonista di Germania 2006. Il piano è chiaro: due colpi di primo livello, poi acquisti mirati in ogni reparto. Il nome, che da tempo non è più segreto, è quello di Gigi Buffon.

Il portiere della Nazionale è da tempo in rotta con l’ambiente bianconero e, ogni qual volta gli viene chiesto del futuro, glissa. Segno che la permanenza alla Juventus non è poi così scontata. Il suo contratto scade nel 2013, per convincere Marotta e Andrea Agnelli alla cessione serviranno dai 10 ai 15 milioni, ma ad essere decisiva sarà la volontà di Buffon. Considerando che il numero 1 ha seguito la squadra anche in serie B, difficilmente la dirigenza bianconera si metterà di traverso. A quel punto subentrerà la Roma, pronta ad offrirgli quattro anni di contratto a circa tre milioni e mezzo a stagione. Uno strappo alla regola, visto che l’obiettivo della nuova proprietà è quello di snellire il monte ingaggi. Per Gigi però si può fare un’eccezione. Così come per Higuain. Un’alternativa di lusso al sogno Neymar: il brasiliano sarebbe il colpo che farebbe impazzire la piazza, ma al momento sembra che ci vogliano davvero troppi soldi per prenderlo.  :((Se però l’affare dovesse essere possibile, la Roma ci proverà. Tanto che, giorno dopo giorno, monitora la situazione. 

Offline Tarallo

*****
99999
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #129 il: 24 Mag 2020, 18:09 »
Inutile negarlo, l'affetto che proveremmo per Chiara "vorrei ma non posso" Zucchelli in questo forum sarebbe innegabile, le vorremmo tutti bene.

Si impone il condizionale, ovviamente.

Offline Biafra

*
9569
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #130 il: 24 Mag 2020, 18:17 »
Inutile negarlo, l'affetto che proveremmo per Chiara "vorrei ma non posso" Zucchelli in questo forum sarebbe innegabile, le vorremmo tutti bene.

Si impone il condizionale, ovviamente.

Io sono più legato a Carmine  :)

https://www.lazio.net/forum/calcio!/l'angolo-del-buonumore-(articoli-divertenti-stagione-20112012)/300/

La Nuova Era

CARMINE FOTIA
  :rotfl2:

A noi "ce piasce", come direbbe il nostro guru Gigi Proietti. Sì, ci piace la Nuova Era Romanista di Tom DiBenedetto e Luis Enrique.
Ci piace la calma olimpica con la quale il futuro presidente racconta il sogno di una Roma pensata per far sognare i suoi tifosi, costruita attorno al "più grande giocatore italiano del secolo" (parole di Mr Tom, musica di Francesco Totti), basata su un gioco di squadra che coinvolge tutti, dal presidente all’ultimo dei magazzinieri, ideata per essere un team vincente.
Ci piace la "sfrontatezza" di Luis Enrique, ci piace la sua dichiarazione programmatica: andare in campo per vincere, sempre. Giocare all’attacco, imporre il proprio gioco agli avversari, conquistare il primato sul campo. Ci piace la determinazione che abbiamo visto negli occhi del Capitano, già in pieno feeling con la Nuova Era, pronto a essere il leader di una squadra coraggiosa e arrembante.
Ci piace il gesto semplice e perfetto di Mr Tom che si alza per applaudire Alberto De Rossi, chiamando quasi la standing ovation per i ragazzi della Primavera, il cui scudetto cucito sulla maglia è, come dice il Presidente attuale Roberto Cappelli, "un auspicio", per più ambiziosi traguardi.
Ci piace la "ferocia" di Walter Sabatini, protagonista di un mercato appena cominciato che già ora è il più ricco da dieci anni in qua e che ci riserva sicuramente ancora qualche sorpresa. Ci piace anche la determinazione con cui difende le sue scelte e quelle del Mister.
Dunque, della Nuova Roma ci "piasce" proprio tutto.
Non ci piacciono, lo sapete, i soloni incipriati che, come tutti i conservatori, patiscono la rivoluzione romanista, perchè non concepiscono il coraggio della sfida, perchè temono di perdere (e ne hanno ben ragione) piccoli spazi di potere, o, più semplicemente, perchè proprio non capiscono.
Non ci piacciono quei signori che sono pronti a strombazzare per l’arrivo nella terza squadra della capitale di un calciatore plurirotto e a fine carriera, manco fosse Messi e scrivono che Kameni è una mezza calzetta, ignorando che è stato scelto da chi ne sa molto più di loro.  :luv:
Non ci piace la malafede di chi considera Gasperini, Conte e Allegri scelte coraggiose e Luis Enrique "un azzardo".
Abbiamo l’impressione che tutto questo non piaccia neppure alla Nuova Roma e la certezza che Tom e Luis dei soloni incipriati se ne infischino.
Noi siamo con loro, con la testa e con il cuore. E vi diremo tutto della Nuova Era, a cominciare dal ritiro cui, da domani, dedicheremo buona parte del giornale che i tifosi potranno acquistare anche lassù, a Brunico.


Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #131 il: 24 Mag 2020, 18:39 »
Da Higuain a Neymar , passando per Buffon .

E questa e' arrivata al Corriere di Via Solferino  . Con quale direttore a firmare l'assunzione ?

E questi vogliono gli aiuti per l'editoria ...

Zucchelli , Romita , Cagnucci , Fotia , tutti insieme .

Ma vi rendete conto quale contributo alla cultura mondiale ?

Non credo . Noi non capiamo . Noi . non Loro .  :asrm






Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #132 il: 24 Mag 2020, 19:21 »
Io sono più legato a Carmine  :)

https://www.lazio.net/forum/calcio!/l'angolo-del-buonumore-(articoli-divertenti-stagione-20112012)/300/

La Nuova Era

CARMINE FOTIA
  :rotfl2:



Non ci piacciono quei signori che sono pronti a strombazzare per l’arrivo nella terza squadra della capitale di un calciatore plurirotto e a fine carriera, manco fosse Messi e scrivono che Kameni è una mezza calzetta, ignorando che è stato scelto da chi ne sa molto più di loro.  :luv:



Ahhhh, se solo ci fosse stato Kameni in porta.... :) :asrm
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #133 il: 24 Mag 2020, 21:03 »
TIC TOC TIC TOC
Siamo vicino ai 12 anni!! Manca un'oretta......

Offline edge24

*
7362
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #134 il: 24 Mag 2020, 22:14 »
ho letto neymar. mlm
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #135 il: 24 Mag 2020, 22:53 »
12 ANNI!!!!
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #136 il: 24 Mag 2020, 23:09 »
Piccola chicca:

Il problema  degli ingaggi lo avevano già 8 anni fa:

indimenticabile mattatrice del Turone D'Oro 2011-12
https://www.lazio.net/forum/calcio!/l'angolo-del-buonumore-(articoli-divertenti-stagione-20112012)/80/

Ecco il piano: Buffon e Higuain!
IL ROMANISTA (C. ZUCCHELLI)

 Messi avvicina Higuain alla Roma. Non è (più) soltanto fantamercato, ma un’ipotesi che con il passare delle ore si fa sempre più concreta. Con l’ormai quasi certa eliminazione dalla Champions del Real, a Madrid si aprono scenari di mercato fino a pochi mesi fa imprevisti. La domanda, che in Spagna sta diventando sempre più incessante, è questa: come si possono tenere Higuain, Adebayor, Cristiano Ronaldo, Kakà e Benzema quando poi, nelle partite che contano, ne gioca soltanto uno? La questione non se la pongono solo stampa e tifosi, ma anche gli stessi giocatori che non hanno preso per niente bene l’atteggiamento con cui il Real ha affrontato il Barça. Di tutte le stelle costrette a vedere le meraviglie di Messi dalla panchina, Higuain è quello che ha preso peggio i 90 minuti trascorsi in panchina.
Non fosse altro perché a 23 anni (ne farà 24 a dicembre) e dopo aver risolto tutti i problemi fisici alla schiena, l’argentino ha voglia di giocare. In campionato poi si era ripresentato alla grande: nell’ultimo turno prima della semifinale di Champions, aveva realizzato una tripletta al Valencia e tutto faceva pensare che contro la squadra di Guardiola sarebbe toccato a lui. E invece, ancora panchina. L’ennesima. Una panchina che fa il gioco di tutte le squadre europee che puntano al talento e ai gol del Pipita. Tra queste c’è senza dubbio la Roma. Per il momento non c’è assolutamente trattativa, ma in Spagna sono convinti che Baldini e Sabatini (la cui ufficialità come consulente prima e ds poi è ormai imminente), a fari spenti, si stiano muovendo per sondare il terreno e capire quali sono i margini - soprattutto economici - della trattativa. Per avere Higuain infatti bisogna mettere in conto una spesa non inferiore ai 25 o 30 milioni di euro, nonostante la clausola rescissoria del suo contratto (che scade nel 2016) sia superiore ai 100 milioni. Segno che per convincere il Real, che proprio all’epoca di Baldini aveva puntato tantissimo su di lui, bisognerà staccare un assegno importante. Senza in alcun modo inserire nella trattativa quel Daniele De Rossi che a Madrid accoglierebbero col tappeto rosso e che, visto che contro il Barcellona ha giocato Pepe a centrocampo, forse servirebbe a Mourinho molto di più rispetto a un attaccante. De Rossi però non si muoverà da Trigoria, visto che per la nuova proprietà il rinnovo del suo contratto è una priorità. Partire dai due campioni del Mondo, Daniele e Totti (e anche Perrotta, il cui spirito piace molto a DiBenedetto e soci) è la volontà dei prossimi dirigenti, che vorrebbero affiancargli anche un altro protagonista di Germania 2006. Il piano è chiaro: due colpi di primo livello, poi acquisti mirati in ogni reparto. Il nome, che da tempo non è più segreto, è quello di Gigi Buffon.

Il portiere della Nazionale è da tempo in rotta con l’ambiente bianconero e, ogni qual volta gli viene chiesto del futuro, glissa. Segno che la permanenza alla Juventus non è poi così scontata. Il suo contratto scade nel 2013, per convincere Marotta e Andrea Agnelli alla cessione serviranno dai 10 ai 15 milioni, ma ad essere decisiva sarà la volontà di Buffon. Considerando che il numero 1 ha seguito la squadra anche in serie B, difficilmente la dirigenza bianconera si metterà di traverso. A quel punto subentrerà la Roma, pronta ad offrirgli quattro anni di contratto a circa tre milioni e mezzo a stagione. Uno strappo alla regola, visto che l’obiettivo della nuova proprietà è quello di snellire il monte ingaggi. Per Gigi però si può fare un’eccezione. Così come per Higuain. Un’alternativa di lusso al sogno Neymar: il brasiliano sarebbe il colpo che farebbe impazzire la piazza, ma al momento sembra che ci vogliano davvero troppi soldi per prenderlo.  :((Se però l’affare dovesse essere possibile, la Roma ci proverà. Tanto che, giorno dopo giorno, monitora la situazione.

Ma un piccolo strappo per tutti questi successi si può  fare, no?
 :D
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #137 il: 24 Mag 2020, 23:20 »
I nati nel 2008 quest'anno hanno fatto la prima media, questo significa che nessun bambino delle elementari (a parte qualche caso particolare) era nato a maggio 2008.
E nessun ragazzo delle medie può ricordarsi qualcosa di quel periodo.
Qualche ricordo, qualche sensazione, per i ragazzi delle superiori (i nati nel 2001, che si diplomano quest'anno, avevano 7 anni)
Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #138 il: 24 Mag 2020, 23:33 »
Che vita demmé.

Re:cosa non esisteva quando la roma ha vinto il suo ultimo titolo (maggio 2008)?
« Risposta #139 il: 25 Mag 2020, 03:53 »
Circa l'articolo della zucchelli postato più sopra mi colpisce quello che lei definisce sogno sfiorato, cioè la semifinale champions. Mo capisco che le sarà sembrato così, visto che di solito sono abituati a uscire dalla competizione nei mesi invernali, ma cribbio nella partita di andata a Liverpool i padroni di casa sono arrivati al 5-0 con una facilità irrisoria e poi si sono fermati sennò finiva almeno 8-0, nella partita di ritorno il Liverpool ha giocato fino a che il risultato non è stato messo praticamente al sicuro poi, qui da scemi, si sono fermati subendo un paio di gol a culo e rischiando qualcosa ma giusto perché avevano staccato la spina, questo me lo chiama sfiorare il sogno Champions, ma vai a casa.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod