Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore

0 Utenti e 16 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Dissi

*****
18202
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5480 il: 13 Nov 2020, 12:35 »
C'è una cosa che non ho capito.
Ultimo bilancio meno 200, poi abbiamo bond meno 275.
Non dovrebbero sfiorare i meno 500?
Domanda da ignorantissimo,  mi rendo conto.
😇

Come sostengono persone molto più autorevoli di me qui dentro, un buffo è tale solo se il creditore vuole indietro i soldi.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5481 il: 13 Nov 2020, 12:36 »
perdita di 200 significa che i costi del periodo superano i ricavi dello stesso di 200, si tratta di conto economico
I debiti invece , che sono nello stato patrimoniale, sono altra cosa.
Le due cifre non vanno sommate per ottenere la situazione della  :asrm

Il mercato comunque sembra scommettere che dan farà un altro tentativo, il che mi lascia interdetto. Al prossimo aumento di capitale se li inc....... tutti i piccoli azionisti ( oppure dato che ad essi la cosa piace non hanno venduto proprio per tale motivo )

Offline GiPoda

*
3828
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5482 il: 14 Nov 2020, 17:03 »
È un OT ma forse neanche tanto:
Tra le carte sequestrate alla Fondazione Open di Matteo Renzi c è una fattura, ovviamente pagata dalla fondazione,  per un volo su jet privato Firenze-Liverpool a/r preso da Luca Lotti il giorno della semifinale Liverpool-asmerda.
Curiosa coincidenza o triplice abbraccio?
EOT.

Offline mazzok

*****
5170
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5483 il: 14 Nov 2020, 17:05 »
È un OT ma forse neanche tanto:
Tra le carte sequestrate alla Fondazione Open di Matteo Renzi c è una fattura, ovviamente pagata dalla fondazione,  per un volo su jet privato Firenze-Liverpool a/r preso da Luca Lotti il giorno della semifinale Liverpool-asmerda.
Curiosa coincidenza o triplice abbraccio?
EOT.

C'era una riunione della gran loggia

Offline GiPoda

*
3828
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5484 il: 14 Nov 2020, 17:14 »
Dovrei spostarlo sul topic stadio.
Aprile 2018, 2 mesi prima degli arresti di Parnasi & co.

Online zorba

*****
6004
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5485 il: 15 Nov 2020, 16:20 »
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5486 il: 27 Nov 2020, 08:14 »
LA CAUSA - UN DIVORZIO DIFFICILE
 
Petrachi, niente conciliazione. Decide il giudice (Corriere dello Sport, 27 Novembre 2020)
 
di Roberto Maida 
ROMA
 
L’operazione-simpatia di Gianluca Petrachi, persino sorridente dietro alla mascherina, non ha prodotto i risultati sperati: si va in causa. Anche la seconda udienza di conciliazione con la Roma al tribunale del lavoro si è conclusa senza vincitori né vinti: il giudice ora può chiedere altri elementi istruttori, per esempio dei testimoni, oppure mandare in discussione la causa, affidando alle parti una memoria finale per poi emettere il verdetto. Da qui la neessità di un aggiornamento alla prossima seduta, che deve essere ancora fissata e che il giudice dovrà notificare ai legali.
 
L’UDIENZA. Petrachi ieri era presente in prima persona, mentre la Roma ha mandato solo gli avvocati. Come è noto uno dei legali del dirigente, Paolo Rodella,
aveva tentato una mossa a sorpresa per trovare la quadra: visto che non volete darci i 5 milioni che spettano da contratto per un licenziamento che non presenta i requisiti della «giusta causa», reintegrate il mio cliente nell’organico. In cambio, pur di riprendere l’attività a Trigoria, Petrachi avrebbe rinunciato a tutte le mensilità non pagate da giugno, quando Pallotta ne ordinò la cacciata a seguito del famoso messaggio di insulti. Però nel frattempo i Friedkin hanno assunto il portoghese Tiago Pinto con la qualifica di general manager, hanno già nei quadri un direttore sportivo (Morgan De Sanctis) e in ogni caso non hanno mai pensato di rilanciare Petrachi. E così la Roma ha offerto, per chiudere la questione, una cifra pari a circa 1,2 milioni lordi, ovvero sei mesi di stipendio.
 
PASSAGGI. Ieri nessuna delle parti si è avvicinata all’altra. Per questo il giudice ha constatato che non esistessero, salvo ripensamenti, i presupposti per la conciliazione. Dovrà essere lui dunque con sentenza a stabilire chi abbia ragione. La Roma ha definito plausibile, in un comunicato, la «soccombenza», quindi la possibilità di perdere la causa.

Offline robylele

*****
31739
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5487 il: 27 Nov 2020, 12:01 »
La Roma ha definito plausibile, in un comunicato, la «soccombenza», quindi la possibilità di perdere la causa.

e la fa lo stesso?  :o
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5488 il: 27 Nov 2020, 12:13 »
e la fa lo stesso?  :o

Certo, non vuole reintegrarlo. Al massimo gli pagherà il danno che stimerà il giudice. Se la caverà con qualche mensilità in più per i danni all’immagine, poca roba. Che vuoi che siano 300.000 euro in più o in meno quando hai 300 MILIONI di bond da pagare...😉😉😉
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5489 il: 27 Nov 2020, 17:54 »
Pare  che sotto casa di questo giudice si siano già trovate macchine rigate, e la presenza di un tipo con i baffetti brizzolati con una sorprendente somiglianza con il noto politico D'Alema.

Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5490 il: 28 Nov 2020, 08:29 »
Roma e Campidoglio: è scontro
Friedkin porta la Raggi in tribunale (Corriere della sera ed. Roma, 28 Novembre 2020)


L’udienza a gennaio. Il Comune chiede 475 mila euro per i servizi dei vigili allo stadio


Tariffe «illegittime, illogiche» e frutto di un «eccesso di potere» per un totale di 474.777,16 euro. E richieste «vergognose» da parte dei vigili urbani: così la Roma porta Virginia Raggi in Tribunale. Nell’udienza fissata dal giudice civile per il 29 gennaio 2021 la sindaca, citata dai legali giallorossi, dovrà chiarire la ratio secondo cui il Comando dei vigili, visto che non riesce a ottenere il saldo per il servizio durante 15 partite casalinghe della Roma all’Olimpico, provvede a far partire una serie di decreti ingiuntivi verso il club. Che, però, a pagare non ci pensa nemmeno: secondo la Romai soldi richiesti sono troppi e pure non dovuti, perché il servizio non c’è, non è richiesto e manca anche una convenzione che lo disciplini. Ma il documento, 49 pagine durissime nei confronti del Comune, racconta di più: segna la frattura tra club e Campidoglio dopo lo stallo su Tor di Valle. Nell’atto di citazione, già notificato alla sindaca, si ripercorre tutta la storia dall’inizio con parole pesantissimedirette al Comune e al Corpo dei vigili, accusati di «speculare sull’applicazione della normativa, affermando di aver sostenuto costi inesistenti e confidando sulla impossibilità per il club di riuscire a dimostrare il contrario». Si va dall’approvazione del Regolamento comunale nel 2019 che recepisce una legge nazionale di due anni prima e lega la sua applicazione a una richiesta ufficiale, mai partita dai giallorossi, nonché alla stipula di una convenzione specifica, mai avvenuta secondo la Roma per colpa dei silenzi «in assoluto disprezzo» da parte del Campidoglio. Fino alla pec, ricevuta dal club lo scorso 4 settembre, con cui il comandante ad interim dei vigili di Roma Capitale, Stefano Napoli, «intima» il pagamento di quasi 475 mila euro per il servizio svolto dai suoi all’Olimpico tra l’11 agosto 2019 (Roma-Real Madrid) e il 26 gennaio 2020 (Roma-Lazio). Si tratta di una prima tranche visto che la lista si allunga, tenendo più o meno costanti le tariffe, anche ai match disputati senza pubblico sugli spalti svuotati dal Covid. Nelle carte si parla «dell’inesistenza del diritto del Comune di pretendere dalla AS Roma la corresponsione di compensi». E i motivi sono molteplici, vanno dalla logica alla costituzionalità degli atti. Ma forse l’accusa più pesante al Comune, ché di fatto racconta delle tensioni con la Roma in relazione al dossier Tor di Valle, è quella di aver «grossolanamente confuso» le funzioni dei vigili, inerenti a traffico e ordine pubblico durante un evento pubblico, con i servizi destinati a «privati» di cui si intima il pagamento «illegittimo». In più c’è il dito puntato verso i vigili: avrebbero tutti spinto per lavorare in zona Olimpico con retribuzione «straordinaria», quindi maggiorata e a carico del club, e pure richiesto tessere non nominali anche se la divisa d’ordinanza garantisce loro il libero accesso all’impianto durante le partite. Insomma, la rottura è totale. E quando la Roma, ripercorrendo la storia, parla di «confusione e disorganizzazione, ovvero scarsa attitudine alla pianificazione», sembra proprio riferirsi al dossier stadio che, da tempo, è sospeso in attesa di arrivare in Aula per il «regalo di Natale ai romanisti » assicurato da Raggi. Ma dopo James Pallotta, che pressava per speculare sulle opere intorno allo stadio, i Friedkin hanno cambiato orizzonte in cerca dell’affare migliore. Tor di Valle resiste, magari con un iter chiuso nella prossima consiliatura, anche perché sennò tocca ripartire daccapo per altri cinque anni di passione. Ma analizzano anche i terreni di Tor Vergata e lo stadio Flaminio: per restaurare l’impianto dei Nervi è stato sondato anche l’archistar Renzo Piano che, però, ha risposto picche.
Andrea Arzilli
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5491 il: 28 Nov 2020, 08:30 »
Il club ha scattato foto intorno all’impianto

«Ci chiedono soldi pure con l’Olimpico chiuso» (Corriere della Sera ed. Roma, 28 Novembre 2020)

La Roma trascina Raggi in tribunale per la controversia su 15 partite di cui il Campidoglio «intima» il pagamento del servizio dei vigili. La lista completa, però, si allunga a 25 match, gli ultimi 6 disputati senza pubblico sugli spalti. E il club vede nel merito e nel metodo usato dai vigili molte anomalie: «Per ogni partita sono indicati gli importi arbitrariamente stabiliti», scrivono i legali giallorossi segnalando che nelle richieste non si capiscono «i criteri utilizzati per determinare il rimborso, ciò persino sfiorando il ridicolo». Un riferimento è, per esempio, all’incontro di agosto 2019 della Roma col Real Madrid, club di caratura mondiale abituato al seguito di tanti tifosi, per il quale i vigili chiedono «solo» 22mila euro, cioè assai meno dei 33 mila richiesti per la sfida col Brescia del novembre successivo. Oppure al match con il Sassuolo del 15 settembre 2019: il Comune chiede di versare 30.802,84 euro giustificando con l’impiego effettivo di 165 uomini, poi però tra mail e fax la cifra sale «inspiegabilmente» a 32 mila euro. La Roma chiede chiarimenti che, però, a suo dire il Comune le rifiuta. Così nasce il sospetto che qualcuno se ne stia approfittando e il club, in occasione di Roma-Inter a porte chiuse dello scorso 19 luglio, decide di uscire dall’Olimpico per vedere se davvero ci sono tanti vigili a lavoro. Scatta molte foto di quello che definisce «vuoto pneumatico» intorno allo stadio, però alla fine il conto dei vigili è comunque salato: 11.250 euro.
A. Arz.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5492 il: 28 Nov 2020, 08:38 »
Dal Flaminio all’Olimpico gelo tra Friedkin e Comune. E adesso si va in Tribunale (Gazzetta dello Sport, 28 Novembre 2020)

Azione civile del club per annullare il pagamento sul servizio stadio. E il piano Tor di Valle perde pezzi

di Massimo Cecchini
ROMA
C’eravamo tanto amati, verrebbe da dire. Parliamo del rapporto fra il Comune e la Roma, che adesso vive un momento di turbolenza. Per la portata che ha nel futuro del club, la questione stadi - a questo punto è giusto usare il plurale - ha una rilevanza maggiore, ma il nuovo contenzioso che oppone la società all’amministrazione fornisce un po’ la temperatura della situazione. Argomento: il contributo al pagamento degli uomini della Polizia Municipale in servizio all’Olimpico per le gare.
La trimestrale
Recependo la norma (varata nel 2017) nel regolamento comunale del 2019, dal dicembre dello scorso anno il Comune ha chiesto un contributo al club per questi pagamenti, cosa che la Roma ha sempre respinto spiegando come quello che i vigili assicurano non sia «un servizio » bensì «una funzione» insita nel loror uolo, per un evento di pubblica rilevanza come una partita di Serie A. Questa sorta di cartelle esattoriali sono state sempre respinte, mentre nel contempo la Roma, il 21 gennaio 2020, ha chiesto una convenzione fra le parti, ricevendo «netta chiusura». Così, il 4 settembre è arrivato un atto di «accertamento esecutivo» adottato dal Comando del Corpo di Polizia Locale per il pagamento di 474.777,16 euro. La Roma, a questo punto, il 2 ottobre ha inviato un atto di citazione di 49 pagine al Tribunale Civile contro il Comune «in persona del sindaco». Una memoria, con allegati, tesa a spiegare l’illegittima di quel pagamento e domandone la cancellazione (anche per numerosi vizi formali) o, in subordine, una riformulazione, chiedendo tra l’altro un «interrogatorio formale » del sindaco di Roma in merito al diniego per la mancata convenzione. In ogni caso, il club nega di aver mai richiesto tali servizi, evidenziando come le spese a loro carico siano continuate a essere calcolate anche dopo il «lockdown», cioè anche quando le partite si svolgevano a porte chiuse. Nelle pagine in questione curiosità non mancano. Viene evidenziato, ad esempio, come per Roma-Sassuolo - consoli circa trecento tifosi avversari - fossero in servizio 165 vigili («quasi tutti in straordinario») per un costo addebitato di 30.802 euro. Per i match a porte chiuse i vigili calano a circa 70, per un costo tra i 7 e i 9 mila euro, senza contare che la Roma impiega e paga di tasca propria circa 650 fra assistenti e stewart. Nel documento, perciò, si parla di «tariffe non logiche», di «eccesso di potere», di «speculare sull’applicazione della norma». Parole dure, che ci portano a scenari diversi, anche alla luce dell’indebitamento di 282 milioni certificato dalla trimestrale di ieri.
Il no di Piano
È logico che poco piùdi 400 mila euro non siano una cifra enorme per una società comela Roma, ma la tensione con il Comune appare palese. Non è un caso che la vicenda di Tor di Valle, pur non tramontata, adesso si vede in tutt’altra luce, e lo dimostra l’interessamento al Flaminio, per cui Renzo Piano, contattato, si è tirato fuori per via dei tanti impegni. Per capire lo scenario, comunque, c’è da ricordare che nel 2021 ci saranno le elezioni comunali e la Roma vuole tenersi le mani libere, soprattutto alla luce del fatto che il progetto per l’area di Tor di Valle non incontra più il suo gradimento, e non solo per via dei costi. Per tale ragione, dopo tanto tempo perso, il club non ha fretta che il progetto - in quella maniera - venga approvato prima della fine del mandato della Raggi, e forse l’atto al Tribunale Civilepuòessere letto come uno «sgarbo» in questa chiave. Se l’amministrazione (vecchia o nuova che sarà) riterrà però opportuno dare alla Romain concessione per 99anni il Flaminio, il club è pronto a uno studio, nonostante sia a conoscenza dei problemi esistenti. Morale: detto che ieri Montino, sindaco di Fiumicino, rilanciava la candidatura dell’area del suo Comune, resta sempre possibile che un «dimagrimento» del progetto di Tor di Valle, porti a quei risparmi e a quella funzionalità utile ai Friedkin. In ogni caso col Comune, per ora, il grande gelo è già calato.

Offline Blueline

*
5214
blog of life
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5493 il: 28 Nov 2020, 08:50 »
Questo perché é il nostro presidente ad essere un tirchio...

Ma tale servizio lo paga anche la Lazio?
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5494 il: 28 Nov 2020, 08:59 »
arzilli sul corriere della sera, stesso editore della gazzetta dello sport:

"Ma dopo James Pallotta, che pressava per speculare sulle opere intorno allo stadio..."


Domanda:
Avevano mai parlato di "SPECULAZIONE" fino a che pallotta era il padrone della asroma?

Offline jp1900

*****
6450
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5495 il: 28 Nov 2020, 09:41 »
Immaginate se la Lazio avesse fatto questa richiesta (di non pagare i vigili) gli articoli di fuoco su Lotito che sfrutta i soldi delle tasse dei romani per lucrarci sopra.

Online calimero

*
5332
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5496 il: 28 Nov 2020, 11:08 »
Erano giorni che mi chiedevo il perchè degli attacchi al Comandante (ad interim da luglio scorso) Stefano Napoli  da parte di Report e stampa conniventi per fatti di 7/8 anni fa.

Forse ora l'ho capito.

Una curiosità Sigfrido Ranucci è romico? Non è una domanda retorica, perchè veramente non lo so.

Offline Tarallo

*****
96463
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5497 il: 28 Nov 2020, 11:13 »
Sì, interviene da marione è l'ho sentito con le mie orecchie.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5498 il: 28 Nov 2020, 14:37 »
Erano giorni che mi chiedevo il perchè degli attacchi al Comandante (ad interim da luglio scorso) Stefano Napoli  da parte di Report e stampa conniventi per fatti di 7/8 anni fa.

Forse ora l'ho capito.

Una curiosità Sigfrido Ranucci è romico? Non è una domanda retorica, perchè veramente non lo so.

La risposta è certamente sì.
Giorni fa era ospite in una trasmissione e in quella sede ha più volte ribadito di essere un tifoso daaaamaggggica.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #5499 il: 28 Nov 2020, 15:34 »
Erano giorni che mi chiedevo il perchè degli attacchi al Comandante (ad interim da luglio scorso) Stefano Napoli  da parte di Report e stampa conniventi per fatti di 7/8 anni fa.

Forse ora l'ho capito.

Una curiosità Sigfrido Ranucci è romico? Non è una domanda retorica, perchè veramente non lo so.
Questa è una lettura, ma nello specifico di questa storia? A me sembra il classico caso nel quale TUTTI hanno torto e pure bello marcio. Ovviamente mi rallegrano queste secchiate di merda in faccia (a vicenda) ma vorrei capirci di più, e penso tu ne sappia molto più di me.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod