Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore

0 Utenti e 36 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Blueline

*
4398
blog of life
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #440 il: 09 Ott 2019, 05:40 »
Intanto, nonostante tutto, continuano a fare mercati niente male in entrata. Troveranno sempre chi li aiuta...
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #441 il: 09 Ott 2019, 07:43 »

tocca esse precisi e corretti con quello che si scrive  ;)

E ci hai ragione pure tu  :beer:

Offline Dissi

*****
16089
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #442 il: 09 Ott 2019, 09:08 »
Come come ?  :o
entro il 31/12/ 2024 deve trovare 275 mln sull'unghia e nel frattempo ne paga una 60 di interessi ?
Ma è bellissimo tutto ciò. :pp :pp :asrm

non ci sperate

faranno una finanziaria ad hoc dovesse servire
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #443 il: 09 Ott 2019, 18:31 »
leggendo la relazione al bilancio delle mer.de, c'è un piccolo particolare che mi fa molto sorridere...

tra i rischi di liquidità viene espressamente evidenziato che:

"In particolare, si segnala che la capacità di far fronte ai propri fabbisogni ordinari di cassa potrebbe
essere condizionata dal meccanismo di canalizzazione delle disponibilità liquide previsto nell’Indenture
sottoscritto il 8 agosto 2019 nel contesto dell’emissione del Prestito Obbligazionario da parte della ASR
Media and Sponsorship S.p.A.. L’Indenture prevede un meccanismo obbligatorio di canalizzazione degli
incassi e utilizzi delle disponibilità liquide a garanzia dell’esatto adempimento delle obbligazioni assunte,
che si definisce attraverso la cessione di crediti pro-soluto o la designazione di MediaCo quale
mandatario all’incasso, con il compito di incassare tutti i crediti ceduti pro-soluto o a titolo di garanzia e
pertanto di incassare ciascun pagamento eseguito da, o per conto, dei debitori di AS Roma e Soccer,
relativi in particolare:
• Ai diritti televisivi connessi al campionato di serie A e alle competizioni europee, gestiti
direttamente dalla Società;
• Alle attività di licensing e sponsorizzazioni, oltre che i cosiddetti “direct media rights”, le cui attività
sono ad oggi collegate al canale televisivo “Roma TV” ed al canale radio “Roma Radio”, nonché
alle altre attività svolte su piattaforme digitali (es. sito web, Facebook, Twitter, WeChat, Instagram,
YouTube, Pinterest, Giphy, Weibo). Tali attività sono gestite dalla società controllata Soccer
S.a.s.."


In pratica, tutti i soldi che incasseranno (botteghino a parte) sono destinati al rimborso del debito...

tant'è che nella stessa relazione viene anche scritto che:

"In virtù di tale meccanismo contrattualmente previsto, l’utilizzo delle disponibilità liquide della Società
può essere temporaneamente limitato, con effetti negativi sulla liquidità disponibile per far fronte al
fabbisogno di cassa di brevissimo periodo, tali da impedire il pagamento dei debiti alle scadenze
contrattualmente previste, che, nel caso specifico di debiti verso società di calcio per il trasferimento di
calciatori, ed emolumenti, comprensivi di imposte e oneri sociali, maturate nei confronti di personale
tesserato, possono pregiudicare il rilascio della Licenza Nazionale, per l’iscrizione al Campionato di
Serie A, e della Licenza UEFA, per l’iscrizione alle competizioni europee
."

Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #444 il: 09 Ott 2019, 18:32 »
strano che nessuno dei solerti giornalisti abbia riportato questo piccolo particolare... non trovate?
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #445 il: 09 Ott 2019, 18:42 »
La parte dei diritti TV e marketing è praticamente la stessa dei precedente Bond.

La seconda parte è decisamente interessante ma credo che si verifichi solo se diritti TV e marketing non coprissero il pagamento dell'attuale Bond.

Offline Cervino

*
433
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #446 il: 09 Ott 2019, 19:51 »

La seconda parte è decisamente interessante ma credo che si verifichi solo se diritti TV e marketing non coprissero il pagamento dell'attuale Bond.


I diritti TV e marketing possono pure coprire il pagamento del prestito obbligazionario; il problema - per loro - sarebbe che dopo questo pagamento potrebbe rimanere poco o niente per coprire gli stipendi e i debiti verso le societa' amiche per l'acquisto a buffo di giocatori.

Lo scenario e' molto realistico e avrebbe gia' mandato a gambe all'aria [quasi] chiunque altro. 

Il vero problema e' che a loro di quanto scritto sul bilancio dai revisori interessa poco o niente, tanto poi alla fine possono sempre giocarsi la carta fideiussione falsa e in ritardo a loro storicamente cara.

Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #447 il: 09 Ott 2019, 20:12 »
La parte dei diritti TV e marketing è praticamente la stessa dei precedente Bond.

La seconda parte è decisamente interessante ma credo che si verifichi solo se diritti TV e marketing non coprissero il pagamento dell'attuale Bond.

Significa che intanto i soldi li prende il creditore-finanziatore, e si ripaga le sue posizioni. Poi, quello che resta lo lascia al finanziato, che potrà utilizzarlo per pagare gli altri debiti.

Il meccanismo gira solo se gli incassi complessivi sono capienti per pagare tutto, altrimenti qualcuno viene pagato per intero (il primo) e gli altri si attaccano al cazzo. Se le cose gli vanno male, hanno fatto un capolavoro di bancarotta, anche gli amici di GoldmanS. e il "fronting" Unicredit. Per questo troveranno sempre qualcun altro che gli molla i soldi.
Merde.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #448 il: 09 Ott 2019, 20:15 »
I diritti TV e marketing possono pure coprire il pagamento del prestito obbligazionario; il problema - per loro - sarebbe che dopo questo pagamento potrebbe rimanere poco o niente per coprire gli stipendi e i debiti verso le societa' amiche per l'acquisto a buffo di giocatori.

Lo scenario e' molto realistico e avrebbe gia' mandato a gambe all'aria [quasi] chiunque altro. 

Il vero problema e' che a loro di quanto scritto sul bilancio dai revisori interessa poco o niente, tanto poi alla fine possono sempre giocarsi la carta fideiussione falsa e in ritardo a loro storicamente cara.

Ma infatti la semifinale in CL di due anni fa gli ha dato una salvata da niente, sennò manco i soldi per i prestiti ci avevano nelle ultime due sessioni.

Significa che intanto i soldi li prende il creditore-finanziatore, e si ripaga le sue posizioni. Poi, quello che resta lo lascia al finanziato, che potrà utilizzarlo per pagare gli altri debiti.

Il meccanismo gira solo se gli incassi complessivi sono capienti per pagare tutto, altrimenti qualcuno viene pagato per intero (il primo) e gli altri si attaccano al cazzo. Se le cose gli vanno male, hanno fatto un capolavoro di bancarotta, anche gli amici di GoldmanS. e il "fronting" Unicredit. Per questo troveranno sempre qualcun altro che gli molla i soldi.
Merde.

Che è quello fatto finora dal primo Bond. Bisogna appunto vedere come si mette senza i grandi fatturati di qualche anno fa e semifinali CL

Offline robylele

*****
31118
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #449 il: 10 Ott 2019, 13:27 »
un'ancora di salvezza ce l'hanno, é la finale di E.L. Andrebbe anche vinta possibilmente.
 :sisisi:

Altrimenti il ridimensionamento continuerà implacabile, seppur più lento di quanto desideriamo.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #450 il: 10 Ott 2019, 13:52 »
Se loro hanno qualche possibilità di arrivare in finale di EL, noi ne abbiamo di più di vincerla  :ssl
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #451 il: 10 Ott 2019, 13:54 »
un'ancora di salvezza ce l'hanno, é la finale di E.L. Andrebbe anche vinta possibilmente.
 :sisisi:

Altrimenti il ridimensionamento continuerà implacabile, seppur più lento di quanto desideriamo.

La situazione finanziaria e di governance della Corropolese è drammatica....

in mancanza di un cavaliere bianco che sottoscriva e versi un AdC monstre (servono almeno 400M per dare una raddrizzata alla baracca), il futuro è nerissimo. Non solo servirebbero i soldi della CL ma servirebbero anche delle reali plusvalenze (non legate a contestuali acquisti farlocchi) che sono difficilmente ipotizzabili, stante l'esiguità di calciatori appetibili.

Lo scenario più probabile è che nei prossimi 2-3 anni la maggica smantelli gran parte dei suoi giocatori e punti solo sul vivaio e su qualche prestito secco.

Hanno dinanzi a loro degli anni bui e difficili... un po' come quelli che sta vivendo da un po' il Milan...

Io sto già coi pop corn...  :D

Offline NEMICOn.1

*
4715
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #452 il: 10 Ott 2019, 14:54 »
Ma pure i soldi della Champions League , i famosi 50 milioni sono già belli che bruciati per riscattare :
Mancini 24  e Veretout 17
Poi devono coprire i buchi della rosa che quest'anno hanno tappato coi prestiti di :
Zappacosta , Smalling e Mikitharian
Per non parlare del fatto che gli unici giocatori che ad oggi hanno quotazioni oltre i 40 milioni sono :
Zaniolo e Under ( sicuramente uno dei due partirà )
Cosi ad occhio dovranno acquistare 5 giocatori ( i prestiti  e le cessioni da coprire )
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #453 il: 10 Ott 2019, 16:31 »
Ma pure i soldi della Champions League , i famosi 50 milioni sono già belli che bruciati per riscattare :
Mancini 24  e Veretout 17
Poi devono coprire i buchi della rosa che quest'anno hanno tappato coi prestiti di :
Zappacosta , Smalling e Mikitharian
Per non parlare del fatto che gli unici giocatori che ad oggi hanno quotazioni oltre i 40 milioni sono :
Zaniolo e Under ( sicuramente uno dei due partirà )
Cosi ad occhio dovranno acquistare 5 giocatori ( i prestiti  e le cessioni da coprire )

 
Certamente uno tra Zaniolo ed Under (o Pellegrini) sarà venduto....forse anche più di uno...
bisogna solo capire se troveranno qualche sponda amici che glieli paghi cash oppure se troveranno solo qualcuno disposto a scambiarli con qualche altra figurina (tipo Manolas-Diawara).

Quasi certamente i 3 prestiti non verranno riscattati (forse per Smalling cercheranno di strappare un ulteriore anno di rinnovo del prestito ma dubito che a Manchester si facciano abbindolare).

Per Veretout e Mancini cercheranno di ottenere una forte dilazione di pagamento ed eserciteranno il riscatto cercando di cederli nello stesso mercato o in quello successivo così da girare il debito ad altri.

Il vero problema è che più passa il tempo, più i margini di manovra si assottigliano: la Corropolese non ha cassa per fare acquisti a titolo definitivo slegati da correlate cessioni ed un mercato come quello fatto quest'anno dalla Lazio (che ha comprato -imho male- senza vendere nessuno) non avrebbe mai potuto effettuarlo perché, senza il vorticoso scambio di figurine che hanno quest'anno hanno fatto, avrebbe chiuso un bilancio da default.

La speranza ha cui si attacca il management della corropolese è che nella miriade di figurine calcistiche che annualmente transitano per Trigoria ci sia qualcuno che faccia una buona/ottima stagione così da poterlo rivendere, alzare un pò di soldi e tamponare nel breve la voragine. Ma, come spesso capita a loro, molte volte si attaccano arcaz... perché basta bucare qualche acquisto costoso (tipo Pastore o Kluivert) per ritrovarsi cortissimi di cassa ed essere costretti a strutturare artifizi finanziari sempre più fantasiosi (tipo l'operazione Sinazzola-Pellegrini da 30M), che ogni anno sono sempre più difficili da mettere in piedi.

Ripeto: la maggica è in una spirale di tensione finanziaria che, salvo miracoli o aiutini esterni, porta inevitabilmente al default oppure al drammatico ridimensionamento.

Per uscirne fuori ci sono solo due vie: o il cavaliere bianco, oppure il Lotito di turno che arriva, blocca la catena di Sant'Antonio e taglia tutto.

In ogni caso parliamo di una società in chiara difficoltà, che naviga a vista senza un reale governo societario e dove tutti i dipendenti e calciatori percepiscono il costante senso di precarietà.

La macroscopica differenza che oggi c'è tra noi e loro è questa:

Noi siamo una società finanziariamente solidissima, dove l'equilibrio di bilancio e la sostenibilità finanziaria degli investimenti viene prima di tutto, anche dell'aspetto tecnico. Questo si riflette nello spogliatoio dove c'è un'ambiente idilliaco in cui tutti i giocatori sognano di venire, ma dove c'è anche il percepito che mancano le concrete basi finanziarie per crescere ulteriormente, se non nel lunghissimo periodo.

loro invece sono una società senza governance e con una perenne crisi di liquidità, che per sopravvivere annualmente monta e smonta la squadra cercando di buttare la palla in avanti e sperando in qualche bot.ta di cu.lo. Questo si riflette nello spogliatoio, dove ognuno dei calciatori pensa ai  caz.zi propri e cerca di sfruttare al massimo la vetrina concessagli in attesa di trovare qualche migliore collocazione altrove. 
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #454 il: 10 Ott 2019, 16:37 »
Vedo troppe certezze sul tema.

Dimenticate che sono il male.

Offline Tarallo

*****
85234
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #455 il: 10 Ott 2019, 16:51 »
Maiuscola, Male.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #456 il: 10 Ott 2019, 16:54 »
Vedo troppe certezze sul tema.

Dimenticate che sono il male.

Se le mer.de fossero una società "normale", sarebbero da tempo nella zona bassa della classifica, tipo il Genoa di turno.

Ma, dal momento che sono l'incarnazione del Male e sono costantemente "sorretti" da aiutini esterni e cortesie varie, sono sempre riusciti a galleggiare (come gli escrementi che sono) ad alti livelli sculando ripetute qualificazioni in CL che hanno pro-tempore permesso di rimandare il problema.

Ma, come spesso capita, non sempre le cose girano per il verso giusto e, nel caso delle mer.de, a lro basta veramente poco per vederli ritornare nella fogna di liquame da cui sono fuoriusciti 92 anni fa.

Quest'anno la nostra vera vittoria non è la ns. qualificazione ma la loro mancata in CL.

A noi fondamentalmente fare un giro in CL cambia ben poco: difficilmente Lotito modificherà il suo stile gestionale e, come ha fatto Percassi con l'Atalanta, si limiterà a puntellare la squadra con qualche acquisto mirato accantonando la restante liquidità per i tempi futuri.

Se a loro salta la CL anche il prossimo anno, si apre un'ulteriore stagione di lacrime e sangue, con l'ennesimo vorticoso valzer di figurine sempre di peggior livello.

Mai come quest'anno il fronte "Roma fuori dalla CL" deve essere unito e coeso: stanno con la mer.da alla gola e spetta noi mettergli il piede sulla testa e spingerli sotto!

Devono morire gonfi

Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #457 il: 10 Ott 2019, 17:09 »
Basta vedere come sono rinco*lioniti dopo ogni non-vittoria per capire stato di anima.
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #458 il: 10 Ott 2019, 17:11 »
Maiuscola, Male.

Se le mer.de fossero una società "normale", sarebbero da tempo nella zona bassa della classifica, tipo il Genoa di turno.

Ma, dal momento che sono l'incarnazione del Male e sono costantemente "sorretti" da aiutini esterni e cortesie varie, sono sempre riusciti a galleggiare (come gli escrementi che sono) ad alti livelli sculando ripetute qualificazioni in CL che hanno pro-tempore permesso di rimandare il problema.

Ma, come spesso capita, non sempre le cose girano per il verso giusto e, nel caso delle mer.de, a lro basta veramente poco per vederli ritornare nella fogna di liquame da cui sono fuoriusciti 92 anni fa.

Quest'anno la nostra vera vittoria non è la ns. qualificazione ma la loro mancata in CL.

A noi fondamentalmente fare un giro in CL cambia ben poco: difficilmente Lotito modificherà il suo stile gestionale e, come ha fatto Percassi con l'Atalanta, si limiterà a puntellare la squadra con qualche acquisto mirato accantonando la restante liquidità per i tempi futuri.

Se a loro salta la CL anche il prossimo anno, si apre un'ulteriore stagione di lacrime e sangue, con l'ennesimo vorticoso valzer di figurine sempre di peggior livello.

Mai come quest'anno il fronte "Roma fuori dalla CL" deve essere unito e coeso: stanno con la mer.da alla gola e spetta noi mettergli il piede sulla testa e spingerli sotto!

Devono morire gonfi



Sono d'accordo.

Offline momi

*****
6356
Re:Roma: resta la tensione finanziaria - Il Sole 24 Ore
« Risposta #459 il: 10 Ott 2019, 17:27 »

Concordo ma a noi un giro di valzer in CL ci farebbe fare un ulteriore passetto in avanti rendendoci appetibili per profili importanti o per tenere i ns giocatori migliori.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod