Stadio della.... (Topic ufficiale)

0 Utenti e 24 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11160 il: 11 Feb 2019, 17:50 »
Non e' un attacco alla merda .

E' un attacco al pd .

Oddio mi sto rileggendo ...  8)
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11161 il: 11 Feb 2019, 18:31 »
 :=))
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11162 il: 11 Feb 2019, 19:35 »
giovedì se è una giornata discreta mi faccio la ciclabile dal ponte di castel giubileo fino a mezzocammino
l'idea che le buste di piscio per merito dello stadio si possano finalmente avvicinare all'attività fisica praticata mi fa prendere il rischio di percorrere probabilmente la peggiore pista ciclabile della mia vita
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11163 il: 12 Feb 2019, 07:16 »
Stadio, l'ultimo giallo la giunta al Politecnico: «Distruggete tutti gli atti» (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 12 febbraio 2019) `
IL CASO

La domanda che sorge spontanea è: perché? Perché la giunta 5 stelle che della trasparenza ha fatto un brand - non sempre rispettato - chiede agli esperti arruolati per valutare il controverso progetto Tor di Valle di «distruggere qualsiasi file, atto, documento, elenco, nota, disegno, schema, lettera ed ogni altro materiale» che ha riguardato il lavoro di analisi di queste settimane? Perché, insomma, tanta segretezza, tanta smania di fare pulizia sugli scambi tra i professori del Politecnico di Torino e i vertici del Campidoglio? Dopo le insistenze dell'opposizione e di pezzi importanti della stessa maggioranza grillina, Virginia Raggi ha fatto pubblicare il rapporto finale dell'ateneo piemontese sul sito web del Comune di Roma. Il documento che conferma l'impatto «catastrofico» sulla viabilità del quadrante Sud di Roma, salvo stravolgimenti di tutta la mobilità cittadina, è apparso online quattro giorni dopo la consegna a Palazzo Senatorio, dopo che dal Pd a Fdi avevano minacciato di «denunciare» la sindaca se l'avesse tenuto chiuso in un cassetto, segretato.
Spulciando il contratto, sin qui inedito, tra l'amministrazione comunale e il Politecnico - il timbro del protocollo capitolino è del 9 ottobre 2018 - spunta una clausola che oltre a pretendere dai professori «riservatezza» fino al termine dello studio, impone agli estensori del parere di cancellare tutte le comunicazioni con l'amministrazione. All'articolo 9 dell'accordo, dedicato alla «riservatezza» appunto, si legge testuale: «Il contraente (cioè il Politecnico, ndr) è tenuto a restituire o distruggere immediatamente, al termine del contratto, qualsiasi file, atto, documento, elenco, nota, disegno, schema, lettera ed ogni altro materiale». Resta la domanda, cioè per quale motivo si è preteso un così meticoloso depennamento . L'opposizione ha una sua teoria. «Sono tutti documenti che abbiamo chiesto con la procedura di accesso agli atti - spiega Marco Palumbo, presidente (Pd) della Commissione Trasparenza - ma nessuno ce li ha dati».
RIUNIONI RISERVATE
I privati che sognano l'affare Tor di Valle, intanto, cercano l'accelerata, di riuscire cioè a incardinare il prima possibile l'iter per la variante e la convenzione urbanistica. Il diggì della Roma, Mauro Baldissoni, e Giovanni Sparvoli, membro del nuovo Cda di Eurnova, saranno stamattina al Dipartimento Urbanistica per fare il punto con i dirigenti comunali. E un'altra riunione è in calendario giovedì. L'obiettivo? Arrivare a un voto in Consiglio comunale entro l'estate, prima però tocca convincere il gruppo M5S, ancora diviso, dopo l'inchiesta per tangenti che ha travolto il gruppo Parnasi.
Lorenzo De Cicco

Offline ES

*
12626
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11164 il: 12 Feb 2019, 08:59 »
E che ci vuole a convincerli?
Chi non è d'accordo verrà espulso. Il loro metodo.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11165 il: 12 Feb 2019, 13:53 »
Stadio, l'ultimo giallo la giunta al Politecnico: «Distruggete tutti gli atti» (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 12 febbraio 2019) `

A L L U C I N A N T E.

Allucinante mafia delle ASRMerde. Allucinante faccia di culo dei grillini. Allucinante ignavia dell'universo della comunicazione, sportiva e politica, che quando si parla di altre squadre ed altri partiti ha ben altra attenzione.

Capisco che è un mio punto di vista soggettivo, influenzato dalle mie visioni politiche, ma qui, tra  ASRM e M5S, la merda è arrivata alla fusione del nocciolo!

Online NEMICOn.1

*
4648
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11166 il: 13 Feb 2019, 09:10 »
Allucinante se ci trovassimo in un paese normale .....
ma qui dopo che Parnasi ha ammesso di aver dato mazzette e offerto posti di lavoro a tutti per ottenere  i permessi necessari per la costruzione dello stadio , i magistrati , che seguono l'indagine e che hanno effettuato 15 arresti per questa operazione , se ne escono dicendo che l'iter per lo stadio è regolare .
Sinceramente , qualcosa non mi torna ....

Offline Blueline

*
4382
blog of life
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11167 il: 13 Feb 2019, 09:40 »
E poi 5s si lamentano del crollo nelle elezioni dell'Abruzzo... Sulla vicenda stadio ho visto solo tanti dietrofront.

Online NEMICOn.1

*
4648
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11168 il: 13 Feb 2019, 10:55 »
E poi 5s si lamentano del crollo nelle elezioni dell'Abruzzo... Sulla vicenda stadio ho visto solo tanti dietrofront.

E ma quando scrivo che il prossimo sindaco sarà del CentroDx non  mi credete ...
L'elezione della Raggi doveva dare una spinta per prendersi la Regione e invece sono arrivati dietro il Cdx che ha preparato la campagna elettorale in pochi giorni .
Ai Romani , compresa una buona fetta dei tifosi dei cani , lo stadio non interessa , perchè lo vogliono solo i papponi :
-banche
-Malagò con i parcheggi
-radio , tv e giornali che ambiscono un giorno ad entrare a far parte dello staff dei cani
-e una minina percentuale di tifosi dei cani che sono talmente bacati che non possono capire il caos che si sarà e della pappatoia
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11169 il: 13 Feb 2019, 21:36 »
io dico solo una cosa...i 5 stelle hanno detto no all'olimpiade a roma...no alla Tav...no alle trivelle...no al gasdotto...no ai rigassificatori...no a tutto...l'unica cosa che per loro puo' andare avanti e' sto maledetto stadio de pallotta...ma dico io c'e uno normale che se pone  il dubbio su come mai ???  :x

Offline ES

*
12626
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11170 il: 14 Feb 2019, 15:24 »
Dice pallottola si compra i terreni.
Ma dice non c'ha un euro.
E quindi se li fa prestare da una banca.
Ora.
Chissà quale banca.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11171 il: 14 Feb 2019, 15:42 »
Certo che se unicredit si mette a prestare soldi a pallotta per i terreni vuol dire che al barile di quest'affare non c'è fondo.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11172 il: 14 Feb 2019, 22:21 »
Certo che se unicredit si mette a prestare soldi a pallotta per i terreni vuol dire che al barile di quest'affare non c'è fondo.

Vuol dire che rischia 100 per rientrare del cucuzzaro o lo perde tutto .

Sono queste le spinte dietro lo stadio e davanti c'e' tutto l'arco costituzionale da sn a dx .

Poi quando la banca sara' in ginocchio tutti a correre a salvarla . con la scusa dei risparmiatori .

Ancora una volta da dx a sn .

E' come l'avvocato di Proietti ...

Online NEMICOn.1

*
4648
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11173 il: 15 Feb 2019, 09:30 »
In sintesi :
Euronova cede i terreni di Tdv per 100 milioni quando ancora deve pagarli a Papalia ( 20 milioni ) e la Procura dorme .

L'unica cosa positiva è che col prestito di Unicredit , 100 milioni + interessi , i cani sono costretti a continuare a cedere 2-3 pezzi l'anno .
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11174 il: 15 Feb 2019, 15:20 »
Vuol dire che rischia 100 per rientrare del cucuzzaro o lo perde tutto .

Sono queste le spinte dietro lo stadio e davanti c'e' tutto l'arco costituzionale da sn a dx .

Poi quando la banca sara' in ginocchio tutti a correre a salvarla . con la scusa dei risparmiatori .

Ancora una volta da dx a sn .

E' come l'avvocato di Proietti ...


...qui se l'inculamo....qui te se inculano...
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11175 il: 16 Feb 2019, 06:22 »
Nella chat Famo sto stadio favori ai politici e incarichi (Il Messaggero)

LE INDAGINI

ROMA
Dopo la chat dei quattro amici al bar, utilizzata dalla sindaca Virginia Raggi per confrontarsi con i suoi fedelissimi, spunta anche quella famo sto stadio, ispirata all'hashtag lanciato dall'allora allenatore della Roma Luciano Spalletti. Ne facevano parte Luca Parnasi e i suoi collaboratori, adesso vicini al processo per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Una chat su whatsapp dove commentavano il progetto e, soprattutto, raccontavano degli incontri con politici e funzionari, a libro paga grazie a finanziamenti illeciti e consulenze che, per la procura, erano vere e proprie tangenti. Uno su tutti: Luca Lanzalone, consulente di punta della sindaca, ingaggiato senza contratto ma diventato il punto di riferimento dell'amministrazione pentastellata per il dossier sullo stadio. Sono i nuovi interrogatori depositati agli atti dell'inchiesta sull'affaire Tor di Valle, dopo la richiesta di rinvio a giudizio - sono in tutto 15 gli imputati che il 2 aprile compariranno davanti al gup - a tratteggiare il ruolo di Lanzalone, finito a processo per corruzione per avere agevolato Parnasi in cambio consulenze.
I VERBALI
È uno dei collaboratori di Parnasi, Simone Contasta, a parlare del super-consulente e della chat. Lanzalone era l'interlocutore privilegiato di Parnasi «per tre specifiche qualità: conosceva il progetto, era competente e aveva un potere di interloquire con il ruolo apicale del Comune», per la sua «vicinanza al Movimento 5 stelle». L'imprenditore aveva deciso di coinvolgerlo anche «nel progetto di Marino, l'Ecovillage, conferendogli un incarico. C'erano analogie con le problematiche sorte in relazione allo stadio». Poi Contasta aggiunge: «Parnasi evidenziava le competenze di Lanzalone e la sua vicinanza al Movimento». Il primo incontro con il super-consulente è nel febbraio 2017: «Mi è stato presentato quale rappresentante del Comune per la definizione di un progetto soddisfacente per il M5s. Ci venne presentato come referente con cui dialogare nel corso di una riunione alla quale parteciparono, tra gli altri, Bergamo, Berdini, Frongia, Ferrara e De Vito». Contasta racconta che la sua mediazione è stata fondamentale: «Comprese quali fossero le esigenze del Comune, grazie alla mediazione di Lanzalone, si è giunti alla predisposizione di un progetto gradito al Movimento». Lanzalone è sempre stato presente, «sia Giampaoletti che Montuori (Franco Giampaoletti, dg del Campidgolio, e Luca Montuori, assessore all'Urbanistica, ndr) avevano necessità di essere supportati nelle loro decisioni», aggiunge Contasta. E precisa che Lanzalone ha continuato a collaborare sia con Parnasi che con il Comune anche «con l'avvio della Conferenza di servizi», fino «al giorno degli arresti in giugno». Contasta affronta anche i rapporti di Parnasi con la politica, al centro di un secondo filone d'indagine con i finanziamenti alle fondazioni di Lega e Pd: Eyu e Più Voci. «Ho sempre saputo che finanziasse la politica in generale, non in particolare un partito».
Contasta ha parlato anche del Soprintendente Francesco Prosperetti, che ha archiviato la proposta di vincolo sull'ippodromo di Tor di Valle. L'ipotesi è che lo abbia fatto in cambio di un incarico per il datore di lavoro di sua figlia, l'architetto Paolo Desideri. «Desideri mi parlò del problema del vincolo, disse che conosceva Prosperetti - aggiunge Contasta - e che sarebbe stato felice di dare un contributo per trovare una soluzione di mediazione con la Soprintendenza per giungere all'archiviazione della proposta. Disse che anche Prosperetti sarebbe stato felice». Subito dopo quell'incontro, sottolinea la pm, Contasta scrive nella chat famo sto stadio, comunicando agli interlocutori di avere «info sul vincolo». Il socio di Parnasi replica agli inquirenti: «Mi era stato detto da Desideri che Prosperetti voleva che fosse lui a elaborare un progetto». Poi sottolinea l'inutilità di quella commessa: «La progettazione non aveva in sé alcuna utilità, mi è stato detto che la realizzazione del progetto era un passaggio necessario per ottenere l'archiviazione».
IL CONSULENTE
Agli atti, c'è anche l'interrogatorio di Lanzalone, del 7 dicembre. Parla del rapporto con Fabio Serini, l'ex commissario straordinario dell'Ipa, l'ente di previdenza dei dipendenti capitolini, finito sotto processo insieme a lui. Lanzalone e il suo socio Fabio Costantini, una volta entrati nelle grazie dell'amministrazione capitolina, gli avrebbero fatto ottenere la nomina all'Ipa, intercedendo con la sindaca. In cambio, avrebbero avuto almeno due incarichi. «L'ho segnalato al sindaco Serini - spiega Lanzalone - era una persona qualificata». E in relazione alle consulenze ottenute dice: «Non mi ha meravigliato che ci abbia conferito un incarico poco dopo l'insediamento. Pensai che potesse essere stato per la fiducia professionale». Dall'interrogatorio emerge anche un altro progetto poi naufragato: un ulteriore incarico da conferire a Serini.

Michela Allegri

Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11176 il: 16 Feb 2019, 06:33 »
La Repubblica - ed. romana



Al mercato delle nomine pubbliche scambio di favori sull’affare stadio
Le triangolazioni dell’ex presidente Acea, Lanzalone: "Segnalai Serini a Raggi per l’Ipa" Poi ottenne due consulenze per sé. I tecnici di Parnasi: incarichi per la sua influenza sui 5S

francesco salvatore
giuseppe scarpa

La scalata di Luca Lanzalone, l’avvocato ligure arrivato a Roma per affiancare la sindaca Virginia Raggi e poi arrestato per corruzione, è stata fulminea. Prima è stato presentato agli ingegneri di Eurnova e a mezza dirigenza del M5S, «Bergamo, Berdini, Frongia, Ferrara e De Vito», come il «referente del Comune » per il progetto del nuovo stadio della Roma. Poi è diventato «l’interlocutore di Parnasi e Baldissoni » . Parola di Simone Contasta, collaboratore del costruttore finito a sua volta in manette per l’inchiesta su Tor di Valle. Infine, nominato presidente di Acea, Lanzalone ha fatto leva sulla sua posizione per ripagare i professionisti a lui vicini. È questa l’accusa della procura.
Ed è lo stesso Lanzalone a raccontarlo nell’interrogatorio dello scorso dicembre ai pm Barbara Zuin e Luigia Spinelli: «Ho girato il curriculum di Fabio Serini al sindaco, in quanto mi aveva richiesto qualche nominativo » per l’Ipa, l’Istituto di previdenza e assistenza dei dipendenti del Campidoglio.
Se ora Lanzalone si difende dalle accuse, sostenendo di aver segnalato Serini per la sua esperienza, per gli inquirenti il lavoro di mediazione da parte di Lanzalone nei confronti della sindaca aveva ben altro fine: ha permesso al Mr. Wolf del Campidoglio di farsi assegnare due incarichi proprio da parte dell’Ipa, di cui Serini era diventato commissario e gestore. Ecco lo scambio.
Ma non è solo così che si sostanzia il mercato delle nomine svelato dalla procura. Stando a quanto raccontato dallo stesso Lanzalone nell’interrogatorio, le proposte a Serini, conosciuto a Livorno, non si sarebbero fermate qui. Una volta diventato presidente Acea, racconta il legale, « chiesi a Serini disponibilità per un’eventuale candidatura come revisore dei conti di Elettricità Futura ( l’associazione di categoria delle società del mondo elettrico, ndr), ma non so come sia andata a finire. Diede la disponibilità ma contattai anche altre persone, era un incarico gratuito».
Una nomina non formalizzata, invece, è quella di cui Lanzalone parla il 16 maggio 2017 con il suo collega di studio, Luciano Costantini. Il dubbio è se garantire a Serini il ruolo di sindaco di una controllata Acea. « Le cariche di Serini, amministratore dell’Ipa e componente del collegio sindacale non avrebbero potuto cumularsi. Era inopportuno » , chiosa il legale. Un’apologia, quella di Lanzalone, che porta comunque alla luce il potere che era riuscito a ritagliarsi in seno all’amministrazione.
D’altra parte anche Simone Contasta, ingegnere di Eurnova, sentito dai pm a novembre, non ne fa mistero: «Parnasi mi aveva parlato della sua intenzione di coinvolgere Lanzalone sul progetto di Marino, Ecovillage, con un incarico professionale ( per la procura sarebbe una mazzetta mascherata da consulenza, ndr) » . E poi: « Il valore aggiunto della sua nomina derivava dalle sue capacità e dalla sua vicinanza al M5S». Messaggi del genere, prima del racconto ai pm, venivano scambiati da Parnasi e dai suoi collaboratori nella chat WhatsApp "FamoStoStadio".
Non solo i verbali degli interrogatori. Dal tribunale arrivano anche altre notizie: il rinvio a giudizio di Parnasi e altri 14 tra tecnici e politici sarà deciso in aula il 4 aprile. Intanto, mentre a Boston la Roma e Eurnova hanno stilato il contratto per la vendita ai giallorossi dei terreni di Tor di Valle, in Campidoglio le opposizioni affilano le armi. Il parere del Politecnico di Torino verrà inviato da Marco Palumbo, presidente pd della commissione Trasparenza, al Consiglio superiore dei lavori pubblici.



Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11177 il: 16 Feb 2019, 06:36 »
Intervista

Francesca Bria "Roma ko così la città sprofonda tra corruzione e traffico" (La Repubblica - ed. romana)

DANIELE AUTIERI

«Un’amministrazione comunale attaccata da tutti, con casi di corruzione che la sommergono e le impediscono di progettare il futuro in maniera innovativa».
Questa è l’immagine di Roma che arriva nella Casa de la Ciutat, il palazzo municipale di Barcellona dove ha il suo ufficio Francesca Bria. Lei, romana, un’esperienza a Bruxelles e poi alla Nesta, l’agenzia per l’innovazione del governo britannico, è stata chiamata nella capitale catalana dalla sindaca Ada Colau per guidare la rivoluzione digitale.
Dalla poltrona di assessora alle Tecnologie e all’Innovazione Digitale, Bria ha dato il suo contributo alla rivoluzione tecnologica di Barcellona, indicata lo scorso anno dall’Osservatorio SmartCityWorld come la terza smart city al mondo, dopo Londra e Singapore.
«Mi sembra che Roma fatichi a trovare un modello città — commenta — e a proiettarlo nella società per sprigionare energia.
Una città come Roma merita coraggio; non si può guardare solo al breve ciclo politico, ma investire a lungo termine».
Parole pronunciate nel giorno in cui Bria torna a Roma per partecipare al quarto Design Match dal titolo "Chi comanda le smart cities?" organizzato da ADI Lazio, Cieloterradesign e Studio Algoritmo, in collaborazione con Codice Edizioni, che si tiene alle 11 al Palazzo delle Esposizioni. Un evento sul futuro delle città, che chiama a un confronto tra la capitale e Barcellona.
Perché Roma fatica così tanto a innovarsi?
«In parte perché manca la visione che i catalani hanno avuto nel progettare un modello: la pianificazione urbanistica e il lavoro con le imprese, i centri di ricerca, le associazioni».
A Roma le metro subiscono un guasto al giorno, gli autobus vanno a fuoco, il bike sharing è fallito per l’inciviltà degli utenti.
È una città destinata a rimanere prigioniera del passato?
«Vedo una grande sfiducia nel pubblico che sta dando vita all’avanzare di un tipo di nazionalismo di destra che offre risposte facili a problemi difficili.
Per invertire la rotta, va rimesso in campo un progetto di città come laboratorio di innovazione democratica».
Oggi Barcellona è attraversata da 500 chilometri di fibra ottica, wi-fi gratis ovunque, sensori che monitorano ogni cosa. Come siete arrivati a questo?
«Barcellona ha sempre avuto un forte piano urbanistico, un’idea della città che si voleva costruire.
Poi con il tempo sono intervenute le tecnologie per gestire al meglio gli spazi pubblici, i trasporti, la qualità aria, i rifiuti, le risorse idriche. Così negli ultimi anni abbiamo raggiunto il modello della smart city dove connettività e raccolta dati hanno cambiato il modo in cui fare la pianificazione urbana».
Qual è il progetto che la rende più orgogliosa?
«Tre: il primo è un esperimento su larga scala di democrazia partecipativa, attraverso una piattaforma che coinvolge 400mila cittadini nella creazione del piano strategico di Barcellona. Il 70% dei nostri progetti viene da proposte dei cittadini. Oltre allo strumento digitale, abbiamo organizzato assemblee nei distretti, nei municipi, su tutto il territorio. Il secondo progetto è la creazione di un sistema di controllo dei dati personali dei cittadini, nel quale sono i cittadini stessi a decidere quali informazioni condividere e quali tenere private. In ultimo, per migliorare la qualità della vita, abbiamo chiuso al traffico 16 municipi, recuperando il 60% dello spazio pubblico».
Lei da dove partirebbe per modernizzare Roma?
«A Roma i trasporti sono l’inferno assoluto. Direi che si dovrebbe ripartire da lì: lanciare un ambizioso piano di mobilità sostenibile che passi attraverso il recupero dei servizi pubblici».
Qual è la sua Roma?
«Ho abitato a Monti per molti anni e quel quartiere mi è rimasto nel cuore. Anche da lì si potrebbe iniziare per dar vita a una smart city che parta dalla riqualificazione del patrimonio culturale».
Ritornerà un giorno?
«Volentieri. Tutti gli italiani che ho conosciuto e che hanno trovato lavoro all’estero sognano di tornare. Lo faranno solo quando il nostro paese ci offrirà un panorama meno depresso dell’attuale».

Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11178 il: 16 Feb 2019, 09:27 »

Online NEMICOn.1

*
4648
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #11179 il: 16 Feb 2019, 10:42 »
Cara Raggi, se vuoi davvero provare a vendere lo Stadio come un tuo successo per provare a non sbracare del tutto il tuo Movimento alle Europee, sbrigati a votare in Consiglio comunale. (cit.)

Classico msg stile mafioso intimidatorio .
Se la Raggi e i 5stelle , avessero un po di dignità , lo manderebbero a quel paese in pochi secondi .
Come se per l'elettore della Calabria o della Sicilia , sia fondamentale , che venga approvata la delibera per lo stadio di questi balordi .
L'assurdo è che i 5 stelle ci credono pure .

p.s.
sono proprio curioso di vedere questo signore , che incarico gli sarà affidato , il giorno che / se questo stadio sarà fatto .
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod