Stadio della.... (Topic ufficiale)

0 Utenti e 68 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline NEMICOn.1

*
4715
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12980 il: 14 Set 2019, 08:50 »
Giacchetti gliene fa fare due, uno per il girone di andata e uno per il ritorno...

Appunto proprio per questo  bisognerebbe sentirlo adesso  , fino a poco tempo fa diceva che non lo avrebbero fatto fare lo stadio .
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12981 il: 14 Set 2019, 12:26 »
Spesso sono le associazioni ambientaliste a mettersi di traverso.
«Non riusciamo a comunicare bene. Oggi la tecnologia garantisce stadi ad altissima sostenibilità, dalle ridotte necessità energetiche, che attingono a fonti rinnovabili, realizzati in materiali compatibili con l’ambiente. In massima parte poi si progettano su zone già urbanizzate».


non a TdV dove si vuole cementificare l'agro

Offline Ranxerox

*****
9285
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12982 il: 14 Set 2019, 13:05 »
Spesso sono le associazioni ambientaliste a mettersi di traverso.
«Non riusciamo a comunicare bene. Oggi la tecnologia garantisce stadi ad altissima sostenibilità, dalle ridotte necessità energetiche, che attingono a fonti rinnovabili, realizzati in materiali compatibili con l’ambiente. In massima parte poi si progettano su zone già urbanizzate».


non a TdV dove si vuole cementificare l'agro
la marana
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12983 il: 14 Set 2019, 14:12 »
Tor di valle è agro romano da destinarsi a verde attrezzato come da piano regolatore.

Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12984 il: 15 Set 2019, 00:35 »
Tor di valle è agro romano da destinarsi a verde attrezzato come da piano regolatore.


Allora ci siamo: essi sono attrezzi e stanno al verde.
Chiamate la Serbelloni Mazzanti Viendalmare per l’inaugurazione.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12985 il: 15 Set 2019, 07:52 »
Stadio Roma De Vito resta ai domiciliari (la Repubblica ed. Roma, 15 settembre 2019)

La mossa dei pm: chiesto il giudizio immediato l’esponente M5S non tornerà in Campidoglio

di Francesco Salvatore


La mossa a sorpresa della procura è arrivata a cinque giorni dalla scadenza dei termini di custodia cautelare nei confronti di Marcello De Vito, esponente M5S mai allontanato formalmente dal Movimento, arrestato lo scorso marzo con l’accusa di corruzione nella vicenda di mazzette e favori legata al progetto del costruttore Luca Parnasi di realizzare il nuovo stadio della Roma a Tor di Valle.
I pm di piazzale Clodio hanno infatti deciso di chiedere il giudizio immediato per l’ex presidente dell’aula Gulio Cesare che rimarrà dunque confinato dentro le mura domestiche e di conseguenza impossibilitato a rioccupare il suo incarico di presidente del consiglio comunale. La procura così facendo salterà la fase del rinvio a giudizio davanti al giudice delle indagini preliminari per poi invece sedersi direttamente in aula per il processo dibattimentale.
Il colpo di scena va a cancellare l’eventuale possibilità per De Vito di poter tornare a dirigere i lavori dell’Assemblea capitolina dal 20 settembre. Lo stop alla libertà immediata di De Vito potrebbe però essere temporaneo. Sarà il Gip a decidere nelle prossime settimane se accogliere o rigettare la richiesta di processo immediato sollecitata dalla procura.
Intanto va avanti l’altro filone processuale per lo stadio. Comincerà il prossimo 5 novembre il processo a carico di Luca Lanzalone, il " mr Wolf" genovese accusato di corruzione per aver ottenuto una serie di consulenze da migliaia di euro dall’imprenditore Luca Parnasi. La scorsa settimana l’ottava sezione penale, presieduta dal giudice Paola Roja, ha stabilito un rinvio di un paio di mesi per fare in modo che il processo si riunisca a quello per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione a carico di Parnasi (che è stato fissato proprio in quel giorno). L’oggetto è lo stesso, visto che si tratta di due filoni che scaturiscono dalla stessa indagine, ovvero il giro di mazzette intorno al nuovo stadio della Roma. Per evitare inutili doppioni e spreco di tempo, i due procedimenti verranno riuniti: si profila così un maxi processo con alla sbarra quattordici personaggi tra politici e tecnici.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12986 il: 16 Set 2019, 21:50 »
Mi sembrano due cattive notizie per i vari magliari e mosche cocchiere degli ammmarraCANI.
“O sbajo?”(cit)
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12987 il: 25 Set 2019, 07:57 »
Riunione per Tor di Valle

Stadio, oggi l’altra partita si gioca in Campidoglio (Gazzetta dello Sport, 25 Settembre 2019)

Incontro cruciale per arrivare alla firma della variante: il nodo da sciogliere resta la mobilità


In campo all’Olimpico alle ore 19, in Campidoglio un’ora e mezza prima, alle 17.30.Insomma, oggi ci saranno due partite per la Roma, altrettanto importanti. Oltre a quella dello stadio Olimpico contro l’Atalanta, si giocherà infatti anche quella istituzionale per il futuro stadio di Tor di Valle. A ritrovarsi saranno ovviamente i proponenti (la Roma ed Eurnova) e tutti i rappresentanti degli uffici pubblici interessati. Riunione decisiva? No, nel senso che non sarà un dentro o fuori, non si uscirà dal Campidoglio in serata con una fumata bianca o nera. E neanche grigia, probabilmente. Ma sarà comunque una riunione fondamentale perché è la prima diunpercorso che dovrà segnare il tragitto finale. Che nelle intenzioni della Roma (rappresentata oggi dal suo vicepresidente esecutivo Mauro Baldissoni) dovrà portare alla firma in tempi brevi della variante e della convenzione urbanistica.

Le trattative
Nelle ultime due settimane, infatti, gli uffici del Campidoglio hanno lavorato duramente con tutti gli enti istituzionali coinvolti per cercare di mettere sul piatto della bilancia ogni situazione già oggi. Si parlerà un po’ di tutto, anche se poi il vero nodo da risolvere è quello della contestualità fra l’apertura dell’impianto e la conclusione delle opere dimobilità pubblica. E’ su questo aspetto che la Roma e il Comune si sono incagliati da un po’ di tempo, visto che la sindaca Virginia Raggi vorrebbe vincolare l’apertura dello stadio alla conclusione dei lavori sulla linea ferroviaria Roma-Lido. La Roma, invece, fa notare come i lavori fino alla tratta di Tor di Valle siano chiaramente vincolanti, manonpuò certo aspettare che la conclusione degli stessi su tutta la linea. Insomma, considerando ilcambio del progetto dalla versione-Marino alla versione-Raggi sono cambiate anche alcune priorità. E con loro anche determinati vincoli. L’obiettivo, ovviamente, resta quello di portare il 50% della gente con il trasporto su ferro. Ma con tempistiche diverse.
pug
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12988 il: 25 Set 2019, 13:28 »
Lo so, non è troppo attinente il loro stadio... provate però a trovare la cosa che hanno in comune...

McDonald’s a Caracalla, indaga la Procura: "Violate le norme sul paesaggio"

Aperto un fascicolo per ora senza iscritti. Al centro dell’inchiesta la decisione dell’ex soprintendente Prosperetti. Poi la retromarcia del suo superiore direttore generale del Ministero, dopo la denuncia di Repubblica


https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/09/25/news/mcdonald_s_a_caracalla_indaga_la_procura_violate_le_norme_sul_paesaggio_-236871495/

Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12989 il: 25 Set 2019, 13:47 »
Lo so, non è troppo attinente il loro stadio... provate però a trovare la cosa che hanno in comune...

McDonald’s a Caracalla, indaga la Procura: "Violate le norme sul paesaggio"

Aperto un fascicolo per ora senza iscritti. Al centro dell’inchiesta la decisione dell’ex soprintendente Prosperetti. Poi la retromarcia del suo superiore direttore generale del Ministero, dopo la denuncia di Repubblica


https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/09/25/news/mcdonald_s_a_caracalla_indaga_la_procura_violate_le_norme_sul_paesaggio_-236871495/

Sarebbe divertente sapere se, tante volte, il progetto l'abbia fatto l'arch. Desideri..... 8) 8) 8) 8)
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12990 il: 26 Set 2019, 07:37 »
Stadio, dialogo in salita
Si tratta sulle opere (La repubblica ed. Roma, 26 Settembre 2019)


Riunione in Comune: le parti tornano a parlarsi ma non c’è intesa su costi e tempi per realizzare le infrastrutture. Incognita Fiumicino sullo sfondo

di Salvatore Giuffrida


La Roma gioca contro l’Atalanta ma la vera partita è nelle stanze del Comune in via Petroselli: dopo la pausa estiva ripartono le trattative per lo stadio a Tor di Valle. Anzi, ripartono subito con la presenza dei big, segno che stavolta o si riesce o si esce. A un lato del tavolo siedono i dirigenti di Eurnova, guidati dal consigliere di amministrazione Giovanni Sparvoli; all’altro capo del tavolo ci sono i quadri della Roma guidati dal vicepresidente Mauro Baldissoni. A fare gli onori di casa i funzionari del Comune. E già questa è una notizia perché vuol dire che il tavolo tecnico sullo stadio a Tor di Valle è ripreso a pieno ritmo, come confermano fonti interne alla fine dell’incontro, terminato subito prima del fischio di inizio all’Olimpico. E infatti ci sono piccoli passi in avanti: il Comune scriverà una convenzione con Eurnova e As Roma sulle opere pubbliche da fare intorno allo stadio, ma rimane il nodo sui costi e i tempi: Comune e Regione chiedono che siano a spese dei privati e soprattutto contestuali alla realizzazione dello stadio.
Non è un dettaglio da poco: serve diplomazia step by step. Dalla riunione emerge che dopo la scrittura della bozza, i dirigenti di Eurnova e As Roma si riuniranno con la sindaca Raggi per sciogliere il nodo sulla contestualità delle opere pubbliche e firmare la convenzione: sarà una decisione politica e cadrà sulle spalle di Raggi. Che deve badare a un terzo incomodo: il sindaco di Fiumicino Esterino Montino, pronto a sfilare l’intero progetto al Campidoglio e servire lo stadio su un piatto d’argento in un’area a ridosso del parco da Vinci, fra la Roma-Fiumicino e la Roma-Civitavecchia, già servita da infrastrutture e sostanzialmente priva di traffico come invece il quadrante di Tor di Valle. Il nuovo stadio infatti condiziona la mobilità anche a Magliana, Ostiense, San Paolo, Eur, Ostia, con centinaia di migliaia di residenti e pendolari: non a caso il Comune e la regione spingono per la contestualità.
Ma la partita si gioca anche sulle opere da fare. La lista prevede: l’unificazione della via del Mare e via Ostiense fra il Raccordo e il “ nodo” Marconi in prossimità dell’università Roma Tre; un ponte ciclopedonale che colleghi la stazione di Tor di Valle e lo stadio e un altro con la stazione Magliana della linea FL1. Previste anche aree per le biciclette, grande passione del neoassessore ai Trasporti Pietro Calabrese. Infine bisognerà mettere in sicurezza idrogeologica il fosso di Vallerano con un bacino di almeno 70mila abitanti del Torrino. Senza dimenticare il potenziamento della Roma- Lido e la stazione Tor di Valle che ora langue nel degrado. La lista è impegnativa, ma la riunione finisce con sorrisi di ottimismo, non di circostanza: tra i dirigenti della As Roma c’è fiducia. È l’inizio della fase cruciale, ma non è ancora l’apice. Per quello si aspetta la riunione con la sindaca.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12991 il: 26 Set 2019, 07:44 »
Stadio, nuovo vertice. Resta il nodo opere (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 26 Settembre 2019)
IL CASO

Chi si rivede in Comune? I privati che sognano l'affare Tor di Valle, il progetto del nuovo stadio con annesso mega-complesso di negozi, uffici e alberghi, tutto oltre i limiti del Piano regolatore. Raggi da mesi ha schiacciato sul freno, sia per l'inchiesta che ha travolto il gruppo del costruttore Luca Parnasi, sia per il braccio di ferro con i proponenti, che adesso vorrebbero cambiare alcune clausole pattuite nel 2017 con la delibera sulla «pubblica utilità» dell'operazione. Proprio di questo si è ridiscusso ieri, dopo circa un mese di pausa, in una riunione con i dirigenti del Campidoglio e quelli dell'As Roma - c'era il vicepresidente esecutivo, Mauro Baldissoni - e i rappresentanti della Eurnova, la società di Parnasi.
Lo scontro ruota attorno a una parola: «Contestualità». Il Comune vuole che le opere pubbliche siano tutte pronte per l'apertura dello stadio. Insomma, se la ferrovia Roma-Lido non viaggia a 16 treni l'ora come scritto nella delibera, se l'Ostiense-Via del Mare non è unificata a dovere, se gli altri interventi non sono completati, non si può procedere col primo match. Sul punto i dirigenti dell'Urbanistica sono stati chiari, anche ieri: la «contestualità» resta.
SÌ A PARCHEGGI E STRADE
Su altri temi le parti si sono avvicinate: per esempio sui lavori stradali dell'Ostiense o sulla dislocazione e la gestione dei parcheggi. Ma se non si scioglie il nodo delle opere, dicono a Palazzo Senatorio, non si va avanti. Anche per questo la bozza di convenzione urbanistica ancora non c'è. Raggi, ribadiscono i fedelissimi, si atterrà rigorosamente a quanto prescritto dalla Conferenza dei servizi.
L. De Cic.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12992 il: 26 Set 2019, 08:02 »
Ma per lo stadio torna ottimismo (Corriere dello Sport, 26 Settembre 2019)

di Marco Evangelisti
ROMA
 
 
Non è stata la riunione da fine del mondo che magari ci si aspettava, quella che avrebbe dovuto liberare dal bozzolo o seppellire definitivamente lo stadio di Tor di Valle. Ma era anche poco saggio immaginare qualcosa del genere. I contatti tra i proponenti, cioè la Roma ed Eurnova, società che possiede il terreno interessato, da una parte; e i tecnici del Comune dall’altra, erano inesistenti da diverse settimane. C’è stata di mezzo l’estate e solo ieri si è tornati a parlare dei problemi che ancora impediscono la conclusione della vicenda, vecchia ormai di oltre un lustro. In definitiva si tratta di sapere in che modo verrà articolata la contemporaneità tra l’eventuale apertura dello stadio e il completamento delle opere pubbliche che serviranno l’impianto.
La Roma Lido è la pietra dello scandalo, ancora di più dopo il pronunciamento della Regione che da una parte ha confermato la necessità del completamento degli interventi sulla mobilità, dall’altra ha ribadito che comunque l’apertura dello stadio è condizionata alla piena funzionalità delle opere indicate dalla conferenza dei servizi: tra queste la Roma Lido, certo, ma soltanto nella parte che riguarda direttamente l’accesso allo stadio. E i treni supplementari come da accordi. Il resto è competenza degli enti locali.
In un’ora e un quarto di vertice la questione è stata affrontata, ma evidentemente non risolta. Però alla Roma si considerano soddisfatti dell’atteggiamento degli uomini del Campidoglio. I quali hanno ribadito che la volontà politica di portare a termine positivamente l’iter c’è e che anzi l’intenzione è quella di uscire dalle secche in tempi rapidissimi. Togliamo pure il superlativo assoluto, decorativo, e diciamo che l’espressione tempi rapidi significa arrivare al famigerato voto in Assemblea Capitolina entro la fine dell’anno. La specie di ultimatum della Roma scade a fine autunno: coincide.
Una nuova riunione non è stata messa in calendario perché la procedura a questo punto dovrebbe consistere nella stesura definitiva della convenzione urbanistica - il contratto che impegna entrambe le parti - da parte del Comune, con proposte concrete per i punti tuttora da chiarire; l’analisi e l’approvazione del documento da parte della Roma e di Eurnova; le firme e il via libera definitivo. Nel frattempo, se tutto andrà come deve, il presidente James Pallotta provvederà a rilevare il terreno dalla stessa Eurnova, destinata a uscire dall’affare. Per adesso, quindi, il club rimette in tasca la minaccia, tutt’altro che peregrina, di rivolgersi al tribunale.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12993 il: 26 Set 2019, 08:06 »
Vertice in Comune però sullo stadio i nodi rimangono (Gazzetta dello Sport, 26 Settembre 2019)

Il club propone più corse di bus e chiede una risposta alla Raggi
di Massimo Cecchini-ROMA

Il vertice c’è stato, ma il nodo centrale resta ancora sul tavolo. Ieri la Roma ed Eurnova hanno avuto un vertice in Campidoglio sul temadel nuovo stadio che dovrebbe nascere a Tor di Valle. Se si eccettua la parte politica in senso stretto, il Comune era rappresentato in tutte le sue branche, dalla Mobilità all’Urbanistica all’Ambiente, e si è continuato a lavorare su diversi aspetti tecnici che finiranno nella Convenzione urbanistica. Il nodo principale, quello della contestualità dell’apertura dell’impianto con la conclusione della realizzazione delle opere pubbliche, non si è sciolto, anche perché il Campidoglio - legato al dettame del 50% degli spettatori che dovrebbero potersi recare nelnuovo stadio conil trasportopubblico - non vuole prescindere dalla conclusione della Roma-Lido.

La mossa della Roma
La Roma a questo punto chiede un’assunzione di responsabilità da parte dell’amministrazione. Insomma, che decida in un senso o in un altro, anche perché così i proponenti potrebbero fare i passi necessari anche per l’eventuale causa risarcitoria e l’eventuale avvio del piano B, cioè lo spostamento dell’impianto a Fiumicino. Entro una decina di giorni, comunque, la bozza della convenzione potrebbe essere terminata, e perquanto riguarda lo sblocco della contestualità, i proponenti hanno proposto anche un aumento del trasporto su gomma a loro spese (autobus in più) per far sì che lo stadio possa essere aperto indipendentemente dal discorso legato alla realizzazione delle opere previste. È ovvio che questo nonrisolverebbe il problema legato a eventuali flussi di traffico troppo “pesanti”, ma potrebbe essere un “escamotage” che consenta alla sindaca Raggi di sbloccare la situazione, prendendosi una responsabilità politica importante. Tutto questo, alla luce di due elementi politicamente dirimenti: il fatto che ha finalmente una giunta di persone a lei più legate e che il governo centrale, senza la Lega, potrebbe far arrivare un soccorso esterno non indifferente. Una cosa è certa: il momento della verità è sempre più vicino.

Offline paolo71

*****
11195
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12994 il: 26 Set 2019, 16:15 »
lo fanno, a milano.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12995 il: 26 Set 2019, 16:44 »
lo fanno, a milano.

Bello. Quello ad anelli incrociati con il vecchio campo aperto.
Quello a guglie a mimesi del duomo, orendo, terorizzante.

Online Dissi

*****
16092
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12996 il: 03 Ott 2019, 17:09 »
Intanto Lotti rinviato a giudizio
(non per ooooo'ssadio, purtroppo)

Spiace
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12997 il: 03 Ott 2019, 19:38 »
Intanto Lotti rinviato a giudizio
(non per ooooo'ssadio, purtroppo)

Spiace

Per niente proprio. Lotti è, ai miei occhi, una vergogna. Il peggior compagno di viaggio che Renzi potesse scegliere.

Offline simcar

*****
7152
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12998 il: 04 Ott 2019, 16:14 »
Per niente proprio. Lotti è, ai miei occhi, una vergogna. Il peggior compagno di viaggio che Renzi potesse scegliere.

Lotti è rimasto nel PD

Online Dissi

*****
16092
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12999 il: 04 Ott 2019, 16:27 »
Lotti è rimasto nel PD

è l'uomo a l'Avana di Renzy
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod