Stadio della.... (Topic ufficiale)

0 Utenti e 103 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline hafssol

*
1032
music won't save you
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12940 il: 06 Set 2019, 11:16 »
La prossima settimana riunione decisiva.

Saremo almeno alla centrotrentacinquesima settimana decisiva dall'inizio di questa farsa.


E il presidente investe altri soldi per sanare il bilancio

Non vorrei passasse inosservata questa chicca nel catenaccio dell'articolo di d'Ubaldo.  :sisisi:
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12941 il: 06 Set 2019, 11:20 »
Al loro posto non sarei cosi pimpante e sicuro.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12942 il: 06 Set 2019, 11:48 »
Ma la Regione , quindi Zingaretti/PD , non meno di 2 mesi fa ( più o meno ) aveva diramato una nota che le infrastrutture sono e devono essere a carico dei privati .
Non vorrei sbagliare ma a parte quel passaggio dove Lotti chiamò DelRio per il Ponte di Traiano a carico dello Stato , poi anche Marino ( sempre PD) ha sempre ribadito che le infrastrutture devono essere a carico di Pallottola e company , idem i 5s .

P.S.
Sulla Lega , il passaggio era questo :
"L’impressione è che la Capitale – senza l’ingombrante alleato leghista – torni al centro dell’attenzione di Palazzo Chigi e il nuovo stadio potrebbe rappresentarne uno dei motori di sviluppo"

due mesi fa il PD non era ancora al governo
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12943 il: 06 Set 2019, 14:21 »
Lo dico da pidiota (non entusiasta di questo governo): calcisticamente, antiromanisticamente, questa non ci voleva.

Per carità... abbiamo evitato la strage di disperati nel Mediterraneo, la deriva nera con la riforma presidenziale, le aule del Parlamento trasformate in bivacchi di cubiste. E, detto sempre da pidiota, io non ho orrore del progetto urbanistico, se fatto bene (cosa che comunque non è il progetto di Marino, figuriamoci quel sacco di Roma anni '10 di Lanzalone Di Maio).

Ho orrore della capitalizzazione di due miliardi che il progetto potrebbe portare all'AS-per-sempre-Merda.

Ecco, il governo (nomen omen*) giallorosso ha il grosso problema che potrebbe addirittura portare ad una sintesi urbanisticamente accettabile e, quindi, la catastrofe.

Che fare?

* sul nome "giallorosso" faccio notare quanto in fretta l' "Io riommer diffuso" (concetto anche questo da approfondire) si sia sbrigato a battezzarci il governo.
Ora, sempre consapevolezza di pidiota, credo che quasi nessuno avrebbe associato il colore rosso al PD "prima". Magari rosa, fucsia sbiadito, .. ma rosso proprio no! E' stato l'Io riommer diffuso a vedere l'occasione ed a imporre l'orrido abbinamento.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12944 il: 07 Set 2019, 14:30 »
A proposito, ma sti nuovi ministri tifano o no peamasgggica?
Ad esempio di Roberto Gualtieri all’economia nato a Roma, possibile non si sappia ancora niente nonostante siano passati ben 2 giorni?
Ma non è che pure lui per “colpa” di qualcuno..... No eh!
Sto in ansia, voglio sapere, perché tardano a dichiararsi!  :x
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12945 il: 07 Set 2019, 14:55 »
A proposito, ma sti nuovi ministri tifano o no peamasgggica?
Ad esempio di Roberto Gualtieri all’economia nato a Roma, possibile non si sappia ancora niente nonostante siano passati ben 2 giorni?
Ma non è che pure lui per “colpa” di qualcuno..... No eh!
Sto in ansia, voglio sapere, perché tardano a dichiararsi!  :x

“Te fidi de me”?

Io sento puzza di merda....
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12946 il: 07 Set 2019, 15:01 »
“Te fidi de me”?

Io sento puzza di merda....

Io non lo so e mi fido.
In ogni caso se fosse è in colpevole ritardo.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12947 il: 07 Set 2019, 23:03 »
È ora di ricominciare a sentire le sirene, non quelle di Ulisse, ma quelle delle volanti.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12948 il: 08 Set 2019, 20:05 »
“Te fidi de me”?

Io sento puzza di merda....
Ho avuto conferme, anche esso è.  :asrm

Menomale. Attendiamo trepidanti la dichiarazione d’amore.

PS: nel suo staff però mi segnalano diversi fratelli.
Niente non è.  :ssl
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12949 il: 08 Set 2019, 21:43 »
Ho avuto conferme, anche esso è.  :asrm

Menomale. Attendiamo trepidanti la dichiarazione d’amore.

PS: nel suo staff però mi segnalano diversi fratelli.
Niente non è.  :ssl

Al liceo era un tiepido tifoso del merda. Si occupava già moltissimo di politica ed era fidanzato con Carlotta Zanini, nipote di Occhetto.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12950 il: 11 Set 2019, 07:08 »
Da Parnasi a Lanzalone sullo Stadio a Tor di Valle sarà maxiprocesso (La Repubblica ed. Roma, 11 Settembre 2019)

Unificati i filoni di indagine che riguardano i diversi imputati. In Aula il 5 novembre. Diverso destino per De Vito: il 20 scadranno i suoi domiciliari

di Francesco Salvatore


Pronti partenza e via. Anzi no, si riparte. Comincerà il prossimo 5 novembre il processo a carico di Luca Lanzalone, il “ mr Wolf” genovese accusato di corruzione per aver ottenuto una serie di consulenze da migliaia di euro dall’imprenditore Luca Parnasi. Ieri, nella prima udienza davanti al collegio dell’ottava sezione penale, presieduto dal giudice Paola Roja, è stato deciso un rinvio di un paio di mesi per fare in modo che il processo si riunisca a quello per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione a carico di Parnasi (che è stato fissato proprio in quel giorno).
L’oggetto è lo stesso, visto che si tratta di due filoni che scaturiscono dalla stessa indagine, ovvero il giro di mazzette intorno al nuovo stadio della Roma. Per economia processuale, per evitare che ci siano inutili doppioni e spreco di tempo, i due procedimenti verranno riuniti: si profila un maxi processo, dunque. Dove siederanno alla sbarra quattordici personaggi tra politici di tutti i colori, funzionari pubblici oltre all’imprenditore Parnasi con il suo pool di collaboratori ( tre di loro hanno già patteggiato due anni di pena). Storia diversa per il procedimento a carico dell’ex presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito (accusato di corruzione per aver ricevuto consulenze da Parnasi), anche questo derivazione dell’indagine sullo stadio della Roma condotta del nucleo investigativo dei carabinieri. Tuttora ai domiciliari, per altri 10 giorni, la procura con tutta probabilità chiuderà l’indagine sul suo conto senza chiedere il rito immediato: tradotto in termini di tempo, difficilmente potrà rientrare nel maxi processo.
Era stato proprio così, invece, per Lanzalone, il suo collega di studio Luciano Costantini e il commissario straordinario dell’Ipa, l’ente di previdenza dei dipendenti capitolini, Fabio Serini: i tre erano andati a processo col rito immediato (Costantini ha chiesto poi l’abbreviato), come richiesto dai pm Luigia Spinelli e Barbara Zuin, coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo. Ora siederanno sul banco degli imputati insieme a Parnasi, i consiglieri regionali Adriano Palozzi di Forza Italia e Michele Civita del Pd, il capogruppo di Forza Italia in Comune Davide Bordoni, l’ex assessore municipale M5s Giampaolo Gola, il funzionario del dipartimento Urbanistica Daniele Leoni, oltre al soprintendente ai Beni culturali Francesco Prosperetti, tutti finiti a processo dopo il vaglio dell’udienza preliminare.
Ora, quindi, i tempi si accorceranno. D’altra parte Parnasi e Lanzalone in un capo d’imputazione sono accusati di corruzione in concorso: uno è il presunto corruttore e l’altro il corrotto. L’imprenditore avrebbe promesso e conferito consulenze per lo studio legale di Lanzalone e, l’avvocato, diventato successivamente anche presidente di Acea, avrebbe asservito la sua funzione agli interessi del gruppo imprenditoriale guidato dal costruttore. D’altra parte Lanzalone nel giro di poco tempo si era ritagliato una fetta consistente di credibilità e potere. Tanto da essere incasellato dalla procura come un pubblico ufficiale, sebbene senza incarichi formali.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12951 il: 11 Set 2019, 07:15 »
Il nuovo stadio

Parnasi-Lanzalone
sarà unificato il doppio processo per Tor di Valle (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 11 Settembre 2019)


Potrebbero essere unificati il prossimo 5 novembre i due processi per lo stadio di Tor di Valle, salvo eccezioni delle difese. Ieri, l’udienza del dibattimento (la procura ha scelto l’immediato cautelare) che vede sul banco degli imputati Luca Lanzalone, avvocato plenipotenziario della giunta Raggi, accusato di corruzione per avere promosso gli interessi di Luca Parnasi in Campidoglio in cambio di incarichi legali, è stato rinviato in attesa che il perito depositi la trascrizione di tutte le intercettazioni. La data è la stessa prevista per la prima udienza del processo, tra gli altri, all’imprenditore Luca Parnasi, all’ex vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio, Adriano Palozzi (Forza Italia), all’ex assessore regionale,Michele Civita (Pd) e al soprintendente ai beni culturali, Francesco Prosperetti. Parnasi, secondo l’accusa, era il dominus dell’associazione a delinquere che avrebbe pilotato le procedure amministrative relative al progetto di costruzione dello stadio, approvato nel febbraio 2018. Le contestazioni riguardano «una serie indeterminata di delitti contro la pubblica amministrazione». In quella data i due filoni saranno unificati in unmaxi processo.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12952 il: 11 Set 2019, 07:44 »
Speriamo nell'aula bunker, perchè questi so capaci di tutto.

Offline momi

*****
6356
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12953 il: 11 Set 2019, 08:10 »
Il nuovo stadio

Parnasi-Lanzalone
sarà unificato il doppio processo per Tor di Valle (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 11 Settembre 2019)


Potrebbero essere unificati il prossimo 5 novembre i due processi per lo stadio di Tor di Valle, salvo eccezioni delle difese. Ieri, l’udienza del dibattimento (la procura ha scelto l’immediato cautelare) che vede sul banco degli imputati Luca Lanzalone, avvocato plenipotenziario della giunta Raggi, accusato di corruzione per avere promosso gli interessi di Luca Parnasi in Campidoglio in cambio di incarichi legali, è stato rinviato in attesa che il perito depositi la trascrizione di tutte le intercettazioni. La data è la stessa prevista per la prima udienza del processo, tra gli altri, all’imprenditore Luca Parnasi, all’ex vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio, Adriano Palozzi (Forza Italia), all’ex assessore regionale,Michele Civita (Pd) e al soprintendente ai beni culturali, Francesco Prosperetti. Parnasi, secondo l’accusa, era il dominus dell’associazione a delinquere che avrebbe pilotato le procedure amministrative relative al progetto di costruzione dello stadio, approvato nel febbraio 2018. Le contestazioni riguardano «una serie indeterminata di delitti contro la pubblica amministrazione». In quella data i due filoni saranno unificati in unmaxi processo.

e ovviamente le merde parte lesa non è stato detto?

Offline olandese

*
6196
http://www.footytube.com/
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12954 il: 11 Set 2019, 15:07 »
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12955 il: 12 Set 2019, 07:45 »
Olimpico, Foro Italico, Flaminio pressing M5S sul neoministro (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 12 Settembre 2019)

L’assessore Frongia chiede un vertice con Spadafora per sbloccare tutti i lavori. Il Comune teme ritardi per le divisioni nel governo e lo scontro su Sport e Salute

L'EMERGENZA

Da Giuseppe Conte per ottenere il riconoscimento a Roma Capitale e nuovi fondi per la città. Da Vincenzo Spadafora, invece, per sbloccare i cantieri per il restyling dei principali impianti sportivi dell'Urbe. Virginia Raggi ha aperto un nuovo canale diretto con il governo per rilanciare la sua azione. Infatti la sindaca e l'assessore Daniele Frongia hanno chiesto un incontro urgente con il neoministro dello Sport, anche lui grillino, per velocizzare opere con le quali Roma vuole rilanciarsi anche a livello internazionale per ospitare i grandi eventi.
Sul tavolo c'è innanzitutto la copertura per il centrale del Foro italico, valore 15 milioni di euro. Poi le nuove tribune dell'Olimpico in vista dei prossimi Europei, con una manutenzione che vale altri 15 milioni di euro. I quindici playground da realizzare in periferia e il contenzioso per la pessima gestione del Flaminio, che non a caso in Campidoglio vogliono ristrutturare. E alla base del nervosismo in Campidoglio i nuovi scenari politici - con i 5 stelle sempre più freddi verso i desiderata della sindaca e il Pd restio ad aiutarla - e lo scontro in atto tra il Coni di Giovanni Malagò, che rivendica l'indipendenza del settore, e Sport e Salute di Rocco Sabelli, la Spa voluta ostinatamente dall'ex sottosegretario Giorgetti per ridurre il peso e il perimetro d'azione del comitato olimpico. Senza contare che Sport e Servizi, inglobando l'ex Coni Servizi, è il soggetto attuatore di queste opere.
Roma, almeno sul fronte sportivo, teme di rischiare strozzata. Il vertice si sarebbe dovuto tenere già nella giornata di oggi, ma è saltato soltanto per le esigenze legate alla nascita del nuovo governo, sul quale la sindaca confida molto. Ma sia la Raggi sia Frongia vorrebbero incontrare Spadafora entro questa settimana, perché sul piatto ci sono cantieri molto importanti, vuoi perché propedeutici a mantenere grandi eventi nella Capitale, vuoi perché utili a rilanciare aree degradate della città. Non a caso il primo cittadino avrebbe già parlato con Sabelli e Malagò, chiedendo lumi sulla situazione e garantendo la totale e neutralità del Comune.
Le maggiori preoccupazioni riguardano i lavori per la costruzione della copertura mobile del campo centrale del Foro Italico, che l'Atp, l'associazione mondiali dei tennisti, ha imposto agli italiani per mantenere gli Internazionali nel circuito Atp World Tour Masters 1000, che raggruppa i 9 tornei più prestigiosi dopo i 4 del Grande slam e le Atp Finals. Sport e Salute, come soggetto promotore, deve sia finanziare l'opera (che ha un importo di 15 milioni di euro) sia lanciare il bando per la progettazione. Ma per sbloccare l'iter serve un protocollo tra ministeri competenti, Regione, Comune e Sport Servizi, che la situazione attuale non consente al momento.
Gli stessi attori sono presenti nella querelle sul progetto di restyling dell'Olimpico, che ospiterà alcune partite dell'Europeo di calcio itinerante del 2020, con Raggi che in passato ha rivendicato la designazione di Roma come un successo personale. Ad agosto la giunta, anche con una variante urbanistica, ha approvato una serie di interventi che spaziano dalla creazione di nuovi ristoranti sulle tribune Monte Mario e Tevere, all'allestimento di saloncini set box, maggiori postazioni per disabili e più bagni, seguendo gli standard imposti dalla Uefa per tenere le principali competizioni. Senza contare che parliamo di interventi che a Roma non si vedevano dal 2008, anno della finale di Champions league dove il Barcellona di Messi battè il Manchester United. Anche su questo fronte a realizzare il restyling deve essere Sport e Salute, che ha il compito di finanziare l'operazione e lanciare le gare.
IL CONTENZIOSO
C'è poi il capitolo della ristrutturazione dello stadio Flaminio, impianto che - fallita l'ipotesi di farne la casa del rugby capitolino - vive in preda al massimo degrado. Il Comune sta ultimando con il polo di conservazione della Sapienza un progetto che sia da volano per riqualificare l'intero quadrante. Anche se con un contributo dall'Istituto per il credito sportivo e da Cassa depositi e prestiti, sarà il Campidoglio ad accollarsi le spese. E in quest'ottica potrebbero tornare utili i 5 milioni di euro che il Comune ha chiesto come risarcimento a Coni Servizi per la pessima gestione fatta dello stadio negli anni scorsi. Soldi che - ragionano dal Campidoglio - si potrebbero sbloccare prima se si archiviasse la querelle nata con Sport e salute e l'ente avesse il potere di trattare su una transazione.
In ultimo, ma non meno importante, c'è il progetto Playground, con il quale il Coni, su input del Comune, deve costruire 15 campi sportivi aperti alla cittadinanza in altrettanti 15 Municipi. Finora ne sono stati inaugurati 4.
Francesco Pacifico

Offline ES

*
13080
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12956 il: 12 Set 2019, 14:17 »
Da stadio daaroma è ridiventato stadio tor di Valle.

Strano Repubblica ne parli, cosa c'è sotto?

Perché alla terzietà dei media ormai non credono più nemmeno i bambini.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12957 il: 12 Set 2019, 16:06 »
Da stadio daaroma è ridiventato stadio tor di Valle.

Strano Repubblica ne parli, cosa c'è sotto?

Perché alla terzietà dei media ormai non credono più nemmeno i bambini.

danno la notizia su un processo d'interesse nazionale, ma ovviamente devono anche fare i dovuti 'distingui'.

ci tengono alle macchine.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12958 il: 13 Set 2019, 07:44 »
Tor di Valle resta la priorità: verso il via a ottobre (Corriere dello Sport, 13 Settembre 2019)
 
Il nuovo scenario politico ha dato fiducia a Pallotta e Baldissoni. Sono 50 i milioni di ricavi previsti
 

ROMA - Il tema dello stadio è sempre di grande attualità per la Roma e il nuovo scenario politico restituisce fiducia a Pallotta e a Baldissoni, il vice-presidente con la delega per Tor di Valle. Alla Roma ripetono come un mantra che avere lo stadio di proprietà è l’unico modo per colmare il gap con la Juve. I ricavi dell’impianto del club sono quantificabili intorno ai cinquanta milioni all’anno. La Roma da sette anni attende il via libera per la posa della prima pietra e senza lo stadio tra dieci anni sarà destinata ad avere le potenzialità del Sassuolo. Lo stadio è un moltiplicatore di ricavi. Il progetto è stato approvato in Campidoglio da una conferenza dei servizi decisoria nel dicembre 2017. Ora, dopo aver superato alcune inchieste giudiziarie, resta solo l’ultimo passaggio, quello dell’approvazione della convenzione e variante urbanistica. A giorni sarà fissata una riunione che dovrebbe definire gli ultimi dettagli, ma tutto è in mano al vice direttore generale dell’area tematica dei servizi per il Territorio, Roberto Botta, che non si decide a convocare l’incontro tra i tecnici. Intanto i rapporti tra la Roma e quel che resta di Eurnova si stanno raffreddando. Il mancato pagamento della prima tranche per l’acquisto dei terreni di Tor di Valle da parte di Pallotta (sette milioni) ha messo in crisi i conti della società di Parnasi.
Il nuovo scenario politico dovrebbe portare più serenità e fugare le ultime remore tra la maggioranza del Campidoglio. Entro ottobre dovrebbe arrivare il tanto atteso via libera. La Giunta deve prendersi la responsabilità di chiudere la partita. La Roma, nello specifico Pallotta e i suoi soci, hanno già investito circa novanta milioni sullo stadio, per cercare di fare le cose ai massimi livelli. I soldi spesi finora per il progetto riguardano Tor di Valle, e quel progetto deve essere rivisto nel caso in cui si dovesse scegliere l’area di Fiumicino, che resta il piano B.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #12959 il: 13 Set 2019, 08:05 »
... Il mancato pagamento della prima tranche per l’acquisto dei terreni di Tor di Valle da parte di Pallotta (sette milioni) ha messo in crisi i conti della società di Parnasi.
...

in pratica l'ammericano potrebbe aver deciso di mandare in bancarotta il proprietario dei terreni per poi mettersi alla 'finestra'.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod