Stadio della.... (Topic ufficiale)

0 Utenti e 16 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline PARISsn

*****
12720
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14060 il: 27 Ott 2020, 15:58 »
"In merito alle affermazioni del sindaco Raggi sulla variante urbanistica relativa al progetto dello Stadio della Roma, si precisa che la Regione Lazio, come da corrispondenza fra gli Uffici di Roma Capitale e le strutture regionali competenti datata 5 agosto 2020, ha sottolineato come non sussistessero ancora le condizioni per arrivare ad un accordo che potesse essere votato dalla giunta regionale e che ci fosse la necessità di approfondimenti tecnici da elaborare in sede congiunta. Alla richiesta di agosto della Regione non è mai seguita una risposta ufficiale da parte di Roma Capitale". Questo il comunicato della Regione Lazio in merito alla possibile costruzione del nuovo stadio della Roma.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14061 il: 27 Ott 2020, 16:50 »
 c
"In merito alle affermazioni del sindaco Raggi sulla variante urbanistica relativa al progetto dello Stadio della Roma, si precisa che la Regione Lazio, come da corrispondenza fra gli Uffici di Roma Capitale e le strutture regionali competenti datata 5 agosto 2020, ha sottolineato come non sussistessero ancora le condizioni per arrivare ad un accordo che potesse essere votato dalla giunta regionale e che ci fosse la necessità di approfondimenti tecnici da elaborare in sede congiunta. Alla richiesta di agosto della Regione non è mai seguita una risposta ufficiale da parte di Roma Capitale". Questo il comunicato della Regione Lazio in merito alla possibile costruzione del nuovo stadio della Roma.

La possibile costruzione del nuovo stadio della Roma.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14062 il: 28 Ott 2020, 07:51 »
La storia infinita

Stadio: botta e risposta Raggi-Regione. E il sì slitta al 2021 (Gazzetta dello Sport, 28 Ottobre 2020)

Rimpallo di responsabilità fra amministrazioni. I Friedkin tra l’ok al bilancio e la scelta del d.s.

di Massimo Cecchini
ROMA


Una valanga di numeri, una valanga di polemiche. Le sei relazioni economico-finanziarie rese pubbliche ieri dalla Roma hanno datomateriale perandare a caccia di curiosità. Sarebbe interessante spulciare i 5 milioni chiesti dall’ex d.s. Petrachi (prima udienza il 4 novembre) o i 7 ancora reclamati da Batistuta per antiche pendenze, così comenotare i 4 milioni di procura dati a Mino Raiola o la transazione da circa 1,3milioni dell’ex vice presidente Mauro Baldissoni. Ma tutti questi dati, alla fine, sono stati cannibalizzati dal nuovo contenzioso che ieri si è aperto tra il Comune e la Regione sul fronte nuovo stadio della Roma, la cui approvazione difficilmente arriverà prima del prossimo anno.

Friedkin: le scelte
Il botta e risposta è stato innescato dalla sindaca Raggi, che ieri, alla presentazione del progetto Flaminio, ha detto: «Gli atti con Città Metropolitana sono pronti e li firmerò a breve. Attendiamo la firma da parte della Regione». Un rimbalzo di responsabilità con la Regione che non è stato gradito, tanto che è arrivata una risposta tagliente: «In merito alle affermazioni del sindaco Raggi sulla variante urbanistica relativa al progetto dello stadio della Roma, si precisa che la Regione Lazio, come da corrispondenza fra gli Uffici di Roma Capitale e le strutture regionali competenti datata 5 agosto 2020, ha sottolineato come non sussistessero ancora le condizioni per arrivare ad un accordo che potesse essere votato dalla giunta regionale e che ci fosse la necessità di approfondimenti tecnici da elaborare in sede congiunta. Alla richiesta di agosto della Regione non è mai seguita una risposta ufficiale da parte di Roma Capitale». Come dire, siete voi che avete la pratica incagliata. Finita? Macché. Nel pomeriggio è il Comune a ribattere. «La Regione confonde lo schema di accordo di collaborazione con l’approvazione della Convenzione Urbanistica. La Giunta regionale deve ancora approvare lo schema... di potenziamento delle infrastrutture di trasporto pubblico locale, in particolare della linea ferroviaria Roma-Lido». L’accordo di cuihaparlatolaRaggi–che la sindaca ha poi firmato ieri – è «propedeutico alla Convenzione. Inoltre, ad oggi gli approfondimenti di cui parla la Regione non risultano segnalati». Insomma, con le elezioni che si avvicinano, la polemica è bollente. Intanto i Friedkin, alle prese con la scelta del d.s. (Emenal in pole), restano contatto con l’architetto dello stadio Dan Meis, anche per ripensare certi aspetti. L’impressione è che la Roma, in tempi di Covid, forse abbia un po’ alzato il piede dall’acceleratore.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14063 il: 28 Ott 2020, 07:52 »
Tor di Valle, un'altra frenata La Regione: manca l'accordo (Il Messaggero, Cronaca di Roma, 28 Ottobre 2020)

LA POLEMICA

«Nessun accordo» con il Campidoglio sul nuovo stadio della Roma. Virginia Raggi incassa lo stop della Regione, che smentisce le parole della sindaca sul progetto di Tor di Valle, per il quale in mattinata aveva parlato di «modifiche interamente concordate» con la giunta di Nicola Zingaretti sui testi delle delibere necessarie a sbloccare l'iter. Dichiarazioni che l'inquilina di Palazzo Senatorio ha pronunciato durante la presentazione del piano di conservazione dello stadio Flaminio: seicento pagine divise in sei capitoli per raccontare storicamente e architettonicamente il passato, il presente e il futuro dell'impianto ideato e realizzato da Pier Luigi e Antonio Nervi. «Ma non ci sono fondi né piani di lavoro», attacca Carlo Calenda.
BOTTA E RISPOSTA
Raggi ha frenato sull'ipotesi di un ulteriore slittamento del voto decisivo in assemblea capitolina, sul progetto di Tor di Valle, dovuto a possibili carenze nelle delibere propedeutiche al via libera alla convenzione urbanistica. «Rispetto alla Città metropolitana gli atti sono pronti e li firmerò a breve - sostiene la sindaca - Per quanto riguarda la Regione il progetto e le modifiche sono state interamente concordate, quindi adesso aspettiamo la firma da parte della Regione». Da via Cristoforo Colombo, però, a stretto giro arriva una secca smentita: la Regione, «come da corrispondenza fra gli Uffici di Roma Capitale e le strutture regionali competenti datata 5 agosto 2020, ha sottolineato come non sussistessero ancora le condizioni per arrivare ad un accordo che potesse essere votato dalla giunta regionale e che ci fosse la necessità di approfondimenti tecnici da elaborare in sede congiunta». Alla richiesta di agosto, sottolineano dalla Regione, «non è mai seguita una risposta ufficiale» del Campidoglio. In particolare, mancherebbero alcuni atti tecnici propedeutici, come quelli che riguardano le criticità ancora del progetto, a partire dal nodo dei trasporti. Insomma ancora niente da fare per il travagliato stadio della Roma, che probabilmente vedrà passi in avanti molto più in là del previsto. Anche perché, dopo la conclusione dell'iter amministrativo, servirà comunque altro tempo (almeno un paio di mesi) per l'aggiornamento tecnico del progetto, che dovrà essere eseguito dalla società giallorossa.
IL DOSSIER
Il piano di conservazione del Flaminio, presentato ieri, è accompagnato da un modello Hbim: uno strumento operativo che documenta lo stato di fatto e la storia degli interventi subiti nel tempo dalla struttura, utilizzabile sia come supporto agli interventi di restauro che per la gestione del programma di manutenzione dello stadio. «Un lavoro rigoroso e complesso che ha preso questa opera, l'ha studiata, e ha provato a fare dei ragionamenti su come, nella preservazione dei suoi elementi identitari e caratteristici, possa essere inserita in un contesto contemporaneo: rifunzionalizzata, ma senza perdere la propria identità», sottolinea Raggi. Lo studio è stato condotto dalla'università Sapienza, da Do.co.mo.mo. Italia e dalla Pier Luigi Nervi Project Association, grazie ad un contributo erogato dalla Getty Foundation. Con un limite, però, importante: dopo anni di annunci sul recupero dell'opera, costruita per le Olimpiadi del 1960, a pochi mesi dalla fine della consiliatura l'amministrazione presenta uno studio con tanti possibili sviluppi ma nessun progetto concreto. Tanto che lo stesso assessore capitolino allo sport, Daniele Frongia, immagina una forbice molto ampia, «tra i 20 e i 40 milioni», dei costi per ristrutturare l'impianto, a seconda dell'intervento. Il Flaminio, peraltro, è stato inserito anche nei progetti per i quali il Campidoglio chiede il Recovery Fund, con una richiesta di 80 milioni di euro. Il candidato sindaco di Azione, Carlo Calenda, che ieri ha iniziato un percorso di ascolto nelle periferie (prime tappe: San Basilio e Casal Bruciato) attacca: «Questa non è neanche la politica degli annunci, è la politica che pretende di prendere per fessi i cittadini».
Fabio Rossi
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14064 il: 28 Ott 2020, 09:16 »
Sullo Stadio è muro contro muro
IL TEMPO (F. MAGLIARO) - Ottanta giorni. Tanto ci ha messo il Sindaco della Città Metropolitana di Roma Capitale per firmare l’accordo di collaborazione con Virginia Raggi sindaco di Roma sui lavori per la Via del Mare/Ostiense connessi al progetto Stadio della Roma. Per il resto, nuovo balletto di accuse tra Regione Lazio e Comune. Ieri la Raggi dice: “In Città Metropolitana gli atti sono pronti e la firma arriverà a breve. Per quanto riguarda la Regione Lazio, le modifiche sono state interamente concordate e quindi ora attendiamo la loro firma”. Risponde la Regione: “La Regione Lazio, come da corrispondenza fra gli Uffici di Roma Capitale e le strutture regionali competenti datata 5 agosto 2020, ha sottolineato come non sussistono ancora le condizioni per arrivare ad un accordo che potesse essere votato dalla giunta regionale e che ci fosse la necessità di approfondimenti tecnici da elaborare in sede congiunta. Alla richiesta di agosto della Regione non è mai seguita una risposta ufficiale da parte di Roma Capitale”. Poi la contro risposta del Comune: “La Regione Lazio confonde lo schema di Accordo di collaborazione tra Roma Capitale e Regione Lazio per la realizzazione dello Stadio di Tor di Valle, al quale oggi si e’ riferita la sindaca Virginia Raggi, con l’approvazione della Convenzione Urbanistica. La Giunta regionale, infatti, deve ancora approvare lo schema di Accordo di collaborazione finalizzato al potenziamento delle infrastrutture di trasporto pubblico locale, in particolare della linea ferroviaria Roma-Lido. Si tratta di un atto propedeutico alla Convenzione Urbanistica. Inoltre, ad oggi gli eventuali approfondimenti tecnici di cui parla la Regione Lazio non risultano essere stati segnalati dalla stessa”. E’ sufficiente leggere le mail Comune-Regione del 5 agosto per capire come sia quest’ultimo a essere nel torto: alle 13:47 Botta, vicedirettore generale del Comune, scrive a un funzionario regionale sottoponendo ulteriori verifiche al testo di accordo spiegando che su segnalazione della Ragioneria sono stati eliminati i riferimenti ad Atac. La Regione risponde allegando due pagine di nodi da risolvere. la risposta di Botta arriva alle 18:35 e annuncia delibere se necessario per risolvere le criticità. Siamo al 5 agosto, poi silenzio. L’unica soluzione possibile ora è quella di adottare dalla Regione il testo già varato dal Comune e contemporaneamente avviare un tavolo tecnico per preparare un documento integrativo.

Offline Tarallo

*****
96400
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14065 il: 28 Ott 2020, 09:23 »
Sullo Stadio è muro contro muro

E so' gia' due muri. Mi sembra un bel progresso verso la costruzione dooossssadio.

Offline Drake

*****
4139
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14066 il: 28 Ott 2020, 11:21 »
Sorvolando sul fatto che il Magliaro ha accesso alla corrispondenza fra due funzionari pubblici, ma secondo lui la Regione ha torto perché alle due pagine di criticità da risolvere, quelli del Comune hanno risposto che se necessario fanno una delibera e dalla Regione non hanno più risposto. Ma davvero? Forse si aspettavano che la Regione gli rispondesse, ma no, non è necessario che fate qualcosa, stavamo scherzando, come prendete tutto sul serio!.

Offline Omar65

*****
6960
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14067 il: 28 Ott 2020, 14:22 »
E so' gia' due muri. Mi sembra un bel progresso verso la costruzione dooossssadio.

Questa non è stata adeguatamente apprezzata.

 :)
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14068 il: 28 Ott 2020, 15:31 »
ma sto SI... da quando è che slitta?? So' anni... mortaccivostra

Online gigiazzo

*****
2599
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14069 il: 28 Ott 2020, 15:35 »
Scivolascivolascivolascivola...
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14070 il: 29 Ott 2020, 07:49 »
Il Campidoglio

Tor di Valle tempi lunghi Raggi insiste "Si farà" (La Repubblica ed. Roma, 29 Ottobre 2020)

Lo stallo sullo stadio della Roma è tale che la sindaca Virginia Raggi ieri ha voluto tranquillizzare cittadini e tifosi sui social assicurando che «Lo stadio si farà». L’iter di approvazione però procede a rilento: manca l’accordo con la Regione Lazio per il potenziamento della Roma Lido e di fronte alla richiesta di Raggi di accelerare con l’adozione della delibera l’assessore regionale all’Urbanistica Massimiliano Valeriani incalza la prima cittadina: « Approveremo l’intesa appena saranno superate le criticità evidenziate dagli uffici tecnici, se invece la sindaca punta a evadere le prescrizioni stabilite dalla conferenza dei servizi, la Regione non avallerà mai quella proposta di accordo » . Nel pantano in cui è finito il progetto sullo stadio è finito anche il riferimento al mese di dicembre: la prima cittadina, sull’onda della ricandidatura agostana, aveva più volte detto che la convenzione urbanistica sarebbe arrivata in assemblea capitolina entro la fine dell’anno, ma ieri non ha fatto cenno a questa possibilità. I tempi tecnici non ci sono e in più i grillini sul tema dello stadio sono divisi: Enrico Stefàno ha sempre chiesto di non concentrarsi solo sullo stadio e infatti ultimamente, con tre ordini del giorno, ha impegnato la sindaca a realizzare rapidamente altre opere come la preferenziale su viale Marconi e la tramvia Termini Vaticano Aurelio. Ma sull’impianto di Tor di Valle apre e sostiene di aver « sempre detto di essere favorevole, studierò la convenzione ma in linea di massima voterò per approvarla » . Restano la contrarietà di altri consiglieri stellati e la sindaca ora punta tutto sul senso di responsabilità: « Per la nostra città lo stadio significa sviluppo e migliaia di posti di lavoro fondamentali in questo momento di crisi. Serve un grande investimento per Roma. Noi ci siamo. Nessuno blocchi quest’opera».
— m.d.g.c.






La sindaca
Virginia Raggi: «Lo stadio si farà e darà lavoro» (Corriere della Sera ed. Roma, 29 Ottobre 2020)
«Voglio rassicurare cittadini e tifosi giallorossi: lo stadio della Roma si farà. Noi vogliamo realizzarlo e siamo al lavoro per raggiungere questo obiettivo». Dopo lo scontro con la Regione Lazio di due giorni fa riguardo alla Convenzione urbanistica - dal Campidoglio sostenevano che ci fosse l’accordo mentre da via della Pisana è arrivata una secca smentita - la sindaca di Roma, Virginia Raggi, rispondendo a un commento sul suo profilo Facebook, è tornata a parlare del progetto della stadio della Roma, che dovrà sorgere nella zona di Tor di Valle (i terreni sono stati acquistati dall’immobiliarista ceco Radovan Vitek dopo il crack di Eurnova, di proprietà del costruttore Luca Parnasi) e per il quale l’ok definitivo dovrebbe slittare al 2021. «Sappiamo benissimo - ha detto la Raggi - cosa significherebbe per la nostra città, la sua economia e il suo sviluppo. Ma soprattutto per migliaia di persone che potranno avere un lavoro. In questo momento difficile serve un grande investimento per Roma. Noi ci siamo: nessuno blocchi quest’opera».
G.P.

Offline Sonni Boi

*****
14904
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14071 il: 29 Ott 2020, 10:11 »
Propaganda da quattro spicci, la Raggi sta alla canna del gas

Offline Dissi

*****
18196
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14072 il: 29 Ott 2020, 10:31 »
La Raggi sta al limoncello (demmerda) gentilmente offerto dal ristoratore, sta ai saluti fuori dal locale, sta all'ammazza come se magna bene in questo locale...
Porella, fa tenerezza
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14073 il: 29 Ott 2020, 16:21 »
La Raggi sta al limoncello (demmerda) gentilmente offerto dal ristoratore, sta ai saluti fuori dal locale, sta all'ammazza come se magna bene in questo locale...
Porella, fa tenerezza

Roma città fa tenerezza .

Visto i candidati .

O no ?

 8)
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14074 il: 29 Ott 2020, 18:21 »
questa s'è proprio infoiata co sto stadio daa roma.   non se sta a regola proprio. 

Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14075 il: 29 Ott 2020, 19:14 »
questa s'è proprio infoiata co sto stadio daa roma.   non se sta a regola proprio.
Burattina in mano a cacaleggio che ha pucciato il biscotto nei dollari... era meglio quando faceva le fotocopie.
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14076 il: 30 Ott 2020, 01:09 »
Burattina in mano a cacaleggio che ha pucciato il biscotto nei dollari... era meglio quando faceva le fotocopie.
Che immagine sexy... magari tornerà a fare le fotocopie in uno degli uffici che affacceranno sullo sssadio
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14077 il: 30 Ott 2020, 07:31 »
Al di là del campo, la proprietà muove i fili delle strategie
 
IL DS E LO STADIO DAN IN PRESSING (Corriere dello Sport, 30 Ottobre 2020)

I Friedkin hanno preso in pugno le due questioni calde Fienga: «I nuovi impianti creano business, ma sapere che possono servire 12-13 anni allontana gli investitori»
 
di Guido D’Ubaldo
ROMA
 
 
Dopo due mesi e mezzo da quando si sono insediati, i Friedkin hanno preso in pugno la Roma. Preferiscono delegare poco, ma si fidano dei loro collaboratori. Fienga resta il principale riferimento all’interno della società, è cresciuto molto Jumà Qaddourah, che va ben oltre le originarie competenze di Head of Media e Commercial Operations. Ma sul mercato i Friedkin vogliono incidere in prima persona. Dan ha avviato diversi contatti con dirigenti di calcio che lo consigliano e presto arriverà il nuovo direttore sportivo. Non ci sono ritardi in questa scelta, solo che i nuovi proprietari vogliono valutare bene ogni profilo prima di prendere la decisione.   
La ricerca prosegue da mesi e alcuni candidati nelle ultime ore hanno visto scendere le loro quotazioni. Boldt è vicino al rinnovo con l'Amburgo, come lui stesso ha ammesso. Emenalo, che ha avuto contatti diretti con la proprietà, adesso sembra fuori gioco. Sono previsti altri colloqui per ricoprire il ruolo lasciato scoperto dopo l’esonero di Petrachi, che come risarcimento ha chiesto cinque milioni. La prima scelta dei Friedkin resta Campos, ma il portoghese non si è ancora liberato dal Lille e preferirebbe fare il consulente, mantenendo il suo quartier generale a Montecarlo. Campos potrebbe liberarsi nei prossimi mesi, la Roma potrebbe scegliere un dirigente a lui vicino, con il portoghese che continua a dare consigli. 
 
SPINTA STADIO. Intanto dal Campidoglio continuano ad arrivare segnali positivi dalla Raggi sullo stadio di Tor di Valle. Ieri Guido Fienga, intervenendo a Sportlab, l’evento virtuale dedicato al futuro dell’industria dello sport, organizzato per i 75 anni di Stadio e Tuttosport, è tornato a sottolineare l’importanza dell’impianto di proprietà: «Lo stadio non è solo un contenitore, ma un attivatore di tante leve di business che servono al club per crescere. Nelle top 20 squadre europee, quelle che hanno mostrato una crescita anno su anno sono state solo quelle con lo stadio di proprietà. Non facilitare la costruzione di un impianto significa tagliare le gambe a un club sulle possibilità di sviluppo. Su un piano europeo, l’agibilità e la qualità degli stadi è uno dei fattori chiave per far parte di queste competizioni. Lo stadio non è un vezzo che una società deve avere. E’ ovvio che la costruzione di uno stadio fattibile e sostenibile deve rispondere a una serie di requisiti. Questo è un processo che deve avvenire in tempi economici accettabili, sapere che un’opera può essere completata dopo 12 o 13 anni mina la tenuta del piano stesso e questo mette in crisi qualunque investitore nelle sue capacità. Abbiamo sempre rispettato pazientemente il lavoro delle istituzioni: riteniamo che uno stadio solo per noi sarebbe stato meglio, la situazione della Roma è ancora più penalizzante perché dispone di uno stadio 2 giorni ogni 15 e non siamo in grado di aprire alcun business collaterale e attivare tutto ciò che altre squadre con cui vogliamo competere possono fare e su cui sviluppano quote di fatturato altissime. Per noi questo è zero e resterà tale finché non avremo uno stadio di proprietà. Vogliamo investire come gli altri».

Offline NEMICOn.1

*
5384
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14078 il: 30 Ott 2020, 11:40 »
Premesso che la Raggi ormai è una macchietta ....
ma non è che insiste tanto con lo Stadio sapendo che ai Fridrikin quella zona non piace e forse cercheranno di farlo altrove ??
Un conto era Jim , cercato e messo da Unicredi , un conto è , purtroppo , questo Dan .
Re:Stadio della.... (Topic ufficiale)
« Risposta #14079 il: 30 Ott 2020, 14:56 »
Ma poi non ho capito se intorno allo stadio ci saranno inutilissimi uffici (non so a Roma quanti uffici non affittati esistano ma penso siano tantissimi) o appartamenti pronti a finire sottacqua alla prima bomba d'acqua.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod