'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla

0 Utenti e 21 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Tyler87

*
4506
'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« il: 04 Mag 2017, 17:07 »
Una lacuna della gestione Lotito finora è stata quella di non riuscire a confermarsi dopo la prima stagione positiva come successo a Petkovic e Pioli.
Quest'anno Inzaghi sta facendo una stagione straordinaria e la possibilità che si ripeta il prossimo anno sono tante.
Ecco i 10 motivi per cui esser fiduciosi:

1) INZAGHI
È la rivelazione del campionato italiano e sta dimostrando di essere un allenatore preparato, non integralista ma pragmatico,umile ma carismatico. Gode di un ottimo rapporto con il presidente Lotito e il Ds Tare con il quale sa come confrontarsi (vedi le richieste su Immobile e la scelta di tenere Marchetti). È oramai un laziale d'adozione e conosce benissimo l'ambiente.

2) PERUZZI
Il team manager sta dimostrando di essere una figura che serviva,capace di sedare eventuali contrasti all'interno dello spogliatoio e avere una voce autorevole sui giocatori, sia sui giovani che sui veterani, sgravando tale compito a Tare,non certo brillante in quanto a diplomazia.

3)CURVA NORD
Le belle stagioni hanno sempre riportato la gente allo stadio ma l'assenza di una guida all'interno della tifoseria negli anni passati si è sentita. Il nuovo corso della curva ha compreso il momento delicato (rischio mancato ricambio generazionale del tifoso laziale) ed è tornato allo stadio per il bene della Lazio

4)BILANCIO
Il bilancio è sano e il rinnovo con macron e il nuovo sponsor Seleco  sono iniezioni preziose al fatturato.

5)MONTE INGAGGI
A seguito delle ultime campagne di calciomercato gli esuberi a libro paga sono ai minimi storici, l''ottimazazzione degli ingaggi è buona (il grosso è distribuito sui titolari) e il limite dell'ingaggio(i prossimi 2,5M di Biglia) permette di trattare giocatori di buon livello.
L'aumento strutturale del fatturato (vedi punto 4) permette di poter incrementare il monte ingaggi.

6)CANTERA BIANCOCELESTE
L'ottimo lavoro sulla primavera negli anni passati sta dando i primi frutti, e la prima squadra,grazie ad Inzaghi, è piena di aquilotto che danno il loro contribuito al buon andamento della squadra. L'apporto degli ex primavera aiuta a far crescere il senso d'appartenza all'interno dello spogliatoio e la non necessità di reperire giocatori a basso costo per il completamento della rosa con conseguente maggior budget per il mercato.

7)DIACONALE
Passare da De Martino all'attuale direttore della comunicazione è stato un triplo salto Carpiato in avanti. L'esperienza e le capacità comunicative di Diaconale permettono di veicolare il pensiero Lazio al di fuori in maniera efficace

8)IL RINNOVO DI MILINKOVIC
L'adeguamento di contratto in linea al valore del giocatore e importanza all'interno della squadra di un contratto ben lontano dalla scadenza può esser visto come un esempio di come la società abbia imparato dagli errori del presente(caso Keita in primis) e passato. Sapere che un adeguamento alla Lazio non avviene più solo a contratto in scadenza è importantissimo per procuratori e giocatori in orbita Lazio(sia già in rosa che in entrata).

9)RAPPORTI CON MENDES E RAIOLA
Il consolidamento di rapporti con potenti procuratori può portare la Lazio nel grande giro delle iper plusvalenze, che ha permesso a società medie,come Atletico,Siviglia o Roma, di alzare l'asticella e competere ad un livello superiore rispetto al loro.

10)STAFF MEDICO
L'incidenza degli infortuni muscolari e il recupero dei giocatori appare in netto miglioramento. Il cambio di staff e l'investimento in macchinari sembra aver portato miglioramento.


Offline Kappa

*
2403
http://space.tin.it/scienza/decos
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #1 il: 04 Mag 2017, 17:14 »
D'accordo su quasi tutto, tranne sugli infortuni: secondo me la preparazione mirata al campionato, senza le coppe europee ha influito tantissimo, anche di più del fatto di aver giocato comunque meno partite

Offline Charlot

*
13797
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #2 il: 04 Mag 2017, 17:30 »
Manca il "gruppo", decisivo. La compattezza, la voglia di aiutarsi a vicenda.
Quando una squadra è unita e con mezzi tecnico/fisici, come la nostra, arriva in alto.
Se "spaccata" (vedi passata stagione), son dolori...

skizzo87

skizzo87

Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #3 il: 04 Mag 2017, 17:41 »
Per me e' impossibile giudicare ora.
Inzaghi ha fatto le sue scelte, ma se Marchetti fosse stato integro ce lo saremmo ritrovato titolare in tutti gli incontri + importanti. Ovviamente non esiste la controprova, ma dubito che la squadra sarebbe andata cosi bene.

Poi tocca parlare della rosa. Al momento, la rosa e' costruita per una competizione, con pochi ricambi di livello (Lulic, Patric, Lukaku). L'anno prossimo dovra' essere rimpompata con gente di qualita'. Negli anni di Pioli e Petkovic, la rosa era molto + ampia e anche + fornita. Ora non hai ricambi a centrocampo e attacco tranne un paio di giovani che hanno giocato poco e niente.

Su questa base si parlera' della preparazione e dello staff medico. Perche' con una partita in + a settimana, gli infortuni aumenteranno per forza di cose. Gia' si e' visto che appena c'e' stata la coppa Italia ti si sono rotti Biglia e DV. Ergo la preparazione dev'essere mirata.

Poi c'e' l'ultimo punto, ed il + importante. Tocca vedere come finiscono i rinnovi. Perche' se togli 3 pedine fondamentali (o anche 2) stai da capo a 12.

Di conseguenza, e' impossibile dire ad oggi che Inzaghi o la Lazio possono sconfiggere que

Offline ssl1900

*
2356
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #4 il: 04 Mag 2017, 17:55 »
Per me dipendente tutto da lotito e tare, dal tipo di calciomercato che faranno e dalla rosa che metteranno a disposizione di Inzaghi.
Per ripetersi non basterà acquistare giovani promesse tipo Hoedt, Savic o Morrison, giocatori che per capire il loro valore si  è dovuto aspettare almeno un anno. Serviranno giocatori pronti, con esperienza come lo sono stati Parolo, Basta e Immobile.
Il prossimo anno, se non si fa un calciomercato adeguato alle competizioni da giocare, si rischia di fallire la stagione e bruciare l'allenatore come purtroppo già successo. Mi auguro che lotito e tare abbiano imparato la lezione.
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #5 il: 04 Mag 2017, 18:22 »
Inzaghi può sconfiggerla per un semplice motivo: al di là del calciomercato, Petkovic e Pioli hanno fallito perché giocavano solo in maniera offensiva, e quando i calciatori si sono stancati di correre li hanno mollati. Inzaghi invece ha ottenuto la fiducia del gruppo facendoli prima di tutto giocare nel modo a loro più congeniale, poi ha lavorato sulle tattiche, perciò se anche dovesse incappare in una stagione negativa, non crollerà mai come Petkovic e Pioli.

Offline Tyler87

*
4506
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #6 il: 04 Mag 2017, 18:52 »
È sicuro che il mercato sarà un aspetto fondamentale per fare bene il prossimo anno.
Ma tutti questi punti sono aspetti in più che i Pioli e Petkovic non hanno avuto.
Ad esempio sono convinto che ci fosse stato Peruzzi gia con Pioli il casino della fascia di capitano con Candreva non sarebbe mai successo, oppure molte dichiarazioni di Tare o Lotito che hanno "esasperato" l'ambiente ci fosse stare Diaconale forse sarebbero state percepite diversamente,oppure i Kakuta o i Leitner (riserve prese per completare la rosa) non sarebbero stati acquistati a favore degli ex primavera con soldi risparmiati per comprare un titolare in più.
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #7 il: 04 Mag 2017, 19:10 »
Spero che tu abbia ragione mq ho dei dubbi.
Per esempio il fatto che abbiano alzato il tetto ingaggi rende difficile avere i squadra un numero più alto di calciatori ben pagati.
Inoltre il peggioramento delle prestazioni riguarda quasi tutte le squadre.
E direi che la riduzione degli infortuni potrebbe essere stata causata anche dai minori impegni oltre che dal cambio dello staff medico.
Come dimenticare che dopo il derby di coppa abbiamo giocato contro il Napoli senza alcuni giocatori fondamentali?
Una ulteriore difficoltà potrebbe essere che le milanesi dovrebbero avere soldi veri da spendere sul mercato e non è che si possa sperare che sbaglino ogni anno.
Quindi per me bisogna migliorare la rosa in campagna acquisti e poi porsi come obiettivo la qualificazione in Europa league. Aspettative superiori rischiano di essere deluse.

Offline zorba

*****
5347
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #8 il: 04 Mag 2017, 20:36 »
Il punto n. 10 evidenziato da Tyler87, a mio modesto parere e senza sminuire tutti gli altri elencati, mi sembra l'aspetto più importante ed oserei dire fondamentale, se pensiamo al calvario infinito delle scorse stagioni...

Offline NEMICOn.1

*
5158
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #9 il: 05 Mag 2017, 10:18 »
Secondo me , invece tutto ruota alla campagna rafforzamento , cosa che per i suoi predecessori non c'è mai stata .
Oggi c'è un ottimo 11 e una rosa più che buona ma per il campionato e la Coppa Italia , con l'impegno dell'Europa League , servono altri 3 giocatori : 1 per reparto .

Offline paolo71

*****
12419
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #10 il: 05 Mag 2017, 10:36 »
Se non mettiamo su una rosa di 16 titolari e 4 riserve che non siano esuberi è tutto inutile. In panchina puoi avere anche mandrake, e batman come addetto stampa, ma in campo ci vanno i giocatori e se non li hai forti e integri sono dolori.  La stagione con le coppe non è confrontabile con quella senza.

skizzo87

skizzo87

Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #11 il: 07 Mag 2017, 14:46 »
Secondo me , invece tutto ruota alla campagna rafforzamento , cosa che per i suoi predecessori non c'è mai stata .
Oggi c'è un ottimo 11 e una rosa più che buona ma per il campionato e la Coppa Italia , con l'impegno dell'Europa League , servono altri 3 giocatori : 1 per reparto .

L'anno di Pioli non si puo' dire, visto che hai comprato una punta, un centrocampista, un ala dall'Ajax (e abbastanza in voga in Europa), un centrale e un terzino dx. Poi si puo' discutere che certi giocatori non erano pronti (centrale e terzino), o che altre pecche non sono state colmate (terzino sinistro), ma dire che non abbiamo fatto campagna acquisti non e' vero. E sopratutto, se non ci fossero state le scelte cervellotiche di Pioli quella squadra sarebbe rimasta in Europa tranquillamente.

Offline Giako77

*
5161
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #12 il: 07 Mag 2017, 16:02 »
Sul punto 10.

Credo che l'inversione di tendenza sia grazie all'abbassamento dell'età media della squadra

Offline sergione

*
2540
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #13 il: 07 Mag 2017, 17:03 »
Per evitare il tutto e' necessaria una cosa, anzi tre:
1) Acquisto di un centrocampista interno giovane senza badare a spese (fino a 20 milioni)
2) Acquisto di un laterale di destra giovane per il modulo 3-5-2
3) Acquisto di una punta giovane che possa fare da rincalzo sia a Immobile che a Keita

Se poi De Vrij va via, acquisto di Gonzalo Rodriguez.

Offline Balde89

*
2529
Re:'Maledizione' secondo anno:10 motivi per cui Inzaghi può sconfiggerla
« Risposta #14 il: 07 Mag 2017, 17:16 »
L'anno di Pioli non si puo' dire, visto che hai comprato una punta, un centrocampista, un ala dall'Ajax (e abbastanza in voga in Europa), un centrale e un terzino dx. Poi si puo' discutere che certi giocatori non erano pronti (centrale e terzino), o che altre pecche non sono state colmate (terzino sinistro), ma dire che non abbiamo fatto campagna acquisti non e' vero. E sopratutto, se non ci fossero state le scelte cervellotiche di Pioli quella squadra sarebbe rimasta in Europa tranquillamente.

Quanto vale Pioli come allenatore lo sta dimostrando quest'anno con l'Inter, una squadra che sicuramente non è la Juve ma che potrebbe offrire prestazioni ben più decorose delle figuracce che sta facendo.
La sua impostazione di gioco si regge sulla corsa a mille e sul raddoppio forsennato, e finché la squadra ha una condizione atletica in surplus il teatro funziona ma non appena scende a livelli "normali" il giocattolo si rompe.
Pioli è un buon allenatore, ma non è adatto a realtà superiori di bassa serie A.

Inzaghi mi sembra diametralmente opposto: la sua Lazio è quadrata, più che sul pressing asfissiante si basa sull'ordine tattico.
E, cosa non meno importante, riesce a rendere per tutto l'arco del campionato.
Badate bene, senza aver perso importantissimi punti per singoli episodi (mi viene in mente l'errore di Wallace al derby, la sfiga contro il Chievo e gli episodi di Genova) saremmo potuti stare molto più in alto.

A parità di "annate fantastiche" preferisco di gran lunga la Lazio di Inzaghi 2017 che la Lazio di Pioli 2015, indipendentemente dal piazzamento finale.

La società ha il DOVERE di accontentare questo Mister.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod