"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"

0 Utenti e 68 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline dani2110

*
17852
"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« il: 01 Set 2011, 14:37 »
“Tifosi, non create idoli: la Lazio è competitiva anche senza Zàrate”. A tendere la mano all’operato del presidente Lotito è l’ex patron capitolino Sergio Cragnotti che, intervenuto ai microfoni di Radio Manà Manà Sport, nel contenitore “1900, laziali doc”, ha commentato le vicende biancocelesti: “Credo che sul calciatore argentino ci fossero dei dubbi da parte del tecnico, non a caso sul mercato sono stati acquisiti giocatori come Klose e Cisse. Evidentemente non rappresentava più un elemento di spicco su cui puntare. E’ stata fatta una scelta ben precisa, anche in virtù del fatto che è un ragazzo che va educato a far parte integrante del gruppo. Zàrate ha fatto vedere cio’ che può valere, ma non credo che i tifosi devono creare degli idoli. Con l’uscita di Zàrate, la Lazio ha maggiore unità e chiarezza dei ruoli – continua Cragnotti – Resta una squadra competitiva, ha un organico affidabile che potrà fare bene, anche se molto dipenderà dalla tenuta fisica di calciatori esperti come Klose e Cisse”. E’ stata sempre una sua filosofia radicata quella di non rimpiangere cessioni dolorose, il progetto è stato sempre il fulcro della sua gestione societaria. Idea che oggi lo stesso Cragnotti rintraccia nella nuova Roma americana: “La tanto denigrata Roma ha fatto una grande campagna acquisti, c’è stato un vero rinnovamento – ammette Cragnotti - . Mi ha ricordato la mia prima campagna acquisti, quando si inizia un progetto va portato avanti con convinzione e capacità finanziaria”. Poi l’ex presidente biancoceleste entra nello specifico sul passaggio di mano del club romanista: “Credo che apporteranno, se gli sarà possibile, una novità nella gestione del calcio per far quadrare conti. Vogliono capire cosa realmente è il calcio italiano, quali possibilità di fare business ci sono, se non ne vedranno torneranno a casa”. Premia la nuova Inter come “regina del mercato”, soprattutto in virtù dell’arrivo di Diego Forlan: “E’ un’operazione che a me è piaciuta tantissimo, è un grande giocatore, ha fatto bene a livello internazionale, è il migliore che sia arrivato in Italia”. In un campionato che ha perso l’appeal di un tempo: “Ci sono i vecchi problemi che abbiamo discusso anche in passato, tutti devono fare i propri conti in tasca. E’ una crisi molto pesante, non credo sia il momento di fare follie, ma nell’ambito di un rapporto istituzionale i rapporti istituzionali vanno rivisti. Io ho sempre avuto una visione del calcio come una realtà aziendale, ci deve essere autonomia di movimento slegata dalla politica. I rapporti vanno rivisti e regolamentati, il calcio non è uno sport di appartenenza del Coni, deve avere regole, bilanci indipendenti”. L’ultima battuta è dedicata ad una virtuale griglia di partenza del campionato: “Nei primi due posti colloco ancora Milan e Inter, per la terza posizione ci sono tutte squadre che in parte si sono rispettare: se la giocheranno Juventus, Roma e Lazio”.

Fonte: lalaziosiamonoi.it

Cragnotti santo subito...


Offline BomberMax

*****
19582
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #1 il: 01 Set 2011, 16:55 »

bene Cragnotti,  da questo punto di vista m'a' sempre  piaciuto, non s'e' mai fatto sorprendere o coinvolgere nel cavalcare l'onda anti Lotito e con l'aria che e' tirata in questi anni , sarebbe stato facilissimo

Offline dako80

*
2876
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #2 il: 01 Set 2011, 16:58 »
Ci vorrebbe la coppia Lotito Cragnotti nella Lazio, allora andremmo alla grande
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #3 il: 01 Set 2011, 17:00 »
Ci vorrebbe la coppia Lotito Cragnotti nella Lazio, allora andremmo alla grande

Cragnotti purtroppo oggi nun c'ha più 'na lira...

Offline BomberMax

*****
19582
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #4 il: 01 Set 2011, 17:01 »
Cragnotti purtroppo oggi nun c'ha più 'na lira...


pero'  c'ha il vino bono  , mica poco !!!

Offline dako80

*
2876
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #5 il: 01 Set 2011, 17:02 »
Cragnotti purtroppo oggi nun c'ha più 'na lira...

Mica ci deve mettere soldi per forza, ma le sue capacità imprenditoriali, la capacità di creare una struttura come era la Lazio cragnottiana Lotito non le avrà mai
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #6 il: 01 Set 2011, 17:04 »
Mica ci deve mettere soldi per forza, ma le sue capacità imprenditoriali, la capacità di creare una struttura come era la Lazio cragnottiana Lotito non le avrà mai

Parliamo di un uomo che ha rischiato di far fallire la Lazio...

Offline matador72

*
13140
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #7 il: 01 Set 2011, 17:05 »
Il calcio rispetto a quando c'era Cragnotti è cambiato.
A quei tempi le squadre italiane compravano i big all'estero, ora li vendono.
Quell'epoca non tornera' tanto facilmente.

Offline dako80

*
2876
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #8 il: 01 Set 2011, 17:06 »
Parliamo di un uomo che ha rischiato di far fallire la Lazio...

Non è più il tempo scusa Mitico per ricominciare con i discorsi su Cragnotti, non ha fatto niente di differente dai vari Moratti Berlusconi Sensi e compagnia, ma davvero ormai tutti si sono fatti la propria idea.
Dico solo che non si può far finta che la società Lazio sotto il regno Cragnotti non fosse una società modello a livello mondiale cosa che non capiterà mai neanche lontanamente con Lotito, non perchè non voglia ma perchè non ne ha proprio le capacità manageriali prima che economiche
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #9 il: 01 Set 2011, 17:11 »
dako, per diventare una squadra importante a livello mondiale devi prima di tutto vincere, per vincere servono i calciatori forti, i calciatori forti costano, Cragnotti c'aveva la passione e i soldi rubati alla povera gente con la Cirio, pensi davvero che Lotito e molti altri manager non saprebbero fare lo stesso con 550 milioni di Euro in mano?

Offline Sercio69

*
4008
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #10 il: 01 Set 2011, 17:15 »
Mica ci deve mettere soldi per forza, ma le sue capacità imprenditoriali, la capacità di creare una struttura come era la Lazio cragnottiana Lotito non le avrà mai
Cragnotti è un bel ricordo, ma oggi è improponibile.
Anche perchè, se proprio vogliamo dirla tutta, pure la Lazio Cragnottiana non è che brillasse per lungimiranza.....
Più che altro, considerato che i soldi sono pochi, ci vorrebbe gente che capisca di calcio e soprattutto che abbia idee.
Il fatto che la Lazio oggi sia una squadra composta da ultratrentenni privi di valore economico, quindi impossibilitata a realizzare future plusvalenze, non dipende da Lotito, ma da chi ha gestito il mercato facendo precise scelte.
E' una strategia che non condivido per nulla, ma a questo punto la squadra è condannata ad ottenere risultati immediati, senza appelli, per ovvie ragioni anagrafiche.

Offline dako80

*
2876
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #11 il: 01 Set 2011, 17:18 »
dako, per diventare una squadra importante a livello mondiale devi prima di tutto vincere, per vincere servono i calciatori forti, i calciatori forti costano, Cragnotti c'aveva la passione e i soldi rubati alla povera gente con la Cirio, pensi davvero che Lotito e molti altri manager non saprebbero fare lo stesso con 550 milioni di Euro in mano?

Cragnotti non ha rubato niente a nessuno non ti lasciar convincere dai giornalai. Che dici? Berlusconi quanti soldi ha rubato a tutti noi con il digitale terrestre ad esempio? E' un discorso lungo se vuoi ti scrivo in privato e non qui che siamo out.
L'esempio lo hai in Moratti che già al tempo spendeva più di Cragnotti ma non vinceva mai un cazzo e ha dovuto inventarsi calciopoli per vincere qualcosa.
Non sto parlando comunque solo di calciatori, ma di organizzazione della società.

Offline vagabond

*
9398
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #12 il: 01 Set 2011, 17:20 »

gia'  me pare piu'  magro   :poof:  ma so'  io  o Zarate  somiglia sempre di piu'  a Foggia  :sisisi:

anche per me...mi dispiace però vederlo con un'altra maglia...ma qui alla Lazio quest'anno avrebbe creato solo problemi...dispiace anche perchè non si è investito per migliorare la rosa con le ultime cessioni + la sua...
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #13 il: 01 Set 2011, 17:26 »
bene Cragnotti,  da questo punto di vista m'a' sempre  piaciuto, non s'e' mai fatto sorprendere o coinvolgere nel cavalcare l'onda anti Lotito e con l'aria che e' tirata in questi anni , sarebbe stato facilissimo

verissimo
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #14 il: 01 Set 2011, 17:27 »
Direi che l'intervento di Cragnotti non fa che confermare quale fosse la linea societaria ai suoi tempi, perché "il Presidente" di idoli ne vendeva a frotte. Bisogna pure dire che ne comprava pure altrettanti, in una girandalo di arrivi e partenze che facevano sembrare la sua Lazio una sorta di Grand Hotel, almeno fino a quando non infrociò in Mendieta.
Era una politica che, tanto per inciso, non mi era mai piaciuta.
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #15 il: 01 Set 2011, 17:31 »
Cragnotti non ha rubato niente a nessuno non ti lasciar convincere dai giornalai. Che dici? Berlusconi quanti soldi ha rubato a tutti noi con il digitale terrestre ad esempio? E' un discorso lungo se vuoi ti scrivo in privato e non qui che siamo out.
L'esempio lo hai in Moratti che già al tempo spendeva più di Cragnotti ma non vinceva mai un cazzo e ha dovuto inventarsi calciopoli per vincere qualcosa.
Non sto parlando comunque solo di calciatori, ma di organizzazione della società.

Il fatto che Berlusconi sia un criminale non dimostra l'innocenza di Cragnotti, per il quale hanno chiesto 15 anni per bancarotta. Moratti i soldi li prende dall'azienda di famiglia, così come la Juve li prende dalla Fiat, mentre Cragnotti non aveva una fonte stabile di denaro, così come non la aveva Tanzi per il Parma.

ma a questo punto la squadra è condannata ad ottenere risultati immediati, senza appelli, per ovvie ragioni anagrafiche.

E' quello che hanno ammesso di voler ottenere.
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #16 il: 01 Set 2011, 17:33 »
Partite tutti da un presupposto sbagliato...e scusate se faccio il professorino per un attimo.
Lotito NON è affatto come Cragnotti.
Lotito si affeziona agli uomini prima e ai giocatori poi...Lotito ama gli idoli...e ve lo dico non per sentito dire.
Paragonare Zarate alla cessione di Nesta è come paragonare un atomo al buco nero.

Lotito non avrebbe mai dato via Zarate....ma la situazione ormai ingestibile l'ha portato a questa dolorosa conclusione.
Cragnotti pensasse alle sue cose che il suo tempo ormai è andato.

Offline dani2110

*
17852
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #17 il: 01 Set 2011, 17:49 »
Appunto, qui in questo topic, ma anche in altri, vedo un concentrato di paranoie incredibile.
La frase "vedove di Zarate" è la più gettonata e ripetuta per moda...

A me invece sembra che la moda sia "Nun c'è er progetto", "Semo na squadra de vecchi", Zarate era bono sull'ala"

Offline silvia84

*
16148
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #18 il: 01 Set 2011, 17:52 »
nonmenefregapiùnientedizaratecheoraèdel linter tessera #1

Offline vagabond

*
9398
Re:"Non create idoli, Lazio competitiva anche senza Zàrate"
« Risposta #19 il: 01 Set 2011, 17:54 »
nonmenefregapiùnientedizaratecheoraèdellinter tessera #1
tessera n°2
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod