"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!

0 Utenti e 60 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline radar

*****
8769
"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« il: 22 Ott 2010, 12:36 »
Non mi sembra di averlo letto quindi ve lo posto qui, se è già stato fatto, sorry

La rubrica è "Punto e Svirgola", di Gianni Mura e Giuseppe Smorto)


Gianni, prima di avventurarci nello sfascio del calcio italiano, devo dare conto di una violazione della tua privacy.
"Dove vuoi arrivare?".

Ha proprio ragione il Wall Street Journal. Facebook è una minaccia.
"Non è nella mia mazzetta, non ho un profilo su Facebook "

Una tua foto è stata pubblicata sul social network, con il meraviglioso titolo: Lettera 32.
"Potrebbe essere stata scattata in tutto il mondo".

E invece è di domenica, stadio S.Elia di Cagliari.
"Ho capito, vogliono farmi fare la figura del dinosauro, dell'orso marsicano o della foca monaca. Una volta un giornale giapponese fece una pagina su di me, l'ultimo con la macchina da scrivere".

Infatti, ma sono lettori curiosi. Vogliono perfino sapere se hai un dimafonista personale.
"No, il settore dimafoni a Repubblica per fortuna resiste ancora, c'è un collega che conosce pure i nomi dei ciclisti estoni. E' un paracadute, è l'alternativa alla Rete quando la rete cade. Mi risulta che autorevolissime firme dettino ancora i loro articoli. I lettori devono sapere che un giornale è fatto anche di generosi centrocampisti. Come i colleghi dell'archivio..."

Del centro di documentazione.
"Un giornale senza archivio è un giornale senza memoria. Credi di trovare tutto su Facebook o su Google?"

Per esempio, cercavo notizie di Bale.
"Un inglese da prendere al volo: in rapporto all'età: e non ha nemmeno i difetti di Rooney".

Rooney? Mi basta quello dei Mondiali.
"Potrebbe prenderlo il Manchester City, quelli opzionano anche i giardinieri".

Anche perché gli inglesi fuori dalla madre patria...
"Vuoi la solita lista: da Greaves finoa  Gascoigne passando per Rush. Hateley e Ince hanno fatto qualcosa in più".

Non sarà che ha ragione Mancini? Ha detto: dopo la partita uscite con le ragazze, non andate al pub.
"Di sicuro hanno abitudini alimentari sbagliate: li vedo tutti davanti a fish and chips, con la loro pinta..."

Leggi "Un giorno" di David Nicholls. Lì ci sono tante sbornie (ma anche tanto amore).
"Non divagare".

Parlando d'Inghilterra, spiegano il successo della scuola italiana: Ancelotti, Di Matteo, Mancini, Capello, Zola...
"Un segno positivo, vuol dire che sappiamo far scuola all'estero. Non dimenticare che Zola fu nominato "miglior calciatore straniero". Modestamente, uno dei miei cavalli".

Stiamo facendo di tutto per non arrivare al tema della giornata.
"Vuoi parlare dello sfascio del calcio? Sono pronto. E subito ti dico: anche la scelta sacrosanta di cambiare il settore giovanile puntando su Sacchi, Rivera e Baggio mi è sembrata tardiva".

Ti faccio la lista: tutte le nazionali a pezzi, stadi vuoti, violenza, risultati pessimi nelle Coppe.
"Per trovare un dato positivo, devo arrivare agli stranieri comprati dal Palermo. Che pure ne ha presi tre in Europa League. Le prendiamo dai russi, dai bielorussi, dagli svizzeri..."

Brutte cose a Napoli.
"Siamo osservati speciali in Europa. Succede che una comitiva di turisti sia stata aggredita mentre era a cena al ristorante. "Scambiati per hooligans": mi viene da ridere o da piangere. Eroico il ristoratore che li ha difesi".

E Roma bolle.
"Intanto non puoi prenderne tre dal Basilea, la sera in cui ti giocavi la qualificazione".

Non mi dire che il problema è Totti.
"Intanto quel lancio a Borriello è da scuola del calcio. Ma poi: Totti magari soffre la posizione in campo, ma dà tutto".

E Ranieri?
"O dice le cose giuste e la squadra le fa sbagliate, o sbaglia lui. Di sicuro la Roma non è più una squadra, ha una difesa colabrodo, non ha 90' nelle gambe. Adesso leggo che cambieranno anche modulo. E quello che io chiamo "metodo Vanoni".

Nel senso di Ornella?
"Sì: proviamo anche con Dio, non si sa mai".

Secondo te perché hanno preso Adriano? Era tutto già scritto.
"Lo sai che non me lo spiego? Oltretutto ritengo Vucinic una grande punta. Okaka è uno che si muove a differenza di Adriano, Totti può fare il doppio ruolo. In più, la società vive un momento confuso. Bah, boh".

Era già scritto anche che il Milan soffrisse con la formula sfarzo.
"Fino a quando giochi col Chievo può andar bene. Ma se in casa del Real vai con tre attaccanti che non tornano mai, contro una squadra che morde dal primo minuto... Che tristezza vedere il povero Pirlo e Gattuso che fanno i terzini, il povero Ringhio alle prese con Cristiano Ronaldo, quello vero, non quello dei Mondiali".

Allegri lo capirà?
"Guardi indietro, guardi a Leonardo: che un equilibrio lo aveva trovato. E poi è finita male. In quella squadra serve un centrocampista in più e una punta in meno. Senza dimenticare il gol preso per una barriera fatta male, ridicolo".

Chi non ha problemi del genere è la Lazio. Non è che ne parliamo poco?
"Ne parlo volentieri".

Se Lotito non sfoggiasse il latinorum, sarebbe da prima pagina.
"Gli riconosco molti meriti: non ultimo quello di essersi pentito di aver messo fuori squadra i ribelli l'anno scorso. Ti dico gli altri schematicamente. Intanto fra i meriti non metto quello di aver salvato la Lazio, l'avrei detto per una fabbrica di materassi. Ma il calcio dà visibilità e quindi reddito. Mi piace Lotito per come ha rotto con gli ultrà, e perché ha evidentemente dei buoni osservatori. Anche la scelta di Reja mi sembra interessante".

Ho letto una bella pagina sul Messaggero su tutti gli allievi di Galeone. Lui, Giampaolo, Allegri. E anche altri.
"Deve essere una catteristica degli zonisti. Guarda Sacchi, l'ultimo è Zoratto per la Under 21. Ma la lista è lunga: Tassotti, Gullit, Van Basten, Evani.... Ci sono allenatori che sono bravi maestri, una volta parleremo di Rocco".

Torniamo a Reja.
"Raramente sbaglia i cambi. Sa gestire una piazza difficile come Roma, come ha fatto a  fatto a Napoli. Non è un allenatore da prima pagina né da primo sfoglio. Ha saputo rimotivare Zarate, ha valorizzato Hernanes, liberando Mauri in funzione di jolly. Bravo Floccari, mio vecchio pallino. E quel brasiliano, Dias".

Se non sbaglio, è costato meno di tre milioni di euro.
"Fra i migliori difensori centrali del campionato, se non il migliore".

Quindi, squadra solida e nessun pensiero europeo.
"E una motivazione supplementare: il brutto momento dell'altra squadra".


Grazie, Gianni. E tanti saluti alla tua lettera 32 dal mio portatile.
"E se manca la luce?"


Gianni Mura, Repubblica.it - Povera patria per fortuna c'è la Lazio
« Risposta #1 il: 22 Ott 2010, 12:39 »
Bel pezzo d'intervista di Gianni Mura sulla Lazio di queste settimane. Una sorpresa, provendiendo da Repubblica.

http://www.repubblica.it/rubriche/punto-e-svirgola/2010/10/21/news/la_tua_foto_su_facebook-8307440

E Roma bolle.
"Intanto non puoi prenderne tre dal Basilea, la sera in cui ti giocavi la qualificazione".

Non mi dire che il problema è Totti.

"Intanto quel lancio a Borriello è da scuola del calcio. Ma poi: Totti magari soffre la posizione in campo, ma dà tutto".

E Ranieri?
"O dice le cose giuste e la squadra le fa sbagliate, o sbaglia lui. Di sicuro la Roma non è più una squadra, ha una difesa colabrodo, non ha 90' nelle gambe. Adesso leggo che cambieranno anche modulo. E quello che io chiamo "metodo Vanoni".

Nel senso di Ornella?

"Sì: proviamo anche con Dio, non si sa mai".

Secondo te perché hanno preso Adriano? Era tutto già scritto.
"Lo sai che non me lo spiego? Oltretutto ritengo Vucinic una grande punta. Okaka è uno che si muove a differenza di Adriano, Totti può fare il doppio ruolo. In più, la società vive un momento confuso. Bah, boh".

...

Chi non ha problemi del genere è la Lazio. Non è che ne parliamo poco?
"Ne parlo volentieri".

Se Lotito non sfoggiasse il latinorum, sarebbe da prima pagina.
"Gli riconosco molti meriti: non ultimo quello di essersi pentito di aver messo fuori squadra i ribelli l'anno scorso. Ti dico gli altri schematicamente. Intanto fra i meriti non metto quello di aver salvato la Lazio, l'avrei detto per una fabbrica di materassi. Ma il calcio dà visibilità e quindi reddito. Mi piace Lotito per come ha rotto con gli ultrà, e perché ha evidentemente dei buoni osservatori. Anche la scelta di Reja mi sembra interessante".

Ho letto una bella pagina sul Messaggero su tutti gli allievi di Galeone. Lui, Giampaolo, Allegri. E anche altri.
"Deve essere una catteristica degli zonisti. Guarda Sacchi, l'ultimo è Zoratto per la Under 21. Ma la lista è lunga: Tassotti, Gullit, Van Basten, Evani.... Ci sono allenatori che sono bravi maestri, una volta parleremo di Rocco".

Torniamo a Reja.
"Raramente sbaglia i cambi. Sa gestire una piazza difficile come Roma, come ha fatto a  fatto a Napoli. Non è un allenatore da prima pagina né da primo sfoglio. Ha saputo rimotivare Zarate, ha valorizzato Hernanes, liberando Mauri in funzione di jolly. Bravo Floccari, mio vecchio pallino. E quel brasiliano, Dias".

Se non sbaglio, è costato meno di tre milioni di euro.
"Fra i migliori difensori centrali del campionato, se non il migliore".

Quindi, squadra solida e nessun pensiero europeo.
"E una motivazione supplementare: il brutto momento dell'altra squadra".

orso.free

orso.free

Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #2 il: 22 Ott 2010, 12:44 »
Gianni Mura vive a Milano ed è lontano dai miasmi romani. Lo ritengo, da sempre,  il miglior giornalista sportivo italiano.

Offline MTL

*
1549
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #3 il: 22 Ott 2010, 12:46 »
Gianni Mura vive a Milano ed è lontano dai miasmi romani. Lo ritengo, da sempre,  il miglior giornalista sportivo italiano.
Lo ritengo un giornalista obiettivo. Concordo, sa di calcio e di ciclismo - aggiungo io - come pochi in Italia.
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #4 il: 22 Ott 2010, 12:51 »
Gianni Mura vive a Milano ed è lontano dai miasmi romani. Lo ritengo, da sempre,  il miglior giornalista sportivo italiano.

E so che ora collabora anche al nuovo Guerin Sportivo mensile
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #5 il: 22 Ott 2010, 12:54 »
Gianni Mura si legge sempre volentieri,sicuramente non e', per dirla con Mourinho, un "prostituto intelletuale"...
e non e' neanche la prima volta che parla bene della Lazio.
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #6 il: 22 Ott 2010, 13:30 »
Gianni Mura si legge sempre volentieri,sicuramente non e', per dirla con Mourinho, un "prostituto intelletuale"...
e non e' neanche la prima volta che parla bene della Lazio.

La rubrica "LE PAGELLE DI MURA " , secondo me , vale da sola il prezzo del quotidiano .

Non e' un "giornalista sportivo" come non lo era Brera , o magari NON e' solo un giornalista sportivo .

I suoi pezzi dal Tour o dal Giro sono squarci sul paese . Sulla vita .

Lo sport e la vita non sono solo CALCIO (bisognerebbe dirlo ai protagonisti del Topic Fotografico .... :o)

Online TheVoice

*****
4611
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #7 il: 22 Ott 2010, 13:32 »
Belle parole, non c'è che dire, se non che è più facile dirle adesso.

Senza nulla togliere al fatto che Mura è un giornalista con la G maiuscola...
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #8 il: 22 Ott 2010, 13:33 »
si però i complimenti da uno che ha appena detto che totti da il massimo in campo e che il suo è solo un problema di posizione, o che ancora osa fare accostamenti tipo "totti-scuola del calcio", un po' mi puzzano.
Io per sicurezza mi gratto i colleoni.
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #9 il: 22 Ott 2010, 13:44 »
si però i complimenti da uno che ha appena detto che totti da il massimo in campo e che il suo è solo un problema di posizione, o che ancora osa fare accostamenti tipo "totti-scuola del calcio", un po' mi puzzano.
Io per sicurezza mi gratto i colleoni.

Mura :
Non mi dire che il problema è Totti.
"Intanto quel lancio a Borriello è da scuola del calcio (VERO) . Ma poi: Totti magari soffre la posizione in campo, ma dà tutto" (non ha mica detto che da' TANTO)

Totti oramai gioca da fermo . Per questo , anche NOI , sosteniamo che giocano in 10 , e poi aggiungiamo LUNGA VITA (e contratto) a lui .... :p
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #10 il: 22 Ott 2010, 13:51 »
a Ragà questo è Il Giornalista! Grammatica, ironia (e lui ne ha da vendere), conoscenza e la giusta distanza, tutte in una persona sola a 600 km dal GRA. Rarità. Complimenti.
La cosa che più mi rattrista è che ci stupiamo davanti all'equilibrio.
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #11 il: 22 Ott 2010, 13:55 »
però ha sbagliato su Bale. dica ai suoi archivisti di informarlo meglio, oppure vada su google. è gallese non inglese.
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #12 il: 22 Ott 2010, 14:07 »
si però i complimenti da uno che ha appena detto che totti da il massimo in campo e che il suo è solo un problema di posizione, o che ancora osa fare accostamenti tipo "totti-scuola del calcio", un po' mi puzzano.
Io per sicurezza mi gratto i colleoni.

Anche io se giocassi nella Lazio darei il massimo. Ma sarebbe decisamente pochissimo.
Il problema sulla sua posizione c'è, nel senso che lui vuole giocare da punta e non gliela fa' più. Meglio così.
Il lancio è stato molto bello, c'è poco da dire.
Per il resto:

 :asrm

Offline fish_mark

*****
15968
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #13 il: 22 Ott 2010, 14:30 »
Mura, noto discepolo dei Giuanin Brera, dei cui fondi mi nutro avidamente, non ha mai avuto troppo in simpatia la nsostra compagine.
Il suo elogio è misurato ma in pratica su tutti i punti mi sento di condividere la sua analisi.
Perfetta è la sintesi del momento lazio e dei meriti del presidente:
- non ci mette quello di aver salvato la Lazio (quella è roba per opuscoli di propaganda elettorale, tipo quelli di "Una storia italiana", che magari nel caso specifico potrebbe intitolarsi "Una vita difficile") anche perché il calcio dà visibilità e quindi reddito (sarebbe interessante verificare l'ampliamento degli affari del presidente a partire dal 19 luglio 2004 ad oggi, ma è OT).
- gli piace per come ha rotto con gli ultrà (a me un po' meno, ma è materia OT)
- gli riconosce che ha dei buoni osservatori (negli ultimi tempi comincio a pensarlo anche io)
- la scelta di Reja gli sembra interessante (d'accordissimo: l'unica vera perla del presidente nella passata stagione).

porgascogne

porgascogne

Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #14 il: 22 Ott 2010, 14:35 »
Gianni Mura vive a Milano ed è lontano dai miasmi romani. Lo ritengo, da sempre,  il miglior giornalista sportivo italiano.

vecchia discussione

anche per me è così, ma ricordo appassionati netter che maledivano anche che pronunciasse il nome "Lazio"

avercene

Offline olandese

*
6194
http://www.footytube.com/
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #15 il: 22 Ott 2010, 14:37 »
Mi sembrava una illusione ottica quel titolo in prima pagina ma vedo che esiste veramente questo articolo.
:D
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #16 il: 22 Ott 2010, 14:39 »
Mura, noto discepolo dei Giuanin Brera, dei cui fondi mi nutro avidamente, non ha mai avuto troppo in simpatia la nsostra compagine.
Il suo elogio è misurato ma in pratica su tutti i punti mi sento di condividere la sua analisi.
Perfetta è la sintesi del momento lazio e dei meriti del presidente:
- non ci mette quello di aver salvato la Lazio (quella è roba per opuscoli di propaganda elettorale, tipo quelli di "Una storia italiana", che magari nel caso specifico potrebbe intitolarsi "Una vita difficile") anche perché il calcio dà visibilità e quindi reddito (sarebbe interessante verificare l'ampliamento degli affari del presidente a partire dal 19 luglio 2004 ad oggi, ma è OT).
- gli piace per come ha rotto con gli ultrà (a me un po' meno, ma è materia OT)
- gli riconosce che ha dei buoni osservatori (negli ultimi tempi comincio a pensarlo anche io)
- la scelta di Reja gli sembra interessante (d'accordissimo: l'unica vera perla del presidente nella passata stagione).

Secondo me non ha mai avuto in simpatia la ns curva . Se gli posso fare una colpa , nessuno e' perfetto , e' stata quellla di non approfondire il tema (non c'e' o c'era solo la curva) .

Il suo accenno netto alla rottura , per me , potrebbe dimostrare questa tesi .

Non dice , complimenti a Lotito per aver rotto con gli ultras , ma usa la seguente espressione :
" ...Mi piace Lotito per come ha rotto con gli ultrà ...
Se un giornalista come Mura usa la parola "COME" , vorra' dire qualcosa , o no ?

P.S. : o sono io che "peso" troppo le parole ?

vecchia discussione

anche per me è così, ma ricordo appassionati netter che maledivano anche che pronunciasse il nome "Lazio"

avercene


flaccoflamini

flaccoflamini

Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #17 il: 22 Ott 2010, 15:38 »
Gianni Mura è, imho, l'erede di Gianni Brera che considero il top dei giornalisti sportivi che ho conosciuto e letto. Essendo un grande, Mura non si fa condizionare dall'umore dei cateteri non solo romani. Non li vede proprio, non li vede. Quanto al fatto che la curva (storicamente ben determinata) non l'abbia mai ben considerata, non posso dargli torto.

Offline Gio

*****
6453
Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #18 il: 22 Ott 2010, 17:00 »
Ora è bravo perchè parla bene della Lazio.
Quando ha commentato Lazio - Inter, parlando di parodia del calcio, è stato un po' meno bravo.

Per me Mura è una persona di spessore. Come giornalista è molto presuntuoso e vittima della sindrome di dover dire sempre qualcosa di intelligente per potersi sentire (e  sembrare) diverso. Io non lo leggo tanto volentieri.


flaccoflamini

flaccoflamini

Re:"Povera patria, per fortuna c'è la Lazio" Testuale su Repubblica.it!!
« Risposta #19 il: 22 Ott 2010, 17:11 »
Piacevole per me un titolo (finalmente) positivo sulla Lazio nella hp di repubblica.it. Ci voleva uno come Mura. Una foca monaca che scrive con la Lettera 32.  ;)
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod