Un turno a porte chiuse!

0 Utenti e 43 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Miro25Klose

*
4621
Sesso: Maschio
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #40 il: 19 Gen 2018, 23:06 »
Chiudere uno stadio per colpa di 15 persone sarebbe proprio ridicolo, ma ormai non mi sorprendo più di niente.
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #41 il: 19 Gen 2018, 23:32 »
Gli adesivi non sono apologetici, sono demenziali. E essere razzisti non è reato. Neppure essere idioti. I 15 deficienti incriminati non avranno conseguenze penali.

Sul piano sportivo, il caso è davvero bizzarro. La discriminazione c'è, ma non è stata ne condivisa nè divulgata, tanto è vero che non vi è stata partecipazione da parte di soggetti diversi dagli autori (né vi è stato o poteva esservi dissenso). Gli autori sono stati identificati.

Concludo: la Lazio sarà punita perché... cosí deve essere. Saremo colpiti noi per educarne altri. Ma sarà un errore e un'ingiustizia.
Music_Maker_300_250.gif
Music_Maker_728_90.gif

Offline valpa62

*
2692
Sesso: Femmina
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #42 il: 19 Gen 2018, 23:43 »
Gli adesivi non sono apologetici, sono demenziali. E essere razzisti non è reato. Neppure essere idioti. I 15 deficienti incriminati non avranno conseguenze penali.

Sul piano sportivo, il caso è davvero bizzarro. La discriminazione c'è, ma non è stata ne condivisa nè divulgata, tanto è vero che non vi è stata partecipazione da parte di soggetti diversi dagli autori (né vi è stato o poteva esservi dissenso). Gli autori sono stati identificati.

Concludo: la Lazio sarà punita perché... cosí deve essere. Saremo colpiti noi per educarne altri. Ma sarà un errore e un'ingiustizia.

Offline JoeStrummer

*****
12260
Sesso: Maschio
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #43 il: 19 Gen 2018, 23:47 »
Gli adesivi non sono apologetici, sono demenziali. E essere razzisti non è reato. Neppure essere idioti. I 15 deficienti incriminati non avranno conseguenze penali.

Sul piano sportivo, il caso è davvero bizzarro. La discriminazione c'è, ma non è stata ne condivisa nè divulgata, tanto è vero che non vi è stata partecipazione da parte di soggetti diversi dagli autori (né vi è stato o poteva esservi dissenso). Gli autori sono stati identificati.

Concludo: la Lazio sarà punita perché... cosí deve essere. Saremo colpiti noi per educarne altri. Ma sarà un errore e un'ingiustizia.

La Lazio sarà punita perché una frangia della sua tifoseria sanguina davanti ad uno squalo.

Ci metteremo alle spalle questo problema sono quando avremo tutti reale contezza di ció.

I nostri nemici sono bravissimi nell’inventarsi modi per metterci in mezzo.
Ecco, partendo da questo presupposto direi che i tempi sono maturi per smetterla di dar loro pure una mano.
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #44 il: 19 Gen 2018, 23:54 »
La Lazio sarà punita perché una frangia della sua tifoseria sanguina davanti ad uno squalo.

Ci metteremo alle spalle questo problema sono quando avremo tutti reale contezza di ció.

I nostri nemici sono bravissimi nell’inventarsi modi per metterci in mezzo.
Ecco, partendo da questo presupposto direi che i tempi sono maturi per smetterla di dar loro pure una mano.
Ma insomma, mettiamola così: per punire ogni possibile sospetto rigurgito di razzismo, è giusto calpestare i più elementari principi della giustizia?

Offline JoeStrummer

*****
12260
Sesso: Maschio
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #45 il: 20 Gen 2018, 00:07 »
Ma insomma, mettiamola così: per punire ogni possibile sospetto rigurgito di razzismo, è giusto calpestare i più elementari principi della giustizia?

Per una frangia di tifoseria ampiamente recidiva, evidentemente, si.

Tutto questo, ben sapendo che il nostro potente nemico non vede l’ora di trasformare un minimo peto in una tempesta.

In ogni caso, speriamo che l’avvocato Gentile sappia muovere le leve giuste e minimizzare il danno.

Oltre che da tifoso laziale, lo dico da abbonato.


Offline Ranxerox

*****
7879
Sesso: Maschio
Re:Un turno a porte chiuse!
« Risposta #46 il: 20 Gen 2018, 00:21 »
Ma insomma, mettiamola così: per punire ogni possibile sospetto rigurgito di razzismo, è giusto calpestare i più elementari principi della giustizia?

No, non ha scritto questo e ha ragione Joe Strummer (secondo me).
Pensate solo a quali ipotetiche pene infernali che dovevano essere inflitte alla Lazio ed al suo presidente secondo la fanfara mediatica scatenata in quei tre giorni e pensate a come invece probabilmente finirà.
Il razzismo, per la maggior parte delle persone che ci ha messo becco, era solo una foglia di fico.
Ma siccome la mamma degli idioti (tipo quelli che hanno messo gli adesivi) è sempre incinta, la Lazio, a causa loro, se continuano, rimarrà sempre sotto schiaffo di fronte al mondo.
Dopodiché, in questo paese, la giustizia viene sempre molto dopo gli interessi di parte.
A prescindere dal fatto che io mi inculerei a sangue chi ha messo gli adesivi è chi continua a portare la politica dentro lo stadio.
Come vedi, visto che nelle ultime partite non ci sono stati ne uh-uh ne adesivi razzisti, si può anche tranquillamente evitare di fare 'ste cazzate.
C'è voluta una smerdata di livello mondiale dell'immagine della società e della tifoseria tutta e tre giorni di tritacarne.
(Oppure che i goliadici autori li hanno individuati in quattro e quatt'otto. Meglio stare in campana. Poi però rompono il cazzo con le barriere, le telecamere e i sistemi repressivi dentro lo stadio).
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod