Claudio Lotito (Topic Ufficiale)

0 Utenti e 23 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline pentiux

*****
18312
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9280 il: 27 Apr 2022, 12:53 »
Io la rivivrei a partire anche da domani. Compreso il rischio del fallimento.
Tieni, sono disposto anche ad arrivare al fallimento, del tipo ci facciamo dieci anni a vince tutto in Italia e in Europa e poi falliamo, come signori. Sticazzi dei ragazzini, chisselincula, faranno altro, si occuperanno di ippica, basket, qualcuno diventerà della roma.

Ma non era capacità manageriale o sagacia strategica.
Era bancarotta fraudolenta.
Severo ma giusto.

Offline Aquila1979

*
2855
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9281 il: 27 Apr 2022, 12:55 »
questa è una sciocchezza che andate ripetendo a pappardella da anni

puoi darmi del tu, anche se approvo la deferenza.
senza Sergio Cragnotti non avremmo avuto assolutamente quei diritti tv, assolutamente no.
perché con i vostri amati callerilotiti e via discorrendo non ci saremmo certo posti nel gruppo di testa, pionieristico (tele+, stream...).
il numero di tifosi è aumentato proprio in quel periodo, come le presenze allo stadio, i risultati...

saremmo stati il torino, a dire culo.

puoi continuare a darmi del voi.

ps nel periodo lotitiano la viola è andata più o meno come noi, molto meglio nella prima fase, molto peggio nella seconda.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9282 il: 27 Apr 2022, 12:56 »
E quindi Cragnotti che cazzo c'entra con queste due categorie ?
Con parole tue, anche semplici....

Se riprendi i post degli ultimi giorni su questo topic o l'altro sul ciclo da rifondare, ne trovi a bizzeffe purtroppo di queste associazioni quando sono io il primo a dire che tra Lotito e gli sceicchi c'è un mondo (e a qualcuno fa schifo pure un eventuale sceicco).

Quest'ultimo mio post in particolare era una provocazione nei confronti di questa disperato tentativo di tanti nel raccontarsi come la Lazio sia molto più vicina a quella degli anni '80 (cioè pre-Cragnotti) eliminando totalmente cosa sia avvenuto dopo.

E tra Sergio e Claudio, c'è una bella differenza soprattutto negli obiettivi e nella capacità, dove uno ci ha portato ad avere una squadra da "sceicchi", l'altro neanche per sbaglio.

Poi però ci lamentiamo dei vari Guido De Angelis, della narrazione e perché la maglietta più venduta (almeno vado a memoria) sia quella dei -9.

Ho riassunto più in breve possibile.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9283 il: 27 Apr 2022, 12:56 »
L'unica cosa che ho vissuto di Cragnotti, data la mia età, è stata la paura di sparire alla fine
Magari avessi vissuto quella Lazio lì, magari proprio

Io ho vissuto Cragnotti come meglio non potrebbe chiedere un tifoso: cioè da i 13 ai 23 anni. Mi sono sentito calcisticamente onnipotente, padrone di questa città.

Eppure ho un approccio molto "laico". Cragnotti è stato un grande volo ma se ne possiamo parlare con nostalgia ed orgoglio è perchè dopo di lui c'è stato un "wolf" che ha risolto brillantemente una situazione assai complicata.

Lotito con la Lazio ha fatto un lavoro egregio, a mio avviso fino al Covid.

Dopodichè IMHO stiamo assistendo fine della sua gestione, perlomeno com'era impostata prima che il virus accelerasse tutti i processi di cambiamento già striscianti.

Dato che dai suoi atteggiamenti non sembra avere alcuna intenzione di cambiare il giocattolo nè di mettere mano ai suoi parametri gestionali, temo che andremo incontro ad un fine ciclo altrettanto traumatico come quello del predecessore.

Offline Jeffry

*****
11824
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9284 il: 27 Apr 2022, 12:57 »


Capisco il gusto della critica a tutti i costi ma non capisco come si faccia a separare la conduzione aziendale dai risultati sportivi. Poi leggo in giro che quando gira bene dal punto di vista sportivo è culo, quando invece gira male è colpa di una conduzione aziendale miope e casereccia. E allora qualcosa si spiega.

Rompere il motore? A me sembra - guardando la classifica e i risultati degli ultimi 4 mesi - un'affermazione completamente distaccata dalla realtà. Essere palesemente più debole di inter, milan e di un paio di altre squadre nell'anno in cui hai cambiato allenatore, completamente rivoluzionato il gioco e parzialmente rivoluzionato la rosa, significa aver rotto il motore?
Non sarà invece fisiologica difficoltà?

Ripeto, capisco il gusto della critica a tutti i costi, e capisco ancor di più lo sdegno verso il personaggio lotito ma il moriremotuttismo in questo momento a chi giova se non ai nemici della Lazio?

Confermo la mia profonda avversione per il personaggio ma questo giochetto che tale pregiudizio offuschi ogni analisi, onestamente, ha un po scocciato.
Non ho avuto problemi a riconoscere meriti non mi faccio problemi ad evidenziare demeriti.
Mai detto che i successi sportivi siano arrivati per culo; così come ritengo che i fallimenti sportivi non siano esclusivamente riconducibili alla società.
Ogni fallimento sportivo ha più chiavi di lettura e, sicuramente, va contestualizzato nell'arco dei 18 anni di presidenza Lotito.
Rimango convinto che si possa scindere il lavoro del campo con il lavoro aziendale; soprattutto inteso, ripeto, come visione, come Piano Industriale.
In cui ravvedo una buona amministrazione ma nessun proposito imprenditoriale.
Rompere il motore, l'essere andati fuori giri non è rapportato alle più facoltose competitor ma al fatto che a gennaio non hai avuto modo di mettere una toppa agli errori fatti perchè non si ha più margine di manovra.
Nel dover azzerare tutto a maggio per poter ripartire.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9285 il: 27 Apr 2022, 12:57 »
Sergio Cragnotti, capisci.
Sergio Cragnotti.
uno scudetto (1?) rubato, uno vinto.
la coppa delle coppe, la supercoppa europea.
Sir Alex Ferguson che ci cita nella sua autobiografia.
il tetto del mondo.

porco tutto stiamo ravanando nelle tasche per iscriverci al campionato (per lottare, se tutto va bene e si allineano i pianeti per il quinto posto), gli unici a dover imparare la formula dell'indice di liquidità e si parla con leggerezza di Sergio Cragnotti

dovremmo avere tutti in casa un cazzo di altare con il faccione di Sergio Cragnotti, e baciare la foto entrando e uscendo da casa.

Ma lo so, io rimango allibito. 

Che poi intendiamoci, anche Cragnotti ha fatto i suoi errori, ma c'era un sistema calcio molto diverso da quello attuale.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9286 il: 27 Apr 2022, 12:58 »
L'unica cosa che ho vissuto di Cragnotti, data la mia età, è stata la paura di sparire alla fine
Magari avessi vissuto quella Lazio lì, magari proprio

Anni incredibili  :since

Che con il senno del poi, visto che siamo qui ancora vivi e vegeti (per niente scontato) possiamo ricordare con orgoglio.

Offline Aquila1979

*
2855
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9287 il: 27 Apr 2022, 12:59 »
Anni incredibili  :since

Che con il senno del poi, visto che siamo qui ancora vivi e vegeti (per niente scontato) possiamo ricordare con orgoglio.

darei il mignolo per rivedere quelle facce da cazzo quando abbiamo preso Vieri o quando gli abbiamo soffiato Stankovic.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9288 il: 27 Apr 2022, 13:00 »
La propaganda della stampa romanista ha funzionato alla grande.

Il male è stato Cragnotti, il bene Lotito.

Che schifo gli arabi o quelli con i soldi veri, torniamo ai meravigliosi anni '80.

ma nessuno dice che Cragnotti sia stato il male

però l'unica cosa che Lotito à davvero ereditato da Cragnotti sono i debiti e la smania dei tifosi a voler stare sul tetto del mondo come è diritto naturale della Lazio.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9289 il: 27 Apr 2022, 13:00 »
Le proprietà immettono sempre di meno, quasi nulla. Gli aumenti di capitale li fanno con indebitamenti progressivi (sulle spalle delle società). Gli interessi sono sempre più alti ma i debiti finanziari delle società come Roma e Inter aumentano spaventosamente ogni anno. L'ultimo prestito fatto da Suning per coprire i debiti dei debiti dei debiti dell'Inter é di 292 milioni di euro a un tasso del 12% (un tasso spaventoso, ai limiti dell'usura).
In garanzia del debito Suning ha messo l'Inter. Per dire.

Questo non lo so, ma che comincino a mostrare la corda é evidente. La questione della Superlega nasce da li. In questo sistema, cosi com'é oggi organizzato, prima o poi la bolla scoppia.
Chi pagherà é un altro discorso.

La garanzia di solvibilità non li fornisce la proprietà ma le società stesse. Io credo che ci sia una forma di obnubilazione con la figura di Lotito. E' diventato il parametro la misura di tutte le cose che riguardano la Lazio. E non é cosi. Le debolezze strutturali della Lazio non sono conseguenza di Lotito ma la realtà storica. Se siamo la sesta piazza d'Italia e non la prima non é perché Lotito c'ha la società di pulizie. L'eventuale solvibilità di Milan e Inter non la danno le proprietà, ma il Milan e Inter.
Ma davvero pensi che Suning metta, o abbia messo, a rischio il suo patrimonio per la faccia dei tifosi dell'Inter o per i titoli esaltati sulla gazzetta dello sport ? Thoir é uscito dall'Inter con più soldi di quanto ci era entrato lasciando all'Inter un debito moltiplicato per x. Milan, Inter e Lazio non sono differente perché da noi ci sta Lotito. Ma perché lo sono storicamente, per seguito e potenzialità.
Il Milan ha avuto un paio di grosse botte di culo due anni fa. Che é fallito il progetto Rangnick e si sono dovuti tenere Pioli (allenatore che arrivò in saldo perché non avevano più una lira) e che il fondo americano che li aveva comprati lo aveva fatto con soldi presi in prestito mettendo a garanzia lo stesso Milan. Non ci avevano messo mezza lira e quindi il Milan é passato al fondo Elliot, che del Milan se ne sbatte e ha dichiarato immediatamente che avrebbe rimesso in sesto i conti per rivenderlo appena ci sarebbe stata l'occasione.  Ha imposto una rigida politica di riduzione dei costi. Quindi via i grossi contratti, rinnovi a cifre contenute e molti giovani. Via Donnarumma, rinnovi di contratto a Kessie e Romagnoli a prezzi inferiori alle cifre precedenti.  Una politica che sta pagando anche sportivamente e anche finanziariamente. I debiti restano alti ma stanno proporzionalmente calando. -


Cragnotti era un truffatore (con condanne passate in giudicato), al marketing c'ha messo la figlia (B11 do you rememeber ?), e alla fine della fiera i libri della Lazio stavano in tribunale.
Io sono d'accordo, rivivrei gli anni di Cragnotti anche domani, ma oggi sappiamo che non era capacità manageriale o visione a lungo termine. Era bancarotta fraudolenta.
Le idee di Cragnotti erano illegali.
Ci sono sentenze della cassazione che lo dimostrano.

Se per un momento tolgo gli occhiali del tifoso posso anche ritenere che sia corretto.
Spiego perchè.
Una società, sportiva o tradizionale, è sicura (non in salute, ma sicura) quando è solvibile, ovvero quando può far fronte alla spesa corrente; le società falliscono non quando creano debito, ma quando non sono in grado di onorare le scadenze dei pagamenti per mancanza di liquidità.
(...)
Chiaramente questo è un ragionamento per iperbole, ma nel nostro contesto è chiaro che noi, con la nostra proprietà, senza player trading quest'anno rischiamo di non coprire i costi, mentre altre squadre saranno anche in perdita, ma grazie alle spalle coperte da proprietà più forti garantiscono maggiormente i propri creditori.
Di fatto si rimette la valutazione della solidità di una Società al sistema creditizio.
La banca concede quel prestito perchè ha garanzie di solvibilità, mentre il povero cristo non può estinguere un mutuo con un mutuo più grande che gli permetta di comprarsi a buffo anche la macchina e il garage.
La nostra proprietà che garanzie di solvibilità ti fornisce, se la SS Lazio vale da sola più di tutte le altre società del presidentissimo?
Il nostro poi continuerà sempre a preferire una 500 tutta sua, piuttosto che una Mercedes in leasing.
ma infatti hai voglia a mettese le bistecche davanti l'occhi.

Ci fu una dichiarazione chiarissima, inequivocabile, alla cena di Natale.
Sono riuscito a leggere su queste pagine che quella fu solo una boutade retorica e ancora parliamo di abbate.
Se abbate scrive cazzate dire che quella fu una boutade è una cazzata grossa quanto una montagna.

La realtà è che ci siamo incartati per i limiti e le contraddizioni interne a questo modo osceno :beer: di gestire la Lazio.
Ma come molti non vogliono riconoscere i meriti passati altrettanti hanno una difficoltà atavica a riconoscere questi limiti e queste contraddizioni.
Nominati sempre e solo genericamente "si, ci sono limiti, però...",
mai circostanziati, pare che la Lazio sia essenzialmente vincolata ad essi e non possa uscirne.
Condannati al presente.

Lotito con Sarri aveva lanciato una sfida. Questa sfida ad oggi la sta perdendo di brutto.
Non è che Sarri era un segnale perché ci piace il toscano. Ma per quello che implicava.
NON come chissà quali nomi, ma come tipologia di squadra da costruire.

Chi dice che Sarri pretende nomi e noi non abbiamo disponibilità mistifica. è un mistificatore e come tale va denunciato. Si, ce l'ho anche con te gentlemen.
Sarri pretende caratteristiche, che si possono prendere anche con giocatori assolutamente alla nostra portata. Anzi, anche alla portata dell'Empoli. Altro che "ci vogliono troppi soldi".
Ma de che state a parlà? Ma basta!

Sta perdendo di brutto non per il mancato arrivo di gente come Loftus Cheek o Kostic.
Ma per la conferma del metodo Tare, senza alcuna prospettiva  :beer: confermando la costruzione della rosa non fatta in sinergia con l'allenatore, ma attraverso discutibilissimi criteri che hanno caratterizzato la sua gestione opaca (non in termini di corruzione, ma appunto di criteri utilizzati).

Sarri doveva essere una sfida in tal senso e non servivano tanti soldi per farla.
Chi dice questo sta cercando di spostare l'attenzione.
Non servivano soldi, servivano idee. Ma questa società non ha queste idee.
Ne ha altre
, [/b]poche e confuse :beer:.
E per questo contestarla è sacrosanto. Per questo, non perché ha poche risorse.

Tutto giusto e sacrosanto.

Mi limito ad aggiungere solamente che:

1) La Uefa sta cercando d'incentivare fortemente quanto scritto da @italicbold: tetto di spesa in percentuale ai ricavi e restrizioni all'indebitamento (lungo periodo) nonchè alle esposizioni in termini di liquidità da parte dei club (breve periodo). Per spendere di più bisogna ricavare di più, facendo diventare "profittevole" l'impresa calcistica (al di là dei dividendi: i club "distribuiscono" prestigio, pubblicità, rafforzamento patrimoniale del gruppo proprietario, chiavi di accesso a nuovi mercati sportivi e non, etc): stadio moltiplicatore di ricchezza e reddito, settore commerciale, settore giovanile come mezzo di "player trading" al pari della prima squadra, rafforzamento patrimoniale per mezzo di infrastrutture come la Grande Formello prima che degli stessi volatili calciatori, etc.
C'è solo un però: la ricerca del pareggio di bilancio sarà un ordine meno tassativo, laddove la società è in grado di coprire le spese con mezzi propri (diretti o carico della società sportiva).
Chi più ricava, più spende.

2) È vero che le società di calcio in sè sono l'unità di misura per valutare la solidità o meno delle stesse, al di là delle proprietà.
È vero che i famigerati "bacini di utenza locali, nazionali, globali"
sono decisivi nel determinare le fortune di un club.
Tuttavia, le proprietà contano comunque tantissimo e fanno la differenza. Perchè:
a) Possono influenzare i ricavi commerciali di un club in prima persona (Elkann, Commisso, Squinzi etc) pure con contratti di sponsor fuori-mercato (ambiguità Uefa) o facilitando accordi commerciali in grado di far salire di livello il valore del marchio dei club (l'esempio dei qatarioti, ma pure dei cinesi: che invitano i loro connazionali - lo "Stato" sono loro e il puro mercato c'entra meno - a investire nella propria attività sportiva).
b) Possono "rassicurare" gli investitori sulla qualità e solidità dell'eventuale progetto - favorendo maggiori investimenti iniziali, utili per accelerare il grande salto - sulla base del prestigio, delle referenze e della credibilità della proprietà. 
a) e b) spiegano ad esempio - assieme al contesto sportivo che conta (Premier League) ma anche no (Psg: qui contano l'Eliseo e le opportunità gepolitiche, geo-economiche, geo-culturali) - la crescita esponenziale di società come Chelsea e Paris Saint-Germain: passate dall'essere marchi locali, a stento nazionali, a colossi globali - nell'arco di un tempo relativamente breve.

3) Le parole evidenziate in rosso ("player trading: quello sano, non le plusvalenze farlocche utili a rattoppare bilanci martoriati dai costi) rappresentano il mezzo più immediato di cui un club dispone per provare a salire di livello per un tempo più lungo possibile, al di sopra delle proprie potenzialità strutturali
- al netto delle barriere all'ingresso per la partecipazione alla CL (il bancomat del calcio europeo), sia in termini economici che di bontà dei progetti sportivi, che non sempre vanno di pari-passo.
Vendere (più o meno regolarmente, meno quando si sale di livello: grosso volume d'incasso, superiore a quello delle cessioni, ma in grado di rafforzare conto finanziario, economico e risorse per il monte-ingaggi) per rafforzarsi costantemente: non è facile e bisogna saperlo fare "scientificamente" (scouting di alto livello e/o settore giovanile di qualità: in totale sintonia con l'allenatore, nel breve-medio-lungo periodo).
L'Europa fa la differenza, più di ogni successo domestico: accesso alla CL oppure cammini costanti e di alto livello nelle coppe minori.
Esempi positivi: Villareal, Siviglia, Atalanta, Napoli, etc.
Esempi negativi: ASPallotta, Fiorentina, Amburgo, Genoa, etc.

In serata, cercherò di approfondire quest'ultimo aspetto.

Concludo dicendo che: Lotito sarà pure str*nzo, ma non è assolutamente scemo.
Quindi aspetterei prima di fargli il funerale, nel bene e nel male.

Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9290 il: 27 Apr 2022, 13:04 »
darei il mignolo per rivedere quelle facce da cazzo quando abbiamo preso Vieri o quando gli abbiamo soffiato Stankovic.

Bastasse un mignolo volentieri anche io  :since

Che periodo  :ssl

Offline Picpus

*****
487
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9291 il: 27 Apr 2022, 13:06 »
Confermo la mia profonda avversione per il personaggio ma questo giochetto che tale pregiudizio offuschi ogni analisi, onestamente, ha un po scocciato.
Non ho avuto problemi a riconoscere meriti non mi faccio problemi ad evidenziare demeriti.
Mai detto che i successi sportivi siano arrivati per culo; così come ritengo che i fallimenti sportivi non siano esclusivamente riconducibili alla società.
Ogni fallimento sportivo ha più chiavi di lettura e, sicuramente, va contestualizzato nell'arco dei 18 anni di presidenza Lotito.
Rimango convinto che si possa scindere il lavoro del campo con il lavoro aziendale; soprattutto inteso, ripeto, come visione, come Piano Industriale.
In cui ravvedo una buona amministrazione ma nessun proposito imprenditoriale.
Rompere il motore, l'essere andati fuori giri non è rapportato alle più facoltose competitor ma al fatto che a gennaio non hai avuto modo di mettere una toppa agli errori fatti perchè non si ha più margine di manovra.
Nel dover azzerare tutto a maggio per poter ripartire.

Non credo sia mai esistito un cd piano industriale da 18 anni ad oggi..anche su questa famosa capacità amministrativa di Lotito...boh...a me non piace come persona e della Lazio gli importa il minimo sindacale
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9292 il: 27 Apr 2022, 13:07 »
da giorno ogni giorno scrivo che lotito gestisce la lazio solo coi diritti tv senza rischiare di suo.
diritti tv che sono garantiti anche dalla storia fatta dai suoi predecessori che rischiavano in proprio.
bacino di utenza in primis, quello che lui sta asfaltando.
non potendo essere competitivo vorrebbe norme che stoppino gli altri , tipo io non posso salire faccio in modo che tu scendi.
ad oggi gli aumenti di capitale si possono fare e nessuna norma per ora considera i debiti come condizione per l'iscrizione al campionato.
finche' non cambiano ste cose la situazione e' questa nel calcio.
o si adegua o lascia.

Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9293 il: 27 Apr 2022, 13:09 »
darei il mignolo per rivedere quelle facce da cazzo quando abbiamo preso Vieri o quando gli abbiamo soffiato Stankovic.

Ma guarda se è per questo non serve tornare tanto indietro, io darei un mignolo anche solo per ritornare a godermi quelle stesse facce da caxxo piangere sul podere de Lodido e blaterare di classifiche arbitrali fittizie non più tardi di due stagioni fa.

Purtroppo però c'è stata la stramaledetta pandemia che ha cambiato le carte in tavola ed è evidente che questo rimescolamento ha messo in crisi il modello gestionale lotitiano, per me in modo irreparabile.

Offline QVIRIS

*
223
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9294 il: 27 Apr 2022, 13:11 »
Anni incredibili  :since

Che con il senno del poi, visto che siamo qui ancora vivi e vegeti (per niente scontato) possiamo ricordare con orgoglio.
anni ruggenti, vissuti tutti pero' (da pare mia) con la paura che prima o poi il sogno sarebbe finito...e infatti.
da li' ho capito che se non hai la maglia a strisce e punti troppo in alto, fai la fine di icaro....
ed è sempre per questo che, molto controvoglia, alla fine mi sono fatto andare bene lotito
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9295 il: 27 Apr 2022, 13:16 »
Non ho letto bene tutto ma mi è parso di vedere il nome di Cragnotti(sempre sia lodato) e bancarotta fraudolenta.
Tengo a precisare che la Lazio non è fallita ,ergo Cragnotti(e non Lotito) l'ha accuratamente risparmiata.
Tendo a precisare che anche i Lenzini(sempre siano lodati) sono andati per stracci ma hanno risparmiato l'amata Lazio.

N.B. Ogni scudetto un fallimento ! Per questo anche quello del 1914 è in linea con gli altri...
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9296 il: 27 Apr 2022, 13:16 »
ma nessuno dice che Cragnotti sia stato il male

però l'unica cosa che Lotito à davvero ereditato da Cragnotti sono i debiti e la smania dei tifosi a voler stare sul tetto del mondo come è diritto naturale della Lazio.

Non è vero, più volte ho letto o sentito che Cragnotti è stato il male perché ha imborghesito il tifoso Laziale, che sennò fallivamo per colpa sua, ect ect...

E non c'è nessun tifoso che chiede di stare sul tetto del mondo per forza.

Qui si chiede solo di avere almeno un progetto (anche a lungo termine) che possa portarci a lottare per i primi 4 posti, a vincere anche un trofeo europeo (o almeno a provarci seriamente) e non di vincere campionato e champions ogni 2 anni, ma nemmeno di stare a sperare di lottare per un posto in Europa League. Anche Cragnotti ci arrivò per gradi.

Lotito non è capace? venda la Lazio.

C'ha avuto quasi 20 anni per provarci e non c'è mai riuscito. 

E ancora ci tocca sentire la tiritera dell'iscrizione al campionato e la rata da versare all'AdE.
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9297 il: 27 Apr 2022, 13:16 »
puoi darmi del tu, anche se approvo la deferenza.
senza Sergio Cragnotti non avremmo avuto assolutamente quei diritti tv, assolutamente no.
perché con i vostri amati callerilotiti e via discorrendo non ci saremmo certo posti nel gruppo di testa, pionieristico (tele+, stream...).
il numero di tifosi è aumentato proprio in quel periodo, come le presenze allo stadio, i risultati...

saremmo stati il torino, a dire culo.

puoi continuare a darmi del voi.

ps nel periodo lotitiano la viola è andata più o meno come noi, molto meglio nella prima fase, molto peggio nella seconda.

questa cosa è una BALLA, un'enorme balla.

e te lo dimostra il Napoli che in quegli anni faceva ridere. RIDERE.
mentre noi vincevamo lo scudetto il Napoli andava in B per starci qualche anno.
nel 2004 è fallita.

eppure appena ritorna in serie A nel 2008 dopo SETTE ANNI DI ASSENZA, acquisisce più diritti televisivi di noi. cosa che non capita alla Sampdoria che invece in quegli anni era ancora una buona squadra, che negli anni 90 aveva dominato in serie A e in europa.

perché i diritti televisivi sono determinati dai bacini, che sono per fortuna ancora oggi un nostro plus. temo per poco se continuiamo a essere tifosi a questo modo, ma per ora è così.

questa cosa è detta solo per sminuire continuamente Lotito ma è una falsità fondata su nessun elemento reale, come il Napoli e la Fiorentina dimostrano.

Offline Aquila1979

*
2855
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9298 il: 27 Apr 2022, 13:19 »
questa cosa è una BALLA, un'enorme balla.

perché ti manca un pezzo.
gli anni di Cragnotti per noi sono stati di enorme crescita.
noi venivamo dal semi-nulla dopo gli anni di Lenzini.
questo ci ha attestato sopra la viola.

Offline Gio

*****
8520
Re:Claudio Lotito (Topic Ufficiale)
« Risposta #9299 il: 27 Apr 2022, 13:19 »
Beh non è fallita perché il tanto odiato Lotito ha fatto un miracolo sportivo ed economico. Se vogliamo dare a Cesare quel che è di Cesare.
Poi la gestione intermedia fra Cragnotti e Lotito avrà avuto pure le sue colpe che non esentano di certo quelle di Cragnotti. La sua gestione ha azzerato il valore della Lazio e indebitato la società per buffi che ancora stiamo pagando.

Cragnotti ci ha portato in paradiso ma un secondo dopo per farlo ci ha buttato all'inferno.
Anche Cragnotti l'avrebbe salvata. Anzi sarebbe andato in continuità perché stava 20 anni avanti a tutti. Sta tutto scritto sul suo ultimo bilancio (4 società,  ringiovanimento della rosa etc.). Quella Lazio aveva un patrimonio giocatori che, pagati i debiti, ci avanzava pure il resto (e se li sono venduti quelli dopo). Nulla di fraudolento in tutto questo. Le beghe sono altrove.
Il punto di questa discussione, però, è che la Lazio, poi, non è fallita. Quindi l'idea che per vincere bisogna fallire non tiene conto dei fatti, non delle opinioni.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod