Di padre in figlio

0 Utenti e 35 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline naoko

*****
7805
Re:Di padre in figlio
« Risposta #20 il: 05 Giu 2018, 12:13 »
Naoko, io francamente avrei critiche su tutto e tutti, nessuno escluso.
Purtroppo se levi il padrone, levi gli irriducibili, levi i divanari (anzi quelli se so levati da soli)
chi rimane?
Il mio discorso non vuole essere "quel che è stato è stato", vuol essere: ripartiamo.
Io poi sono convinto che quest'anno Lotito farà le cose in modo leggermente diverso (in meglio).
Speranza.
Guarda, mi trovi assolutamente d'accordo. Io sono una romantica che va allo stadio nonostante l'ambiente, lotito, i cazzi e pure i mazzi, quindi figurati!

In fondo non me ne deve fregare niente, l'importante è ripartire, hai ragione.

Io però non metterei iniziative che fino all'anno scorso sono state extra società, al pari del dramma delle scarse presenze durante l'anno, perché francamente è una cosa extra, bella sì, ma per quanto mi riguarda dopo il primo anno non aveva molto senso proseguire, lo ho trovato anzi un po' forzato e un modo per individui che si erano allontanati dalla società per provare ad emergere.

Ma poi la nord la ha fatta la coreografia?
Re:Di padre in figlio
« Risposta #21 il: 05 Giu 2018, 12:27 »
Guarda, mi trovi assolutamente d'accordo. Io sono una romantica che va allo stadio nonostante l'ambiente, lotito, i cazzi e pure i mazzi, quindi figurati!

In fondo non me ne deve fregare niente, l'importante è ripartire, hai ragione.

Io però non metterei iniziative che fino all'anno scorso sono state extra società, al pari del dramma delle scarse presenze durante l'anno, perché francamente è una cosa extra, bella sì, ma per quanto mi riguarda dopo il primo anno non aveva molto senso proseguire, lo ho trovato anzi un po' forzato e un modo per individui che si erano allontanati dalla società per provare ad emergere.

Ma poi la nord la ha fatta la coreografia?

No, non l'ha fatta per motivi "tecnici": ha usato i soldi raccolti per regalare biglietti.

A me piacerebbe molto invece che diventasse un appuntamento fisso: per me per esempio
è stata l'occasione per portare allo stadio per la prima volta mio figlio di 3 anni, che si è emozionato quando ha visto i paracadutisti e Olympia.
Poi non c'ero alle altre edizioni per cui non so fare confronti, dico solo che mi sembrava organizzato tutto malino: impianto audio carente di qualità e potenza, tempi morti, momenti di noia.
Dovrebbe essere secondo me tutto più dedicato ai bambini: più cose immediatamente fruibili, più snellezza, più velocità.
Se fatto veramente bene potrebbe essere davvero un evento unico nel panorama italiano (che poi inevitabilmente qualcuno copierà).
Per esempio mio figlio grande che al momento è della juve (ma prima o poi lo recupero  :x) mi ha chiesto di portarlo a Di padre in figlio della juve, e quando gli ho spiegato che è una cosa solo della Lazio non ci credeva.
Retten_sie_ihre_videokassetten_300_250.gi

Offline ssl1900

*
1370
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #22 il: 05 Giu 2018, 12:34 »
Ti passo solo Diaconale. Gli ingaggi sono cresciuti da parecchio e continuano a crescere.
Klose a 2,5 è roba di 5 anni fà.

Lotito sono 14 anni che è presidente della Lazio. Ci sta che una persona in 14 anni cambi il modo di rapportarsi con tv e tifosi o nel modo di gestire la società, ecc. Non fosse altro perché col passare degli anni si acquisiscono conoscenze e si è più esperti.   
Fortunatamente per noi, Lotito è cambiato in meglio. Almeno io la vedo così.

Offline naoko

*****
7805
Re:Di padre in figlio
« Risposta #23 il: 05 Giu 2018, 12:43 »
No, non l'ha fatta per motivi "tecnici": ha usato i soldi raccolti per regalare biglietti.
Bravi!

A me piacerebbe molto invece che diventasse un appuntamento fisso: per me per esempio
è stata l'occasione per portare allo stadio per la prima volta mio figlio di 3 anni, che si è emozionato quando ha visto i paracadutisti e Olympia.
Poi non c'ero alle altre edizioni per cui non so fare confronti, dico solo che mi sembrava organizzato tutto malino: impianto audio carente di qualità e potenza, tempi morti, momenti di noia.
Dovrebbe essere secondo me tutto più dedicato ai bambini: più cose immediatamente fruibili, più snellezza, più velocità.
Io ricordo chiaramente il primo anno, che era sì tutto un po' alla come viene viene, ed eravamo tutti meravigliati del fatto che non fosse successo niente, perché non c'era il minimo controllo da nessuna parte!

Per fare come dici tu, credo servirebbe un complete make over, impossibile senza l'organizzazione totale della società, che ha mezzi e agganci ed esperienza.
Ricordiamo anche che forse l'olimpico è un po' troppo per questo tipo di iniziative, ma rimane sempre il solito problema: questo c'avemo!!  :) :)

Offline Bambino

*
5101
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #24 il: 05 Giu 2018, 18:26 »
No, non l'ha fatta per motivi "tecnici": ha usato i soldi raccolti per regalare biglietti.

non solo la coreografia, ma tante altre cose non hanno fatto.
Erano in programma diverse cose, ma alcune, come la coreografia, non è stato possibile sia per i soldi sia proprio per la mancanza di gente per realizzarla, la curva era mezza vuota, altre proprio per una questione economica, da quello che so è stato un flop pazzesco, molto più di quello che si è visto, i biglietti venduti erano pochissimi, si parlava di 5 mila o poco più, gli altri li hanno regalati, fuori lo stadio ho incontrato gente con più biglietti che li regalava, io stesso avevo un biglietto in più, pagato 6 euro, che nessuno ha voluto, nemmeno regalato, alla fine è andato sprecato, la maggior parte della gente mi rispondeva che c'era la società di mezzo stavolta e non volevano avere nulla a che fare con "Lotito", qualcuno era ancora deluso per la mancata qualificazione in champions e altri erano stufi perché "fanno sempre le stesse cose", ma la maggior parte se l'è presa perché hanno invitato la società in un evento dedicato al tifoso Laziale, almeno di quelli che ho sentito io, e quando gli ho detto che avrebbero dovuto essere contenti del riavvicinamento della società con la curva mi hanno risposto tutti che è solo per una questione economica, che lotito li paga, che nei negozi degli irr sono ri-comparsi i prodotti ufficiali, e che le belle coreografie fatte ultimamente costavano tanto e senza l'aiuto della società era impossibile farle.
Insomma, prima erano con la curva ma contro lotito, ora sono contro tutti perché hanno chinato la testa verso il presidente, per soldi.
Questo ed altro ho sentito in questi giorni... menomale che ci sono un paio di mesi senza campionato...
Re:Di padre in figlio
« Risposta #25 il: 05 Giu 2018, 18:56 »
non solo la coreografia, ma tante altre cose non hanno fatto.
Erano in programma diverse cose, ma alcune, come la coreografia, non è stato possibile sia per i soldi sia proprio per la mancanza di gente per realizzarla, la curva era mezza vuota, altre proprio per una questione economica, da quello che so è stato un flop pazzesco, molto più di quello che si è visto, i biglietti venduti erano pochissimi, si parlava di 5 mila o poco più, gli altri li hanno regalati, fuori lo stadio ho incontrato gente con più biglietti che li regalava, io stesso avevo un biglietto in più, pagato 6 euro, che nessuno ha voluto, nemmeno regalato, alla fine è andato sprecato, la maggior parte della gente mi rispondeva che c'era la società di mezzo stavolta e non volevano avere nulla a che fare con "Lotito", qualcuno era ancora deluso per la mancata qualificazione in champions e altri erano stufi perché "fanno sempre le stesse cose", ma la maggior parte se l'è presa perché hanno invitato la società in un evento dedicato al tifoso Laziale, almeno di quelli che ho sentito io, e quando gli ho detto che avrebbero dovuto essere contenti del riavvicinamento della società con la curva mi hanno risposto tutti che è solo per una questione economica, che lotito li paga, che nei negozi degli irr sono ri-comparsi i prodotti ufficiali, e che le belle coreografie fatte ultimamente costavano tanto e senza l'aiuto della società era impossibile farle.
Insomma, prima erano con la curva ma contro lotito, ora sono contro tutti perché hanno chinato la testa verso il presidente, per soldi.
Questo ed altro ho sentito in questi giorni... menomale che ci sono un paio di mesi senza campionato...

Assurdo.
Non ho altre parole.

Offline Cesio

*
6116
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #26 il: 05 Giu 2018, 19:53 »
non solo la coreografia, ma tante altre cose non hanno fatto.
Erano in programma diverse cose, ma alcune, come la coreografia, non è stato possibile sia per i soldi sia proprio per la mancanza di gente per realizzarla, la curva era mezza vuota, altre proprio per una questione economica, da quello che so è stato un flop pazzesco, molto più di quello che si è visto, i biglietti venduti erano pochissimi, si parlava di 5 mila o poco più, gli altri li hanno regalati, fuori lo stadio ho incontrato gente con più biglietti che li regalava, io stesso avevo un biglietto in più, pagato 6 euro, che nessuno ha voluto, nemmeno regalato, alla fine è andato sprecato, la maggior parte della gente mi rispondeva che c'era la società di mezzo stavolta e non volevano avere nulla a che fare con "Lotito", qualcuno era ancora deluso per la mancata qualificazione in champions e altri erano stufi perché "fanno sempre le stesse cose", ma la maggior parte se l'è presa perché hanno invitato la società in un evento dedicato al tifoso Laziale, almeno di quelli che ho sentito io, e quando gli ho detto che avrebbero dovuto essere contenti del riavvicinamento della società con la curva mi hanno risposto tutti che è solo per una questione economica, che lotito li paga, che nei negozi degli irr sono ri-comparsi i prodotti ufficiali, e che le belle coreografie fatte ultimamente costavano tanto e senza l'aiuto della società era impossibile farle.
Insomma, prima erano con la curva ma contro lotito, ora sono contro tutti perché hanno chinato la testa verso il presidente, per soldi.
Questo ed altro ho sentito in questi giorni... menomale che ci sono un paio di mesi senza campionato...

Aggiungo anche che fissare questa manifestazione in un giorno feriale non è stata una grande idea, io ero in distinti nord est ed era praticamente vuoto. Le scuse di certi tifosi poi sono allucinanti, basti pensare a quei cretini che verso la fine hanno fischiato Lotito che si accingeva a parlare

Offline ES

*
10845
Re:Di padre in figlio
« Risposta #27 il: 05 Giu 2018, 23:33 »
Oggi, per la Lazio: viva Lotito, viva la Nord.
E viva i bambino, e chi riesce ad essere sempre presente.

Chi ha fischiato Lotito, durante una festa della Lazio, è una merda umana. Mi spiace, la penso così. Peggio di un romanista per me.
Re:Di padre in figlio
« Risposta #28 il: 06 Giu 2018, 11:01 »
Assurdo.
Non ho altre parole.

Anni a dire che la terra è quadrata, poi di colpo diventa rotonda. E chi ti crede più?
Anni a battere il ferro, complice l'esplosione social e i buoi sono tutti scappati.
Non li riprendi più.


Battere da ora in avanti sui giovani. Che una "decade" di tifosi s'è persa.


Ci sono stati tifosi verbalmente aggrediti e apostrofati solo per aver detto :"occhio che è un abbaglio", ribattezzati nel tempo come Lotitiani. Nati solo nella mente di chi combatteva la propria guerra (sbagliata,come ogni guerra).

Non esistono, non sono mai esistiti.

Online bizio67

*
10614
Re:Di padre in figlio
« Risposta #29 il: 06 Giu 2018, 11:08 »
Anni a dire che la terra è quadrata, poi di colpo diventa rotonda. E chi ti crede più?
Anni a battere il ferro, complice l'esplosione social e i buoi sono tutti scappati.
Non li riprendi più.


Battere da ora in avanti sui giovani. Che una "decade" di tifosi s'è persa.


Ci sono stati tifosi verbalmente aggrediti e apostrofati solo per aver detto :"occhio che è un abbaglio", ribattezzati nel tempo come Lotitiani. Nati solo nella mente di chi combatteva la propria guerra (sbagliata,come ogni guerra).

Non esistono, non sono mai esistiti.
Hai ragione, quelli persi sono oramai andati...ho amici con cui ho visto la serie b in casa ed in trasferta, gli spareggi, ma non vengono più allo stadio e purtroppo nemmeno i loro figli...nel mio piccolo ho portato il mio aquilotto alla manifestazione di padre in figlio anche se devo dire che la manifestazione è stata di una tristezza infinita, speriamo di non aver causato l'effetto contrario, ma il prossimo anno farà il suo esordio con le partite vere

Offline arturo

*****
8817
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #30 il: 06 Giu 2018, 11:25 »
Portateli a vedere le partite vere , lasciate perdere queste botte di malinconia.

Offline Gio

*****
6201
Re:Di padre in figlio
« Risposta #31 il: 06 Giu 2018, 11:35 »
La tesi delle pecorelle non spiega perché queste a comando escono dallo stadio, ma a comando non rientrano.
Né perché "Di padre in figlio" riempie lo stadio se la chiamata é per una festa tra tifosi e non lo riempie se diventa una festa con la societá.
Per me, sono gli effetti della insensata scelta della societá di andare allo scontro con la sua tifoseria, invece di mediare.
Sarebbe bastato fare 5 anni prima quello che si é fatto da due anni a questa parte.
Ci vorrá qualche anno per rimediare, poi, se si continua cosí, si rimetterá tutto a posto.

Offline naoko

*****
7805
Re:Di padre in figlio
« Risposta #32 il: 06 Giu 2018, 12:28 »
La tesi delle pecorelle non spiega perché queste a comando escono dallo stadio, ma a comando non rientrano.

Per me, semplicemente perché una volta che ti fai una vita fuori, e ti disabitui all'impegno dello stadio la domenica, è difficile tornarci, anche se il padrone ha cambiato idea e ti ordina di tornare.

Ma è un'opinione ovvio!

Offline Zoppo

*****
16771
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #33 il: 06 Giu 2018, 13:20 »
Io sono d'accordo con Naoko.

La prima volta era ok. Era anche piena di volti noti e amati. Con tutto l'Amore che ho per tutti i presenti, mancano diverse Leggende vere e proprie. Gli anni di cragnotti sono quasi saltati interamente a piè pari, ed è piena zeppa di ex dei primi anni di Lotito. Poi figurati, io bacerei i piedi pure a Talamonti se lo incontrassi per strada...

Alla prima ci andai, c'erano veramente quasi tutti e l'occasione era buona nonostante fosse nata come contestazione contro Lotito...
Poi come dice naoko ha veramente perso di significato.

Io la manifestazione di lunedì l'ho vista non come la festa dei Laziali ma onestamente l'ho vista solo come una celebrazione della Nord. E onestamente, nonostante i miglioramenti che sono indubbi, ad esse presente alla solita tiritera sulla curva nun me va. La Lazio vera ha finito la stagione.

Se proprio vogliamo farla diventare una festa che venga organizzata solo ed esclusivamente dalla società Lazio calcio e dalla polisportiva. Con il ricavato da dare INTERAMENTE in beneficenza.  Senza radio e altre cose di mezzo. Contro una squadra fatta di leggende vere.

Ecco il west ham. Forse la cosa più patetica della serata.
Sprero di dire una stronxata e se la dico correggetemi.
Ho sentito un quarto d'ora di serata in radio (passando da Lsr a radio sei). Nemmeno un giocatore inglese nominato. Nemmeno mezzo famoso del west ham, ma manco minimamente riconoscibile. Solo nominati per numero di maglia. Sul sito di Lalaziosonoloro cronaca della partita senza squadra avversaria. Gol avversari segnati da un certo Hammers (che deve esse forte forte)...
Cioè, qualcuno mi dica contro chi si è giocato per cortesia...

Ecco lo si faccia diventare un abitudine, ma che sia organizzata in maniera seria contro una squadra di leggende serie organizzata da un altro club come si sta facendo in giro.

Offline Cesio

*
6116
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #34 il: 06 Giu 2018, 16:33 »
Io sono d'accordo con Naoko.

La prima volta era ok. Era anche piena di volti noti e amati. Con tutto l'Amore che ho per tutti i presenti, mancano diverse Leggende vere e proprie. Gli anni di cragnotti sono quasi saltati interamente a piè pari, ed è piena zeppa di ex dei primi anni di Lotito. Poi figurati, io bacerei i piedi pure a Talamonti se lo incontrassi per strada...

Alla prima ci andai, c'erano veramente quasi tutti e l'occasione era buona nonostante fosse nata come contestazione contro Lotito...
Poi come dice naoko ha veramente perso di significato.

Io la manifestazione di lunedì l'ho vista non come la festa dei Laziali ma onestamente l'ho vista solo come una celebrazione della Nord. E onestamente, nonostante i miglioramenti che sono indubbi, ad esse presente alla solita tiritera sulla curva nun me va. La Lazio vera ha finito la stagione.

Se proprio vogliamo farla diventare una festa che venga organizzata solo ed esclusivamente dalla società Lazio calcio e dalla polisportiva. Con il ricavato da dare INTERAMENTE in beneficenza.  Senza radio e altre cose di mezzo. Contro una squadra fatta di leggende vere.

Ecco il west ham. Forse la cosa più patetica della serata.
Sprero di dire una stronxata e se la dico correggetemi.
Ho sentito un quarto d'ora di serata in radio (passando da Lsr a radio sei). Nemmeno un giocatore inglese nominato. Nemmeno mezzo famoso del west ham, ma manco minimamente riconoscibile. Solo nominati per numero di maglia. Sul sito di Lalaziosonoloro cronaca della partita senza squadra avversaria. Gol avversari segnati da un certo Hammers (che deve esse forte forte)...
Cioè, qualcuno mi dica contro chi si è giocato per cortesia...

Ecco lo si faccia diventare un abitudine, ma che sia organizzata in maniera seria contro una squadra di leggende serie organizzata da un altro club come si sta facendo in giro.

I giocatori del west ham sono stati annunciati da cucchi mentre entravano in campo. Sui gol hai ragione non hanno nominato i marcatori avversari
Re:Di padre in figlio
« Risposta #35 il: 06 Giu 2018, 16:33 »
come gol avversari? ma non è finita 1-0, così avevo letto, io me ne sono andato col figliolo 10 minuti dopo il gol di Rocchi...

Offline Cesio

*
6116
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #36 il: 06 Giu 2018, 17:26 »
come gol avversari? ma non è finita 1-0, così avevo letto, io me ne sono andato col figliolo 10 minuti dopo il gol di Rocchi...

È finita 2-2. Vantaggio di due gol con Rocchi e Tare e alla fine del primo mini tempo di mezz'ora gol del west ham. Io me ne sono andato all'inizio del secondo tempo (erano le undici e mezza) ma l'avevo registrata e ho visto che si è giocato in tutto dieci minuti ed il west ham ha pareggiato quando è entrata in campo la Lazio del 1915 con la maglia scudettata ( danno per certo lo scudetto?)

Offline Zoppo

*****
16771
Sesso: Maschio
Re:Di padre in figlio
« Risposta #37 il: 07 Giu 2018, 07:54 »
I giocatori del west ham sono stati annunciati da cucchi mentre entravano in campo. Sui gol hai ragione non hanno nominato i marcatori avversari

Si, ma chi erano?
Ditemene uno vagamente famoso...

Online Daniela

*****
21182
Sesso: Femmina
Re:Di padre in figlio
« Risposta #38 il: 08 Giu 2018, 15:53 »
No, non l'ha fatta per motivi "tecnici": ha usato i soldi raccolti per regalare biglietti.

fine assai lodevoile
ma sinceramente non lo avrei fatto: chiedi i soldi alla gente per una cosa e poi ne fai un'altra? la prosima volta i soldi non te li do
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod