Tournee in Iran a fine maggio ?

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Magnopèl

*
44009
Tournee in Iran a fine maggio ?
« il: 14 Mag 2011, 14:33 »
ROMA - Una tournée in Iran, a Te­heran, dal 24 al 29 maggio per di­sputare due amichevoli, promuove­re il marchio Lazio su mercati diver­si e incassare un gruzzoletto di sol­di: qualcosa in meno di un milione. La Lazio ha ricevuto anche un invi­to dal Qatar, ma al momento la desti­nazione certa è l’Iran. Gli accordi in linea di massima sono stati definiti: si partirebbe due giorni dopo la con­clusione della serie A (domenica 22 maggio c’è Lecce-Lazio), si rientre­rebbe a Roma dopo cinque giorni per il rompete le righe. Ma la squa­dra non ha ancora dato il suo assenso, gli allarmi terroristi­ci preoccupano mol­tissimo il gruppo di Reja. I giocatori ieri si sono riuniti a For­mello, la richiesta della società li ha presi in contropiede, hanno espresso le lo­ro titubanze, ad oggi non hanno intenzione di partire e l’hanno detto ai dirigenti. Ac­cettano qualsiasi al­tra destinazione, non quelle che potrebbe­ro rivelarsi pericolo­se. La Lazio, prima di coinvolgere la squadra, ha interessato la Farnesina e gli organi preposti alla sicurezza internazionale.

GLI SCENARI -C’è da capire cosa succederà. La società resterà fer­ma sulla sua posizione? Tenterà la strada del dialogo? O si cambierà destinazione? Si vedrà nelle prossi­me ore. Il viaggio dipende anche da altri fattori: la Lazio crede anco­ra nella Champions League e deve difendere l’Europa League. Dal piazzamento finale si capirà quan­do dovrà iniziare la nuova stagione agonistica (se si dovrà partecipareai preliminari o meno).

LA SQUADRA -Prima c’è da pensare al match col Genoa, il nodo è legato a Lichtsteiner. Ha la mano destra fratturata, gli è stato applicato un tu­tore, oggi ne indosserà un altro an­cora più specifico. Proverà a dispu­tare una partitella, ieri non ha dato certezze sulla sua presenza:«Vedia­mo, ma è difficile», ha detto ai tifosi presenti prima di entrare a Formel­lo. E il medico sociale Salvatori ha confermato i dubbi:«Ha il 50% di possibilità di giocare». Reja ha pron­to il piano d’emergenza, deve fare a meno di Dias, Radu e Diakitè. In ca­so di assenza dello svizzero potrebbe ar­retrare Gonzalez sul­la corsia destra piaz­zando Scaloni a sini­stra. Garrido è stato bocciato a Udine, sembra destinato al­la panchina. La cop­pia centrale sarà for­mata da Biava e Stendardo. A centro­campo ci saranno Le­desma e Matuzalem, nel 4-2-3-1 sulla tre­quarti dovrebbero agire Mauri a destra (ieri per lui seduta di scarico) ed Hernanes come centrale. Il posto a sinistra se lo giocano Sculli e Zarate: il primo non è al top a causa della discopatia, il secondo potrebbe tornare esterno per favorire il rilancio di Rocchi o il ritorno di Floccari come centravan­ti.

IL PREMIO -Reja parlerà alle 13 in conferenza stampa e lunedì 23 mag­gio sarà premiato ad Alatri, in pro­vincia di Frosinone, in occasione della cerimonia di consegna del quinto premio internazionale “Alatri Città dei Ciclopi”. Il giorno dopo sa­rà in Iran?

-------

sslazionews


 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod