I Laziali degli anni '80....

0 Utenti e 52 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline gentlemen

*
10731
Sesso: Maschio
I Laziali degli anni '80....
« il: 18 Ott 2018, 20:01 »
Gli anni ’80 a livello calcistico in Italia sono stati anni per certi meravigliosi perché hanno visto il nostro campionato arricchirsi dei migliori campioni al mondo, ed in effetti a partire dal 1981 i migliori in assoluti, quasi tutti, sono venuti in Italia, Zico Junior Socrates Maradona Falcao Cerezo Platini Boniek…e  non solo in quelle squadre che erano protagoniste per i primi posti, Zico all’Udinese, Junior in un Torino molto competitivo, Socrates e Passarella alla Fiorentina…ad ogni tifoso era concesso di sognare, almeno quelli di molte squadre di A.
Contemporaneamente in quegli anni c’è la consacrazione ed il boom, a livello quantitativo e qualitativo, del calcio in tv, media nazionali e locali, dalla domenica sportiva a novantesimo minuto, il processo di Biscardi, i primi programmi sportivi di Mediaset, prima con i Mundialito poi con altre trasmissioni…nelle coppe eravamo protagonisti...ed assicuro i più giovani che a livello di qualità quelle trasmissioni erano molto più gradevoli di quelle attuali, si romanzava di più ed il livello dei commenti era superiore…basta confrontare ad esempio una puntata integrale della domenica sportiva di metà anni ’80 ed una attuale, non c’è paragone.
Io da bambino ritagliavo le immagini dei calciatori dal Guerino Sportivo, vedere i servizi delle partite di serie A era cosa abbastanza facile la domenica, quelli di B era davvero molto meno frequente…a livello nazionale facevano vedere solo i goal, magari velocemente, negli anni poi c’era “A tutta B”….chi viveva a Roma e nel Lazio si affidava alle partite in differita o alle trasmissioni locali…di certo c’è che con quella A piena di Campioni e di sogni, spazio mediatico per la serie B era davvero minimo se non inesistente.
In questo contesto la Lazio era una delle poche realtà importanti del calcio italiano che  in quel decennio ha conosciuto una delle pagini più difficili a livello agonistico, barcamenandosi tra serie B e serie A, calcioscommesse, crisi societarie, illusioni e delusioni, almeno fino alla promozione del 1988, cominciando prima a stabilizzarsi nella massima serie e proiettandosi poi nei suoi “anni d’oro” Cragnottiani.
Degli anni ’80 biancocelesti si è spesso raccontato in maniera molto retorica e romantica, gli anni della B, i -9, esaltando il senso d’appartenenza e la Lazialità, a giusta ragione, mi piacerebbe però leggere i ricordi di chi quegli anni li ha vissuti “in pieno”, ovvero in età matura e consapevole, escludendo la retorica ed un certo elemento romantico che, con il passar degli anni, magari rende meno amaro e verosimile quello che è stato nella realtà; soprattutto di come il Tifoso Laziale viveva a Roma, ma anche nel resto d’Italia, la quotidianità del tifo per la Lazio, una Lazio quasi assente dalle scene mediatiche,  dei lunedì  mattina a scuola o in ufficio, o peggio ancora il giovedì, quando i romanisti si trovavano a commentare o raccontare un roma-Colonia ed i Laziali, magari, erano in una settimana compresa tra le partite con Arezzo e Sambenedettese….come avete vissuto quegli anni ?
Questo non vuole essere un post da rinfacciare a chi oggi definisce mediocre la Lazio di oggi, non è un post polemico, ma solo la possibilità e l’opportunità per i tifosi più giovani di conoscere uno spaccato della nostra storia, dal punto di vista di chi in quegli anni  ha vissuto la propria fede biancoceleste per quello che davvero sono stati, senza retorica, sensazioni ed illusioni, e di come si viveva il confronto di tutti i giorni e con che animo si guardavano le trasmissioni sportive, dove la nostra Lazio era, malinconicamente, assente…eppure la fede ed il tifo resistevano, e per certi versi hanno alimentato anche le generazioni a venire.


Offline paolo71

*****
10136
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #1 il: 18 Ott 2018, 20:57 »
Tutto vero quello che scrivi ma una sola cosa mi rendeva orgoglioso e fiero di essere Laziale a scuola in quel periodo.
Lo stadio.
Era spesso pieno e aveva numeri da grandi squadre.
Non mi sono mai sentito inferiore perché con me c'era un popolo.

Offline PARISsn

*
8889
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #2 il: 18 Ott 2018, 21:02 »
Tutto vero quello che scrivi ma una sola cosa mi rendeva orgoglioso e fiero di essere Laziale a scuola in quel periodo.
Lo stadio.
Era spesso pieno e aveva numeri da grandi squadre.
Non mi sono mai sentito inferiore perché con me c'era un popolo.

basta ricordare che per anni e anni la sigla di 90° minuto è stata la curva nord che si riempiva e lo slotoramento dello striscione " Eagles Supporter "

Offline zorba

*****
3357
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #3 il: 18 Ott 2018, 21:04 »
basta ricordare che per anni e anni la sigla di 90° minuto è stata la curva nord che si riempiva e lo slotoramento dello striscione " Eagles Supporter "

E chi se la dimentica?!?

Offline Tarallo

*****
80136
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #4 il: 18 Ott 2018, 22:10 »


Marty, dobbiamo tornare al 1975!
Ma perché Doc, perché???
Devo fare in modo che gli anni 80 non si verifichino proprio!!
Pure tu daaa Lazio eh?

Offline Omar65

*****
5496
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #5 il: 18 Ott 2018, 22:11 »
Io ricordo meno livore, meno odio.
Il calcio stava appena cominciando a diventare quello psicodramma collettivo che è oggi.
Ma ancora era un fenomeno più genuino e popolare nel senso migliore del termine, secondo me. C'era più rispetto.

Ma tutta la società si è degradata, e non si vede perché il calcio dovesse restarne fuori.

Mamma mia, parlo come mi nonno...
 :=))

Offline Omar65

*****
5496
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #6 il: 18 Ott 2018, 22:14 »


Marty, dobbiamo tornare al 1975!
Ma perché Doc, perché???
Devo fare in modo che gli anni 80 non si verifichino proprio!!
Pure tu daaa Lazio eh?


 :rotfl2: :rotfl2: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:

Offline branco_azul

*
2250
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #7 il: 18 Ott 2018, 22:42 »
Io ricordo stadio pieno el'amore per Giorgione presidente, ma poi il dramma dell'ultimo posto con tanta serie B. Ma negli alti e bassi c era sempre la fierezza di un tifoseria ed un attaccamento romantico ai nostri colori che, senza polemica,  non rivedo più né nello stadio né in città  :since

Online Ranxerox

*****
8004
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #8 il: 18 Ott 2018, 22:50 »
Difatti oggi du' palle.
Gestione seria, società solida, campioni, capocannoniere del campionato, qualche trofeo, sempre in Europa.
È ovvio che uno poi si disamora e 'sta sempre a critica', voi mette in confronto a quegli anni la...

Offline adiutrix

*
1160
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #9 il: 19 Ott 2018, 00:03 »
basta ricordare che per anni e anni la sigla di 90° minuto è stata la curva nord che si riempiva e lo slotoramento dello striscione " Eagles Supporter "

Era la curva sud

Offline PabloHoney

*****
11219
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #10 il: 19 Ott 2018, 08:02 »
Io ricordo meno livore, meno odio.

A parte i derby....

Offline chirizzi

*****
3357
Sesso: Maschio
http://www.rootshighway.it
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #11 il: 19 Ott 2018, 09:54 »
Ci forgiammo a fuoco e per sempre nell’amore per la Lazio

Offline italicbold

*****
32183
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #12 il: 19 Ott 2018, 10:03 »
Era spesso pieno e aveva numeri da grandi squadre.

Questa é una mezza leggenda. Lo stadio era spesso e volentieri mezzo vuoto.
Ricordo un Lazio-Perugia con 1500 spettatori paganti.

C'avevamo 15 anni e tutto era bello ma se la storia della Lazio potesse finire nel 79 e ricominciare nel 91 io ce metterei la firma. Non scherziamo neanche.
Co stato storia dello stadio pieno d'amore degli anni 80 ogni tanti ci incartiamo. Ci passano per la testa idee balzane, tipo che Camolesi gliel'immischierebbe a Lulic.
Corcazzo. Corcazzo. Era il punto più basso della nostra storia.
Io, come tanti altri, quel giorno a Lazio-Inter con Chinaglia in curva c'ero. Si, si, bella la boiserie bello l'armadio, ma stavamo con le pezze e il peggio doveva ancora arrivare.


Offline N.G.E.

*****
3898
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #13 il: 19 Ott 2018, 10:40 »
Ho scaricato dei dati molto interessanti sulle presenze allo stadio dagli anni 60 in poi, ora ho da fare ma nel pomeriggio vi carico volentieri tutti i dati fino ai giorni nostri in un topic apposito; per ora vi metto gli anni 60:

1963/64 18 squadre, venivamo dalla serie b

Abbonati 3908
Paganti 21070
Totale 24978

1964/65 18 squadre

Abbonati 3852
Paganti 16878
totale 20730

1965/66 18 squadre


Abbonati 3956
Paganti 17530
totale 21486

1966/67 18 squadre, retrocessione in b

Abbonati 5139
Paganti 16541
Totale 21680

Prosegue oggi fino agli anni '90.  :beer:

Offline gesulio

*****
19050
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #14 il: 19 Ott 2018, 10:53 »
quegli anni me li sono fatti tutti, da abbonato.

ambedue gli spareggi, Lazio Catania 2-1, Lazio Reggiana 3-3 (1983), tutte le trasferte al nord durante l'anno di militare (stagione 1987/88), le tante Lazio Vicenza significative di quel decennio (1-1 del 1981, 3-4 del 1986, 1-0 del 1987), Lazio Taranto 3-1, Lazio Avellino 0-1 del 1985 (loro si salvano, noi retrocediamo matematicamente), Lazio Inter 3-0, il derby di D'amico, quello d'andata dove prendemmo la sveglia, quello di ritorno del 1985 dove eravamo disperatamente all'ultimo posto e dopo il gol del vantaggio di Antonelli, rispose Giordano dopo un paio di minuti, Nanni Loy vicino di posto per tante stagioni, da solo in classe contro 18 romanisti ecc. ecc. ecc.

certo, non erano anni sportivamente felici, per carità. g.a.c. che molto meglio ora e che Camolese non varrà mai manco un'unghia incarnita di Lulic. per quanto mi riguarda, se penso al resto del mondo e a quella "stirpe" di sostenitori che decidono di tifare una squadra del territorio nonostante tutto, gli ultimi 20 anni fanno di me un privilegiato (anche nei confronti dei cuginastri, è la bacheca che lo dice).

però manco mi piace la retorica al contrario: sono abituato come filosofia di vita a guardare avanti, sempre e comunque. il passato me lo sbatto sia quello di merda che quello d'oro. se devo giudicare una stagione, una presidenza, una rosa, un allenatore, un ds, preferisco orientare lo sguardo a quello che sarà e a come quello che succede potrebbe illuminare la strada che verrà.
ed anche se tutto questo è vero, a me gli anni 80 mi sono piaciuti e vado sinceramente orgoglioso di aver sostenuto da vicino la Lazio in quel periodo nefasto. 
a chi mi ricorda 11annidebbi' rispondo loro che ne ho 6 da abbonato senza proprio problemi, anxi con un certo orgoglio: il 100% degli interlocutori fa pippa, dato che sanno benissimo che loro non avrebbero fatto altrettanto.
ho visto finali europee e spareggi per non scomparire, ho visto Marino e Piscedda fare i registi di squadre improbabili che passavano tutta la partita nella metacampo di avversari come Monza, Sambenedettese o Ascoli, senza creare una minima occasione da gol e poi ho visto Veron e Simeone prendersi uno scudetto rubato, ho visto batoste indimenticabili a Padova o Trieste e poi Immobile schiantare la Juve in supercoppa. tutto questo fa parte di me e ogni pezzo ha lo stesso valore in termini di peso specifico.

è chiaro che non vorrei riviverli. ma che ve devo di', se succederà io ci sarò ancora, sempre che non schiatto prima  :DD :shock:

Offline gentlemen

*
10731
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #15 il: 19 Ott 2018, 11:02 »
Però....caso strano della vita...un bambino a Napoli si innamorò della Lazio...proprio osservando questa figurina, rimanendo affascinato dalla maglia bellissima e...farà sorridere, ma è così...dal disegnino dell'Aquilotto che prende di testa il pallone...e, a precisa domanda fatta ai miei familiari, tifosi del Napoli, che la Lazio era una squadra di Roma, ed era la squadra tifata dalle famiglie più antiche e perbene di Roma...non mi chiedete il perché, ma queste furono le esatte parole di mia madre, che non si interessava di calcio se non per riflesso e tiepida tifosa del Napoli....ed io, un po' incuriosito sul perché fosse in B, un po' affascinato, mi innamorai della Lazio....

Offline italicbold

*****
32183
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #16 il: 19 Ott 2018, 11:04 »
però manco mi piace la retorica al contrario:

Il problema, penso, deriva dal fatto che i "cantori", i "raccontatori", spesso autoproclamati, della Lazio, anche quella di oggi, sono persone che sono cresciute in quell'humus. Che spesso hanno forgiato la loro lazialità in quel periodo. E oggi abusano di retorica pelosa spesso malsana e dannosa. Lo stadio pieno, il tanto amore, la banda dei meno nove, la banda D'amico, la trasferta di Catanzaro che se tutti quelli che dicono di esserci stati non mentissero lo stadio di Catanzaro dovrebbe aver avuto, quel giorno la capienza di San Siro. Ripeto, tutto bello, ma quegli anni, sportivamente sono stati i peggiori della nostra storia. Sotto tutti i punti di vista.
E' ovvio che nessuno rinnega il fatto di essere stato a fianco della Lazio in quegli anni. Ma esaltarli neanche per sogno.

Offline gesulio

*****
19050
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #17 il: 19 Ott 2018, 11:06 »
Il problema, penso, deriva dal fatto che i "cantori", i "raccontatori", spesso autoproclamati, della Lazio, anche quella di oggi, sono persone che sono cresciute in quell'humus. Che spesso hanno forgiato la loro lazialità in quel periodo. E oggi abusano di retorica pelosa spesso malsana e dannosa. Lo stadio pieno, il tanto amore, la banda dei meno nove, la banda D'amico, la trasferta di Catanzaro che se tutti quelli che dicono di esserci stati non mentissero lo stadio di Catanzaro dovrebbe aver avuto, quel giorno la capienza di San Siro. Ripeto, tutto bello, ma quegli anni, sportivamente sono stati i peggiori della nostra storia. Sotto tutti i punti di vista.
E' ovvio che nessuno rinnega il fatto di essere stato a fianco della Lazio in quegli anni. Ma esaltarli neanche per sogno.

hai sicuramente ragione, è retorica anche quella. piuttosto stucchevole in effetti.

Offline Davy_Jones

*****
5911
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #18 il: 19 Ott 2018, 11:15 »
Però....caso strano della vita...un bambino a Napoli si innamorò della Lazio...proprio osservando questa figurina, rimanendo affascinato dalla maglia bellissima e...farà sorridere, ma è così...dal disegnino dell'Aquilotto che prende di testa il pallone...e, a precisa domanda fatta ai miei familiari, tifosi del Napoli, che la Lazio era una squadra di Roma, ed era la squadra tifata dalle famiglie più antiche e perbene di Roma...non mi chiedete il perché, ma queste furono le esatte parole di mia madre, che non si interessava di calcio se non per riflesso e tiepida tifosa del Napoli....ed io, un po' incuriosito sul perché fosse in B, un po' affascinato, mi innamorai della Lazio....



 :beer:  storia molto simile. 1985, andai a un napoli-Lazio 4-0 (3xmaradona) con mio padre e mio fratello, tifosi del napoli. ero un bimbo, per me una cosa valeva l'altra tranne che c'era maradona. pero'  l'aquila sulla schiena non me la sono piu' dimenticata. diventai della Lazio (scuola, amici, ecc...) a fine stagione la Lazio retrocesse ma io manco me ne accorsi. la rividi al Flaminio nell'89 (il 4-0 al cesena con amarildo). eehhhhhhhhh. il Flaminio... aveccelo oggi

Offline gentlemen

*
10731
Sesso: Maschio
Re:I Laziali degli anni '80....
« Risposta #19 il: 19 Ott 2018, 11:20 »

 :beer:  storia molto simile. 1985, andai a un napoli-Lazio 4-0 (3xmaradona) con mio padre e mio fratello, tifosi del napoli. ero un bimbo, per me una cosa valeva l'altra tranne che c'era maradona. pero'  l'aquila sulla schiena non me la sono piu' dimenticata. diventai della Lazio (scuola, amici, ecc...) a fine stagione la Lazio retrocesse ma io manco me ne accorsi. la rividi al Flaminio nell'89 (il 4-0 al cesena con amarildo). eehhhhhhhhh. il Flaminio... aveccelo oggi
:) :) :) :)....che mi hai ricordato...ricordo che ad ogni gol i miei parenti ridendo mi dicevano "perché non diventi del Napoli..."...un gol, poi un altro, e poi il gol dal calcio d'angolo di Maradona...l'ho vissuta come un'umiliazione e piansi, con mio padre che poi cercava di consolarmi dicendo che ci saremmo rifatti....quella partita l'ho rinfacciata per molti anni negli anni '90.... :) :)
....quando mi innamorai della Lazio avevo 9 anni....amavo davvero il calcio, ci giocavo ogni giorno, nel cortile condominiale, seguivo tutto ciò che potevo seguire per quell'età...del mondiale 1982 ricordo tutte le partite...ed infatti ricordo tutto di quegli anni...in famiglia si tifava Napoli, ma parliamo di quello pre-maradona, per me era normale sperare che vincesse, ma non ero un vero tifoso di questa o quella squadra...un giorno simpatizzavo per una ed un giorno per un'altra, d'altronde a scuola e gli amichetti di quartiere tifavano non solo Napoli, anzi la maggior parte per Juve Inter, pure Fiorentina e Torino, qualcuno il Milan, allora pure in mezza disgrazia (quello di Giussy Farina)...ero affascinato da tutte le squadre che apparivano maggiormente....però quella figurina mi obbligò ad informarmi, a cercare notizie, perché quella Lazio in B era poco raccontata e filmata, e forse questo mi ha permesso di alimentare la curiosità prima e quindi farne un patrimonio solo mio, esclusivo...magari fosse stata in A, anche a buoni livelli, non avrebbe attirato la mia attenzione....
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod