l'importanza di felipe anderson

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline aquilante

*
2766
l'importanza di felipe anderson
« il: 23 Ago 2015, 17:18 »

senza di lui la Lazio, anche nei momenti in cui come ieri nella prima mezz'ora esprime il suo calcio migliore, non riesce a mettere mai, o quasi mai, l'uomo solo davanti al portiere
riusciamo a segnare ugualmente (genoa e juve a parte) perché abbiamo una varietà ricca di soluzioni offensive: dal cross dalle fasce (un po la nostra specialità) alla azione individuale al tiro forte e preciso da fuori
senza felipe però niente (o quasi niente) passaggi smarcanti, niente palle filtranti, niente invenzioni o aperture geniali. la palla a mauri per l'1-0 dello scorso derby di andata o il lancio a klose chiuso con il palo contro il bayer fanno parte solo del suo patrimonio
non so con quanta ragione, ma prevedo un felipe sempre più 10 e sempre meno 7


Offline Idler

*
272
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #1 il: 23 Ago 2015, 17:21 »
Savic e Morrison hanno i colpi per mettere in porta i compagni. Gli va dato tempo di inserirsi e capire il calcio italiano, poi ci divertiremo parecchio.  :ssl

Offline Alcares

*
5519
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #2 il: 23 Ago 2015, 17:25 »
senza di lui la Lazio, anche nei momenti in cui come ieri nella prima mezz'ora esprime il suo calcio migliore, non riesce a mettere mai, o quasi mai, l'uomo solo davanti al portiere
riusciamo a segnare ugualmente (genoa e juve a parte) perché abbiamo una varietà ricca di soluzioni offensive: dal cross dalle fasce (un po la nostra specialità) alla azione individuale al tiro forte e preciso da fuori
senza felipe però niente (o quasi niente) passaggi smarcanti, niente palle filtranti, niente invenzioni o aperture geniali. la palla a mauri per l'1-0 dello scorso derby di andata o il lancio a klose chiuso con il palo contro il bayer fanno parte solo del suo patrimonio
non so con quanta ragione, ma prevedo un felipe sempre più 10 e sempre meno 7
Riflessione interessante.
Ma è l'uovo o la gallina?

Mancano i Mauri e i Klose che diano il LA a quelle palle filtranti, un po' perché la condizione giustamente è incompleta, un poì perchè Keita sta ancora "studiando" da prima punta.

Se nessuno (PER ORA) attacca gli spazi, non sappiamo se il passaggio non parte per mancanza di colpo nel repertorio del portatore di palla o per mancanza di destinatario del passaggio stesso.
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #3 il: 23 Ago 2015, 17:25 »
ieri Kishna ha dato dei cioccolatini a Candreva e Lulic, mi sembra anche che ne abbia dato un terzo ma non ricordo a chi.
Io non me ne sono accorto che Filippetto abbia cambiato ruolo, mi è sembrato che facesse sempre gli stessi movimenti...

Offline Alcares

*
5519
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #4 il: 23 Ago 2015, 17:30 »
ieri Kishna ha dato dei cioccolatini a Candreva e Lulic, mi sembra anche che ne abbia dato un terzo ma non ricordo a chi.
Io non me ne sono accorto che Filippetto abbia cambiato ruolo, mi è sembrato che facesse sempre gli stessi movimenti...
I cioccolatini di Kishna vanno confezionati meglio.

Palle così precise, ma lente, provenienti da dietro poiché fatte col sinistro partendo da destra, sono difficilmente indirizzabili in rete, a meno di non scavalcare la difesa del tutto.
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #5 il: 23 Ago 2015, 17:34 »
I cioccolatini di Kishna vanno confezionati meglio.

Palle così precise, ma lente, provenienti da dietro poiché fatte col sinistro partendo da destra, sono difficilmente indirizzabili in rete, a meno di non scavalcare la difesa del tutto.
quella sui piedi di Lulic era facile da spingere in porta mentre sul colpo di testa di Candreva hai ragione

Offline Alcares

*
5519
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #6 il: 23 Ago 2015, 17:39 »
quella sui piedi di Lulic era facile da spingere in porta mentre sul colpo di testa di Candreva hai ragione
Non so, branco.

La palla a Lulic arriva da dietro.
Non è facilissimo guardare la palla e la porta allo stesso tempo, se queste sono diametralmente opposte.
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #7 il: 23 Ago 2015, 17:41 »
Cioccolatini o arcobaleni abbiamo una varietà di soluzioni offensive da paura, certo seconda solo alle invenzioni dei gervinho salah e falque. Se solo avessimo un pó di fiducia in questa squadra e la smettessimo di romperle i cabasisi agli acquisti (machissò, soloparametrizeroquindisòpippe, nunspennemo)...

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk

Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #8 il: 23 Ago 2015, 17:43 »
senza di lui la Lazio, anche nei momenti in cui come ieri nella prima mezz'ora esprime il suo calcio migliore, non riesce a mettere mai, o quasi mai, l'uomo solo davanti al portiere
riusciamo a segnare ugualmente (genoa e juve a parte) perché abbiamo una varietà ricca di soluzioni offensive: dal cross dalle fasce (un po la nostra specialità) alla azione individuale al tiro forte e preciso da fuori
senza felipe però niente (o quasi niente) passaggi smarcanti, niente palle filtranti, niente invenzioni o aperture geniali. la palla a mauri per l'1-0 dello scorso derby di andata o il lancio a klose chiuso con il palo contro il bayer fanno parte solo del suo patrimonio
non so con quanta ragione, ma prevedo un felipe sempre più 10 e sempre meno 7

+ 1
Re:l'importanza di felipe anderson
« Risposta #9 il: 23 Ago 2015, 19:03 »
Non so, branco.

La palla a Lulic arriva da dietro.
Non è facilissimo guardare la palla e la porta allo stesso tempo, se queste sono diametralmente opposte.

Il pallone di Lulic era un goal fatto, il difensore del Bologna si è lanciato in scivolato e l'ha tolto dalla botta sicura, così come anche il pallone per Candreva: aveva il tempo di fare quello che voleva, non doveva per forza incornare, e poteva comunque incornare meglio.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod