La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio

0 Utenti e 81 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #20 il: 04 Dic 2021, 14:53 »
Sarri e' il segnale da cui partire .

Non ci sono altre soluzioni .

(S)vendere Muriqi,Vavro,Escalante,AK

Vendere al meglio SICURAMENTE Luis Alberto .

La difesa titolare di oggi TUTTA in panchina o semi.

2 terzini , 2 centrali , un portiere , vice Ciro.

Su 6 acquisti 2/3 a Gennaio (o subito investimento o svincolati per rush finale) .

Fra 5 giorni la partita dell'anno .

ALL IN su Coppa Italia e EL .


Offline Achab77

*****
9652
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #21 il: 04 Dic 2021, 15:09 »
La Lazio per come la vedo io non avendo le disponibilità apparentemente illimitate di altre squadre dovrebbe adottare la filosofia Ajax. Investire pesante sui giovani del vivaio. Comprare giocatori giovani, valorizzarli a dovere e poi venderli a carissimo prezzo.
In parte con Bianchessi si è cominciato ad operare cosi. Ovviamente sono progetti a medio lungo termine e che portano a volte a toppare le annate (pure all'ajax succede) però altre volte trovi l'alchimia giusta che ti porta a macinare il borussia dortmund in champions (4-0 e 3-1) e punteggio pieno in champions e giocatori che a giugno venderai a peso d'oro.

Purtroppo il tifoso italiano e romano in particolare non ha pazienza vuole risultati, se perdi 2 partite consecutive ti mette in croce. E tutto diventa più difficile.

Bianchessi ottimo innesto, ma la primavera va male già da un po'.
O gli dai un ruolo più importante per provare a vedere come va, oppure è fuffa e ci ritroveremo come con Cragnotti a fare campagne acquisti anche per la primavera per tenerla in piedi.

Offline Goceano

*****
3207
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #22 il: 04 Dic 2021, 15:13 »
Bianchessi ottimo innesto, ma la primavera va male già da un po'.
O gli dai un ruolo più importante per provare a vedere come va, oppure è fuffa e ci ritroveremo come con Cragnotti a fare campagne acquisti anche per la primavera per tenerla in piedi.

Bisogna avere una rete organizzata di osservatori, come fa l'Atalanta c'e poco da fare, li prendi li fai crescere in Primavera e se sono buoni li fa esordire tra i grandi.

Offline Warp

*
8210
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #23 il: 04 Dic 2021, 15:21 »
Bisogna avere una rete organizzata di osservatori, come fa l'Atalanta c'e poco da fare, li prendi li fai crescere in Primavera e se sono buoni li fa esordire tra i grandi.

Ma anche prima della primavera. E' un progetto a lungo termine, ci vogliono 4/5 anni per mettere su una struttura simile.
Pure a Bianchessi serve tempo (autonomia e soldi da investire).

Offline dadep

*
161
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #24 il: 04 Dic 2021, 15:28 »
Il modello atalanta nel corso del tempo ha dato frutti a prescindere, perché ci sono stati giocatori che sono riusciti ad affermarsi in prima squadra e, se non ci sono riusciti all'atalanta, sono comunque stati venduti e la società ha comunque incassato...

La nostra situazione è piuttosto lontana da un modello sportivo/societario del genere, almeno al momento attuale...poi se ci vai ad aggiungere l'età media della nostra squadra capisci tante cose...

Offline Goceano

*****
3207
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #25 il: 04 Dic 2021, 15:35 »
Io mi sono sempre chiesto quanto potrebbe costare alla società una struttura e rete del genere, però qui vedo che le cose non procedono: faccio un esempio lampante: della famosa Academy Bob Lovati non si è saputo più nulla, sembrava che avessimo posato la prima pietra per questo, ed invece...
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #26 il: 04 Dic 2021, 17:29 »
Voi sognate. Non ci sarà mai alcuna rifondazione senza la cessione della società da Lotito a qualcun altro. Ancora non si è capito dopo lustri?
Siamo così e rimarremo così. Fino a che…
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #27 il: 04 Dic 2021, 22:35 »
Avete visto l'atalanta??? quella è una Programmazione SERIA a lungo termine,,,

Offline SSL

*
5908

Offline SSL

Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #28 il: 04 Dic 2021, 22:39 »
Avete visto l'atalanta??? quella è una Programmazione SERIA a lungo termine,,,
Sono nettamente avanti come programmazione.
Anche il Napoli.
Le strisciate possono usufruire di altri capitali.
Noi siamo fermi a 10 aa fa come concezione di Società.
Io vedo tempi difficili.

Offline Cesio

*
11989
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #29 il: 04 Dic 2021, 22:52 »
Al di là del Ds bisogna entrare nell'ottica che molti giocatori che abbiamo li dobbiamo svendere perché non se li prende nessuno alle richieste della Lazio, se non ci si libera degli esuberi saremo sempre  limitati dall'indice di liquidità. Via un big (Luis Alberto) e si parte con un mercato intelligente, non per forza il grande nome ma funzionale a quello che chiede Sarri. Se si pensa di vivacchiare con uno due giocatori a cui dobbiamo correre dietro per tutta la sessione do mercato meglio non rinnovarlo proprio il contratto all'allenatore
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #30 il: 04 Dic 2021, 22:57 »
Il modello atalanta nel corso del tempo ha dato frutti a prescindere, perché ci sono stati giocatori che sono riusciti ad affermarsi in prima squadra e, se non ci sono riusciti all'atalanta, sono comunque stati venduti e la società ha comunque incassato...

La nostra situazione è piuttosto lontana da un modello sportivo/societario del genere, almeno al momento attuale...poi se ci vai ad aggiungere l'età media della nostra squadra capisci tante cose...

I nostri primavera quando escono vanno a giocare in lega pro (sa va bene). Quelli della dea, in serie A...

È proprio altra roba
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #31 il: 04 Dic 2021, 23:20 »
I nostri primavera quando escono vanno a giocare in lega pro (sa va bene). Quelli della dea, in serie A...

È proprio altra roba

Bisogna tornare agli anni '80 per ricordare i primavera in prima squadra, i nomi li sapete, quanto tempo buttato, altri tempi??? si, ma anche altre capocce c'erano alla Lazio,,,

Offline surg

*
7448
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #32 il: 04 Dic 2021, 23:34 »
Penso che siamo tutti d'accordo; io comincerei dal DS che va mandato via e sostituito, ci vuole aria nuova anche in dirigenza per poi passare alla squadra con giocatori pronti, freschi, giovani e di prospettiva in rosa; non sono d'accordo con chi vorrebbe mandare via anche Sarri e di commenti ne ho visti tanti in questa direzione; ora la palla sta a te Claudio Lotito, so che è difficile  e ci vorrà del tempo, ma vanno fatte delle scelte drastiche per il bene della Lazio.
Per il momento mi accontenterei di cambiare il portiere

Offline sharp

*****
24115
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #33 il: 05 Dic 2021, 01:30 »
Non andare in Olanda, scrivi modello atalanta e fai prima,,,

si ma il modello atalanta prima dell'arrivo di mr simpatico come un porcospino in calore nelle mutande,
dava come frutti una tantum , ma molto una e poco tantum, l'arrivare a metà classifica della parte sinistra,
e la primavera degli orobici già sfornava talenti, il salto triplo lo hanno fatto
con gasperini, e nemmeno al primo anno (solo dal secondo in poi), con sartori già ds, per dire,
arrivarono per due anni nelle zone basse della classifica

da li si è instaurato il circolo virtuoso (leggi plusvalenze pazzesche), oramai se uno esce dall'atalanta
minimo bisogna cacciare un 30% in più del suo valore di mercato per comprarlo

Offline Gianluko

*****
3649
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #34 il: 05 Dic 2021, 02:26 »
Bisogna tornare agli anni '80 per ricordare i primavera in prima squadra, i nomi li sapete, quanto tempo buttato, altri tempi??? si, ma anche altre capocce c'erano alla Lazio,,,
Ma infatti, magari tornassero i fantastici anni ‘80…
Bah.

Offline SSL

*
5908

Offline SSL

Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #35 il: 05 Dic 2021, 06:27 »
Quando vedo le partite degli altri più che schemi e numeri resta impresso l'atteggiamento dei giocatori, il dinamismo e la velocità di riposizionarsi, la ferocia della marcatura..

Io penso che un LA oggi fa difficoltà anche a giocare con l'Atalanta o con il Napoli. Lo stesso Calanoglu è molto più dinamico.
Per una volta non sono d'accordo quando JVS23 dice che bisogna costruirgli la squadra intorno. Quell'epoca li è finita, e pure da un pezzo mi sa.

Come rosa attuale, la Lazio per caratteristiche atletiche e di intensità, non può essere fisiologicamente a quei livelli.
La stessa udinese vista contro di noi secondo me ha più potenzialità da quel punto di vista.
Serve un grossissimo cambio di rotta.
Spero che Sarri riesca a portare questa mentalità, ma sarà durissima.
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #36 il: 05 Dic 2021, 08:15 »
Ma infatti, magari tornassero i fantastici anni ‘80…
Bah.

Mi sa che sta gente non ci stava negli anni 80...

Avevamo una primavera forte?  Boh e chi se lo ricorda? Ricordo solo uno dei decenni piu bui della prima squadra

Offline Picpus

*****
487
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #37 il: 05 Dic 2021, 08:31 »
Quando vedo le partite degli altri più che schemi e numeri resta impresso l'atteggiamento dei giocatori, il dinamismo e la velocità di riposizionarsi, la ferocia della marcatura..

Io penso che un LA oggi fa difficoltà anche a giocare con l'Atalanta o con il Napoli. Lo stesso Calanoglu è molto più dinamico.
Per una volta non sono d'accordo quando JVS23 dice che bisogna costruirgli la squadra intorno. Quell'epoca li è finita, e pure da un pezzo mi sa.

Come rosa attuale, la Lazio per caratteristiche atletiche e di intensità, non può essere fisiologicamente a quei livelli.
La stessa udinese vista contro di noi secondo me ha più potenzialità da quel punto di vista.
Serve un grossissimo cambio di rotta.
Spero che Sarri riesca a portare questa mentalità, ma sarà durissima.

Già..ma quelle società hanno investito nei buoni calciatori..le cosiddette riserve sono più forti dei titolari..entrano e cambiano le partite. Bisogna anche aggiungere che Gasperini che allena da 30 anni non ha mai alzato un trofeo... però la Sua squadra è un piacere vederla giocare..come la nostra quando sono tutti in forma e sul pezzo.
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #38 il: 05 Dic 2021, 08:36 »
Dietro siamo corti e discretamente scarsi. Manca un portiere (o due), un centrale e un terzino sinistro di piede sinistro.

In attacco manca un vice Immobile e un'ala sinistra di piede sinistro. Moro quinta scelta, Romero è giovanissimo.

Il gran problema è il centrocampo. Non fa filtro e non è dinamico. Leiva è in pensione, Cataldi buona riserva, Luis Alberto non può fare il Zielinski (per caratteristiche meglio Zaccagni). La priorità adesso dovrebbe essere una mezzala di quantità tipo Nández. Ma Basic può essere una sorpresa. Per me nel Napoli di Sarri il giocatore più importante era Allan. Non abbiamo questo tipo di giocatore, quindi non possiamo avere questo tipo di gioco.
Re:La fine di un ciclo: ora rifondare la Lazio
« Risposta #39 il: 05 Dic 2021, 09:19 »
Mi sa che sta gente non ci stava negli anni 80...

Avevamo una primavera forte?  Boh e chi se lo ricorda? Ricordo solo uno dei decenni piu bui della prima squadra

Aquila, non so se c'eri Te, ma a vedere gli allenamenti a Tor di Quinto ero presente, la fermata del 391 e poi camminare davanti alle "Zocco.le",  il mio discorso era differente, si sogna il "Top Player" proveniente dalla primavera, bene,  da quanto tempo non nasce uno FORTE dalla primavera e poi TITOLARE in prima squadra??? fatteli i conti,,,
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod