La Lazio è ANTIFASCISTA!

0 Utenti e 66 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline alex73

*****
10943
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3740 il: 28 Gen 2023, 21:04 »
Però qui stiamo distorcendo la realtà (intenzionalmente, non intenzionalmente, poco importa).
Alex ha scritto una serie di stupidaggini, non solo oggi ma tante volte, insomma spazio per esprimersi ne ha avuto, è stato ascoltato, ma se dice stupidaggini perché non bisogna dirglielo?
Ci sono cose che non sono opinabili. La Terra non è piatta (semmai localmente, ma questa è una battuta). Il coro sulla sinagoga è antisemita. Chi è contro il fascismo è antifascista. Chi è contro l'antifascismo è fascista.
Risparmiaci discorsi sulla civiltà: chiunque voglia dire la sua qui sa che è benvenuto, tenendo presente le regole del forum e quelle interne al topic specifico.

Totalmente d'accordo con A. Nesta (c).
continua a seguirmi magari prima o poi la mente ti si apre

Offline alex73

*****
10943
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3741 il: 28 Gen 2023, 21:07 »
Perche' a casa sua (IL SUO AMBIENTE) gli hanno inculcato che gli "altri" gli porteranno via tutto .

Mentre quelli di casa sua (IL SUO AMBIENTE) hanno portato via il poco a tanti .

E' la famosa zona grigia (IL SUO AMBIENTE) che non e' il fascismo che descrivevo ma la LEGA , FI , IV , ed in fondo per me anche il PD che occupa uno spazio per storia (?) , per consuetudine , che non gli spetta (OGGI) .

PS : i giovani non sono quelli descritti , per fortuna , perche' 5.000 che frequentano la NORD sono uno sputo (fisico e morale) di tutto il resto .

PS : sono nato e cresciuto a Ple Clodio , e non ero in minoranza ne come Laziale ne come antifascista .
e' un ragionamento che può starci ma non credo che possa valere nella totalità....confermi su ple clodio

Offline alex73

*****
10943
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3742 il: 28 Gen 2023, 21:08 »
Confermo
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3743 il: 28 Gen 2023, 21:09 »
continua a seguirmi magari prima o poi la mente ti si apre
Però così anche tu non aiuti eh….

Offline alex73

*****
10943
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3744 il: 28 Gen 2023, 21:13 »
Però così anche tu non aiuti eh….
hai ragione però cavolo qui c'è gente che te le tira fuori...

Offline carib

*****
30191
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3745 il: 28 Gen 2023, 21:28 »
Liliana Segre si è espressa molto chiaramente sulla "questione Palestinese". A modo suo. Non a modo vostro

Imbarazzo all'ennesima potenza. "Liliana Segre è vittima dell'olocausto ma".
Dovreste vergognarvi


 

Offline carib

*****
30191
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3746 il: 28 Gen 2023, 21:37 »
No.
Ha spiegato cos'è l'antisemitismo, e descritto uno dei modi in cui - a volte- si può o si sarebbe potuto combattere.
Non riduciamo al nazifascismo qualcosa che ha radici molto più antiche.
Nel nostro paese, radici  soprattutto cattoliche.
La facilità con cui il nazismo, molto più del fascismo, è riuscito a cavalcare l'antisemitismo, sta nel fatto che era un sentimento diffusissimo nel mondo cristiano, soprattutto in quello cattolico. Era il risultato di secoli di propaganda e attività antisemite in tutta Europa.
Il fatto che in Italia siano morti meno ebrei che altrove è dovuto soprattutto al fatto che nei secoli precedenti la maggior parte di loro era già stata eliminata. Espulsa o uccisa.
carte' tu hai ragione ma dimentichi che hitler lo sterminio degli ebrei prima di metterlo in pratica l'ha teorizzato, a differenza di chi lo sterminio degli ebrei prima di lui - nel nome di dio - lo ha "solo" praticato.
E mussolini, prima ancora di hitler, allo sterminio gli ha voluto dare una base scientifica.
Non facciamo i sangiuliano della situazione
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3747 il: 28 Gen 2023, 21:39 »

Ma fu guerra civile con storie dolorose e vittime innocenti da entrambi le parti.


Ma manco per il cazzo, manco per il cazzo proprio, da una parte vittime innocenti, dall'altra sicuramente non tutte , anche perché questa guerra civile se non ci fosse stato il ventennio precedente non sarebbe esistita proprio
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3748 il: 28 Gen 2023, 21:42 »
Liliana Segre si è espressa molto chiaramente sulla "questione Palestinese". A modo suo. Non a modo vostro

Imbarazzo all'ennesima potenza. "Liliana Segre è vittima dell'olocausto ma".
Dovreste vergognarvi

Dici carib? Dici davvero? Mi sorprende molto questo approccio da parte tua
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3749 il: 28 Gen 2023, 21:45 »
Mah; a me sembra che questo topic - bello, interessante, sanguigno, - stia sempre più meritando di uscire da Lazio talk.
Ma probabilmente sbaglio

Basta rientrare in topic, e lo dico anche per me 😉

Offline carib

*****
30191
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3750 il: 28 Gen 2023, 21:49 »
carte' tu hai ragione ma dimentichi che hitler lo sterminio degli ebrei prima di metterlo in pratica l'ha teorizzato, a differenza di chi lo sterminio degli ebrei prima di lui - nel nome di dio - lo ha "solo" praticato.
E mussolini, prima ancora di hitler, allo sterminio gli ha voluto dare una base scientifica ovviamente farlocca.
Non facciamo i sangiuliano della situazione
edit
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3751 il: 28 Gen 2023, 21:55 »
un fantasma si aggira per l´europa...la destra italiana non razzista e non fascista.


Comunque se proprio puó consolare, personalmente non trovo manco il PD cosí tanto antirazzista e antifascista.

E' proprio questo il problema, in particolare su Lazio Talk, mentre si parla dei cori sulla sinagoga e delle mani a paletta che ci distruggono l'immagine. Se sono tutti fascisti, compreso il PD, il 99% di chi legge dice che il fascismo allora non esiste. Invece noi tifosi laziali siamo tra i pochi a sperimentarli e pagarne le conseguenze. Perchè si possono fare tanti discorsi e darsi tante pacche sulle spalle, ma se poi rimani in 10 e non convinci nessuno di chi legge che non sia antifà militante, è tutto inutile. Anzi, controproducente. Qui si dovrebbe parlare del tipo di fascismo riconosciuto da tutti, non del PD fascioleghista (!)
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3752 il: 28 Gen 2023, 22:07 »
Ma manco per il cazzo, manco per il cazzo proprio, da una parte vittime innocenti, dall'altra sicuramente non tutte , anche perché questa guerra civile se non ci fosse stato il ventennio precedente non sarebbe esistita proprio
Non ho nient’altro da aggiungere a quello che ho detto.
Fu guerra civile si, perché italiani spararono su italiani, perché i “cattivi” sparavano ai buoni e i buoni ai cattivi, si aprirono storie dolorose e ferite terribili nelle famiglie anche quelle dei “cattivi “, famiglie che nulla avevano a che fare con il fascismo.
In guerra per me non esistono vittime di serie A e di serie B quando di mezzo ci vanno anche le famiglie di chi la guerra l’ha scatenata e le famiglie di chi l’ha combattuta su un fronte o sull’altro.
Quindi , dopo 70 anni puoi risparmiarti questo tono aggressivo, almeno con me.
Porto cicatrici che spero tu non abbia mai dovuto neanche lontanamente sopportare e nel disgraziato caso tu sia invece stato toccato profondamente dovresti allora cercare di capire quello che ho scritto.
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3753 il: 28 Gen 2023, 22:28 »
Vorrei porre una domanda a chi, come Gio, dichiara di essere di destra, e capire cosa intendano con il loro essere di dx.
Il loro modello di società, il rapporto con i diritti negati a causa di ingerenze religiose.
Nel 2023, dopo che la dx ha vinto le elezioni e governa il paese, cosa è essere di dx?

Sei sicuro di essere in topic? sei sicuro che questo tipo di intervento aiuti a stigmatizzare il fascismo, quello vero, così considerato dalla gente? Perchè si può scrivere un trattato, ma se poi dici che "prima gli italiani" è fascismo, la gente ti molla. Spostatevi su Temi, se non si parla di Lazio
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3754 il: 28 Gen 2023, 22:29 »
Non ho nient’altro da aggiungere a quello che ho detto.
Fu guerra civile si, perché italiani spararono su italiani, perché i “cattivi” sparavano ai buoni e i buoni ai cattivi, si aprirono storie dolorose e ferite terribili nelle famiglie anche quelle dei “cattivi “, famiglie che nulla avevano a che fare con il fascismo.
In guerra per me non esistono vittime di serie A e di serie B quando di mezzo ci vanno anche le famiglie di chi la guerra l’ha scatenata e le famiglie di chi l’ha combattuta su un fronte o sull’altro.
Quindi , dopo 70 anni puoi risparmiarti questo tono aggressivo, almeno con me.
Porto cicatrici che spero tu non abbia mai dovuto neanche lontanamente sopportare e nel disgraziato caso tu sia invece stato toccato profondamente dovresti allora cercare di capire quello che ho scritto.

Il mio tono non è aggressivo, sicuramente non lo è nei tuoi confronti, è un modo di esprimermi che non voleva essere offensivo.... Ma leggere di morti innocenti da una parte e dall'altra lo trovo un modo per mettere vagamente sullo stesso piano carnefici e vittime, quelle vere, e scusa non lo posso sentire

Ma magari ho capito male io

Offline FatDanny

*****
31784
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3755 il: 28 Gen 2023, 22:36 »
Sei sicuro di essere in topic? sei sicuro che questo tipo di intervento aiuti a stigmatizzare il fascismo, quello vero, così considerato dalla gente? Perchè si può scrivere un trattato, ma se poi dici che "prima gli italiani" è fascismo, la gente ti molla. Spostatevi su Temi, se non si parla di Lazio

"Prima gli italiani" non è fascismo.
Ma è razzismo, per definizione.
Così come lo è negare la cittadinanza a chi nasce in Italia.
Come si può dire che non è una politica razzista?
Anche perché, come tutte le politiche relative all'immigrazione, si adatta solo ad alcune rotte di immigrazione.

Se il "fascismo considerato dalla gente" è un concetto del tutto svuotato è politicamente inutile.
E infatti proprio questo è il rischio oggi. Che so boni tutti a dirsi antifascisti e antirazzista se per fare questo basta non volere mettere gente nelle camere a gas.
Ma non serve ad un cazzo, perché mentre ci si fissa su un punto storicamente obsoleto le discriminazioni razziali ammazzano gente, ad esempio, nel Mediterraneo.
E si che siamo in topic.
O pensi che LazioNet ha finanziato una ONG come mediterranea perché non sapeva che fare con dei soldi raccolti?
L'ha fatto esattamente perché antirazzismo OGGI vuol dire questo.
Sennò so davvero tutte chiacchiere su un coro fine a se stesso, se poi non vanno a mettere le mani in quel che produce questo contesto culturale, cori inclusi.
Non produce camere a gas, ma ad esempio un enorme consenso per fare morire la gente in mare.
Quindi forse è più sensato parlare di questo, anche se scomodo, che fare dell'antirazzismo/antifascismo.un feticcio celebrativo del cazzo, come ormai accade il 25 aprile.
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3756 il: 28 Gen 2023, 22:52 »
"Prima gli italiani" non è fascismo.
Ma è razzismo, per definizione.
Così come lo è negare la cittadinanza a chi nasce in Italia.
Come si può dire che non è una politica razzista?
Anche perché, come tutte le politiche relative all'immigrazione, si adatta solo ad alcune rotte di immigrazione.

Se il "fascismo considerato dalla gente" è un concetto del tutto svuotato è politicamente inutile.
E infatti proprio questo è il rischio oggi. Che so boni tutti a dirsi antifascisti e antirazzista se per fare questo basta non volere mettere gente nelle camere a gas.
Ma non serve ad un cazzo, perché mentre ci si fissa su un punto storicamente obsoleto le discriminazioni razziali ammazzano gente, ad esempio, nel Mediterraneo.
E si che siamo in topic.
O pensi che LazioNet ha finanziato una ONG come mediterranea perché non sapeva che fare con dei soldi raccolti?
L'ha fatto esattamente perché antirazzismo OGGI vuol dire questo.
Sennò so davvero tutte chiacchiere su un coro fine a se stesso, se poi non vanno a mettere le mani in quel che produce questo contesto culturale, cori inclusi.
Non produce camere a gas, ma ad esempio un enorme consenso per fare morire la gente in mare.
Quindi forse è più sensato parlare di questo, anche se scomodo, che fare dell'antirazzismo/antifascismo.un feticcio celebrativo del cazzo, come ormai accade il 25 aprile.

Si, il problema è che questa è una tua posizione di nicchia, non la Verità assoluta: se vedi le dichiarazioni (e soprattutto le azioni) dei leader di altri stati occidentali, "siamo in X, prima chi vive in X" è un discorso che trovi detto anche da molti partiti della loro SINISTRA. Tutto il mondo occidentale è di fascisti, insomma, gli stati del nord che rimpatriano a Kabul sotto le bombe, l'Inghilterra che fa i campi in Ruanda, la spagna di sinistra che spara alle spalle, uccide a Ceuta e Melilla, fa muri con filo spinato...Poi ci sono i salotti buoni dove si parla di beneficenza, contrapposti alle periferie incazzate. A torto, a ragione, non mi interessa, la gente la convinci se gli dai dei vantaggi personali. Nelle fabbriche si parlava di salari e ferie, non di accogliere e mantenere nuovi krumiri.
Insomma dire che tutti sono fascisti rende nessuno fascista. Eppure noi di mani a paletta e cori ne sentiamo ogni domenica. Poi, conosco i miei polli, mi dirai che ovviamente sono fascista, arriverà il fenomeno che ti chiede se da piccolo hai avuto carenze di affetto, arriva l'altro immancabile agente provocatore che aggiunge un paio di insulti non circostanziati tipo "certo che schifo" per alzare il livello dello scontro, poi rispondo alle provocazioni e arriva quello che dice sono un troll che monopolizza il bel topic. Tutto già visto, io volevo solo sottolineare l'opportunità di affrontare il problema del fascismo nel mondo nel topic "La Lazio è antifascista".

Però così si crea una confusione assurda.

Fascismo quindi significa un po' tutto? Da materialista e consumista, a classista e menefreghista?

Provavo timidamente a farlo notare: se sei contrario all'immigrazione sei fascista, se sei contrario alle adozioni gay sei fascista (non entro nel merito, non mi interessa proprio). Allora la gente pensa, vorrà dire che sò fascista. Io pe fascisti intendo quelli con le mani a paletta che ce fanno squalificare la curva. Per il resto ci son altre sezioni. Sarò ingenuo...

Offline FatDanny

*****
31784
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3757 il: 28 Gen 2023, 23:09 »
Ma di cosa stai parlando?
Ma quale posizione di nicchia?

Se una politica discrimina, discrimina. Non è un'opinione, è un dato oggettivo.
Poi se chi discrimina non vuole sentirselo dire sono cazzi suoi. Suoi problemi con la sua coscienza, che non posso certo accollarmi io.

Penso che buona parte dei razzisti, soprattutto oggi, non voglia sentirselo dire. Quindi diventa un'opinione di nicchia? Ma manco per il cazzo, con tutto il rispetto.

Torni a parlare di fascisti, impropriamente, per buttarla in caciara. Io sto parlando di politiche razziste, lascia perdere il fascismo.
Anche partiti di sinistra hanno fatto politiche razziste? Avoglia, guarda Minniti!
E quindi? Non devo dire che fare massacrare persone nei lager libici con gli accordi fatti da Minniti e farle morire in mare è razzista perché sarebbe una mia posiizone di nicchia?
Perdonami, è oggettivo che lo sia. Non è che possiamo girarci attorno. Quelli sulla base di una provenienza vengono trattati come schiavi, torturati, muoiono in mare e si prevede oggi un iter per la richiesta di asilo che da tutte le altre provenienze non hanno! Come la chiami questa cosa se non discriminazione razziale?
Quelle cose sono avvenute, non è una mia impressione.

E chi sostiene sta roba deve almeno prendersi la responsabilità di quel che sostiene, ci manca solo che si offende di essere chiamato razzista. Invece deve accollarsi integralmente le conseguenze di cio che pensa e che vota, perché ha la responsabilità politica e morale di tutta la merda che avviene, deve accollarsi i morti che lui, razzista, provoca.

E poi, smettiamola con la storia delle periferie incazzate. In periferia non se vota. Vota un decimo della gente e quelli si, votano parecchi a destra. ma è una esigua minoranza. La maggioranza ha capito da tempo che non li rappresenta nessuno e fanno tutti cacare. Il consenso vero de sta merda sta nella piccola borghesia incarognita. Quella vota in massa la teppa razzista, non le periferie.

No tu non sei ingenuo, è che pensi che a facce squalifica la curva so cento neonazisti e non esattamente quelli che so contro i matrimoni gay e contro i migranti e fanno i coretti proprio perché pensano che non c'è niente di male, che so solo cori.

Il problema è che tu non hai proprio capito il fenomeno se pensi che a farci squalificare la curva so cento militanti di CasaPound o forza nuova con la mano a Paletta. Che per quanto io li detesti e abbiamo avuto modo di dimostrarcelo reciprocamente, mi sembra abbastanza ingiusto accollargliela quando il fenomeno è ben più ampio.

Ti senti sollevato a pensarla così, perché in questo modo pensi di dover combattere contro cento stronzi e non contro un pezzo consistente di questo paese. Purtroppo la realtà è più difficile di quella che vorresti tu e tra fare il coro demmerda e pensare che i migranti vanno lasciati in mare c'è molto più legame di quello che pensi e soprattutto c'è molto più legame rispetto a chi vorrebbe riaprire i campi di sterminio, che so veramente quattro scemi che facessero i cori manco se sentirebbero, mettessero la mano a Paletta manco si vedrebbero.


Io parlo della realta fattuale, posizione di nicchia stocazzo, co tutto il rispetto per le posizioni di nicchia.

Offline Lativm88

*
5950
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3758 il: 28 Gen 2023, 23:22 »
Il fascismo è difficile da definire proprio perché lo stesso Mussolini aveva un'idea abbastanza "mutevole" di quel che gli conveniva sostenere, non lo dico io, lo diceva lvi.

Certamente alla base aveva quello che oggi chiameremmo populismo,
Certamente alla base aveva dell'autoritarismo, del tradizionalismo e un razzismo anche solo classista all'inizio che poi divenne "biologico" quando lo si è voluto vestire di "scienza".
E chiaramente della violenza, tanto verbale quanto fisica.

Inizialmente il fascismo, storicamente, è semplicemente stato un manganello tanto tollerato quanto auspicato da chi, dal centro e dalle classi più agiate, aveva veramente paura che gli si potesse togliere qualcosa forzosamente.

Poi il manganello è stato particolarmente attraente e  popolare finendo per essere accettato come leader.

Ma per quanto vago visse e prosperò fintantoché la Zona grigia (fuori dalla zona grigia gli antifascisti della prima ora) non ha reagito e per farla reagire c'è voluto che il paese fosse invaso, che fosse bombardato, che fosse occupato a nord e a sud. Quando la zona grigia non ha più mangiato, ha reagito.
Non che il manganello sia stato debellato, è stato solo riposto, e in alcuni casi e non solo in Italia, anche riproposto quando è stato "necessario" giustificato e protetto.

Nei venti anni di fascismo non erano tutti fascisti, non erano neanche la metà e anche quelli che si definivano fascisti avrebbero avuto difficoltà a definire i perché e i percome. Ma la grandissima maggioranza ai arrabbattava, faceva finta di niente, finché non era direttamente coinvolta girava la testa dall'altra parte etc. Etc.

Oggi le cose non sono molto diverse, in piccolo, riguardo a ciò che accade allo stadio:
C'è una piccola parte di fascisti veri;

una parte di chi si comporta come fascista pur senza definirsi tale, per seguire una moda, una forma aggregativa, un piacere proibito di fare qualcosa di "trasgressivo", che se la forma considerata trendy di aggregazione fosse raccogliere margherite farebbe quello;

Un'enorme parte che tace o che minimizza perché si fa brutta pubblicità alla Lazio o che non gli interessa o che finché non ne viene toccata direttamente non fa/farà nulla.
Perché alla fine sono solo canzonette.

Il tutto amplificato dalla sterminata massa e stampa grigissima nazional popolare esterna alla Lazio che quando può usare un capretto per lavare i propri peccati, invece che interrogarsi su di sé, semplicemente lo fa.

Ed eccoci qui. A discettare su cosa è il fascismo e cosa non lo è. A quanto è fascista la curva nord di Roma o quella di Mano, quella sud o la gradinata est.
Quando basterebbe affermare, tanto allo stadio, quanto nella vita normale, che sentire insultare qualcuno per quello che è e che non può che essere sia la cosa più abietta mai strisciata sulla terra, anche se è in rima o ha un ritornello orecchiabile.

E cosa ci resta, adesso, se non stigmatizzare, sottolineare, nono nascondere, non minimizzare, dare le spalle al campo se non si può fare diversamente e, perché no, anche non andare allo stadio se non ci si sente a proprio agio.

Io non penso che la tifoseria Laziale sia l'unica ad avere questo tipo di problema, ma è quella di cui mi interessa, è una che ha una direzione molto ben precisa politicamente e che, come tutti i grandi consessi umani ha una grande zona intorpidita che non reagirà se non costretta.

Offline pan

*
4166
Re:La Lazio è ANTIFASCISTA!
« Risposta #3759 il: 29 Gen 2023, 00:12 »
e aggiungo, all'ottimo intervento di Lativm88... è vero che questo topic ciclicamente si ripete, è vero che molti concetti sono stati ribaditi più volte in un loop che per lettori attenti o solo per chi butta un'occhiata può risultare, anzi risulta, noioso e pure stucchevole. ma scusate... se ogni volta che si prova a rimanere sul pezzo, cioè quelli della curva che ci infangano da anni in quanto orgogliosamente fascisti, e da questo si potrebbe arrivare a dissertazioni più pratiche, (andare/non andare, riunirsi, intraprendere iniziative, ritornare massicciamente e organizzati su twitter, accogliere consigli come quello di gesulio sul dare le spalle quando arrivano certi cori, oppure semplicemente sfogarsi per dire "che schifo di situazione, mi stanno sul cazzo") arriva qualcuno/a, puntuale come un orologio svizzero, a spostare la discussione su cosa è fascismo oppure no, e gli altri orrori del '900, è goliardia, sò pochi, definiscimi fascismo moderno, sei zecca (o, a scelta, sei comunista col rolex), è ovvio che si amplia sui massimi sistemi.
tattica non tattica, metodo consapevole oppure no, questo è. inutile poi lamentarsi.  per favore perlomeno il piagnucolio o l'insofferenza annoiata, dopo che si è stati attori principali nel creare la deriva, magari no, ecco.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod