Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)

0 Utenti e 47 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline MadBob79

*****
10841
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7360 il: 06 Ott 2021, 19:34 »
forse questa?

Il caso tamponi tiene ancora banco. Lotito si dovrà presentare in videoconferenza il 19 ottobre davanti alla Corte federale d’appello. L’art 12 bis comma 3 dello statuto del Coni stabilisce che a giudicarlo sarà un presidente diverso rispetto a Torsello, che trattò la vicenda il 30 aprile scorso. Ciò che ha aiutato il numero uno della Lazio a scagionarsi è stata la memoria difensiva formata dall’illustre giurista, nonché ex giudice della Corte Costituzionale, Romano Vaccarella, che ora lo difende pure nella querelle interpretativa legata a un’eventuale squalifica ancora in corso. Giovedì Lotito è stato allontanato dalla Figc perché l’inibizione di 7 mesi dalla carica dovrebbe esaurirsi il 26 ottobre prossimo. Vaccarella: “Attualmente non c’è più nessuna sanzione. Dopo il giudizio del Collegio di Garanzia siamo in una situazione nella quale c’è un deferimento di cui in parte è stata dichiarata l’infondatezza, in parte dovrà essere esaminato se ci sono elementi ex novo. Attualmente non c’è condanna di alcun genere e nessuna preclusione. Deferimento? È una regola elementare del processo civile, che si applica anche a quello sportivo. Quando c’è la sentenza di primo grado, che viene riformata dalla sentenza di appello, la quale a sua volta viene riformata dalla Cassazione, non c’è nessuna sentenza di merito, ma bisogna riprendere in sede di rinvio. Gravina evidentemente sbaglia, e non è la prima volta. Secondo me va di proposito avanti per la sua strada. Questa è roba da matita blu, in materia di procedura, all’università si viene bocciati se non si sa questa regoletta. Lotito ha 30 giorni di tempo per rivolgersi agli avvocati e dovrà chiedere pure un risarcimento per essere stato cacciato dall’ultimo consiglio senza un motivo vero. Non ho alcun dubbio che vincerà anche questo confronto. Gravina è stato estremamente imprudente, continua a farsi trascinare da un’acredine personale, al di là del lecito. Non ne uscirà bene da questa battaglia senza senso. Vuole far fuori Lotito ma il rischio è che gli si ritorca tutto contro. Strategia difensiva per la nuova udienza? Gli argomenti sono gli stessi che abbiamo usato davanti al Collegio di garanzia per dimostrare che non c’erano violazioni e abbiamo vinto. Stavolta ci dovrà ascoltare pure la Figc, a differenza di quanto successo l’anno scorso. Dal momento che insiste in questa storia, la Figc dovrà dimostrare la prova dell’esistenza delle infrazioni di Lotito. Porteremo le consulenze dei dottori Pregliasco, Bondanini e Rossi, che tolgono alla Lazio qualunque responsabilità sulla mancata applicazione del protocollo e a cui non era stato dato nessun valore in passato. La sentenza del Collegio di Garanzia dice espressamente che devono essere ascoltati i pareri e vedremo cosa tireranno fuori questi scienziati della Figc per uscire dall’imbarazzo”. Il Messaggero.

avemo appena sentito "te rompo er culo 'n dumila pezzi" dei San Culamo (cit.)
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7361 il: 06 Ott 2021, 19:36 »
avemo appena sentito "te rompo er culo 'n dumila pezzi" dei San Culamo (cit.)
- E mo che se sentimo?
- Jovanotti
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7362 il: 06 Ott 2021, 21:54 »
forse questa?

Il caso tamponi tiene ancora banco. Lotito si dovrà presentare in videoconferenza il 19 ottobre davanti alla Corte federale d’appello. L’art 12 bis comma 3 dello statuto del Coni stabilisce che a giudicarlo sarà un presidente diverso rispetto a Torsello, che trattò la vicenda il 30 aprile scorso. Ciò che ha aiutato il numero uno della Lazio a scagionarsi è stata la memoria difensiva formata dall’illustre giurista, nonché ex giudice della Corte Costituzionale, Romano Vaccarella, che ora lo difende pure nella querelle interpretativa legata a un’eventuale squalifica ancora in corso. Giovedì Lotito è stato allontanato dalla Figc perché l’inibizione di 7 mesi dalla carica dovrebbe esaurirsi il 26 ottobre prossimo. Vaccarella: “Attualmente non c’è più nessuna sanzione. Dopo il giudizio del Collegio di Garanzia siamo in una situazione nella quale c’è un deferimento di cui in parte è stata dichiarata l’infondatezza, in parte dovrà essere esaminato se ci sono elementi ex novo. Attualmente non c’è condanna di alcun genere e nessuna preclusione. Deferimento? È una regola elementare del processo civile, che si applica anche a quello sportivo. Quando c’è la sentenza di primo grado, che viene riformata dalla sentenza di appello, la quale a sua volta viene riformata dalla Cassazione, non c’è nessuna sentenza di merito, ma bisogna riprendere in sede di rinvio. Gravina evidentemente sbaglia, e non è la prima volta. Secondo me va di proposito avanti per la sua strada. Questa è roba da matita blu, in materia di procedura, all’università si viene bocciati se non si sa questa regoletta. Lotito ha 30 giorni di tempo per rivolgersi agli avvocati e dovrà chiedere pure un risarcimento per essere stato cacciato dall’ultimo consiglio senza un motivo vero. Non ho alcun dubbio che vincerà anche questo confronto. Gravina è stato estremamente imprudente, continua a farsi trascinare da un’acredine personale, al di là del lecito. Non ne uscirà bene da questa battaglia senza senso. Vuole far fuori Lotito ma il rischio è che gli si ritorca tutto contro. Strategia difensiva per la nuova udienza? Gli argomenti sono gli stessi che abbiamo usato davanti al Collegio di garanzia per dimostrare che non c’erano violazioni e abbiamo vinto. Stavolta ci dovrà ascoltare pure la Figc, a differenza di quanto successo l’anno scorso. Dal momento che insiste in questa storia, la Figc dovrà dimostrare la prova dell’esistenza delle infrazioni di Lotito. Porteremo le consulenze dei dottori Pregliasco, Bondanini e Rossi, che tolgono alla Lazio qualunque responsabilità sulla mancata applicazione del protocollo e a cui non era stato dato nessun valore in passato. La sentenza del Collegio di Garanzia dice espressamente che devono essere ascoltati i pareri e vedremo cosa tireranno fuori questi scienziati della Figc per uscire dall’imbarazzo”. Il Messaggero.

Il prof. Vaccarella aveva detto “quali altre fregnacce tireranno fuori quel somari della FIGC”. La Lazio ha chiesto di edulcorare.

Il collegio di garanzia, state attenti, non ha scritto che la Lazio ha fatto giocare un tesserato positivo (immobile), ma un tesserato con un quadro incerto, perché con un tampone positivo smentito da altri tre negativi. Di conseguenza, il collegio di garanzia spiega - e decide - che nella gradazione della colpa dei medici, e di Lotito,  la CFA dovrà per forza valutare l’opinione dei tre periti che hanno espresso pro veritate la loro opinione sulla discordanza tra i 4 esami. Mentre in appello la CFA aveva totalmente ignorato i pareri.

La verità è che caduta l’accusa di aver occultato la positività - il collegio di garanzia ha stabilito che Pulcini aveva informato la ASL - la vicenda tamponi si disvela per quello che è. Una lurida trappola. Una miserabile deviazione delle funzioni loro proprie della Procura e degli organi giudicanti appena riconfermati proprio da Gravina, con l’obiettivo spudorato di eliminare Lotito. Il tutto, con l’appoggio esterno dei barigelli’s.

Lotito, per fortuna, ha deciso di investire soldi veri per ottenere  risultati veri. Il cambio di passo - Vaccarella, Sassani eccetera - porterà riequilibrare un pochino i rapporti di forza.

E Gravina va denunciato alla procura federale (Violazione art.1 e violazione del giudicato sportivo) e, subito dopo, alla procura della repubblica.

Online adiutrix

*
2111
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7363 il: 06 Ott 2021, 22:08 »
E poi mozione rubin carter a vita

Offline PILØ

*****
10604
::Italian Subs Addicted::
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7364 il: 07 Ott 2021, 09:40 »
Il prof. Vaccarella aveva detto “quali altre fregnacce tireranno fuori quel somari della FIGC”. La Lazio ha chiesto di edulcorare.

Il collegio di garanzia, state attenti, non ha scritto che la Lazio ha fatto giocare un tesserato positivo (immobile), ma un tesserato con un quadro incerto, perché con un tampone positivo smentito da altri tre negativi. Di conseguenza, il collegio di garanzia spiega - e decide - che nella gradazione della colpa dei medici, e di Lotito,  la CFA dovrà per forza valutare l’opinione dei tre periti che hanno espresso pro veritate la loro opinione sulla discordanza tra i 4 esami. Mentre in appello la CFA aveva totalmente ignorato i pareri.

La verità è che caduta l’accusa di aver occultato la positività - il collegio di garanzia ha stabilito che Pulcini aveva informato la ASL - la vicenda tamponi si disvela per quello che è. Una lurida trappola. Una miserabile deviazione delle funzioni loro proprie della Procura e degli organi giudicanti appena riconfermati proprio da Gravina, con l’obiettivo spudorato di eliminare Lotito. Il tutto, con l’appoggio esterno dei barigelli’s.

Lotito, per fortuna, ha deciso di investire soldi veri per ottenere  risultati veri. Il cambio di passo - Vaccarella, Sassani eccetera - porterà riequilibrare un pochino i rapporti di forza.

E Gravina va denunciato alla procura federale (Violazione art.1 e violazione del giudicato sportivo) e, subito dopo, alla procura della repubblica.


Ma perché questo casino non si è fatto per tutti gli altri falsi positivi che ci sono stati. Soumaoro del Bologna contro di noi ha giocato tranquillamente, eppure era risultato positivo in settimana.
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7365 il: 07 Ott 2021, 10:14 »
Vi ricordate che ci fu un Pm, di Avellino,  che fece disporre sequestri, interrogatori e persino una serie di costose perizie per dimostrare che “era vero”, ossia che “i tamponi erano truccati”?

Ricordate, si?! Eccolo qua, l’integerrimo difensore della giustizia e della verità.



Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7366 il: 07 Ott 2021, 11:02 »
Questa storia è assurda, il danno di immagine oramai è fatto dopo un anno passato a dire falsità. A me non piace il "ti querelo" per qualsiasi cosa ma è peggio la disonestà nel continuare a dire falsità.

Che la Lazio sia oggetto di un attacco politico non c'è dubbio, murigno sbraita e insulta tutti prima, dopo e durante il derby e nessuno fa nulla. Sarri si becca 2 giornate perché forse un arbitro ha sentito male qualcosa e dopo la sua reazione non violenta (definita violenta mentre altrove venivano presi per il collo i nostri giocatori) ad una provocazione. Appena parla di buonsenso viene definito "maleducato" (ma che vuol dire? ma sanno il significato della parola?). Ora Acerbi che penso verrà squalificato a vita a questo punto.
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7367 il: 07 Ott 2021, 11:10 »
Acerbi ha preso 2 giornate, o ti riferisci a qualcos'altro?
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7368 il: 07 Ott 2021, 11:29 »
Acerbi ha preso 2 giornate, o ti riferisci a qualcos'altro?

E' stato deferito per il dito medio, vediamo se sarà una multa o ulteriori giornate.
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7369 il: 07 Ott 2021, 11:31 »
Ah OK grazie

Offline radar

*****
8990
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7370 il: 07 Ott 2021, 12:33 »
E' stato deferito per il dito medio, vediamo se sarà una multa o ulteriori giornate.

Che è comunque un brutto gesto e va sanzionato tanto quanto lo è stato quello del minus habens giallorosso
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7371 il: 08 Ott 2021, 11:09 »
Il medico della Lazio del “caso tamponi” prova a fare chiarezza
 
Protocolli, imbroglioni e medici “garzoni”? (Corriere dello Sport)
di Ivo Pulcini

È il momento di fare chiarezza. PREMESSA IMPORTANTE: un tampone dubbio positivo seguito da un tampone negativo fa cadere il dubbio. Sono entrambi negativi, secondo il Comitato Scientifico dell’AMCLI (Associazione Microbiologi Clinici Italiani). Basta questa semplice premessa per capire che: II PROTOCOLLO NON È STATO VIOLATO, MALGRADO LE DIFFICOLTÀ E LA CONFUSIONE PER UN’EMERGENZA SENZA PRECEDENTI. Il medico non è un garzone e non può essere delegittimato da un tampone, anzi è il medico che lo deve interpretare, come fa abitualmente con tutti gli altri esami, né può considerare malato un asintomatico a prescindere. Le accuse infondate portano a giudizi sbagliati e le persone con pregiudizi e riserve mentali, peggio se in malafede, ne approfittano, con scarsa professionalità, per fare clamore mediatico. Nessun giocatore positivo o dubbio positivo ha mai giocato o si è allenato e tantomeno ha infettato qualcuno. In più, a maggior tutela della loro salute, prima di farli riscendere in campo, li abbiamo isolati e sottoposti ai più approfonditi e sofisticati controlli clinici, ematologici e strumentali. Preciso: Tac al torace, Ecg dinamico (Holter delle 24 ore), Ecg a riposo e con cicloergometro a 300 Watt (50×2), Spirometria, esami del sangue e delle urine e soprattutto un accurato esame clinico obiettivo.Tutti asintomatici e tutti negativi. Un esempio molto noto: un giocatore positivo o meglio dubbio positivo alle 9:00 a.m. e dopo mezz’ora negativo, va considerato negativo. La certezza è diventata assoluta dopo averlo sottoposto ad altri due tamponi e un sierologico, tutti negativi. È stato isolato ugualmente e forse ingiustamente, poiché ogni misura restrittiva, come la quarantena, e solo in caso di positività accertata, spetta alla ASL, la quale, avvertita da me tempestivamente, dopo aver contattato infruttuosamente il responsabile medico della UEFA, il comitato scientifico della FIGC e perfino un membro della Procura Federale, per avere lumi su questa situazione anomala e non prevista dal protocollo, non ha nemmeno risposto alla mia email del 29/10/2020, preceduta da una telefonata esplicativa. Anzi, il Direttore ha risposto per email, nonostante i miei insistenti contatti sia telefonici che per WhatsApp, dopo una settimana. E non a torto, aggiungo, poiché è stato inopportuno, se non assurdo, segnalare un positivo alle 9:00 e lo stesso soggetto negativo alle 9:30 e, soprattutto, perché, come mi ha fatto notare lo stesso dirigente, un dubbio positivo, al 95% non è infetto né infettante, e deve considerarsi negativo, se il tampone molecolare successivo di controllo è risultato negativo, citando l’AMCLI e inviandomi la relativa documentazione scientifica. Inoltre, per legge, la comunicazione alla ASL spetta al laboratorio che scopre per primo l’eventuale positivo. Solo se la ASL interviene noi dobbiamo rispettare ogni provvedimento, che nel caso di specie non c’è mai stato, per nessun giocatore. Non c’è alcun dubbio: da medico posso certificare che i tamponi del 26 ottobre erano NEGATIVI, come hanno poi confermato anche i consulenti scientifici più esperti in materia. Mi riferisco ai noti professori Fabrizio Pregliasco, Patrizio Rossi Patrizio e Francesco Bondanini. Per questo sono convinto che non solo non è stato violato il protocollo, ma che addirittura i falsi positivi avrebbero potuto giocare sia contro il Bruges che contro la Juventus; figuriamoci poi contro il Torino! Purtroppo l’impianto accusatorio è basato non su tamponi positivi accertati dal medico, come è giusto e come prevede la legge, ma su tamponi dubbi o, meglio, falsi positivi contro circa 70 tamponi negativi fatti ogni 4 giorni dal 22 maggio al 26 ottobre 2020. Se la domanda è sbagliata... Aggiungo che durante questo lungo lasso di tempo solo due volte, per la stagione calcistica 2019-2020, il personale del laboratorio Futura Diagnostica di Avellino ha avuto dei contrattempi, comprensibili e giustificati, vista la notevole distanza, venendo a Formello con un giorno di ritardo e per questo siamo stati ingiustamente sanzionati. Anche questa è una colpa professionale, pur avendo scelto per motivi comprensibili il patteggiamento? La verità, anche se impiega molto tempo, viene sempre a galla, ne sono più che certo.
 

Online DaMilano

*
7433
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7372 il: 08 Ott 2021, 15:01 »
Il medico della Lazio del “caso tamponi” prova a fare chiarezza
 
Protocolli, imbroglioni e medici “garzoni”? (Corriere dello Sport)
di Ivo Pulcini

È il momento di fare chiarezza. PREMESSA IMPORTANTE: un tampone dubbio positivo seguito da un tampone negativo fa cadere il dubbio. Sono entrambi negativi, secondo il Comitato Scientifico dell’AMCLI (Associazione Microbiologi Clinici Italiani). Basta questa semplice premessa per capire che: II PROTOCOLLO NON È STATO VIOLATO, MALGRADO LE DIFFICOLTÀ E LA CONFUSIONE PER UN’EMERGENZA SENZA PRECEDENTI. Il medico non è un garzone e non può essere delegittimato da un tampone, anzi è il medico che lo deve interpretare, come fa abitualmente con tutti gli altri esami, né può considerare malato un asintomatico a prescindere. Le accuse infondate portano a giudizi sbagliati e le persone con pregiudizi e riserve mentali, peggio se in malafede, ne approfittano, con scarsa professionalità, per fare clamore mediatico. Nessun giocatore positivo o dubbio positivo ha mai giocato o si è allenato e tantomeno ha infettato qualcuno. In più, a maggior tutela della loro salute, prima di farli riscendere in campo, li abbiamo isolati e sottoposti ai più approfonditi e sofisticati controlli clinici, ematologici e strumentali. Preciso: Tac al torace, Ecg dinamico (Holter delle 24 ore), Ecg a riposo e con cicloergometro a 300 Watt (50×2), Spirometria, esami del sangue e delle urine e soprattutto un accurato esame clinico obiettivo.Tutti asintomatici e tutti negativi. Un esempio molto noto: un giocatore positivo o meglio dubbio positivo alle 9:00 a.m. e dopo mezz’ora negativo, va considerato negativo. La certezza è diventata assoluta dopo averlo sottoposto ad altri due tamponi e un sierologico, tutti negativi. È stato isolato ugualmente e forse ingiustamente, poiché ogni misura restrittiva, come la quarantena, e solo in caso di positività accertata, spetta alla ASL, la quale, avvertita da me tempestivamente, dopo aver contattato infruttuosamente il responsabile medico della UEFA, il comitato scientifico della FIGC e perfino un membro della Procura Federale, per avere lumi su questa situazione anomala e non prevista dal protocollo, non ha nemmeno risposto alla mia email del 29/10/2020, preceduta da una telefonata esplicativa. Anzi, il Direttore ha risposto per email, nonostante i miei insistenti contatti sia telefonici che per WhatsApp, dopo una settimana. E non a torto, aggiungo, poiché è stato inopportuno, se non assurdo, segnalare un positivo alle 9:00 e lo stesso soggetto negativo alle 9:30 e, soprattutto, perché, come mi ha fatto notare lo stesso dirigente, un dubbio positivo, al 95% non è infetto né infettante, e deve considerarsi negativo, se il tampone molecolare successivo di controllo è risultato negativo, citando l’AMCLI e inviandomi la relativa documentazione scientifica. Inoltre, per legge, la comunicazione alla ASL spetta al laboratorio che scopre per primo l’eventuale positivo. Solo se la ASL interviene noi dobbiamo rispettare ogni provvedimento, che nel caso di specie non c’è mai stato, per nessun giocatore. Non c’è alcun dubbio: da medico posso certificare che i tamponi del 26 ottobre erano NEGATIVI, come hanno poi confermato anche i consulenti scientifici più esperti in materia. Mi riferisco ai noti professori Fabrizio Pregliasco, Patrizio Rossi Patrizio e Francesco Bondanini. Per questo sono convinto che non solo non è stato violato il protocollo, ma che addirittura i falsi positivi avrebbero potuto giocare sia contro il Bruges che contro la Juventus; figuriamoci poi contro il Torino! Purtroppo l’impianto accusatorio è basato non su tamponi positivi accertati dal medico, come è giusto e come prevede la legge, ma su tamponi dubbi o, meglio, falsi positivi contro circa 70 tamponi negativi fatti ogni 4 giorni dal 22 maggio al 26 ottobre 2020. Se la domanda è sbagliata... Aggiungo che durante questo lungo lasso di tempo solo due volte, per la stagione calcistica 2019-2020, il personale del laboratorio Futura Diagnostica di Avellino ha avuto dei contrattempi, comprensibili e giustificati, vista la notevole distanza, venendo a Formello con un giorno di ritardo e per questo siamo stati ingiustamente sanzionati. Anche questa è una colpa professionale, pur avendo scelto per motivi comprensibili il patteggiamento? La verità, anche se impiega molto tempo, viene sempre a galla, ne sono più che certo.

comunque l'anima degli mejo mrttc lr....della rosea, del FIGC e dei loro compari.....

Online youngs

*
93
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7373 il: 14 Ott 2021, 19:43 »
Ma anche ai giocatori in quanto lavoratori verra chiesto il Green pass? I nostri sono tutti vaccinati quindi non dovremmo avere problemi ma gli altri?
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7374 il: 15 Ott 2021, 01:53 »
Ma anche ai giocatori in quanto lavoratori verra chiesto il Green pass? I nostri sono tutti vaccinati quindi non dovremmo avere problemi ma gli altri?
dipende...il tampone lo fanno ad avellino?in quel caso il GP non è valido...a parte gli scherzi credo di si, o almeno sicuramente si per gli italiani. In ogni caso credo che siamo sempre sottoposti a tampone prima delle partite quindi non ci sarà questo problema, saranno tutti greenpassati

Offline robylele

*****
32304
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7375 il: 15 Ott 2021, 05:22 »
Non ricordo piu' da dove nasce l'acredine di Gravina nei confronti di Lotito.

Offline Precisione

*
2784
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7376 il: 18 Ott 2021, 21:23 »
Tamponi Lazio: domani processo bis a Lotito in Corte appello Figc. Collegio Garanzia aveva chiesto riformulazione della sentenza

E' in calendario per domani il processo bis al presidente della Lazio, Claudio Lotito, e ai medici biancocelesti Ivo Pulcini e Fabio Rodia davanti alla Corte d'appello federale della Figc per il caso tamponi. C'è attesa per la sentenza sul patron biancoceleste, accusato di non aver provveduto a mettere in quarantena alcuni tesserati presunti positivi nelle gare contro Torino e Juve della scorsa stagione, violando così il protocollo anti-Covid. In favore di Lotito, inibito per 12 mesi a ricoprire la carica di consigliere federale, c'è la sentenza del Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni, che ha rinviato la decisione al secondo grado federale per una riformulazione della sentenza. Al patron biancoceleste basterebbero sette mesi di inibizione per essere riammesso in Consiglio federale dal 26 ottobre prossimo. L'appuntamento innanzi la Corte è fissato per alle ore 11.

Offline tommasino

*****
13991
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7377 il: Ieri alle 16:09 »

Offline tommasino

*****
13991
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7378 il: Ieri alle 16:16 »

Online Lativm88

*
5246
Re:Lazio - Covid-19 (Topic Ufficiale)
« Risposta #7379 il: Ieri alle 16:17 »
purtroppo stavolta c'è l'esclusione dalla serie A :(
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod