Personaggi famosi della Lazio

0 Utenti e 11 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Charlot

*
13507
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1580 il: 22 Mag 2020, 14:59 »
R.i.p.,  Laziale d'altri tempi, vero signore.
 :S
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1581 il: 22 Mag 2020, 15:22 »
Claudio Ferretti meriterebbe un topic di saluto a se, a parer mio.
Il mio ricordo di lui va a quando alla fine degli anni '90 conduceva un programma su Rai3 insieme a Umbero Broccoli, Telesogni (mi sembra), e il giorno dopo la vittoria della Coppa Italia contro il Milan nel 1998 per lamentarsi del fatto che la telecronaca trasmessa dalla RAI avesse tagliato, per esigenze di palinsesto, tutta la parte dei festeggiamenti (I primi della Lazio da 25 anni a quella data), aprì il programma con un lungo servizio con le immagini di tali festeggiamenti. Indimenticabile.
Brilla in cielo, Claudio
Programma bellissimo, e a mio parere, impensabile ai giorni nostri. Lo guardavo tutti i giorni, tornato da scuola. R. I. P. Claudio Ferretti.
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1582 il: 22 Mag 2020, 16:22 »
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1583 il: 22 Mag 2020, 16:26 »
Che differenza con quelli de là.
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1584 il: 22 Mag 2020, 16:38 »
O.T. merde - Lazio quarto campo su 5 ..... fine O.T.

OT
Avevo notato anche io questa cosa, sono andato a riguardarmi i risultati delle prime sette giornate del girone di andata e ci stavano se non ho fatto male i conti Juventus e Inter a 10, la Lazio a 9, Milan Bologna fiorentina e Torino subito dietro o pari a noi, comunque questione di un paio di punti massimo, le cacche a 4 punti, tra le squadre dei campi collegati. L'inda aveva appena vinto il derby di Milano. Mo non so quali siano stati i criteri adottati per la scelta dell'ordine dei campi, sui quali inviavano sempre gli stessi cronisti (voglio dire Ameri sempre sul primo campo Ciotti sul secondo ecc.) Però la nostra partita tra le quattro mi sa che fosse quella che totalizzava meno punti tra le due squadre.

Online radar

*****
8794
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1585 il: 22 Mag 2020, 16:56 »
Io c'ero, mio padre lavorava ed ero andato con Mimmo, un suo amico siciliano che come arbitro che non pagava l'ingresso in Monte Mario. Lo stadio era stracolmo, il mio posto e quello del mio accompagnatore erano abbastanza distanti, durante l'intervallo ero sconsolato e Mimmo si alzò dal suo posto e mi gridò in siciliano di non preoccuparmi perchè non era ancora finita, neppure un minuto di gioco ed il gol di Franzoni, comprato pochi giorni prima e subentrato al posto di D'Amico che aveva preso, se non ricordo male, una manata in faccia da Rocca a fine primo tempo
 
Re:Personaggi famosi della Lazio
« Risposta #1586 il: 22 Mag 2020, 18:19 »
Mi addolora molto la perdita di Claudio Ferretti. Splendida figura di Laziale e pezzo della meglio gioventù di tantissimi di noi.
Difficile spiegare oggi, per chi non ha vissuto i tempi della radio e di 90° minuto, cosa significasse il rito complessivo della domenica. Per me, era la messa, le partite a biliardino all'oratorio, la passeggiata col papà (finalmente) a riposo per comprare le "paste" (ma chi le chiama più così!) in pasticceria, il pranzo (anche qui, finalmente) "buono"; la fuga col boccone ancora in bocca per la partita all'oratorio delle 2 (non potevi far tardi, perché faceva buio presto, e comunque dopo qualcosa dovevi fare pur per la casa o per la scuola); la radiolina accesa a tutto volume sul muretto: perchè noi tutti in campo volevamo sentire - durante la nostra partitella tra polvere, pali di ferro, buche, sassi e palloni di pietra con la camera d'aria mezza di fuori - cosa succedeva sui campi veri.
Ma quanto mi divertivo, porca zozza, ma quanto.
Ferretti era davvero una persona squisita, soave, allegra, nonostante una vita non credo facile: il padre, autentico filibustiere, l'aveva lasciato da bambino per rifarsi una nuova vita in sudamerica con la sciantosissima Doris Duranti. Proprio a Mario Ferretti, forse simpatizzante Laziale pure lui, si deve la mitica radiocronaca del giro d'Italia dove, all'apertura del collegamento, pronunciò la celebre frase:«Un uomo solo è al comando, la sua maglia è bianco-celeste, il suo nome è Fausto Coppi» (Coppi aveva la tessera n. 9 della SS Lazio Ciciclismo 1945).
Che riposi in pace. 
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod