Mendieta

0 Utenti e 31 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Mendieta
« Risposta #40 il: 14 Mag 2021, 14:13 »
Semplificare con le "bombe" di Valencia.

Tempo fa ho letto una sua intervista in cui raccontava che la sua caratteristica più importante erano le sue capacità aerobiche e la resistenza alla fatica grazie ad un passato in atletica. Come Karl Heinz Riedle che faceva il salto in alto da ragazzino...è si vedeva! Non credo che correva al Valencia solo  perché si bombava.

Noi sottovalutiamo spesso il fattore umano ovvero il fatto che sono ragazzi giovani, viziati e pieni di soldi. Mendieta ha smesso presto e si è messo a fare il dj. Ha raccontato sempre in quell'intervista che arrivato a Roma si è sentito spaesato, non si è ambientato e non ha legato con i compagni di squadra. Molti giocatori si sono persi per motivi extracalcio per motivi personali legati ai vizi, la bella vita o la mancanza di personalità. Lo spoiatoio di una squadra di calcio è tipo una caserma e se non tiri fuori le unghie e i denti vieni fagocitato.
Abbiamo in casa l'esempio perfetto: Ciro Immobile. È un fenomeno che si è perso per qualche anno per difficoltà di ambientamento...ricordo che il suo allenatore tedesco, mi sembra Klopp, gli rinfacciò di non aver imparato una parola. E allo stesso modo con le dovute proporzioni Muriqi secondo me.

Se fate caso il nostro DS lavora molto per gruppi bilanciati perché conosce bene gli spoiatoi: spagnoli, est, sudamericani e italiani per facilitare l'inserimento. Non prenderà mai 1 inglese, 1 tedesco se non per casi eccezionali. Klose stava molto per caxxi suoi nel gruppo ma aveva una personalità che gli permetteva di sopravvivere anche da solo

Io credo che Mendieta aveva altre cose che gli passavano per la testa e venuto a Roma pieno di soldi ha mollato mentalmente. Sono esseri umani, giovani ragazzi. Può succedere!

In effetti Mendieta arrivò alla Lazio a 27 anni dopo quasi 10 anni di Valencia. Ci sta lo spaesamento, il ricominciare da zero e, comunque, il peso psicologico dell'ingaggio. Molto probabilmente gli mancò la personalità perché come giocatore era bono tanto.
Re:Mendieta
« Risposta #41 il: 14 Mag 2021, 15:33 »
intanto 90 miliardi sono 40 milioni..... piu' o meno come il fantastico iturbe no?
ah, dimenticavo, fabio junior fu pagato 30 miliardi... non direi 2 noccioline...

Tra i giocatori di unaltrasquadra (cit. vari giornalisti romanisti) che hanno fatto danni in base a quanto costati non possiamo non metterci totti francesco, gran bel giocatore per carità ma con i soldi che hanno dovuto dargli troppi effetti collaterali negativi hanno avuto.




Veramente se all'epoca una lattina di coca cola costava 1000 lire, oggi costa quasi 2 euro, quindi forse 90 miliardi erano 180 milioni, altro che 40.

se dici che tifi per la Lazio ti credo ma non dirmi che ci capisci di economia, non potrei farcela.
Re:Mendieta
« Risposta #42 il: 14 Mag 2021, 15:36 »
non dirmi che ci capisci di economia

Io mi limiterei all'aritmetica

Offline RG-Lazio

*
2570
Re:Mendieta
« Risposta #43 il: 14 Mag 2021, 17:53 »
Semplificare con le "bombe" di Valencia.


 Klose stava molto per caxxi suoi nel gruppo ma aveva una personalità che gli permetteva di sopravvivere anche da solo

Io credo che Mendieta aveva altre cose che gli passavano per la testa e venuto a Roma pieno di soldi ha mollato mentalmente. Sono esseri umani, giovani ragazzi. Può succedere!

Non é vero...uno dei migliori amici di Klose ad oggi é Senad Lulic. Miro era molto inserito nel gruppo e lo stavano a sentire...Parlava poco italiano, ma ha sempre parlato bene del suo gruppo di compagni alla Lazio...l´unico che lo fece sbottare fu Keitá perché gli voleva insegnare qualcosa e quello si credeva stocazzo.

Tornando a Mendietá...all´epoca era quello che Kante é oggi. Motorino di centrocampo che ti copre parecchie zone di campo.
Il grande grosso problema tattico fu che arrivo al posto di Nedved e Veron, due centrocampisti offensivi...immaginate che il Real Madrid prenda Kanté per sostituire Kross e Modric, secondo voi funzionerebbe??

Se Mendieta fosse arrivato al posto di Simeone o fatto giocare li con Veron e Nedved e non al loro posto sarebbe andata forse diversamente.

Dal punto di vista caratteriale, Mendieta a Valencia se la comandava, era capitano e leader...da noi veniva in uno spogliatoio con Simeone, Sinisa, un simbolo come Nesta...insomma un leader non puó fare il soldato.

Offline Achab77

*****
7324
Re:Mendieta
« Risposta #44 il: 14 Mag 2021, 21:19 »
Ho un ricordo mi pare di un Lazio Anderlecht di Champions' League; mendieta, dopo un inizio imbarazzante e partite giocate come un fantasma, aveva cominciato a ingranare lentamente (un ottimo secondo tempo da subentrante con l'Inter, e via così).
A un certo punto si inventa un tiro al volo da fuori area che sembrava preso direttamente dai tempi di Valencia, la palla sbatte sull'incrocio dei pali, poi sul portiere, poi torna in campo.

Ecco, non so perché ma quella partita l'ho sempre associata al suo momento sliding Doors: se fosse entrato quel tiro, forse avrebbe ritrovato fiducia e chissà.

Comunque fu un'annata storta per tutti, difficile analizzarla oggi: all'epoca eravamo abituati ad avere la squadra più forte d'Europa con giocatori che arrivavano senza bisogno di ambientamento e spaccavano tutto.

Il Valencia probabilmente era una squadra di dopati a causa della differente modalità dei controlli antidoping che si facevano all'epoca nella Liga, però era anche un meccanismo perfetto che permetteva a tanti giocatori di medio livello di sembrare fenomeni. Valeva anche da noi, per dire, che avevamo Pancaro, Castroman, Giovanni Lopez, lo stesso Paolo Negro che al di là del loro valore individuale non eccelso, con quei campioni accanto sembravano fenomeni.

Il Piojo, ad esempio, era un'ira diddio a Valencia ma anche da noi fece bene, Gerard si è perso ma fece un'ottima annata al Barca, poi mi sembra che anche angulo, angloma e marchena fecero bene altrove. Non come in quel Valencia, ovviamente, ma era il classico giocattolo perfetto che si reggeva su automatismi precisi. Tolti gli ingranaggi tornò normale, forse pure troppo fino al periodo Mendes con Neville allenatore dove credo che abbiano anche rischiato di retrocedere.

L'acquisto fu forse troppo istintivo perché bisognava reagire allo scudetto delle m.erde e Cragnotti diede forse il colpo di grazia ai già precari equilibri economici della Lazio di allora.
Però fu un colpo fantastico che fece rimanere a bocca aperta tutto il mondo, e questo rimane il testamento della incredibile forza di immagine e di rilevanza sportiva che avevamo in quel periodo storico.

Offline Er_PeLaNz

*
920
Re:Mendieta
« Risposta #45 il: 14 Mag 2021, 22:45 »
Cmq stavo vedendo dei video su De La Pena ed anche lui non mi sembrava affatto male...anzi. A me sembravano due grandissimi giocatori...chissà perché hanno fallito con noi

Offline syrinx

*
16861
Re:Mendieta
« Risposta #46 il: 14 Mag 2021, 23:02 »
se dici che tifi per la Lazio ti credo ma non dirmi che ci capisci di economia, non potrei farcela.

Un euro del 2001 corrisponde ad 1.37€ oggi. Quindi, 40 milioni di allora corrispondono a 55 milioni. Ci è andato vicino er pelanaz dai  :lol:

Online ES

*****
18739
Re:Mendieta
« Risposta #47 il: 14 Mag 2021, 23:05 »
Co 5000 lire ci facevo caffè e cornetto, compravo er corriere doo sport e ci andavo a mensa all'università.
Provateci oggi con 2,5 eurI...😊

Offline Er_PeLaNz

*
920
Re:Mendieta
« Risposta #48 il: 14 Mag 2021, 23:49 »
Un euro del 2001 corrisponde ad 1.37€ oggi. Quindi, 40 milioni di allora corrispondono a 55 milioni. Ci è andato vicino er pelanaz dai  :lol:

Ahahahahahaha :beer: :beer: :beer:
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod