Red Bull-Lazio, commenti

0 Utenti e 93 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #360 il: 13 Apr 2018, 16:04 »
Una semifinale EL con 3 squadre decenti e una che ci ha eliminato da metà classifica in serie A.
Abbiamo incontrato dei dopolavoristi fino al primo abbozzo di squadra che ci ha rifilato 4 pappine.
Abbiamo da fare tanta strada.

Offline Zoppo

*****
17284
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #361 il: 13 Apr 2018, 16:16 »
Semi OT

Imprecare perché il Salisburgo ha pescato il Marsiglia è totalmente irrazionale.
Non c'è nessun motivo logico per cui noi avremmo pescato come loro i francesi e non Atletico o Arsenal.

Settimana difficile samu...
Settimana difficile...
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #362 il: 13 Apr 2018, 16:18 »
commento:

FANCULO.

Offline arturo

*****
12118
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #363 il: 13 Apr 2018, 16:24 »
Mi è ritornato in mente il calcio d 'angolo che abbiamo battuto al 92 esimo.
Ma PD, devi cercare di segnare, devi buttare la palla in mezzo cercando una qualche cazzo di cosa, e dove sarebbe dovuto andare a saltare anche strakosha,  e tu cosa cazzo fai LA, dai la palla corta a Lulic?

skizzo87

skizzo87

Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #364 il: 13 Apr 2018, 16:48 »
Mi è ritornato in mente il calcio d 'angolo che abbiamo battuto al 92 esimo.
Ma PD, devi cercare di segnare, devi buttare la palla in mezzo cercando una qualche cazzo di cosa, e dove sarebbe dovuto andare a saltare anche strakosha,  e tu cosa cazzo fai LA, dai la palla corta a Lulic?
Era all'89' ma + che altro se la batti corta, tu Lulic di turno crossa invece di tentare un improbabile driblling.

Offline Achab77

*****
7321
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #365 il: 13 Apr 2018, 16:54 »
Era all'89' ma + che altro se la batti corta, tu Lulic di turno crossa invece di tentare un improbabile driblling.

Esatto: tira una sassata dentro invece che fare quel dribbling a 2 km/h. Ieri è stato l'incubo diventato realtà, sotto tutti i punti di vista. Ne riparleremo tra qualche anno, ma ad oggi mi sbilancio e dico che è stato peggio di Tenerife.
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #366 il: 13 Apr 2018, 16:56 »
è stato peggio di Tenerife.

No, è stata a livello dello Slavia Praga.

Vantaggio all'andata, al fine del primo tempo del ritorno in casa 0-3 con tanto di derby alle porte.

Offline genesis

*****
20770
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #367 il: 13 Apr 2018, 17:11 »
Il mio voto al calciomercato estivo era stato molto basso, 3, lo riconfermo.
Il problema principale è che giocano sempre gli stessi, con tante partite sulle gambe sono scoppiati, sia fisicamente che mentalmente. Poi ci sono altri aspetti (errori individuali, schemi...) su cui discutere ma il punto centrale è quello.
Dov'è Caceres ?
Dove sono Murgia, Di Gennaro, Bruno Jordao ?
Giocano sempre gli stessi.
La fatica ha accentuato i difetti, che c'erano anche nei giorni migliori.
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #368 il: 13 Apr 2018, 17:45 »
Semi OT

Imprecare perché il Salisburgo ha pescato il Marsiglia è totalmente irrazionale.
Non c'è nessun motivo logico per cui noi avremmo pescato come loro i francesi e non Atletico o Arsenal.
Non solo, ma anche ammettendo che avremmo pescato i francesi, giocando come ieri sera e più in generale come negli ultimi tre mesi (tranne in rarissime eccezioni) l'aria di sveja che prendevamo in semifinale c'era tutta, ma proprio tutta: all'odore del sapone di Marsiglia.

Offline Daniela

*****
24973
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #369 il: 13 Apr 2018, 17:49 »
Semi OT

Imprecare perché il Salisburgo ha pescato il Marsiglia è totalmente irrazionale.
Non c'è nessun motivo logico per cui noi avremmo pescato come loro i francesi e non Atletico o Arsenal.

ovviamente
capisco anche che certi fratelli/sorelle laziali siano poco lucidi
ma avete detto una cavolata grande grande :beer:

Offline JSV23

*
15471
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #370 il: 13 Apr 2018, 17:55 »
Che poi il Marsiglia è una signora squadra...
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #371 il: 13 Apr 2018, 18:26 »
ieri ho visto la vostra partita e ascoltato tutte le interviste del dopogara, a me l'atteggiamento di inzaghi è apparso molto maturo dal punto di vista mediatico, credo abbia capito la solita faccenda del momento psicologico e non la voglia sottolineare troppo. la lazio è rimasta sorpresa nel dover affrontare una fase della partita che si è materializzata dal nulla, perché non aveva avuto reali fondamenta nei minuti precedenti. le partite seguono spesso dei pattern, tra cui il superclassico gol sbagliato gol subito, il palo loro non è stato completato dal vostro gol in contropiede ma si è trasformato in una seconda stringa di gol sbagliato vostro gol subito da voi. e lì la partita si è trasformata in un o la va o la spacca che non pensavate di dover giocare. cinque minuti di duelli persi sia sul piano fisico, con loro che accelerano, che sul piano tattico, cambiano le distanze tra i loro giocatori, i vostri invece restano inchiodati alle precedenti disposizioni tattiche, come se stessero continuando a giocare una partita che però non esisteva più. metteteci gli errori individuali, perché tutto deve sottostare a degli accidenti imponderabili, e la velocità/densità di questa dinamica e a quel punto vi risvegliate dentro a una partita ancora diversa, fatta di avversari che vi chiedono di ricambiare nuovamente spartito, aspettandovi nel primo terzo di campo loro, ma a maglie serrate. inzaghi secondo me non vuole sottolineare il fattore mentale perché sa che potrebbe ricapitarvi anche nel prossimo futuro di entrare in quello stato mentale in cui ti chiedi «e ora? che partita è?», tutti noi peschiamo dalla memoria delle sensazioni positive o negative che provengono dal passato professionale/agonistico. l'unico modo di esorcizzare il ritorno del terrore è non dargli troppa importanza e lavorare sugli aspetti positivi.
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #372 il: 13 Apr 2018, 18:47 »
ieri ho visto la vostra partita e ascoltato tutte le interviste del dopogara, a me l'atteggiamento di inzaghi è apparso molto maturo dal punto di vista mediatico, credo abbia capito la solita faccenda del momento psicologico e non la voglia sottolineare troppo. la lazio è rimasta sorpresa nel dover affrontare una fase della partita che si è materializzata dal nulla, perché non aveva avuto reali fondamenta nei minuti precedenti. le partite seguono spesso dei pattern, tra cui il superclassico gol sbagliato gol subito, il palo loro non è stato completato dal vostro gol in contropiede ma si è trasformato in una seconda stringa di gol sbagliato vostro gol subito da voi. e lì la partita si è trasformata in un o la va o la spacca che non pensavate di dover giocare. cinque minuti di duelli persi sia sul piano fisico, con loro che accelerano, che sul piano tattico, cambiano le distanze tra i loro giocatori, i vostri invece restano inchiodati alle precedenti disposizioni tattiche, come se stessero continuando a giocare una partita che però non esisteva più. metteteci gli errori individuali, perché tutto deve sottostare a degli accidenti imponderabili, e la velocità/densità di questa dinamica e a quel punto vi risvegliate dentro a una partita ancora diversa, fatta di avversari che vi chiedono di ricambiare nuovamente spartito, aspettandovi nel primo terzo di campo loro, ma a maglie serrate. inzaghi secondo me non vuole sottolineare il fattore mentale perché sa che potrebbe ricapitarvi anche nel prossimo futuro di entrare in quello stato mentale in cui ti chiedi «e ora? che partita è?», tutti noi peschiamo dalla memoria delle sensazioni positive o negative che provengono dal passato professionale/agonistico. l'unico modo di esorcizzare il ritorno del terrore è non dargli troppa importanza e lavorare sugli aspetti positivi.

100%

Squadra quindi immatura

Offline Kredskin

*****
8770
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #373 il: 13 Apr 2018, 19:13 »
Non è questione di esperienza, non è questione di mentalità, non è questione di palle.

Ve la ricordate la finale di champions Milan-Liverpool 3-0 a fine primo tempo?

Non è neanche questione di modulo o di tattica e non è una questione fisica.

Questi hanno fatto 4 gol con 4 azioni di fila, senza alcun merito di gioco o di abilità, solo errori individuali clamorosi nostri (che poi è il 70% dei gol che prendiamo) e molto culo.

ieri sera avrei dato fuoco a formello, con inzaghi dentro, che non ha dato una fase difensiva degna di tale nome a questa squadra, ma oggi credo che se la rigiochiamo 100 volte, passiamo il turno 99 volte.

Abbiamo pescato il jolly de merda, la partita in cui qualunque cosa ti va male e si sommano troppi fattori negativi.

Ognuno ha fatto errori, Inzaghi, LA, SMS, LF, DV, Strakosha... quando tutti toppano come fai a vincere?


Spero solo che si riprendano mentalmente, perché buttare al cesso una stagione simile sarebbe un peccato mortale, che imho influenzerebbe il ciclo-Inzaghi e ne condannerebbe gli esiti futuri.

Offline Omar65

*****
7064
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #374 il: 13 Apr 2018, 19:15 »
Ogni laziale di medio-lungo corso al loro pareggio subitaneo aveva già capito come sarebbe finita.
Siamo una buona squadra, a volte molto buona.
Ma non siamo una squadra forte.

Offline Mocambo

*
1216
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #375 il: 13 Apr 2018, 19:26 »
Ogni laziale di medio-lungo corso al loro pareggio subitaneo aveva già capito come sarebbe finita.
Siamo una buona squadra, a volte molto buona.
Ma non siamo una squadra forte.
   Peggio di Tenerife, e ce ne voleva.
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #376 il: 13 Apr 2018, 19:37 »
Ogni laziale di medio-lungo corso al loro pareggio subitaneo aveva già capito come sarebbe finita.
Siamo una buona squadra, a volte molto buona.
Ma non siamo una squadra forte.
Io la seguo da fine anni '90 e non so se arrivo a livello di laziale da medio-corso, però ho avuto la stessa sensazione. Un'altra cosa, molti parlano dell'errore di Luis Alberto, io però mi sono arrabbiato un sacco con Immobile che invece di sfondare la porta tenta il pallonetto come ha fatto col Benevento. Il Salisburgo tirava appena poteva, noi sempre tic e tac. La testa. La testa. La testa. Mannaggia.
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #377 il: 13 Apr 2018, 19:52 »
Non è questione di esperienza, non è questione di mentalità, non è questione di palle.

Ve la ricordate la finale di champions Milan-Liverpool 3-0 a fine primo tempo?

Non è neanche questione di modulo o di tattica e non è una questione fisica.

Questi hanno fatto 4 gol con 4 azioni di fila, senza alcun merito di gioco o di abilità, solo errori individuali clamorosi nostri (che poi è il 70% dei gol che prendiamo) e molto culo.

ieri sera avrei dato fuoco a formello, con inzaghi dentro, che non ha dato una fase difensiva degna di tale nome a questa squadra, ma oggi credo che se la rigiochiamo 100 volte, passiamo il turno 99 volte.

Abbiamo pescato il jolly de merda, la partita in cui qualunque cosa ti va male e si sommano troppi fattori negativi.

Ognuno ha fatto errori, Inzaghi, LA, SMS, LF, DV, Strakosha... quando tutti toppano come fai a vincere?

Io condivido questa analisi.
E' stato molto diverso da Tenerife-Lazio: la c'erano problemi tra squadra e tecnico: la squadra avrebbe voluto tirare i remi in barca e Zeman da folle quale è voleva continuare a spingere: a fine partita Fuser quasi je mena.
E non è stato neanche come Lazio-Slavia: li la squadra non è proprio scesa in campo, e avevamo una squadra moolto più debole di questa: avevamo Bisevac mngm!!!

Ieri avevamo la partita in pugno a 30 dalla fine, fino a quel momento, a parte il paio di gol sprecati avevamo fatto il nostrissimo.
Dopo il gol di Immobile c'e' stato il black out.
Chissà forse se quella deviazione sul primo gol fosse andata fuori forse i nostri si sarebbero svegliati, o forse no.

skizzo87

skizzo87

Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #378 il: 13 Apr 2018, 19:56 »
Comunque era lo Sparta Praga.

Offline gentlemen

*
13642
Re:Red Bull-Lazio, commenti
« Risposta #379 il: 13 Apr 2018, 19:59 »
La delusione è tanta, ci si sente svuotati, derubati e persino traditi, non certo per una sconfitta o per la sconfitta di ieri sera in sé, il tifoso non è stupido, è un eterno bambino, un innamorato della sua passione ma non è uno stupido, desidera e contempla la vittoria ma sa benissimo che spesso deve digerire la sconfitta, fa parte del gioco, lo somatizza bene perché anche la sconfitta spesso è una compagna nella vita di Tifoso di calcio; se avessero chiesto, anche ai più ottimisti, se avessimo vinto l'Europa League la maggior parte di Noi Laziali, se non il 90%, avremmo risposto di No, sappiamo che la nostra è una squadra talentuosa, forte ma certamente meno esperta e forte di altre, tra cui Atletico Madrid e Arsenal, se non anche un Marsiglia....non è questo, non è questo il motivo della nostra tristezza....il fatto è che ci sentiamo derubati del SOGNO....sì del sogno che solo le serate Europee di Coppa ti sanno regalare....questo sogno lo avevamo tra le nostre mani, come dei bambini, perché il tifoso, di qualsiasi età e di qualsiasi estrazione sociale, ha un bambino dentro, lo stesso bambino che correva nei prati o nei cortili con un pallone, e sognava di essere in uno stadio di fronte a centomila persone, giocando e segnando con la maglia del giocatore del cuore.....ci è stato tolto il sogno quindi, e ci è stato tolto quando pensavamo di potercelo cullare e custodire per ancora altri giorni, il sogno di essere un Top Club Europeo, di essere ritornati quelli del 1998 a Parigi, o del 1999 a Birmingham e Montecarlo....andare in semifinale, le pubblicità sulle tv, ritornare in uno stadio glorioso, magari l'Emirates, riunirsi in famiglia o con gli amici per poter assistere in TV o allo stadio ad una semifinale Europea ci aveva risvegliato dentro la consapevolezza fantastica di essere al "tavolo dei grandi", poi si poteva anche perdere, ma al tavolo c'eri arrivato, eri nel Club.....questo sogno poteva essere difficilmente coronato, lo sapevamo, ma fin quando era vivo era il nostro sogno, ci rendeva felici e speciali, , numeri, bilanci statistiche, commenti, gli stessi risultati o trofei sono importanti e molte volte fondamentali, ma quello che rende il TUTTO SPECIALE E' IL SOGNO....senza il sogno è tutto tremendamente normale....dopo il goal di Immobile il sogno lo sentivamo portato in salvo, ancora nostro, e questo lo devono aver avvertito e pensato anche gli stessi giocatori....poi tutto è cambiato, neanche il tempo di rendercene conto....e siamo rimasti idealmente ancora lì, seduti, impietriti, quasi a gridare contro un'ingiustizia tremenda...ci è stato tolto....era il nostro sogno, era il mio...ed ora...dove è...eravamo in semifinale....i festeggiamenti, magari arriviamo a Lyon, a giocarci la Finale....PUFF....tutto finito...appena il tempo di razionalizzare la sconfitta ed ecco che, cerchiamo furiosamente il colpevole di questo "furto", e lo cerchiamo con la stessa veemenza e passione con la quale sognavamo, il pathos lo avevamo dentro, ora lo dobbiamo scaricare.....DI CHI E' LA COLPA?
Inizia la nostra morbosa e spasmodica caccia alle streghe, al responsabile di questo furto, colui o coloro che ci hanno tolto il sogno.....il portiere....no l'allenatore....no è la società....no è il mercato.....e così....fin quando la logica ci aiuterà, ci aiuta e ci spiega....
I sogni sono belli, e talvolta impossibili, perché incontrano la logica, però questo incontro ci obbliga a fare i conti con la realtà, che naturalmente confrontata al fascino del sogno non ci piace, la prima reazione è il rifiuto della realtà....però la realtà è anche amica, perché dalla realtà, e solo da essa possiamo ripartire per ricostruire il nostro sogno....
La Logica ci dice e suggerisce che il colpevole non c'è, perché i Ragazzi, il Mister, hanno dato tutto, hanno fatto tutto ciò che potevano, e quindi a loro non possiamo rimproverare nulla, nessuno si è risparmiato, i volti di Parolo e di Lulic a fine partita, davanti alle tv, erano stravolti, quasi scioccati....la Realtà ci dice che la Lazio nei suoi 11 titolari è una squadra che potrebbe lottare anche per lo scudetto, ed arrivare in fondo ad una competizione europea, ed in effetti fino a quando abbiamo potuto siamo stati in lizza su tutti e tre i fronti, ai vertici in campionato, Coppa Italia ed Europa League....ma ad essere idonei ai livelli alti erano in 11-12....dal 21 gennaio ad ieri 12 aprile abbiamo giocato, quasi sempre con la stessa formazione, ogni 3 giorni....DAL 21 GENNAIO AL 12 APRILE...ed abbiamo giocato sempre con la necessità di vincere, sempre....anche ad Udine avevamo la stessa formazione di ieri, uomo più uomo meno....il Salisburgo invece in campionato ha schierato tutti coloro che non avrebbero giocato ieri, hanno molto vantaggio in campionato....noi non abbiamo potuto, e non potevamo perché, senza che si accusi nessuno per questo sia ben chiaro, le cosiddette riserve non sono in alcun modo equiparabili per valore ai titolari, ottimi ragazzi che ci mettono il cuore, Caicedo e Murgia su tutti, ma da settembre ad oggi, ogni qualvolta sono stati chiamati a sostituire un titolare hanno sempre dimostrato sì di impegnarsi tanto, ma di non avere un rendimento simile....ed era così pure nella fase a gironi di EL, allorquando per vincere o raddrizzare le partite abbiamo dovuto poi schierare i titolari, è stato così anche a Bucarest....
Il crollo di ieri è figlio di quanto spiegato, almeno secondo me....i club che arrivano in Finale o semifinale di solito hanno una rosa molto competitiva almeno per 16 giocatori, noi purtroppo no, lo stesso Felipe Anderson è un innesto di qualità, ma gioca fuori ruolo, e quindi è un giocatore molto tecnico, ma sicuramente depotenziato, stesso dicasi per Nani....mentre per il centrocampo, zona del campo dove di solito si decidono i destini di una partita, i ricambi erano Murgia e Di Gennaro....non serve aggiungere altro.
Poi si può analizzare l'episodio, il tiro, il passaggio mancato, l'assetto tattico, i cambi, l'errore individuale...tutto figlio di questo sforzo tremendo che stiamo facendo, con risorse limitate, o almeno non idonee a competere ad altissimi livelli su tre competizioni contemporaneamente, giocando ininterrottamente ogni tre giorni.
Il sogno europeo non è continuato solo perché non avevamo più benzina, e la cosa ci fa rabbia, perché fin quando ne abbiamo avuta abbiamo sempre fatto bellissima figura....ma il calcio è questo, ci servirà a crescere, sono certo che la società ne farà tesoro, ma ora tocca non farci prendere dal disfattismo e dalla tristezza perenne, c'è un Derby da affrontare, con energie nervose al lumicino, Noi Tifosi non giochiamo, ma possiamo però contribuire a rendere l'ambiente meno negativo e pesante, e non è poco....
AVANTI LAZIO, FORZA FRATELLI LAZIALI !!!
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod